Di Bartolomei, 28 anni fa il terribile addio del capitano per sempre nei cuori dei romanisti

75
953

NOTIZIE AS ROMA – Doloroso anniversario quello che vive oggi la Roma: 28 anni fa moriva tragicamente Agostino di Bartolomei.

Il 30 maggio del 1994 Ago poneva fine alla sua vita con un colpo esploso da una Smith & Wesson puntata dritta al cuore.

Qualche giorno fa lo street artist Leika lo omaggiava con un murale che lo ritrae mentre porta sulle spalle l’attuale capitano giallorosso Lorenzo Pellegrini con la coppa tra le mani.

Uno dei tanti segni che dimostrano come, nonostante gli anni passati, Roma e i romanisti non potranno mai dimenticare Agostino.

Articolo precedenteLukaku all’Inter spinge Dybala verso la Roma (FOTO)
Articolo successivo“ON AIR!” – CORSI: “Preoccupato dalle parole di Mourinho”, PIACENTINI: “Dybala non è una suggestione, vale la pena aspettarlo”, CARINA: ” Roma al redde rationem sul fronte rinnovi”

75 Commenti

    • Che se sentisse male all’istante il pezzo di merba che ha messo il pollice verso !

    • Nel mio cuore,,per me è ancora con noi,, il mio nick name è questo in TUTTI i siti che frequento, da sempre !!

    • Hai gioito insieme a Noi,
      per la Nostra Roma.

      Sempre nel mio💗 Capitano!
      Ciao Ago.

      FRS💛💖🐺🏆

  1. Il nostro capitano sta festeggiando insieme a noi….Ago vive….

    Onore eterno a te magnifico capitano

    Forza grande Roma ale’

  2. Grande capitano…..Quando tirava un rigore si vedeva solo la rete scuotersi…..Per capire dove era finito il pallone dovevi vedere la moviola alla” Domenica Sportiva ” la sera….. I suoi lanci di 50 metri sono rimasti nella storia…..

    • Ma quello che mette il pollice giù su una cosa così (Agostino Di Bartolomei) se rende conto che manco è “della Lazio”, cosa già grave, ma è proprio una brutta persona. Io non ho mai ironizzato e non spollicerei mai, ad esempio, qualcosa inerente Re Cecconi. È un fatto di rispetto, umano prima che di tifoserie. Possibile che i genitori a questo poveraccio (quagliese) non gliel’hanno spiegato?

  3. Ero solo un bambino e tu eri il mio eroe Ago. Il tempo non scalfira’ mai il fantastico ricordo che ho di te…che tu possa riposare in pace 💛❤

    • Si, lo penso anch’io…
      La “prima” dev’essere dedicata a lui, solo a lui..
      Lo “spollocitore seriale” invece deve sapere che non potrà MAI… dedicare la coppa dalle grandi orecchie a chicchessia, perché non amano, non hanno amore neanche per la loro squadra…
      Chi non ama, perde sempre…🤷
      💪🧡❤️

  4. Indimenticabile eroe dei miei pomeriggi da adolescente al campetto, potenza e geometrie.
    Solo più tardi ho letto e potuto capire la grandezza dell’uomo, e solo con la maturità ho potuto comprendere le pieghe dell’assurda solitudine e depressione che lo aveva avvolto negli ultimi istanti.
    R. I. P., Per sempre nel ricordo dei tifosi della Roma.

  5. Sarà per una questione generazionale, ma ritengo Ago il vero GRANDE CAPITANO della Roma. Uno dei pochi grandi errori di Viola il non averlo richiamato come Dirigente. Forse sarebbe ancora tra noi

    • L’altrettanto grande Presidente Ing. Dino Viola aveva un carattere piuttosto spigoloso, non ammetteva interferenze nella sua autorità assoluta.
      E anche Ago era uno che dietro il silenzio nascondeva una personalità di tutto rispetto. Si venne a sapere al tempo che il capitano, in qualità di sindacalista della squadra, impegno che prendeva con la massima serietà come ogni altra cosa, si era scontrato col presidente più di qualche volta. Nessuno dei due amava mollare di un centimetro.
      Questa è la vera ragione per la quale Agostino fu mollato senza neanche ricevere una spiegazione; non tanto perché il neo allenatore Eriksson lo ritenesse troppo lento e inadeguato per il suo gioco.
      Liedholm era il suo parafulmine, partito il Barone, Viola si prese la sua “vendetta”, così come fece in seguito con Falcao.
      Ovvio che non lo avrebbe mai riportato alla Roma nemmeno come dirigente.

  6. Non me ne capacito ancora
    Sei stato un riferimento assoluto a Roma e nella Roma per me eri e sei un mito

    Dopo quella maledetta finale Liedholm se lo portò a milano mentre per Falcao era appena iniziato il calvario. In quel momento fini il ciclo di quella Roma stupenda e sicura dei suoi mezzi che aveva in AGO il suo e il mio capitano

    Sarai Sempre nel mio cuore

  7. Ciao Ago. Solo un pensiero: Grazie per quanto ci hai donato Le tue magie, i tuoi gol vivranno sempre nei miei ricordi💛💖

  8. Hai ragione Sogni di latta….Le punizioni….Sembrava che il pallone passasse attraverso la barriera come se non ci fosse….Non si è mai saputo cosa avesse di magico quel piede destro…..

  9. A te che sei stato una delle primissime ragioni per cui so’ romanista!
    Sempre nei nostri più dolci e dolorosi pensieri.
    AGOSTINO DI BARTOLOMEI
    FORZA ROMA

  10. Penso sia stato il centrocampista più sottovalutato della storia del calcio italiano, da questo punto di vista ha pagato il fatto di essere capitano della Roma, in un periodo in cui, se non vestivi una maglia a strisce, difficilmente avevi grossa risonanza mediatica. Intelligenza calcistica paranormale, non sbagliava un passaggio o una scelta, e aveva un tiro potentissimo.

    Oltre a questo, era una bellissima persona, romano atipico, schivo e lontano dai riflettori

    • Idem, come dico sempre, il capitano della mia adolescenza… Maradona e Platini’ sbagliavano (ogni tanto) i rigori, LUI NO, se lo ricordano in pochi… Fiero e orgoglioso, SENZA PAURA IN OGNI CIRCOSTANZA, se ci fosse stato lui a Manchester 2007, col bayern o a liverpool, SICURO nun ce la saremmo fatta addosso e quelle “macchie”, sarebbero state almeno in parte CONTENUTE e ridotte ad onorevoli sconfitte… ONORE E GLORIA A TE AGOSTINO…. FOREVER.

  11. Semplicemente UNICO! Se fosse rimasto sempre a Roma forse non si sarebbe tolto la vita. Ago aveva il cuore giallorosso ed è stato uno dei Capitani migliori di sempre. Sei nei miei ricordi e nel mio cuore, grazie GRANDE CAPITANO. 💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️

  12. Che orgoglio essere nata come Ago l’8 aprile,a ogni compleanno ci penso e spero che tu sia orgoglioso della nostra Roma.Grazie di tutto.Non sarai mai dimenticato.

    • Io invece sono nato il 30 maggio…ad ogni compleanno mi torna il ricordo di quella sciagurata finale e della scomparsa del Capitano 10 anni dopo.

  13. Come lo sfondiamo sto muro??
    Qui ci vorrebbe Agostino DI BARTOLOMEI.
    Tira certe BOMBE…
    ( Cit BOMBOLO)

  14. “RICORDO CHE QUAND’ERO RAGAZZINO, SOGNAVO DI ESSERE AGOSTINO E DARE UN CALCIO ALLE PAURE…”

    IL MIO PRIMO CAPITANO…

  15. Agosti’ , mi ricordo quando eri bambino e facevamo le partitelle all’oratorio del San Fillippo Neri alla Garbatella,con padre Guido come arbitro e tuo padre che in silenzio ti guardava.
    Poi lui ti portò al NAGC,la scuola calcio di allora, per quelli bravi e predestinati come te.
    Ho sempre pensato che se fossi stato ancora per qualche anno sotto il saio di padre Guido ,poi non avresti fatto quello che invece hai fatto.
    🙋‍♂️

  16. nessuno si offenda, ma per me il Capitano con la c maiuscola sarà sempre lui, forse perché è stato il primo che ho amato da bambino e anche quando è andato via non è mai uscito dal mio cuore.
    Quei rigori tirati quasi da fermo, quell’espressione sempre così seria, quella compostezza… ciao Ago

    • i due che spolliciano ovunque mancando di rispetto a una persona che non c’è più sono incommentabili, andatevi a nascondere che è meglio

    • P.S.
      Nino non aver paura di tirare un calcio di rigore… Non è da questi particolari che si giudica un giocatore.
      Un giocatore lo vedi dal coraggio, dall’altruismo e dalla fantasia…

  17. Uno ad Aprile uno a Maggio se ne andarono allo stesso modo prima Cobain e poi Ago.
    Non sarà mai giusto.
    Per sempre Grande capitano.

  18. Salutiamo il coglxxne laziale che mette il pollice verso. Degno rappresentante dei poracci che siete.
    PS il mio ricordo per Ago è il primo messaggio che purtroppo mi è uscito come anonimo.

  19. Lo dico semplicemente e senza polemica…ma Ago è stato Il Capitano!
    e adesso vorrei solo sapere chi è lo str…zo di una quaglia che mette pollice verso a commenti su Ago…me piacerebbe proprio sapè…
    SSFR

  20. Stavolta ci vado giu’ duro: E’ arrivato l’infame di turno che spollicia tutti i commenti Credendo di fare chissà quale gesto eclatante commette le peggiori delle nefandezze. solo per farsi 2 risate Da 👉🚾 Ma che razza d’invertebrato può essere uno che manca di rispetto a chi non c’è piu’. Unica sola soddisfazione: Quando creperà, non lo ricorderà nessuno Nullità del web: Che la tua Anima, possa sprofondare nel piu’ profondo degli Abissi.

  21. È piacevole ricordare una persona che ha segnato parte del nostro percorso di vita, ti seguiremo ovunque tu vada
    Ciao Capitano 🌹

  22. A quello che fa il pollice verso, che ti possa saltare il tendine di Achille il giorno del tuo matrimonio… maledetto schifoso schifoso schifoso

  23. Dedicato al burino lo spolliciatore….

    I tuoi capitani…il gobbo… Mauri…. tutti carcerati… come i presidenti….

    Altro che formello…. Rebibbia è casa vostra

    Forza grande Roma ale’

  24. Il valore calcistico di Ago lo conosciamo tutti. Mi soffermerei soprattutto sull’intelligenza e non mi riferisco a quella calcistica.

    Lui ti faceva fare bella figura anche quando veniva intervistato.

    Uomo di altra caratura, di spessore umano e culturale superiore.

    Non ne incontri molte di persone cosi’, qualunque attività svolgano e qualunque sia il loro ruolo.

    Perdita immensa e dolore infinito.

    Ciao Ago, ti ho voluto e ti vorrò sempre bene. Tu ed la tua Anima siete la Roma.

    • Condivido anche gli spazi fra le parole.
      In un mondo sempre più banale, Di Bartolomei era l’antitesi della banalità.
      Istintivamente capivi che era uno che valeva la pena ascoltare.

  25. lanziali che spollicuate, siete di uno squallore più unico che raro.

    (Lo so che a inizio frase ci vorrebbe l’iniziale maiuscola…)

  26. Sventola il vessillo Ago, ovunque tu sia.

    Al complessato che spollicia dico solo che ogni pollice che metti dimostra quanto stai rosicando. E questo è solo l’inizio. Entro 5 anni te sarai magnato pure i gomiti.

  27. Facevo il raccattapalle quando fece il primo gol in Serie A Roma Bologna 2-1 Ghetti,Prati Di Bartolomei sotto la Tevere non numerata lato Sud. usci dallo Stadio col Pallone della partita firmato da tutti i giocatori ciao Ago!!!

    • Io stavo in Curva Sud, lato Monte Mario, a sinistra del muretto dove saliva Dante. Lo vedo ancora correre dopo aver messo il pallone in rete.

  28. Oggi dopo 41 anni il tifoso giallorosso è uscito dalla prigionia di un sogno. E il nostro capitano Agostino è colui che ha spezzato le sbarre della prigione.Cosi parlò Dino Viola l’8 maggio 83. Capitano ci manchi

  29. E’ doveroso rendere omaggio al grande capitano , uomo schivo , forse triste, ma profondo. Purtroppo la vita è stata malvagia nei suoi confronti, noi tifosi di una certa età porteremo sempre nel cuore il suo sguardo, e si, è vero, quando prendeva la palla lui per calciare un rigore oppure una punizione sapevi di poter esultare. Sit tibi terra levis CAPITANO

  30. Ho 55 anni e nella mia storia da romanista ho visto grandi calciatori Totti Falcao de Rossi Batistuta voeller Bruno Conti e soprattutto grandi uomini il grande ago Francesco rocca Pluto Aldair e di nuovo Bruno Conti beh Agostino rappresenta il vero romanista il cuore giallorosso di ognuno di noi che vuole bene as Roma se i tuoi colori sventolo i brividi mi vengono non mi stanco mai di te forza grande Roma ale ‘

  31. Per i più giovani,mi preme testimoniare che il vero leader era Ago,più di Falcao,tutti i giovedi al Flaminio,c’era una amichevole contro squadre del Lazio,l’unica voce che si sentiva era quella del capitano che dirigeva l’orchestra

  32. Da bambino tifavo Juventus, come spesso capita quando le cose non si comprendono bene. Mio papà mi porto allo stadio, curva sud in occasione di Roma Juventus… ricordo benissimo il gol di Agostino sotto la curva nord, che ci regalò la vittoria. Sono romanista grazie a lui. Per sempre nel mio cuore e se mai avremo un nostro stadio come mi auguro, mi piacerebbe portasse il suo nome. RIP

    • #Hippye…bellissima idea, per quanto possa contare appoggio la tua “proposta”.
      ❤️🧡💛SSFR💛🧡❤️

  33. Una volta al Barone gli fu chiesto chi fosse il giocatore più veloce della Roma, rispose che era Agostino, visto che in pochi secondi la palla era a 50 metri dalla nostra porta sui i piedi di un nostro calciatore.
    Anche Paolo Maldini aveva un grande rispetto e considerazione nei riguardi di Agostino, ed alla prima partita che giocarono insieme, Agostino in poche e scarne parole gli disse mettiti li’ e seguimi nei movimenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome