Di Marzio: “Ds Roma, il favorito è il francese Florent Ghisolfi del Nizza”

91
1237

AS ROMA NEWS – Il nuovo direttore sportivo della Roma potrebbe arrivare dalla Francia, e più precisamente dal Nizza. Stando a quanto rivela Gianluca Di Marzio di Sky Sport, il candidato forte per i Friedkin sarebbe Florent Ghisolfi.

Il giovane dirigente francese, racconta il giornalista dell’emittente satellitare, ha avuto un incontro con la proprietà americana e in questo momento, a sorpresa, è il favorito su Florian Maurice.

La Roma aveva effettuato un sondaggio anche con Tony D’Amico, attuale direttore sportivo dell’Atalanta, ma il club bergamasco non vuole lasciar partire il suo dirigente.

Fonte: Gianlucadimarzio.com

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

 

Articolo precedenteDybala, solo un affaticamento: l’attaccante ha iniziato le terapie, punta a esserci col Bayer
Articolo successivoSERIE A: l’Atalanta batte la Salernitana (1-2) e raggiunge la Roma al quinto posto

91 Commenti

    • L’altro candidato a sorpresa è romano: Maallora Ostadio ?
      Dai aspettiamo, vediamo come riusciremo a piazzarci…bisogna vincere a bergamo..!
      Daje! Forza Roma!

  1. altra scelta esotica alla pinto, prepariamoci al peggio, questi se ne fregano di quello che pensano i tifosi che chiedevano a gran voce un italiano

    • Io non chiedo un italiano, ma uno bravo. Può essere pure della Namibia, l’importante è che sia capace.

    • Capace, ma che capisca cosa serve per una squadra di serie A italiana, non la ridicola Ligue 1 de France!

    • Non è il suo lavoro. Non è più neanche al Leverkusen, ora collabora con la federazione tedesca.

  2. povera Roma mia .
    Ancora non hanno capito che devono prendere squali italiani.
    Ma quanti schiaffi devono pigliare padre e figlio prima di capire ??

  3. me sa che semo caduti di nuovo in mano agli americani sbagliati.non lo conosco ma qui ci voleva uno che la sa lunga
    staremo a vedere

  4. Andate a fare i ponti d’oro per un approdo diretto di d amico, l’ Atalanta vende chiunque difronte ai soldi, dategli una buona uscita. Basta con sti fantocci stranieri che hanno le ore contate dal momento che mettono piede in Italia. I tifosi del Milan hanno fatto saltare lopetegui, solo qua fanno tutti come gli pare e pure con scarsi risultati per giunta.

    • Lopetegui è un allenatore, e mi pare che siamo stati accontentati con DDR, da questa proprietà che tanto disdegni. Ti ricordo che hanno raccolto i cocci der Pallottola, e che se siamo avanzati così tanto nel ranking uefa è grazie a questi texani Red necks.
      Cosa vorresti Er viperetta con dietro chissà chi?
      O il Milan, che non sanno di chi è?

  5. tranquilli.. è lo stesso che è rimasto a bocca aperta all annuncio di Mou.. mentre dava già fatto sarri e spiegava come avremmo giocato

  6. venga chi vuole …a noi solo il ciclope ci potrebbe aiutare ..ad essere obbiettivi e sportivi le squadre che ci precedono ( Bologna?) sono più forti ..perciò essere 6 o 7 è giusto …

  7. Mi domando, perché ogni volta se dovemo anna’ anfogna’ in queste situazioni. Invece che su persone già belle e pronte ogni volta ci buttiamo su persone (che ,per quanto bene possano fare…… speriamo, sono sempre delle scommesse. A questo punto mi viene il dubbio che gli americani non vogliano avere tra i piedi personaggi forti (tipo Marotta) e per questo puntano su figure aziendaliste e facilmente manovrabili.

  8. ma Sartori e Rudy Voeller e Burdisso erano solo FANTASIE .. INVENZIONI .. di Corriere e Repubblica ? POSSO SCRIVERE PAROLACCE ?

  9. Non credo che si possono fare errori su una figura cosi importante e che dovra’ essere anche la voce della soceta’.
    Credo che l’esperienza Pinto abbia denotato troppa instabilita’ tra proprieta’ e istituzioni sportive che non hanno considerato che di mezzo ci andava la squadra.
    Chiaro che se poi Mourinho ha dovuto prendere le parti della squadra lo ha fatto in maniera
    sproporzionata esagerando anche con la proprieta’ proprio perche’ chi doveva essere da tramite Pinto, che comunque sul piano finanziario ha fatto il suo dovere, cosa che non si puo’ dire per le scelte fatte insieme a Mourinho per l’ingaggio di calciatori, anche perche’ se non c’e’ l’avallo del tecnico il calciatore non si prende.

  10. ancora a cercare un DS a maggio?
    società allo sbando…..mi sembra una società che vive alla giornata…..
    con questa società non si arriva da nessuna parte….solo la maglia as Roma e DDR

  11. Sinceramente non lo conosco… mi baso sul cammino del club, in queste 2 ultime stagioni il Nizza è stato sempre vivo per fare un passo in più, ma non avendo una rosa profonda ha ceduto un po sempre nel finale… Vediamo le strategie e il lavoro della società… ma credo che sia stato contattato per il Cannes se non sbaglio, non per noi…

  12. Non lo conosco…

    Il Nizza quest’anno ha fatto abbastanza bene.. Ed ha acquistato giocatori giovani..

    Todibo, Bard, Thuram, Diop.. Ed altri.. Ma non so se sono acquisti di questo Ds..

    Quindi qualsiasi opinione da parte mia, sarebbe un opinione dettata dalla mancanza di conoscenza..

    Forza Roma

    • Bravo, complimenti per l’ umiltà almeno non ti atteggi da KapishionerZ.
      Il male della piazza oltre ai faciolari raccontaballe microfonati 💛❤

    • sto tipo e incarica dal 2022, todibo Bard e thuram non li ha portati lui, thuram 2019 gratuito, todibo e Bard 2021, lui ha preso solo diop strapagandolo 22 pippi.. ergo manco lui senza soldi nn si inventa nulla ahahahhaha

    • Guarda che è italiano! Poi se se presentano con maldini che fai?

    • 7 de latta ma chi è italiano??? e nato in Francia, poi avrà origini italiane può essere, anch io ho origini francesi dal mio cognome ma nn lo sono però ehehehe

  13. Ma perché?
    Ma perché non puntare su un candidato italiano, capace, senza sorprese, uno che ha già una discreta esperienza e ti renda il lavoro più semplice e diretto.
    Questo sarebbe n’altro stagista che almeno per 2 anni deve fare esperienza… per capire se tra 2/3 anni potrà essere un buon DS.
    Bohhhh…..speriamo sia na cazzata.

  14. Tre commenti di tre falliti che pensano di essere esperti di calcio! Romanistoni giornalai e radiolari romani infami siete la rovina della Roma

  15. Se fosse questa scelta calerebbe il sipario sulla Presidenza Friedkin..
    evidentemente vorrebbe dire che ritengono noi tifosi romanisti siamo dei coloni, provinciali, zotici..
    Ci prendono l’icona De Rossi, cacciano il cattivone Moirinho e ci riprendono una versione aggiornata di Pinto 2.0.
    Ci starebbero prendendo per il cu….o

    • Asterix, tralasciando se sia buono o meno questo tizio, che non conosco, il buon Mou a trigoria non c’è mica capitato per caso. Sempre loro l’hanno ingaggiato. Mo non è per dire che c’hanno sempre ragione, perché a toppare toppano eccome, ma non è che mo Mou può essere usato come clava per qualunque discorso.

  16. Finora c’hanno sempre preso mi pare, perché non dargli ancora fiducia?
    E poi a me piaceva tanto come giocava la Roma di Sarri…

  17. Ma un tentativo per Sartori no ? Scusate ma io stravedo per lui poi , perché ancora un D.S. straniero che non conosce il nostro mercato ? L ‘ esperienze Monchi e Pinto ci dovrebbero aver insegnato qualcosa.

  18. Se fosse confermato questo nome, avrei la conferma di quanto vado sostenendo da qualche anno: il progetto dei Friedkin mira ad un profilo basso. La Champions non è un obiettivo primario, la squadra è stata costruita e lo sarà ancora per navigare nelle squadre di seconda fascia. Quindi trofei o finali di livello inferiore, graditi al grosso del tifo, ma non un club per confrontarsi contro i grandi del calcio. Niente bonsai per vincere contro Barcellona, Chelsea o Liverpool.
    Attendiamo l’ufficialità e poi valuteremo.

  19. Giovanni Sartori o Tony D’Amico questi sono due forti, il primo al Bologna e l’altro all’Atalanta
    E’ difficile però i soldi possono tutto

  20. Io mi prenderei Voller e Burdisso insieme e stiamo a posto, senza fare altre scommesse o prendere maghi alla Monchi o Petrachi e via discorrendo

  21. I primi ad andar via dovrebbero essere quei investitori che credono di comprare club per vincere scudetti e champions non conoscendo un’acca di calcio. In 4 anni sono riusciti a creare una squadra che può arrivare si e no al 6-8 posto. Inoltre Pietralata era a mio avviso una delle scelte peggiori dopo Tor di Valle: “A buon investitore poche parole”. Inoltre grazie a Fiorentina e Napoli che non hanno fatto un buon campionato sennò ci trovavamo al decimo posto: anzi grazie a Svilar perché anche con DDR senza Svilar le avremmo perse quasi tutte……La Roma, se l’Atalanta non dovesse vincere l’Europa League (forza Atalanta per l’E.L.), non andrà in Champions. Non è gufare ma essere realisti. La colpa è più di Mou ma ultimamente si fa poco per provare a portare 3 punti quando altre squadre pareggiano. I cambi sono spesso sbagliati e adesso non è più possibile sbagliare. Dobbiamo vincere tutte quante le ultime partite, soprattutto contro l’Atalanta. Bisogna comprare 4 campioni anche non rientrando nelle competizioni europee. Sennò meglio che vendano la Roma a gente più facoltosa e capace.

  22. I tifosi di qualunque cetp sociale e culturale fanno generalmente le stesse conclusioni. E’chiaro che chiunque gestica la AS Roma 1927, abbia interessi economici che vanno aldila’ dello sport e che riguarduano una capitale ( a livello di numeri ed introiti) europea. Da questo punto di vista, ogni scelta sportiva e’data per illudere ed ogni scelta economica e’data per sacrificare. Io quindi non vorrei uno stadio in qualunque posto della citta’in cui potrebbe sorgere un parco per i cittadini e il loro benessere. Se proprio amano la Roma comprino l’Olimpico . Risolvono i debiti del comune e non aumentano la cementificazione sopra la citta’ piu’bella ( un tempo) del mondo. ( ps: ancora stiamo a cristante per naingolan per dire…)

    • Difficile leggere tante stupidaggini in un solo post, utilizzando poi il nick del grande imperatore filosofo.
      Lui per esempio saprebbe che l’Olimpico è di proprietà del Coni e non del Comune di Roma e che quindi un suo “acquisto” (equiparabile a quello della Fontana di Trevi della famosa gag) non risolverebbe un emerito nulla.
      Oltretutto sai che il debito del Comune di Roma ammonta a svariati miliardi di euro tanto che…vabbè, lunga storia, servirebbe troppo tempo.
      Quanto glielo vorresti far pagare questo Olimpico a sti poveri Friedkin?
      E pensare che un privato americano debba risolvere i problemi del pubblico, dai, ma veramente siamo ridotti così? Povero Marco Aurelio…

    • Ah, e in quanto al “parco per i cittadini e il loro benessere”…puoi aspettarti bene che vada una discarica e un accampamento di fortuna di disagiati a vario titolo, esattamente come sono Tor di Valle e Pietralata.

    • In un messaggio sintetico si capisce quello che si vuole capire. Di certo, non risolvono i problemi del comune. Il proprietario e’il ministero dell’economia e delle finanze e il coni e’ il gestore. La retorica per cui le aree sono abbandonate e quindi meglio dalle ai privati non mi convince. Chi lo dice che fra tantissimi anni o pochi non potrebbero ( uso nuovamente il condizionale) essere adibite a parchi per il benessere dei cittadini romani e non solo? Dare aree pubbliche a privati e cementificare non e’in accordo con il concetto di sviluppo sociale e ambientale verso cui le capitali devono guardare per il futuro. Essendoci gia’due stadi a Roma non vedo motivo per costruirne ancora altri.

  23. Senza popemica, ma mi spiegate a cosa è dovuta tutta questa smania per cui il DS debba essere necessariamente italiano? Soprattutto in un calcio dove di giocatori italiani ce ne stanno due in croce. Manco gli allenatori mi risulta che siano avvantaggiati da sta italianità: guardate quanto ha vinto da noi Mourinho in più occasioni, e la prima volta venendo dal campionato portoghese. Gli scout pure, saranno 30 e passa anni che sono di tutte le nazionalità. Insomma, son contento se ci sono italiani bravi che ci fanno sentire orgogliosi, ma non mi risulta sia un valore aggiunto.

    • dopo la meravigliosa esperienza pinto ti commento da solo, secondo te Inter Milan e Juve farebbero una scelta del genere? ma manco l’ atalanta arriverebbe a tanto, dajie continuate a difendere ste gestioni americane fallimentari da prese per i fondelli

    • Al giorno d’oggi la nazionalità non conta affatto ed ora che lavoro per un club tedesco, che io sia tedesco come loro, non conta affatto e non c’era raccomandazione che teneva se non mostravo di essere capace e di superare i colloqui e test, di essere al passo con i tempi e le piattaforme informatiche che oramai sono uno standard comune per chi vuole fare osservazione al giorno d’oggi per un club che milita in una prima fascia europea. Ho buona dimestichezza con l’inglese, requisito ritenuto fondamentale, altrimenti se il mio inglese non fosse stato buono, vi dico non sarei stato preso di sicuro da parte loro.
      İl problema nel calcio italiano, dove all’inizio auspicavo di incominciare qui da noi, è che vigono troppo le raccomandazioni, non importa se sei bravo o se potresti essere il migliore osservatore del paese, devi essere un uomo di qualcuno o che si lega a qualcuno di spicco. Nei club qui non puoi fare vero scouting (al limite puoi collaborare con qualche agente), il calciomercato soprattutto tra dirigenti italiani è un costante scambio di favori tra di loro e di prendere calciatori appartenenti al loro giro di fiducia. Se vuoi operare come l’Atalanta, come ha fatto Percassi che si è preso Congerton che fa tutto lui, ed in verità D’Amico te lo lascerebbero andare via senza problemi, tanto il re del mercato internazionale in Italia in due anni, e che ha portato una pianificazione su standard elevati oltre che cessioni record e fondazione della squadra U23, è stato tutto frutto del lavoro del dirigente gallese. A noi serve un dirigente capace e basta che stia a passo con i tempi e che sappia pianificare ma soprattutto, realizzare un progetto tecnico valido come fatto da Congerton.

    • D’accordissimo. Abbiamo bisogno di qualcuno che sappia riconoscere un talento alla Balotelli (con qualche neurone in più magari..).
      Non qualcuno che si trova tra le mani un Halland e lo fa andare via.

    • perché le cattive esperienze nostre dimostrano il contrario. inoltre, perché le buone esperienze delle altre società, a parte Tare, dimostrano il contrario.

  24. Se fosse così, lasciatemi dire che non se ne può più. Negli ultimi dieci anni juve, inter, milan e perfino napoli hanno vinto lo scudetto. A quello si deve puntare, senza scuse, e così non ci arriveremo mai. Ci vuole gente che conosca il calcio italiano e che si sappia muovere (anche in lega).

  25. Qui può venire pure il Ds più bravo del mondo ma senza soldi non se canta messa. Se arriva uno straniero è perché gli italiani ci hanno tutti rifiutato il che la direbbe lunga in che mano siamo

    • In che mani siamo, purtroppo, lo dicono i fatti.
      I Friedkin hanno preso l’AS Roma fuori dalla CL e non ce l’hanno riportata.
      Non sono state mai sanate le carenze più evidenti della squadra, centrocampo e fasce, tant’è che ci ritroviamo a giocare una semifinale europea con ancora Karsdorp titolare, coi risultati che sappiamo…..
      Pochi soldi sul mercato e un DS non DS che, oggettivamente, ha fallito nella costruzione della squadra.
      Adesso si parla di questo tizio, speriamo non sia vero.
      E’ ovvio che un buon DS italiano, sapendo di avere pochissimi soldi a disposizione, preferisca operare in tranquillità in piazze come Bologna, ad esempio.
      Soddisfare le aspettative di una grande piazza senza budget è alquanto più complicato e rischioso, e allora ecco l’apprendista di turno da mandare allo sbaraglio.
      Purtroppo il problema dell’AS Roma è quest’altra proprietà inadeguata. Non se ne esce.

    • già mi immagino i colloqui ds:”quanti soldi mi date per fare mercato?” friedkin: “zero” ds: “e come li prendo i giocatori?” friedkin: ” vendi, parametri zero, prestiti” ds: “ok grazie arrivederci” caro Ilario hai descritto come meglio non potevi la situazione

  26. State diventando peggio dei sbiaditi in lamentele. A me piacciono i D.S. che lavorano molto con lo scouting. Poi che serva anche un D.G. e un ex calciatore che faccia da filtro tra squadra, calciatori e società ok. Ma per favore un D.S. e giovane per me è veramente una cosa intelligente.

  27. so finiti i nomi ,bastaaaaaaaaa !!!
    li avete elencati tutti ,compresi quelli dei campetti parrocchiali .
    alla fine avrete il coraggio di dire:” noi lo avevamo anticipato da tempo che sarebbe stato lui il nuovo D.S. della Roma”!!!!!
    senza parole!!
    FORZA ROMA SEMPRE!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome