Dodò: “Mi trovo molto meglio dell’anno scorso, sono cambiate tante cose”

0
622

dodo1

AS ROMA NEWS (ROMA CHANNEL) –  Questa volta a finire davanti ai microfoni di Roma Channel è Dodò: il terzino giallorosso parla al canale tematico del suo momento e di quello della squadra. Queste le sue parole:

Sei migliorato nell’italiano

Sì, ora mi viene più facile. Non è difficile, mi esercito e mi viene semplice.

Stai bene, si vede in allenamento

Mi trovo molto meglio dell’anno scorso, ho più motivazione, sto bene.

Senti che questo può essere il tuo anno?

Sì, spero di sì. E’ stato un anno difficile, credo che questo possa essere soprattutto l’anno della squadra. Stiamo facendo meglio dell’anno scorso, spero di fare meglio anche io.

E’ un bel gruppo…

Stiamo bene insieme, abbiamo legato è più dello scorso anno, abbiamo passato tanto tempo in ritiro e io, parlando meglio l’italiano, riesco a comunicare meglio.

Chi ti è stato vicino nei momenti difficili?

Era il mio primo infortunio, lo scorso anno: una cosa nuova, mi ha fatto maturare, come uomo e come professionista. Mi è stata vicina la mia famiglia, ma anche i brasiliani della Roma, mi hanno aiutato molto anche i fisioterapisti e i preparatori della Roma. Non stai mai bene, non giochi, sta giù e invece loro mi tiravano su di morale.

La fiducia di Sabatini e della società?

E’ una cosa che è successa prima di venire a Roma: dopo due giorni dal mio infortunio, mi ha chiamato Sabatini e mi ha detto delle belle cose. Questo mi ha dato tanta fiducia, quello mi ha fatto scegliere la Roma: ero sicuro che qui sarei stato bene.

Cosa ti dice il mister quando entri in campo?

Mi dice di entrare concentrato, di fare bene. Ho cambiato atteggiamento, come tutta la squadra. Sono cambiate molte cose nella mia testa rispetto ad un anno fa.

Cosa è scattato?

Non so dirlo, ma sicuramente ho sofferto e ciò mi ha fatto pensare e maturare, ho visto delle cose che andavano bene in Brasile e qua no. Ho cambiato anche un po’ il modo di essere.

Sei un ragazzo molto umile, non è vero?

Sì, anche molto timido. In Brasile i calciatori sono idoli, ma i tifosi lì non sono fanatici come a Roma.

Dove ti senti poter migliorare?

Posso migliorare tanto in generale, ma devo giocare per migliorare. Mi manca giocare, fare più minuti, così potrò migliorare

Sui terzini brasiliani, si dice che non riusciate a difendere bene…

Maicon dimostra il contrario, lui è un grande campione e riesce a fare entrambe le fasi. Si può imparare a difendere.

Ieri vi allenavate insieme, cosa ti dice?

Mi aiuta nella mentalità, nell’atteggiamento. Sto cercando di prendere da lui qualità tecniche e mentali.

Sono arrivati dei giocatori di esperienza, come lui e Strootman. Che ne pensi?

Sì, e questi parlano molto. Lo scorso anno si èarlava poco, non avevamo chi ci tirava su in certi momenti. Quest’anno sì e questo fa la differenza

Ora siete primi

E’ la conferma del fatto che siamo una buona squadra. Ora ci giochiamo Roma-Napoli, tre punti da prendere e da guadagnare. Ma oltre a questo c’è anche fiducia in noi stessi, aldilà della partita.

Chi toglieresti a questo Napoli?

Due giocatori mi piacciono: Hamsik e Behrami. Il primo lo conoscevo dal brasile, l’altro no ma sta facendo la differenza nel centrocampo.

Sentite già la partita di venerdì?

Sembra il derby, la sentono i tifosi, mi fermano per strada e mi parlano di questa partita.

Come vivete la posizione in classifica?

Bene, tutti parlano della Roma e questo ci sprona, ci tiene alta la concentrazione. Speriamo di rimanere lì

L’obiettivo?

Il mister, quando finisce la partita, inizia a pensare a quella dopo. Pensiamo partita dopo partita, senza perderci in altre cose.

La Juve è favorita?

E’ la squadra che ha vinto negli ultimi anni, per me è favorita sul lungo periodo.

La maglia della Nazionale rappresenta tanto. Speri di indossare quella maglia?

E’ il sogno di tutti i brasiliani, spero di indossarla. Ma spero di fare bene prima a Roma, così avrò la possibilità.

Il Brasile è favorito per il Mondiale?

Sì, è uno dei favoriti.

Tutti allo stadio per Roma-Napoli? 

Sì, tutti allo stadio!

Articolo precedenteON AIR – CORSI: “Gervinho più forte di Higuain”, CALO’: “Col Napoli non firmerei mai per il pari”, FOCOLARI: “Benitez bloccherà i giallorossi”, MELLI: “La Roma vuole fare paura alle avversarie”, VALDISERRI: “Florenzi ha qualità uniche”
Articolo successivoGarcia riabbraccia i nazionali e punta il Napoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome