Dybala, altro problema muscolare: sovraccarico al flessore, domani gli accertamenti

45
1557

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Ennesimo problema muscolare per Paulo Dybala, sceso in campo da titolare nel match contro il Salisburgo ma rimasto negli spogliatoi all’intervallo.

Stando a quanto riferisce Sky Sport in questi minuti, la Joya ha accusato un sovraccarico al flessore sinistro, che gli ha impedito di tornare in campo.

L’argentino ha preferito non rischiare per evitare un guaio peggiore. Resta dunque da capire se Dybala si è fermato in tempo e se sarà a disposizione del mister per Roma-Verona.

Domani l’argentino effettuerà degli accertamenti per chiarire l’entità del problema muscolare.

Fonte: Sky Sport

Articolo precedenteMOURINHO: “Partita dominata, abbiamo sbagliato gol incredibili. Dybala? Mi ha detto che non era in condizione di giocare”
Articolo successivoZALEWSKI: “Risultato bugiardo. Siamo tutti convinti che la gara di ritorno sarà a senso unico”

45 Commenti

    • Falcao, Cerezo, Voeller, Cafu, Bruno Conti, Allison, Aldair, Dzeko, De Rossi, Strootman, Samuel, Marquinhos, Salah, Naingolan, Vierchowod, Peiro’…..

    • @Rodrigo. Ci sta bene Dybala in questa lista. Detto questo, stava parlando del dopo Totti, quasi tutti i giocatori da te citati hanno giocato prima di lui o al massimo con lui.

  1. Purtroppo lo staff tecnico della Roma non fa tesoro dell’esperienza anche recente. Già a Lecce Dybala correva male e faceva fatica. Stasera non era proprio il caso di schierarlo nel gelo austriaco.
    L’avevo predetto, come sempre. Adesso mi raccomando andiamo a giocare contro il Verona con Wijnaldum al posto suo.

  2. La Roma non ha una rosa solida e forte per giocare una doppia competizione..

    Non ha la rosa per vincere l’Europa League.. E con un solo impegno a settimana si potrebbe arrivare in Champions..

    Con due impegni no..

    I tuoi giocatori più forti (Smalling e Dybala).. Sono calciatori che rischiano, giocando spesso ed allenandosi poco..

    Conviene andare avanti in Europa ora?
    Se ci fosse la possibilità di vincere.. Direi sempre si.. Ma realisticamente secondo me.. Non abbiamo la minima possibilità..

    Perdere di nuovo Dybala sarebbe gravissimo..

    Forza Roma..

  3. Però che un giocatore professionista, strapagato, adesso non possa fare 45 min intensi anche correndo all’indietro è assurdo dai!
    Il giocatore era ed è fragile, soggetto ad infortuni e lo si è sempre saputo. Lo stesso dicasi per Pellegrini che ogni anno starebbe fermo 2 mesi per infortunio. Di Spinazzola neanche a parlarne…lo stesso Karsdorp ha ricadute frequenti. Quanti giocatori del genere possiamo permetterci, pagati milioni? Secondo me uno, Dybala!

    • Senza offesa eccolo il classico : Eh ma la juve. …inteso come loro dritti, furbi, seri, che lo hanno lasciato andare e noi dei cretini che lo abbiamo preso a DYBALA.
      Pero’ al suo posto hanno preso tre giocatori che SCOPPIANO di salute.
      POGBA. che ad oggi 17 febbraio non ha giocato manco un minuto
      Di Maria che e’più fraccico di DYBALA.
      E Milik che sta più in infermeria che in canpo.
      EH MA, mamma ma….loro sono furbi ….

  4. Ho appena finito di dirlo dall’altra parte, pure con la morte nel cuore: possiamo permetterci un triennale da 6,5/7 mln per uno che fatica a mettere in fila tre partite? A 29 anni sono più le probabilità di vederlo peggiorare purtroppo.
    Per il PSG non sarebbe un problema, ma da noi, se uno va a prendere uno stipendio così, deve essere uno che mi salta massimo cinque partite l’anno, un Dybala coi muscoli di Cristante.

  5. Dybala e Mourihno fanno cassa mediática ma la realta’ e’ che dopo l’ umiliazione con la Cremonese ne rischiamo un altra con il Salisburgo. Sinceramente, speriamo di no facciamo le corna, se succedesse Mou a giugno se ne va se lo vuole seguiré me ne faro’ una ragione.

    • Questo ritornello di “Mou a giugno se ne va” mi ricorda di un vecchio tormentone estivo di Fausto Tozzi:
      ” Ti amo, ti amo.
      Ti amo, ti amo.
      Ti amo, ti amo.
      Ti amo, ti amo
      Ti amo, ti amo.
      Ti amo, ti amo…………….”
      Avete capito l’antifona.

    • Mourinho ha ancora un anno e mezzo di contratto.

      Detto questo ci possono essere due scenari:

      CASO-1: andiamo in CL e Mou resta

      CASO-2: non andiamo in CL::SE Mou se ne andasse avrebbe fallito 3 VOLTE :
      1 – perchè non avrebbe centrato il primo obbiettivo stagionale
      2 – perchè se ne andrebbe via “FALLENDO” dalla città di cui avrebbe voluto diventare il RE
      3 – perchè interrompebbe un contratto per demerito

      Il caso 2 non reo sia contemplato nei pensieri di Mourinho e noi tifosi dobbiamo cominciare a imparare a essere più ottimisti e forti delle nostre certezze se poi le cose dovessero andare diversamente ce ne faremo una ragione

    • FAUSTO Tozzi mai sentito… chi era? forse il frontman dei Genesis Fausto Gabriel? oppure il frontman dei Queen Fausto Mercury?… uhmm… l’unico Tozzi che mi viene in mente (a parte il geologo “so tutto io”) è Umberto 😉

  6. Stasera Cristante migliore in campo e subito dopo Pellegrini, peccato che Abraham si sia mangiato almeno un gol, partita comunque equilibrata, 0-0 o 1-0 cambia poco, all’Olimpico dobbiamo comunque vincere.

    • Beh che cambia poco non e’vero, 0-0 al ritorno bastava 1-0 , ora ne devi fare due di gol.
      Io non ho pensieri positivi per la gara di ritorno. Secondo me siamo già fuori.
      Sarà la solita partita , pali , salvataggi sulla linea, parate del portiere. Le solite porcate arbitrali.Gol mangiati a porta vuota
      Questo mi aspetto. Altro che rimonta
      Speriamo di finire dignitosamente la stagione con la qualificazione Champions o almeno L’Europa League.

    • gaetano sei rimsto indietro con i tempi,i goal non valgono piu doppi in trasferta quindi con un goal si va in preggio con due si passa

  7. Lo dico con la morte nel cuore, la Joya è un grandissimo giocatore.
    In estate non lo ha cercato nessuno, la Roma ci è riacaduta in pieno..
    Dybala resta come Pastore ed altri giocatori

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome