Dybala, che messaggi alla Roma: “Mou è il re della squadra, io un pedone. Devo fare qualcosa per questa città. La 10 di Totti? Mai dire mai”

48
2996

AS ROMA NEWS – Paulo Dybala vuole esserci per il primo spareggio Champions contro il Milan in programma sabato prossimo. La caviglia fa ancora male, è gonfia, ma i primi esami hanno escluso fratture.

Per la Joya “solo” un trauma contusivo-distorsivo che lo mette a rischio per la partita contro i rossoneri. Oggi l’attaccante svolgerà nuovi controlli, ma Paulo spera: il recupero è possibile.

Intanto l’argentino ha rilasciato giorni fa un’intervista a DAZN mandata in onda solo in queste ore: “La Mask è nata proprio pensando ai gladiatori del Colosseo. Quando il club mi ha chiamato ho pensato che dovevo fare qualcosa per questa città.

La Roma come gli scacchi? Parto dal cavallo, l’unico pezzo che negli scacchi può “saltare” gli altri, e nella Roma è Spinazzola. L’alfiere è Matic per la sua visione di gioco, mentre le nostre torri sono Smalling e Abraham.

Mou è il re di questa squadra, con lui ho un feeling speciale, è difficile nel mondo del calcio trovare qualcuno che ti dica le cose in faccia in modo sincero. Quasi tutte le cose che ti dice poi in campo succedono. Mourinho è il nostro re. Ma la regina è tutta la squadra, non dite che sono io: piuttosto mi sento un pedone“. 

Chiusura sulla possibilità di tornare a indossare la maglia numero dieci: “E’ di Totti, poi mai dire mai”. 

Fonti: Corriere dello Sport / Il Romanista / Leggo

 

Articolo precedenteJuventus, in arrivo l’Eurostangata: la Uefa prepara l’esclusione dalle Coppe
Articolo successivo“ON AIR!” – CORSI: “Col Milan partita che può cambiare il nostro destino”, ROSSI: “Fossi in Mou giocherei col 4-2-3-1”, FERRETTI: “Più preoccupato dagli esterni che dai centrali”, CARINA: “Dybala non sta bene, al massimo andrà in panchina”

48 Commenti

    • Lo dico adesso, anche alla luce dell’ennesima sconfitta, immeritata, ma che ci da ancora alla fine di Aprile di evidenziare dove andare a mettere le mani:
      Smalling, Mancini, Matic, Cristante, Dybala, lo scheletro, devono restare.
      Spinazzola, Pellegrini,El Sharawi, Solbakken, Belotti possono rimanere nella rosa dei 18/21.
      Portiere, terzini dx e sx, centrale, regista, trequartista, centravanti, seconda punta.
      Per scalare posizioni.
      Con molte pippe siamo in ottima posizione in campionato e con la coppa ancora da giocare, ma il merito, quasi tutto, è dell’allenatore, forza a presidé, caccia li sordi!
      Forza Roma, sempre!

    • L’ umiltà di questo ragazzo, è la vera forza che lo fa un campione…JOYA INFINITA!💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • @Fred io non credo che il Presidente abbia il braccino corto. Purtroppo anche volendo, con sto caxxo de Far Play Finanziario siamo obbligati a fare mercato con i parametri zero o poco più.

    • A Giallorosso dentro:
      1)non dare retta a tutto quello che scrivono;
      2)Toyota sponsor et voilà l’argent;
      3)ed in ogni caso avremmo molti giocatori da trattare in uscita con discrete plusvalenze;

      Se così non fosse e si procede con altro mercato con chiusura in attivo, acquisto di svincolati già usurati, rosa appena sufficiente, non si recupera il gap con le migliori, Juve-Inter-Napoli-Milan.
      Non ci sono altre strade. La differenza la fa l’allenatore e i grandi campioni. L’allenatore c’è, i campioni un po’ usurati ma un paio ci sono, purtroppo non bastano!
      Forza Roma, sempre!

    • fred tu non c’hai capito na mazza… L’imposizione della uefa non è di portare soldi a bilancio con gli sponsor (servirebbero 250 milioni l’anno.
      L’UEFA ha detto che devi avere il saldo tra cessioni e acquisti in positivo e il monte ingaggi in diminuzione, te la appenti al collo la sponsorizzazione di Toyota!

    • A Manuel: potrei citarti decine di esempi, se m’interessasse fartene, ma tu hai capito tutto e poi di mazze te ne intendi!
      Staibbene così

    • Bravo si, non puoi argomentare e quindi offendi…. qua siamo tra tifosi a fare 2 chiacchiere e cercare di capire come chi sa fare questo lavoro ed è pagato per farlo porterà fuori la Roma da questo pantano… se poi vogliamo parlare di intesa di mazze, vado a scuola da tua sorella… tanti cari saluti

    • A Manuel c’hai na fissa per la mazza ?
      Avevo espresso un’opinione, rilevavo che ci sono squadre che hanno praticamente ignorato le raccomandazioni del FFP, Inter, Milan ma anche e soprattutto all’estero e che hanno chiuso il bilancio con perdite astronomiche, tornando alle milanesi, loro hanno chiuso il proprio bilancio poco sopra la parità mentre noi lo abbiamo fatto in attivo per decine di milioni…ma piuttosto che argomentare ti sei focalizzato sulla mazza, e ora tiri fuori mia sorella, che i bimbiminkia con la fissa per le mazze come te non li vede proprio.
      Dai stai comodo sul seggiolone e forza Roma, sempre!

    • parlando di calcio, una cosa è aggirare il FFP quando non sei in settlement agreement, un’altra è quando hai dei particolari dettami che tu stesso hai accettato, e ripeto, se non hai capito come funziona evita di dire baggianate.
      Sul resto, ho passato i 40 da un po’, non mi faccio trascinare oltre dai tuoi giochini, posso solo suggerirti di rileggerti e fatti un esamino di coscienza, di solito questo “stile” di interventi è più da laziale che da romanista. Buone cose!

    • @rudy… mou e’ Kasparov !! Però bella battuta .. e sai perché non è L arrocco? Una torre è rotta…L altra non funziona quest’anno!

      Sdrammatizzo…

    • Mou l’arrocco??? Con le torri fuori usi è piuttosto un acCrocco!!…Si fa per ridere :-)…Forza Mou e sempre sempre sempre Forza Roma!!!

    • bravo solide realtà io aggiungo come Cazzano il principe dell’umiltà…hai capito Cazzano? tu in confronto sei un unghia…non hai imparato dai campioni…per questo non lo sei mai stato …con l’umiltà di Dybala avresti potuto esserlo invece sei l’allacciascarpe dei campioni.

  1. che bello sentire queste parole, io sono abbastanza tranquillo per quanto riguarda la sua permanenza, però come sempre nel calcio può succedere di tutto.

  2. Caro Paulo, un pedone? sei un formidabile calciatore ed un grande uomo.
    Mio figlio ha dieci anni, gioca a calcio, ti adora, sei un’ottimo esempio Paulinho.
    La Mask, il Colosseo, la Storia, la tua Storia, tutto conduce a Roma, ti auguro che Roma possa offrirti il tributo che meriti.. perché per Roma, sei già un idolo, il tuo Colosseo è l’ Olimpico e tu sei un Gladiatore

    • moh vabbè gladiatore… questo gioca (bravo per carità) 30 minuti in media a partita…. ma di cosa stiamo a parlare?

    • rr, sono proprio quei 30 minuti a fare la differenza… ammesso che siano solo 30 come dici tu.

    • un campione con una superiorità naturale in tutto rispetto agli altri. Giocatore che ricorda campioni passati…ma al 70%. Non è poco, anzi.,

  3. Lo dico con rammarico perchè secondo me i numeri li ha ma, rispolverando un termine parecchio usato per un nostro ex calciatore, ad oggi abraham più che una torre è un lampione. Spero sempre che riesca ad uscire da questo tunnel perchè i suoi gol ci servono come il pane da qui in avanti. Daje Tammy

    • Barbos a ogni partita che verrà diciamo sempre la stessa cosa ma purtroppo nn succede mai.abraham è un bravo ragazzo lo stimo come persona ma da lui ormai nn mi aspetto nulla.belotti invece è quello che ci darà soddisfazione e garanzie.

  4. I peggiori raccontaballe stanno a Roma, basta girare per il Web si leggono tante di quelle cazzate per creare i problemi oppure i litigi veri e presunti piu’ presunti che veri…… ma da anni va sta storia, la Roma da fastidio alle consorelle associate….poi gli arbitraggi a senso unico mi viene da ridere quando Juve Inter e Lazio Milan e Napoli si lamentano dei “torti subiti” che dovremmo dire noi ? Anni di sopprusi su ci sarebbe da scrivere un libro di questo mondo del calcio cosi marcio dove chi e’ pulito viene colpito impunemente, visto il 4 uomo di Atalanta Roma attaccato alla panchina della Roma? Quasi tutta la partita….fatici caso sempre e’ cosi sembra che aspettano, subito Irrati rosso diretto senza giallo la federazione con le multe e quant’altro con la Roma si arrichisce a forza di multe invece gli altri tutti bravi…..tutti comportamenti inreprensibili vedi Lazio Torino no!!! Sarri e poi le parole dette contro l’arbitro senza sanzione disciplinare Complimenti al gioco del Wresting che si vede nei campi quando gioca la Roma…..

  5. salvate il soldato Dybala.
    Deve rientrare non prima di dieci giorni, è sull’orlo dell’infortunio definitivo. Col Milan di rimessa con staffetta Belotti Abraham . Si può ancora raddrizzare la situazione.
    Per giugno ci vuole un pezzo da novanta al posto di winaldum . Ed altri tre giocatori medio forti per fare un ulteriore step verso la competitività stabile tra le prime quattro.

    • Aouar al posto di wjinaldum, giocatore un po’ diverso, meno dinamico e con meno inserimento, ma più tecnica e visione di gioco.
      Per l’attacco ci serve ASSOLUTAMENTE un giocatore alla Leao…anche alla Gervinho

  6. grandissimo Paulo, amato da tutti e spero resti altri anni a Roma ma la 10 non te la darei al momento e i motivi sono tanti, detto ciò puoi fare il fenomeno anche senza la 10

    • la 10 non la daresti? Totti gliela darà eccome sai perché? perché Totti è intelligente!!!

  7. Spero che mourinho resti a vita a Roma e con lui anche dybala, bisogna fare mercato in estate (senza strafare) pke con mourinho si arriverà molto in alto. Bisogna ripartire da un portiere forte e giovane, vicario e il profilo giusto. Formazione che a me piacerebbe molto l’anno prossimo: 4-3-3
    Vicario- Holm- smalling- ndicka- Doig
    Kante- aouar- pellegrini
    Dybala- thuram- asensio
    Panchina:
    Rui Patricio- Celik- Mancini- schuurs- spinazzola- Matic- bove- cristante- el shaarawy- soolbaken- hojlund. Il resto sono tutti da vendere e gli incassi sono tanti e con tante plusvalenze, la maggior parte dei giocatori citati sono a zero. Uno scambio shomurodov- holm già risparmi i primi soldi per un giocatore.

    • Ho timore che manco Zeman giocherebbe con una formazione del genere. E neppure io a dire il vero.
      In quanto a Kanté, che sarebbe più o meno l’unico al quale demandare l’ingrato compito di fare legna, da ormai un paio di stagioni sta più fermo ai box che non in campo.
      E’ un motore che ha percorso 500000 Km in una vita da mediano…

    • Ora pero non diciamo le caxxate, kante rimane un campione, ha solo bisogno di nuovi stimoli perché rimane fortissimo. Riguardo al mercato penso che sono i migliori parametri zero questi, asensio-kante-aouar-ndicka e thuram. Anche pke questo è l’unico tipo di mercato che possiamo fare e bisogna vendere e fare plusvalenze per fare cassa.

  8. questo ragazzo è un raro esempio di tante virtù nel mondo del calcio. Oltre al talento immenso (manco a parlarne) è intelligente, sensibile, disponibile fino al sacrificio. La sua presenza in campo è dopante anche i compagni. Trasmette forza e serenità insieme. Ormai è un pezzo fondamentale in questa scacchiera. Grande Paulo!!!! e grandissima la nostra Squadra che soffre, combatte, vince e perde con impegno. Orgogliosi e onorati di essere Romanisti.

  9. Io solo a sentire Dybala alla Roma mi emoziono! Solo i rompi ..Joni, alcuni dei quali gravitano attorno a questo forum, possono criticare questa presidenza/dirigenza.
    Poi ci sono pure i senza vergogna che attaccano Mou, che sperano quasi che usciamo dalla zona CL e che usciamo dalla Coppa per dire:”visto? ve l’avevo detto…”
    A questi rosiconi farei rivedere in loop il goal di Dybala contro il Feyenoord!!!

  10. La maglia numero 10 resterà sempre di Francesco Totti.. Però bisogna anche andare avanti..

    Se fosse stata una maglia diversa avrei pensato che la società potesse toglierla.. Ma è la 10.. La maglia dei campioni.. Tutti i bambini sognano di indossare quella maglia..

    Oggi c’è Dybala.. E per tecnica è ruolo e l’unico che può indossare quella maglia.. La sua scelta di non indossarla quest’anno fa capire che non abbiamo a che fare con un ragazzino presuntuoso che si sente superiore.. Quindi rispetto massimo per la sua scelta..

    Ma quella maglia deve tornare anche a Roma.. Perché è un sogno.. E sono sicuro che lo vorrebbe anche il capitano..

    Forza Roma

  11. Ma siamo sicuri che lui voglia rinunciare alla 21? I giocatori si affezionano ai loro numeri, lui poi con l’Argentina ci ha vinto un mondiale con il 21 che ormai lo caratterizza. Dateje tregua co sta storia poi se succedera’ succedera’!

  12. piu’ vado avanti e piu me vien présente che alcuni infortuni dei nostri son procurati dagli avversari nel cercare I punti deboli e non il oallone in apparenza contrastibdibgioco in realta’ no
    sembrano procurati su palomino il rosso da come alcuni hanno notato

    • Rosso diretto! Gravissimo errore per un intervento da criminale, Dybala fortunato poteva andargli peggio

  13. Sicuramente belle parole. Anzi bellissime. Speriamo sia in forma per le partite “calde” che contano il doppio. Forza. Lo scivolone contro l’Atalanta – a cui peraltro abbiamo contribuito e non poco da soli – deve essere superato alla grande anche perché la lotta per un posto Champions cambia di settimana in settimana e nessuna partita è scontata. Vero grande cuore granata? 😉

  14. Mia impressione vista la situazione, il Mister mette nel mirino il ritorno della semifinale in trasferta e vedere chi riesce a recuperare con un buon coefficiente di energie e/o resta in piedi da arruolare nella madre di tutte le battaglie. In campionato spazio ai giovani nelle prossime partite e dosaggio oculato per quelli che servono nei momenti cruciali di coppa.
    Competizione che riusciamo a giocare con la bava alla bocca, come dice il Capitano a vita la Roma in coppa riesce ad essere un altra squadra.

  15. strano che non fa’ nessuna cirazione per il nuovo falcao …cristante e il nuovo cafu’ …celik!!
    parla di matic l’ alfiere, chissa’ come mai, chissa’!!!
    cristante e’ da panca assoluta, cosi’ come lo dovrebbe essere pellegrini, invece kumbulla, kardsopp, ibanez,abraham,celik, vanno venduti assolutamente, forza mou forza ROMA

  16. Dybala Grande Campione dentro il campo ed anche fuori.
    Parole bellissime e continuo a pensare che già da ragazzino, dopo il tifo per la sua squadra del cuore in Argentina, vista la passione che aveva già per l’Antica Roma, per i film con i gladiatori, Dybala tifasse, quantomeno simpatizzasse proprio per la Roma.
    Pur senza conoscere proprio la città, quando giocava nel Palermo disse una volta di essere innamorato di Roma, di volerci vivere, gli piaceva la Curva Sud dell’Olimpico e gli sarebbe piaciuto giocare nella Roma nel momento in cui era attenzionato da Sabatini che poi andò invece su Iturbe che costava 10 milioni in meno.
    Da diverso tempo la sua esultanza è quella della Mask che appunto rappresenta i gladiatori del Colosseo, anche negli anni alla rubbe la sua esultanza era questa che comunque è riconducibile sempre a Roma.
    Pur non avendolo mai detto in modo totalmente esplicito, magari per rispetto del “piatto dove mangiava” sembra però che l’abbia fatto capire, a mia impressione personale, penso che Dybala sia Romanista fin da bambino, almeno fin da quando aveva iniziato ad appassionarsi dei gladiatori del Colosseo.

  17. Che palle sempre sta retorica sul Gladiatore, sul Colosseo, sulla maglia numero 10, sul calore dei tifosi, sul Ponentino, su come si vive bene a Roma, si mangia bene, sulle coccole dell’ambiente, sull’empatia, sulla famiglia, su Diletta quanto è gnocca, ecc.ecc.!!! Basta!!! Mi sono rotto i coglxxxxoni che il nostro tifo genuino e passionale venga ridotto a caricatura da cartolina di “vacanze Romane”! Io guardo la realtà dei fatti: non bisogna confondere le nostre Bandiere che ci invidiano in tutto il mondo: Giacomino (Losi), Agostino, Bruno, Beppe (Giannini), Daniele, Francesco, nati o cresciuti nella Roma con un senso di appartenenza che gli ha fatto rinunciare Top Club (es. vedere Francesco come è stato accolto dai Big del Real Madrid a cui ha fatto visita i giorni scorsi accolto come un Top Player!). Tutto il resto guardo la realtà: allenatori e giocatori che sono dei professionisti che guardano nella sostanza ai loro interessi personali (come è giusto che sia). Guardate Messi: sembrava una bandiera del Barca e dopo tutti i soldi e la gloria che aveva ricevuto mi sarei aspettato che in un momento di grande difficoltà economica del club sarebbe venuto incontro alle esigenze del Club che lo aveva accolto e cresciuto come un figlio e invece…col caz@@o! Ha salutato tutti e ha scelto i soldi degli sceicchi del PSG! E se lo ha fatto Messi perchè non lo dovrebbe fare Dybala (scegliere un Top Club che lo ricopre di soldi), un giocatore che è solo 1 anno che gioca nella Roma. E lo stesso discorso si può fare per Mourinho, se arriva una telefonata da Parigi di Campos voglio vedere quanto conteranno i bei discorsi sull’empatia, la famiglia…A regà, questi sono professionisti quindi è giusto applaudirli e osannarli se giocano e lavorano bene ma attenzione ad affezionarsi troppo, chiedete a Materazzi mentre piangeva a dirotto mentre abbracciava Mou appena vinta la Champions con la berlina scura del Real Madrid da cui era appena sceso lo aspettava impaziente per portarlo dai Blancos…

  18. Mi piace tanto questo ragazzo, un altro al suo posto si sarebbe montato la testa dopo due mesi, lui invece resta sempre coi piedi per terra, è di una semplicità disarmante
    questa similitudine che fa con gli scacchi è molto interessante, denota già un QI superiore alla media dei calciatori (non che ci voglia molto, però insomma…)
    Da Professionista qual è, sentiva il dovere di fare qualcosa per Roma. Beh a un mese dalla fine della stagione si può ben dire che abbia fatto molto più del suo dovere, ha dato un apporto fondamentale nei limiti di quello che ha potuto, perché che non avrebbe potuto giocare 60 partite lo sapevamo già a luglio
    E’ uno di quelli che se dovesse andare via non mi sentirei di condannare, perchè ha dato e sta dando tutto e Roma non lo dimenticherà mai. E come ha già detto qualcuno, bisogna cercare di non affezionarsi troppo anche se ci rubano il cuore come lui

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome