Dybala Day tra luci e fuochi d’artificio: Roma si prepara ad abbracciare la sua Joya

66
2432

AS ROMA NEWS – Quello di oggi sarà il giorno di Paulo Dybala alla Roma. Il club giallorosso presenterà il calciatore alla stampa alle 14:30 nella consueta conferenza dove l’attaccante argentino risponderà alle domande dei cronisti.

Ma stavolta la cosa non si fermerà qui. Il club dei Friedkin ha voluto fare le cose in grande per presentare il primo grande campione arrivato a Trigoria sotto la loro gestione. E così questa sera, alle ore 21, è stato organizzato un evento che si preannuncia elettrizzante al Palazzo della Civiltà italiana, altrimenti noto come Colosseo Quadrato.

L’evento sarebbe dovuto rimanere top secret fino alle 20.20 di ieri sera, quando la Roma lo ha ufficializzato,  ma Luceverde ha “spoilerato” tutto già nel pomeriggio creando qualche imbarazzo dentro Trigoria.

Per Dybala è previsto un bagno di folla fuori dal comune. La città è infatti già pronta a fermarsi per accogliere con il suo proverbiale affetto il loro nuovo beniamino, che dovrebbe concedersi ai tifosi per un saluto. Ai lati del Palazzo della Civiltà del lavoro saranno montati due maxi-schermi.

L’evento resta top-secret, ma sono previsti giochi di luci, fuochi d’artificio ed effetti speciali per accompagnare la presentazione.

Fonti: Il Tempo / Il Messaggero / Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteCalciomercato Roma, Di Marzio: “Contatti per Bailly, lo United valuta la cessione in prestito”
Articolo successivoUn parcheggio da 4mila posti sotto lo stadio della Roma

66 Commenti

    • si ma sto fotomontaggio con la maglia 10 ?? ha scelto la 21, è già in vendita, anzi, è già sold-out… sveja!

    • Alla fine credo che la 10 sarà la sua maglia, per rispetto all’ ultimo proprietario non l’ ha presa, altrimenti è sua… Ma saremo noi nel dargliela! 👍💛🧡❤️🐺🐺🐺🏆

    • Sogni, per rispetto all ultimo proprietario, la maglia n. 10 della A.S. Roma non dovrebbe più essere indossata… anzi, a parer mio, sarebbe dovuta essere RITIRATA la sera del 28/5/2017…

  1. Secondo me trovo tutto molto esagerato,cosi si frastornano i giocatori e si mette sulle loro spalle un fardello di responsabilità notevole, adesso Dybala che alla Juventus era considerato uno dei tanti e che si poteva permettere di steccare qualche partita,qui dovrà dare il fritto per non far storcere il muso ai super critici…succedeva anche a Totti di giocare delle partite sottotono e venire criticato,e stiamo parlando di un giocatore cresciuto nella Roma,figuriamoci cosa succederebbe per Dybala che proviene dalla squadra più odiata dopo la Lazio dai tifosi giallorossi…In realtà la sua presentazione avrebbe dovuto essere con meno clamori,e più semplice,una conferenza stampa e via… La solita Americanata!

    • Penso che questa cosa è stata in accordo con Dybala e i suoi sponsor sicuramente nessuno è dispiaciuto

    • 1 se è (è lo è) un campione non avrà problemi a sentirsi la responsabilità addosso.
      2 Ao godite sto momento che non capita tutti i giorni! DAJE!

    • uno a cui avevano offerto 10 l’anno, e che in assenza di Chiellini portava spesso la fascia, era uno trattato come tanti?

    • Poveri cocchi… ma de che???? sono adulti e strapagati, la responsabilità fa parte dell’essere adulto e milionario. Se non reggono lo stress sono immaturi e sopravvalutati. Non si può restare bambini a vita. Palla lunga e pedalare

    • Magari aspettiamo prima di emettere sentenze, no? Anche per Mourinho ricordo che si parlava di cerimonia di presentazione sfarzosa, e poi invece il tutto si è rivelato molto sobrio.
      Magari qui ci sarà qualche sorpresina in più, trattandosi del primo “gambione” secondo i rigidi criteri di Zi Bah ad approdare alla Roma sotto questa gestione.
      Finora però i Friedkin mi sono sembrati persone attente all’immagine ma senza mai eccedere.
      Per cui attendiamo di vedere serenamente cosa accadrà, senza prendere per oro colato le previsioni di coloro che finora hanno avuto la medesima attendibilità del compianto 7 di Toppe…

    • Posso dirti che credo di aver letto parecchie inesattezze?…

      Dybala alla Juventus non era uno dei tanti.. Ma anzi era considerato tra i più importanti.. Dalla tifoseria ed anche da alcuni allenatori passati da quelle parti.. Non per niente gli era stato dato il 10.. Ed il 10 non viene dato ad uno dei tanti..

      Potrei continuare con la fascia da capitano.. Ed ancora con le lacrime dei tifosi..

      Punto due.. E anche un colpo mediatico.. Una presentazione importante viene fatta da tutti i club Seri..

      Punto tre.. Si è detto tante volte che bisogna far sentire il giocatore importante.. Metterlo al centro.. Anche questo è un modo per farlo sentire importante..

      Punto quattro.. E un essere umano.. Avrà delle giornate no anche lui.. Quando accadrà.. Personalmente non dirò.. ” Ma guarda come sta giocando male.. Colpa della presentazione”… No.. Dirò semplicemente che è una giornata no..

      Chi attaccava Totti.. Probabilmente aspettava solamente una giornata no per trovare il modo di attaccarlo..

      Ci sono state presentazioni importanti da tanti altri club.. Non gestiti da americani.. Il calcio è anche uno show ormai…

      Onestamente, trovare dei lati negativi su una presentazione di un grande giocatore.. Perché tecnicamente parliamo di uno dei più forti dell’intera serie A.. Mi sembra veramente assurdo..

      Questi americani.. Che fanno queste cose.. Nel loro silenzio ti hanno portato un top manager, un attaccante top (Abraham).. Una coppa Europea.. Stanno presentando i piani per lo stadio, ti hanno fatto uscire dalla borsa.. Ti hanno preso un altro top in attacco.. E stanno lavorando sul centrocampista.. Sempre top..

      Tutto in silenzio..

      Poi c’è Lotito che parla tutti i giorni e l’unica cosa che ha fatto è stata portare.. Casale e Romagnoli..

      E ti lamenti delle “americanate”.. Per una presentazione che è più che normale..

      È va bene beh..

      Forza Roma..

    • Ma certo, certo, un ragazzo che solo un paio di anni fa veniva eletto come miglior giocatore della serie A, alla juve era uno dei tanti, ma poi tanti chi?
      Una volta partito ronaldo era il giocatore con maggior prestigio internazionale, mamma mia le caxxate che tocca legge

    • La penso come te, è un americanata, però siccome i proprietari sono americani e di sicuro gli americani sono i numeri 1 nel vendere, sponsorizzare e commercializzare qualcosa.
      Una città come New York (la struttura più antica datata circa 1650) ha più visitatori di Roma che può vantare una storia millenaria, facciamoci una domanda.
      Ben vengano le “americanate” se portano soldi e appeal alla squadra.

    • Non é mai stato considerato uno dei tanti, ARGO, neanche alla JUVENTUS.
      Basta rivedere la storia dell’argentino, che dopo il primo impatto, é stato presto visto come uno dei più grandi che siano andati a vestire bianconero.
      Per quanto tu non abbia torto nel sottolineare un certo gusto prettamente americano in certe iniziative, penso che la differenza pruncipale non sia tra ROMA e gli USA, quanto tra la stessa ROMA e TORINO.

    • Nel 2000 Batistuta venne presentato allo stadio Olimpico, probabilmente quella di questa sera sarà una presentazione meno “sobria”, ma sono anche cambiati i tempi

    • Ciao formellese

      Oggi Paulo capirà che non c’è cosa al mondo più bella della as Roma

      Forza grande Roma ale’

    • Dybala sulla Juventus non era affatto “uno dei tanti”: ma perché scrivi ‘ste cose, Argo?

    • Potevano farla a Positano, lo avrei ospitato volentieri. Ho una vista bellissima dal mio terrazzo. Se vuole si può fermare il 14 dopo aver fatto un paio di gol all’Arechi, gli do un passaggio con il mio Beverly e gli faccio vedere i fuochi per ferragosto.

    • compà Zenò🙀 na volta dicevi che abitavi a Tor di Ballotta dove doveva nascere il diamante a bomboniera della asRoma,e si presume che ti è rimasta la prima pietra tutt’ora sotto l’ascella sinistra eheheh

    • A posita’

      Ce vengo io da te….. resto pure na settimana….

      Ti abbraccio forte
      Me raccomando la colazione la mattina alle 10….

      Forza grande Roma ale’

    • No Zenò, non puoi essere dell’EUR, secondo me tu stai dall’altra parte dei binari della linea B e della Roma-Ostia e vai in giro per la Magliana dicendo “io stavo cor libbanese” (cor Freddo e cor Dandy)

    • Posita ‘
      Allora faccio tripletta… quindi pure di ragazze dopo la colazione

      Forza grande Roma ale’

  2. Caro Paulo stasera ti renderai conto dal vivo di cosa sono Roma e l’A.S. Roma:
    Non ti spaventare, quello che vedrai e vivrai qui è tutto normale. Qui.
    Stai entrando in una nuova dimensione del Tifo, dell’Amore e della Passione per una squadra che è molto di più di una semplice squadra di calcio.
    È un’altra cosa, non si può descrivere con le parole. Devi viverla.
    Preparati, ti tremeranno i polsi.
    FORZA ROMA!

    • Giustissimo Rob e in più te ce metto che oggi er nostro (secondo) grandissimo Paulo, realizzerà de persona cosa vuol dire ESSE AMATI DAR POPOLO ROMANISTA!!! Un caro saluto e DAJE ROMA DAJEEEEE 💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️

  3. 😂🤣😂🤣😂🏆🏆🤣🤣🤣😂🤣😂🤣🏆🤣😂🤣😂🤣😂🏆🏆🤣🤣🤣😂🤣😂🏆🏆🏆🤣🤣

  4. Ottimo orario alle 14:30 quando il sole è a picco e ci sono 50 gradi all ombra !!!!!
    Ma per la Roma si fa questo ed altro!!!!
    Forza Roma sempre!!!

    • Danilo… Guarda che alle 14 30 c’è la conferenza stampa di dybala a trigoria….
      Quella invece alle 20 30 è la presentazione di dybala al popolo romanista… Nella sede di fendi che è l’azienda italiana che veste la ROMA 💛❤️…

    • Danilo 14.30 in conferenza a Trigoria per i giornalisti ,,,all’Eur è alla sera ore 21 💛❤️

  5. Ma io mi domando perché a livello organizzativo dobbiamo sempre imitare gli sbiaditi quando presentiamo un giocatore? E poi figurati… Dybala…e chi è costui di fronte ai roboanti fuoriclasse caciottari acquistati dalla squadra della regione? Mah…i Friedkin non li capisco proprio … Ahahahahh ahahahahh
    FORZA ROMAAAA SEMPRISSIMAMENTE SEMPRE!!!!

  6. Se si potesse tornare indietro nel tempo, immaginate che il Presidente Sensi vicino a Totti avesse messo Dybala e non Cassano. 50 goal a campionato garantiti.

  7. Sento gente dire che forse si esagera un po’ con questa presentazione, io vi rispondo che forse voi ancora non vi rendete conto di chi sono riusciti ha prendere la nostra società ve ne renderete conto quando lo vedrete in campo, poi ne riparliamo. Forza Roma

    • E ridaje…io francamente di “americanate a go go” da quando sono arrivati questi benedetti (nel vero senso della parola) texani di origine californiana ancora devo vederne una.
      Belli, eleganti e discreti, pure in maniera esagerata forse.
      Tanto per dire, mi sembrava molto più “coreografico” Franco Sensi nelle sue manifestazioni.
      Ma a noi piace tanto andare per luoghi comuni, manca solo “America’ facce Tarzan”…

    • Dai, coraggio, che forse una cosa positiva sulla squadra che dici di tifare, prima o poi la scriverai

      Ti sono vicino (in realtà per niente proprio)

    • Tranquillo Eusè , de sta cosa ce soffrono solo le QUAJE.
      Orgoglioso del calore del nostro popolo … sempreee UNICO 🔥🐺💛💖

    • @Eusebio77
      Come dice UB40 io tutte queste americanate dei Friedkin non le ho viste.
      Mi sembrano avere invece uno stile sobrio e la capacità di centrare gli obiettivi che si prefiggono, una concretezza che qui a Roma poche volte s’è intravista.
      Perciò se per “americanate” vuoi intendere le presentazioni dei Campioni che questi ci portano allora magari un altro paio di americanate prima che finisca il mercato….

    • Cit. Ub40 (al secolo valé) “…manca solo america’, facce tarzan…” embè…😂🤣😂🤣😂🤣😂🤣😂🤣😂🤣

    • Ma presentare un top player o comunque un giocatore su cui si punta forte, ai propri tifosi, prima dell’inizio della stagione, è diventata una “americanata”? E perché? Lo fanno tutti i club del mondo, pure quelli di proprietà saudita, russa, cinese, ecc. Berlusconi (non la Mummia di oggi, parlo dell’altro secolo, quando era ancora… vivo) quando comprò Gullit e Van Basten fece una pacchianata assurda a Milano, e suonò la grancassa di brutto, con tanto di televisioni (sue) al seguito. A Salerno hanno fatto festa per un giorno intero quando arrivò Ribery. In Cina fino a un paio d’anni fa si mettevano in ghingheri e si vestivano a festa pure quando presentavano nei mega-stadi… Elsha o Pelle’! Tutto il mondo è paese, nel calcio, davvero. Però ogni volta che a Roma, o Napoli, insomma sotto Firenze, tiriamo un petardo o mettiamo un festone arriva il rompico…ni di turno che ci fa la morale! “Eh ma festeggiare così per la Conference”, “Eh ma presentare così Dybala”. Eh ma che lagna! Festeggiamo un grande acquisto e un grande calciatore. Con la squadra e con la proprietà. Americana. E allora? Where is the problem?

    • beh, non è che per la vittoria della Conference siamo stati morigerati…è il modo di festeggiare di noi romani e romanisti…se non piace, si può sempre festeggiare in maniera misurata con i calabresi, a Piazza Castello a Torino, al prossimo evento bianconero…

  8. @ eusebio

    Ps: a proposito, tu che l’hai già vista, dato che ti permetti di giudicarla “un’americanata”, ce la racconteresti? Com’è andata? C’era tanta gente?

  9. Quando diedero la maglia numero 10 a Dybala, la Juventus fece video e presentazioni media di livello alto, con presentazione di quello che reputavano essere una stella indiscussa a livello internazionale.
    Quello che fanno i Friedkin mi pare invece essere una genialata, stanno sfruttando al massimo l’opportunità di aumentare il valore mediatico del club ma anche di Dybala. Fare intravvedere anche ad altri potenziali acquisti, come la Roma sia un top club anche a livello di immagine. Queste presentazioni quando prendi un top player, le fai eccome. Servono anche per attirare sponsor e fare vedere quanto valga la tua esposizione mediatica, ed è qui che gli sponsor ma anche varie partnership scelgono su chi puntare. Non è oggi giorno più solo una questione sportiva, ma anche a livello di immagine, e secondo me questa l’ha escogitata Norys.
    L’unica cosa importante per rendere tutto più sensazionale sotto tutti i punti di vista, partecipare in massa a questo evento, per fare vedere anche quanto grande sia il tifo, il calore del romano, e farlo vedere anche ad altri top players, che se vengono qui, questo è come Roma ti accoglie, questo è perché fare parte della Roma sia diverso da altri clubs.

    • Ciao @Saverio. Hai scritto esattamente quello che volevo scrivere io stesso, non aggiungo altro. Concorde su tutta la linea.
      Ciao e FORZA ROMA.

  10. Il fatto che Dybala venga presentato in pompa magna e sicuramente dalla nostra parte una cosa esaltante,ma dalla parte di Dybala potrebbe essere psicologicamente una situazione che in qualche maniera lo obblighi a fornire sempre prestazioni al top, in fin dei conti e’ sempre un ragazzo e potrebbe risentirne…..Mi ricorda in tono minore l’arrivo di Schick che affacciato a un balcone su via del corso dispensava saluti e baci alla folla sottostante,poi sappiamo tutti come e’ andata a finire….comunque il mio era solo un pensiero,anche se qui ogni opinione e’ ormai vista come un’offesa personale dai soliti frustrati che hanno ben poco di giallorosso,e ben poco da spartire con la città di Roma….

    • Ma che cappero dici, Argo? Ma fai sul serio? Spero di no, per te più che altro. Dybala sa benissimo perché è stato preso dalla Roma e voluto da Mourinho, e cosa ci si aspetta da lui a Roma lo sa altrettanto bene. Per questo ha accettato Roma e la Roma! Essere al centro dell’attenzione, amati, incitati, vezzeggiati, per calciatori come Dybala è l’abc. Dybala è una “azienda” a se’ stante solo su Instagram e credo che la stessa Roma, lui, molte aziende sportive (e non solo) vogliano vendere perlomeno tante magliette della Roma con dietro scritto “Dybala”. E non solo dentro il GRA, si spera, e tu vorresti tenerlo… nascosto? Ma per cortesia! Dybala è stato preso anche per questo, coerentemente con la crescita del club che i Friedkin vogliono, a Torino con la Juventus era lo stesso e se fosse andato all’Inter idem. Paragonare poi Dybala a Schik… francamente, mi fa solo sorridere. Schik era un giovane promettente che aveva fatto mezza stagione buona alla Sampdoria, era stato poi scartato dalla Juventus e infine preso da noi per una cifra eccessiva (e al posto di un vero top player, Mahrez, che quel demente di Monchi non riuscì a chiudere dopo due mesi di trattativa e per un paio di milioni di differenza, salvo poi spendere più di 40 milioni per… Schik!). Paulo Dybala è, da anni, un top player, un “brand” ed è molto abituato alla “pressione” di piazze e palcoscenici importanti. Non finirà davvero dallo psicologo per così poco! Anzi, si gasera’ ancora di più! E noi con lui! Stai sereno, Argo, dormi bene e sempre forza Roma!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome