DYBALA: “Dobbiamo correggere gli errori. Con Mou parlo tanto. Allegri? In alcune cose non andavamo d’accordo”

6
649

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Paulo Dybala ha parlato a Sky Sport della sconfitta della Roma contro il Betis ma anche delle differenze tra Mourinho e Allegri, suo vecchio allenatore. Queste le parole della Joya all’emittente satellitare:

Sulla partita…
Sì, vedendo la partita loro – e noi lo sapevamo – sono bravi a giocare, ad uscire. Era difficile pressare Canales. Non siamo stati bravi a seguire il pressing che ci aveva chiesto Mourinho.

Sulla parata di Bravo…
Visto mille volte, ci pensavo anche in campo. E’ stato bravo.

Come ti stai trovando nella squadra? In alcune situazioni l’aspetto caratteriale vi blocca, serve per crescere…
Sicuramente. Il mister ed i miei compagni mi hanno aiutato ad integrarmi, a capire il mondo della Roma. Ci sono stati momenti in cui dovevamo gestire meglio le situazioni, la palla. Dovevamo cercare di palleggiare di più. Molte volte capita durante le partite, correggeremo questo.

Cosa ti sta dando l’esperienza alla Roma?
Prima di tutto, come mi hanno accolto anche fuori dal campo. Mi hanno fatto sentire benvoluto. Ho fatto un bel ritiro, come non facevo da tanto tempo. Mi ha aiutato a stare bene. La continuità mi fa fare quello che chiede il mister.

Sei più vicino alla porta. Sulla differenza sugli ultimi allenatori che hai avuto come Allegri…
Con Mourinho parliamo più spesso, ci confrontiamo tanto. Dentro al campo, sono simili: lavorano tanto. Sono due mondi diversi, però sono simili. Il confronto con Allegri non mi è mancato. In alcune cose non andavamo d’accordo. Quello che conta è il campo, dare il meglio per la squadra, per la società. Cercavamo di dare il meglio per la Juventus, che è la cosa più importante. Non è una polemica. Sono cose di cui parlavamo. Non voglio che si faccia polemica. Allegri è stato uno degli allenatori che mi ha dato di più.

Messi ha detto che sarà l’ultimo Mondiale. Ha un po d’ansia, pure tu?
Credo che il Mondiale sia la competizione più bella al mondo. Per lui, sapere che potrebbe essere l’ultima occasione per vincere, sarà ansioso. Dobbiamo arrivare bene, ci saranno tante squadre.

Articolo precedenteDisavventura per Camara: rubata la sua auto al laghetto dell’Eur
Articolo successivoEuropa amara, la Roma adesso rischia

6 Commenti

  1. Portiere da rottamare, sempre spettatore, mai incisivo, non ne prende una! Delusione di una squadra che ha perso spirito e voglia di combattere, siamo con 1 piede fuori! Pensare che puo’ finire la stagione a metà ottobre è terrificante! Siamo alle solite, solo pochi giocatori degni, il resto solo scarti e senza personalità! Sembrava di giocare in trasferta, non riusciamo a fare 3 passaggi di seguito e non tiriamo mai in porta, sempre in inferiorità numerica a centrocampo e in difesa è giunto il momento di investire su un grande portiere e su un centrale di livello……ora non ci resta che leccarci le ferite, consapevoli di avere una formazione non proprio di livello come tutti ci aspettavamo!

    • Hai ragione il portiere del Betis ha 39 anni e para come uno di 19…ma qui il problema comincia ad essere, serio e vasto, via il gruppo Riso (Mancini – Cristante) e Zaniolo, un nuovo portiere affidabile e giovane, pensavo anche io su Tammy, che sicuramente ha sofferto l’arrivo in grande stile di Dybala e poi il richiamo Chelsea del nuovo allenatore… Dybala parla tanto con MOU? Speriamo che parlano del mercato per gennaio… 💛❤️🐺🐺🐺🏆

  2. Comunque continuo a dire che i conti si fanno alla fine….Dire oggi che la squadra non sia in grado di raggiungere certi obiettivi,mi sembra quantomeno azzardato. Comunque continueò a sostenere che con un centrocampo a 3 le cose forse andrebbero meglio. Ma è un mio pensiero.

  3. Ricordo chi dopo il 6-1 con il Bodo parlava di una squadra di poco valore e poi sappiamo tutti come è finita la scorsa stagione, dopo la sconfitta di ieri sera bisogna analizzare bene cosa non ha funzionato per non sbagliare di nuovo in futuro , ma non possiamo buttare tutto alle ortiche per una partita andata male , ci vuole equilibrio nei giudizi, FRS!!!

  4. mourino si ostina con un centracampo basato su giocatori lenti, abbiamo beccato con: Udinese, Ludogoretz, Betis, etc. sempre e solo per un motivo: loro hanno centrocampisti piú veloci dei nostri e noi no…quindi loro pressare e ripartire impedendoci di fare gioco, é molto semplice!
    Quel che invece non capisco di Mou é la sua ostinazione sull’impiego di certi giocatori, che non possono risolvere il problema, casomai lo ingigantiscono! Eppure Camarà é una certezza, non una scommessa, invece é usato col contagocce!
    Cosí soffriamo e non andiamo lontano!
    Sempre Forza Roma

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome