Dybala, il ginocchio è sgonfio. E la Joya fissa la data del rientro

19
732

NOTIZIE AS ROMA – La grande paura è passata. Paulo Dybala sorride. L’argentino ha passato questo weekend libero a lavorare per tornare in campo il prima possibile. Perchè lo stesso argentino sa benissimo che c’è una Roma con lui in campo e una senza.

Lui e Lukaku devono essere la garanzia di una squadra pronta a tornare in Champions. E per questo l’argentino sa che non c’è tempo da perdere. C’è una data che la Joya ha segnata sul suo calendario: quella del 29 ottobre, giorno in cui si giocherà l’attesissimo Inter-Roma.

La partita si preannuncia rovente, con San Siro pronto a contestare sonoramente il compagno di squadra Lukaku. Dybala vuole esserci. E se fino a qualche giorno fa c’era scetticismo sul suo possibile recupero per quella data, ora l’ottimismo cresce.

Il ginocchio sinistro, quello che lo aveva fatto piangere a Cagliari spaventando anche Mourinho, è sgonfio. Oggi Paulo sarà visitato nuovamente dai medici di Trigoria, e se tutto andrà bene comincerà la seconda fase del recupero. Dybala salterà sicuramente il Monza e lo Slavia Praga, e cercherà di guadagnarsi la convocazione per la grande sfida di Milano. Gli restano tredici giorni di terapie, riabilitazione e allenamenti per conquistarsi la prima linea a San Siro. Difficile, ma non impossibile.

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteRoma, è il mese della verità
Articolo successivoL’Arabia tenta Mourinho. Ma lo Special One aspetta gli sceicchi a Roma…

19 Commenti

  1. Certo che la soglia del dolore di Dybala è a livello di un bambino.
    Con il quasi pianto di Cagliari ,ha fatto temere la lesione di un legamento.
    Ormai nel giocatore argentino si è determinata una componente psicologica,che al minimo contatto o fastidio scatta l’alzata di mano e abbandona il campo.
    Quante risonanze si sarà fatto Dybala nella sua carriera? Se avesse dovuto pagarle lui ,starebbe sul lastrico.

    • vedi amico mio….io ti leggo…a volte concordo a volte no….ma sempre su opinioni.Questa volta mi permetto di “spiegarti”….non per superbia ma per conoscenza dell’argomento.Il legamento collaterale è una struttura molto più innervata di altre e la sensibilità ai traumi è molto alta…. nell’immediato il dolore è vivo e persistente …poi sempre che non avvengano rotture il grado decresce e con le dovute terapie e tempi di recupero si risolve .Hai mai sbattuto un gomito ? Il dolore immediato è terribile…..poi svanisce….le terminazioni nervose sono così.Non è la famosa soglia del dolore……Botta forte….poi recupero graduale. Ecco…..scusa la ” la precisazione ” ma è la solita deformazione professionale.Buona giornata a te e a chi vorrà leggere.

    • Guarda che lo stiramento del collaterale è molto doloroso, mi è capitato quando giocavo e ricordo ancora il dolore che provai. inoltre, ed immagino sia successo anche a Dybala, il dolore era tale che avevo avuto la sensazione di essermi rotto il ginocchio, insomma di aver avuto un infortunio serio. Invece in pochi giorni, con un pó di terapia, il dolore andò via e ricordo la meraviglia di vedere la risonanza negativa. Il dottore mi spiegò che la lesione del collaterale, rispetto al crociato, è molto più dolorosa perché, per la funzione che ha, è più connesso al sistema nervoso. Detto ciò, spero proprio che Dybala rispetti la tabella di marcia e sia presente a Milano, anche per la panchina, come successe l’anno scorso

    • Totti nella semifinale di Champions Lik contro l’Arsenal all’Olimpico,giocò con un tutore al ginocchio,quindi le vostre arrampicate per giustificare l’ennesimo malanno di Dybala non reggono.
      Sebbene alla fin fine,tenetevelo così com’è.

    • @Sognare: è indubbio però che i giocatori di oggi sono dei frignoni. Negli anni ’80 vedere un giocatore a terra piangere e urlare disperato era una cosa rarissima, eppure arrivavano dei colpi che oggi finirebbero in 6 contro 6 ogni partita (vedere qualsiasi partita di quegli anni, incluso la finale Italia-Germania 3-1). Eppure le terminazioni nervose erano le stesse. Poco da fare: è società di bambini frignoni fino a 40 anni, si riscontra a tutti i livelli (e infatti è una società in costante declino).

    • @Zenone: erano gli ottavi di Champions. In semifinale di Champions LIK nella storia della Roma ci sono arrivati solo Liedholm e Di Francesco col BEL GIOGO.

    • x lui vale la stessa cosa di Sanches, ormai hanno paura al più piccolo dolorino, se nn superano questo sono calciatori da Arabia.

    • Zenone. Zenone….. è il tuo problema…..se non sai ti da fastidio ammettere di non sapere ….e allora fai queste figure…….rifletti.

    • Sop…..sono perfettamente d’accordo….anche perché l’anagrafe mi fa ricordare tutto…. purtroppo.

    • Certo che se ne sentono di str…te. Infatti 3 settimane fermo e si parla di soglia di dolore con un ginocchio che si è gonfiato immediatamente. Io parlerei di stop preventivo e di un giocatore che col suo comportamento ha limitato i danni.

  2. Distrazione del collaterale mediale sinistro 🙋
    Dolore? Sì
    Sensazione/timore di aver riportato danni più seri? Certo
    Tuttavia, fatti i primi esami diagnostici che esclusero il peggio, misi un bel tutore e partii per la montagna, dove trascorsi una bella settimana di ferie facendo trekking… Piano, con molta attenzione, correndo qualche rischio, ma andai…
    Non siamo tutti uguali; sono convinto che il 90% delle persone che conosco si sarebbe messa in malattia…

    • In malattia dal lavoro forse sì….ma la vacanza pagata probabilmente anche loro l’avrebbero fatta lo stesso…😅🤣

  3. ciao Kawa.. è vero che siamo tutti diversi. che il 90%farebbe come dici.. però tu non rischiavi durante il trekking che uno stambecco ti entrasse in scivolata a gamba tesa….con le scarpe con i tacchetti!!! Un abbraccio e alla prossima…..

  4. Zenone che noia questi interventi qualunquisti, anche quando persone certamente del mestiere, ti spiegano come stanno le cose, sarebbe più elegante ribattere: “grazie della spiegazione”. Alla fin fine Zenone ci terremo anche tu così come sei…

  5. se paolino e rome si devono togliere qualche sassolino per il passato l’inda è l’occasione giusta. e se se lo mettono in testa loro, di far vedere come si gioca, non c’è n’è per nessuno. daje ragazzi, che arrivano i mostri

  6. Però una cosa bisogna dirla, questa volta il sapientONE non ha esordito con IIIHHH OOOOHHHH 🤣🤣🤣🥃🥃🥃🥃🦉🦉🦉🦉

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome