Dzeko accusa Fonseca: “Ci hanno mangiato, dovevamo alzare la palla”

87
4131

AS ROMA NEWS Nervi tesi in casa giallorossa dopo la brutta sconfitta rimediata contro il Siviglia a Duisburg. Stando a quanto racconta oggi la Gazzetta dello Sport, ieri Dzeko ha accusato apertamente il suo allenatore, Paulo Fonseca.

Il bosniaco a fine gara si è presentato davanti ai microfoni delle televisioni per manifestare neanche tanto velatamente il suo disappunto per le scelte tattiche del tecnico portoghese: “Stavolta mi ha deluso tutto, non siamo mai stati in partita, ci hanno sovrastato in velocità e in tecnica, ci hanno mangiato. Non abbiamo capito che era difficile giocare da dietro, dovevamo alzare la palla e metterla su di me“.

Anche Fonseca si è detto deluso: “Abbiamo meritato di perdere. Il Siviglia ha giocato meglio e la realtà dice che loro sono più forti. Il principale responsabile sono io, senza scuse. Ma alla fine rifarei le stesse scelte, con questo modulo stavamo andando bene. Il bilancio della stagione però è positivo, ora pensiamo alla prossima”. Parole che a tanti tifosi non sono andate giù.

Fonte: Gazzetta dello Sport

87 Commenti

    • Sì ma ci si è messo pure quel pezzo di merxa dell’olandese.

    • Ho capito ma con noi hanno vita facili tutti!!! Ma quanti errori abbiamo fatto per voler per forza costruire dal portiere? Ma soprattutto quante volte contro squadre di pari livello o migliori la Roma è riuscito a farlo? Non eche bisogna aspettare 4 anni per capire che con Fonseca non si va da nessuna parte!!! Serve gente pronta, non scommesse!

    • Avete notato quel difensore “bastardissimo”? Il brasiliano non ricordo il nome, che ha fatto un paio di entratacce, a noi quel giocatore manca, uno che faccia capire subito le cose, che metta paura all’avversario. Io odio qiel tipo di giocatore, ma da allenatore io adorerei in giocatore del genere..

    • Si. E, squadra scarsa, strapagata e sopravvalutata, il cui 5° posto in un campionato osceno, aveva montato la testa a molti. Ecco la Roma, si presenta ad ottavo europeo, fa 1 tiro in porta in 90 min, 1 solo. E si presenta con una linea difensiva, KOLAROV IBANEZ MSNCINI, ed in 9 contro 11, perché Lopez e Cristante era come se non ci fosse.

    • Riki, concordo, ma a NOI, UN GIOCATORE COSÌ, quanto “spazio” credi gli venga concesso dalla classe arbitrale? Avevamo burdisso e samuel, ogni 2×3 erano sul taccuino delle giacchette nere…😏

    • Ti ricordi male, burdisso forse… ma Samuel dava la “stecca” all’attaccante a inizio gara e poi marcava in maniera talmente intelligente ed estremamente efficace che raramente veniva ammonito. Una delle poche cose giuste che disse Carlos bianchi in un’intervista sul suo acquisto, “el tiene la cabeza”…

    • Lo specchio perfetto della società negli ultimi dieci anni: tutta forma e nessuna sostanza.

  1. sta benedetta costruzione da dietro è un chiodo fisso di fonseca ma se hai cristante e diawara più kolarov che non corre più che ti inventi? il siviglia non è superiore a noi ci ha solo dominato tatticamente senza considerare le papere del portiere.

    • da ex portiere, Pau Lopez è entrato in un “buco nero” dal quale si esce solo cambiando aria. Se avete fatto caso, stava piantato sulla linea di porta ed in almeno 2 occasioni i ns difensori accompagnavano la palla aspettando una uscita che non arrivava. La rifondazione deve partire da lì perchè un portiere che da fiducia ad un reparto, fa mezza difesa da solo. Il goal che ha preso è stata l’ ennesima dimostrazione di un atleta che mentalmente è altrove…. Non puoi stare piantato sui piedi aspettando (forse) un tiro incrociato e facendoti passare la palla attraverso manco fossi un BUG di PES…… Per il prossimo anno, a me SIRIGU non dispiacerebbe anche se personalmente non impazzisco per lui, ma ha tecnica ed esperienza.

  2. Rifondazione giallorossa
    Si parte dall’allenatore!
    Poi c’è qualcuno che dice i gioielli non si toccano.
    Ma tolto Zaniolo e Dzeko (che ha comunque 35 anni) quali sono sti gioielli ?????
    Per me tolto Zaniolo e forse Dzeko possono vendere tutti.
    Non si fanno danni!!!

    • Già possiamo venderli tutti?
      Bene. Ora se FRIEDKIN o chi per lui li vende tutti, sarà santificato, lo faceva PALLOTTA eravamo il supermercato. ..

    • Gaetà, non so se te ne sei accorto, ma ha smesso di fare il “giapponese” pure Zenone. La guerra è finita.

    • Gaetano da Sarno, io immagino tu abbia 10 o 12 anni, è per questo che non mi dai fastidio. I bambini dicono ciò che pensano con leggerezza. Fa una cosa però, da Sarno continua a tifare Pallotta e lascia perdere la Roma

    • Beh, UB40, Gaetano non ha tutti i torti…

      Ad ogni passo poco soddisfacente (vedi: Spezia, Porto, Fiorentina, Sevilla, ecc) sale alto il coro “lapidateli tutti tranne il più bello”.
      Poi se succede ci si straccia le vesti “ennesimo anno zero, vennemo sempre tutti li campioni”.

      Ricordo bene il trattamento riservato da buona parte della nostra piazza a gente come Pjanic o Salah.
      Ed ora il giochetto già si ripete con i giovani che abbiamo, che adesso sicuramente non sono a livello dei su citati, ma potrebbero pure diventarlo nel giusto contesto.
      Penso a Diawara, Mancini, Ibanez, Villar, Perez e pure ad Under e Kluivert finiti oggi ai margini più per ragioni economiche che non tecniche (forse un po’ anche tattiche).

      Poi oh, se dobbiamo paragonare sempre tutti a Totti, De Rossi e Samuel stiamo freschi…

    • Anacronistico, i giocatori vanno venduti e comprati sulla base di un progetto tecnico e non in base al “vendiamo quelli per i quali arriva un’offerta più o meno appetibile” e allo “io speriamo che me la cavo per sostituirli”.
      Tranne nel momento in cui ti arriva un’offerta veramente irrinunciabile, i campioni e i potenziali tali devi provare a trattenerli, almeno per un congruo numero di anni.
      Una società organizzata e lungimirante lavora così, a prescindere dalle nostre chiacchiere da bar sport, che non deve di certo influenzare il suo lavoro. Se fosse per i tifosi, Del Piero ancora giocava con la Juve e Totti con la Roma.
      Soprattutto serve essere chiari e onesti sui piani, senza prendere in giro nessuno: se mi dichiari che intendi arrivare ad essere tra le regine d’Europa in un quinquennio, beh, non è quello che abbiamo visto il modo di fare.

    • venderli tutti non è possibile. Bisogna scegliere un allenatore considerando il nostro campionato, e la coppa a cui partecipiamo. poi, in funzione di quello, tenere quelli che sono funzionali al suo gioco, e integrarli con giocatori funzionali al suo gioco. Se è un allenatore che non si inventa niente, e che ritiene determinante il materiale che ha a disposizione bene. Se vuole far correre le tartarughe, siamo punto e a capo.

    • UB40
      Il tuo ragionamento non mi convince. Dici:
      1) “i giocatori vanno venduti e comprati sulla base di un progetto “.
      Bene, siamo tutti consapevoli, a meno che non abbiamo 10/15 anni o siamo in malafede, che il progetto tecnico deve essere portato avanti dall’allenatore e dal D.S., ed acquistare giocatori funzionali al gioco che vuole fare l’allenatore e vendere chi non lo è. Vorrei ricordare a tutti che lo scorso anno allenatori come Conte, Gasperini e De Zebi ci anno schifato e non sono voluti venire qui ad allenare. L’allenatore giusto con il quale portare avanti un progetto tecnico importante ce lo avevamo ma è stato lapidato sulla pubblica piazza, (stadio olimpico 28 maggio 2017) e tutti sappiamo a chi mi riferisco.
      2) “se mi dichiari che intendi arrivare ad essere tra le regine d’Europa in un quinquennio, beh, non è quello che abbiamo visto il modo di fare”.
      Per arrivare ad essere una squadra importante in Italia/Europa un fattore determinante è il tempo che bisogna concedere allo staff tecnico e squadra. Negli ultimi 9 campionati abbiamo, noi tifosi, bruciato 9 allenatori senza dare la possibilità a nessuno di portare avanti il proprio progetto tecnico. Dico noi tifosi perché i commenti di questo post sono TUTTI di benservito verso Fonseca. Siamo tutti contenti quando la società rimuove l’allenatore, salvo scaricare la colpa alla società. AVANTI IL PROSSIMO, SOTTO UN ALTRO. Questo è uno e forse il più importante dei problemi della Roma: L’AMBIENTE.

    • Come la tifoseria
      Garcia no scemo
      SPALLETTI no scemo a seconda delle situazioni
      Ranieri minestraro
      Di Francesco no scemo
      Fonseca no scemo
      Salah tapperaro
      Palmieri na pippa, rivogliamo Digne gne gne
      Perotti ed Elsha non sono giocatori da ROMA (cit.Marione e tutti dietro a lui con gli occhi allucinati esclamando siii maestro)
      Ho letto pure che la ROMA ha vinto le partite in campionato contro le squadre in vacanza. Falsi a falsoni.
      Segue…

    • Continua:
      Abbiamo giocato un campionato falsato, con le regole cambiate in corsa, la pagliacciata delle 5 sostituzioni. Giocato ogni 3 giorni, con temperature assurde, senza avere il tempo materiale per recuperare le energie, o preparare le partite.
      La coppa giocata in gara secca, in campo neutro, quando il regolamento prevedeva andata e ritorno, non era più possibile? A marzo si annullava tutto.
      Poi ritornando alle gare in campionato, Verona -Parma -Fiorentina e pure la derellitta Spal hanno sputato sangue e veleno per non farci vincere. A falsi.

    • Vabbè, lasciamolo elaborare il lutto.E un corso di meditazione trascendentale, anche on line,aiuterebbe….

  3. Ragazzi…la possiamo girare come ci pare ma l’unico allenatore che ci ha fatto godere è stato Spalletti!!! È andato via (e non per questioni tecniche ma per altri motivi) facendo il record di punti della storia della Roma…87 punti…ricordiamocelo!!!
    Io riprenderei lui senza se e senza ma!!!

    • Spalletti è andato via per questioni squisitamente tecniche: gli volevano smantellare la squadra e lui, che è un buon allenatore, li ha mandati ad evacuare. Servivano parodie di allenatore per permettere di vendere tutti i pezzi migliori e fare trading, quindi sono arrivati Di Farsesco e Zorro. Ecco la vera storia della Roma americana, quella che alcuni di noi hanno provato a raccontare in questi anni, venendo subissati di pollici versi.

    • Ma chi, spallo? Ho visto come ho goduto… (tocca ripetermi..) supercoppa a mil ano da 0-3 a 4-3, in una settimana 3 sconfitte DEVISIVE, lione, napule e cazzio, partite a palermo e chievo in vantaggio 0-3 poi 3-3, conferenze stampa da one man show, in corsa per lo scudetto ROMA -livorno 1-1… e TANTE altre che ora di botto non mi vengono in mente… a NOI SERVE UNO PRAGMATICO (Allegri, Conte per citarne 2) non i sognatori rivoluzionari… (al limite tenterei Gasperini per la “nouvelle vague”…)

    • D’accordissimo con Paolo.
      Per ricostruire, serve un pragmatico, uno che sappia utilizzare quello che ha in mano (purtroppo) sapendo aggiungere i tasselli mancanti.
      Allegri è il profilo ideale.
      Secondo me, una squadra l’ha già trovata per l’anno prossimo però questo è il profilo.

    • veramente i due secondi posti consecutivi con record di punti (prima di Spalletti, 85 nel 2013-14) e chiesa rimessa al centro del villaggio li aveva fatti un certo Rudi Garcia. La sua cacciata è la madre di tutte le cazzate di questi ultimi anni

    • Lo Spalletti di Roma Spezia? Ammazza quanto ho goduto. O lo Spalletti che firma sottobanco con l’Inda? O lo Spalletti che ci fa eliminare col Porto? Fateme capì, che vi rocordate solo quello che vi pare

  4. A me sembra che di lancioni su Dzeko ne abbiamo fatti fin troppi e manco con quelli abbiamo costruito una ceppa. L’allenatore sarà pure scarso ma loro sono scesi in campo da morti di sonno. E per settimane li ho sentiti dire che volevano vincere l’EL, che pagliacci. Ennesima presa per il cu’ che conclude una stagione fallimentare.
    Ah no, Fonseca ha detto che è stata positiva…

  5. Dzeko non è uno che polemizza a cuor leggero.
    Mi sembra chiaramente che il bersaglio sia stato l’allenatore.
    Dopo Salah l’unico attaccante col quale ha avuto affinità in zona goal è stato Under, guarda caso emarginato da Fonseca.
    Chi deve decidere faccia scelte conseguenti.

    • Non sono d’accordo, gioca molto meglio con Mkhitarian. Guarda caso le uniche due azioni pericolose le hanno costruite loro due

    • Miki è un trequartista, Under un’attaccante.
      Che poi Fonseca di volta in volta faccia giocare l’armeno a centrocampo, ala, seconda punta, testimonia solo lo stato di confusione del tecnico.
      Sia Miki che Pellegrini sono stati gli unici a fare assist a Edin in questa stagione.
      Dzeko non ha ricevuto adeguato supporto dalle punte.

    • Miki è un trequartista che viaggia al ritmo di un gol ogni due-tre partite, può abbassarsi a fare ripartire l’azione, mettere l’ultimo passaggio o finalizzare e Fonseca lo mette ovunque perché ovunque dà il suo contributo, si vede che è un giocatore di un altro livello e interpreta il ruolo senza che lo debba avere preciso. È una delle poche cose che Fonseca non ha sbagliato. Poi se mi dici che manca un giocatore che dia supporto a Dzeko in zona gol sono anche d’accordo, ma Under non può esserlo, ha i piedi fucilati quando deve fare le cose semplici, non pressa, non rientra, contro il Siviglia avresti giocato con un giocatore in meno (come se già non bastasse Cristante)

  6. L amichetto del macellaro di teleradioboston è in confusione totale
    Max Allegri subito ed azzeramento totale della dirigenza a Trigoria.
    Niente minestre riscaldate!!!

    • Non credo ci sia tempo e possibilità di costruire una squadra che possa far dire sì ad Allegri!

  7. Se Fonseca dice che rifarebbe le stesse scelte con lo stesso modulo ,dopo le critiche di Dzeko,allora non ha capito niente. Ho la sensazione che anche lui sia arrivato ai titoli di coda, probabilmente Dzeko ha parlato per tutti,ma anche gli altri la pensano come lui,e Pellegrini lo ha fatto capire,e quando i giocatori la pensano diversamente dall’ allenatore…..

  8. Allenatore di grande livello con una squadra di carciofari viziati in mano.
    I disastri del dopolavorista salentino li pagheremo per anni, il Siviglia del maestro Lopetegui è una grande squadra di Monchi

  9. Un allenatore veramente ottuso, servirebbe un mister più esperto per la serie A, ma non dimentichiamoci che ha lavorato con Giocatori seghe che gli hanno messo a disposizione.

    Grande lavoro per il nuovo DS!

  10. Dzeko parla un pò troppo secondo me… Grande ragazzo e discreto giocatore, si sacrifica dappertutto ma se qualcuno ci casca e mi da 15/20 mln… Je lo porto di corsa. Ieri per carità, non centra nulla per come è andata la partita, ma serve una vera punta che segna! Un ladro d’Area. Dzeko può anche rimanere, ma per la panchina o per il Turn Over con le Squadre più piccole… Sarebbe una riserva di lusso, ma serve anche quello per essere competitivi. Se Dzeko è in forma, ti fa il partitone, ma non si può pensare che ne giochi 100 di partite. Per me, può essere ceduto, come può anche rimanere a determinate condizioni. Insomma, non è intoccabile. Poi, serve una difesa completamente nuova. E non mi farei in quattro per Smalling, ci sono molti profili interessanti e visto che Ibanez sembra garantire un buon futuro, gli affiancherei qualcuno di esperienza, mediamente giovane… Ad esempio, se ci fosse veramente la possibilità di prendere Umtiti (26/27 anni) con le varie formule, lo vado a prendere io. Ibanez, Umtiti, Mancini e Cetin. Difesa centrale apposto. Poi bisogna lavorare seriamente per i terzini, sia Dx che Sx. Kolarov come Dzeko, entrebbe a comporre la panchina di lusso, quindi, sulla Sx proverei a riportare a Roma Digne e cederei Spinazzola, Kolarov e punterei seriamente su Calafiori. Sulla Dx bisognerebbe dare una bella svolta, quindi, Emerson del Real Betis o Meunier o Hateboer come Titolare, uno da panca tipo Ola Aina, Lirola e Santon come ultima risorsa da far giocare, che ne so… Contro Benevento, Crotone… Coppa Italia ed Europa.L se la Squadra è abbordabile… Comunque riserva degli altri due… E il PORTIERE! Mi viene in mente Cragno, Gollini, altri non penso… Nessuna Squadra che compete vende i propri numeri 1… Tranne Sparlottolo… E questa è la difesa… Il resto boh! Tranne il fatto che Zaniolo è incedibile.

  11. Via subito Fonseca (la scelta di prendere Pau Lopez è solo sua)
    Squadra senza un gioco, senza identità, non è riuscito a trasmettere nemmeno la “tigna”, in una partita così non è tollerabile giocare in quel modo.
    Via Bruno Peres, Fazio, J.Jesus, Cristante (ha la scusante del fuori ruolo ma è impresentabile dove gioca) e di difficile collocazione, Perotti, Pastore, Pau Lopez, Kolarov, Kalinic.
    Via Unde, Kluivert e Diawara per fare cassa.
    Basta allenatori stranieri: da prendere uno con cui crescere e creare una vera impronta di gioco (Sarri, Gasperini in ordine di preferenza ma mi piace molto pure) o Allegri (difficilissimo che possa accettare)
    Ds: un solo nome e garanzia: Walter Sabatini (competente, geniale e ama follemente la Roma)
    Questa è la rosa che mi piacerebbe nel nuovo corso, credo sia fattibile economicamente.

    Portieri
    Cragno o Meret- Mirante (Fuzato in prestito per vederlo giocare)
    Difensori
    Tomyasu-Smalling-Ibanez-Mancini-Vertonghen-Florenzi-Gagliolo-Gosens-Calafiori
    Centrocampisti
    Veretout-Locatelli-Castrovilli-Nandez-Villar-Pellegrini-Mikitharian
    Attaccanti
    Dzeko-Cornelius-Zaniolo-Pedro

    Formazione (3-5-2)
    Cragno
    Smalling-Vertonghen-Mancini (Ibanez)
    Florenzi-Veretout-Locatelli-Mikitharian-Gosens
    Zaniolo-Dzeko

    All: Sarri

    • Hai fatto un mercato da più di 200 ml di spesa con molti giocatori che hanno valutazioni tra i 20 e i 35 ml.
      Serve molto meno.
      E lo si può fare anche sui parametri zero non decrepiti.
      Di tutti i tuoi acquisti, in generale di buona qualità, spenderei 30 ml per il solo Locatelli.

  12. Allenatore educato, parla abbastanza bene l’ italiano, elegante, se vogliamo anche simpatico…… ma per il resto …. spesso in confusione, contraddittorio, di polso con alcuni, troppo accomodante con altri, ha seguito le “scelte aziendali” in modo irritante (non mi frega niente di Florenzi ma, ditemi sopratutto alla luce del tardivo cambio modulo, se non era meglio di Bruno Peres o del redivivo Zappacosta…. però l’ ingaggio di Florenzi ……

  13. Con questo Siviglia, delle italiane forse solo l’Atalanta non sfigurerebbe. Detto questo, ci sono delle riflessioni da fare, prima tra tutte che il buon mr. Fonseca è stato di fatto esautorato dalla squadra e quindi va sacrificato, come tanti suoi predecessori, piuttosto che fargli fare i primi 6 mesi del prossimo campionato e cacciarlo a febbraio. Va però ricordato al sig. Dzeko, e a tutti gli altri giocatori, che ieri un tale Banega (età 32 anni) e un tale Jesus Navas (età 34 anni, che ha vinto ‘impossibile in carriera), hanno corso come dei diciottenni per tutta la partita. Andavano tutti al doppio della velocità dei nostri, come esige il calcio moderno, quindi sarebbe il caso di togliere dallo spogliatoio “semo la Roma” e sostituirlo con “non semo nessuno e dovemo core, dal primo all’ultimo minuto”. Visto che negli anni abbiamo visto bruciare sull’altare del fancazzismo allenatori che chiedevano alla squadra di correre, non ultimo Fonseca che era arrivato qua con un ben preciso modulo e atteggiamento tattico, è ora di uscire dall’equivoco: non vuoi correre? quella è la porta. A parte qualche ottimo giocatore, ieri in campo il Siviglia aveva degli onesti corridori e scarti di qualche big (così come in Italia l’Atalanta), e questo è bastato per fargli fare un figurone. Che nella juve non vogliano correre CR7 o altri fenomeni, facendo passare Sarri da coglione è un conto, ma che gente che sta qua a svernare da anni si permetta pure di contestare l’allenatore, chiedere il cambio di modulo, lamentarsi per come gli lanciano la palla? ma prendi a calci in culo i tuoi compagni e falli correre, altro che lamentarti. Di buono c’è, visto il momento storico, che per me da ieri può partire chiunque, dal primo all’ultimo (su Zaniolo inizio a vedere le stimmate del “predestinato”, che non arriverà da nessuna parte se inizia già da ora con certi atteggiamenti), e si può rifondare partendo da chi ha voglia di sudare, da ragazzi nuovi se quelli che abbiamo si sentono già dei semidei (vero Pellegrini?), e con umiltà e tanto sacrificio ricominciare dalle basi: corsa e fatica. Si fa il nome di Capello (ovviamente sarà inviso a tanti se non tutti), ma gente che viene da fuori e che ha inquadrato il problema già 20 anni fa, forse ci farebbe bene…cultura del lavoro, parola sconosciuta, e unica cura per questa squadra che da anni soffre semplicemente di questo male

    • D’ accordissimo Criptico. Luciano ed i suoi preparatori faranno un grandissimo lavoro fisico e questa squadra di pipponi petracchiani finirà nella spazzatura con De Fonseca

    • Ieri il Siviglia ci ha battuto perché è più forte, la nostra squadra è stata costruita con due spicci da una presidenza alla canna del gas questa è l’unica analisi, l’allenatore inoltre non è adatto alla serie a può fare una buona serieb. Ma vedrai ora le cose miglioreranno visto che sono arrivati imprenditori veri. Forza Roma ieri si è chiuso definitivamente il più triste capitolo della storia moderna della maggica ASROMA

  14. Non so sinceramente chi possa essere l’ allenatore per la prossima stagione,ma continuare con Fonseca sarebbe un suicidio. Le mie preferenze vanno a Spalletti, ma mi chiedo con la nuova presidenza perche non fare di nuovo un’ offerta a Gasperini,la prima volta di fronte a un caos societario ha rifiutato ( come d’ altronde avrebbero fatto in molti) ora con una programmazione seria potrebbe accettare!

  15. Dzeco ha ragione, erano più veloci non più forti. Raddoppiavano sempre su ogni giocatore, giocare dal basso era difficile. Il Milan in queste occasioni è pronto a rigiocare dopo un’azione avversaria lanciando un giocatore che partendo al limite dalla propria area va diretto in porta. Le giocate vincenti degli avversari vanno imparate e riproposte nel futuro
    Sempre Forza Roma

  16. Ribadisco che questa era come una finale, quindi dovevi scendere in campo in modo offensivo almeno per far correre l’avversario. Questa sconfitta alimenta i dubbi che il cambio di modulo in campionato sia stato un caso fortuito dovuto alle 3 sconfitte di fila rimediare.
    Fonseca doveva pianificare questa partita per quello che era, uno scontro diretto, nessun ritorno per rimediare. In campo la squadra era imbrigliata non ha mai dato l’impressione di poter impensierire il Siviglia.
    Va fatta una riflessione su Fonseca e la sua capacità di leggere le partite anche in corsa. Magari avremmo perso comunque ma c’è modo e modo, perdere con un Siviglia superiore e averci comunque provato è diverso da non provarci e dire che il Siviglia è superiore!

    • Certo in modo offensivo dopo prendevi il 7-1 e ti lamentavi lo stesso

    • Forse non è chiaro, ieri era una partita da dentro o fuori quindi o giochi il tutto per rimanere dentro o ti buttano fuori. Se perdevi 7 a 0 ma te la giocavi come dovevi fare non mi sarei lamentato anzi ti dico che se la Roma giocava con un intento offensivo magari la vinceva pure o la perdevi ai rigori che comunque è diverso. Ieri la Roma sembrava dovesse giocare con la Spal e non con il Siviglia. Una squadra molle e arrendevole.

  17. Per chi se la prende con Fonseca ricordo che è venuto alla Roma dopo che è stata rifiutata in ordine sparso da conte, gasperini, sarri, de zerbi, Gattuso. V aspettavate forse che era il nuovo guardiola?

    • Ao non è che ripetendo 2000 volte la stessa fregnaccia diventa vera, eh!

      Conte: dimmi un po’ quanto prende all’Inter?
      Gasperini: io stesso che sono romanista nella sua situazione probabilmente avrei scelto di giocarmi una storica Champions con l’Atalanta costruita da me anno dopo anno.
      Sarri: questa te la sei inventata di sana pianta, visto pure dove è finito ad allenare…
      De Zerbi: era in lizza ma gli è stato preferito (a ‘sto punto pure a torto direi) Fonseca.
      Gattuso: lo voleva Totti, ma non aveva il ruolo per scegliere l’allenatore.

  18. Ormai lo hanno capito tutti, pure il palo della luce bosniaco che il maniscalco lusitano ha distrutto la Roma, buttandone a mare la stagione. Umiliato da minestrari esonerati ( Mazzarri, Andreazzoli, Sarri, Maran) preso a sberle dagli ottimi Gattuso e Pioli e dal maestro Gasperini, ieri la macchietta da fotoromanzi ucraini è stata divorata pure da Lopetegui, portato a Siviglia da un DS vero come Monchi.
    E qualche incompetente del sito parlava de vince ľ Europa League cor maniscalco testato in Ucraina e portato a Roma da sor Petracco..Ahahahah porello.
    Sfonseca è ľ ennesima scommessa esotica persa, che Dio lo furmini cor menestrello salentino.
    FORZA ROMA, Luciano pensace te!

  19. io credo che a volte sia meglio non dirle certe cose ma come si fa a dire che il bilancio della stagione è positivo dopo una prestazione come ieri, io dico il Siviglia ieri ha meritato la vittoria è stato superiore e va bene ma se davanti a una squadra che gli fa fare quello che vuole per 90 minuti senza mai dargli un minimo di spavento e senza mai cercare di fare un azione pericolosa e quella di ieri non è stata la prima partita che hanno giocato in questo modo qualche domanda me la farei e spero che qualcuno se la sia fatta. Forza Roma

    • Sai cosa fa un tifoso? Tifa e discute della sua squadra. Se non ti sta bene, puoi pure sgommare.

  20. Allenatore ITALIANO che conosce la Serie A, che accartoccia i giornalisti durante le conferenze, che ha esperienza in Europa. Allegri è l uomo ideale, ma ci devi mettere in mano un progetto vincente di almeno 5 anni presentato da una persona DILIGENTE e non da Fienga che d calcio non capisce…rifate il business plan, senza includere lo stadio, quello riguarda i finanzieri quelli veri non farlocchi, il calcio fatelo fare a chi lo conosce, grazie!

    • No, no, lo stadio serve assolutamente nel business plan, non scherziamo. Magari uno stadio di cui il club sia anche azionista e non solo un derelitto “Anchor Tenant”, come nel diabolico piano di Unicredit, Baldini, Baldissoni e del taicun di Boston.

  21. Però se una squadra corre il triplo della altra non è una questione di modulo, qualunque modulo fai come dice Dzeko ti mangiano.
    Detto questo, Fonseca come allenatore è bravino e niente più, Spalletti però è bravissimo, chissà se con una nuova proprietà, che non dovrebbe smantellare la squadra, ma punteggiarla là dove serve non sia disposto a ritornare

  22. Continuo a dire
    dar della pippa ai giocatori quando sono messi male in campo e’ assurdo
    allenatore rigido
    i corner con il marcamento a zona
    la costruzione dal basso
    il passaggio indietro al portiere
    la difesa a tre invocata per tre quarti di campionato
    la preclusione verso alcuni giocatori Under Cetin Riccardi
    scarsa lettura dell’avversario e della partita
    e chi sa quanto ancora
    proposti con quell’aria da chierichetto accusato a torto

  23. Dopo pollotto, la buona notizia sarebbe le DIMISSIONI di sto’ soggetto… e poi repulisti, si tiene solo Zaniolo e Mikhitarian..

  24. Alessandro, a fonseca era GIÀ un pezzo che je stavamo appresso… SOPRATTUTTO dopo il trittico toro, sassu, bolo…😏 (per non parlare di bilan udinese e napule) partite sconcertanti n amo viste parecchie, so’ semo scordati? Poi mo’ stamo in ferie, tempo ce n avemo, avoja a rompe la sacca scrotale… almeno fino a quando non verrà costruita una SQUADRA DEGNA DI TAL NOME E DELLA SUA IMPAREGGIABILE TIFOSERIA… (ammazza quanto cazzo parlo bbene..🤣😂🙈)

  25. Non sono d’accordo con il concetto attribuito a Dzeko.

    Palloni alti ci sono stati, ma a differenza di altre volte, la palla lui non la prendeva.
    Certo, se invece di 10 gliene arrivavano 100 invece di 1 ne passava qualcun altro… ma non era quella la soluzione al problema.

    Il problema ieri è stato che quando aveva palla il Siviglia faceva esattamente quello che voleva.
    Non siamo riusciti a intercettare un pallone che è uno.
    Non abbiamo preso una seconda palla nemmeno per caso.

    In più, quando avevamo il pallone noi, spesso e volentieri lo consegnavamo a loro, e non per un problema di modulo, ma di errori individuali.

    Quanti stop sbagliati? quanti passaggi nel vuoto?

    Loro passavano da un versante all’altro del campo e chi riceveva era libero, tranquillo. Noi nel passare da un versante all’altro il pallone lo toccano 3-4 giocatori, 6-8 tocchi, e nella zona del pallone a fare densità fa in tempo a spostarsianche mia nonna in carrozzella.
    Non abbiamo giocatori in grado di azzardare il lancio lungo?
    Probabile, visto che non sanno tirare i corner.
    Non abbiamo giocatori in grado di fare uno stop orientato?
    Non lo so… ma se dopo un lancio che taglia il campo quello che riceve stoppa, si ferma, si guarda intorno … poi finisce per dare la palla indietro, perché davanti hanno chiuso tutti gli spazi.

    Il Siviglia giocava a memoria. I nostri devono guardare tre volte per vedere se c’è qualcuno e dove.

    Allora questo si, è un problema di gioco. Non di modulo, ma di schemi tattici.
    Puoi giocare 343 433 4231 3412 cambia poco… l’ala che attacca non deve fermarsi e guardare, deve crossare alla cieca in una zona del campo e lì devono esserci giocatori a ricevere.

    Il gioco offensivo della Roma non ha schemi. Non ha automatismi collaudati.
    Si basa sulla visione e l’intesa dei singoli.

    Dopo una stagione è oggettivamente un po’ poco.

    Fonseca mi piace molto come persona, e come allenatore per la duttilità e il modo di affrontare le partite, ma alla sua stagione non posso che dare una insufficienza piena.

    La stagione è finita e tutto considerato, i problemi, gli infortuni, i giocatori che vanno via… qualcosa in più doveva farmelo vedere.

    • se viene preso un allenatore dall’estero ( scelta discutibile secondo me non so se di baldini o petrachi o di chi altro) gli deve essere dato il tempo di ambientarsi nel calcio italiano. complessivamente il risultato della Roma in campionato è in linea con il valore della squadra ( inferiore alle squadre che sono arrivate prima di lei tranne la lazio forse che però ha purtroppo fatto un campionato straordinario e gioca con lo stesso allenatore da anni. la roma come rosa è inferiore anche al napoli secondo me). anche capello il primo anno arrivò 5 in campionato. questo posto ci può stare. la partita di ieri invece soprattutto come approccio mentale è stata imbarazzante. se si vuole cambiare fonseca si deve però scegliere un allenatore e puntare su quello comunque per qualche anno secondo me

    • È pur vero che con tutti gli infortuni (spesso traumatici) che ci sono stati diventa complicata la ricerca degli automatismi di squadra: guarda quelli che hanno giocato meglio quest’anno (per gli addetti ai lavori Atalanta e Lazio) quanti ne hanno avuti…

      Comunque grossomodo sono d’accordo con te: allenatore e giocatori potevano/dovevano fare meglio.

  26. Annoto anch’io che, uscito di scena Jimbo, si è trovato immediatamente un nuovo bersaglio da abbattere.
    Sia chiaro: ho sempre sostenuto Fonseca, ma dopo questa brutta sconfitta e dopo le sue dichiarazioni a vanvera, comincio a nutrire anch’io qualche dubbio.
    Tuttavia, stiamo sempre qui a ripeterci che qualsiasi progetto esige continuità, e poi il continuo cambio di allenatori, eccetera. Non è contraddittorio buttarlo a mare adesso? Non sarebbe preferibile aspettare un altro anno per valutarlo?
    Ecco: forse le assurde parole del Nostro a fine partita possono trovar spiegazione in quest’ottica: dato che era il mio primo anno, con tutte le difficoltà attraversate, comunque sono arrivato quarto e non è un cattivo risultato.
    Le incertezze mostrate nella strategia di gioco e nell’approccio alle partite possono trovare un’attenuante nell’inesperienza (ma non in Europa…); è certo peraltro che le aspettative di noi tifosi erano ben superiori.
    D’altro canto, è inutile: anche i giornali vanno a caccia del colpevole, pur se in questo caso mi sembra che Dzeko se la prenda un po’ anche con la squadra. E in effetti nessuno pare esente da colpe.
    Ovvio che sarà la nuova proprietà a decidere se confermarlo o meno. Può darsi che, dove Pallotta ricevette il due di picche, Friedkin riesca a convincere gli Allegri e gli Spalletti. O può darsi che pragmaticamente consideri che già c’è la grana Petrachi da gestire e pagare due allenatori sia troppo.
    Mi sembra alla fine che ricadiamo nell’eterno vizio di alternare un’eccessiva esaltazione ad un’eccessiva depressione. A mio avviso, una buona intelaiatura di squadra già c’è. Resta da capire se il rendimento sia condizionato dalla scarsa voglia del collettivo, il che sarebbe gravissimo. Poi, può anche darsi che i singoli siano male utilizzati rispetto alle loro potenzialità.

    • Io sono di parere totalmente diverso. Che Fonseca non fosse un allenatore di livello, se non basso, lo si è capito subito, ma la partita di ieri fa proprio dubitare della sua competenza. Non sto manco a ricordare i tanti svarioni, la farsa di puntare su Bruno Peres, il mancato intervento nell’intervallo riproponendo la squadra che era stata distrutta dal Siviglia. Il problema di Fonseca è proprio la totale mancanza di personalità. Lo hanno scelto per questo e i risultati si sono visti. Meglio buttare via i pochi soldi per chiudere qui la sua esperienza che la prossima stagione. Quando una cosa non va non va.

  27. La tattica di gioco e’ essenziale, ma la condizione atletica lo e’ ancora di piu.Ieri ho visto giocatorii sbagliare passaggi di tre metri,perche non avevano la forza di farlo.Dopo essersi qualificati per il 5 posto e per l’ europa league,i giocatori si sono sentiti appagati e dopo la vittoria contro la juve ancora di piu. Per preparare la partita con il Siviglia sarebbero stati necessari dei giorni di riposo in piu,per smaltire le scorie del campionato. Fermo restando che gli Spagnoli hanno a livello di squadra sicuramemte qualcosa in piu,ma questo lo si sapeva in partenza.Oltre alla forma fisica scadente, Fonseca ci ha messo il carico da 11 con le sue tattiche sballate, il suo non capire mai come affrontare le squadre avversarie mi sta facemdo venire dei dubbi sulla sua effettiva competenza,se dopo ogni sconfitta dici sempre che hai sbagliato e non trovi mai i rimedi ,secondo me dovresti cominciare a farti delle domande in proposito….
    Spero che Friedkin e tutto lo staff,abbiano visto la partita e ne traggano le conclusiomi….

  28. Una squadra senza gioco e senza idee…con tutto il bene de mondo ma fonseca deve allenare solo il real madrid se si mette tutto tirato al lucido a bordocampo a godersi lo spettacolo…abbiamo giocato a carte scoperte con un3-4-2-1 che scolastico è dir poco…under e kluivert ieri andavano buttati dentro…zaniolo e miki erano inchiodati dietro dzeko senza attaccare lo spazio.DIAWARA E CRISTANTE in mezzo al campo sono l anticalcio a parte che non sono adatti a giocare in un centrocampo a due..zaniolo da vendere subito,ad essere forte e forte ma si è montato la testa ma chi sei mark lenders? fa sempre la stessa giocata è ridicolo,pensa di giocare a calcetto con gli amici,poi bruno peres è da far venire la pelle d oca,se penso che florenzi l abbiamo dato via per fat giocare zappacosta e bruno petes mi viene da piangere

  29. Puoi adottare tutti i moduli del mondo,ma se non hai la tenuta atletica per correre dietro agli avversari e arrivare primo sulla palla, non la spunterai mai,sopratutto in Europa dove fanno della preparazione fisica il loro credo.Nel nostro campionato solo l’ Atalanta ,il Sassuolo e il Verona (jugovic e’ un’ allievo di Gasperini) hanno un livello di preparazione fisica alla pari con quello del resto d’ europa, e al nostro posto ieri se la sarebbero battuta almemo alla pari. Invece ho visto ieri delle larve umane in campo, prive di energie e di voglia di continuare il cammino in qiesta competizione, spero si faccia veramente piazza pulita di questa gente e si dia inizio a un nuovo corso che questa citta merita.

  30. UB 40..ubforty..mi spiegheresti in parole tue..per favor,che significa anchor ternat?..un tempio thai forse’..’?..eh eh

  31. Tralasciando la Sgazzetta…
    Riflettendo: Stimo molto Dzeko ma nessuno ha pensato che in questo caso stia sbagliando? Ricordiamoci quanto è accaduto con Petrachi Lui era trà quelli che si son lamentati perchè ripreso Adesso se tale news fosse vera, se la prende con Fonseca Io farei un piccolo mea culpa Per carità il mister avrà anche le sue colpe ma non vorrei che “qualcuno” dei giocatori gli stesse remando contro per timore di eventuali ritorzioni piu’ che meritate Ricordatevi di quanto è accaduto in precedenza con altri allenatari e a quanti squallide prestazioni abbiamo assistito In quest’occasione forse avrebbe fatto meglio a non pronunciare simili esternazioni… Per me sono tutti colpevoli Lui incluso!

  32. Non sono d’accordo con dzeko tutte le volte che abbiamo alzato palla ce l’hanno presa loro, se non costruisci dal basso il più delle volte ti consegni all’altra squadra che riprende il controllo del gioco, le grandi squadre iniziano dal basso con tecnica e corsa eludono il pressing solo quando possibile verticalizzano…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome