Ecco Ghisolfi, il ds che non ama apparire: “Grandi giocatori? Preferisco parlare di grande squadra”. Il nigeriano Moffi il suo acquisto più costoso

67
1654

NOTIZIE AS ROMA – Tutto fatto, o quasi. Florent Ghisolfi viene indicato ormai da tutti come il nuovo direttore sportivo della Roma. Dalla Francia ne sono certi, in Italia si lascia ancora un minimo di spazio a clamorosi ribaltoni last minute a cui i Friedkin hanno abituato.

La cosa strana è che, secondo il Corriere dello Sport, il Nizza non sarebbe stato ancora informato dal suo dirigente dell’addio pronto a consumarsi a fine stagione (in Francia manca solo una partita alla conclusione della Ligue 1). Servirà dunque ancora qualche giorno di pazienza prima dell’annuncio ufficiale.

Intanto però vengono tratteggiati i contorni del dirigente francese, prossimo allo sbarco nella Capitale: Ghisolfi viene descritto come un uomo che non ama apparire, non gradisce le luci della ribalta, ma preferisce agire nell’ombra. Caratteristiche che mal si sposano con la centralità che riveste il direttore sportivo in una piazza molto attenta a questo ruolo come Roma.

In una delle sue rare interviste, Ghisolfi ha parlato così del suo lavoro da ds: “Più che di grandi giocatori preferirei parlare di grande squadra. I parametri principali sono i valori umani del ragazzo poi l’aspetto puramente calcistico legato alle caratteristiche tecnico-tattiche applicata al modello di gioco che l’allenatore vuole portare avanti”. 

Nonostante la riservatezza, il francese viene descritto come un uomo molto coraggioso nelle scelte di mercato e a cui piace movimentare la rosa tra acquisti e cessioni. Curiosamente, Ghisolfi ha chiuso entrambe le stagioni al Nizza con un “-33” di saldo passivo tra acquisti e cessioni. Il suo investimento più costoso è stato il centravanti nigeriano Terem Moffi, classe ‘99, che aveva incrociato da collaboratore tecnico al Lorient: lo ha pagato 20 milioni.

Fonti: Corriere dello Sport / Leggo / Transfermarkt.it

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteMalagò: “La Roma per me è famiglia, irrido chi si vergogna a professare la propria fede. De Rossi ha sorpreso tutti”
Articolo successivo“ON AIR!” – LO MONACO: “De Rossi non accetterà passivamente quello che gli verrà dato”, CARINA: “La Roma va dalla parte opposta di Dybala”, ROSSI: “Baldanzi non può essere il suo vice, lo darei in prestito”

67 Commenti

    • Un altro DS straniero che potrà gestire la liquidazione di quel poco che resta della AS Roma su indicazione dei proprietari, come Monchi, e con l’appoggio tacito del giovane allenatore di turno (ieri Difra oggi DDr).
      Un DS straniero che non ha legami nel nostro Paese e che quindi non avrà scrupoli perché la sua carriera è in Francia ed assolto la sua missione tornerà nel suo Paese a gestire seriamente una società (esattamente come fece Monchi tornato a Siviglia dopo l’esperienza romana).
      I Friedkin sono solo una versione ripulita di Pallotta.
      Prima i tifosi della Roma se ne renderanno conto e prima eviteranno la fine di questa società..

    • @Asterix
      non si parla male di un connazionale, anche se il cognome è più Italiano che Francese.
      Ma parlare male di chi non si conosce è da comare di paesino, proprio da gente cresciuta in un villaggetto sperduto,non da rappresentante della Caput mundi.

  1. Se il più grande acquisto che ha fatto è tal Moffi direi che mo possiamo stare più tranquilli. Caro Ghisolfi le grandi squadre se fanno coi grandi giocatori no con le invenzioni o le presunte fenomenate

    • infatti vedo dove ti ha portato fare il progetto grandi calciatori, wijnaldum, Matic, Dybala, Lukaku, renato SANCHES… 3 di questi sempre a mezzo servizio per i problemi fisici.

    • Infatti…

      Quando abbiamo portato a Roma Marquinhos o Strotmann
      O il Napoli Kvara

      E potrei continuare per giorni…

      Le grandi squadre si fanno certo coi grandi giocatori, ma non per forza con i nomi. Si fanno soprattutto con le idee e le competenze. Quelle che sono mancate in questi anni, preferendo trentenni in condizioni fisiche precarie e nella fase discendente della loro carriera.

      Se si è capito che la strada è un’altra, è una buona notizia.

    • Ricominciamo…

      Quando abbiamo portato a Roma Marquinhos o Strotmann
      O il Napoli Kvara

      E potrei continuare per giorni…

      Le grandi squadre si fanno certo coi grandi giocatori, ma non per forza con i nomi. Si fanno soprattutto con le idee e le competenze. Quelle che sono mancate in questi anni, preferendo trentenni in condizioni fisiche precarie e nella fase discendente della loro carriera.

      Se si è capito che la strada è un’altra, è una buona notizia.

    • Ma voi vi rendete conto che 1 Marquinhos esce, a culo, ogni 10 Bianda?
      Non lo puoi sapere prima, perchè se si può sapere prima, lo sanno gli altri come lo sai tu e allora significa che è già un fenomeno a 18 anni e allora costa 70 milioni come Neymar non 5 come Marqhinos.
      Certo c’è chi è più bravo degli altri a vedere un potenziale (e niente lascia pensare che Ghisolfi lo sia, anzi essendo un bambino è molto più facile il contrario) ma è SEMPRE una scommessa.
      Che Marcos fosse così forte NON LO SAPEVANO.
      O tutti comprerebbero Marcos e nessuno Neymar.
      E nessunissimo, soprattutto, Coric. Eppure ecco che t’arriva pure lui perchè è statisticamente INEVITABILE.
      Non potete essere così ingenui da credere a ste favole: 5 Marcos / Zirkzee o chi vi pare Ghisolfi non li porterà: c’è da baciare per terra se ne arriva uno.

  2. Praticamente l’A.S. Roma sara’ la squadra dei muti.
    Ghisolfi viene descritto come un uomo che non ama apparire, non gradisce le luci della ribalta, ma preferisce agire nell’ombra. Caratteristiche che mal si sposano con la centralità che riveste il direttore sportivo in una piazza molto attenta a questo ruolo come Roma.

    L’importante e’ che seguano i fatti e che alla Roma arrivino calciatori che sono delle certezze, dei Pastore, Winaldum, Renato Sanches, Aouar, Ruy Patricio oltre che non sentirne piu’ parlare non vogliamo che ne arrivino altri.

    Penso che il tifoso della Roma sia stufo di accettare che si ripresentino certe situazioni,
    a Friedkin si concedera’ ancora questa scommessa dopo di che non ci saranno piu’ giustificazioni.
    FORZA ROMA SEMPRE.

  3. moffi? e chi è? bel bigliettino da visita insomma ho capito che famo il modello Leverkusen il prossimo sarà quello giuditta?

    • Ancora a dare retta alle insinuazioni, naturalmente malevoli, dello scribacchino di turno……

    • Una volta eravamo la tifoseria più bella del mondo, ora la peggiore (sul web, perché allo stadio è tutta un’altra storia).

    • @Bobo. Quando uno viene da tre bidoni (Monchi, Petrachi, Pinto) forse nutrire qualche dubbio diventa più che legittimo

    • Davvero…manco è sicuro e già fa schifo …

      Mah…qua si gode a piangersi addosso , tanto vale allora prendere Mazzarri come coach, sarebbe linea con tanti “ tifosi “

    • Caro Bobo,
      Caro Bobo,
      Caro Bobo,
      Caro Bobo

      Una domanda, ma algoritmo di Gould cosa ha mai vinto? scudetti? coppe?

      Qui Nessuno dice che questo e un brocco, ma non e pronto per una squadra come la Roma, qui non possiamo piu sperimentare sulla pelle di questa societa, con un novello DS che deve imparare ancora il mestiere.
      Gia fare il DS a Roma e difficile per chi fa il DS da tempo, pensa per uno che era DS del Nizza.
      State sempre con la speranza che abbiamo fatto bingo, i fatti dicono che vinci con i grandi dirigenti e calciatori, non con algoritmi. Gente che capisce di calcio, che conosce il putrido sistema del calcio Italiano.

      Ma oggi passa la moda che deve conoscere l’inglese per fare il dirigente…lol
      Galliani che e considerato come uno dei piu bravi dirigenti italiano di sempre, non sa una parola in inglese…….. lol

  4. Chissà come la fai una grande squadra senza grandi giocatori….
    Aspe’…..mo c’è lo spiegano i cesaroni.
    Pallotta Is back.

    • @Ilazio …Pallotta (inutile fare l’elenco) ha pagato giocatori che adesso neanche ce li sognamo.
      E’ inutile attaccarsi alle solite frasi strafatte ,quando il tempo (che è galantuomo) ha dimostrato quello che dissi a suo tempo :”…un giorno rimpiangerete Pallotta”.
      A questo proposito, Friedkin s’è mai tuffato in una fontana o in piscina dopo una vittoria della Roma?

    • Mo perché uno nun se tuffa in una fontana no è bono?
      E pure un reato…
      I giocatori che ha preso Er pallottola hanno determinato il passivo che i Friedkin stanno risanando, e il FFP che a molti tifosi proprio non va giù.
      Non siamo l’inda che fa un mega prestito che non riesce a ripagare, per cui fa un altro prestito per pagare il primo prestito, e così all’infinito.
      Noi siamo gente seria.

    • Mah….io non mi occupo dei conti della AS Roma, tantomeno di quelli di altre squadre.
      Prestiti o non prestiti, mi pare che l’Inter con l’attuale proprietà abbia vinto:
      – 2 scudetti
      – 2 coppe italia
      – 3 supercoppe italiane
      In più ha fatto la finale di Champions’
      Stai a vedere che i gaggi so’ loro.
      Consiglierei ai friedkin di farsi prestare un po’ di soldi, a questo punto.

    • Chiediamo al tuo gestore lotirchio che dopo la cessione del sergente ora piazza anche Luis…Occupati della tua formellese e di Taty…

  5. È giusto dargli fiducia e lasciarlo lavorare in tranquillità qualora sarà confermato come nuovo ds… Però se a sorpresa il colpo di teatro di quest’anno fosse prendere Conte od Allegri e un altro per questo ruolo forse sarebbe meglio. Temo che De Rossi possa diventare il parafulmine dei Friedkin e fare poi la fine di Di Francesco

    • @barret Questa tua supposizione è già scritta, sarà così purtroppo

    • Conte e Allegri vorrebbero una squadra almeno competitiva, per cui non verranno mai nè i friedkin, freschi di Mourinho (cui non hanno comprato i giocatori all’altezza…) tenteranno di ingaggiarli.
      Non a caso si affidano a esordienti totali, che più di tante pretese non possono avere.
      Certo, DDR dovrebbe difendere l’AS Roma e i Romanisti piuttosto che comportarsi come un di francesco qualsiasi, ma evidentemente pensa alla carriera.
      Ci pensasse bene, non mi pare che per la carriera di di francesco diventare il parafulmine di pallotta sia stato un gran trampolino.
      Di certo prestarsi per far galleggiare la AS Roma a metà classifica non è un grande atto di Romanismo, questo è certo.

  6. Articolo:l’acquisto più costoso è stato Moffi pagato 20 mil.
    tifoso qualunque: ao se questo er migliore , frikdin annate via.
    Quanto ritardo …..

    • non so’ quale sia il suo acquisto migliore,spero quelli che farà per la Roma, ma vorrei puntualizzare che il significato di “migliore” e “più costoso” nel calcio (e quasi sempre) non sono coincidenti.
      Mi sembra che ormai dovremmo averlo capito.

  7. Se questo è il concetto ispiratore della futura attività di D.S. di Ghisolfi, a parer mio non è un concetto sbagliato,anzi. Certo bisogna scovare giocatori potenzialmente forti spendendo poco,senza andare appresso a campioni spompati ,come quelli che abbiamo visto aggirarsi dentro Trigoria in questi ultimi anni.
    Una chance a Ghisolfi bisogna dargliela senza critiche preconcette.
    Poi ovviamente saranno i fatti,cioè i risultati, a far giudicare il suo operato.

    • Io più che dare chance a ghisolfi, chance a de rossi chance a qualche giovane che sembra forte pretendo, da tifoso di una squadra con un bacino di utenza elevato che produce ricavi importanti grazie alla sua tifoseria, di vedere dirigenti allenatore e giocatori di primo livello formati per competere veramente ogni anno e fino alla fine. Condivido che la realtà fino ad ora sembra essere un altra ma credo, non dobbiamo cadere nella dialettica sbagliata, a volte pilotata, di far passare questo come una cosa normale e ovvia. Mi fai stare ridimensionato? Ok ma almeno ti critico sempre. No perché qui ricordo fino all’anno scorso ad ogni inquadratura dei friedkin vai con gli applausi!!! Imbarazzante

  8. Io direi che le chiacchiere stanno a zero. Questo signore al momento è stato nominato dalla “stampa” ergo, aspetto il comunicato ufficiale. Poi, credo, sarebbe il caso di lasciarlo lavorare in pace, lui o chi dovesse essere il nuovo DS della Roma. Per il resto, vorrei farvi notare che la stampa sta sparando a zero sulla Roma, sulla CEO, su un DS che è ancora addivenire e su tutto quello su cui si può sparare. A me è questo che preoccupa di più…una stampa sempre più nemica, martellante.
    ❤️🧡💛SSFR💛🧡❤️

    • lavorare? che lavora questo?
      guarda ho giocato tanti anni al calcio e credo che quello che fa questo lo potremmo fare in tanti, se vogliono i friedkin mi possono chiamare.
      è dell’85 ha 38 anni, ha fatto 3000 mila cose mai una buona compreso il ds, leggi su internet.
      questo è l’unico che ha accettato, a basso costo, di venire qui a fare la svendita.
      motivo per il quale gli italiani dicono no.
      ti immagini un italiano venire a roma, infatti modesto ha detto no, per svendere dybala ed i pezzi decenti che hai in squadra ed per acquistare giocatori del cagliari, lecce, o fofona, ficacà, dietrolà…daje.
      l’unica cosa che posso fare, e farò, è disdire l’abbonamento, fine.

    • chi fa gli inteallazi son gli italiani anche il buon saba prendeva stecche su stecche per pippe inspiegabili ucan tanto per dire uno

    • @albert, non sapevo che fossi un così profondo conoscitore di Ghisolfi. Lo conosci di persona o ti sei fatto un’idea via internet? Immagino anche che i Friedkin ti abbiano confidato quanto gli hanno offerto. Aspettare e vedere che fa, farà o saprà fare no ehhh…troppo complicato…mah.
      ❤️🧡💛SSFR💛🧡❤️

    • @albert
      a parte che Modesto è francese e non italiano.
      Penso che fai bene a disdire il tuo abbonamento con la Lazio, è penosa.
      opure ti basta non rinnovarlo e l’abbonamento nonn lo hai più.
      A meno che tu non abbia fatto il rinnovo automatico, ma allora, forse sei stato ingnuo a fidarti di Lotirchio.

  9. Ghidolfi ha detto cose giuste , speriamo che il rapporto con DDR sia armonioso e che entrambi vedano il calcio allo stesso modo, molto dipenderà da questo. Hanno la stessa età e tra Francia e Italia l’idea del calcio non è molto differente, in più giocavano entrambi a centrocampo e questo aiuta. Prima di essere disfattisti vediamoli un po all’opera insieme, possibile che ci dice sempre male e non si riesca ad imbroccare mai l’annata giusta? I Freedkin scegliendo l’accoppiata Mourinho Pinto hanno capito di avere sbagliato, ora hanno scelto ancora loro un’altra accoppiata inedita e sanno che se sbagliano di nuovo la piazza non glielo perdona e ,quindi, penso che supporteranno molto il lavoro di Ghidolfi e De Rossi, tradotto ci metteranno i soldi!

  10. Secondo me ai Friedkin non piace molto lavorare con gli italiani, hanno fatto uno strappo alla regola con De Rossi, il Ceo è greco, il DS francese, prima c’erano 2 portoghesi. In Italia se non parli o non fai il pagliaccio non piaci, ricordo ancora cosa successe a Sinner prima che iniziasse a vincere, addirittura per come si comportava, parlava ed i suoi capelli non veniva riconosciuto come italiano ed invece ora…culturalmente siamo indietro anni luce rispetto ad altri paesi, bollare come non capace uno che neanche è arrivato e perchè francese e riservato la dice lunga sul cervello italiota.

    • Mamba….d’accordo con te.
      Purtroppo a noi italiani piace parlare e fare i saccenti su tutto.
      Giusto nelle barzellette siamo sempre vincenti.
      Povera Italia

    • Ma per favore, Fare il DS a Roma e gia difficile, poi se il nuovo DS e straniero e pure un novellino non vai da nessuna parte. Non e questione di essere saccenti, e questione di fatti, vinci con i grandi dirigenti e con i campioni.

      Abbiamo visto Pinto che faceva il forumista su un forum del Benfica, poi e diventato DS, scovato dal famoso algoritmo, invece di prendere Xhaka chiesto da Mourinho, ha speso 18mln per un Uzbeko, che manco nella nazionale faceva il titolare. Una nazione dove il cavallo non il calcio e lo sport nazionale.
      Non fai calcio con algoritmi, ma con gente che conosce il calcio, il campo, che conosce il sistema Italiano. Persino pallotta ha preso dirigenti italiani, poi ha fatto lo sbaglio del dirigente straniero, Monchi che ha buttato 300mln in pippe.

      Ma la colpa e di critica una scelta stupida senza senso, fatta con l’algoritmo di un cacciatore di teste. Complimenti

  11. Ma veramente esprimete giudizi così preventivi?
    Io aspetto i fatti per giudicare.
    È vero che gli indizi sono preoccupati, però sono i fatti che contano.
    Immagino che possano venire 10 acquisti totalmente sconosciuti.. che faccio giudico?
    Le sentenze nel calcio sono i risultati della squadra, il resto sono solo chiacchiere.
    Aspettiamo i fatti poi giudichiamo.

    • le prospettive non sono esaltanti la roma rischia un botto bello grosso perfino di indebolirsi ultimamente va detto subito perché poi dopo è tardi

    • tu immagina se a guidare la f1 mettessero uno che ha solo la patente, tu pensi diventerebbe campione del mondo l’anno dopo vero?
      leggi chi è sto signore e cosa ha fatto nella vita, permetti almeno una critica o no…dobbiamo per forza sempre lecca er cu lo.

  12. ma una società ambiziosa va a prendere questo qua che ti parla di giovani di talenti da scovare? no ti va a prendere i sartori gli giuntoli, prende grandi giocatori e ti fa una squadra per competere per vincere, questi è palese che non sono interessati ai risultati ma solo sul tirare a campare

  13. il fantastico Moffi
    lascia perdere che non l’ho mai sentito nominare, e si che ho spesso seguito le Nazionali del continente più bello del Pianeta

  14. Con i valori umani si vince? Io pensavo che si vincesse coi grandi giocatori forse me so perso qualcosa ma ci sta prendendo in giro?

  15. Diciamo che come denota qualcuno, e non ho letto così tanta stampa che addirittura attacca sia CEO ed un DS che deve ancora mettere piede in questi giorni, di come queste due figure sembrano dare molto fastidio alle testate controllate soprattutto da Amodei. Non trovo che questo sia del tutto negativo perché forse significa che cerchiamo un totale distacco del sistema calcio italico dove se anche cerchiamo di allearci con le strisciate del Nord, vorrei farvi capire non riusciremo mai ad essere considerati pari a loro in tutte le sedi come si spera ed a superarli mai. Abbiamo sempre fatto delle scelte a metà in un senso, la Soulokou è il primo CEO straniero e donna, mentre non mi sembra che tutti i passati cosiddetti dirigenti operativi italiani abbiano fatto meglio, anzi se penso a Baldissoni, Fienga, Calvo, Berardi (uomo che ha trattato con un dirigente dell’amministrazione tutta la pratica e le condizioni del Settle Agreement con la UEFA che tutti voi criticare che è ovviamente mansione del CEO), ora si legge come la Soulokou sia il problema della questione stadio e con Berardi andava tutto bene prima??? Arriverà Ghisolfi infine okay, non è un pivello ed ha già lavorato da più tempo a livello dirigenziale già dal Lens come confermato da una persona di cui mi fido. Ovvio avrei preferito un Rudi Voeller o Michael Zorc, ma anche un Congerton che era il migliore che operava in Italia, anche lui senza volersi fare proclami all’Atalanta, anche perche nessuno ha saputo vendere come il gallese (ed oggi per me conta anche di più un dirigente con contatti privilegiati verso campionati dove puoi vendere meglio tipo Inghilterra perché in Italia in verità di soldi ne girano veramente pochi) ed è stato l’unico che ha fondato dopo i Gobbi una squadra U23 (e nessun DS o dirigente italiano lo ha fatto prima del Gallese). Se Ghisolfi come scritto entro 2 anni fonderà una Roma U23, allora avrà fatto meglio di tanti passati DS che lo hanno preceduto perché per me sta gettando le basi per un futuro del club importante.

  16. Marca male…
    Malissimo.
    Se ci pensate non c’è una cosa una che faccia pensare che possa lontanamente funzionare.
    Perchè dovrebbe proprio con lui e non con chiunque altro?
    Perchè l’hanno scelto gli stessi che hanno scelto Pinto?
    Che garanzie da?
    Zero.
    Invidio chi trova ancora la forza di fare finta di crederci.

  17. Quindi ci sta dicendo che contano di più i valori umani e non l’aspetto tecnico, perciò se un calciatore è scarso ma ha dei grandi valori umani ben venga. A questo punto suggerire alle tre del nord di non comprare più grandi giocatori e spendere e spandere per rinforzarsi ma di prendere valori umani e se so scarsi pazienza. Ma tu guarda cosa ci doveva capitare a noi ma non sarebbe meglio stare in silenzio invece di sparare ste stupidaggini?

    • il modo migliore per cercare di dipanare lo scetticismo nei suoi confronti era fare proprio delle dichiarazioni così, poi si meravigliano perché qualche tifoso è preoccupato

  18. Preconcetti, supposizioni, prevenzione, si parla male di questo nuovo DS senza conoscerlo , , mi sembra che dove è stato ne parlano bene, ha fatto bene , certo la piazza di Roma e la Roma sono un’altra cosa, ma chi non ci dice che prendendo Ghidolfi abbiamo preso il nastro nascente dei DS e fra un’anno ce lo invidieranno tutti? Prima di agire all’Atalanta e al Bologna i rispettivi DS chi erano, chi li conosceva? Eppure il Bologna è l’Atalanta oggi le invidiamo. Vediamo che succede prima di parlare. Se siamo tifosi della Roma e Ghidolfi è il DS della Roma applaudiamolo per quello che farà e critichiamolo per gli errori che farà , ma dopo che li fa non prima.

    • semplicemente perché i segnali che arrivano non sono buoni, perché il tifoso della Roma è stufo di dover avere pazienza sta pazienza deve durare altri 5 anni? perché siamo stufi delle scommesse, degli sconosciuti che vengono qui a fare gavetta da noi a cui dover dare fiducia, stufi di proprietà che usando la scusa del fpf per non spendere quando altrove vedi al nord ci sono debiti ben più grossi e pure le proprietà spendono, si presentano con dei grandi dirigenti con dei grandi giocatori, invece qui ci viene chiesto di accontentarci di quello che passa il convento

    • Parole applicabili benissimo a Monchi, Petrachi e Pinto in successione.
      Lo stop quando arriva?
      Quand’è che i preconcetti, le supposizioni e la prevenzione diventano esperienza?
      Quand’è che si va a colpo sicuro e si previene la critica ex ante invece di fare gli alternativi con mosse che, stranamente, solo tu fai?
      O non c’è mai fine e se fallisce, come è ultraprobabile, pure questo poi dopo ricominciamo e ricicli lo stesso post per il prossimo bambino prodigio?

  19. Io avrei preferito Zorc ma ci sarà Ghisolfi e quindi in Bocca al Lupo a lui.
    Comunque è necessario che si costruisca una squadra B, un’Under 23 per far crescere meglio i settori giovanili ed avere i giovani più pronti e con i giusti connotati per la prima squadra, già formati a giocare tra i professionisti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome