Effetto Serra, c’è un caso arbitri per la Roma

127
6159

AS ROMA NEWSChiamatelo “effetto Serra”. Anche se la tensione tra Mourinho e gli arbitri è storia di vecchia data. Ancora più antica quella che esiste tra la Roma e il Palazzo, in guerra da tempo immemore.

Uno scontro che si è acuito da quando lo Special One è finito per sedersi sulla bollente panchina giallorossa, e che ha toccato il suo apice a Cremona, dove l’arbitro Marco Serra, in veste di quarto uomo, si è concesso il lusso di maltrattare l’allenatore portoghese: mani in tasca, atteggiamento strafottente, e un labiale (mai confermato dal diretto interessato) che sembra lasciare pochi dubbi sul contenuto decisamente poco ortodosso.

Da allora lo scontro tra la classe arbitrale e Mourinho si è fatto sempre più aspro. Invece di prendere posizione contro l’operato di Serra, l‘AIA ha finito per compattarsi individuando nella Roma e nel suo allenatore un problema da risolvere. Tanto che nella giornata di ieri era circolata la voce di una probabile dichiarazione pubblica da parte di Rocchi all’indirizzo dei capitolini, il cui atteggiamento in campo e fuori viene considerato inaccettabile da parte degli arbitri.

La tregua concessa prima della partita contro la Juventus con la sospensione della squalifica di due giornate al tecnico giallorosso è durata pochi giorni. La conferma della sentenza è stato il primo segnale di una presa di posizione, poi ratificata sul campo: il malanimo che si respira all’indirizzo della Roma è sottile quanto evidente. Quella giallorossa è una squadra che viene reputata “inarbitrabile” per l’atteggiamento che tiene sul terreno di gioco, ma soprattutto per le continue proteste da parte della panchina. 

Contro Sassuolo e Lazio gli arbitraggi, seppur non platealmente avversi, hanno lasciato intendere la tolleranza zero che si sta predisponendo nei confronti dei giallorossi: Smalling ammonito dopo una manciata di minuti per un fallo discutibile contro gli emiliani fa il paio con il giallo dato a Ibanez nel derby a pochi secondi dal fischio d’inizio. Il calcetto di Berardi viene ignorato, al contrario di quello di Kumbulla, che costa rigore ed espulsione. Segnali non troppo velati di una predisposizione che i giocatori della Roma hanno avvertito, e che hanno generato un senso di nervosismo evidente in campo.

In questa parte finale di stagione la Roma si sta giocando una bella fetta del suo futuro. E non può permettersi di dover lottare anche contro gli arbitri oltre che con i propri limiti per raggiungere quel quarto posto che può fare tutta la differenza del mondo per il club. Che sta vivendo l’evoluzione di questa vicenda trincerata nel silenzio stampa, destinato a terminare con l’avvicinarsi dei prossimi impegni.

Oggi intanto si gioca un altro round: il giudice sportivo dirà la sua sui fatti del derby, con Mourinho che non dovrebbe rischiare un’ulteriore sanzione dopo lo scambio piccato con Lotito nella pancia dell’Olimpico. L’allenatore, sostiene la Roma, aveva il permesso di andare negli spogliatoi. Ma, vista la situazione, mai dire mai. 

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteAIA: ritenuto inaccettabile l’atteggiamento della Roma in campo, Rocchi pensa a una dichiarazione pubblica
Articolo successivoSabatini: “Mourinho è la prassi fatta uomo. Non ha una rosa all’altezza, fa un’impresa se arriva quarto”

127 Commenti

    • Nella notte dei tempi (mi pare che fu l’esordio di Mazzola) l’Inter schierò contro la Juventus la squadra primavera per protestare contro decisioni incongrue. Questa potrebbe essere una soluzione: puntare tutto sull’Europa League (con tutti i rischi del caso) e far crescere i nostri bambini nella fase finale del campionato, che ritengo ormai compromesso. Sarebbe un segnale che, probabilmente, sortirebbe effetti devastanti, soprattutto se la decisione sarà accompagnata da un adeguato dossier sulle nefandezze varie.

    • Ripeto il mio pensiero, o si va in 100.000, pacificamente e civilmente, sotto la sede dell’aia a fare capire che basta così, oppure è inutile lamentarsi. È da Viola che c’è questo schifo ed ogni volta che la ROMA ha provato ad alzare la testa, tipo con Sensi, è stata massacrata. Oggi c’è mourinho che non sta abbassando la testa ed ecco il risultato.

    • Secondo me l’Editoriale di Andrea è ancora una volta perfetto, sia nei contenuti che nei toni: di sicuro l’AIA ce la sta facendo pagare ma altrettanto di sicuro noi facciamo uso (premeditato) della panchina per mettere pressione all’Arbitro…

      Una tregua conviene a tutti: a noi (a me di sicuro…) interessa arrivare nelle prime 4 e vincere l’Europa League, mica fare la guerra al ‘sistema’. Agli Arbitri interessa difendere la categoria (e i loro guadagni) e alla fin fine, sono convinto, anche fare il loro lavoro dignitosamente.

      La sentenza su Serra la dirà lunga sulle intenzioni della Dirigenza Arbitrale ma io penso che una reprimenda ci sarà: anche all’AIA si rendono conto, ne sono certo, che mancare di rispetto all’Imperatore di Setubal o danneggiare apertamente una squadra così in vista nel Calcio Internazionale come lo siamo noi, sicuramente avrebbe risonanza anche all’Estero.

      Spero in un bel passo indietro da parte di tutti e sono stupito da te, Renè, che a pochi giorni dal tuo 427esimo compleanno, perdi ancora così platealmente la pazienza 😊.

    • Realista, buongiorno. La tua idea non sarebbe affatto male, ma dubito che l’associazione mafiosa in questione venga turbata da una iniziativa del genere, anzi…
      E’ gente senza coscienza e dignità. Sono fancazzisti i quali rubano il lavoro a qualcun altro in gamba (anche moralmente) davvero, e sarebbero braccia poco adatte anche al lavoro nei campi, perché pappemolli.
      Si parano il culo reciprocamente, fanno gruppo sostenuti dal panzone di m… e da monociglio (che secondo me è ancora in pista, eccome). Come persone valgono meno del nulla, e come molti altri nella vita di tutti i giorni che valgono meno del nulla, quando indossano una divisa (qualsiasi divisa e non tutti eh… ci mancherebbe) ed hanno un minimo di potere, lo fanno pesare eccome. Freud avrebbe da scrivere e studiare un’altra vita intera su certe persone.

    • Mi prendo una raffica di spolliciate, ma ribadisco il mio pensiero sull’argomento arbitri.
      Queste guerre crociate non ci hanno mai portato a nulla.
      Il palazzo non lo combatti perchè loro ti arbitrano e il risultato di una partita possono indirizzarlo così come i giudici possono indirizzare i processi.
      Se si prende atto di questo si deve concludere che occorre entrare nella stanza dei bottoni.
      Pallotta c’era riuscito e infatti la Roma ha navigato stabilmente al secondo posto per diversi anni.
      Poi ovviamente serve anche allestire una squadra forte (come lo è stata la Roma del bistrattato Pallotta almeno fino ad un certo punto della sua permanenza).
      Quest’anno la proprietà ha elevato decisamente il livello qualitativo della rosa ma non mi pare faccia nulla per entrare nella stanza dei bottoni. Le due cose devono andare di pari passo altrimenti non si ottiene nessun risultato.
      Anche perchè in panchina hai un certo Mourinho che con la classe arbitrale italiana ha un conto aperto. Questo anche non ci aiuta.

    • ASSOCIAZIONE A DELINQUERE ma da mò e ancora si continua a dare addosso a Mourinho al gioco e via discorrendo,mah

    • noi tifosi dobbiamo compattarci x organizzare una protesta ( civile) contro questi fenomeni .
      l’altra soluzione più percorribile è quella che i friedkin facciano arrivare un assegno periodico alla classe arbitrale nel contempo mi auguro che nn tutti gli arbitri siano in malafede permettendo alla società di spendere un po’ meno.
      punto

    • una tregua? sarebbe un fatto gravissimo..vuol dire che i sospetti su campionato indirizzato sono reali. l unico rimedio sarebbe far arbitrare la roma da arbitri stranieri e cominciare con il far saltare la testa di qualche arbitro e del designatore

  1. L’Aia che fa una dichiarazione pubblica verso una società e da quando in quà? La faccia anche per Serra allora! Ma come, la categoria più silenziosa su tanti altri fatti, ora parla pubblicamente?
    Siamo alla frutta!
    Forza Roma

  2. è una guerra persa …sono troppo potenti … se pensate che avevano uno che era agli arresti domiciliari per traffico di droga ….di che parliamo ….il caso Serra è eclatante … ci vorrebbe una decisione presa al livello politico dal governo con azzeramento e eventuale commissariamento …ma non avverrà mai … quindi sono molto pessimista per il proseguimento del campionato…solo in Europa abbiamo qualche speranza

    • Guerra persa? Forse… Se così fosse, allora… Che gli spaccassero la faccia a queste mexxe! Quando un’azione vista e rivista al VAR e non giusta nei nostri confronti… Una bella stecca sui denti da tenerli fuori per il resto della stagione! Se non ci si arriva più con le parole, che ci si arrivasse con le mani! Non sono un violento ma questi ti fanno uscire fuori di testa! E allora perso per perso… Squalifica per squalifica… Ti mando all’ospedale! E se non basta una bella bomba all’AIA! Vaxxxxxxlo! Hanno rotto il cxxxo!

    • Nuova Alba 27, il tuo commento non l’avrei pubblicato. Essere incavolati è giusto e sacrosanto ma minacciare proprio non ci sta. cito una tua frase “Non sono un violento” e se lo eri che facevi ?

  3. Beh denunciando pubblicamente un arbitro e rovinandogli la carriera (peraltro finora scarsa), si è macchiata del resto di lesa maestà….
    Avanti fino infondo nella battaglia… costi quel che costi….

  4. bisogna sempre avere in considerazione il rapporto causa-effetto, ovvero che il comportamento dei nostri calciatori è una conseguenza degli arbitraggi scellerati che subiamo.
    La mancata espulsione di strefezza, la mancata espulsione di Berardi, la distribuzione dei cartellini durante una partita, e l’espulsione di Ibanez. Tutto ciò, quanto è costato in termini di punti alla Roma?
    In passato abbiamo subito di peggio, ma oggi gli arbitri hanno il var che dovrebbe consentire loro di ridurre gli errori. Oggi non esiste la possibilità del vedo/non vedo”: se non vedi, è perché non vuoi vedere, come nel caso di Berardi.
    Perché i giornali di Roma non scrivono questa cosa? Ce ne fosse UNO che dica la verità: quando una delle due milanesi stecca, la Roma subisce qualche torto.

  5. A fine anno via Mourinho che sta distruggendo la Roma oltre che dal punto di vista tattico (questa è la Roma più brutta che io ricordi) anche dal punto di vista della comunicazione (campo in cui era maestro fino a poco tempo fa).
    Detto ciò, qualcosa contro la casta arbitrale ed il Palazzo che la sostiene va fatta. Quindi contro la Samp in campo con la Primavera, tanto quarti non ci arriveremo mai sia per nostri demeriti sia perché, in ogni caso, non ce lo permetterebbero.

    • Non è una questione di persone ma di posizioni… Mourinho allenatore dell’inter si lamentava degli arbitraggi (mentre rubavano i campionati) e tutto gli veniva concesso, allenava la squadra che spadroneggiava a livello federale (e quindi a livello aia). Ora alla Roma comportamenti meno ecclatanti a fronte di gravi torti subiti vengono ritenuti inaccettabili e “sanzionati” con arbitraggi ancora peggiori. E’ uno schifo. Concordo con chi propone di andare in 100.000 davanti alla figc ma meglio con atteggiameno semi civile (qualche pizza in faccia potrebbe migliorare le cose o quanto meno dare un po di soddisfazione!)

    • mi spiace ma qui non si parla di calcio.
      La filosofia di gioco non é il tema in discussione. Tanto meno il valore della rosa.
      Qui si parla di corruzione probabile e malaffare esplicito.
      Per quanto riguarda il campionato ci sono tanti punti a disposizione che se la ROMA non perde la testa e gestisce le risorse può serenamente arrivare tra il secondo e il quarto posto.
      E, a gioco pulito, ci arriverebbe abbastanza comodamente.
      La presenza di José Mourinho (e PINTO DG) in panchina ha invece, a dirla tutta e con un minimo di buon senso (avendocelo) sortito, ci son voluti un paio di anni, una serie di effetti:
      1) la pulizia della rosa che oramai non ha praticamente NESSUN giocatore in vacanza pagata, modello Diawara/Pastore/Santon/Juan Jesus/NZONZI…
      2) la ROMA ha praticamente smesso di prendere cartoni in faccia a Milano e Torino, oltre che in giro x l’Europa (eccezione salmonara esclusa).
      Quando perde, perde di misura e con tanti rimpianti.
      E in A perde regolarmente a causa di “scelte sbagliate arbitrali”.
      Partite come quella col MU dove CAVANI ci passeggia sopra con una tripletta sono (per ora)… improbabilissime.
      3) Dopo… praticamente SEMPRE, una Coppa Europea é stata vinta (e vabbè c’è la Coppa delle Fiere dei bisnonni..), e si colloca oggi nelle prime DIECI squadre del RANKING EUROPEO.
      E questo senza complimentarsi con le prestazioni in direzione di gara degli Orsato o Maresca… che gli arbitri in Europa toppano umanamente (vedi KOVACS), ma almeno in teoria non sono comprati ancora dall’AIA e FIGC, e in pratica NON toppano a SENSO UNICO.
      In un Paese pulito e onesto la ROMA, oggi l’unica squadra, aspettando le altre, il NAPOLI mi incuriosisce ai prossimi turni ad eliminazione diretta, che difende da tempo la bandiera del nostro calcio, sarebbe tutelata, e poetata ad esempio, dalla Federazione.
      LA ROMA gioca vs VERONA, SASSUOLO e CREMONESE !? trattata dagli arbitri come una squadretta neopromossa di provincia davanti ad una big.
      Chi ancora questo non lo capisce e si ostina a parlar di calcio quando il calcio é tutt’altro campo di gioco é semplicemente un babbeo.
      Per chiudere il discorso la presenza di JOSÉ MOURINHO sulla ns panchina non ha certo peggiorato le cose per la ROMA (sempre e da sempre, dal goal di TURONE buono fino a quello di… ACERBI), ma al contrario.
      Perché un suo post sui social é visto da milioni di persone nel mondo, e sposta molto di più una frase spesa dal portoghese che una conferenza stampa a reti unificate di Pioli o Inzaghi, che non hanno fuori confine l’audience di… Mario Corsi nel suo quartiere.
      L’atteggiamento della FIGC e dell’AIA é da gente che balla sul TITANIC cmq.
      Se qualcuno a Coverciano pensa che i 6 punti regalati alla JUVE la porteranno in Champions, ad esempio, non ha fatto i conti con l’oste UEFA…
      E in ogni caso che vinca o che perda questo calcio é una mer… ma chi se ne frega!

  6. Su questa vicenda si giudicherà la serietà del progetto dei Friedkin. Come imprenditore devi difendere il tuo investimento da attacchi esterni.
    Qui la Presidenza sta lasciando la squadra sola e senza protezione rischiando che l’obiettivo economico (la qualificazione CL) non venga raggiunto.
    Se per loro non fa differenza se siamo in CL o meno perché hanno preso la Roma ?
    Se ritengono, invece, (ed in parte do’ loro ragione) che sull’agonismo, la ricerca del nemico Mou e il suo staff stiano esagerando (la scena di Nunes con Pedro è ridicola) dovrebbero parlare loro in privato.
    Ho visto la partita con il Sassuolo e l’atteggiamento dell’arbitro era irritante ed anche al derby si è visto un metro di giudizio diverso con noi..deve essere la Presidenza non l’allenatore o i giocatori a fare casino altrimenti qui giochiamo con la primavera fra un po’..

    • Asterix ho provato a dirlo ieri e mi sono beccato una marea di spolliciate.
      Il silenzio della proprietà può avere 2 ragioni :

      La migliore l’inesperienza dei Friedkin nel settore specifico, senza capire che qualche dirigente esperto di cose calcistiche italiane (palazzi del potere) dovevano prenderlo.

      La peggiore che a loro interessa di più tutto il business extracalcistico legato a Roma città (Stadio, Turismo e forse anche Cinecittà ….)

    • Mi fate il nome di un solo dirigente o presidente della storia della ROMA che abbia mai cambiato qualcosa nel rapporto con gli arbitri con le sue dichiarazioni? E voi la vostra squadra, qualunque sia, pensate di difenderla come?

    • A meno che per voi corruzione e malafede in Italia non esistono, pongo solo una semplice domanda: Quanti allenatori dobbiamo ancora cambiare, quante penalizzazioni e mortificazioni dobbiamo ancora subire, prima di ammettere che qualcosa in FIFA e AIA non funziona?!
      Sempre che non vi esprimete per rancore o riusciate ad essere obiettivi

    • come negli USA bobo, come da loro. Ma trump, bush, clinton non vi hanno insegnato niente?

  7. È tempo che l’AS Roma prenda una posizione pubblica. Non si può lasciare Mister e Giocatori allo sbaraglio. Questo silenzio comincia a darmi fastidio

  8. Non chiedo a Friedkin di dire due parole ma almeno un comunicato di protesta potrebbero pure scriverlo. Se rimani perennemente in silenzio questi ti mangiano

    • Purtroppo gli Americani non comprendono questi atteggiamenti e restano in silenzio per poi prendere decisioni in separata sede….il Italia questo comportamento non premia… nazione corrotta dove chi delinque viene sempre giudicato con parsimonia.
      Forza Roma

  9. Sono sempre dell’idea che è giusto protestare e che fa parte del gioco, ma la Roma esagera.

    Dalle risse in precampionato (penso unica in Europa) fino ad uno staff che viene costantemente cacciato per comportamenti sopra le righe (incluso l’allenatore).

    Non passiamo sempre per santi ragazzi.

    Siamo entrati nel tunnel pericoloso del vittimismo provinciale con la sindrome delll’accerchiamento.

    È oggettivo il fatto che si usa un metro di paragone diverso con noi, ma è anche vero che ce la siamo cercata con questi atteggiamenti.

    Siamo passati dalla passavitá di Fonseca, all’opposto di Mourinho.

    Lo puoi fare con l’Inter che ha un influenza importante nel palazzo e una forza economica e tecnica importante, ma non lo puoi fare con la Roma che storicamente è odiata dal palazzo e non ha una rosa da poter fare fronte ad una terna arbitrale di parte diciamo.

    La società in questo dove sta?

    È felice di prendere multe ed essere la squadra con più espulsioni in Europa? ben 19?

    Tempo fa parlai di assenza di un vero manico e di un progetto identificativo.

    Ad oggi invoco la società per dire basta a certi comportamenti, perché questa è un ghetto di Scampia (con rispetto a chi ci abita), ma uno sport.

    • Bhe per me siamo accerchiati se vedi kumbulla ma non vedi berardi ed hai il var se ammonisce ibanex per un fallo normale e non ammonisce milinkovic per una gomitata in faccia o non cacci Luis Alberto per un piede a. Martello gamba altissima sul ginocchio e ripeto ginocchio non stinco su zelwsky per me sei accerchiato sopratutto se poi ti distrai guarda caso su un mani di rabiot sul. Goal della giuve

    • Dopo tutto ciò che sta accadendo, secondo il tuo luminare parere i “Tifosi della Roma avrebbero la Sindrome provinciale d’accerchiamento”. Essere agnostici e ottusi è una caratterialità umana ma qui si esagera. Ma le partite le guardi a schermo spento?😅😂

    • Ce la siamo cercata? Ma hai idea di cosa stai dicendo? Un arbitro è una figura che lavora nello sport PROFESSIONISTICO stipendiata da noi (chi va allo stadio, chi guarda le partite in tv e tanto altro). Non esiste al mondo che con tutti i soldi che prendono oggi siano esposti a influenze nel giudizio di una squadra, e oltretutto, il nervosismo, è solo frutto di questo scempio.

    • Nonostante la passività io Fonseca in campo che inveisce contro gli arbitri me lo ricordo.
      Se poi come fai notare anche tu che c’è chi si può permettere certi atteggiamenti e chi no la sindrome non è cosi ingiustificata. L’atteggiamento degli arbitri nelle gestioni delle nostre gare non è cambiato + di tanto ora fa solo + rumore, quindi puoi scegliere tra subire gli errori arbitrali abbozzando o protestando ma sempre li subisci.

    • Tu dici “È oggettivo il fatto che si usa un metro di paragone diverso con noi, ma è anche vero che ce la siamo cercata con questi atteggiamenti.” e per me è sbagliatissimo su più livelli.

      – per quanto riguarda il metro di giudizio, questo deve essere sempre il più omogeneo possibile da parte di chi arbitra, a prescindere da simpatie e antipatie;
      – inoltre inverti causa ed effetto perché gli atteggiamenti sono dovuti agli arbitraggi assurdi e non viceversa;
      – episodi come quelli citati su queste pagine da altri utenti (dalla gestione cartellini e della partita in generale agli episodi più palesi) ci sono stati anche gli anni scorsi senza Mourinho e la sua impostazione di squadra;
      – comunque i giocatori della Roma non arrivano mai ai livelli visti da juventini, milanisti e interisti: tra strilli in faccia, capocciatine, abbracci agli arbitri e continue minirisse con gli avversari abbiamo visto di tutto ormai, e tutto passato in cavalleria;
      – il tuo modo di ragionare tiene fuori ciò che accade sugli altri campi e che determina la classifica finale tanto quanto i nostri scivoloni: gol con tocco di mano durante l’azione, gol in fuorigioco, falli di mano in area ignorati, ecc ecc e tutto con l'”aiuto” del var…

    • Senza offesa meglio la sindrome provinciale di accerchiamento che la Sindrome capitale di foderamento prosciuttale.
      Vedi Lorysan ti dico una cosa: Siamo la squadra più forte del mondo? No
      Cristante( per fare un nome, ma vale per Ibanez, o chiunque) e’ il più forte centrocampista del mondo? No
      Facciamo errori? Si.
      Spesso giochiamo male, o comunque non sfruttiamo a dovere le occasioni in campo ? Si
      Ma tenere le fettine di prosciutto sugli occhi di fronte a sto schifo , non mi sta bene.
      Negare, o comunque fare finta di niente su quello che ci fanno in campo , non va bene.
      Non si può negare che le decisioni in campo sono contro di noi.
      Ora però , spiegami a parole tue, i due gol della Juve che gli hanno fruttato 6 punti. in quale sindrome rientrano?
      Spiegami gli arbitraggi di spezia – Inter
      e udinese milan.e sto parlando di due partite a caso, in cui le milanesi hanno perso. nonostante gli arbitraggi a favore.
      Non e’ che si può vincere sempre anche contro le porcherie arbitrali e può succedere di perdere nonostante i favori. Ma sono casi rari.

    • in effetti LORYSAN, se riguardi MILAN-SPEZIA e le immagini del “clamoroso errore arbitrale del secolo” di SERRA ai danni dei rossoneri (così é descritto in quei giorni, e così é ancora raccontato da RAI, MEDIASET, TV PRIVATE, WEB, Paperino e Famiglia Cristiana e pure, bonariamente per carità, dall’Osservatore romano della Santa Sede…) vedrai un nugolo di rossoneri addosso all’arbitro piangente, mani in faccia, a strapparsi i capelli, urlare, sbatter pugni sull’erba…
      la sera stessa, anzi neanche un’ora dopo ricordo, per fuffamercatopuntocom, corsport, gazzetta, corsera, repubblica… parte una lettera “ufficiale” di scuse (😆) dell’AIA ai milanisti.. mai pensata e scritta.
      Ancora oggi, a quasi due anni, il Milan viene raccontato in quel caso come vittima di un terribile errore da zazzaroni, prima la buon anima di Sconcerti, Visnadi, Sabatini e via elencando…
      curiosamente non é stato neanche un errore, perché il REGOLAMENTO, allora come oggi, recita che è FACOLTÀ concedere o non concedere il VANTAGGIO, o fischiare la punizione…
      da allora SERRA NON ARBITRA PIÙ.
      E l’unico errore (ci fosse stato un Concetto LoBello!) fu non buttar fuori mezzo MILAN in quei momenti. Ma che SERRA non abbia le pall.. lo abbiam capito ora.
      In A le perdite di tempo se vinci e le proteste in bande organizzate se perdi fanno parte del gioco NORMALE da tanto e per tanti… normalmente impunite, o meglio punite ad squadram…
      quanti CRISTANTE hai visto squalificare con PROVA TV e orecchie radar per aver bestemmiato tra se e se a gioco fermo dopo un autorete?
      Non basterebbe lo spazio qui per descrivere le scene di Bonucci e amici in una sola domenica.
      Però noi dovevamo educare Zaniolo…😁

  10. chi fa l’arbitro è un infelice……Rocchi prima di parlare della Roma deve ancora spiegare i tre goal regalati alla Juve contro la Roma con sie invenzioni. AIA pagliacci …..

  11. Non ci sono dubbi, c’è una disposizione a colpire i giocatori della Roma e il suo allenatore. AIA devete assolutamente rivedere questo tipo di atteggiamento, né vale la regolarità del campionato. Soprattutto il prestigio della squadra Roma, e il suo popolo giallorosso. In questo modo si offende lo sport, ricordatevi che il vostro stipendio è la vostra celebrità dipende dal calcio, non distrugetolo. Tutto dipende dalla cretibilita e onestà arbitrale. non decentivate questa affluenza di pubblico che va allo stadio e giudica il vostro operato. Quindi prendete subito la decisione giusta, abbassate i toni e arbtrate correttamente, noi vi giudichiamo.

  12. Credo che la Roma debba portare Serra in tribunale e chedere il risarcimento danni. La chiara mancanza di imparzialità fi giudizio degli arbitri nei confronti della Roma deve trovare i giusti canali e pretendere giustizia. La Meloni dice di essere romanista? Ha l’occasione per dimostrarlo, come Gualtieri altro che sventaglia la sua romanità. Chi è romanista e può fare faccia. Siamo subendo un’aggressione, noi siamo l’Ucraina e gli arbitri la Russia di Puttin. Chi può protegga la Roma.
    Forza Roma

    • La tua rabbia è anche la mia, ma la politica del Palazzo pallonaro non é la stessa cosa della politica istituzionale, che è assai più complessa e meno primitiva: Andreotti all’apice del potere (molto, molto più potente del panzone dei nostri giorni) mica ci fece vincere 10 scudetti …. e pure il senatore panzuto conta tanto nel calcio, mentre nella politica vera é una macchietta mal sopportata (e un esecutore di ordini), datemi retta

  13. Fare la guerra ai burattini in giacchetta nera é inutile, anzi controproducente. La guerra va fatta ai loro loschi burattinai di Palazzo. Io non capisco la proprietà americana dove pensa di poter arrivare senza lavorare di politica, nei corridoi delle federazioni, senza ingraziarsi qualche pennivendolo, senza allearsi con qualche società etc. etc. Va bene siamo belli, puri, senza macchia, ma perennemente massacrati, corxuti e mazziati e la stampa ci dà pure contro! Bella soddisfazione!! Invece di fare inutili e plateali scenate contro i fischietti al soldo del pinguino pregiudicato, pensassero a tessere una contro-cordata delle squadre vessate dal Palazzo (ricordate Sensi?) per armare tutti i giorni un casino nei corridoi della Lega!! Che cavolo

  14. abbiamo qualche rappresentante della Roma in qualche organo federale? No! abbiamo una presidenza che sta in America, un gm pintus che non sa nemmeno dove si trovi ed un allenatore di carisma con un gioco o meglio non gioco da 400 a.C che cerca di fare scudo per proteggere squadra e calciatori. Ecco come stiamo messi. spero che a giugno cambi la musica e se dovesse restare Mourinho che gli venga dato il giusto supporto, con un ds di peso magari ed uno scouting all’altezza che non porti a Roma giocatori cotti, stracotti e scarti di altre società. forza Roma

  15. Volendo essere oggettivi, già dall’anno scorso la squadra ha l’atteggiamento che aveva la Juve di Conte, e ad ogni fallo si circonda l’arbitro o si protesta in modo veemente. Zaniolo, Pellegrini, Mou, quante volte abbiamo visto proteste feroci per un fallo laterale o un fallo a centrocampo? Era davvero sempre necessario? La nostra panchina che ogni volta scatta come se ci avessero negato un rigore in una finale di Champions… Non siamo la Juve e a noi certe cose non le fanno passare… Non è facendo la guerra in campo che possiamo sistemare questa cosa, ma calmando gli animi e avendo un dirigente autorevole che si faccia sentire con l’aia ma anche con la banda di Mou… Questo non può fare finta di allenare il Real, perché il danno lo fa a noi…

  16. Scusate, ma di che parliamo? Ricordo che rocchi è quello dalla tripletta pro iuve nel secondo anno di Garcia (iuve -ROMA 3 a 2). Speriamo nella Europa League, anche se sarà difficile.
    PS) “VOLESSE IL CIELO” : lazio 4 classificata, Roma 5/6 classificata (tanto abbiamo già capito che rocchi e schifosi vari, oltre non ci faranno andare), però succede il miracolo che la ns ROMA vince la Europa League…risultato: ROMA in Champions e lazio, der panzone inquisito, delle scommesse fuorilegge, dei presidenti e giocatori inquisiti e condannati, dei tamponi covid farlocchi e dulcis in fundo degli 11 anni di SERIE B, retrocessa in Europa League. Immaginatevi quanti andrebbero a suicidarsi sul ponre di Ariccia, rocchi in primis.

    • Si ROCCHI e’ quello che fece sbloccare Garcia , che simulo ‘il suono del violino, ma non lo scrivere se no, uno a caso, Romanelcuore ci rimane male, ehhh se avessimo un gioco…quella Roma lo teneva un gioco e come lo teneva un gioco , ma le porcherie erano le stesse..

    • Ernesto, è proprio per evitare questo che sta lavorando il Palazzo … scazzie almeno terza, in modo che neanche la nostra vittoria in Europa possa impensierire il trippone plurinquisito

    • se la Roma dovesse vincere l Europa League da 5a o 6a andrebbero 5 squadre in Champions… il palazzo…il panzone… pensiamo a giocare a pallone.

    • no pan non ci vanno 5 squadre sempre 4 sono anche se chi vince la cl o il la ue non è tra le prime 4 , se la dovesse vincere la Roma o la juve e non sono tra le prime 4 la 4 va in ue e la sesta in conference e la 7 sta a casa

  17. Credo che nella Roma ci sia un problema di pippe che si sentono campioni, di coatti che pensano di stare sul ring della MMA e piano invece la prima pizza che vola, di allenatore e staff che per coprire le magagne tecniche fanno una partita di rugby tutte le domeniche con gli arbitri.
    Per fortuna che ancora resiste la Curva Sud e con lei i suoi ultras.

    • BRS se non sei d’accordo argomenta, sto sarcasmo anche riuscito male non porta nulla alla discussione.

    • Forse hai poca materia grigia ti ho chiesto uno sforzo eccessivo.
      In ogni caso non fai ridere.
      Buona giornata.

    • Ah io ho poca materia grigia? Rileggi quello che hai scritto, e poi rifletti sulla tua di materia grigia. E comunque non volevo farti ridere. C’è poco da ridere.

    • E a proposito di materia grigia… gli ultras giocherebbero loro? È proprio vero che il potere impone ai suoi sostenitori l’obbedienza. Blouson ti sei già dimenticato gli infami e i cesaroni, ora invochi il dibattito, e vabbè ma ti faccio presente che gli arbitri non portano più la camicia nera, o intravedi la loro anima nera?
      Forza Roma

    • Infatti non c’è un ca da ridere.
      Ho scritto, in modo colorito, che mi sembra ci siano problemi abbastanza evidenti all’interno della nostra compagine. Il piagnisteo in generale e arbitrale mi genera una rottura de coxxxxxx che la metà basta.
      Aho’ contenti voi, è tutta colpa degli arbitri c’è il gombloddo è la Roma se non c’erano l’arbitri aveva fatto er triplete.

      @ prohaska: non ho capito che hai detto, infami cesaroni dibattito anime nere, ma che stai a di’? Non invoco niente, se uno manco se presenta e risponde in modo poco urbano a un mio post se permetti cerco di prendere le distanze. Se invece ti poni in un certo modo educato e consono alle maniere allora è diverso.
      Comunque per me non c’è problema, annate sotto l’AIA e fate come l’anarchici per Cospito, sfondate tutto

    • Tu puoi pensarla come ti pare, sinceramente non me ne frega una beneamata. Ritengo risibile (quello sì, non la mia risposta iniziale) che tu venga qui a farci la lezione su presunti “coatti” in squadra (senza fare nomi e cognomi) appellandoli come “pippe”. Se hai in antipatia qualcuno per il suo modo di fare, vai a Trigoria e diglielo in faccia. Ma evitaci lezioni di bon ton, grazie.

    • A parte che la lezione di bon ton te la sei inventata non sta scritta da nessuna parte, sicuramente se vuoi metterla su questo piano dovresti prendere qualche lezione, visto che entri a gamba tesa su post altrui. Ma d’altronde l’educazione o ce l’hai, o non si può compare al mercato.
      La chiudo qua.

    • @Blouson. Alla mia età posso solo sfondare il materasso ma almeno per iscritto non faccio il Don Abbondio.

    • Stranamente a questo giro ho una visione simile alla tua sulla Roma: abbiamo alcuni giocatori scarsi ma “intoccabili”, altri che voglion fare i palloni gonfiati (mai sopportato i Bonucci) ed uno staff che imposta le partite in una maniera che non mi fa impazzire.

      Tuttavia, come la penseresti se uno dei nostri, invece di essere semplicemente pippa, ci impiccasse le partite di proposito?

      Perché è di questo che si parla. Non che gli arbitri siano scarsi, ma che siano fin troppo bravi…
      E una cosa (problemi della Roma) non esclude l’altra (difformità di giudizio in tutto il campionato a seconda della squadra).

      Poi per carità, questa Roma non avrebbe vinto il campionato, ma starebbe senz’altro più comoda in classifica.
      Senza contare che Rome passate hanno raccolto fin troppo poco rispetto a quanto valevano, penso a quelle di Capello o di Spalletti. E sempre per lo stesso motivo di oggi, che non è poi tanto campato per aria visto pure ciò che uscì nel 2006. Quella è l’aria che tira.

    • Anacronistico,

      per questa volta passi ma cerchiamo di non far diventare un’abitudine il fatto di essere d’accordo.
      Sulla tua domanda non so che risponderti, la lotta ar palazzo all’arbitri all’AIA all’Italia ecc ecc non mi piace e non mi appassiona. Non mi piace la guerra Nord Sud Boldi-De Sica, non mi piace i piangersi addosso e il lamento continuo.
      Sappiamo che la Roma è nata per affrontare un certo potere. E’ inutile stare a piagnucolare tutti i santi anni dal 1927 a oggi.
      Preferisco guardare dentro casa mia. E dentro casa mia vedo esattamente quello che ho scritto all’inizio.

    • Beh, casa nostra in questo caso è pure il campionato, no? Sennò giocheremmo tutte amichevoli tra titolari e riserve dentro Trigoria!

      Comunque capisco che non ti appassioni la questione, ma ciò non toglie che sia una cosa impattante ed importante.
      Pure io non mi appassiono a togliere le erbacce nell’orto, ma è necessario. È un brutto e noioso lavoro ma qualcuno dovrà pur farlo, altrimenti le cose andranno sempre peggio.

  18. IO che non ho nel mio vocabolario la parola scansarsi, beh voglio che ci scansiamo.
    Si dobbiamo falsare il campionato. ( Già falsato ma a ca** loro pero ‘) Scegliere DI volta in volta una partita in cui poter andare in kulo a chi , aiutato da sto schifo del palazzo ha approfittato ai nostri danni. Esempio il Sassuolo si sta giocando la qualificazione alla CONFERENCE ? Oppure un semplice piazzamento in campionato? Ebbene presentarsi in canpo , contro la contendente a tali piazzamenti, con la squadra allievi ( la primavera già e’un livello superiore per sto campionato ridicolo e farlocco ) e schiattarlj in corpo. E cosi via…di volta in volta a seconda.
    Preservare tutti per la fase finale della Europa LEAGUE
    Poi pensare seriamente a iscriversi a un altro campionato.. Con chi siamo gemellati con la Dinamo Zagabria? Allora iscriviamoci al campionato Croato
    Dopo di che , denunciarli . TUTTI. TUTTI.
    Per minacce. Mobbing. PERCHE questo sta succedendo , sopratutto dopo il caso Serra .
    Io ho un sogno, (che come la maggior parte dei sogni non si avverera’mai.) Vederli uscire ammanettati da quel dannato Palazzo
    Ma rivediamo alcune situazioni avvenute tra Cremonese, Sassuolo , lazzie.
    Fallo di mano nell’azjone del 1-0 Cremonese gol convalidato.
    Serie inoresdiinantr di fallo cattivi e proteste avversarie mai sanzionate.
    Nell’azione del rigore del 2-1.ci sta fallo per noi , aula trequarti non sanzionato. E i sul contatto in area l’avversario si tuffa.
    ROMA-SASSUOLO
    calcio di rigore in area per non solo pochi minuti. Ma l’arbitri dice che e’tocco involontario. Stessa dinamica poco dopo di Smalling ( punizione e cartellino giallo) analoga situazione in Udinese -Milan ( rigore per il Milan )e ci sta gente che nega tutto sto schifo . Allora siete complici.
    Sul calcio di rigore ( ennesimo fischiato contro, gamba tesa di Berardi su kumbulla. Ma hano visto solo il ca** che gli conveniva.
    Anche in questa partita serie di calci e gonutare subite senza essere sanzionate. Al massimo qualche punizione a favore una tantum.
    Con la lazio abbiamo visto cosa e’successo .
    Con Luis Alberto che doveva essere espulso . Ed Prima. Molto prima del secondo giallo sventolato a Ibanez.
    Cari negazionisti, troll , saccenti moralizzatori questa e’la verità.
    Ibanez ci ha incartato il derby …Non Massa.
    Che schifo abbiamo perso con la Cremonese si si….chi ci stava al Var? AURELIANO RECIDIVO IN CONTUMACIA.
    Al var con il Sassuolo. ? PAIRETTO e che Te lo dico a fa. ..

  19. A dire il vero Rocchi si è espresso anche contro Simonetta Inzaghi…
    Però, sappiamo come vanno le cose..
    Le “strisciate” negli anni si sono prese il potere e se lo gestiscono a piacere…🤷
    Secondo me, insisto su sta cosa già detta tempo fa’, da solo al fronte te inpallinano..
    Serve coalizione con Napoli e… Lazio
    Esattamente come fanno le strisciate…
    Allora forse, avrai un po’ de potere..
    Altrimenti, solo lamenti…🤷
    💪🧡♥️

    • Rocchi ha criticato chiffi perché ha non ha gestito bene la partita facendola diventare troppo nervosa invece ha elogiato massa ma non mi è sembrata una partita tanto tranquilla.

    • AndreaVe, la coalizione di cui parli non si fece con Cragnotti (nonostante lui, ormai condannato, si lasci andare a ricordi di “quando lui e Sensi” … ma quando mai!!), con cui perlomeno c’era una affinità tra “patron”, figurarsi se sia possibile adesso, dal momento che il panzone è stato messo lì da vent’anni per fare una politica ferocemente antiromanista!!!
      Intendiamoci, non dico che un’eventualità mi farebbe piacere, anzi: dico solo che l’impossibilità di tale alleanza fa capire lo stato di isolamento della A.S.Roma.
      Come ho già detto, bisognerebbe iniziare a tessere alleanze con chi oggi non conta, è vessato, unire le forze con chi ha i tuoi interessi, non con chi ti fa puntualmente le scarpe. Sarebbe il momento che la proprietà se ne rendesse conto

    • 😂😂😂😂 sì sì…certo. il gioco lo abbiamo avuto con Zeman, arbitraggi uguali, con Garcia arbitraggi uguali se non peggio, con Fonseca.. sì sì il gioco…sì sì…

    • 😂😂 si si no no tutta colpa degli arbitri 🤣💊 noi semo li mejo, gomblotto gomblotto, annate avanti così va 🏖️

  20. Sommergetemi di spolliciate, ma devo dire la mia. Mourinho è sempre stato questo in tutte le squadre che ha allenato (e Conte è uguale), sindrome da accerchiamento, uno contro tutti, il mondo ce l’ha con noi e noi reagiremo. Lo fa per compattare le squadre e fargli dare il massimo, e lo sta facendo anche alla Roma. NON c’è un complotto dell’AIA contro la Roma, pensarlo è assurdo, non avrebbero alcun motivo plausibile per farlo visto che bene o male la Roma è una delle forze del campionato e porta tanti soldi al sistema. Ci può essere un occhio di riguardo per le solite strisciate, quello si, ma pensare che ci sia una “guerra” in corso tra AIA e Roma è ridicolo ed è quello che, per l’ennesima volta, è riuscito a instillare Mourinho nelle teste di giocatori, collaboratori e tifosi.
    Il problema è che questa cosa magari paga nel breve termine, ma poi lascia un cumulo di macerie. Mourinho partirà e si lascerà alle spalle una società nevrastenica con giocatori che saltano sull’arbitro alla minima cavolata, coi tifosi che pensano di essere nell’occhio del ciclone, coi collaboratori che si fanno cacciare una partita si e l’altra pure.
    I Friedkin fanno BENISSIMO a non intervenire, in America nessuno può andare a dire una singola parola agli arbitri, MAI, nemmeno i capitani, anche in caso di palesi ingiustizie. Al massimo l’allenatore può chiedere spiegazioni, ma poi finisce lì.
    È la mia opinione, forza Roma 😉

    • Mi costa molto dirlo e mi dà una sensazione di forte disgusto, e non capsico cosa mi stia succedendo, ma sono d’accordo anche con le virgole su quanto precede.
      Non succederà mai più, giuro.

    • @bluson: ahahah
      te l’ho già scritto in passato: più volte mi sono trovato d’accordo con quanto hai scritto.

    • se c’è un occhio di riguardo per qualcuno e per altri no quando lotti per le stesse posizioni allora le proteste sono giustificate.

    • SOP non va bene, dobbiamo sforzarci di scrivere qualcosa che ci riporti alle distanze siderali che meritiamo.

    • Ripeto: non c’è un complotto dell’AIA perchè l’AIA esegue ordini (certamente ha anche antipatie), e arrivo pure a dirti che scagliarsi contro di loro non conviene.
      Il problema è che non sei nel P A L A Z Z O. Quindi un problema c’è eccome ma è altrove!

    • Ragà, non è per andare contro alla Roma o questione di pochezza, Mourinho e Conte sono così. Tra l’altro è anche una strategia che nel breve termine può portare frutti, tipo Mancini è cresciuto in carattere e garra anche grazie a questo “clima” che Mourinho ha creato nel gruppo. Peró a me personalmente questo modo di intendere il calcio come battaglia contro tutti non piace. Esempio Conte lo detesto, e non è che se un domani fosse sulla panchina della Roma mi diventerebbe automaticamente simpatico, tocca anche esser coerenti con se stessi ogni tanto.

  21. Guardare SOLO le partite in Europa.

    Non seguire il Calcio quando non ci sono partite (cioé ora).

    Non sovvenzionate questo schifo.

    Né con i vostri soldi ma neanche col vostro TEMPO : non lo meritano.

    Facessero uno spettacolo migliore se ci vogliono tenere

    incollati davanti alla TV ogni singolo giorno.

    Non seguite un caxxo : tanto che vi perdete ?

    Vi daranno articoli scritti da analfabeti su calcio-mercato inventato,

    e qualche stronxata su sta nazionale demmerxa del Sistema.

    Non seguite un caxxo per 2 settimane : fate altro.

    Niente calcio per due settimane, sul SERIO caxxo.

    Astinenenza.

    Poi dopo la pausa tutto sull’ EUROPA e vaffanxulo.

  22. E’ stato fatto il deserto ma a quanto pare molti tifosi vivono meglio nella totale aridità piuttosto che in luoghi rigogliosi di piante e di frescura. Questione di gusti. Per quanto mi riguarda mi sono ormai fatto l’idea che il romano (e romanista) è in genere parecchio masochista (e gli altri non li fanno proprio parlare).

  23. Mourinho e il suo staff fanno questo da sempre, cercano di mettere pressione sull’arbitro.
    Non lo fanno solo loro, ci mancherebbe, ma per Mourinho è un marchio di fabbrica da 20 anni.
    Solo che finché lo fai con Chelsea, Real Madrid, Inter ecc, è una cosa, quando lo fai con la Roma è chiaramente un’altra.
    Il tecnico portoghese ha un conto aperto con gli arbitri italiani da tredici anni che sta saldando adesso, peccato però che lo paghi la Roma e non il legittimo debitore, cioè l’Inter.
    Gli arbitri, dal canto loro, sono felicissimi di raddoppiare la razione di legnate, una per la parte che ci compete da decenni, e l’altra per Mourinho.
    I Friedkin e Pinto dovevano saperlo quando hanno ingaggiato il tecnico di Setubal, per cui delle due l’una: o rinunciano a lui (o lo invitano a fare “pippa” come si dice a Roma) oppure fanno in modo di tutelarlo nell’unico modo possibile, cioè salendo a bordo del maleodorante vascello del calcio italiano. Altre strade non ne vedo.

  24. si può parlare di tolleranza zero se poi le partite vengono gestite in modo imparziale e si puniscono solo gli atteggiamenti comportamentali in maniera fiscale, con la Roma invece influiscono sulle decisioni tecniche cioè falsano le partite che con l’aggiunta del comportamento di serra che fa capire come il disegno sia un altro e tutt’altro che lecito e sarò io che sbaglio ma ho la sensazione + stiamo vicini alla zona europa e + ci arbitrano in maniera particolare. Il nostro allenatore esagera e anche le proteste vanno fatte nei modi giusti ma è sempre stato questo e io non mi ricordo nella sua prima esperienza italiana cosi tanti cartellini e cosi tante reprimende sui media anzi questo suo atteggiamento veniva dipinto come uno dei suoi migliori pregi oggi come il suo peggior difetto.

  25. Non ho visto Inter – Rubentus perché ero di ritorno dall’olimpico, intento a risalire contromano un mare di melma biancazzurra festante.
    Non so quindi come abbia arbitrato Chiffi, ma stamane ho visto dei fermo immagine del fallo di mano di Rabiot che lasciano davvero pochi dubbi sulla mala fede del varista, o comunque sul principio dominante che ispira l’operato dei fischietti da tempo immemore, che per mutuare un’antica regola del diritto potremmo definire “in dubio pro reo” , laddove x reo, ovviamente, si tende la Rube.
    Non stupisce che Rocchi, quello del violino di Garcia, abbia avallato l’operato dell’addetto al var.
    Venendo alla nostra partita, Ibanez avrebbe dovuto capire l’antifona che da dopo cremonese roma appare evidente anche ad un cieco, ed evitare di fornire pretesti all’arbitro, ma resta il fatto che l’espulsione del brasiliano dopo mezz’ora x quei due falli appare inconciliabile con il metro arbitrale usato da Massa rispetto ai falli di Romagnoli, Milinkovic etc..
    Come tutti gli anni, quando si entra nella fase cruciale della stagione, i fischietti prendono in mano la situazione ed orientano le partite a piacimento.
    Penso ormai che l’unico modo x ottenere arbitraggi equi in serie A sia far sparire la Rubentus dal globo terraqueo, per usare le parole dell’attuale presidente del consiglio.

    • No, non basterebbe fare sparire la rubentus, quando furono mandati in serie B, il loro posto fu preso dall’inter, in quanto a furti e scudetti.
      il problema e’ben più radicato, e mi spiego, il sistema Moggi- Galliani, prevedeva la sconfitta della Roma con ogni mezzo negli scontri diretti ( meglio se ciò avveniva per demeriti nostri) aiuti a palla quando giocavano contro le squadre piene di pippe immonde, e il contentino a noi in determinate partite. Un esempio ( che già ho fatto ) la Roma di Zeman subì il solito furto con annessi sbeffeggiamenti in Juventus -ROMA, poi gioco con Lecce e Bologna e in campo gli arbitri ci diedero ,a favore, di tutto di più, ( poi Moggi andò al processo a dire : ehh avete visto pure la Roma ruba) il tutto finalizzato al concerto della sudditanza psicologica verso le grandi squadre, e facendoci credere di essere equiparate alle grandi squadre ( per me la ROMA e’grande a prescindere).
      Negli ultimi 10 anni, tranne in qualche insulsa partita di fine anno, non ci hanno mai regalati niente, non ho mai avuto l’impressione o la percezione di essere trattati da grande squadra
      Comunque una volta pensavo che siccome Franco Sensi, Totti, De Rossi, Baldini, a turno avevano attaccati il sistema, che ci massacravano proprio per via di quegli attacchi frontali.
      Ormai penso che il vero bersaglio di sta gentaglia, oltre a quello di servire i potenti, siamo proprio noi tifosi , sì noi tifosi.
      Che nessuno si azzardasse a dire che tutto questi sta succedendo per colpa di Mourinho e il suo staff, perché in questi 13 anni di proprietà americane, il profilo avuto e’sempre stato basso, pure troppo basso.
      Ce ne hanno fatte di tutti i colori.
      Le multe per i Walky Talkie di Garcia, nonostante che nel regolamento non vi fosse il divieto all’uso.
      Alla squalifica di Holebas con il ritaglio di giornale nonostante il regolamento non lo prevedesse.
      La squalifica del giorno dopo a Destro.
      il codice etico applicato solo ai romanisti
      Il caso tamponi
      Asl Napoli 1 e il caldo Napoli
      Le squalifiche pilotate ai laziali
      I falso in bilancio.
      gli esami farlocchi di italiano
      gli anticipi e posticipi acchittati a piacimento
      Uno schifo senza fine.
      Ma la colpa e’fi Mourinho bla bla
      Ibanez bla bla
      Cristante bla bla…
      l’infiltrato dell’ ‘Aia che dice ???
      Seee, ogni volta di fronte a sto schifo scompare, perché e’troppo intelligente, di rende conto anche per lui diventa difficile trovare delle giustificazioni a ste porcherie troppo evidenti.
      Vorrei che mi soegasse , non tanto il fallo vergognoso di Luis Alberto non sanzionato col rosso , ma la spunta a due mani , avvenuta a gioco fermo , da parte di Romagnoli davanti agli occhi dell’arbitro. Oh lo vede , lo guarda, niente. niente…cosa e’se non malafede?
      Le manette devono arrivare stramaledetti le manette…

    • Grande Gaetano, stima profonda.
      Solo una cosa: non lo fanno perché noi tifosi romanisti siamo antipatici.
      Lo fanno perché devono preservare gli interessi (economici) dei proprietari di alcune squadre. Dunque, se sei molto più forte, ciccia; mentre se stai punto a punto ecco che sicuramente ci saranno errori che avvantaggeranno sempre loro ai danni del malcapitato di turno (è capitato recentemente pure allo stesso Napoli o all’Atalanta).
      Certo che a noi, in quanto quarta squadra italiana per storia, blasone, potenzialità, ecc ecc e dunque in grado di rompere più spesso le uova nel paniere, capiti molto di più.

  26. Che peccato… bisognerebbe pensare di più alle nostre fantastiche ragazze che oggi sfidano il Barcellona all’Olimpico!!!
    Forza Andressa, forza Giugliano, forza Bartoli!!!!

    • Esatto mo vedrai le spollicciate che prendi. Siamo una società inesistente per questo fanno quello che vogliono

    • Si come rispettavano a Franco Sensi e la figlia…uhhh che rispetto…da tutti i pori…

  27. Ma perchè non dicono che la Rube è finita sotto inchiesta per la cessione di Cerri al Cagliari? Falso in bilancio,tanto per cambiare….

  28. quando capiremo che la Roma deve tornare in mani italiane, basta con i proprietari americani che vengono qui solo per costruire lo stadio

    • Leo hai ragione, meglio un viperetta Ma per favore, piantiamola co sto nazionalismo da due soldi🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

    • Mah non saprei. Quando la Roma sta in mano ai Ciarrapico non dai eccessivamente fastidio a certe sfere semplicemente perchè non hai la statura per infastidirli. Quando hai Viola o Sensi, dedichi tutta la presidenza per la “costruzione” di un unico scudetto vinto contro tutto e tutti, e che poi, in un modo o nell’altro, paghi molto caro (e non vai oltre quello). Quando hai una presidenza americana che pure è disposta a risanare, investire e pure avere ambizioni (scegliendo Mou), hai lo stesso il potere contro, perchè “non sono addentri alle questioni italiane”. Problema che però non hanno altre proprietà straniere che magicamente non hanno il problema di non essere introdotte, e vincono pure (che dici, vogliamo parlare del Milan??). La costante romanista è la lontananza dal potere. Quindi, stando così le cose, possono stare sereni che non arriveranno neanche a fare lo stadio a cui tanto tengono …

    • Ancora? Nelle mani italiane non ci sono soldi, per tornarci devi attendere di fallire e di andare in serie C per essere raccolto a zero euro da un De Laurentis oppure maturare sufficiente IVA non pagata per essere rateizzata in 25 anni da un Lotito.
      Quale delle due strade preferisci?

    • Ma che stai a di? Ma dimmi chi è in grado di darti 800 mln per comprarla.
      Ma hai visto gli “impreditori italiani” che hanno le squadre di calcio chi sono?
      Ma ti sei accorto che le proprietà strainere stanno aumentando a vista d’occhio, secondo te perchè?

  29. Se hanno scelto il silenzio stampa, deve durare fino a fine stagione. Inarbitrabile per le proteste della panchina? Ma non scherziamo, c’è chi ha messo mani in faccia agli arbitri, chi li ha rincorsi e presi a parolacce e calci… Non scherziamo, qui girano milioni, è che tocca trovare il modo di far intervenire la giustizia ordinaria non quella dei pupazzi messi li dal panzone burino!

    • Monika concordando con quanto dici, a fronte le “presunte” (e sottolineo presunte) dichiarazioni di Rocchi dovrebbero quantomeno far riflettere. Proviamo a riassumere quanto è accauto. Nonostante un REGOLAMENTO che parla chiaro: Milinkovic, Luis Alberto e Romagnoli protagonisti non solo di una “cattiva condotta in campo”, si prendono la briga di passare davanti allo Spogliatoio della Roma scanzonando senza farsi troppi scrupoli. Un Presidente di una squadra di calcio, prende di petto apertamente un Mister di una squadra avversaria. Rocchi, invece di far da paciere o da spartiacque lancia velati moniti contro la A.s Roma Calcio. (Cosa che mi sembra sia la Prima Volta che accada) Per carità nessuna “Sindrome di Accerchiamento” ma dopo il Caso Serra, che un Designatore prenda le difese di “Tali Provocatori” mi sembra alquanto discutibile. Se poi a tutto ciò ci aggiungiamo quelle dichiarazioni, riguardanti i due falli di mano e relativo gol irregolare concesso alla rubens I dubbi aumentano… Per me solo uno scettico conclamato può pensare che qualcosa non torni

  30. quindi sono ritorsioni o ricatti, fatti su commissione di qualcuno ai danno dei dirigenti americani per farli sparire dalla Roma…
    Bene caro Leo, chi sarebbero sti Imprenditori italiani che dovrebbero prendere la Roma in mano?
    Chi?
    Magari Ferrero quello della Sampdoria???
    Angelini??
    Caltagirone ? Perché non se la prende Caltagirone? sai in quanti tempo costruisce li stadio ? he he ..
    Ma no, Caltagirone la vorrebbe prendere come ha fatto Delabuffons, a quattro soldi dalla serie C.. e vincere uno scudetto fra 17 anni..beh io non ci sto . io la serie C non la voglio fare…preferisco i 5/6 posti in serie A..

  31. la rassegnazione è figlia della mediocrità. date retta a me. scendiamo in piazza numerosi è l ‘unica via

  32. Al prossimo episodio arbitrale ingiusto, abbandonare il terreno di gioco, non prima di aver lasciato la maglietta a centrocampo.Si crea così un precedente.Quando poi la società sarà chiamata a rispondere di tutto questo,rincarare la dose e pretendere di essere arbitrati da arbitro straniero..

  33. Chiarisco la mia opinione su questa vicenda: secondo me non solo la Roma ma per civiltà sportiva tutte le partecipanti al campionato hanno il diritto di perdere solo per demerito SPORTIVO. Ritengo dopo anni che si sopportano i dispettucci ma anche i torti gravi in materia di arbitraggi che la misura è colma e che pure basta così. Prima erano gli errori umani e hanno istituito il Var: ma poi se contro il Sassuolo chi manovra il Var fa vedere solo un ampex del fallo da giudicare mi pare una vera presa per il culo.
    Forza Roma

  34. La Roma sarebbe “inarbitrabile”.
    Ogni squadra protesta platealmente per le decisioni arbitrali durante e dopo la partita, è sempre stato così! La realtà è che questa classe arbitrale è scarsa ed inadeguata, se subisce la panchina della Roma è perchè non sa gestirla. Se oggi gli arbitri sono permalosi non può essere un problema nostro. Si dimettessero i vertici dell’AIA e cambiassero gli attuali arbitri se non sono in grado di fare il loro lavoro, non addossassero le loro mancenze ad altri.
    Secondo me dopo che lo scorso anno hai concesso il goal ad Acerbi in furigioco di 4 metri (evidentemente non sanno le regole) devi solo TACERE.

  35. Ma a sentire certe emittenti questa mattina, per bocca dei suoi nanetti perfetti, le colpe sarebbero tutte ed esclusivamente della Roma e dei suoi tesserati. Non vedevano l’ora, non vedevano i perfettini patentati…

    • Ci sono svariate patenti
      La patente nautica
      La patente per Autoarticolati.
      La patente per scemi…
      E anche qua ci sono le varianti
      Scemi di guerra
      scemo + scemo
      scemi al quadrato

  36. ma se la questione invece che sportiva fosse politica?..mi fa davvero male vedere persone intelligenti come Basara Blouson e altri ancora brancolare nel buio delle possibili intuizioni, appena appena sulla superfice dell’apparenza..i complotti non esistono..mai una cosa simile è fuori da ogni logica..ancora nn distinguete la causa dall’effetto..e come la strategia si dipani nel tempo come una tela di ragno..eppure nel tempo di 40-50 anni cambiano gli Stati,i confini,i governi e i governanti..cambiano le modo il modo di pensare e di rapportarciI..CAMBIA LA pACE IN gUERRA..C’è un percorso incongruo da percorrere..è come una scala mobile dove tu o sali o scendi..c’è un motivo serio x il quale siamo NOI sotto tiro..

    • orange, dicci ‘sto motivo.

      Io non sono complottista, non sono cerchiobottista, non sono terrapiattista.
      Della politica non mi frega un ca, l’ho fatta in passato tanti anni NELL SEZIONI. e in PIAZZA (eravamo pochi ma sempre presenti).
      Sono romanista da 47 anni, di cui oltre 30 passati allo stadio.

      Dicci ‘sto motivo perché sinceramente io non c’arrivo.

    • Orange ma non mi lasciare così, quale sarebbe?
      perché a prescindere dai colori politici che stanno al governo , nei nostri confronti l’andazzo e’sempre lo stesso.
      Noi non abbiamo un solo nemico, ma più nemici, e questi nemici sono servi non di uno ma ben 5 padroni
      E siccome qua sopra in particolare ci sta gente , che o e’ingenua, per non dire altro oppure e’ collusa, complice. Che parla solo di responsabilità nostre, allora eccoli i nomi
      Le tre strisciate, che purtroppo potranno soldi in base al bacino di tifosi.
      O napule. con Delabuffone
      e a Lazio del panzone di Formello
      il suo principale scopo e’non farvi vincere.
      Lo ho sempre detto e sempre lo dirò.
      Sensi ebbe la forza per contrastare le vittorie della lazzie.
      Sto panzone , se noi vinciamo, non ha la forza , né la voglia di contrastare le nostre vittorie, quindi il suo principale scopo e non farci vincere, altrimenti sarebbe costretto ,sotto la pressione dei suoi insulsi e repellenti tifosi, a spendere dei soldi per fare una grande lazzie.
      Non so se sono stato chiaro .
      Ciao Orange un abbraccio

    • orange, il motivo serio è che le gerarchie pallonare, a differenza della politica, non cambiano, sono feudi retrogradi e intoccabili di realtà geografiche ed economiche che devono restare sempre le stesse nei campanilismi (spesso pure razzismi) disegnati dai luoghi comuni. Da sempre l’intruso è la Roma: percepita come il vero nemico perchè, per una serie di motivi (basati pure sulla storia più o meno recente), potenzialmente capace di sovvertire il predominio della triade del Nord. E’ anche per questo che la provenienza e la capacità economica del proprietario di turno alla fin fine non sono decisivi: l’immagine della Roma vincente rovescerebbe un potere feudale che non deve cambiare (e occhio, che l’antiromanità è, purtroppo, assai presente nei sentimenti di moltissimi italiani). Questa ovviamente è la mia interpretazione, ognuno ha la sua.

  37. basta!!ne ho le scatole piene. non serve lamentarsi sui social. bisogna agire scendere compatti in piazza. se vogliamo essere rispettati.

  38. Leo se a Roma o magari a giro x l Italia o x il mondo ci fossero degli industriali tifosi fracici della Roma con il cuore di Sensi o Viola.. ed i soldi di un Abramovich o di un Jeff Besos.. potresti avere ragione! ma purtroppo non è così! finiresti nelle mani di qualche anonimo sor commenda tornando ad essere la solita Rometta! francamente sogno e spero un destino x la magica ben diverso! perciò forza Friedkin tutta la vita!

  39. direi più che c’è un “caso Roma” per gli arbitri, ma da almeno una quarantina d’anni, almeno da quando seguo la Roma io ricordo sempre il rocchi di turno che faceva qualche danno ogni tanto
    Solo che quando hai tanta qualità la cosa non ti danneggia più di tanto, ma quando la qualità scarseggia, non sei in grado di sopperire a quello che ti viene tolto, e i risultati si vedono.
    Nelle partite con Lecce e Cremonese ho criticato pesantemente la Roma nonostante l’arbitraggio pessimo, e non me ne pento, perché con queste squadrette devi vincere e basta, non ci possono essere scuse di nessun tipo. L’avessi mai fatto, mi sono preso insulti da tutte le parti, come se la Roma senza torti arbitrali oggi sarebbe al posto del Napoli…
    Tuttavia, di fronte alla lazie che è la nostra nemesi, il male assoluto, l’immagine dell’antisportività a 360 gradi, è stato troppo palese lo schifo per dare la colpa solo alla squadra. La Roma ha giocato male, certo, e pure prima dell’espulsione non stava facendo meraviglie, ma è indubbio che un giallo inventato di sana pianta all’ottavo minuto ti può condizionare tanto, e tanto per cambiare così è stato
    La Roma ci ha messo del suo? Si. Deve crescere da questo punto di vista? Si, ma non si può dire che non abbia subìto una grossa ingiustizia, mentre la juve continua a vincere a pallamano nell’indifferenza generale
    Va bene che non siamo dei fenomeni, va bene tutto, ma se anche Capello con lo scudetto sul petto si lamentava degli arbitri, non è che si può cascare dal pero oggi.
    Mi piacerebbe un segnale forte da parte della dirigenza, ma non penso arriverà, purtroppo

  40. Sabatini ha ragione a dire che Mourinho non ha una rosa all’altezza, però diciamo anche che una formazione ideale ci sarebbe e non viene mai messa in campo..Firmino, Modric, anche se hanno una certa età metterebbero esperienza e competenza, poi magari prendi un campione giovane da 35-40 milioni.

  41. non c’è niente da fare..ho usato il termine politica ma bisognerebbe parlare di extrapolitica..per capire quello che sta accadendo ormai un pò dappertutto specie in Europa bisogna estendere il modo di ragionare..uscire dagli schemi imposti da anni e anni di chiusura..ho detto molte volte anche qui che c’è chi ha bisogno di capi espiatori per raggiungere certi obbiettivi..la Roma è entrata in un vortice e nn a caso ha proprietà USA..da una parte si incensa Milano..da l’altra si strizza l’occhio a Napoli..due città simbolo..una del nord l’altra del centrosud..c’è una linea che taglia in 2 però..questa linea ora è poco visibile..ora..

  42. In realtà la questione va avanti da una quarantina d’anni, io di anni ne ho 50 ma quando sono nato c’era quella che veniva chiamata Rometta perché gli anni ’70 furono un decennio anonimo dove oltretutto vinsero uno scudetto gli sbiaditi quando avevo solo 2 anni e quindi per fortuna non mi ricordo niente di quell’anno schifoso, tuttavia il mio compianto padre mi raccontò che le quaglie lo vinsero grazie a noi che battemmo la rubbe 3-2 alla ventottesima giornata.
    Questo a differenza della loro antisportività e mediocrità quando hanno affrontato l’Inter quella volta.
    Negli anni, lustri o decenni nei quali la Roma non dava fastidio, aveva una squadra mediocre, anche da metà classifica oppure da squadra tra 6°-7° posto al massimo, simili torti arbitrali fino all’esasperazione non se ne vedevano eccezion fatta per i match contro le 3 strisciate, specialmente torti ricevuti nei match contro la strisciata di turno che avrebbe dovuto poi vincere il titolo.
    Negli anni ’80 con la proprietà passata in mano all’Ing. Dino Viola seriamente intenzionato a combattere il palazzo manovrato dal cocainomane col setto nasale in metallo prezioso, sono iniziati i tiri al bersaglio alla Roma che iniziava ad essere una grande squadra e gli fu rubato lo scudetto con quel gol annullato a Turone.
    Poi fortunatamente riuscimmo a vincere il 2° titolo nel 1983 ma successivamente abbiamo dovuto aspettare fino al 2001 subendo nel frattempo torti arbitrali fin quando Viola restò in vita.
    Negli anni ’90 la Roma presa prima da Ciarrapico, poi da Sensi e Mezzaroma, rimase a Sensi senza più Mezzaroma, ci furono degli anni in cui la squadra era mediocre e zozzate arbitrali non servivano quindi contro squadrette di media-bassa classifica ma solo ovviamente contro la rubbe e le 2 strisciate milanare nel caso si fossero trovate in difficoltà in un match contro di noi.
    Si riusciva anche ad arrivare in Coppa UEFA, l’importante tanto è che non davamo fastidio alle strisciate, la Roma fu presa di mira quando fu allenata da Zeman per l’accusa delle farmacie rivolta alla rubbe, in tal caso ovviamente fu lesa maestà.
    Sensi inziò a mettere mano al portafoglio seriamente ad inizio anni 2000, intenzionato a combattere il palazzo, anche in questo caso, così come Viola, nel 2001 riuscì a vincere il 3° scudetto ma i torti arbitrali anche contro squadre medio-piccole, non solo contro le strisciate, con una Roma forte, inizarono a tornare di moda fino a quando terminò il ciclo e la squadra tornò nella mediocrità.
    Ci fu la vicenda calciopoli ed una Roma che con Spalletti dava filo da torcere agli ancora più ladroni interisti e quindi zozzate arbitrali a rotta di collo, più che altro aiutoni agli interisti e torti arbitrali alla Roma anche se di non tanti punti come oggi, sufficienti a creare una forbice che ci ha impedito anche solo per un punto di non vincere il titolo, idem dopo con Ranieri.
    Arbitraggi dopo che ci hanno lasciato in pace quando la Roma era tornata un’altra volta mediocre e non infastidiva chi di dovere fino alla costruzione di una squadra forte con Garçia allenatore e col ritorno di Spalletti poi, ricominciata l’attività di zozzate arbitrali.
    Dalle zozzate arbitrali esasperanti si è salvato solo Di Francesco quando gli fu sfasciata la squadra dal naccherano di Siviglia e Fonseca che aveva una squadra ormai non all’altezza e comunque si faceva harakiri da solo con la quasi inesistente fase difensiva, tanto è che al suo 1° anno ebbe addirittura qualche aiutino per arrivare 5° invece di 7° come arrivò poi nell’anno seguente, tanto il Napoli in EL ci era andato pur arrivando 7° perché aveva vinto la Coppa Italia, alla Roma fu dato un rigorino contro la Fiorentina e contro il Parma fummo aiutati dall’arbitraggio, questo incredibilmente ma perché la Roma non poteva dare fastidio a nessuno.
    E si arriva così all’avvento dei Friedkin, all’arrivo di Mourinho con presupposti per ricostruire una squadra forte, una grande squadra, campanelli d’allarme e paura nel palazzo ed ecco che puntuali arrivano 2 campionati di zozzate, addirittura anche nei match contro squadre in zona retrocessione, torti arbitrali con punti rubati da record, ancora peggio dei torti degli anni precedenti e si capisce perché Mourinho, personaggio comunque scomodo alla classe arbitrale, con tutto quello che è riuscito a vincere, aveva già messo in allerta il palazzo come se fosse arrivato un giustiziere da far paura.
    Questa è la storia, questo è il marciume del nostro campionato, questa è la chiara e palese malafede dell’aia e di tutto un sistema al quale si sono ormai aggregati il pinguino formellese e l’altro panzone magna babà.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome