EL SHAARAWY: “E’ un momento difficile, ha pagato Mourinho ma la responsabilità era di tutti. Ora dobbiamo fare filotto”

24
705

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Stephan El Shaarawy parla ai microfoni dei giornalisti al termine di Roma-Hellas Verona.

Di seguito tutte le dichiarazioni del calciatore giallorosso sulla gara di campionato appena conclusa allo stadio Olimpico:

Vittoria sofferta…
“Ci sta la delusione del pubblico per l’esonero di Mourinho ma oggi era importante ricominciare uniti, lo siamo sempre stati e abbiamo sempre giocato per il bene della Roma. E’ un momento difficile, ma vogliamo ripartire. Grande vittoria, siamo contenti”.

Cosa è successo con Mou?
“Non ci siamo mai disuniti, ci sono stati momenti bellissimi come le due finali raggiunte, e lo eravamo anche negli ultimi mesi. Purtroppo ci ha rimesso l’allenatore, ma le responsabilità sono di tutti. E’ una decisione della società, ma noi siamo stati con lui fino all’ultimo secondo. Potevamo fare di più”.

De Rossi?
“Grandissima impressione, già da giocatore era un leader, ha la stessa passione e tenacia. Siamo felici che sia qui, e daremo tutto”.

Come ci si riconcilia col pubblico?”
“Con le prestazioni e l’atteggiamento, che non è mai mancato. Ora dobbiamo fare filotto per ritrovare fiducia”.

Articolo precedenteROMA-VERONA: 2-1 (19′ Lukaku, 25′ Pellegrini, 76′ Folorunsho). Vittoria sofferta dei giallorossi
Articolo successivoBARONI: “Prestazione di alto livello, ma contro la Roma non puoi commettere certi errori. Nella ripresa siamo stati superiori”

24 Commenti

  1. la prestazione di Karsdorp dimostra ancora una volta che i mercenari sono i padroni del giuoco calcio.
    è il primo che deve sparire da Roma a fine anno.
    se solo ci fosse una dirigenza VERA

    • in che senso scusa?

      karsdorp mi è sembrato il solito IMPEDITO.

      ha rischiato di farla pareggiate facendo un errore da terza categoria.

      nel momento clou della partita ha sbagliato tutto.

      per me si è solo confermato quello che è.

      ❤️🧡💛

    • la prestazione di karsdrop dimostra che quando hai giocatori normali è inutile chiedergli cose che non sono nelle loro corde meglio limitrarsi a a quello che sanno fare. Quando forse hanno acquisito abbastanza fiducia puoi chiedergli qualcosina in più

    • la prestazione di Karsdorp e nn solo dimostra che la gente nel proprio ruolo è meno scarsa/scadente/pippa de quel che se narra.

    • Karsdorp non sa difendere e non sa fare l’esterno di fascia, ma se ogni tanto lo fai venire dentro al campo forse qualcosa di utile può farlo

    • Sara’ un mio parere, ma e’ stato abbastanza evidente ed e’ la prima volta che Karsdorp ha giocato con un compagno di fascia che ha collaborato con lui su entrambe le transizioni creando la tanta agoniata catena che fanno tutte le squadre del mondo ed oggi il nostro buon De Rossi ha dimostrato cha anche alla Roma e’ possibile osare tanto.

      Questo e cio’ che si e’ visto dal campo, e’ la prima volta che ho visto Dybala tornare ad aiutare il compagno di fascia che nella circostanza era Karsdorp.

      Ero presente allo stadio ed era molto evidente, tanto che gia’ prima della fine del primo tempo Dybala era a corto di fiato e gambe, poi andati al riposo ha avuto modo di recuperare qualche energia, ma le partite si giocano 11 contro 11 e quindi il primo ad essere stato sostituito e’ stato Dybala.

      Poi se volete trovare per forza un colpevole continuate pure cosi, adesso dopo Karsdorp la prossima partita con chi ve la prenderete ?
      e magari sara’ ancora una nostra vittoriae poi ancora e ancora, poi magari un giorno ci prenderete pure.

      p.s. l’unico vero errore o se volete chiamarlo infortunio e stato quello di Rui Patricio, per il resto tutti hanno giocato secondo le loro possibilta’ aiutandosi l’uno con l’altro cosi come fa una squadra che vince e perde insieme al proprio allenatore.

    • Non sono d’accordo nemmeno su questo caro Julius… In realtà la squadra non ha mai abbandonato Mou (altrimenti ne avrei invocato l’esonero da tempo, cosa che non ho mai auspicato nonostante tutto. Mi auguravo un cambio a Giugno). Il punto è che i giocatori non venivano usati per le loro caratteristiche. Karsdorp per esempio palla al piede combina poco, può solo appoggiare (e ha buona tecnica al contrario di quel che si dice), ma è buono nell’attaccare la profondità. Ieri cosa ha fatto? Ha attaccato la profondità ed era spesso presente in area di rigore senza mai mancare in difesa (perché ha corsa sul lungo, ecco altra sua virtù). Tutto qui. Non è una questione di impegno. Nel tenere lo spogliatoio Mou è bravo e infatti non gli è sfuggito nonostante il suo paraculaggio…

    • @romano
      Hai ragione, magari prova a guardarle allo stadio le partite invece di stare in poltrona col wischetto, ma vacce piano con i superalcolici.

      p.s.
      posa il fiasco e impara a leggere, io ieri ero allo stadio a vedere la partita.

      Per molte persone che avevo vicino c’e’ stato lo stupore a vedere Karsdorp giocare con lucidita’, questa lucidita’ e’ data dal fatto che ha avuto un compagno di fascia con ol quale condivideva i compiti, questo e’ avvenuto fino a quando e’ stato in campo Elshaarawi perche’ dopo il cambio con Belotti l’assetto tattico e’ cambiato e si e’ passati dal 4-1-4-1 al 4- 1- 3-2, purtoppo per molti come te che seguono la palla come i bambini questi sono discorsi troppo impegnativi, l’importante e che ci sia DDR a decidere come e chi mettere in campo e portare a casa il risultato, il resto sono chiacchiere.

      COMUNQUE IMPARA A LEGGERE.

      Concordo con Fabio 1974, aggingo che Mou ha peccato di presunzione, quindi Dan Friedkin con la sua gita a Trigoria ha ricordato a tutti chi e’ il padron e quando dico tutti sono inclusi, Rayan Friedkin, Lina Sololouku, Tigo Pinto, squadra incluso Daniele De Rossi, mettendo tutti di fronte alle proprie responsabilita’ indicando con poca eleganza ma tanta ignoranza Texana, a Mourinho ed al suo staff quale era l’uscita da trigiria.

  2. Potevano fare di più… ma va?! Avete perso il derby giocando da cadaveri. Vergognatevi e basta. Hanno vinto 2 a1 in casa, a fatica, con una squadra allo sbando. Vincetele tutte, è l’unico modo che avete per chiedere scusa. Ma sentili, potevano fare di più… che squallore.
    Forza Roma

  3. ma veramente c e qualcuno che ha visto una buona prestazione di kardops .il primo tempo a tamponato un po dybala ,pur facendo una pessima partita ,il secondo tempo entra zelesky ,e su quella fascia praticamente un autostrada per gli avversari.danielino devi essere coraggioso togli chi non merita di stare in campo

  4. Io ho l’impressione che al 60° pensavano di aver già vinto: tolto Dybala. Casualmente black-out.
    Lukaku di nuovo isolato, Zalewski che vaga per il campo senza senso, ma soprattutto: ritorno degli odiati retropassaggi.
    Squadre come il Verona le devi “abbattere” con un’altra personalità, perché se no si giocano il tutto per tutto, è normale dato che si devono salvare.
    Elsha grande giocatore e brava persona, ma 90 minuti a certi ritmi non ce li ha più.

  5. Giocatore straordinario. Con De Rossi Il faraone può riprendersi la titolarità in nazionale

  6. Secondo tempo molto male! Le solite incertezze.
    Poco da rallegrarsi.Potevamo perderla.
    Che palle il “capitano” teatrale e complicato…..mandiamolo via da Roma per il suo bene.
    Grande Elsha……capitano!
    B

  7. L’unico problema è il 4 3 3 che non è fattibile perchè Dybala è trequartista. Ieri è stato deludente, avrà sofferto tanto l addio di Mou. Adesso bisogna lavorare; la cosa positiva è che non ci sono state critiche di De Rossi all’arbitro, HA PARLATO SOLO DI CALCIO!. Una squadra che lavora bene, che mette intensità, ho l’impressione che è da tanto che manchino allenamenti seri

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome