EL SHAARAWY: “Si può essere decisivi anche nei minuti finali, l’importante è la mentalità. Da esterno sono meno incisivo sotto porta, ma…”

16
1502

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Dopo Mourinho, è il turno di Stephan El Shaarawy. ll Faraone risponde alle domande dei giornalisti nella conferenza stampa in vista della partita di domani sera.

Queste le dichiarazioni dell’attaccante alla vigilia di Roma-Ludogorets, ultima e decisiva partita del girone C di Europa League:

99 gol in carriera, un altro obiettivo da raggiungere.
“Questi sono obiettivi che sono stimoli a fare di più, voglio migliorarmi giorno dopo giorno. Ho fatto 50 gol con la Roma, ho numeri importanti, ma quello che voglio è fare sempre di più”.

Giochi spesso largo a sinistra, è il tuo nuovo ruolo?
“Non ho problemi ad adattarmi alle scelte del mister, ho giocato trequartista ma faccio anche il quinto. Ovviamente sono meno incisivo sotto porta ma non mi preoccupa, quello che ho sempre detto è la disponibilità e l’atteggiamento. Senza nessun tipo di problema, cerco di fare sempre il mio e dare un contributo importante alla squadra”.

C’è un lavoro specifico che si fa quando si gioca meno degli altri ed essere sempre decisivo?
“Penso si tratti di concentrazione ed essere presente nella partita anche nei minuti finali. L’atteggiamento e la voglia di non mollare sono le cose principali quando si è in campo, per cui quello è sempre stato il mio pensiero cioè quello di non mollare e non accontentarmi mai. È un lavoro molto di testa, però penso che sia molto anche per gli episodi specifici, non deve mai mancare la determinazione di quello che si fa, si deve avere il focus su quello che si deve fare. I gol e gli assist nei minuti finali possono anche decidere le partite. La mentalità di qualsiasi giocatore è quella di non mollare, si deve avere il focus sui propri obiettivi e migliorarsi, poi i risultati arrivano”.

Articolo precedenteROMA-LAZIO: arbitra Orsato. Al VAR c’è Mazzoleni
Articolo successivoMOURINHO: “Vogliamo il play off, possiamo farcela. Abraham? Ai miei dico sempre: non conta l’errore, ma l’atteggiamento” (VIDEO)

16 Commenti

    • Con la grande esperienza che ha, vuol dire tanto per un gruppo pieno di giovani, spero che a gennaio la società non lo lasci andare, ma purtroppo il bilancio e il mercato, vanno salvaguardati…. 💛♥️🐺🐺🐺🏆

  1. il gol che fa Elsha dovrebbe chiarire la differenza che c è sul campo quando hai giocatori che sanno giocare a pallone, Abraham quel gol non lo fa, al 100% calcia addosso al portiere e il tifoso incompetente dice : non poteva fare altro Ah Ah Ah

    • La maggior parte degli attaccanti avrebbe tirato addosso al portiere, Elsha ha una tecnica superiore, lo adoravo da quando era al Milan.

  2. Non mi permetterei MAI di criticare le scelte dell’allenatore più forte del mondo, MA…
    El Shaarawy esterno basso, è uno spreco, visto la scarsa vena realizzativa di certi giocatori.
    E’ un calciatore che vicino alla porta, ha sempre fatto goal.
    Anche lo scorso anno, nel 4-2-3-1, quando veniva impiegato nella batteria dei 3 trequartisti, aveva segnato molto. Poi, rimesso a fare il terzino – perché l’esterno di centrocampo con una difesa a 3, quello fa- ha perso smalto sottoporta. Qualche petomane, però, chiede gli stessi goal di quando gioca da punta per il semplice fatto che lui, di base, è un attaccante: sono gli stessi che non hanno mai dato un calcio al pallone e non capiscono una mazza di calcio e sport.

    Continuo a dire che sia lui che Pellegrini dovrebbero essere messi vicino alla porta. Dovremmo tornare ad una difesa a 4, il prima possibile.

    • Io sono d’accordo con te su Elsha.
      Lui sa tirare in porta e segnare e farlo giocare a tutta fascia gli impedisce di fare questo.
      E Dio sa quanto ci servano giocatori che vedono la porta.
      Poi però penso anche che la squadra al momento non ha terzini di fascia papabili tra infortuni e scadimenti di forma vari, quindi forse la sua collocazione in quella posizione è figlia dell’emergenza.

  3. Col 4231 come esterno di sinistra o lui o Nicola. Pellegrini al centro e zaniolo a destra. A cc Matic e Camara, terzini spinazzola/vina e Celik/karasorp , centrali ibanez e smalling. Credo sia la miglior Roma attualmente schierabile. Centravanti belotti per domani

    • ll problema è che al momento i terzini che citi in pratica non sono disponibili: Spinazzola è un fantasma, Vina e Karsdorp fanno più casino che altro, Celik è infortunato.

  4. Che gran bel gol che hai fatto a verona..ora è il momento di segnare a risultato bloccato però..servono gol decisivo..🏋️🏋️🏋️🤗

  5. Elsha per me è uno dei pochi giocatori della Roma che vale una squadra da alta classifica.
    Ha tecnica-intelligenza-senso del gol.

  6. Ale’ ELSHA ! Vale piu’ di perez, mayoral, shick, l’ uzbeko messi assieme. kluivert non lo considero perche’ e’ un tentativo di giocatore. Se non viene ceduto puo’ arrivare ai numeri di BALBO, MONTELLA, DELVECCHIO.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome