Europa League, oggi alle 13 il sorteggio del playoff: Roma in attesa, Benfica e Galatasaray da evitare

15
459

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Si terrà oggi alle 13 a Nyon il sorteggio dei play-off di Europa League con la Roma spettatrice interessata: i giallorossi hanno chiuso il girone al secondo posto alle spalle dello Slavia Praga e ora dovranno affrontare una delle otto squadre scese dalla Champions.

Tolto il Milan (non sono ancora permessi gli scontri tra squadre della stessa nazione), restano in ballo Benfica, Braga, Feyenoord, Galatasaray, Lens, Shakhtar e Young Boys: i giallorossi pescheranno una di queste.

Da evitare i portoghesi del Benfica, mentre sarebbe più abbordabile il Braga, così come Lens Young Boys. Clienti scomodi il Galatasaray di Icardi e Ziyech e il Feyenoord dell’ormai noto Arne Slot, mentre lo Shakhtar, che gioca ad Amburgo, a febbraio non avrà ancora ripreso il campionato dopo la pausa.

Appuntamento alle ore 13 per sapere chi sarà l’avversario della Roma nel playoff che varrà l’accesso agli ottavi di finale.

Giallorossi.net – G. Pinoli

Articolo precedenteSerie A: l’Inter batte anche la Lazio (0-2) e stacca la Juve. La Fiorentina soffre ma supera il Verona (1-0). Il Milan strapazza il Monza (3-0)
Articolo successivoRoma e Mourinho, due schiaffi al Dall’Ara

15 Commenti

  1. Ma magara il Feyenoord 🙂

    Comunque mi pare chiaro che ormai qui ci sono due parrocchie.
    Dei risultati nessuno è soddisfatto ovviamente,
    anche se dopo 4 sessioni in cui si è speso de facto 10ML per i cartellini in totale
    bisognerebbe anche capire che i miracoli non sono frequenti.

    Una parte, largamente maggioritaria, soprattutto allo stadio, ma direi in generale,
    vede in Mourinho e pochi altri (Dybala, Lukaku, Mancini ad esempio…) l’ancora
    di salvezza di un gruppo che altrimenti non starebbe al 3 punti dal IV posto
    ma magari anche più in basso, perchè c’è gente che non giocherebbe titolare neanche
    nel Frosinone o nell’Empoli.
    E non è un’iperbole: gente che non azzecca un cross da mesi in quelle squadre
    non giocherebbe.
    Ieri tutti a dare addosso a Ndicka per il gol. Sicuramente sbaglia, ma guardate tutta
    l’azione: Elshaa perde una palla in ripartenza perchè se l’allunga come neanche tra
    scapoli e ammogliati. Cristante si pianta a guardare la palla e non seguire il bolognese
    che si fa indisturbato 30 metri. Poi Ndicka si fa saltare, ok, ma la da a Moro.
    Date un’occhiata al campo largo: Pellergini è davanti a Moro, il bolognese lo supera,
    Pellegrini gli trotterella dietro perdendo 10 metri, e comincia a correre solo quando
    è chiaro che il passaggio sia per lui, ovviamente troppo tardi.
    Vogliamo dire che Mou dovrebbe spiegare le basi a Elshaa, Pellegrini e Cristante????

    Poi c’è l’altra parte che invece pensa che abbiamo una squadra ottima anche
    senza Dybala e Lukaku e che dovremmo stare comodamente 10 punti più su,
    anzi, con De Zerbi o Italiano daremmo fastidio alla Juve!
    Addirttura ieri sentivo un luminare che delirava sul non aver sfruttato Perez,
    Shomurodov, Vina, Mayoral, etc etc…. in effetti tutta gente che sta facendo faville
    dove è andata poi….

    Amen,
    ognuno rimane della propria opinione,
    strano che Mou sia osannato dal 99,9% dei giocatori avuti eh, ma pazienza,
    non saranno esperti come i signori che scrivono qui.
    A me è piaciuto molto il discorso alla fine di ieri,
    e spero si faccia così. Via i seduti, ricominciamo con chi ha fiato, fisico, corsa e fame.

    • Rimango dell’idea che all’interno dello spogliatoio, vi sia un gruppetto di calciatori che prevalga sugl’altri. Ben sapendo che non li possono cacciar via su due piedi, agiscono come vogliono con il pieno consenso del Mister. Pellegrini, Spinazzola, Karsdorp… Quante volte li abbiamo visti camminare in mezzo al campo incuranti di ciò che gli accadeva intorno. Troppi gol subiti in maniera strana, troppa indifferenza e troppi atteggiamenti sballati che non tornano.

    • la tattica dell’uomo forte al potere che si inventa una guerra per distogliere il popolino dalla fame e dai problemi, ha fallito con ben altri condottieri, perchè la storia poi ti rimette sempre al posto che ti compete, e se il popolino è alla fame, un motivo c’è, e non è certo la guerra che lo risolve. E la storia di questi due anni e mezzo ci insegna che, tolta la battaglia vinta della Conference, abbondantemente alla nostra portata, hai rischiato di vincerne un’altra clamorosa, ma anche in quel furto c’è la descrizione di chi siamo e di quanto contiamo. Il campionato ci racconta la solita storia da 4 o 5 anni, la coppa italia non ne parliamo proprio. La gente inizia a svegliarsi dal sogno collettivo, perchè ci sono i risultati a parlare e a farci vedere, domenica dopo domenica cosa siamo e cosa siamo diventati, gestiti da una dirigenza non all’altezza, incapace di programmare e di dare a un allenatore forte ciò di cui avrebbe avuto bisogno. E pensare che ora davvero Mou si metterà a coltivare giovani virgulti, vuol dire solo continuare ostinatamente a tenere gli occhi ben serrati pur di non vedere una realtà mediocre e senza vie di uscita, se non attraverso un cambio di rotta sostanziale, doloroso ma necessario

    • Beh per dirti su quasi tutto sono d’accordo. Ma Mayoral, vice capocannoniere in Liga dietro solo a Bellingham non sta facendo pena, anzi.

    • Rick,
      ma fino a oggi?
      Sono calciatori che giocano una stagione buone ogni 4, come Schick.
      Allora va benissimo anche Abraham.

  2. Io eviterei soprattutto il Feyenoord perche’ non mi pare aria di scontrarsi con squadre che oltre al passaggio del turno hanno motivazioni extra nel giocare agguerrite contro di noi.
    Inoltre al momento con centrocampo e difesa non siamo quelli di due anni fa e neache di un anno fa.

  3. Tanto è inutile sperare magari esce quella squadra o quell altra tanto siamo in grado di perdere con chiunque… E avrei voluto pensare al contrario.

  4. ribadisco,per me sarà Roma Feyenoord.
    in ogni caso, con Dybala me la gioco con tutte.
    senza, vado a casa con una squadretta qualunque.
    sarà quello il vero sorteggio: nel giorno della partita ci sarà Dybala oppure no? ad ogni modo, evitare il Benfica come la peste.
    in Portogallo ci macinerebbero

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome