Roma e Mourinho, due schiaffi al Dall’Ara

78
1557

AS ROMA NEWS – La sconfitta di Bologna fa male. Il 2 a 0 del Dall’Ara è un duro colpo per la Roma, che conferma tutti i limiti di una squadra che, senza Dybala e Lukaku, torna a essere talmente mediocre da non riuscire a contrastare i rossoblù di Thiago Motta, per larghi tratti padroni del campo.

La gara dura una mezzora circa, quando l’equilibrio viene spezzato al primo svarione giallorosso: Freuler trova comodamente spazio alle spalle di un Cristante distratto, il centrocampista affonda nella trequarti giallorossa e serve in profondità Ndoye, esterno svizzero che metterà in croce la corsia sinistra romanista, il cross arretrato per l’accorrente Moro, dimenticato da Pellegrini, porta a un comodo destro e all’uno a zero che cambia l’inerzia del match.

I padroni di casa, trascinati da un monumentale Zirkzee, play avanzato che dispensa palloni e gioco, salgono di intensità, mentre gli ospiti calano e rischiano di chiudere la prima frazione sotto di due gol. Nella ripresa Mourinho, anche lui non all’altezza della situazione, sbaglia clamorosamente il cambio preferendo Renato Sanches a Bove: la mossa si rivela immediatamente errata. Il portoghese non dà i segnali attesi. E il Bologna raddoppia: Zirkzee innesca Ferguson a destra, lo scozzese tutto solo mette un cross forte e basso in mezzo all’area per Ndoye e Kristensen, nel tentativo di anticiparlo, la manda nella propria porta.

La gara di fatto si chiude lì. Mourinho prova, in colpevole ritardo, a rimetterla in piedi con i cambi, stavolta più sensati: dentro Bove per Renato Sanches e Azmoun per Llorente. La squadra ha un po’ più di intensità e comincia a creare qualche grattacapo al Bologna, ma la difesa emiliana (perfetta la prestazione da centrale dell’ex giallorosso Calafiori) scherma prima Pellegrini e poi El Shaarawy. Quindi è Belotti ad avere la grande occasione per riaprire la partita, ma il suo destro a incrociare non supera Ravaglia.

Il ko è doloroso, perchè la superiorità del Bologna fa riflettere: questa Roma è una squadra costruita male, con tanti limiti di qualità e dinamismo in mezzo al campo. L’involuzione di Pellegrini è un’evidenza con cui fare i conti, e senza Dybala la squadra manca completamente di qualità. A centrocampo Paredes e Cristante non hanno il cambio di passo, e l’unico giocatore in grado di farlo è rimasto in panchina per oltre un’ora di gioco. La difesa, orfana di Smalling, è diventata molto più facilmente perforabile. Le fasce laterali non danno spinta e sbocchi alla squadra. Tutti problemi con cui fare i conti il prossimo giugno. 

Di colpo la classifica si fa orribile: stasera la Roma sarà molto probabilmente ottava, scavalcata in un colpo solo da Fiorentina, Atalanta, Napoli e lo stesso Bologna. E tutto questo quando i giallorossi devono ancora affrontare una serie di scontri diretti che diventano fondamentali quanto durissimi. Perchè la squadra ha dolorosamente confermato che, quando il livello in campionato si alza, vincere diventa praticamente impossibile. 

Giallorossi.net – A. Fiorini

Articolo precedenteEuropa League, oggi alle 13 il sorteggio del playoff: Roma in attesa, Benfica e Galatasaray da evitare
Articolo successivoMourinho attacca Pinto e la squadra: “Certi giocatori non hanno più niente da sviluppare”. E a giugno è pronto alla rivoluzione

78 Commenti

  1. Ci hanno sfondato come un cartone bagnato.

    Ovviamente la frustrazione è tanta. Non metterei tanto il focus sulla partita di jeri: a Bologna quest’anno i sorci verdi li vedono tutti e a noi mancavano 8 giocatori, abbiamo finito con Cristante centrale e Pisilli in campo. Gente come Lukaku te la compri per vincere queste partite, sennò hai Belotti che sbaglia il goal davanti al portiere e perdi. Il punto è come si inquadra questa partita nel passato e nel futuro e credo che si siano ricevute informazioni molto importanti, a contorno del match. La Roma ha provato a crescere, ma in questi tredici anni non ci è riuscita. Né con Pallotta, né, per ora, con i Friedkin. Nelle conferenze stampa pre e post partita di Bologna Mourinho, ma pure Pinto in quella passata, ci ha chiaramente detto che non arrivano i campioni e non c’è una lira bucata. Austerity. La situazione, piaccia o non piaccia, è questa. Pallotta ci aveva provato con un mercato “rissajolo”, per riprendere le parole di Sabatini, trading esasperato di calciatori con squadra smontata e rimontata: non ha funzionato. Friedkin ci stanno provando immettendo soldi ed aggiungendo un pezzo alla volta, non sta funzionando, puoi arrivare ai Renato Sanches che non ti spostano una virgola, o ai Dybala, che è come l’ovetto Kinder, una partita su 5 (amo Paulo, a scanso di equivoci).

    E allora, che famo?
    Guardiamo proprio a Bologna e Fiorentina, due squadre acquistate dagli Americani, che partivano con pochissime ambizioni e piano piano stanno emergendo, con progetti seri, intelligenti e a lunga gittata.
    Ci fa schifo perché “noi siamo la Roma, mica l’Udinese”? Ao’, in queste condizioni non mi sembra il caso di fare tanto gli schizzinosi. Per la prima volta siamo riusciti ad invertire il trend dei conti e a iniziare a risanarli, abbiamo un allenatore capace (Mou è capace, voglio dire, non parliamo di Ventura) che è disposto a farzi il mazzo per ripartire con i Primavera e farne calciatori veri. Ovviamente a questo punto servirebbe un DS con l’occhio di Sabatini, se i piani sono questi. Si invoca sempre un repulisti, una rifndazione, beh, le basi sono queste. Stiamo vicini alla squadra e fidiamoci, e naturalmente sempre Forza Roma.

    • il problema è che il “gioco” di mou si basa sul lasciare libertà ai calciatori senza troppi schemi,quindi o hai la qualità di Dybala o, come stasera, non la sfiori nemmeno sotto tortura, in più i giovani vanno aspettato e la tifoseria della Roma non è famosa per essere una delle più pazienti

    • “il Bologna ha giocatori di gamba”, mentre noi compriamo Paredes.
      Pellegrini guadagna quanto tutto il centrocampo del Bologna, ma rende meno di un Moro qualsiasi.
      sugli esterni stendiamo un velo pietoso.
      in teoria sarebbe una squadra da rifondare, a parte una manciata di giocatori (Lukaku che però manco è nostro, Dybala, Bove, forse Mancini e cristante) il resto andrebbe accompagnato ai cancelli di Trigoria…la realtà crudele è che ciò non è possibile, condannandoci ad almeno altri 2/3 anni di mediocrità e 6i posti, oltre agli ultimi 5 già alle spalle.
      amen

    • Dai su, questa era la cronaca di un disastro annunciato.
      Davvero ci vogliamo illudere che, da adesso in poi, Mou snaturi un’intera carriera (con l’eccezione, ma ben diversa, degli esordi) e si metta a valorizzare i giovani, che hanno piuttosto bisogno di un allenatore che insegna calcio “contemporaneo”, sappia far evolvere la tecnica e la tattica e gli dia sicurezze senza scaricarli a ogni curva in sbandata?

      Questa è un’illusione che vale quanto quella, irrazionalmente protratta fino ad oggi, dell’esaltazione per la Conference…

      Sarei piuttosto curioso di vedere se i vari protagonisti, dal vertice societario e tecnico, all’allenatore, ai bradipi/invalidi strapagati, riusciranno a chiudere questa stagione almeno con dignità. E questo “io non creto”…

    • Non c’è proprio altro da aggiungere. Adesso è finalmente ammesso da tutti, da Mou disposto a cambiare il suo modus e da tutto il mondo Roma chevl deve guardare Bologna Atalanta e Fiorentina come via da seguire e non come esempi sa snobbare. Siamo virtualmente ottavi perché quello è il valore tecnico e umano. Se si parte da qui forse ogni miglioramento può dare gioia. ps la prima cosa da fare per dare ul giusto messaggio è sbarazzarsi di Pellegrini e prendere un ds cin le palle.

    • Sono d’accordo a grandi linee con quanto detto. Non ha funzionato l’acquisto a basso costo, forse anche perché servirebbero degli acquisti di giocatori integri e magari in rampa di lancio, quindi giovani che stanno per fare il salto o che lo stanno facendo (e quindi a costi abbordabili se scoperti per tempo). Con i giocatori, con storia di infortuni, non vai lontano. Forse poteva funzionare anni fa, ma era un altro calcio…ora ci sono troppi impegni ravvicinati e ti può andare bene su un caso su 10. La valorizzazione della primavera della Roma (che sforna anche ottimi giocatori: Frattesi e Calafiori i più recenti) è essenziale, purtroppo bisogna aspettarli…ma se hai il fardello dei conti è l’unica strada, accanto ad un ottimo scouting.

    • Guadagnano troppo e se sentono dei padreterni. Bambocci poco cresciuti, che vivono nella bambagia e se ne fottono. Altro che attaccamento ai nostri colori. Se iniziassero a tagliar loro gli stipendi, vedreste in quanti cambierebbero subito maglia.

    • semplice. vendiamo tutti i giocatori della Roma, in blocco, e prendiamo quelli del Bologna o della Fiorentina: guadagnano di meno, rendono di più. Semplice.

      Quando si parlerà delle colpe del tecnico? Mai. la Roma ha una rosa da quarto posto che difficilmente centrerà. Lo scorso anno se mancavano 5 giocatori, avevi bisogno dei primavera per completare la rosa. Oggi questo non accade, perché hai una rosa più lunga. Semplice.

      Però ha ragione su una cosa. Forse vanno venduti tutti, e presi dei ragazzi giovani e promettenti, perché così la Roma non è né carne né pesce: giovani in rampa di lancio, da fare crescere. Pronti tra un paio di anni. Visto l’evoluzione di Calafiori? Era nostro. il tecnico lo ha bocciato. Se kumbulla avesse avuto le stesse chances di Ibanez, oggi avremmo uno Smalling 2.0. Ieri la mossa di Renato Sanchez è stata assurda: invece di sostituire Paredes ha messo il portoghese, poi sostituito: bellissima tattica di distrazione. Non è mai colpa sua. Mai. E io credo che in questo schifo abbia più di una responsabilità. E basta parlare di Pellegrini: ancora non avete capito che state fornendo un alibi agli altri giocatori?;

    • Cosa ti fa pensare che Mourinho sia la migliore opzione con i giovani? Quando mai li ha allenati in vita sua?
      Premetto che ho sempre odiato Pallotta e la sua gestione, però ci sono state un paio di annate in cui la Roma era diventata una squadra forte (il primo anno con Garcia e il secondo con Spalletti). Sarebbe bastata una gestione meno sciagurata (c.d. effetto Monchi) e avremmo raccolto i frutti. La gestione attuale, di sicuro molto più seria di quella Pallottiana, ha fatto ottime cose di contorno (squadra femminile al top, investimento sulle giovanili, ecc.), ma sotto il profilo delle scelte per la prima squadra ha toppato clamorosamente. Oggi abbiamo una rosa carissima, che non vale nulla sul mercato, un allenatore ingombrante e arretrato ed un GM che sta facendo esperienza sulle nostre spalle. Basterebbe capire che le scenette Hollywoodiane con l’aereo personale che porta i giocatori (e gli allenatori) possono fomentare le folle, ma non ottengono risultati. Per quelli serve lungimiranza, competenza e freddezza, fattori che la Roma ha dimostrato di non avere

    • @Anno Zero, Mou ha già snaturato la sua carriera, venendo a Roma. Certo non un top club che potesse spendere, come i Friedkin gli hanno detto chiaramente fin dal primo secondo e come confermato anche da lui. E per questo lo ammiro. Si è rimesso in gioco con un progetto molto diverso da quelli ai quali era abituato. Nella mia vita ho preso cantonate pazzesche, però credo di poter riconoscere chi parla in modo sincero e a cuore aperto, e jeri nel post partita a me Mou è sembrato davvero molto trasparente. Potrebbe fare le valige e andare in Arabia, invece ha detto che vuole restare e la palla passa ai Friedkin.
      Sul gioco – non gioco, quando la Roma fisicamente c’era si è visto quel è il gioco di Mou, certo lascia la palla agli avversari, ma li pressa alla morte. Non puoi farlo con i Pellegrini, Paredes e Sanches vari.

    • a Idi di Marzo:Mi piace la tua disamina e tuttavia con Pallotta eri sul podio, poi il no allo stadio e il resto è storia recente. I Friedkin hanno risanato i conti, ma i conti loro, l’esborso maggiore è stato uscire dalla borsa, riacquistare il flottante e ora unici proprietari e sempre lo stadio nel mirino. In campionato mai competitivi, nelle coppe squadra al completo invece lo siamo e lo saremo, l’allenatore è una garanzia ma la rosa dei giocatori però è ormai zeppa di seghe, mezze seghe e giocatori esausti, finiti o vicini all’addio al calcio, nel frattempo abbiamo venduto tutto il vendibile. Ricordo che la somma delle 3 campagne acquisti estive e delle 2 invernali con i Friedkin si riduce ad un investimento di qualche decina di milioni a fronte e cospicue entrate.
      Poi ci sarebbe il capitolo Pinto, i terzini acquistati non si contano ma ieri sera abbiamo concluso con elsha terzino, De Rossi ha smesso da 5 anni, ancora aspettiamo un mediano, infatti prima richiesta di Mou fu Xhaka, Zaniolo mai rimpiazzato e infatti ieri sera mi è toccato vedere Bove esterno oltre l’ormai consueto equivoco di Cristante centrale di difesa. E non sono invenzioni di Mou è che proprio non ne hai altri!!! In 5 campagne acquisti totali non ne ha azzeccato uno, manco per sbaglio, non c’è un giocatore in rosa forte e giovane, non c’è!
      Ma domenica altro pienone, tanto ormai non si protesta più per nulla, ti rinchiudono in casa impedendoti di lavorare per sfamare te e la tua famiglia, lavorare senza contratto fino a 70 anni a 5 euro l’ora, esportare democrazia con le bombe e il napalm, mangiare grilli e spacciare per buono un panino con hamburger di carne sintetica a 2€!
      Sarebbe forse giunta l’ora di farglielo capire che così non va ma non rimettiamo d’accordo neppure sulla questione Aroma, figurati! E pensare che l’abbiamo insegnato noi al mondo intero: dividi e impera!

    • Molto ben detto Idi…ma come rifondiamo ? Chi si compra Mancini, Ndicka, Pellegrini , Shomurodov , Spina, Celike via dicendo ?

      Non è semplice

      Forza Roma

    • Però con Pallotta e Sabatini vedevamo bel gioco e stazionamenti tra le prime quattro con partecipazioni continue in Champion League. Questo va detto, sennò facciamo confusione. Con questa proprietà vediamo settimi posti, un gioco inesistente e un DS che compra ex giocatori e gira col cappello in mano. Poi è vero, hanno (quasi) risanato i conti ma a me come tifoso interessa il giusto. Io vorrei vincere il campionato non amministrare il condominio. Siete tutti con i Friedkin, poi però come diceva quello “i fatti hanno la testa dura”.

    • Certo Chico proprio come pallotta un bonsai in 10 anni e record di allenatori 10 in 10 anni cacciati tutti a pedate compreso il Dio allenatore Spalletti spernacchiato da voi stessi che oggi con altri Nick dire di cambiare Mourinho ,io in due anni me so divertito 2 finali chiedo al bogna come s è divertito o alla Lazio o alla fiorentina ,se so divetitti tantissimo ma zeru tituli .

    • Il mio pensiero su Mourinho è notorio (negativo per lui ma non per la società e i giocatori, come dicono in molti), però senza perorare la sua causa ribadisco e riconosco anche ora che l’errore è averlo acquisito 3 anni fa. Se era una operazione di marketing non ne sono certo ma sono certo che se prendi un grande come lui devi anche acquistargli grandi giocatori, quindi la domanda è : se la proprietà conosceva la situazione economica perché prenderlo ? cosa si sperava in magiche sue azioni taumaturgiche ? Be se cosi non è da grandi imprenditori.
      Chiaramente sono grandi imprenditori ma che pagano una forte inesperienza nel settore.
      Vorrei anche dire una cosa bruttina, Dybala è un grandissimo ma nell’arco del rendimento annuo è un piccolissimo, nel senso che se giochi 1 partita su 5 il tuo apporto è al 20%, un po pochino.
      Purtroppo a fine anno non vedo alternative oltre a venderlo (Juventus docet !!)

    • Va detto che durante l’era Pallotta le milanesi erano ko. Hanno mangiato polvere per dieci anni, l’Inter se non gli segnava Vecino all’ultimo secondo (contro la Ladsie, of course, come poteva essere diversamente) e non agguantavano il quarto posto erano finiti. Anni di proprietà opache cinesi, trucchetti come l’autosponsorizzazione per eludere il FPF, in campionato te la contendevi col Napoli, che è sempre stato il Napoli e basta, la Juve, siccome barava, era inarrivabile. A Milano ci si andava per fare 3 punti fisso.
      Questa era la situazione delle annate in cui facevamo secondo e terzo. Ci siamo fatti scavalcare da Milan, Inter e Atalanta, perfino dalla Lazio, tra la fine della gestione Pallotta e questa dei Friedkin.
      Adesso recupera… servirà sangue e sudore per riguadagnare terreno!
      Se Mou avesse avuto la squadra di EDF credo avremmo visto cose diverse.

    • Nando Mericoni sembra il giapponese sull’isola nel momento in cui addirittura Mourinho gli spiattella in faccia l’amara realtà di un progetto che lungo la strada magari ti raccatta una Conference ma che a lunga gittata porta solo all’azzeramento del valore tecnico ed economico della rosa.
      E se l’ha riconosciuto addirittura lui perché continuare a discuterne?

    • A Mericò…quanto te piace buttalla in caciara pe avè ragione. Primo: io sono tra i pochi riconoscibili con l’avatar e non ho doppi nick (e nemmeno me ne frega di averli). Secondo: chi ricorda i miei commenti, sono stato tra i pochi a difendere Spalletti anche quando tutti esultavano per la sua partenza (ma magari tornasse!)
      Terzo: se avessi letto con più attenzione, avresti notato che la mia era una risposta a Idi di Marzo (sul fatto che la Roma da 13 anni non aveva mai avuto una squadra competitiva). Nelle stagioni 2014/15 e 20167/17 la Roma era competitiva eccome e richiedeva solo piccoli ritocchi (invece poi è stata distrutta). C’hai talmente tanta fretta de risponde…che manco leggi

    • Idi di Marzo shhhh non lo dire che le milanesi non esistevano che esce franco e te dice che arrivavi sempre 2/3 , questi vivono di mistificazioni , io sarò pure un giapponese ma in due anni me so divertito una coppa e una finale rubate , voi continuate con le stron…. il mio motto ad oggi è Friedkin caccia li sordi sponsorizzazioni farlocche o come l inter o come il milan 3 proprieta in 3 anni , a me frga nulla come ho gia detto non sono un commercialista quindi cacciate li sordi, che squadra volevate con 7 MILIONI SGANCIATI IN DUE ANNI neanche i giocatori del bologna potevi comprare e io sarei il giapponese , ridicoli.

    • @Chico, quello che dici è vero, ma non era possibile. Proprio perché il meccanismo Pallotta era diventato una sorta di Schema Ponzi del calciomercato, non avresti mai potuto fare due ritocchi a quella squadra: il suo destino era essere smontata e ricostruita.
      Ti andava bene con Sabatini. Sulla carta, Pallotta aveva preso il numero 1 al mondo, Monchi prese in mano il Siviglia che era sull’orlo del fallimento e lo portò a vincere 5 Coppe Uefa, era il massimo. Fu un’apocalissi, affossò squadra e società, lasciando talmente tanti debiti che ne paghiamo ancora le conseguenze ora.
      L?idea alla base di Pallotta era che potevi vivere al di sopra delle tue possibilità con quel tipo di trading in attesa dello stadio e continuando a qualificarti per la Champions. Nel momento in cui queste due evenienze non si sono verificate, la Roma si è dissolta. Perciò ha venduto a Friedkin, che hanno provato con un modello di sviluppo diverso. Secondo me è corretto dire, vediamo in tre anni dove arriviamo, si chiama pianificazione, è alla base di tutto. Va fatta con serietà. Abbiamo fatto questi 3 anni, io sostengo che non è vero che sia tutto da buttare, ma certamente adesso è il momento di fermarsi e capire come continuare, ovviamente con idee diverse.
      L’idea adesso è quella di buttare altri 3 anni per fare una squadra competitiva partendo da giovani della Primavera e non? Per me può avere senso, ovvio che il lavoro di Pinto a questo punto non serve, toccherebbe ripescare il tabagista o similari.
      E soprattutto avere pazienza e continuare a sostenere la squadra.

    • Ragazzi, avete presente il Brighton? Sapete come funziona? Al tecnico serve un centrale di difesa che sa impostare, di piede mancino. E lo cercano nei database, elaborano una lista di 4/5 calciatori con quel tipo di profilo, lo prendono. E lo fanno crescere.

      Noi abbiamo una squadra di (dis)adattati. Ieri, tutti a condannare Pellegrini perché non marca Moro. Anni fa, in quella posizione, chi ci stava? De Rossi. Lo scorso anno? Cristante. Perché Paredes non ripiega MAI nel cuore dell’area di rigore? E l’allenatore lo esalta pure in conferenza. Per i tifosi, Pellegrini, che di fatto fa il mediano, deve difendere come un centrale e segnare come un attaccante. Mi sembra un po’ tanto. Abbiamo degli esterni che non vanno. Nel 3-5-2 dell’Inter, ci sono De Marco e Dumfries, noi abbiamo il fantasma di Spinazzola e il solo Kristensen – che in molti qui criticano, ma di fatto il miglior esterno che abbiamo a disposizione, quello che crossa più di tutti. Perché non passare ad una difesa a 3 e mezzo, come fece spalletti? Ndicka spostato a sinistra, Llorente e Mancini centrali, e Kristensen libero a sinistra. Paredes e Cristante sono doppioni, quindi in un centrocampo a 2 e a 4 potrebbero compensarsi. Dybala sul centro destra, Pellegrini nel suo ruolo, trequartista (dove ha sempre segnato tanto) e a sinistra El Shaarawy e Zalewski (che può giocare a destra). Invece siamo impantanati in questa difesa a 3 e questo modulo che blocca la squadra.

      E poi basta con questa storia di puntare il dito contro qualche capro espiatorio. I problemi sono STRUTTURALI, non individuali. Ribadisco, non può essere MAI nella vita che Bologna, Verona, Salernitana e Fiorentina possano valere come o più della Roma.

    • Provo a fare chiarezza. Pallotta, americano anche lui, ed io non sopporto e non supporto gli anglofoni in generale e gli americani in specie, per ragioni storiche e politiche mie ma salto non è dunque un modello di sviluppo e aveva lo stesso freno che hanno gli odierni proprietari: FFP e SA. Aveva anche lo stesso obiettivo: costruire lo stadio, speculare, fare soldi e vendere.
      Le differenze sono state gli investimenti, tutto sulla squadra per la qualificazione in Champions e premio, trading di giocatori, audaci ds, mentre gli attuali proprietari tutto sull’allenatore, esuberi e parametri zero, scommesse su giocatori in crisi.
      Morale l’attuale rosa ha un valore prossimo allo zero. Ricordo una formazione degli anni di Pallotta, che ripeto non sponsorizzo, che detesto in quanto americano, per il tipo di lavoro che svolge, per le idee che incarna tuttavia:
      Alisson e Szczesny;
      Emerson, Manolas, Rudiger, Mario Rui;
      De Rossi, Nainggolan, Strootman;
      Totti;
      Dzeko, Salah
      Oggi il solo Lukaku potrebbe insidiare uno di questi per gli altri ci sono diverse categorie di differenza

  2. giocatori scarsi, ossatura principale fatta da gente muscolarmente andata, tattica inesistente, velocità di base pari a zero.

    Direi che la Champions non ce la toglie nessuno quest’anno.

  3. Detto quanto sopra, va ricordato che il Bologna doveva finire in 10 dal quindicesimo del secondo tempo. Forse non sarebbe cambiato nulla, ma a noi ci hanno fatto giocare in 9, mentre le palle per far giocare il Bologna in 10 l’arbitro non l’ha avute.

  4. Si raccoglie ciò che si semina.
    Ce la si può raccontare come si vuole, tra una partita non probante e l’altra; ma non c’è nulla di imprevedibile in questa sconfitta e in questa classifica.
    E sono tre anni che, dopo una specie di iniziale ubriacatura di investimenti sbagliati, si depaupera l’organico e, specialmente, si rinuncia ad una benché minima organizzazione di gioco.

    La vittoria in Conference si è rivelata per quello che era: una pericolosa illusione, trascinata irrazionalmente ogni oltre evidenza; un alibi per dare sostegno a una complessiva gestione, dal vertice alla base, insostenibile e insensata.

    Puntualmente, con l’approssimarsi della fine del girone d’andata, si raccolgono i cocci.
    Naturalmente, anche prima delle scorse stagioni perché l’inizio da incubo del campionato si è dimostrato NON casuale.
    Si può solo essere tristemente curiosi di come potrà andare a finire una stagione in cui, senza un po’ di fortuna (=casualità), si profila la cronaca di un disastro annunciato. E inascoltato: non c’è peggior sordo del tifoso che non vuol sentire (guardare, capire…).

  5. C’è poco da dire: il Bologna è più forte della Roma. Almeno di quella di ieri, ma l’alibi delle assenze, considerato che Dybala, che è considerato imprescindibile, sta più fuori che dentro, non regge.

    Non posso vedere un unico responsabile nella situazione attuale, sebbene guardare giocare la Roma sia, nella maggior parte dei casi, un esercizio per non perdere la calma. Ma il direttore generale, con politica acquisizioni e prestiti scellerata, dirigenza, con scelte di staff non adeguate, componenti tecniche, allenatore carismatico ma poco incisivo in termini di gioco, giocatori inadeguati al contesto: sono tutti imputati.
    In ultimo, un piccolo, doveroso cenno alle direzioni arbitrali: i “piccoli” errori, come quello di ieri, non aiutano a pensar bene anche chi, come me, vuole ostinatamente farlo.

  6. e ti pareva che adesso il.gallo non diventava il capro espiatorio, mi chiedo cosa può fare una punta se gli arriva mezzo pallone giocabile in 90 minuti sono inorridito dalla prestazione di ieri, discreta prima mezz’ora e nulla più, poi ci siamo consegnati al Bologna…non ho parole, ultima cosa, quanto ci vuole per capire dhe bove deve giocare, l’unico che dà il fritto ed ha cambio di passo finisce in campo ed al suo posto guoca paredes. il nulla assoluto, dinpellwgrini non parlo, buono ormai solo.a protestare ed a eincorrere invano gli.avversari, devo comunque regisrare non xome scusa un errore marchiano del giuda di turno, espulsuine sacrosanta ignorata, poteva cambiare la.partita, non so neanche piu se si tratti di incompetenza dinqjesti mezzi arbitri o malafede pura..niente altro…forza Roma, allenatori giocarori e presidenti passano, la Roma resta…

  7. Purtroppo mancano tante cose come velocità, inventiva e carattere.
    Velocità , Ndicka rende se riesce ad anticipare , ma come corsa e’ ingessato; sono passati tre mesi e penso si possa dire, non è questione di ambientamento, è proprio questo.
    Se non gioca Bove ci manca dinamismo a centrocampo, e’ palese per tutti, credo.
    Inventiva, senza Dybala, il nulla, non credo possiamo avere dubbi nemmeno su questo.
    Lo potremmo superare , questo deficit, se corressimo, cosa che, ad esempio, il bologna fa…ma qui si torna al punto della velocità e si aggiunge la totale assenza di carattere, fatto salvo pochi.
    E non confondiamo il carattere con il tirare calci agli avversari, cosa nella quale eccelliamo, sinceramente.

    Dopo tre mesi, credo che nessuno possa avere più dubbi, questo siamo.

    Potremo arrivare nelle prime 4?
    Si, se Dybala non si infortuna più, si, perché abbiamo un centravanti mostruoso.
    Il resto è un Bologna senza carattere , senza corsa.
    E con stipendi troppo alti, che non aiutano la voglia di farsi vedere, dando tutto.

    Come ho scritto, ieri ero a Bologna molto vicino al campo, molto più vicino rispetto a dove siedo all’ olimpico e le sensazioni sono state queste.

    Le squadre si Mourinho hanno sempre lottato come delle bestie, pur non giocando inmaniera spettacolare.

    La Roma non lo fa.
    Farei cambio Bologna con Roma, come gruppo di calciatori?

    Ad inizio anno avrei certamente detto di no, oggi certamente si, vedendoli giocare.
    E non parlo di bel gioco, ma solo di gioco.

    E giocare, vuole anche dire divertirsi, filosofeggiando…chi si diverte nella Roma?
    Dybala, credo

    E noi tifosi, compatti nel nome di Roma e di un condottiero che ci aveva fatto sperare che la Roma sarebbe entrata nel gotha , vincendo dopo 20 anni, portandoci qualche campione

    Vabbè, forse oggi sono un po’ nichilista, ma ieri davvero , per l ennesima volta , deluso.
    Sono uscito prima dallo stadio , lo ammetto.

    Almeno ho mangiato i tortellini.unica nota lieta.

  8. io non riesco a crederci il Bologna con merito e 4 ho visto una ferocia una classe una voglia di vincere e di dimostrare la superiorità incredibile da parte del Bologna che non so perché la Roma non riesce ad avare pur avendo la Maglia lo stemma di Roma!

    • Se ce davano li scudi pe li ultras, c’avevamo sur petto 4 stelle d’oro e due d’argento, e su la manica na Champions League

  9. Vi siete resi conto o no che tiago pinto non è un ds adatto?
    A gennaio arriva…kumbulla. tutto ok tutto a posto

    Spero s giugno grande, totale repulisti
    Ed un allenatore che sappia far giocare e valorizzare.
    Il giro negli ospedali a caccia di strapagati ingaggi deve finire.

    Chissa’ quanti ora sperano in una cremonese bis per non regalare un altro derby ai quaglioti.

    Via tiago pinto , dimissioni subito

    • Pinto non sarà bravo come altri (penso a Sabatini o a Sartori, ma ce ne sono anche altri) ma focalizzarsi su di lui non mi pare centrare il problema.

  10. Direi anche uno schiaffo al progetto. Se prendi Mourinho, grande figura senz’altro, devi essere pronto a costruire una squadra zeppa di campioni titolari e panchinari.
    Se non hai le finanze sufficienti, essendo sotto schiaffo del FP finanziario, ti puoi risparmiare 7 milioni e mezzo di ingaggio. Non credo neanche nelle dichiarazioni fatte da Mou per quanto riguarda la sua permanenza e la sua disponibilità a puntare sui giovani. E’ un fatto che inserisce solamente centrocampisti dalla primavera(perchè in mezzo rischiano di meno) non dando spazio a difensori oppure ad attaccanti. Purtroppo , e sottolineo purtroppo, la società deve puntare su un progetto economicamente sostenibile che esalti il vivaio con un allenatore giovane disposto a metterci la faccia. La realtà è questa e va guardata in faccia.
    FRS

  11. ieri più che altre volte abbiamo ammirato i centrocampisti ridicoli che abbiamo, non salvo nessuno. cristante il solito lento con i piedi sufficienti, paredes piedi buoni ma finisce lì e l’altro che non serve a niente da anni passeggia a vanvera. ieri mancava gamba e per questo me la prendo con il mister che ha schierato tre lenti anche di pensiero. c’è solo l’AS ROMA.

    • visto il centrocampo dell inter?? bene chana puo fare il regista perche c’è barella che corre per 4 , se tu hai paredes devi avere qualcuno che corre anche per lui se sono tutti fermi e lenti vedi cristante e pellegrini a chi ca… la da la palla ..? se stesse bene il centrocampo della roma dovrebbe essere paredes o cristante con bove e sanchez poi ne riparliamo , ieri abbiamo giocato in 3 centrocampisti che corrono per uno e qui per me la colpa è di mourinho , poi se abbiamo un malato cronico vedi smalling , come possibile gli rescindessero il contratto , mentre un altro poraccio con la pubalgia che vi assicuro non è na cazz..ta continua a giocare anche mezzo morto quindi magari 10 mancini , poi parliamo di ndika per me vale 1/10 di ibanez e senza ibanez e smalling abbiamo perso il vantaggio sui calci piazzati quindi questa squadra ad oggi vale meno di quella dello scorso anno con tutto lukaku

  12. Mister te vojo bene ma se questa squadra gioca un calcio.di m la responsabilità è tua. Ed è tua la responsabilità se i giocatori che hai a disposizione a centrocampo sono lenti, perché avresti potuto chiederne altri, Le tue dichiarazioni post partita sono spesso inaccettabili, perché scarichi sempre le colpe sui giocatori. Ieri sei riuscito a dire che senza Dynala la squadra era priva di qualità e senza Lukaku era priva di “fisicalità”, come se l’assenza di due giocatori, per quanto importanti, potesse giustificare la prestazione vergognosa di tutti gli altri. Con la Fiore sei riuscito a dire che dopo l’uscita di Dyba la squadra è fatalmente e inevitabilmente calata sul piano del gioco, come se l’uscita di Dyba potesse aver giustificato lo squallore che si è visto fino alla fine. E come se la squadra avesse tenuto il gioco in pugno prima che uscisse l’argentino, cosa che non era affatto vera. Ci sono aspetti per i quali sei un grande personaggio, ma sul piano del gioco sei una schifezza, te lo dico con rispetto e gratitudine per quel che di buono hai fatto, che non va mai dimenticato.

  13. Nel calcio servono idee , noi non ne abbiamo …
    Tutto improvvisato , tutto nella speranza che Dybala o Lukaku inventino qualcosa.

  14. Il problema é avere il terzo monte ingaggi della serie A e questa rosa priva di valore patrimoniale (valore che visto il rendimento dei nostri giocatori continua a svalutarsi).
    Non era semplice creare questo disastro sportivo-finanziario.
    Ci sono voluti circa 10 anni di dirigenti e direttori sportivi mediocri-ad essere gentili.

    • La seconda che detto anzi scritto. La rosa priva di valore patrimoniale. Diciamocelo tutti i contrattualizzati sono un grande peso, tutti tranne Bove, Zalewski, Ndika, Cristante, Mancini. Gli altri se non sono prestiti, sono giocatori esausti, buoni per la differenziata. Poi c’è Tammy, che l’ultimo anno era stato un disastro. Alcuni sono pure freschi di rinnovo, Elsha, quella grande immensa pippa di Belotti, ect.
      Depauperamento della rosa responsabilità della proprietà che ha badato più ai fatti suoi.
      Rosa, tolti Dybala e Lukaku i soli che possono portarti in alto, da 8 posto in giù responsabilità di Pinto.
      Puoi metterci Mou, Klop o Motta nulla cambierebbe nella sostanza!

  15. Ma Mourinho resta anche se gli prospettano un rinnovo a quel punto parametrato ad una squadra da 6-8 posto, con gravi problemi finanziari, con prospettive di crescita solo a lungo termine? Cioè in parole povere se gli offrono la metà o un terzo del faraonico ingaggio attuale? Ho molti dubbi

  16. Adesso vi dico la mia , Friedkin cacciate li sordi ….. io voglio mourinho perche è un vincente e voglio che i friedkin comprino i giocatori forti non 7 milioni in 2 anni , ma c’è l FPF e sti ca…… facessero come il psg o altre societa vedi anche inter sponsorizzazioni farlocche o come il milan che per 3 anni ha fatto vedere che cambiava padrone ma era sempre lo stesso , io faccio il tifoso non sono un commercialista a e non frega nulla io voglio vincere PUNTO,.
    se va via mourinho vi dico gia ora come va a finire stessa situazione di pallotta navigniamo tra 3/4/5 posto se va bene nessun dibala o lukaku se ci riescono tra 5/6 anni vendono tutto dopo lo stadio e amen , bhe a me non sta bene quindi Friedkin caccia li sordi

    • Aò, me sa che te sei perso e’ parole de lo Special Uan ieri. Er Generale Giusè Murigno ha detto che vò restà pure co le scartine de 20 anni che corrono e c’hanno gamba. Ancora che chiedi de spenne a sti du texani!?! Aò, t’ha accannato pure er mito tuo e ancora nun te ne sei reso conto!?! Ieri avemo visto arzà bandiera bianca pure a quello che ce doveva fa risorge come organico, er garante de acquisti de livello, er pungolatore daa società. Ma de che casso stamo a parlà!?!
      Leggo che dovemo fa come Bologna e Fiorentina, io un ce sto porco casso! Noi semo la Roma, dovemo sempre partecipà pe vince. Che devo fa io? Devo fa er comprimario pe aspettà de cresce!?? NUN CE STO, CASSO!

    • E vattene. Sparisci, che ci fai un piacere. Tu e tutti i criticoni ad oltranza. Raus! 👉👉👉

  17. perché NESSUNO si vuole rendere conto che considerando la Lumaca Cristante il più forte della rosa as Roma, c è da cambiare TUTTO.? Confido nei Friedkin

  18. È andata come temevo ma il Bologna è passato al 37 al primo tiro (con il solito difetto di essere troppo schiacciati in area piccola), poi un autogol. Pellegrini affosserà Mou. Mancini, Cristante, Pellegrini insieme da settimo posto, lo dico da un po’.

  19. Il problema siete voi che difendete ancora Mourinho, come già detto ieri thiago motta e 3 spanne sopra mourinho, ieri mi sono vergognato di guardare la mia squadra, ormai ogni domenica è questa. E non mi venite a dire alla Roma mancava cip e ciop, pke nei singoli la Roma è superiore, ma il problema è l’allenatore, a parti inverse di allenatori la Roma avrebbe vinto 3-0.

  20. Se Mourinho avesse avuto in panchina gli 11 titolari del Bologna, avrebbe detto che non aveva la panchina lunga.
    Diciamoci la verità, Mou oltre a saper incarnare il “sono solo contro tutti e tutto, contro il sistema” con cui riesce ad essere capopopolo dei tifosi romanisti (non il mio), non è capace a far giocare una squadra. Nessun giocatore fà un movimento senza palla. Solo lanci lunghi da 3 anni a sta parte, alla fine raccogli ciò che semini. Il movimento di Freuler sul primo goal non sappiamo cosa significa qui a Roma. Riusciamo a costruire palle goal solamente quando, in svantaggio, toglie giocatori e mette tutti attaccanti (cosa che non si fà neanche nei dilettanti) slegando però la squadra dal suo sistema difensivo al limite del ridicolo, facendo si che si manifesta la superiorità tecnica dei nostri giocatori presenti in campo. Perchè possiamo commentare e son d’accordo sulla qualità tecnica della nostra squadra, ma rispetto alla Juventus, all’ Inter, al Milan, al Napoli. Ma per vincere con la Salernitata, il Verona, il Bologna ecc. ecc……….ma non devi avere per forza 11 Lukaku. Ma gli altri allenatori che sentono lui lamentarsi che non ha giocatori, ma cosa pensano ? Ma cosa dovrebbero dire ? Dovrebbero neanche tentare di giocare. Invece giocato, e molto molto meglio di noi. #ViaMorinho #ViaMourinho # ViaMourinho

  21. Morale della favola, ci sono una decina di giocatori che sono di serie B ma dalla parte destra della classifica, strapagati che pesano sul bilancio della Roma alla faccia del FPF. A fine anno sarebbe logico e giusto di eliminare la zavorra sopradetta ( fatica immane per la pochezza tecnica dei 10 giocatori che nessuno, purtroppo vorrà) quindi mancando uno scouting serio, è impossibile pensare di appoggiarsi a giovani di belle speranze, la Società è in “cul de sac”senza via d’uscita!! Sono pessimista, ma spero ancora che questo branco di nullafacenti abbiano un sussulto di dignità e facciano un girone di ritorno dove mostrino di avere le “ppppp”. Forza Roma sempre.

  22. La disfatta di ieri e i nuvoloni che si addensano sulla Roma possono sorprendere tanti che ora si svegliano dal torpore, ma non il sottoscritto che quasi in solitaria queste cose le scrive da anni.
    Alla fine i nodi vengono sempre al pettine.
    Questa Roma è figlia di un cortocircuito che origina dal peccato originale al quale di anno in anno sono state messe solo delle pezze, scegliendo scorciatoie o scelte ruffiane acchiappa-consenso.
    La Roma è un castello che poggia su fondamenta di sabbia.
    Il peccato originale? Manca dall’inizio dell’avventura dei Friedkin una dirigenza all’altezza.
    Mourinho, Dybala, Lukaku, Sanches sono solo colpi di teatro, foglie di fico per coprire un nulla cosmico dirigenziale e l’assenza di un progetto sportivo.
    Detto quindi che nulla di quanto accaduto ieri sul campo mi sorprende, in realtà ieri è successo molto dopo la partita e quello è una novità che mi preoccupa non poco.
    Mou ha di fatto messo Pinto sul banco degli imputati e scaricato la squadra.
    La cosa mi preoccupa perché c’è una stagione ancora da giocare.
    L’auto candidatura per un progetto giovani fatta nel giorno in cui perdeva il confronto col suo possibile successore che il progetto giovani ha dimostrato di saperlo gestire alla grande sa tanto di tentativo in extremis di accreditarsi per un ruolo che non è nelle sue corde.
    Ma quello che colpisce è ai mie occhi la debolezza mostrata dal tecnico.
    Ho sempre pensato e riconosciuto a Mou che la sua autorevolezza, la sua forza mentale, la sua capacità di motivare la rosa, la bravura nel preparare le partite importanti, la sua capacità di far giocare i giocatori per lui fossero i suoi veri punti di forza.
    Ieri mi è sembrato di vedere invece un uomo confuso e debole, incapace in queste settimane di motivare i vari Smalling, Spina, Pellegrini e Sanches a sacrificarsi e a dare di più, un uomo con le spalle al muro, che pietiva un rinnovo di contratto vaneggiando un progetto giovani che lui stesso ha fatto naufragare preferendo sempre elementi esperti a giovani con potenziale.
    Spero solo che le mie sensazioni siano sbagliate, perché la crisi di rigetto che pensavo potesse esserci il 4 anno potrebbe anche essersi manifestata già in questa stagione.

    • Dichiarazioni assurde quelle di Mourinho, che contraddicono anche quelle rilasciate nei mesi scorsi.
      Sono convinto anche io che si debba cambiare dirigenza e allenatore a fine stagione (ma se si continua così anche prima), bisogna poi ricominciare con un progetto serio, prendendo anche decisioni impopolari.
      Motta ieri ci ha dato una bella lezione e avere un profilo del genere il prossimo anno non mi dispiacerebbe, secondo me ha anche una discreta personalità.
      Tempo fa su questo sito era uscita una notizia su Palladino come possibile nuovo allenatore, tu come lo vedresti?

  23. Ecco che ora quelli che fino a ieri difendevono Mourinho ora sono in depressione.
    Poi basta una vittoria contro una squadretta per esaltarsi.
    Molto comico, peccato che a rimetterci sia la Roma.

  24. “il Bologna ha gente con gamba e fisicità” mentre noi invece compriamo paredes.
    Pellegrini guadagna più di tutto quanto il centrocampo del Bologna, ma rende infinitamente meno di un Moro qualsiasi.
    Sugli esterni stendiamo un velo pietoso.
    In teoria, la squadra sarebbe da rifondare, a parte una manciata di giocatori (Lukaku che però non è neanche tuo, dybala, bove e forse cristante e Mancini) il resto andrebbe accompagnato ai cancelli di Trigoria…ma la cruda realtà è che tutto ciò non è possibile, condannandoci di fatto ad almeno altri 2 o 3 anni di mediocrità e sesti posti, oltre ovviamente agli ultimi 5 anni già alle spalle.
    amen

  25. il centrocampo è migliore del nostro, non guardare i nomi.
    moro feuler fergusson . corrono ed hanno una buona tecnica.
    paredes è lento ed ha una carriera inspiegabile (ma anche qui se vai a vedere ha giocato bene solo in russia e al modiale è andato in panca) cristante con matic vicino era una cosa senza è un altra. Pellegrini è inguardabile, ma credo sia questo. I campioni li abbiamo in attacco di cui uno quasi sempre rotto. La squadra è stata costruita male. Bove è l’unico che ha gamba.
    Vogliamo parlare di ndika……calafiori sembra va beckbauer.
    Non scherziamo mou ha le sue colpe ma la squadra senza i due davanti è scarsa, e senza grande personalità, tranne mancini e cristante che sono i leaders (vi rendete conto).
    Abbiamo avuto a centrocampo strootman de rossi e naigollan, cerezo falcao e diba, e ora abbiamo questi.
    Almeno il bologna ha una sua logica e Pinto dovrebbe tirare fuori dal sudamerica e non solo qualche giocatore come fa sartori.
    Basta a dire che gli altri corrono e basta ieri hanno fatto giocate di qualità-

    0

    0

  26. ragazzi dipende da quello che vuole fare la società. Vuoi puntare sui giovani? ovviamente non come il sassuolo, ma prendere almeno 2/3 giovani di grande prospettiva? allora serve un ds all altezza, tipo massara. Ma per comprare giovani forti, tipo marcos leonardo oppure il tomori della situazione, servono soldi. li puoi mettere ? no. Puoi cercare di fare cassa. ma con chi? bove, zalewski e cristante? in teoria si, ma se vendi gli unici buoni, dopo chi mandi in campo? io lo dicevo anche due mesi fa, se non puoi spendere riparti da motta e un buon ds, e cerchi di fare una via di mezzo. Ma è il presidente che deve fare questo discorso, e farlo in maniera chiara. questo progetto è fallimentare, bella la conference ma ma 11 sconfitte di media in campionato indicano una mediocrità assoluta. Io purtroppo rimpiango pallotta, perche dal primo garcia al primo anno di euswbio di francesco, sei stato sempre competitivo. eh ma non c erano milan e inter? e quindi ? mica era colpa di pallotta se le milanesi facevano piange. almeno qualche merito va dato .

  27. Poche chiacchiere. Contano i risultati. Fra 1 mese si farà un primo bilancio della stagione. A fine anno si deciderà su quale progetto puntare e quale sarà l’allenatore della Roma del prossimo anno.

  28. CHE DIRE?

    Sono sorpreso?

    NO.

    Ormai parlare di mou sarebbe sparare sulla croce rossa, idem dei giocatori.

    Ci aspetteranno altre sconfitte come detto da me giorni fa.

    Bisogna essere realistici nella vita e purtroppo abbiamo una situazione DISPERATA.

    Forse ci aspetterà davanti una delle peggiori stagioni degli ultimi 25 anni, con il terzo monte ingaggio e con l’allenatore piu pagato in serie A.

    Abbiamo il peggior gioco espresso da quando io abbia memoria, abbiamo il peggior allenatore, per quello che dà alla squadra e dice da quando io abbia memoria e una società che non prende posizione su questa situazione.

    ALZO le mani, perché ogni mia preoccupazione si sta avverando.

    La Roma è una squadra, NON PER SINGOLI ma per gioco e dinamiche, da ottavo posto in su.

    CON MOU sarà questa sempre la Roma.

    Lo era il primo anno, il secondo anno e il terzo anno.

    La Roma non sarà mai il real o il barca, tanto meno il city, quindi avere mou vuol dire quello che stiamo vedendo oggi.

    Chi ancora si attacca a competizioni mediocri con conference o un cammino più che fortunato come l’Europa luege (il Siviglia fa un cammino nobile che se lo avessimo fatto noi ci saremmo fermati ai quarti), tifa Mourinho e non la Roma.

    Il terzo anno sarà il compimento del lavoro di mou, ma vedo gente dire “con mou fino all’inferno”…

    Il male della Roma è il populismo che si è creato in città introno alla squadra.

    Spero almeno di arrivare in conference e poter dire “grande mou, abbiamo vinto una conference grazie a te”…

    Forse è questo il suo livello.

    Forse è questo il nostro livello.

    Grazie società, grazie allenatore.

  29. Io nun me la sarei sentita calla nemmeno se c’avevamo li du’ mostri in campo. Figurete cor Cifotico affiancato dar Rachitico…

  30. si sta verificando quello che era prevedibile si verificasse, con un mercato fatto quasi tutto di occasioni e nomi sfatti ma non solo, anche di mezzi giocatori sopravvalutati e/o buoni per il dopolavoro.

    sono state fatte scommesse rischiose e si stanno perdendo

    il problema è quale alternativa?

    puntare sui giovani?

    bisogna:
    a) trovarli
    b) prenderli
    c) aspettarli

    nel frattempo questa è la piazza che accetta un campionato fuori da tutto?

    col cavolo.

    con la rosa che avevamo lo scorso anno bastava rinunciare alla EL e arrivavi quarto.

    non sia mai ovviamente.
    all in sulla finale, ci è andata male (anche grazie all’ inglese maledetto) e questa è stata una legnata cui è stato risposto con altre scommesse.

    vogliamo avere qualche possibilità di arrivare in Champions? dobbiamo mollare l’EL
    fra preliminare e torneo non riusciremo mai a gestire anche il campionato

    siete disposti a accettarlo?
    ma quando mai

    continuiamo quindi a avere sogni e considerazione di se al di sopra delle nostre possibilità e continueremo a avere delusioni dolorose

    l’allenatore non è il problema della Roma.
    Mourinho non è il problema della Roma.

    • L’Europa League non sarebbe stata un problema per 4 QUATTRO mesi, bastava vincere o addirittura pareggiare a Praga. Poi ci ripensavi per le 7 partite finali a primavera. Ma pure con l’Europa League, abbiamo avuto la fortuna non indifferente di avere quasi tutte le sfide più complicate fuori dai turni di coppa. Le prossime 4 con Napoli, Juve, Atalanta e Milan sono tutte fuori dall’Europa League con una settimana piena di allenamento (tranne la coppa Italia dove giocheranno le riserve).

    • SOP, che c’entra la tua risposta col discorso che ho fatto lo sai tu, io no

      l’EL è stata un problema lo scorso anno nella fase finale, quando siamo scivolati dal 4 al 7 posto per via di impegni ravvicinati, infortuni stanchezza.

      lo sarà di nuovo quest’anno se passeremo col fayenord (spero di no)

  31. Credo che neanche Mou creda più alla champions, d’altronde se hai fatto un punto con Fiorentina e Bologna dove vai con Napoli e Juventus ?

    Mou lo terrei solo se rimangono Dybala e Lukaku
    Via i vari Pellegrini, Spinazzola, Smalling
    (Sanches non lo considero un giocatore della Roma)
    Va preso assolutamente un DS indipendentemente se Pinto rimane o no

    Se invece Dybala e Lukaku partono allora ieri sera è finita anche l’era Mou a Roma e sarà rivoluzione.
    non perchè Mou sia bollito ma perchè immagino la proprietà voglia iniziare un nuovo ciclo, puntare sui giovani e non serve un tecnico da 7 milioni l’anno

  32. Non è colpa di Mou se la Roma gioca così.
    Il calcio è diventato un gioco dove la prestanza fisica è diventata determinante.
    Andatevi a vedere qualche partita di 20 anni fa ( peggio di 40) i difensori impostavano, gli avversari guardavano, il pressing era cosa rara, in campo si trotterellava e solo sotto porta si vedeva un pò di dinamicismo. Oggi appena ti arriva palla ne ha tre addosso, se sbagli il passaggio di qualche centimetro l’avversario scatta e ti prende la palla e riparte a razzo . Velocità, scatto, resistenza queste sono le doti del calciatore moderno , poi se c’è la tecnica se un giocatore forte, se c’è anche la testa sei un campione , ma la prestanza fisica è la base.
    La Roma in fatto di prestanza fisica è tra le ultime squadre d’europa e qualche giocatore con testa , qualcun altro con tecnica e un allenatore forte non bastano a sopperire il pietoso stato atletico della Roma.
    Piuttosto se devo fare un appunto a Mou è come ha fatto ad avvallare l’acquisto di giocatori così.

  33. Oggi mi sono svegliato con 2 pensieri fissi, il primo è andato a tutti quei tifosi che sono andati a prendere Sderenato Sanches e Moviola Paredes, l’altro che Mourinho ad inizio campionato, quando le cose andavano male ha detto che la classifica bisognava guardarla a Gennaio. Ecco la maggior parte del tifo giallorosso vive di illusioni e nomi ed in società lo hanno capito. Invece di fare progettualità hanno puntato su giocatori che si conoscono ed illudono chi magari guarda solo le partite della Roma e chi non si interessa al gioco del calcio, cioè non gli interessano tattiche, schemi e via dicendo. La mediocrità di questa rosa è colpa dei Fridkin, di Pinto e di Mou. Alcuni giocatori mancano di professionalità, ma qua ancora vengono difesi e tutto questo capita perché non si conosce il calcio, io quando le grandi di Inghilterra o Spagna giocano tra di loro o con squadre di mezza classifica le guardo e vi assicuro che tutte corrono più noi, tutti i giocatori di queste squadre anche se quelle più scarse sanno di perdere danno tutto in campo, non c’è bisogno di nascere ed essere tifoso di quella squadra, basta essere professionali ed avere dignità per svolgere la propria professione. A Roma oramai tanti sono in villeggiatura. Mou per dire quelle cose, che gli va bene allenare giovani è perché non ha altre offerte allettanti, ma per allenare i giovani c’è bisogno che un allenatore insegni schemi, tattica e via dicendo, bisogna chiedersi se sia in grado. Se si punta sui giovani bisogna puntare su un DS che vada a scovare questi giovani e bisogna chiedersi se Pinto sia in grado. Queste domande deve porsele Dan Friedkin e chi vicino a lui. La Roma deve essere vista come una società di calcio e non come un villaggio vacanze.

  34. Le sconfitte servono a capire: il valore della squadra, la programmazione della società, la campagna acquisti effettuata e il valore di chi la ha effettuata, le reali ambizioni della squadra è anche della società. Mourinho ha già scaricato sui giocatori, e i friedkin devono prendere una decisione imminente… O con mourinho o senza e soprattutto fare capire quali sono i loro reali obiettivi

  35. ma certi giocatori come Aouar Renato Sanchez Ndicka li ha voluti Mourinho o quanto meno li ha accettati..o no? E’ Mourinho che finora ha sempre voluto giocatori pronti già affermati tatticamente con esperienza o no? Ci sta che abbia capito che la Roma non può permettersi di andare avanti così. Si prenda un DS all’altezza e un direttore tecnico ( Totti o Boniek o Nelaandrebbero benissimo).Io credo che sia meglio prendere dei giocatori dalla B o far giocare dei giovani sani piuttosto che mettere dentro dei giocatori che giocano una partita poi si fanno male..Mourinho finora non è stato un profilo di allenatore per un progetto giovani tantomeno a 8 banane l’anno. Credo che se lui e tutti compreso l’ambiente cambiassero mentalità Mou è uno dei pochi che può reggere psicologicamente per un progetto a lungo termine del genere anche se non ci sarebbero più i lukaku dybala ecc bisogna farsene una ragione

  36. Bisogna prendere atto che l era Mourinho è finita..e deve finire pure l acquisto di ex campioni logori e rotti..si deve ripartire da un da capace e un allenatore che sappia creare un mix tra giovani promettenti e giocatori più esperti ma sani..e potrebbe nn bastare.. questo avvitamento nn fa che darmi conferme su cose che credevo superate..🍊⚡

  37. Se vuoi iniziare con un progetto “giovani” e risanare completamente il bilancio, sarebbe assurdo dare 7 milioni all’allenatore che tra l’altro non mi pare che stia valorizzando ‘sto gran numero di giovani da portare in prima squadra. Zalewski ormai è l’ombra di se stesso e Bove dopo 3 anni ancora fa la riserva, punto. Lo stesso Calafiori non fu fatto mai giocare e chiesto a Pinto di (s)venderlo.

    Io vado controcorrente e farei l’esatto contrario: la rosa la confermerei quasi tutta (tranne i prestiti) e punterei a un allenatore alla Gasperini. Con un Gasperini tra un anno un Cristante o un Pellegrini li rivendi a 30 milioni l’uno, risani il bilancio e magari ti togli pure le soddisfazioni in Europa (mi fa rosicare enormemente vedere l’Atalanta che vince in scioltezza il girone con lo Sporting mentre noi arriviamo dietro lo Slavia).

    L’idea Mourinho, così come Dybala e Lukaku, potevano essere affascinanti, ma si stanno rivelando un fallimento. In altre parole, delle “americanate”, ma non un progetto serio e a lungo termine.

    • Bove 3 anni fa aveva 17 anni. Lo volevi titolare? Giusto Gianni Rivera e neanche Totti, a quell’età. Calafiori lo avete bocciato e cacciato a furor di popolo. In effetti avete caldeggiato tutte quelle cose che ora imputate a Pinto/Mou/Società. Un po’ di onesta’ intellettuale non farebbe male, eh?

  38. Quei tre in foto i primi da mandare via. Siamo ottavi in classifica. Senza Dybala + Lukaku siamo da ottavo posto. Sono gli unici due campioni in rosa. Il resto mediocrità allo stato puro

  39. Non ritorno sui 2 schiaffi del Dall’Ara ma c’è il rischio concreto di passare una Vigilia di Natale di m**da in senso calcistico rischiando che pure colui che mai vorremmo vedere sulla panchina della Roma, cioè Mazzarri possa farci una capoccia come un dindarolo e prenderci a pallonate. Ci manca solo che pure questo dia una lezione di calcio a Mourinho e sarebbe davvero troppo insopportabile ben oltre il limite che si è comunque superato.
    Speriamo non accada.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome