Mourinho attacca Pinto e la squadra: “Certi giocatori non hanno più niente da sviluppare”. E a giugno è pronto alla rivoluzione

77
1852

NOTIZIE AS ROMA – “Io voglio continuare con la Roma e sono disposto a pensare in un modo diverso. Semmai continuassi dovremmo pensare veramente bene ai limiti del fair play finanziario. Magari è meglio lavorare con i giovani che hanno un potenziale da sviluppare piuttosto che con giocatori che non hanno più niente da sviluppare“.

Le parole di Josè Mourinho dopo la sconfitta di Bologna fanno decisamente rumore. Perchè se da una parte il tecnico apre in modo chiaro e netto al suo rinnovo con la Roma, dall’altra il tecnico affossa una parte della rosa e il lavoro svolto da Tiago Pinto specie in questa ultima sessione di mercato.

La sostituzione di Renato Sanches è il chiaro manifesto del Mourinho pensiero. Il tecnico portoghese chiede scusa al giocatore (“Mi dispiace da morire per lui, ma dovevo cambiarlo“) ma in qualche modo sta dicendo: non è colpa tua, ma di chi ti ha acquistato. Un’altra stilettata a Tiago Pinto che aveva definito quella del centrocampista portoghese come la sua “scommessa personale”.

E se a gennaio non potrà essere rivoluzione, da giugno servirà intraprendere un’altra strada. Dai nuovi acquisti ai senatori: lo Special One non farebbe prigionieri semmai dovesse continuare sulla panchina della Roma. Un grosso se. L’ultima parola spetterà a Dan Friedkin. Le cui intenzioni restano ancora oscure.

Fonte: La Repubblica

Articolo precedenteRoma e Mourinho, due schiaffi al Dall’Ara
Articolo successivoRoma, Bonucci spinge: può essere lui il rinforzo low cost per gennaio

77 Commenti

  1. Lo dico da mesi , pinto deve andare a fare un altro mestiere.
    Eppure ricevo solo pernacchie. E allora teniamoci questo genio del mercato dei fallimenti altri mesi.

    A giugno, repulisti.
    Forza Roma , senza gli incapaci.

    • Caro Pietro non te la prendere almeno,una volta per tutte finisce quella gran balla,come qualcuno an cora sostiene cercando di limitare le enormi responsabilità di questo finto ds Tiago PINTO il.mago del mercato.Sostenere PINTO é voler male alla Roma.

    • Appena arrivato Sanches, Mourinho disse che era il salto di qualità che aspettava per il centrocampo, l’anno scorso diceva che avrebbe voluto 3 Pellegrini in squadra, ogni dopopartita attacca nell’ordine : L’arbitro, il singolo giocatore, in maniera velata (è furbo) la proprietà, il tempo, la cabala ecc…
      Riconosco la mia petulanza a dire e condannare sempre in una direzione, però non trovo giusto che ora il solo capro espiatorio sia solo Pinto e non delle incompetenze più collegiali.

    • Qui c’è stanno a pià per c tutti, la società con una figurina all’anno, il mister che una volta vuole i campioni una volta i giovani, i giocatori che magnano e bevono alla faccia nostra che stamo sempre li.

    • Ao a ogni passo falso spuntate fori. È incredibile. Facciamo sto giochetto che è colpa dell’allenatore da ANNI. Gliel’abbiamo accollata a tutti quelli che ce so stati prima. Risultato? I ds che se susseguono c hanno lo scudo pronto e fanno li comodi loro, aggiustandosi le cose come je pare( soldi legati a commissioni ecc.). Er gioco è sempre lo stesso. Pellegrini fa ride? Colpa del mister. Cristante nun je la fa più? Colpa der mister. Paredes é mediocre? Colpa del mister. Potrei annà avanti ma me so rotto…la verità è semplice: abbiamo un centrocampo che fa ride. In difesa abbiamo perso Smalling. Quando nun gioca Dybala puoi perde. Se non gioca Lukaku perdi matematico.

  2. secondo me sa già che a fine anno lo fanno volare dalla finestra e si sta preparando il terreno dicendo che lui sarebbe rimasto volentieri, ma è la proprietà brutta e cattiva che non lo ha rinnovato (grazie al cielo). Detto questo se si vuole veramente ripartire da un progetto giovani servirà pure l’allenatore giusto a cui dare tempo, sono curioso di vedere chi sceglieranno (rispetto a ciò che abbiamo adesso qualsiasi allenatore sarebbe un upgrade, tranne Italiano che a Roma non ci si deve nemmeno avvicinare)

    • Credo che a Roma l’unico che potrebbe reggerel’urto di due-tre stagioni fatte con i giovani sia… Mourinho. I De Zerbi, i Thiago Motta, i Di Francesco, avrebbero credito zero e le spalle molto meno larghe, finirebbero macinati nel tritacarne capitolino, lo abbiamo già visto a josa nel corso degli anni.

    • certo…
      uno che ha aperte le porte per andare (come minimo) a guadagnare decine di milioni in Arabia ha bisogno di mettere scuse che un rf83 qualsiasi…

      si proprio così

    • Secondo te qualsiasi allenatore sarebbe meglio di Mourinho, fai qualche nome di allenatori che sarebbero meglio di lui , con i giocatori attuali e pensando ad un futuro con i giovani

    • Pallotta non v e bastato? 10 allenatori in 10 anni ,ogni anno per un modo o per un altro il vecchio allenatore non andava più bene ,Spalletti lo abbiamo cacciato a pernacchie per non parlare di Luis Enrique che e scappato o di Garcia 10 vittorie di fila e che a voi come direbbe mio non nonno non v’è sta bene un. Palo…,quindi adesso ricominciamo con un altro allenatore tra 12 mesi lo cambiamo manco fosse in auto

    • E chi glielo da il tempo?
      Per me pure se giochiamo con tutta la primavera va bene.
      Per voi della Santa inquisizione ??
      Glielo date il tempo ai giovani , al nuovo allenatore, vi stringerete attorno a loro nei momenti di difficoltà?
      Seee, qua sopra sapere solo insultare e distruggere .
      Ma si facciamola sta rivoluzione, via tutti,tanto poi arriveranno tempi migliori, sì sì.

    • Spalletti cacciato proprio non mi risulta, è stato lui ad andarsene e a febbraio già aveva firmato per l’Inter.
      Per il resto è vero che gli allenatori avevano ben poca decorrenza, ma questo in gran parte fu dovuto al fatto che si lasciavano soli a gestire tutto il peso di una direzione tecnica con un presidente assenteista e un DS che, per quanto talentuoso, non aveva assolutamente il manico per gestire uno spogliatoio turbolento.
      Io sarei della stessa opinione di Idi se è per questo e l’ho pure detto ieri a botta calda dopo l’ammissione di Mourinho sul fallimento di questo progetto tecnico che non varrebbe nemmeno la pena di identificare come tale, tanto è scombiccherato.
      Resti pure Mourinho ma a patto che abbia la voglia di tornare indietro di 20 anni e sporcarsi nuovamente le mani a fare l’allenatore di campo e non il mental coach e l’istrione davanti ai microfoni.
      Lo sapeva fare, lo ha fatto e benissimo con il Porto. Dimostri che può farlo ancora.
      Pure lui però si deve mettere in discussione e accettare un ruolo che non è più quello di Special One e di stipendio adeguato al titolo.
      Perché la realtà odierna per lui dice che dopo la Roma ci sono solo le dune e i petrodollari, nessun altro all’orizzonte e questo lo ha capito bene.
      Se la sua non è solo una provocazione forse è l’unico che potrebbe sopravvivere alla sfida.

    • @actarus
      non riscriviamo la storia.
      Spalletti è stato cacciato, gli andavano sotto casa e rompevano le @@ addirittura ai figli… Spalletti, avendo fatto record di punti, è stato fischiato e insultato.

    • h.p.l la storia è quella che dico io…Spalletti aveva deciso di andarsene già da tempo.
      Quella degli insulti è un altro pezzo di storia ma ininfluente ai fini della decisione perché aveva già firmato con l’Inter.

  3. io continuo a dire che ha ragione Mou, mezza squadra non ha piu nulla da dare, meglio vendere e rifondare sui giovani! tenere giusto 4/5 giocatori esperti e integri che possano fare da chioccia ai giovani ..

    • il problema è che questo discorso è valido da un bel pò di tempo e magari si poteva cominciare lo scorso anno tenendo i tahirovic e missori e sfanculandone altri, lasciando a parigi l’ectoplasma paredes ed il fantasma sanches…ed abbiamo fatto partire il sempre presente matic…mah

  4. E come inizieremmo dai giovani?
    A parte che 4 li abbiamo appena venduti e non è che stiano sfacendo sfracelli. Unico che gioca bene e’ Calafiori , forse .

    Abbiamo tanta gente invendibile , altri addirittura che torneranno da prestiti perché fanno schifo.
    Lukaku e Dybala resterebbero con un gruppo di ragazzi ?

    Mah.

    Sarebbe una buona idea, ma vedremo come e se lo faranno.

    • calafiori sta facendo più che bene, Lukaku non è della Roma e dybala, giocatore clamoroso per quanto è forte, purtroppo non regge a livello fisico, quindi o prendi un vice Dybala degno o prendi un allenatore che ha mezzo schema di gioco anche se non gioca la joya, non ce l’ho con mou e che penso sia un allenatore che deve prendere squadre già pronte per competere per scudetto e Champions, come creatore di un progetto non ce lo vedo proprio

    • Vichingo
      Calafiori sta facendo bene da tre mesi, in una squadra senza pressione alcuna, con un centrocampo che corre ed interdisce.

      Da noi farebbe meglio di Mancini o Lloriente ?
      Oppure, giriamola, Mancini sarebbe un disastro con Bove e Ferguson e Moro?
      Acerbi rende all Inter, per dire…
      No?
      Era per dire che puntare sui giovani non vuole per forza dire la nostra primavera

      Roma ha tritato gente che veniva da buone e promettenti stagioni, ma poi, qua, Ambiente, città, società, sono collassati.

      Mourinho ti da questa garanzia, di uomo forte , non quella del gioco

      Ha sempre avuto campioni, ha sempre vinto.
      Può darsi che ora voglia tentare una nuova sfida , di crescere ragazzi ?

      Sia lui giusto per questo, non lo so

      Ma tra lui e tutti i vari allenatori emergenti, in quanti reggerebbero a Roma?

    • Vichingo
      Calafiori sta facendo bene da tre mesi, in una squadra senza pressione alcuna, con un centrocampo che corre ed interdisce.

      Da noi farebbe meglio di Mancini o Lloriente ?
      Oppure, giriamola, Mancini sarebbe un disastro con Bove e Ferguson e Moro?
      Acerbi rende all Inter, per dire…
      No?
      Era per dire che puntare sui giovani non vuole per forza dire la nostra primavera

      Roma ha tritato gente che veniva da buone e promettenti stagioni, ma poi, qua, Ambiente, città, società, sono collassati.

      Mourinho ti da questa garanzia, di uomo forte , non quella del gioco

      Ha sempre avuto campioni, ha sempre vinto.
      Può darsi che ora voglia tentare una nuova sfida , di crescere ragazzi ?

      Sia lui giusto per questo, non lo so

      Ma tra lui e tutti i vari allenatori emergenti, in quanti reggerebbero a Roma?

  5. Giusto….
    Ma, dal primo minuto del secondo tempo (preferendolo a Bove) è stato Pinto a “caldeggiare” l’ingresso in campo di Sanchez..??
    Purtroppo lo squilibrio tra le persone dotate d’intelletto di cui lei ne è ampiamente dotato e chi ne è scarsamente dotato, rende le cose semplici maledettamente complicate…

    • hai mai sentito parlare di ” dinamiche di spogliatoio ” ?….o di incentivi prima di bocciare ? insomma per te una squadra cos’è…..una cosa tipo un righello o un goniometro? Dai …un po’ di umiltà per parlare di un mondo che non conosci….o se lo conosci non lo hai compreso bene.Mi scuso come Mourinho con Sanchez e spero ti sia servito per capire meglio.Buon natale.

  6. Una domanda però voglio farla a tutti Voi.
    Ma siamo sicuri che la colpa sia unicamente di Pinto?
    Una campagna acquisti là si con l’allenatore… o sbaglio?
    Il nostro non mi sembra che…sta zitto e buono!
    Forza Roma!!
    Buone feste a tutti!

    • L’allenatore cosa può dire se Pinto gli prende giocatori in prestito o a fine contratto perché il fair play finanziario non può permettere alla Roma di acquistare giocatori ?

    • Direi che i primi responsabili sono i proprietari, che mandano in giro un Ds ( pochissimo capace tra l altro)senza un euro. Qui bisogna cominciare a contestare i Friedkin come si fece in passato con Sensi che alla fine mise mano al portafogli e fece la squadra da scudetto. Con questi e con i loro metodi non si va da nessuna parte.

    • Fino a poco tempo fa, Mourinho elogiava Pinto sostenendo che aveva acquistato quei giocatori che lui voleva. Adesso per Repubblica la colpa è solo del GM. “La sostituzione di Renato Sanches è il chiaro manifesto del Mourinho pensiero”. Da quando una sostituzione è il Chiaro Manifesto del pensiero altrui. Secondo chi ha redatto l’articolo, una sostituzione forzata equivale ad una recissione del contratto? Pure ilazioni giornalistiche.

  7. Roma- Milan 1-2 Inter-Roma 1-0 Lazio-Roma 0-0 Roma-Fiorentina1-1,Bologna-Roma 2-0,questo lo score con squadre di livello.poi ci sono i due anni precedenti,questo Mourinho vuol rimanere per fare altri miracoli?

  8. Penso sia palese il disgusto reciproco che c’è tra Pinto e Mou già dal primo giorno di lavoro a Trigoria. La società ha fatto orecchie da mercante e questo è il risultato. A parte le seghe spuntate e rotte prese da Pinto c’è da rottamare giocatori inutili strapagati e ormai senza più appello vedi tristezza e sconforto Pellegrini e Spinazzola che andrà. Forse l’ennesima prova importante fallita è segno che la squadra vuole mandare qualche messaggio. Dico forse. Per il resto mi spiace dirlo ma mi sono un po’ schifato ultimamente di guardare la Roma. Mi sta disamorando. Ovvio che non sono come la maggior parte dei tifosi accecati da non so quale stella che si butterebbero nel fuoco pur di dire una cosa del genere. Mi spiace tanto.

  9. Qui tutti a parlare della campgna acquisti non al livello (senza soldi…),
    e passi pure,
    ma di quelli che dovrebbero essere la colonna portante per esperienza e ruolo
    invece che dobbiamo dire?
    Ma Pellegrini, Spina, Elshaa e Belotti ieri vi sembravano giocatori da serie A?
    E sì che non sono neanche spremuti.
    Almeno Parades e Cristante hanno la scusa che giocano sempre da 3 mesi.

    Se ieri Mou ha sbagliato qualcosa è stato non dare un segnale dopo 45 minuti
    togliendo almeno 3 che erano chiaramente in confusione.
    Avevi Bove, Azmoun, Karsdorp a sinistra che non poteva fare molto peggio,
    almeno davi un segnale!

    • Se giocatori di un certo livello giocano male non potrebbe essere perchè sono male allenati e mal messi in campo?

  10. Tema:
    La rivoluzione. Se rivoluzione deve esserci, la premessa migliore è che la presidenza abbia le idee chiare, senza questo assunto, non si va da nessuna parte. Si vuole continuare con Mourinho? Non ho preconcetti anzi a certe condizioni è la miglior scelta. Deve essere consapevole, non solo a parole, che la musica deve cambiare, intanto dimezzare il suo stipendio perchè non si può dire armiamoci e partite, detto questo pieni poteri all’allenatore, nella scelta dell’uomo di mercato dei collaboratori e dei calciatori, entro un certo bugget. Ma il mister dovrebbe avere l’abilità e umiltà di circondarsi di collaboratori che abbiano idee, sia il fulcro di questo e dia mandato agli altri di portare idee nuove e moderne. Non sia un semplice allenatore, ma un accentratore di idee nuove e coraggiose. Lui ci metta tutto il carisma per “proteggere” scelte anche contro la piazza, ma la direzione deve essere questa. Perchè lasciare il Mourinho di quest’anno con i giovani è un fallimento annunciato. Questo è il mio pensiero

    • Barnaba condivido pienamente. Però lo scenario idilliaco che prospetti è impossibile (come di certo sai benissimo), quindi è indispensabile cambiare allenatore (o prendere un allenatore dato che da quasi 3 anni non ne abbiamo uno)

    • Ciao Fabio, non credo sia idilliaco, ma l’unico scenario possibile, cambiando allenatore e prendendo per esempio il pompato Motta cosa cambierebbe? Nulla, devi dargli i giocatori che possano essaltarsi e rendere al meglio con il suo gioco. Non ne faccio una questione di allenatore, ma di idee. Senza quelle non vai da nessuna parte ed ogniuno è autorizzato a fare ciò che vuole. Ma è mai possibile sentire in una intervista Pinto dire: “E’ una mia scelta se ho sbagliato prendetevela con me” ma che è, l’asilo. Tu fai quello che dice, vado sull’inflazionato, il progetto aziendale e non le tue scommesse. L’allenatore sa il materiale che deve plasmare ed accetta o meno. Non voglio sentire ho bambini, quelli ti do e quelli fai frullare. Dico solo che fare questo costa consensi e scontri con la piazza ed un allenatore come Mourinho può fare da cuscinetto, ma non come semplice allenatore, ma come polarizzatore di nuove idde e modi di giocare. Non credo che gli allenatori anche i più preparati usino la farina del loro sacco, magari del loro staff prendono iidee e progetti e li lavorano per poterli mettere in pratica, se ho un collaboratore che per passione ha belle idee di schemi di attacco, lo promuovo, lo metto alla prova e poi le importo nel quotodiano. Questa mi sembra l’unica strada le altre sono frutto del caso o della fortuna.

  11. Nel calcio di oggi se non hai giocatori con un bel motore non hai grosse chance. La Roma con questo profilo ha solo Bove, gli altri o sono lenti (Mancini, Cristante, Paredes) o sono seghe fisicamente (Pellegrini, Dybala, Spinazzola, Smalling) ecc. in pratica una intera squadra non all’altezza. Mou lo sa, per questo continua con questo gioco a “nascondere i tanti difetti” di questa rosa. In conclusione non penso sia lui il principale problema, ma i giocatori che scendono in campo. Io gli rinnoverei il contratto e farei un ripulisti, lui sarebbe un grande catalizzatore per attirare giovani talenti desiderosi di lavorare con una leggenda come lui. Ci serve però un DS capace di scovare i giovani giusti. Pinto sta facendo un buon lavoro dal lato economico, ma non quello sportivo.

  12. che questo all-in su giocatori fracichi o da “rilanciare” fosse pericoloso, l’ho pensato e scritto all’epoca del mercato.

    ma i giovani e sconosciuti bisogna trovarli e aspettarli, e qui non si aspetta nessuno, li vogliamo pronti e forti subito

    vedi Calafiori, per esempio. ora sta facendo bene, quando era qui era un montato, sopravvalutato, fracico…

    io non difendo Pinto che come dicevo ieri sul topic di Sabatini mi pare un contabile applicato al calcio… ma se questo non ha soldi e gli si chiedono giocatori pronti, ma mica li può generare dal nulla!

    quindi Mourinho per me ha ragione, ma la sua è un’autocritica che coinvolge lui, Pinto, la proprietà

    la Roma ha puntato su cavalli spompi e questi il carretto non gliela fanno a tirarlo

    se non hai soldi, devi ripensare al progetto.

    questo è quello che avevo scritto questa estate vedendo il mercato.

    temevo che questo sarebbe stato l’esito

    la novità è che contrariamente alle sue abitudini e alla sua storia Mourinho è disposto a allenare giovani sconosciuti invece che giocatori pronti

    lui dice “per amore dei romanisti”

    gli haters dicono “perché non ha alternative”

    che è ridicolo, visto che è stimato immensamente un tutto il mondo del calcio e una panchina dove guadagnare anche più di adesso la trova a occhi chiusi

    poi si può discutere se lui sia l’allenatore giusto per un ciclo del genere

    ma vorrei proprio vedere chi altri ha le spalle per reggere la pressione di questa piazza

    • No, non la trova a occhi chiusi, se non quella dorata a Ryad dove lui non sembra ancora intenzionato a svernare malgrado la valanga di petrodollari che gli pioverebbe addosso.
      E questo in un certo senso gli fa onore, vuol dire che per lui l’agone sportivo è ancora in cima ai suoi pensieri malgrado gli anni passino anche per lui.
      Ma ha compreso che persa la Roma gli resta qualcosa di inferiore nel calcio che conta, almeno a livello di club. Perché parleremmo del quarto benservito consecutivo.
      La stima del mondo è quella dovuta a un monumento, ma nel momento in cui lo diventi allora arrivano i piccioni.
      Però se la sua è una proposta seria, convinta, che metta anche in discussione se stesso e il suo stipendio, il suo modus operandi, per me non è da rimandare al mittente con leggerezza.
      In effetti il suo ombrello sarebbe forse l’unico in grado di proteggere dei ragazzi dai venti mefitici di questa piazza, sia in un senso che nell’altro, e farli crescere nel modo corretto.
      Anche se ormai sono passati più di 20 anni ha dimostrato in passato di sapere insegnare calcio raggiungendo risultati insperati.

  13. a forza di attaccare sempre i giocatori, peraltro con qualche ragione e mai prendersi una responsabiita’ che sia una, Mou rischia che alla lunga, lo stesso spogliatoio gli remi contro, da che mondo e’mondo i giocatori pensano ai loro interessi e sanno benissimo che con un altro mr che non sia Mou ricomincierebbero a vivacchiare ed a fare il bello ed il cattivo tempo..Tuttavia Mou deve essere onesto sino in fondo, non ha dato uno straccio di gioco di.schema e di alternativa alla squadra e così facendo non gli ha dato nessuna certezza, quando dice che accetterebbe di lavorare con i giovani non lo vedo sincero sino in fondo, o meglio da uomo arguto e grande persona potrebbe cambiare anche prospettiva e visuale ma credo sia disposto a snaturarsi a tal punto.. vedremo, questione di ingrossa e si arrivera a un punto di non ritorno …forza Roma

    • UmbroGiallorosso che Mourinho preferisce i giocatori già pronti e affermati è risaputo ma chi è che non li preferisce, se è arrivato a dire questo che è ben disposto a lavorare sui giovani vuol dire che molti dei giocatori che ha a disposizione non gli stanno dando il 100% in campo e sono praticamente ex giocatori inguardabili.
      Andiamo al mercato nei tre anni di gestione di Pinto che sarà bravo a farsi i conti ma non è un vero DS non ha portato nessuno dico nessuno di prospettiva valido oltre ad aver buttato dei soldi, se tu mi devi perché hai dei limiti del FFP andare a prendere tra gli svincolati giocatori da ricostruire o scarti che non ne azzeccano una da anni addirittura costantemente rotti e mi vendi quei pochi del vivaio che mi potrebbero essere utili in futuro è chiaro che paghi prima o poi dazio.
      I vari sanches Kristensen aoaur si potevano evitare di prenderli e dargli begli ingaggi, come anche ceduto vina in prestito potevi andarti a prendere un esterno sinistro buono vista la problematica di Spinazzola e la scadenza contrattuale dello stesso.

    • Di dove sei umbro?😊 solo una considerazione sul non gioco: andiamo a vedere anche i numeri delle partite, sicuri che siamo così scarsi? Anche ieri più tiri del Bologna, più tiri sullo specchio (il Bologna ne ha 2 e 2 goal ha fatto) più corner, perdiamo solo sulla percentuale di possesso. Abbiamo avuto occasioni di segnare più di loro, penso a Belotti davanti alla porta per esempio e tutto questo con gente che non sta in piedi. Sicuri che è solo colpa di Mou? Se avesse l’Inter secondo voi che risultati otterrebbe? Un caro saluto con il Trasimeno nel cuore.

  14. Premesso che non capisco nulla di certe cose, mi pare che Pinto sia stato preso per siatemare i conti, non è un Ds. Siamo l’unica squadra a non avere una persona che si occupi solo di cercare giocatori e basta. Perché non può convivere un Ds con Pinto? È l’unica cosa che rimprovero ai Friedkin

  15. la cosa assurda è che quando si è preso Mourinho i commenti sostanzialmente vertevano sulla fine del progetto giovani in favore di calciatori con esperienza. Adesso le cose sembrano andare così male che si chiede un repulisti e iniziare un progetto giovani.

    Comunque, mettiamo il caso che si faccia, a me non sembra che Mourinho abbia questo gran fiuto per lanciare i giovani, in questi 3 anni l’unico giovane che ha lanciato è che si è confermato è stato bove e direi che è un pò pochino.

  16. Ma i giovani con cui ripartite li deve trovare pinto che non conosce nemmeno haaland e compra shomurodov come vice Dzeko? La differenza tra Roma e bologna è tutta nel direttore tecnico. Le altre società sono strutturate con professionisti. La Roma ha solo l’allenatore più vincente della serie A ma una società senza un professionista e con un ds/gm talmente scarso che non potrebbe lavorare in nessun campionato e in nessuna categoria. Gli altri hanno professionisti a fare mercato non un azzeccagarbugli. In italia non c’è una squadra che spende come il psg o il real ma solo società che sanno spendere senza eccessi e rispettando il fpf più di quanto lo facciamo noi perché hanno un ds vero. E infatti l’anno passato ha vinto lo scudetto il napoli con una campagna acquisti di sconosciuti che si sono rivelati determinanti e con la cessione di nomi affermati. pinto non ne azzecca una né di calciomercato né in conferenza stampa. I Friedkin dovranno trovare un altro modo di scegliere il ds/gm, quello usato finora è stato fallimentare.

    • il problema non è pinto (o meglio lo è fino ad un certo punto) perchè non mi pare che non sappia sfruttare le occasioni. Il problema è che alla Roma non riescono a dare una corretta valutazione alla rosa. Se fosse possibile prenderei i vecchi articoli in cui dicevo espressamente che il problema della roma fosse che in una squadra che punta a vincere considerare pilastri i vari mancini, pellegrini o cristante era un errore fondamentale. Per l’amor del cielo sono buoni giocatori e che non creano problemima sono giocatori che non ti permettono di fare un salto di qualità, gli hai rinnovato lo stipendio ad un livello così alto che squadre della loro dimensione non possono arrivarci ed il risultato è che naturalmente loro non possono dare di più ed il risultato è che la squadra non cresce. E non mi pre che pinto sia l’artefice di qusta situazione ma mourinho che costantemente li schiera titolare nonstante innumerevoli prestazioni sottotono

    • Il problema non può essere l’allenatore più vincente della serie a ma il ds/gm più scarso al mondo. E comunque i problemi non sono Mancini e Cristante ma gli esterni, Paredes, Pellegrini e la scarsezza della rosa costruita dall’azzeccagarbugli pinto che non è bravo come il direttore tecnico del bologna che rispetto a lui è un premio nobel del calciomercato. Per essere precisi anche il macellaio sotto casa rispetto a pinto è un premio nobel del calciomercato.

  17. Gruppo non all’altezza, purtroppo.
    Ogni appuntamento importante lo si manca.
    Non é un caso.
    Anche se non facciamo nomi…ormai che ci sono giocatori da accompagnare alla porta é chiaro!

    B

  18. Sartori , attuale D.S. del Bologna ed ex dell’ Atalanta , negli anni ha acquistato giocatori sconosciuti poi rivenduti a peso d’ oro , sbagliando poco o niente . Perché non parlare di Marotta che , ha fatto le fortune della Rube o ora le sta facendo all’ Inter . Non mi ispira certo simpatia ma questo non mi impedisce di essere obiettivo. Pinto è simpatico ma chi lo difende può dirmi quali sono stati i suoi acquisti azzeccati ? Se mi dite Dybala e Lukaku , sappiamo bene perché sono venuti a Roma .Adoro Dybala ma se non aveva i problemi fisici che ha sarebbe arrivato ? Lukaku è fisicamente integro ma è venuto perché si era ” incasinato” da solo .

  19. Ah me basta pensare che due anni fa potevi prendere Xhaka Dell Arsenal, ma purtroppo se vai a fare l accattone in giro ti ritrovi con un pugno di mosche soprattutto quando fai tira e molla con le squadre inglesi e abbiamo preso per quasi la stessa cifra con commissioni incluse o escluse non ricordo quel Pippone di Shoumurudov. Oggi Xhaka sta al Leverkusen e guarda caso è primo.. Certo non sarà l unico forte ma come verticalizza e fa girar la palla…..

    • Mettilo in una squadra dove Dybala va a contrastare al limite della sua area di rigore e vedrai come verticalizza Xhaka…

  20. io sono convinto che qui manca un solo giocatore, clamoroso ed essenziale, per agguantare il 4 o addirittura il 3 posto: un regista fatto a dovere. Poi che per diversi motivi non si può acquistare, bisogna fare com’è successo in tanti altri casi: trasformare un giocatore della rosa. Il più indicato è Pellegrini (tanto, per dove gioca adesso, è superfluo, controproducente).

  21. Pinto ha distrutto la Roma!
    Prego signori l’uscita da questa parte……..Spinazzola Karsdorp, Aouar, Rui Patricio, Celik, Belotti, Pellegrini, Ndika, Smalling, Abraham, Sanches e naturalmente Pinto, ADDIO!!!!!!!!
    Calciatori rotti e quelli sani pippe senza dignità! Speriamo che i sordomuti padre e figlio Friedkin abbiano capito che il problema non è Mou!

    • Concordo curvasudforteromana, mi auguro finalmente, atteso l’ennesimo mercato farlocco condotto da Pinto, che i Friedkon abbiano compreso l’errore e se ne liberino al più prestp. E’ veramente assurdo come tra una quindicina di giocatori comunque presi in 2 anni e mezzo non sia riuscito ad azzeccarne uno che si sia reso utile o che si sia minimamente valorizzato. A raccontarlo a chi non lo conosce non ci si crederebbe. Si dice uno che sia uno non due o tre e ancora lo si difende cercando di buttarla in caciara coinvolgendo nelle responsabilità Mou o addirittura la Società eppur oltrev 100 milioni ll ha comunque avuti. Non si tiene neanche conto che quelli che ha preso anche in prestito o a zero oltre a essere scarsi e per lo più in precarie condizioni fisiche sono comunque costati tra ingaggi, commissioni e costo prestiti e INOLTRE ESSENDIO RIVELKTISI INUTILI SE NON DANNOSI VANNO SOSTITUITI.
      Fate caso ai molti goals incassati per llaw gran parte con azioni sviluppatesi volutamente sul nostro out sinistro ma veramente Pinto poensava di sostituire Matic, Ibanez e Smallimg con Paredes,Llorente e N.Dicka?????? questi sono i risultati ma per qualcuno questi li ha voluti Mou. PAZZESCO!

  22. Ad oggi per provare a puntare al quarto posto ci serve un centrocampista molto forte ed un difensore altrettanto forte, ma soprattutto sani.

  23. i giocatori che darei via e che terrei ..
    Patricio .. via
    Svilar .. ok..
    Boer .. in prestito a giocare ..
    Mancini .. ok
    Smalling .. via
    Ndicka .. ok ma in panchina ..
    Llorente .. ok
    Karsdorp .. via
    Kristensen .. ok ma in panchina
    Celik .. via
    Spinazzola .. via
    Cristante .. ok
    Paredes .. via
    Pellegrini .. via
    Bove .. ok
    Sanches .. via subito
    Aouar .. via subito
    Zalewski .. ok in panchina
    El Shaarawy .. ok in panchina
    Dybala .. ok
    Azmoun .. ok
    Lukaku .. ok
    Abraham .. via
    Belotti .. via
    e largo ai giovani a partire da Pagano, Pisilli, Missori etc .. e basta vendere a 100 € i migliori ..

    • Sottoscrivo tutto, tranne Zalewski in panchina.
      Deve giocare titolare più avanti, per diventare sempre più bravo.
      Se sta bene, Zirkee ie spiccia casa.
      La tecnica c’è, la corsa anche.
      Ed è il quarto per valore della Roma su transfermarket, qualcosa significherà.

  24. Leggendo le parole dell’allenatore, senza nemmeno soffermarsi troppo, si desume che i giocatori usurati e gloriosi li ha voluti lui. Non è un mistero, ha sempre lavorato con quei profili, e nemmeno un’accusa perchè uno lo sa (lo sapevamo tutti). Quindi chi critica Pinto perchè prende i vecchi dovrebbe imparare a fare uno più uno.
    La cosa è palesemente dimostrata dal fatto che l’allenatore dice che è disposto a “cambiariare” il che vuol dire che fino ad ora le cose sono state fatte (soldi permettendo) seguendo i dettami della sua filosofia.
    Non sono mai stato Mourinhano ma rispetto sempre l’allenatore della mia squadra e se esprime un attaccamento di questo tipo, pensando sia il caso di “cambiare”, mi fa un grande piacere.
    Puntare su gente come M.Leonardo (sparato così, non so se si farà mai), è l’unico modo per una squadra come la nostra di provare a fare qualcosa (economicamente e se te dice bene pure con qualche miracoletto sportivo).
    L’abitudine a rimpallarsi colpe alla fine è solo nostra.

  25. BORUSSIA, MEGLIO I GIOVANI DEI SOLDI
    22/04/2012 Il Borussia Dortmund, che pochi anni fa era sull’orlo del fallimento, ha vinto il secondo scudetto consecutivo. Il segreto: bilancio in ordine e tanti giovani.
    Le mani sul Meisterchale, per un impensabile bis. Sembrava l’anno del Bayern Monaco, mai pronostico così netto fu sovvertito in questo modo. Ancora Borussia Dortmund, un anno dopo. Gran bella storia, non c’è che dire. Dal paradiso all’inferno, poi di nuovo in paradiso. Un decennio, o quasi. Per dimenticare la discesa agli inferi e riassaporare il gusto del successo.
    Politica oculata, in tempi di crisi. Sistemato il bilancio da profondo rosso, si è partiti alla riscossa, puntando sui giovani. Nel 1997 vinceva la Champions League (superando in finale la Juve); nel 2002 si aggiudicava il terzo campionato nel giro di 7 stagioni; 4 anni dopo il baratro s’apriva sotto i suoi piedi. Perché vincere è bello, ma mantenersi in alto costa caro. Troppe stelle, arrivate a illuminare il cielo di Dortmund e ad aprire ampie voragini nei conti del club.
    Niente più Champions, meno soldi in entrata. E debito da record: 140 milioni di euro, nel 2006. Fallimento alle porte, a meno di un miracolo, arrivato all’ultimo istante utile, un accordo con la Morgan Stanley. Toccava ripartite quasi da zero. Un po’ come era capitato a tutto il calcio tedesco, qualche anno prima, travolto dall’uscita a Euro 2000.
    Duplice ripartenza, stesso progetto: i giovani. Investimenti raddoppiati nel giro di pochi anni, per tutti, ancor più per il Dortmund, che spende circa 6 milioni di euro all’anno per allevare ragazzi. Altri li compra, con occhio esperto. E’ la squadra più giovane della Bundesliga, età media intorno ai 24 anni, ben 17 giocatori in rosa dai 22 anni in giù.
    Nessun asso, a inizio stagione. Alcuni lo sono diventati, strada facendo. Mario Gotze, tifoso e calciatore, e Kevin Grosskreutz, attaccanti d’assalto. Mentre Nuri Sahin, forse l’uomo più in vista, l’estate scorsa se n’è andato al Real Madrid. Jurgen Klopp, giovane tra i giovani, li ha plasmati, costruendo una squadra dal calcio godibile, veloce, imprevedibile. E vincente, pure.
    La rosa, secondo gli esperti, vale meno di 150 milioni, la metà di quella del Bayern Monaco, che avrebbe dovuto vincere la Bundesliga a mani basse. Un tempo il Borussia era nei primi 10 fra i club più ricchi d’Europa, adesso è solo al 22° posto. Quanto a seguito, invece, vola alto: pienone quasi ogni settimana, circa 76 mila spettatori di media. Pochi soldi, molti giovani, tanta passione. La ricetta vincente, in tempi di crisi. E un esempio importante, per gli altri.

    • E’ perché io parlo di Zorc come il DS operativo perfetto per noi (o lui o Voeller il mio sogno)?
      Chi ha costruito è fondato il progetto Dortmund anche prima di cui infine vince 3 scudetti avendo sempre molto meno risorse del Bayern Monaco, ma costruendo a differenza dei bavaresi, la più estesa rete scouting internazionale che lavora a livello globale nello scovare talenti in ogni angolo del mondo, anche in alcune zone meno battute da altri. Zorc ha fatto del cosidetto “in-depth scouting” il suo mantra, andando anche a verificare molti più dettagli e valutando tanti aspetti di giovani calciatori che in genere anche club con una buona rete di osservatori trascurano. Per questi motivi e per questa ossessione al dover esaminare un calciatore in modo maniacale, il Dortmund ha sbagliato raramente ed i calciatori scovati si sono integrati alla perfezione nel meccanismo Dortmund. Il grande fautore e “cervello” di tutto questo oltre al piano di risanamento finanziario per fare uscire il Dortmund dall’incubo della bancarotta, è dovuto a Zorc. E’ il migliore in assoluto e dall’anno scorso si è ritirato dal Dortmund facendo fare a Kehl, scelto da lui come suo sostituto 1 anno di apprendistato sotto la sua guida. Secondo me Zorc se contattato e se li viene data “carta bianca” anche con l’attuale SA fino al 2026, Zorc può rifondare la Roma e fare meglio anche di quello fatto a Dortmund, perché è comunque una città di 580mila abitanti e che in partenza aveva meno potenzialità di crescita economica oltre di supporto locale limitato, mentre se lui riesce a fare anche solo la meta di quello fatto a Dortmund, allora si che ne vedremo delle belle.

    • Domandina della sera ma secondo voi su questo forum qualcun altro sa chi è Zprc e cosa ìha fatto al Borussia? io qualcosina, forse altri tre o quattro ma quel che è veramente grave è che Pinto non sa nemmeno chi è , se glielo nominate lo prende per il protagonista di un fumetto degli anni 60/70n tipo Capitan MKi o Zagor.

    • Chi lavora nel settore per forza sa chi è Zorc. Penso che persino Ryan Friedkin che nell’unica intervista stampata rilasciata aveva espresso una Roma ispirata al modello Borussia Dortmund, è chi ha realizzato quel modello e lo ha guidato con successo per tanti tempo è stato Zorc. Forse in Italia è meno conosciuto perché poca gente segue squadre in generale di altri campionati, ma se uno afferma di intendersi di calcio un minimo a livello internazionale, di capirci di calciomercato, di dire di voler un TOP DS, non conoscere quello che è come il migliore DS degli ultimi 20 anni d’Europa per quello che ha fatto, lo considerò molto grave. Qualsiasi aspirante futuro DS studia il modello del Borussia Dortmund di Zorc! Se lo convinci lui a venire alla Roma, hai preso il numero 1, il migliore in assoluto, quello che scova i migliori talenti al mondo prima di tutti a poco e li fa diventare campioni.

  26. Con un progetto giovani Mou non ha senso. Occorrerebbe qualcuno che insegna calcio.
    Da prendere Di Gregorio, Bongiorno, Calafiori, da tenere solo Mancini e LLORENTE.
    A centrocampo via tutti tranne Bove. Stessa cosa in attacco, anche Dybala e Lukaku, che nn accetterebbero di restare. Prenderei Gudmunsson e Zerkee del Bologna. Poi altri a scelta di un ds finalmente capace.
    Infine vorrei chiedere a Mou cosa gli passava per la testa quando diceva di voler 3 Pellegrini in campo. Lui è il primo a dover andar via. Sopravvalutato

  27. Ormai lo Special è alla frutta, ha sparato tutte le cartucce, e tra un po’ anche i giocatori lo mollano. La storia si ripete. Quello che ha fatto a Renato è vergognoso: tu sei l’allenatore e non puoi metterlo in campo per poi usarlo da capro espiatorio. Quando un allenatore mendica il rinnovo attaccando i suoi giocatori significa che sta proprio messo male, e se non fosse per il blasone gli avrebbero già dato il benservito da un pezzo. Inutile girarci intorno: non è capace di far giocare la squadra, che non costruisce nulla; la butta sempre in caciara ma mo’ con chi se la prende, co’ gli alieni? Ha esaurito l’agenda dei nemici, e dovrebbe guardarsi allo specchio ma è troppo tronfio per farlo. Sempre colpa degli altri. Prima si lamentava di dover far giocare i “bambini” ora vuole fare una squadra di “bambini”. Personaggio patetico che è diventato prigioniero di sé stesso. Se il tifoso non avesse la mortadella (intera) sugli occhi l’avrebbe già capito da tempo che questo qua è un bluff. Ma al tifoso piace. Il tifoso vive di illusioni e finisce per innamorarsi delle conferenze stampa e le partite manco le guarda più. Soluzione? Prendiamo un allenatore giovane e ambizioso come Thiago Motta, diamogli due-tre anni, i giocatori giovani che vuole e un paio di esperti. Ma lasciamolo lavorare in pace, e soprattutto molliamo l’attuale giocatore di poker, che ormai è da pensione.

  28. figurati se i poveri giornalai la sconfitta di ieri la vogliono accollare a Pinto, vorrei capire intanto perché il mister insiste nel mettere in campo gente che non si regge in piedi e farci giocare sistemaricamente almeno in 9, gente come Spinazzola, Pellegrini se non stanno bene non devono giocare perché poi rischi di perdere le partite come successo ieri, vogliamo accollare a Pinto anche questo? poi ricordatevi che tutti i giocatori arrivati in estate hanno avuto il benestare del mister come detto sempre da lui in ogni intervista quindi cari giornalai almeno fate 50 e 50 e non ad ogni sconfitta della Roma l’accollate a Pinto mentre quando si vince e merito solo del mister, mi sembra un tantino di parte. Forza Roma

  29. Tutti hanno le loro responsabilità ma Pinto fa (male) un lavoro che non è il suo, causando danni tecnici ed economici più degli altri, perché sì, è vero che i conti della Roma sono migliorati, ma la squadra vale di meno e non va in Champions da una vita. Se ciò fosse accaduto i conti sarebbero migliori e soprattutto non ti troveresti con una squadra fatta di prestiti, svincolati, pensionati e lungodegenti tutti strapagati, in sintesi gente che non solo ti danneggia ma che non ha nemmeno mercato, e con il FFP questo è un problema gravissimo e immobilizzante. Dove va questa squadra? È per questo che non si parla del futuro? É per questo che importanti figure societarie sono in scadenza da mesi ma non si muove una foglia? La proprietà vuole aspettare la fine del campionato per capire quanti soldi entreranno dalla qualificazione ad una coppa europea per decidere poi il da farsi? Peccato che il calcio non funzioni così e si debba programmare tutto con MINIMO sei mesi d’anticipo. La Roma naviga a vista da quando è morto Franco Sensi, da quando non c’è più un proprietario a cui bruci veramente vedere “prestazioni” come quelle di ieri sera. Così non va.

  30. Leggo soltanto critiche a Pinto per aver sbagliato il mercato. Ma secondo voi quando tratta un acquisto non interpella Mouriho? Prima di prendere N’Dika (4 MLN netti di ingaggio!!!) non ha sentito l’allenatore? E questi non sapeva che è un difensore lento e macchinoso ieri saltato come un birillo dal nuovo Garrincha, il bolognese di cui non ricordo neanche il nome e che sicuramente ha un ingaggio al massimo di 500 K€? Le responsabilità secondo me sono tutte dell’allenatore che non solo ha avallato gli acquisti di giocatori scarsi, a fine carriera o rotti, ma li fa anche giocare. La scelta di ieri per Sanches è emblematica: lo ha preferito a Bove per poi pentirsi e così lo ha pubblicamente umiliato.Basta con Mourinho, farebbe sicuramente meglio anche De Rossi padre che se non sbaglio è ancora a disposizione.

    • Manuel Mou ha semplicemente fatto buon viso a cattivo gioco non certamente avallando giocatori rotti o pippe al sugo come bìirillo N.Dicka, Solbakken, Celik, Shomu, Reynolds, Aouar ( per uno come lui il massimo delle soddisfazioni nonostante una rosa complessivamente mediocre e comunque incompleta) creandosì inoltre anche un vaido alibi, una specie di paracadute, in caso di cattivi risultati

    • Bravo Manuel ancora nn lo hanno capito che i giocatori prima di essere acquistati devono avere l ok del mister….e’ tanto difficile da capire? E la colpa e’ solo di pinto? E’ palese dai

  31. La rivoluzione non va fatta a giugno, sarebbe la terza sempre rimanendo al palo, andava fatta dopo Genoa -Roma cacciando Mourinho dopo 4 pallini presi da una neopromossa che galleggia vicino alla zona retrocessione ed in campo c’erano addirittura Dybala e Lukaku.

  32. Si parla tanto dell’arrivo di un difensore o più a Gennaio…ma nessuno parla del centrocampo secondo me finché non sistemiamo quello non serve a nulla comprare difensori. I dirigenti devono darsi una svegliata e progettare.

  33. Ma quale giugno, se ti vuoi mangiare l’uovo di Pasqua e salvare questa stagione la rivoluzione deve iniziare prima “GENNAIO” unico mese disponibile!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome