Everton, nota ufficiale: “Concessa esclusiva ai Friedkin per l’acquisto del club” (COMUNICATO)

53
1015

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Procede senza intoppi al momento la trattativa tra il Friedkin Group e l’Everton per l’acquisizione del club inglese. Come risulta da una nota pubblicata dai Toffees, gli attuali proprietari della Roma hanno ottenuto un periodo di esclusiva dal sodalizio del Merseyside per portare avanti i negoziati.

Ecco il comunicato completo: “L‘Everton Football Club desidera informare i tifosi e le parti interessate riguardo ai recenti sviluppi relativi a nuovi investimenti nel club. Blue Heaven Holdings ha ricevuto notevole interesse da parte di diversi soggetti di alto profilo, desiderosi di investire nell’Everton.

Oggi, 21 giugno, il club può confermare di aver concesso un periodo di esclusiva al Friedkin Group, al fine di portare avanti le trattative per l’acquisizione di una quota di maggioranza dell’Everton. Tutte le parti coinvolte collaboreranno per portare a termine questo processo nel più breve tempo possibile.

Nel frattempo, le attività del club proseguiranno regolarmente. Eventuali aggiornamenti futuri verranno comunicati tempestivamente attraverso i canali ufficiali del club“.

Fonte: evertonfc.com

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteAS Roma, causa milionaria contro l’ex responsabile della comunicazione Pietrafesa: i motivi
Articolo successivoCalciomercato Roma, Belotti apre al trasferimento al Como: i giallorossi si preparano a incassare 5 milioni

53 Commenti

  1. Una volta si diceva che investire nel calcio non era remunerativo e chi lo faceva aveva il solo scopo di riciclare denaro. Questi vanno per il terzo club 🙂

  2. “eh ma perchè i 200Ml cash non li hanno usati per il mercato della Roma invece di comprarse l’Evertonne”?
    Perchè con un inestimento cash di 200ML e l’accollo di debiti per 400, che però non comportano un esborso immediato e andranno ristrutturati come accaduto per il nostro debito
    anche superiore, stanno rilevando uno società con uno STADIO (per tutti i geni che dicono che lo stadio non serve, provate a dire a un arabo di comprare una squadra senza il suo stadio, se sentono le risate da Dubai a qua 🙂 ) che in prospettiva ricopre da solo l’investimento in pochi anni.
    E i Friedkin sono investitori, uomini d’affari, non Babbo Natale.

    Poi se volete battere i piedi come i bambini fate pure,
    solo di investimenti in altri settori comunque il gruppo nel 2023 ha speso più del doppio,
    ma non ne se è parlato semplicemente.

    • Io non discuto i loro investimenti ma il loro modo di fare calcio. Partendo dall’accordo stipulato per il FFP (mai visto contratto più capestro) fino ad arrivare ai castibg infiniti per scegliere figure chiave; senza dimenticare i contratti in scadenza 30 giugno. A me dell’Everton mi frega poco o nulla, mi interessa la Roma. Mi è chiaro che per “loro” (Friedkins) questo club è solamente un asset da valorizzare e rivendere, ma sentire che l’acquisizione dell’Everton potrà essere importante per l’AS Roma che, a detta loro, rimarrà il Core Business….vi prego anche no! Qui l’unica certezza è che si naviga a vista e niente più. Alla squadra servono investimenti, serve una campagna acquisti massiccia sempre che si voglia essere competitivi, altrimenti la strada è già tracciata. Io mi auguro che si convincano a cedere il Club, spero a gruppi che abbiano competenza.

    • Leggo sempre tutti con interesse…..però é più forte di te, non riesci a scrivere senza polemizzare anche in astratto o a priori.
      non se po spiega…..!!

    • Per quale motivo la Roma dovrebbe essere l’asset principale? È un club di secondo livello, proprio come l’Everton. Però gioca in un campionato più povero e si sogna gli introiti televisivi e non della Premier. Un conto è la realtà, un conto sono le frasi di circostanza della Solokou in piena campagna abbonamenti. La passione dei tifosi romanisti assomiglia molto alla classica situazione della moglie che mette le corna al marito (o viceversa x essere politically correct): tutti lo sanno, tutti se ne accorgono… tranne il diretto interessato. Che si autoconvince che va tutto bene e sono gli altri che sbagliano…
      Oltre 30.000 tessere a scatola chiusa… veramente Nun se po’ spiega’…

    • dan,
      “convincano a vendere il club”.
      Guarda che è facile.
      basta pagare.
      per l’Everton c’erano 6 offerte.
      per noi?

    • Caro Dan, non so da dove derivi l’opinione che si debbano “convincere” a vendere la Roma.
      Nel vocabolario del businessman americano la parola “incedibile” non è di casa.
      Ogni cosa per uno yankee ha un valore e un prezzo, ovviamente uno che consenta loro un congruo guadagno.
      In genere vanno alla ricerca di aziende con relativamente basso valore di mercato ma col potenziale di crescita; ristrutturano e ne traggono profitto dalla gestione o dalla vendita.
      Se vai da loro non ti diranno mai “non è in vendita” come ti direbbe il Pinguino.
      Ti chiedono “how much?” e valutano la cosa, ti dicono sì o no, è realmente così semplice.
      Nel frattempo però i loro investimenti nel club hanno raggiunto gli 850 mln di euro, che sono la base dalla quale partire per aggiungere la “mancetta” che li convincerebbe alla stretta di mano.
      Quindi si parte da una cifra non inferiore al miliardo, e non credo che a loro possa interessare la competenza dell’eventuale acquirente ma solo il suo portafogli.
      Io reputo (ma è una mia opinione) che la Roma oggi non valga assolutamente quella cifra, ma se arriva qualcuno che la ritiene congrua e ci mette dentro i 200/300 mln che sarebbe necessario spendere per portare immediatamente la squadra al livello dei top, beh, non sarò certo io a opporre resistenza.
      Ma permettimi di dire che la vedo dura e che passerà ben più di qualche anno prima di vedere, forse, la Roma passare di mano.

    • Ahò’ macché ce frega, Anto’ er bambino me sembri tu che je dai credito… ma se n’annassero, te pagano pe’ trova’ scuse? Nce se po’ fa un caxxo ma almeno non li difende.
      Forza Roma

    • @drastico “convincano” dalle circostanze anche ad accettare delle offerte che magari 1 anno fa non avrebbero considerato. Magari l’acquisizione di questo nuovo Club potrebbe aprire delle prospettive o cercare di rinegoziare offerte già recapitate (investire in un club di premier avendo in tasca un’offerta per la Roma). Capisco il fare business ma come intendono farlo? C’è un vuoto di comunicazione spaventoso ….ai limiti di una mancanza di rispetto verso il tifoso che sia ben chiaro spende senza avete un ritorno. Ogni tanto, non dico sempre, qualche parola non guasterebbe.

    • “Guarda che è facile basta pagare per l’Everton c’erano 6 offerte per noi?”

      Anto, per avere offerte devi mettere in vendita.
      E per avere tante offerte devi mettere in vendita e fare un prezzo appetibile.
      Certo se uno fa il lopanzo della situazione che valuta la burinara 1.2 miliardi, allora di offerte ne vede poche.

      Adesso non esageriamo all’opposto, per dire che la Roma non vale niente e non se la pija nessuno manco a gratis. Vale il suo, e al prezzo giusto l’acquirente si trova. Magari un acquirente che vuole risparmiare sull’acquisto degli asset per poi investire sulla rosa e staff tecnico in modo da incassare premi sportivi e sponsorizzazioni.
      Esistono anche queste cose.

    • Prohaska… difendere???
      ma chi??????
      ma scuse per cosa?????

      Davvero, siete di un’immaturità avvilente.
      E’ BUSINESS, E’ CHIARO??? E’ TUTTO SOLO BUSINESS,
      anche per gli arabi in Inghilterra o a Parigi, o credi lo facciano perchè so’ buoni e
      ci tengono a fare contento Jack Brown di Manchester o Philippe Vousieur di Parigi????
      QUINDI,
      o ti arrendi e li giudichi sui cirteri di questo,
      VISTO CHE NON CI SONO ALTERNATIVE,
      perchè lo sai che non ci sono alternative vero? O dimmi, quali sarebbero?
      OPPURE
      continui a cianciare come i vecchietti che si lamentano che ai loro tempi non
      si dovevano neanche chiudere le porte di casa quando di usciva.

      Deprimente.

    • Onestamente sono 3 anni che sono stato in piena fiducia ed ora inizio a dubitare, questi non parlano ma il comportamento e’ simile a quello del fruttarolo di Boston, l’unica cosa che cambia e che i soldi messi fino ad oggi sono i loro e che continuano ad investire nello stesso campo, dove vogliono portare il trend amerikano e’ sorprendente che curve e distinti sono andati gia’ esauriti, ora non capisco se lo stadio e’ diventata una moda o se siamo noi che compriamo prodotti a scatola chiusa.

      Sicuramente non importera’ a nessuno ma da come si stanno mettendo le cose saro’ molto piu’ attento ai loro movimenti.

      Auguro a Ghisolfi e Daniele De Rossi buon lavoro, ma saro’ altrettanto critico con loro per avere accettato di lavorare a scatola chiusa, il tifoso lo giustifico perche’ alla fine non ha altre scelte da fare perche’ tutto si puo’ cambiare ma mai la squadra del cuore.

      p.s.
      E’ suonata la campanella non si scherza piu’.

    • ma invece de comprà i tifosi comprasse i giocatori non è meglio? ah no costano de più

    • @dtf, avere necessità di vendere è una cosa ben diversa dalla disposizione a farlo.
      Nel primo caso è chiaro che il prezzo lo fanno più i compratori che i venditori, nel secondo è viceversa.
      Mi sembra chiaro che qualunque sia l’opinione che ognuno di noi può avere sui Friedkin, il loro impero economico è solido ed oserei dire in espansione.
      Per cui è altrettanto evidente che in una trattativa non partono da una posizione di debolezza.
      Però sono anche del parere che se un fondo sovrano di un paese del Golfo, tanto per nominare un possibile acquirente il cui nome va di moda, si mette in testa che vuole un giocattolo, non sarà per loro un problema trovare un accordo anche con un venditore di questo calibro.
      Ma non sarà sufficiente un rimborso spese, se è vero come dice qualcuno che hanno già rimandato al mittente un’offerta da 850 mln.
      Per fare contenti loro e noi ci vorrà qualcuno disposto a mettere sul piatto poco meno di 1,5 miliardi di euro, tra acquisizione e campagna acquisti, più i soldi per fare lo stadio, che comunque andrà fatto.
      Ma è una cifra con la quale adesso ti prendi comodamente Inter o Milan che oggettivamente hanno un appeal internazionale ben maggiore di quello della Roma.

  3. Almeno il concetto di pulciaro non si può applicare a Friedkin (forse il presidente di serie A più danaroso di suo). Poi c’è ancora chi confonde i piani: ma se comprano l’Everton perché non li mettono sul mercato della Roma! Ma lì non c’ è niente da fare e i disegnini non bastano 😉

  4. Saranno felici i tifosi dell’everton. Almeno si risparmiano pinto che è impegnato a fare danni in un’altra società. Forse i friedkin pensano che le possibilità di vincere aumentano se possiedi più società. Invece per aumentare le possibilità di vincere devi spendere di più per una sola società. Adesso per trattare come meritano gli pseudo tifosi che si sono abbonati a prescindere, dovrebbero fare il mercato solo per l’everton e nella Roma cedere i migliori e tenere i più scarsi. Via Mancini, N’dicka, Svilar, Dybala, e così via e conferme per pellegrini, karsdorp, spinazzola, ecc. A Roma titolari karsdorp, kumbulla, pellegrini, shomurodov, ecc. Se fanno questo si abbonano altre 10.000 persone. Se prima di farlo lo dichiarano se ne abbonano altre 20.000. Poi altri tifosi di una Roma perdente non ci sono. Per convincere tutti gli altri devono spendere. Ma per fare profitto senza rischi l’ideale è non spendere sul mercato e fare abbonamenti. A Roma ci sono riusciti tutti i presidenti. All’everton sarà uguale o dovranno investire? Forse vogliono l’everton perché anche loro hanno tanti tifosi perdenti che si abbonano a prescindere?

    • @ALDA, non capisco perché devi offendere i tifosi romanisti che si abbonano per sostenere la squadra del cuore, a prescindere dalla situazione di calciomercato e dall’annuncio di nomi roboanti. Tanta amarezza nelle tue parole, ma denigrare i giocatori della ROMA e peggio ancora sbertucciare i tifosi innamorati dei colori giallorossi, veramente non lo capisco.
      Con il tuo Nick poi ….
      Credo che chiunque sappia della storia e della situazione attuale dell’Everton, squadra con glorie ormai datate che può contare su un bacino veramente misero di tifosi. Ciononostante, grazie al pool di compensi TV Premier League persino questa squadra può contare su un introito garantito annuo di 110 milioni di sterline, introiti da merchandising e biglietteria, almeno 10 partite di cartello annue con conseguenti soldoni sganciati dagli sponsor (quante risate a leggere CAZOO sulle loro maglie, eppure …). Perciò non credo che noi tifosi comuni abbiamo alcunché da insegnare ai Friedkin: sono affari loro.
      Sosteniamo la ROMA, Roma e basta!

    • e ringrzia il ciel che hai Pellegrini e Cristante titolari, pensa se avessi avuto
      i barella e jorgnho di ieri come titolari !

      a proposito a anhe a Latina c’è Pasquino ?

  5. Non capisco i tifosi che criticano. Si tratta di una famiglia “americana” che investe per vantaggi socio-economici sfruttando il sistema e i relativi impatti territoriali. La passione non c’ entra nulla, solo affari in cui contano esclusivamente i ricavi, i costi e l’incasso. Se volete amare il vero sport allora seguite le storie di vita semplice, una squadra di terza categoria di paese e l’integrazione che avviene nei centri o nelle parrocchie attraverso lo sport o la musica.

    • finalmente,
      grazie al cielo.
      Standing ovation.
      Questi aspettano ancora Babbo Natale.

    • Ok allora siano coerenti con questa filosofia, cioè non facessero i bagni di folla sopra i pullman (vedi conference) e non andassero a prendere i giocatori con Jet privati (vedi Wijnaldum e Lukaku). Se è freddo Business magari evitiamo queste cose a scanso di equivoci.

    • Sì sì, tutto bello.
      La finanza ammeregana, gli investimenti tecsani, Er bisiness… ma noi chi pijamo?

    • ” i ricavi, i costi e l’incasso”

      ragazzi, guardate stiamo parlando di CALCIO non di vendita di noccioline al dettaglio.
      In questo business, gli incassi si fanno con le vittorie sportive, direttamente e indirettamente (via sponsor, contratti televisivi e pubblico pagante).
      E per vincere, indovinate che ci vuole?

      Se vuoi fare i soldi con un ristorante, devi fare cibo che piace alla clientela.
      Se vuoi fare soldi vendendo telefonini, devi fare, che so, l’I-Phone.
      Se vuoi fare soldi con l’IA, devi progettare i chip di Nvidia.

      Se vuoi fare soldi col calcio devi fare una squadra di calcio vincente.

      Qui dentro sembra che “il business” a cui sono interessati i Friedkin non comporti avere una grande squadra. Non ho capito di che business parliamo allora.
      Non di calcio, suppongo.

      E un’altra cosa: Criticare si puo’. Anzi, SI DEVE. Sempre.
      E si puo’ criticare chiunque. Non siamo sotto dittatura e soprattutto non stiamo parlando di Bill Gates, Warren Buffet, Rockefeller o qualche altro mammasantissima del business.

      Commisso (dico Commisso…!!) c’ha il doppio dei soldi di Friedkin o giu’ di li.
      Geni della finanza non stanno qua su giallorossi.net ma manco la’ fuori, per cortesia.
      Come diceva un tale, l’unica cosa che e’ peggio dell’avere un complesso di superiorita’ e averne uno di inferiorita’.

    • No, bisogna mettere delle regole per fare in modo da tutelare alcuni principi legati alla rappresentatività di un club (ad esempio l’As Roma rappresenta una città, una cultura, una tradizione…), in modo che non sia solo business, ma il business nasce dalla valorizzazione della squadra nel solco della sua tradizione, di ciò che rappresenta. Se un unico ente economico è proprietario di più club è chiaro che questo mette in crisi questo principio. Ci dovrebbe essere una regola che lo vieti. Sennò si arriva al paradosso della battuta di Girardi Nico: mo’ semo parenti degli arbionici… FR

  6. I Padroni della Roma hanno visto che qui la gente si abbona a scatola chiusa e che basta mettergli una bandiera in panchina e il gioco è fatto.
    Che pacchia!

    • Non serviva la bandiera in panchina.
      Ci siamo abbonati pure con una banderuola, tipo quel vecchio gallinaccio che manco fa più buon brodo.

  7. ormai i presidenti mecenati che immettono soldi come una pompa di benzina non esistono più!oggi il calcio costa caro e se non trovi la maniera di aumentare i ricavi del club..non puoi reggere!guardate anche Berlusconi e Moratti che alla lunga hanno dovuto mollare perché i costi erano diventati insostenibili… ovviamente x poter mantenere una squadra ad alti livelli!il nostro problema è che viviamo in un paese dove x fare una cosa non ti bastano 30 anni…fintanto che anche l ultimo dei galoppini non ha ricevuto la sua lauta fetta di pane…

  8. Stamattina leggevo qualche “giornalaio”, che auspicava la cessione dei nostri giocatori “indesiderati” anche mettendoci sopra qualche soldo noi (la Roma)… bhè eccovi accontentati… i Friedkin si preparano a vendere i vari karsdorp, smalling e compagnia cantante per la modica cifra di 650ML 😂😂😂

  9. @Drastico
    Condivido ogni parola di quello che hai detto, ma dimostrano che di calcio non capiscono niente, perché una Rometta così sopra il miliardo non varrà mai, è loro non hanno ne la capacità e ne le competenze per farlo ed allora cosa faranno? Aspetteranno ancora 10 anni per perdere più soldi? Mica sono scemi, ecco perché la Roma verrà venduta a stretto giro di posta.

  10. Stadio, ci vuole lo stadio di proprietà quanto prima se no sò dolori …… non rientra nella mentalità americano la ‘bustarella’ per oliare certi meccanismi ….per cui laddove a causa di ‘n’ cavilli posticci i lavori per la realizzazione dello stadio (Pietralata o altro …) dovessero subire ulteriori rinvii credo che per vedere una ‘grande’ Roma stabilmente insediata ai vertici in lotta per lo scudo e la CL dovremmo aspettare minimo 10 anni, considerato anche i tempi di realizzazione non solo dello stadio ma anche di tutte le infrastrutture necessarie…… (il per fare un corridoio della mobilità di 7 Km dove sorge ora il c.c. Maximo, con relativo ponte per i mezzi pubblici per scavalcare il gra in totale: 15 anni; p.s.: il progetto inziale prevedeva di raggiungere il quartiere di Trigoria…..)
    Saluti

  11. CLAMOROSO: chiesa preferisce la Roma al Bayern. Il prezzo si starà abbassando, penso, la Juve e le altre lo scaricano e la.scadenza si avvicina

  12. Ormai le multiproprietà stanno veramente spopolando.. C’è ne saranno una ventina?.. Forse anche di più.. Poi ci sono i gruppi.. Come Red Bull oppure il City Group.. E a questo punto aggiungerei anche il Friedklin Group..

    E vero.. La premier è un campionato più ricco della serie A.. Su questo non c’è storia.. Hanno anche permessi a costruire (vedi gli stadi) più facili da ottenere..

    Ma questo conta davvero così tanto?..

    I soldi che entrano all’Everton dalla premier saranno soldi dell’Everton.. Di conseguenza è un ovvietà che una squadra inglese può spendere più di un italiana.. Semplicemente perché ha ricavi maggiori..

    Tuttavia in questo momento per l’Everton il discorso è diverso.. Il loro fatturato annuale è più basso addirittura del nostro.. Il loro livello sportivo oggi come oggi è inferiore al nostro.. Loro sono paragonabili alla nostra Udinese..

    Questo porterà vantaggi oppure perdite alla Roma??.. Io dico vantaggi.. Ma ogni cosa va dimostrata nel tempo..

    Secondo me avere una “partnership” così forte con una squadra di premier e sempre un vantaggio.. Proprio perché il nostro campionato (la serie A).. Non porta ricavi tanto alti.. Si può giocare con scambi ed uscite verso l’Everton..

    Ad esempio.. Vuoi vendere un Abraham che ormai qui ha difficoltà.. Puoi venderlo a loro.. E non significherebbe sfavorire l’Everton.. Perché magari Abraham in una squadra come l’Everton può avere un rendimento più alto..

    Basta guardare gli altri gruppi.. Il Girona che fa parte del City Group arriva per la prima volta in Champions.. Grazie anche a tanti prestiti.. Mentre il City vince come sempre.. Il Lipsia fa bene da anni, mentre il Salisburgo vince da anni..

    Insomma.. Ho un unico interesse.. Il bene della Roma.. Secondo me ci saranno dei vantaggi.. Se non dovesse essere così, personalmente la mia opinione nei confronti di questa proprietà cambierà totalmente.. Anche se poi, come ho già detto, la mia opinione conta meno di zero..

    Forza Roma

    • Il City group ha tanti club straccioni in giro per il mondo, roba di campionati minori acquisiti solo per allargare la rete. Il Girona ha sculato l’exploit, Ma l’unica squadra che conta sarà sempre il City.
      La Red bull ha un progetto più strutturato e lungimirante, hanno sfornato decine di calciatori venduti a peso d’oro negli ultimi 10 anni.
      Noi dove ci collocheremo?
      Al posto del City, del Girona (in cerca di botte de culo clamorose) o del Mumbai City?

    • Cia Marco Marco.
      Ho l’impressione che Friedkin vede il calcio come fonte di guadagno perche’ e’ spettacolo da intrattenimento visto che negli U.S.A. questo funziona accadra’ come Hallowen diventera’ patologico la festa come l’intrarrenimento made U.S.A., ci vorranno magari 20- 30 anni ma andra’ a finire cosi partita birra e popcorn, alrimenti non si spiega, ancora deve iniziare la sessione di mercato non sappiamo chi giochera’ con la Roma e gia’ le curve e i distinti 36000 posti sono andati esauriti.

      Mi dispiacea tutto questo non fa parte della mia cultura, vado a vedere la Roma dai tempi di Anzalone e la sostengo per passione come ho sempre fatto, a questo pero’ non avrei mai pensato che potesse accadere di fare il gioco delle tre carte, alla Roma non ha mai regalato niente nessuno, no questo non mi appartiene, questo non e’ piu’ il calcio che ho amato.
      Questo e’ solo affare gestito con i soldi degli altri che si accontentano della birra e delle popcorn, io per la Roma mi scordavo pure di mangiare e pensa che un tempo lo sponsor Barilla ci regalava anche nezzo chilo di pasta se ti presentavi dal fornaio con il tagliando della partita, pensa come sono cambiati i tempi, un tempo ti regalavano la passione oggi e’ solo Bussines.

    • Johan il tuo è un altro ragionamento..

      Tu parli di un altro calcio, tu parli del cambiamento, tu parli di ciò che era e ciò che è..

      Ed io sono totalmente d’accordo con te.. Anche io sono e sarò sempre per un altro modello, basato sull’amore, sulla passione, sul cuore tra tifoseria dirigenza, maglia, squadra..

      Oggi è tutto business.. Ma non solo a Roma.. E così a livello globale.. Questa è la strada che ha preso questo sport.. Che non sembra più neanche uno sport.. Perché tutti guadagnano sul calcio.. Tutti fanno soldi sul calcio.. Dai calciatori, dirigenti, tv, e tutti quelli che ci sono intorno..

      La società a livello globale ha preso questa strada.. Ed io ragiono come te.. Questo mondo non mi piace.. Non è più uno sport.. L’atletica è uno sport.. Il Rugby è uno sport.. Il calcio significa soldi.. Ed infatti i calciatori stessi sono i meno sportivi tra tutti gli sportivi..

      Ma questo è un altro discorso, sul quale concordo totalmente.. Ma è un discorso a livello globale..

      Julian.. Io seguo più la premier che la serie A (Roma a parte).. Onestamente anche se la premier è un campionato più ricco.. L’Everton è un club che può essere paragonato alla nostra Udinese.. Anche a livello di classifica da più di un anno..

      Dalla premier si guadagna di più.. Si teoricamente sarebbe così.. Ma questo discorso, in questo momento non è applicabile all’Everton.. Che ha un fatturato addirittura più basso della Roma.. Non della Juve.. Ma della Roma..

      Per tutti questi motivi.. Io credo, ed è un parere strettamente personale, in questo momento, L’Everton non può essere considerato il gioiello tra i loro club.. Vedo ancora la Roma come club più importante..

      Questa è un opinione.. Poi ci saranno i fatti che possono smentire qualsiasi opinione.. Per questo bisogna aspettare e vedere.. Ed in caso ogni opinione può cambiare..

      Forza Roma..

    • marco79,
      siamo realisti, anche il Newcastle come l’everton (e come noi purtroppo ) è una squadra con una storia modesta però ha attirato compratori ricchissimi, proprio perché la premier è il top a livello mondiale.
      Quindi, il mio dubbio sui progetti dei Friedkin resta lo stesso.
      Saremo noi l’Udinese, saranno loro o saremo entrambi un progetto fallimentare come Watford+Udinese?

    • Julian.. Io non ho mai detto di non avere dubbi, sono legittimi.. Lo capisco.. Ma il paragone con il Newcastle no..

      Il Newcastle è stata presa da una proprietà Araba che ha solamente una squadra (per ora).. È per loro quella è la squadra da far diventare grande.. Hanno fatto bene.. Ma non così bene..

      La premier attira?.. Si lo dicevo anche prima.. Ma non è neanche un discorso legato hai soldi.. Semmai è legato alla visibilità.. Alle possibilità (vedi stadi ed infrastrutture)..

      Ma lo stesso esempio lo potrei fare con Watford ed Udinese.. Il Watford è stato preso dai Pozzo quando stava premier.. Ma l’udinese ha sempre avuto un trattamento migliore rispetto al Watford..

      Ed anzi.. Proprio grazie al Watford l’udinese ha fatto arrivare in Italia giocatori che probabilmente non si sarebbe potuta permettere..

      Tra Roma ed Everton anche a livello Europeo non esiste paragone.. Chiaramente.. Noi non siamo il Real Madrid.. Ma siamo una squadra che negli ultimi 10 anni in Europa ha fatto meglio di un buon 80% delle squadre Europee… Mentre l’Everton non esiste..

      Per tutti questi motivi sommati, credo di essere più che realista, quando dico che per me la squadra migliore del gruppo Friedklin resta la Roma.. Anche come visibilità Europea in questo momento..

      Sia chiaro.. Non sto dicendo che la serie A sia migliore della premier.. Perché non esiste paragone.. Ma ora, in questo momento, non esiste paragone neanche tra Roma ed Everton.. Sotto qualsiasi punto di vista..

      Poi questi sono ragionamenti fatti senza conoscere i reali piani dei Friedklin.. Vogliono più Club?.. Vogliono sistemare i conti, fare lo stadio e vendere?.. Vogliono vendere solamente un club?.. Non conosciamo i loro piani..

      Per questo dico.. Oggi tra I due club.. Secondo me la Roma resta “il club più importante”.. Ma dico anche.. Ch’è contano i fatti.. E li potremmo vedere solamente con il tempo..

      Oggi la mia è un opinione, considerando tanti fattori.. Ma le opinioni cambiano, dipenderà dal loro comportamento.. Per questo dico.. Prima di criticare o di vedere tutto nero, vediamo, poi semmai si critichera’..

      Forza Roma

  13. a questo punto credo che i friedkin abbiano già un accordo per cedere la roma. non ha senso di colpo comprare l’everton per più di 500 milioni, per poi definirla una società secondaria…stanno facendo come hanno fatto con noi… ci comprarono per 600 milioni e ora vogliono venderci per più di un miliardo. non ha senso comprare una squadra come l’everton,per poi nel caso si qualificasse alla stessa competizione europea della roma escluderla.
    di nascosto c’è qualche accordo,ricordiamoci che sono molto bravi a raggirare la stampa, gli riescono bene queste cose fatte in silenzio.

  14. Estiqaatsi! dell’ Everton pensa che è una squadra inglese e non un giocatore buono per la Roma, quindi Estiqaatsi! che Friedkin ha comprato Everton pensa soldi buttati per la Roma.
    Grazie Grande Capo per la saggezza che sempre diffonde.
    (semi citazione)
    Forza Roma

  15. Il giorno dopo l’inizio dei lavori per lo stadio venderanno la Roma, con un lauto guadagno… fino a quel giorno non aspettatevi grossi investimenti, spenderanno solo l’indispensabile! La Roma, a mio parere, l’hanno presa proprio perché le auspicabili sanzioni UEFA gli avrebbero fornito la scusa per non svenarsi… mentre la sola accettazione di un progetto per lo Stadio avrebbe fatto impennare il valore e l’interesse di altri compratori. In America li chiamano investimenti ad alto rischio… in Europa da sempre semplicemente speculazioni. Quello che mi fa ben sperare, sempre a mio parere, è l’affare Everton… essendo il rischio di poterci ritrovare nella stessa competizione UEFA già dall’ anno prossimo molto alto, potrebbe significare che sono convinti dell’approvazione del progetto stadio entro questo campionato. Lo spero.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome