Fair Play Finanziario, ufficiali le sanzioni ai club: per la Roma multa di 5 milioni

82
2431

ULTIME NOTIZIE AS ROMAInter, Juventus, Milan e Roma sono tra gli otto club sanzionati dalla Uefa per aver violato il Fair Play finanziario. L’organo europeo di governo del calcio ha punito in totale otto club: oltre agli italiani sono coinvolti anche Paris Saint-Germain, Monaco, Marsiglia e Besiktas.

I club ora saranno costretti a pagare una multa totale di 172 milioni di euro in contributi finanziari, obiettivi specifici e restrizioni sportive condizionate e incondizionate. Il Milan dovrà pagare 2 milioni (15 se non rientrerà nei 3 anni), la Juventus 3,5 (23 se non dovesse rientrare nel prossimo triennio), l’Inter 4 (26 se non rientrerà in 4 anni), mentre la Roma 5 (35 in caso di mancato rientro nei prossimi 4 anni).

Ecco quanto deciso nel dettaglio dal massimo organo del calcio europeo:

– Restrizione sul numero di giocatori: il club non può registrare più di 23 giocatori sulla sua Lista A per le competizioni UEFA rispetto al massimo di 25 previste nei regolamenti per le competizioni UEFA per club. Questa restrizione non deve ridurre il numero di posti riservati per i “locally trained players” come definito nei regolamenti delle competizioni UEFA per club. Questa misura è applicata con la condizionale nelle stagioni 2023/2024, 2024/2025, 2025/206 e/o 2026/2027.

– Divieto di registrazione di nuovi giocatori: il club non può registrare nuovi giocatori sulla sua Lista A per le competizioni per club UEFA, a meno che il bilancio della Lista A sia positivo. Il bilancio della Lista A è definito come la differenza tra il costo dei giocatori in uscita (“risparmio sui costi”) e il costo dei giocatori in entrata (“nuovi costi”) in ogni deadline applicabile per l’iscrizione della Lista A del club. Questa misura si applica con la condizionale nelle stagioni 2024/2025, 2025/2026 e 2026/2027.

– Esclusione dalla prossima competizione UEFA per club per la quale si si sarebbe qualificata nelle prossime tre stagioni: questa misura si applica con la condizionale nelle stagioni 2024/2025, 2025/2026 e 2026/2027.

Il Club accetta che un totale Contributo Finanziario sarà trattenuto dalla UEFA da ogni premio in denaro dovuto al Club nel modo descritto di seguito:
– Un non condizionale Contributo Finanziario equivalente al 15% del totale Contributo Finanziario è trattenuto dalla UEFA da ogni premio in denaro dovuto al club. L’UEFA tratterrà questo ammontare nella stagione 2022/2023.

– Un condizionale Contributo Finanziario fino all’85% del totale Contributo Finanziario sarà inoltre trattenuto se non saranno centrati gli obiettivi 2022, 2023, 2024 e 2025.

Fonte: Uefa.com

Articolo precedenteTIAGO PINTO: “La Roma è più forte di prima. Zaniolo non è mai stato vicino alla partenza. Il prossimo ds troverà un club più solido” (VIDEO)
Articolo successivoEuropa League, la Roma comunica la sua lista Uefa: out Wijnaldum

82 Commenti

    • che prendiamo una multa di 5 milioni, che può arrivare a 35.
      i giocatori nuovi sono tutti costati meno di quelli partenti, Pinto ha detto che gli ingaggi si sono abbassati, quindi abbiamo avuto più ricavi che costi, e possiamo segnare tutti i nuovi acquisti.
      e questo perchè il Nizza non ha riscattato Kluivert, o a giugno stavamo a posto.
      poi bisogna vedere il rapporto costi-ricavi, e quello se non pubblicano più il bilancio lo sanno solo Pinto e i Friedkin

    • “Qualcuno ha capito cosa succederà?”

      Non credo.
      E come ormai di norma, la stampa/i media italiani, lungi dallo spiegare (correttamente) le cose si limitano a riportare il copiatino dalle agenzie e/o a buttarla in caciara.
      Se si vuole capire bene, bisogna andarsi a leggersi tutto da soli.

    • Per ora multa di 5 milioni e lista UEFA ridotta da 25 a 23 giocatori per questa stagione. Poi ci saranno da rispettare altri parametri non meglio specificati nelle prossime stagioni, altrimenti le restrizioni peggioreranno. In tutto ciò francamente non capisco come certe squadre, soprattutto le inglesi, non incorrano in sanzioni di nessun tipo, con le spese folli che abbiamo visto.

    • Dobbiamo pagare 5 milioni ora e per 2 anni nelle competizioni europee possiamo mettere solo 23 giocatori anziché 25. Se non riusciamo ad entrare in bilancio nei prossimi 4 anni dobbiamo pagare 35 milioni

    • Sanzioni concordate da un anno. Mercato attuale già gestito secondo direttive. Notizia vecchia. Problemi per la roma? Zero. Semplice percorso condiviso

    • la lista ridotta non incide: Rui – Svilar + 8 difensori (3 italiani) + 5 mediani (1 italiano + 1 vivaio, per età, Darboe) + Lollo, Zalewski e Zaniolo (vivaio) + 5 attaccanti fa 23. Bove, Tripi e Boer in lista b insieme a chi sarà ritenuto opportuno. avanzano Coric e Bianda, incredibile… pare che Pinto s’era fatto i conti. quindi Solbakken se giocherà col Bodo, non potrà fare le coppe con noi, e darà una mano in campionato, per prendere un centrale da segnare in coppa, o diamo via Shomurodov, o lo teniamo fuori dalle coppe.

    • Mi sono fatto un giretto per il web e ritengo (credo) che sia stata omessa una parte importante cioè questa: “Sono 4 i club italiani finiti sotto l’occhio dell’Uefa: Roma, Inter, Juventus e Milan che sono incluse nelle 8 che dovranno risarcire ben 172 milioni di euro (di cui 65 in capo al solo Psg) all’associazione calcistica europea. L’impegno dei club è di riportare in regola i conti nel più breve tempo possibile. La sanzione comminata infatti è sospesa per i prossimi 3 anni, mentre i giallorossi e i nerazzurri ne avranno 4 per sistemare i conti. La Roma dovrà pagare subito 5 milioni, con la parte restante condizionata agli obiettivi indicati nell’accordo transattivo entro la stagione 2025/26.” Di conseguenza (sempre che non abbia frainteso) tali sanzioni “Scatteranno” nell’eventualità in cui non vengano rispettati quei Parametri stabiliti dall’Uefa e non nell’immediato. Se fosse realmente cosi’ direi che è tutto un altro par di maniche…

    • Paghi 5M, puoi registrare 23 giocatori invece di 25, sei sotto controllo per le prossime 3 gestioni nelle quali la “lista A” Uefa non può essere cambiata aumentando le spese, cioè se vendi un giocatore che ti costa 6M lo puoi sostituire con uno che ti costa fino a 6M ma non di più, questo però vale nel totale (cioè vendi 2 che ti costano complessivamente 12M l’anno, li puoi sostituire con uno che ti costa 11M e uno che ti costa 1M, cioè al massimo puoi pareggiare il totale).E’ simile a quanto accadde all’Inter quanche anno fa che fu costretta a non registrare per le coppe un giocatore appena acquistato per non “sorare”. Però parliamo solo della lista “A” UEFA.

    • Erik, se arrivi in semifinale di EL, sono 40 milioni e più di ricavi che aggiungi al conto. già con la qualificazione (che sono 7 e rotti) sei andato sopra alla multa. quest’anno ci da più di 20 milioni, invece dei dieci dell’anno scorso, e l’anno prossimo c’è adidas da aggiungere al conto. se ci si potesse aggiungere la qualificazione champions…

    • Si ma non è che agli altri è andata meglio.
      Milan 2,0 milioni di euro
      Juventus 3,5 milioni di euro
      FC Internazionale Milano 4,0 milioni di euro
      La Roma è in buona compagnia perché altrimenti sembra che la multa l’hanno fatta solo alla Roma.

    • Perché io ci ho visto lungo. Ho smantellato la squadra per quello che potevo. Così si fa. Imparate. Se compri Cancellieri non ti multano, la Roma invece compra Dybala, Matic, quell’altro scuro… Se almeno dava Zaniolo a me evitava la sanzione, ma sono ostinati. E nemmeno furbi, visto la Juventus che la fa franca? Loro sì che ci sanno fare, io imparo dai maestri.

  1. Ma quale sarebbe il senso di dare sanzioni pecuniarie a una società che non rispetta parametri di sostenibilità finanziaria? Farla fallire? Come accendere un fuoco in una stanza dove non c’è ossigeno…

    • Esatto.
      Al netto di tutte le chiacchiere, il FFP tarpa le ali alle squadre che fanno investimenti cercando di diventare piu’ forti (e quindi di fare piu’ soldi), il che appunto impedisce loro di fare piu’ soldi e crescere, cristallizando cosi uno status quo di squadre potenti sempre uguali.
      Secondo me e’ una scemenza galattica, come secondo me dimostra il fatto che il FFP non ci fosse prima e il calcio sia sopravvissuto ugualmente mentre da quando c’e’, coincidenza o meno, si vedono cose allucinanti tra squadre che spendono centinaia di milioni, stipendi insensati a calciatori e allenatori, mazzette a procuratori, compravendita farlocca di bambinetti a 20milioni al cranio ecc. ecc.

    • @dtf sono ANNI che dico che il FPF danneggia solo le medie potenze (come la Roma). È vero, i suoi effetti sono quelli.
      Devo però dire che il FPF fu introdotto in un momento in cui i club avevano talmente tanti debiti (era l’epoce dei presidenti che mettevano mano al proprio portafogli) che il calcio stava collassando. I primi anni funzionò e il debito globale si ridusse. Poi invece si trovarono formule per aggirarlo e chi di dovere chiuse gli occhi sanzionando solo i pesci piccoli e non riaggiornando la norma.
      Risultato… Prima del FPF c’era un debito globale di un miliardo di euro odierni, dopo il FPF abbiamo un debito globale di un miliardo di euro (le cifre sono più o meno quelle)!!
      Ecco perché oggi si parla di superare questo meccanismo. Intanto però noi, come al solito, l’abbiamo presa nel ciulo e i soliti noti sono intoccabili.
      Il Barcellona?
      65 mln per il PSG sono un pacchetto di sigarette, ne danno 600 a Mbappé

    • Logan “Si chiama rispetto delle regole e serve a mantenere una sana concorrenza”
      Se vede come mantiene la concorrenza! Guarda in Francia per esempio con il Paris.
      È fatta solo per mantenere a bada la mediocrità delle mezze potenze (tra le quali rientra anche la Roma).

  2. Carrozzoni infami che campano su attività altrui e ne condizionano negativamente l’operato. Non molto diversamente da Ue, onu, Fao, oms etc.etc.

  3. Qualcuno ha capito che il Fpf esiste e che non viene applicato solo contro Manchester City e PSG…

  4. E quindi Belotti non potrà giocare in Europa League,ho capito bene? Se è così questo è un danno inenarrabile.Sia perché serviva per fare riposare Abraham,sia perché si poteva cercare di arrivare in fondo.

    • Sono sicuro al 99% che non e’ cosi’.
      Credo che sia solo una restrizione al numero di giocatori che si possono iscrivere in lista UEFA. 23 invece di 25.
      Ma nei 23 ci metti chi vuoi.

    • Hai capito non male …deppiu’ …
      ma che c’entra Belotti mo’ ???
      Premesso che non sono esperto di finanza tantomeno di FP calcistico, io penso di aver capito che al momento ( poi non so’ fino a quando ) la Roma deve pagare 5 milioni di multa ( bruscolini x i Friedkin ) e mi pare lista UEFA abbassata da 25 a 23 unità … e non credo che questo ci comporti la perdità di chissa’ quale giocatore importante, con Belotti che starà tranquillamente nei 23.

      Sempre Forza ROMA !!!

    • “Questa misura è applicata con la condizionale nelle stagioni 2023/2024, 2024/2025, 2025/206 e/o 2026/2027.”
      Siamo nella stagione 2022-2023. Le (eventuali) sanzioni non si applicano quest’anno.

  5. Io ho capito che la Roma pagherà i 5 milioni di multa incondizionati che saranno trattenuti dai prossimi premi uefa , che la Roma si è impegnata a non superare il 90% dei ricavi dei i costi per ammortamenti ed emolumenti dei giocatori per le prossime 3 stagioni e che nel caso in cui non riuscisse a rispettarli la sanzione stabilità (per gli anni pregressi ) sarà di ulteriori 7 milioni annui per ogni anno di eventuale mancato rispetto dei parametri oltre alla riduzione della rosa per competizioni UEFA rispetto alle altre partecipanti (2 giocatori in meno in lista in caso di mancato rispetto degli accordi )

    • Bravissimo
      Per questo anno soltanto 5mln multa e nessuna riduzione della rosa
      Già abbiamo un attivo di 40 mln … quindi il prossimo anno siamo nell’ordine finanziario…

      Per chiuderla… senza toccare altri punti… uscita dalla borsa Adidas Toyota nuovo stadio nuovo socio….

      Con il gruppo friedkin siamo in mani sicure….e possiamo guardare al futuro con fiducia e ambizione

      San friedkin ha messo in ordine i danni di Pallotta e compagnia bella

      Anche stavolta i nemici della as Roma che auspicavano sanzioni con mercato bloccato… l’hanno preso in quel posto

      Forza grande Roma ale’

  6. Io ho capito che si possono registrare nuovi giocatori solo se si fanno plusvalenze (saldo positivo tra giocatori venduti e acquisti).
    Per me è un bagno di sangue, nel senso che si potrà cambiare un po’ La Rosa solo se si riesce a vendere (bene) chi ha mercato e fare altri miracoli con gli svincolati.
    Spero di sbagliarmi.

  7. Scusate eh, ma nessuno legge il seguente punto, che è pesantissimo invece:

    “ – Esclusione dalla prossima competizione UEFA per club per la quale si si sarebbe qualificata nelle prossime tre stagioni: questa misura si applica con la condizionale nelle stagioni 2024/2025, 2025/2026 e 2026/2027.”

    Ma improvvisamente non capisco più l’italiano o sono l’unico che lo ha letto?

    • E’ la formula, ti combinano la sanzione “con la condizionale” cioè sospesa, e la applicano se non rispetterai i patti alla fine di un annata. In pratica se la Roma non rispettasse i patti andrebbe incontro all’esclusione dalle coppe. La frase chiave è “CON LA CONDIZIONALE”.

  8. Da quello che ho capito le restrizioni incominciano dalla prossima stagione 2023-24, ma se ho letto bene la Roma non potrà parteciparci.. spero di non aver capito nulla.. Questo è il regalo dei sensi a cui si sommano i pallottola ecc ecc – mortacci loro

    • Confermo, non hai letto bene! C’è scritto “CON LA CONDIZIONALE” significa che QUALORA non rispetti i vincoli si applica quella sanzione e ti controllano per tre stagioni.

  9. Le restirzioni sulla Lista A della UEFA (e addirittura su un eventuale esclusione dalla competizione) si applicano dalla prossima stagione (alcune restirzioni addirittura dalla stagione 2024/2025). In questa stagione la Roma avrà solo l’impatto dei 5 MLN, quindi NESSUNA RESTRIZIONE NELLA STAGIONE IN CORSO. Nelle prossime dovrà rispettare dei paletti altrimenti avrà le restrizione di cui sopra.

    • No, le restrizioni iniziano da quest’anno perché, rispetto ad altre squadre, hai la possibilità di rientrare nei parametri in 4 e non in 3 anni.

      E la Roma non potrà partecipare alle prossime competizioni Uefa SOLO se non avrà un attivo tra costi e ricavi.

  10. scusate…. ma voi vi preoccupate dei Friedkin che oggi AL MESE versano 25 milioni di euro per la gestione ordinaria del club? ma avete capito chi sono i Friedkin o no?
    se non avete ancora capito siete proprio “de coccio”……..

    • Si sono venduti tutto, pure il futuro per poter far mercato… Dal punto di vista delle regole stanno apposto, il problema è che se casomai non entrassero in CL sarebbero a rischio falllimento e se le operazioni di mercato non saranno positive per tanti anni potranno solo vivacchiare del vivaio. Comunque non è che la juventus in Italia sta messa tanto meglio finanziariamente. Se non entrassero nelle prime 4 il botto si sentirebbe fino ad Alpha Centauri!
      Purtroppo loro hanno una “squadra” con a capo lo juventino Rocchi che eviterà ciò!

  11. Siamo primi anche nella classifica delle multe, dopo quella dei pali e degli ammoniti. Ma siamo anche primi nella classifica del campionato. E senza condizionale.

  12. a chi interessa la regola sta sul sito della uefa, aggiungendo

    /r/LjQqEb3_Iy8CFzkDqPkK2Q/VcyJKEOvUnGtInnSrV0B4w

    sono le regole 87 e 90. praticamente la Roma ha avuto uno scostamento dal parametro superiore a 5 milioni, che ha messo a rischio la licenza uefa, di qui la restrizione della rosa.

  13. Un accordo per per i prossimi anni a mantenere il bilancio annuale in attivo o parità, ovvero per ogni stagione la AS Roma non potrà spendere più dei ricavi (vendi per 10 e compri per <=10 )
    Altrimenti dovrà pagare 5 milioni per ogni anno, oltre il rischio di esclusione nelle coppe.

    • Nessuna, si rifanno solo con le medie potenze. Le bloccano sulla nascita per evitare un nuovo Chelsea. Ma delle superpotenze non gliene frega niente.

  14. Se ho capito bene, la Roma potrà fare mercato solo se venderà pezzi pregiati. Oppure, come ha fatto quest’anno, prendere solo svincolati.

  15. Quindi se ho capito bene funziona il fpf funziona con il trucco di sempre.. Faccio come l’inter, PSG o la Juve e con sponsor amici incremento le entrate da altri proventi per avere plafond per l’ammortamento di nuovi cartellini (quindi con la Toyota ho risolto?).
    Oppure se valgono solo le entrate da compravendita dei giocatori anche lì utilizzo lo schema zaniolo santon per naingolan ed il gioco è fatto).
    Ma che menata è??
    Ma dire semplicemente che non vi può essere competizione tra chi ha monte ingaggi 100 e chi 10 e si dovrebbe chiedere un contributo alle prime in favore delle seconde è chiedere troppo?

    • bastava che il Nizza riscattasse Kluivert (come detto fra maggio e giugno tante volte, mancava quella cessione a far quadrare i conti, e il problema era il ffp del 30 giugno, poi si poteva ragionare sulle regole nuove) e sarebbe andato tutto bene. quella mancata cessione c’è costata il settlemente agreement.

  16. Nell’ immediato 5 mln di multa.
    Nel futuro iscrivibili calciatori se il costo inferiore alle cessioni .
    In caso di mancato rispetto : limitazione rosa , multe , fino ad un massimo di esclusione da competizioni europee.
    Pinto sta GIA seguendo queste direttive
    Per qst si è rinunciato a Frattesi , per questo ascoltate offerte per Zaniolo.
    Grossi problemi la mancata cessione di Kluivert
    Nulla di inaspettato , importante migliorare i ricavi = sponsor , incassi allo stadio , tv , cammino Uefa League ,entrare fra i primi 4.
    PS
    Il prossimo anno ed anche gennaio qualche cessione definitiva = Shomu Kluivert Villar Darboe Vina o qualche primavera in crescita ma non da prima squadra ( fiducia in Bove Volpato ma sicuri che…?).
    Grosso problema sarà non essere fra le 4.

  17. Oggi lo ha dovuto ripetere anche Pinto..

    Il calcio è cambiato.. Se una società di calcio fattura 150 mln.. Non può prendere Ronaldo a 100 mln e dargli 30 mln di ingaggio.. Perché sono costi che risultano sul fatturato..

    Mentre 20 anni fa un Franco Sensi poteva farlo anche di tasca sua.. Spendendo di più di quanto guadagnava la Roma..

    La Juventus lo ha fatto con Ronaldo.. Ma era una Juventus che fatturava 600 mln.. E nonostante questo ha avuto problemi..

    Non si parla di quanto sia ricco il proprietario.. Certo un proprietario più ricco può aiutare con aumenti di capitale.. Ma conta limitatamente..

    Il Como ad esempio ha i presidenti più ricchi in Italia se non erro.. Due fratelli miliardari.. Che hanno un patrimonio personale enorme.. Un discorso simile vale per Commisso.. Che fa gli acquisti con le cessioni di Vlahovic e Chiesa..

    Il presidente al giorno d’oggi deve essere un bravo gestore.. Crearsi una squadra.. Trovare sponsor, far crescere il fatturato..

    Ed io onestamente con i Friedklin mi sento in mani sicure.. Hanno già un azienda.. Ed il Friedklin Group oggi fattura 11 miliardi di dollari.. Ovviamente la Roma non potrà toccare mai certi numeri.. Ma non serve, significa che sanno come si gestisce un azienda.. E la Roma è questo per un investitore..

    Se sono usciti dalla borsa c’è un motivo.. C’è già un accordo con Adidas.. E si parla di cifre enormi.. La Roma sarebbe la seconda squadra più pagata della serie A.. Si parla di 400 mln per 8 anni.. Hanno portato già digitalbits che sta pagando più di Qatar.. E qualcosa mi dice che Toyota arriverà sulle maglie subito dopo Digitalbits..

    E poi c’è lo stadio.. Ci vuole più tempo.. Ma quello aumenterà i ricavi di tanto, tantissimo.. Uno stadio aperto 7 giorni su 7.. Con sponsorizzazioni legate ad uno stadio che ogni domenica è pieno..

    Una volta parlavamo e volevamo il presidente ricco.. Oggi è più importante un presidente capace.. Per me siamo in una botte di ferro..

    La Roma dovrà pagare 5 mln quest’anno.. Poi ci sarà un accordo da rispettare per i prossimi 4 anni.. E se non saranno rispettati ci sarà una multa molto più alta.. Con altre limitazioni.. Dalla lista da 25 a 23 al possibile blocco Uefa..

    Ma per me questo non accadrà.. Ci sono i Friedklin dietro..

    Forza Roma..

  18. Mi sembra una lettura precisa e corretta Ingolstadt ma hai perfettamente centrato il problema:entrare assolutamente tra le prime 4.

  19. Se avete seguito la conferenza stampa di Tiago Pinto prrbol FFP ci sono tempi dilatati per rientrare nei parametri e la Roma gia’ da questa sessione di mercato sta facendo la sua parte.
    il fatto che abbia preso calciatori ottimi a parametro zero rientra nel progetto a lungo termine, poi se riusciremo a giocare la Champions sara’ meno difficile rientrare.
    Per ora va bene cosi, abbiamo la rosa lista A ridimensionata da 25 a 23.
    Credo che Boer, Volpato Missori e Tripi possano egregiamente far parte della prima squadra in caso di necessita’.
    Credo che dovendo inserire 4 elementi provenienti dal vivaio Roma che i 23 in lista A sono:

    Rui Patricio
    Svilar
    Karsdorp
    Celik
    Spinazzola
    Vina
    Zalewsky
    Mancini
    Smalling
    Ibanez
    Kumbulla
    Cristante
    Matic
    Bove
    Pellegrini
    Darboe
    Camara
    Zaniolo
    El Shaarawi
    Dibala
    Abraham
    Belotti
    Shamurodov

    Poi da gennaio 2023, penso che Shamurodov cedera’ il posto a Winaldum e non escludo che Vina possa essere estromesso dalla rosa sempre se a gennaio arrivera’ Solbaken.

  20. E ste notizie quando arrivano? A due giorni fa Udinese Roma con la combo Maresca-Ghersini. Sempre la stessa solfa……

  21. Ma Real Madrid Manchester city Manchester United Chelsea Tothenam Arsenal e tutti gli altri niente ci sono squadre che stanno fuori di 600/800 Milioni anche squadre con più di un miliardo di euro tutto apposto

    • Perché hanno maggiori ricavi.

      Solo per fare un esempio, dallo sponsor il Manchester United prende 86 milioni di euro l’anno, la Roma 2.

      Fondamentale aumentare I ricavi.

  22. Bellissima serie Black Bird , prodotta da Ryan e Dan Friedkin ….mentre la serie ” prendi i soldi e lascia i buffi” prodotta dalla Broccolaro Frutta e Verdura Association, regia del monco spendiavanvera

  23. Il calcio è cambiato.. C’è chi continua a ripeterlo e chi invece crede ancora che i soldi per gli acquisti sono messi dai presidenti..

    C’è un fatturato.. Quel fatturato serve a coprire praticamente tutti i costi della società.. Il presidente ricco e importante per i vari aumenti di capitale..

    Ma adesso è più importante avere un presidente capace di gestire un azienda.. E secondo me noi siamo in una botte di ferro..

    Il Friedklin Group dimostra le capacità della famiglia Friedklin.. E sono convinto che entro qualche anno la Roma avrà portato il suo fatturato a cifre mai viste a Roma..

    Prima l’accordo con Digitalbits.. Che ci da più soldi di Qatar.. Poi Adidas.. Si parla di un contratto da 400 mln per i prossimi 8 anni.. E sarebbe incredibile.. La Roma sarebbe la società più pagata in Italia dopo la Juventus..

    Poi.. Ora è entrata Toyota.. Ma è solamente sullo sfondo.. Ma qualcosa mi dice che è un inizio.. L’inizio di una collaborazione molto più importante..

    È poi lo stadio di proprietà.. Con una tifoseria come quella della Roma, che riempie continuamente lo stadio, trovare sponsor su sponsor per lo stadio sarà una passeggiata..

    La Roma ad oggi fattura troppo poco per fare grandi acquisti.. In qualche modo ci siamo riusciti.. Ma la Uefa non ci aiuta..

    Se nel calcio di oggi contassero i soldi del presidente.. La Fiorentina di Commisso dovrebbe essere la regina del mercato..

    Ed il Como che è la società più ricca d’Italia (per i presidenti che ha) dovrebbe già stare in serie A..

    Serve tempo.. Ma secondo me la Roma con le capacità di gestione dei Friedklin potrebbe veramente diventare un gigante.. Ed il contratto con Adidas per le cifre mi ha lasciato senza parole..

    Forza Roma..

    • E’ dura affrontare un tradimento ma evidentemente quello la rendeva più allegra di quanto lo facessi te.

  24. Diciamo che da questo si evince ancora di più con quali difficoltà e paletti allora la nostra attuale proprietà/dirigenza ha dovuto affrontare questa sessione di mercato estivo, ereditando una situazione molto aggravata da pessime gestioni passate che hanno soltanto inguaiato la nostra situazione, che a dati di fatti e vedendo che siamo la società calcistica italiana con la situazione più pesante, e qui pesano buffi non da poco perché per anni siamo stati anche la seconda società calcistica in Italia per pagamenti di commissioni, superiori alle strisciate milanesi e secondi solo ai Gobbi, quindi con anche sicuramente più buffi anche complicati che infine ci hanno portato ad una situazione molto critica, perché il problema è che le nostre entrate complessive non sono state ai livelli delle strisciate, ed un indebitamento cresciuto con poche soluzioni adottate per spostare il debito in altre direzioni (come fanno in modo disonesto tanti club ma noi questo perlomeno non lo abbiamo fatto).

    Da qui si evince allora che il lavoro fatto questa estate e quello che avverrà nelle prossime stagioni, sono condizioni in cui operare e molto molto molto più difficile. Per fortuna nostra abbiamo una proprietà ora molto solida e competente (Friedkin), un GM che sa il fatto suo e come fare quadrare conti/bilanci ed escogitare le condizioni più proficue rispettando anche i paletti dettati da tutti mantenendosi sulle linee societarie (cosa che nessun DS italiano tranne per l’albanese dei formellesi fa), ed un team di professionisti tra scouting, il nostro condottiero allenatore/manager su cui spetta ogni decisione tecnica dei calciatori infine, ma anche un grande lavoro che vedo condotto anche su tanti fronti, fatto nel modo più professionale e con una visione globalizzata (stadio, comunicazione, marketing, commerciale).

    Apprezzo allora ancora di più quello che abbiamo e veramente complimenti alla nostra proprietà e dirigenza che veramente, lavorare in queste condizioni e riuscire a rafforzare la nostra società sotto tanti aspetti in questo scenario che ora e molto più chiaro, vanno solo applauditi e sopportati da tutti noi.

  25. Per carità, va bene che l’UEFA voglia nelle sue competizioni squadre con i bilanci a posto.
    Non mi torna invece che l’unico parametro osservato sia l’attivo o il passivo, e che la sanzione sia parametrata in modo uguale per tutti.
    Le ragioni sono state già dette: operazioni di mercato tutt’altro che trasparenti, sponsorizzazioni di favore etc. sfuggono alla lente dell’UEFA, e così continuano ad essere espedienti borderline per restare nei parametri.
    Di fatto, le regole cristallizzano lo status quo, dove esistono difformità eclatanti fra campionato e campionato, e fra squadre che militano nello stesso campionato. Non si tiene conto cioè delle possibilità economiche di tutte le Inglesi, degli emiri e quant’altro. Ma è ovvio che la Roma ha mille difficoltà in più per rientrare nei parametri rispetto al PSG o al MC. Anche il pagamento della multa è sanguinoso, mentre al PSG fa il solletico.
    Non sono un esperto, ma immagino che possa anche essere accettabile per un’impresa indebitarsi, purché vi sia chi garantisce il rientro dal debito con un piano definito. Ma così, una squadra ambiziosa che vuol crescere si trova dei paletti che la penalizzano, impedendole di avvicinarsi alle più ricche.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome