Fair Play Finanziaro, il TAS: niente esclusione dalle coppe europee per il Manchester City, solo un’ammenda di 10 milioni

71
2278

ALTRE NOTIZIE – La decisione era attesa per la giornata di lunedì ed è puntualmente arrivata: il Manchester City potrà giocare in Champions League il prossimo anno.

Il TAS si è infatti appena espresso sul ricorso presentato dal club inglese contro l’esclusione per due anni dalle coppe europee stabilita a febbraio dalla UEFA a causa di violazioni al Fair Play Finanziario.

Il tribunale arbitrale dello Sport ha sancito che il club inglese potrà regolarmente giocare in Europa, ma che dovrà pagare un’ammenda di 10 milioni di euro.

71 Commenti

  1. Quindi il Milan fuori per molto meno,
    il Manchester una multa che non arriva allo stipendio di UNO dei suoi top players.
    Complimenti al TAS, davvero.

    • Sarà che quelli del manchester l’hanno fatti ride, mentre quelli del milan l’hanno fatti sganasciare

  2. Fatele per queste cose gli striscioni…come al solito se a sbattersene delle regole sono i potenti, passa tutto con un buffetto sulle mani, mentre se sono i pesci piccoli, giù botte. Il problema non è (solo) una proprietà che di calcio non capisce nulla, ma un sistema marcio fino al midollo, che premia i soliti pluripregiudicati e li tiene a galla. Vediamo gli arbitraggi dell’Atalanta in CL tanto per dirne una, che già l’anno scorso con la semifinale Tottenham-Ajax hanno rosicato tantissimo…escludo che permetteranno di nuovo a dei semisconosciuti di arrivare tanto avanti (per non rivangare la nostra gara col Liverpool)

    • Ma scusa CripTico, stai per caso parlando dell’economia mondiale di tutti i settori e che dai tempi de Checchennina che chi sta sotto paga e chi sta sopra magna ? (O_O)

  3. Ma dove sono i Pallotta boys, che gioivano come se avessero vinto una champions, quando hanno saputo che il City sarebbe stato escluso dalle coppe europee?

    Quindi…il FFP, come vi dico da due anni, serve esclusivamente ad essere la “scusa” di presidenti piccoli e dalle risorse limitate come Pallotta, per non investire in club ambiziosi, che altrimenti rischierebbero di fare il passo più lungo della gamba e fallirebbero.

    • E quindi la colpa di questo schifo è dei pallottaboys…come dire che quando fanno il condono edilizio la colpa è degli ambientalisti, che essendo dei poracci e non potendo farsi la villa abusiva in riva al mare, usano la scusa della legalità e della difesa del territorio per mascherare che sono dei pezzenti. Ottimo ragionamento, veramente…La prossima volta che sei vicino a un semaforo sulla Colombo, passa col rosso a 100 all’ora, che tanto il rosso è la scusa de quelli che non sanno guidà…

    • Pare che te la prendi con chi osserva le regole e le leggi,mentre fai l’elogio di chi le viola sistematicamente,pensando di poterci mettere una pezza, in un modo o nell’altro…più che denigrare Pallotta,mi sembra che stai rendendo onore a un certo Lotito .
      ciao,bambolo…

    • criptico, dove hai letto che ho imputato la colpa ai pallotta boys? la colpa dei pallotta boys, semmai, è quella di giustificare l’operato di un presidente che ha sempre affermato di non poter mettere i soldi che voleva per colpa del FFP. In Uefa vale il principio del COMMON LAW, quindi una sentenza crea un precedente, vincolante per le sentenze successive. E’ diritto. Quindi Pallotta ci ha preso in giro. Anche perché, puntava il dito contro chi faceva plusvalenza scambiando i calciatori, e mi pare che anche lui ha iniziato a fare la stessa cosa…

      Zenò, ammetto che non mi sei mancato per niente, se non nei momenti in cui mi annoiavo un po’, ed i tuoi ragionamenti mi facevano sorridere. Non elogio chi viola le regole, ma punto il dito contro chi usa le regole per non fare il bene della Roma. Il non mettere soldi, ha portato ad avere 300 mln di debiti. Nessun titolo.

      Ma può essere che sono l’unico romanista che vuole continuare la via lasciata da Viola e Sensi? Può essere che sono l’unico romanista che vuole una Roma forte in Italia e soprattutto fuori?

    • No Tifosogiallorosso, Pallotta ha seguito le regole, non ha preso in giro nessuno. La sentenza è uscita oggi, quindi non può valere per quello che la Roma ha fatto negli anni precedenti, perchè semplicemente c’è chi, come noi, il FPF lo ha seguito con dei sacrifici, e chi, forte del potere di un nome o dei soldi della proprietà, se ne è fregato. Chi ci ha preso in giro non è Pallotta, ma chi ha reso questo sport ancora più marcio di quanto non fosse, e detto da gente che sopporta i furti e le malefatte delle strisciate da una vita, è dire tutto. Prima sopportavamo questa merda solo in Italia, ora dobbiamo sopportarla anche in Europa, e se non foste così accecati nella vostra caccia al fruttarolo, vi rendereste conto che non potete spiegare la fame nel mondo, le guerre e le siccità con Baldini o Monchi…esiste la merda anche fuori da Trigoria, e vi farebbe molto più onore riconoscere che la Roma, pur con tutti i suoi annosi errori, in certe situazioni è una vittima, non la parte idiota che non si è accodata ai sotterfugi. La via dei Sensi, come quella che fu dei Berlusconi e dei Moratti, non avrebbe dovuto più esistere proprio per via di un FPF che obbliga a investire in maniera razionale e misurata, e non a buttare soldi alla caxxo in una squadra solo perchè ne hai tanti…se il paletto finisce nel cu(b)o degli onesti, la colpa è dei disonesti, non di chi non si è prestato…se lo stadio non si fa non è colpa di chi ha presentato un progetto, ma di chi quel progetto lo ha avversato in tutti i modi, leciti e illeciti. Poi per me Pallotta se se ne va ieri stappo lo champagne, ma non passo da idiota solo per parlare male di lui a tutti i costi…in questo caso, seguire le regole mi rende un tifoso orgoglioso, mentre se fossi un tifoso del City mi farebbe schifo essere rappresentato da certa gente, così come se avessi un palmares tipo quello della juve…non vorrei mai che la mia squadra si abbassasse a rubare come le altre, anche a costo di vincere un altro bonsai tra 10 anni. Io sono Romanista, e me ne vanto

    • Dire che la colpa di tutto questo è dei pallottaboys è come asserire che Tifosogiallorosso è romanista Il vostro veleno è pari alla vostra idiozia

    • @criptico: Ma non lo sai che se non fai il furbo e non freghi il prossimo non sei nessuno?anzi passi anche per cojone!più sei disonesto e più sei figo!ormai siamo in un mondo dove a seguire le regole arrivi sempre ultimo perché gli altri ti passano davanti come quando si fa la coda….e se glielo fai notare rischi anche di prendere le sveglie!
      Ormai meritocrazia é solo una parola pressoché sconosciuta del dizionario…..
      Purtroppo dobbiamo rassegnarci al fatto che vale e varrà sempre di più il dio denaro e tutto ciò che ne comporta.
      Poi però tutti bravi a lamentarsi quando uno più furbo di noi ce lo mette in quel posto…..

    • Il TAS di Losanna segue la regola dello stare decisis?!?!

      Ahahahahahahahahah!

      Tifoso Giallorosso, ma dove le trovi?

    • Ma finitela, che sto ffp è una palese farsa dalla sua nascita. Ma poi fatemi capire, oggi come oggi, ballottino sarebbe in regola coi parametri UEFA? No, e allora di che parlate? E quando è stato in regola cosa ha fatto? Venduto come mai prima. Nuovamente, di che parlate?

    • Come al solito parlano del nulla cosmico UB40. Chissà perchè Napulè e Lazzie questo problema del Ffp non se lo sono mai posto, soprattutto NON HANNO 500 milioni di disavanzo, in 10 anni qualcosa hanno vinto (ciò che ha lasciato la Rube) non hanno lo Stadio e nemmeno i nostri ricavi. Il FFp è solo un alibi per nascondere incapacità e mancanza di possibilità. Non solo, ha venduto come non mai proprio dpo aver incassato 100 milioni netti di soli introiti Champion, altri 65 l’anno dopo e 75, di cui circa 70 di plusvalenza netta, con il solo Alisson. Va bene se sono ancora disposti a farsi prendere in giro, contenti loro e nota come hanno messo la coda fra le gambe dopo il disastro Monchi che osannavano come il Messia, hanno creduto pure a lui…..

    • No criptico, Pallotta ha seguito le regole che voleva seguire. E’ consentito, per un proprietario, fare contratti di sponsorizzazione pari al 30% dei ricavi. Lui non l’ha fatto. A me francamente basta solo vedere quello che ha promesso e non ha fatto, per considerare fallimentari i suoi 9 anni. Ad oggi, chi lo difende, con tante promesse non mantenute, 0 titoli, parco giocatori nullo se non per Zaniolo e soprattutto 300 mln di debiti, è della LAZIO.

      @lupino fa rima con professorino. Ma dovresti sapere che la UEFA è cosa ben diversa dal TAS. La UEFA opera nell’ambito calcistico e lo stare decisis le è proprio. Discorso a parte il TAS, che segue regole scritte, analogie e interpretazioni: parliamo di CIVIL LAW. Di regole SCRITTE. Stavolta hai fatto una pessima figura, Perry “Nason”.

  4. Dove stanno i pallottaboys?
    Siamo qua,sono qua.
    Quindi?
    Che dobbiamo fare?
    Il fpf esiste, se poi viene applicato a testa de minch*** , a seconda se sei potente e delle bustarelle, che girano come le mosche nel Palazzo dell’Uefa , e’colpa nostra.?

    • …no ma visto che sapete delle “bustarelle” fate na bella denuncia agli organi competenti,
      anzi lo dovrebbe fa Pallotta pe primo…sennò criptico, che se lamenta degli striscioni, li facesse lui insieme a te…
      Nun è che er lavoro sporco lo devono fa sempre l’artri.
      Forza Roma ,libera da Pallotta e accoliti

  5. Notizia che mi lascia interdetto . Dopo una serie di ripetute violazioni al FPF con sponsorizzazioni farlocche questo club inglese si vede riammesso alle competizioni europee dietro pagamento di un modico obolo.Uno schiaffo in faccia a Club come l’As Roma che in tutti questi anni ha ottemperato a norme e regolamenti UEFA sacrificando doverosamente sull’altare del 30 giugno una lunga serie di campioni e forse di riflesso anche di trofei sportivi….

    • Ah ah, che spettacolo che siete! Vi prego, resistete, perché grazie a voi possiamo dirci esseri senzienti.
      Solo voi potevate credere che il City sarebbe stato escluso dalla Champions. Ma secondo voi poveri ballottesi gli sponsor pagano per vedere Cristante o De Bruyne?
      E vi dico pure che il bilan ha patteggiato l’esclusione solo perché si trattava dell’Europa League e non della Champions. Altrimenti sarebbe arrivato al TAS e la conclusione sarebbe stata la medesima.
      Rassegnatevi, il ffp è la perfetta foglia di fico per i falliti come ballottino. Che poi, pensate un po’, si è venduto pure i rubinetti di Trigoria e sta comunque fuori di brutto dai parametri di questa farsa.

  6. Mi auguro che il prossimo proprietario della Roma sia peggio di tutto quello che vediamo e sentiamo provenire da questo sport, basta perbenisti, sopratutto oggi cè una sentenza che fa giurisprudenza quindi oggi si finisce di parlare di cessioni per plusvalenze perché nessuno è più tenuto a far quadrare i bilanci. Se sfori basta un semplice ricorso al tas e una multa da 10.000 milioni di euro. Bene così.

  7. Dopo questa sentenza tutti faranno come gli pare, vedremo in primis il newcastle. A parere mio dovrebbero mettere un tetto max agli acquisti tipo 200 milioni che per molte squadre resterebbe comunque irraggiungibile ma altre le limiterebbe.

    • Per garantire un minimo di equità il tetto andrebbe messo al monte salari delle società (qui il solo Cristiano Ronaldo guadagna più di squadre intere, con tutto ciò che ne consegue…).

      Che poi è paradossale il fatto che nella patria del turbo capitalismo le leghe sportive spesso si dotino di tali strumenti di livellamento per preservare la competitività, mentre nella cara vecchia Europa non ci si pensi neanche a certe soluzioni in nome della libbbertà di mercato… Salvo poi partorire cacate come il fpf, concetto di una reazionarietà tale che a confronto le corporazioni medievali sembrano avanguardie!

  8. Finalmente la verità il FPF non esiste . Ora il ristoratore di Boston è stato definitivamente smascherato. Ma io dico chi credeva a questo omino venuto da Boston come fa nella vita? Boh forza Roma pallotta vattene via

  9. Direi Alba, parafrasando un cesarone dop ahahah “è evidente a tutti,,,,”. I Bostoniani,,, centesima puntata ahahhahah Quante frottole hanno inventato ahahahaha. Un caro saluto e Forza ROMA

  10. Questa sentenza è l’ennesima dismostrazione che tutto il Mondo del Calcio è marcio fino al midollo. Ed è’ solo la punta dell’iceberg Visto ciò che stà accadendo a causa del Covid ma veramente voi credete alla storiella che nessun calciatore in Europa sia Positvo Che tutte le squadre sono perfettamente a norma? Non penso proprio che siate cosi’ farlocchi. La verità è che Porere, denaro e corruzzione hanno il privilegio di seppellire questo ed altro A quelli del Manchester City gli sarà bastato ungere qualche ingraggio e la fraudolenza è bella e servita

  11. IL FFP è morto, e questo è un dato di fatto.

    DI fronte a quello che è successo spero vivamente che non solo la roma, ma anche altri club si facciano sentire e che agiscano di conseguenza.

  12. Come al solito c’è gente che rigira la frittata ed utilizza ogni cosa per attaccare Pallotta, anche al di là delle sue reali colpe. Il FFP esiste, che NON venga applicato da un organismo giudiziario autonomo, o meglio dai giudici che (come spesso accade) emettono sentenze che lasciano a dir poco sbalorditi, è un’altra faccenda! L’Uefa aveva punito il City, dunque per l’organismo sportivo, era stata commessa una violazione al FFP. Per alcuni è bello frodare e si stima chi riesce a farlo, per altri è giusto seguire le regole, anche se sono troppo restrittive e controproducenti, è questione di comportamenti. Tra le altre cose, non ammettere che questa del TAS sia una sentenza, errata e pericolosa, è da persone con le fette di prosciutto sugli occhi. Non hanno dato neppure una condanna pecuniaria adeguata: “solo” 10Ml, quando le cifre in ballo all’aggiramento del FFP perpetrate dal City sono di gran lunga superiori è come obbligare un tizio qualunque ad offrire un paio di caffè ad un paio di amici per una settimana… uno sforzetto, che si può subire, senza intaccare la propria situazione economica.

    • Alessandro, è vero che il TAS spesso si è distinto negativamente per la incomprensibilita delle proprie decisioni.

      Sarebbe il caso però, prima di esprimere pareri trancianti, di leggere almeno la sentenza, cosa che ovviamente nessuno può aver fatto.

      Per la precisione il MC ha visto annullata la squalifica, non commutata in ammenda; la sanzione pecuniaria è stata inflitta per comportamento non collaborativo con gli investigatori (che solo in un diritto strambo come quello sportivo può trovare albergo, essendo assurdo pretendere un atteggiamento del genere da un accusato).

    • @Lupino. Allora chiedo venia… mi sono basato su quello che c’è scritto nell’articolo sopra, dove appare che l’ammenda pecuniaria abbia sostituito la squalifica… comunque in linea teorica è ancora peggio, hanno assolto pienamente il City, senza dargli altre pene di altro tipo… visto che la sanzione di 10ML è per tutt’altro motivo.

  13. In pratica questa sentenza abolisce il tetto delle autosponsorizzazioni.
    Quindi da domani il PSG e il Manchester City (e solo loro praticamente) potranno spendere
    qualsiasi cifra coprendola con sponsorizzazioni farlocche.
    Paragonare il loro caso a qualsiasi altra squadra non ha senso, perchè solo gli sceicchi hanno una liquidità tale da portersi permettere di bruciare 150-200ML l’anno in sponsorizzazioni senza nessun ritorno,
    essendo le due squadre il giocattolo di famiglia.

    Tra l’altro, mi pare che i risultati non seguano gli investimenti, visto che con quelle cifre dovrebbe dominare
    non solo a casa (e il MC manco quello) ma anche in Europa.

    Quanto a Pallotta: ma c’è qualche sceicco che vuole comprare la Roma?
    O pensare che Friedkin venga qui per dilapidare il patrimonio di famiglia come Moratti?
    No perchè se viene uno sceicco io sono pronto a studiare l’arabo per cantarne le lodi.
    Ma non si sa perchè in Italia non ci vengono… mah…

    • Non so quante volte dovremo spiegartelo, e questo indica la mancanza di onestà intellettuale di chi continua a fare questa stucchevole domanda. Nessuno chiede uno sceicco (se arriva meglio), bensì una persona capace, come Dino Viola solo per fare un esempio. Ma tanto lo so che continuerai con la stessa lagna e che sto buttando prezioso tempo.

    • Vedi che alla fine torniamo sempre a bomba? Nel calcio i soldi contano eccome. Eppure non bastano da soli. Devi aggiungere anche la competenza e la lungimiranza.
      Società che hanno disponibilità economica limitata alla fine riescono a competere con chi ha soldi per fare due guerre.
      Ballottino è un fallito perché gli manca tutto, soldi, competenza e lungimiranza.

    • Anto ma perchè Friedkin (o chi per lui) dovrebbe dilapidare il patrimonio personale oltretutto dopo essersi eventualmente incollato la baracca Ballotta con un pesantissimo fardello di debiti e un parco giocatori per lo più molto costoso e inutile (gli uiltimi discreti se li plusvalenzerà, more solito, Sballotta)? bene che vada dovrà mettere 600 milioni a fronte dei poco più di 100 investiti da Sballotta quando prese la Roma (a debito per di più c0ome gli ultimi 30 dove ci guadagna pure 4 milioni, vergogna).
      Poi come sostenete non potrà investire C’E’ Il FAIR PLAY o NO? quindi dovrà fare i conti con i ricavi ma si spera solo che sia più capace anche dal punto di vista comunicativo invece di sparare frescacce come Sballotta appena arrivato e anche dopo.

    • Dario,
      stai parlando di 40 anni fa.
      QUARANTA ANNI FA.
      E’ chiaro che Dino Viola aveva passione, capacità e mezzi per competere, inoltre aveva fatto da sempre della Roma la sua seconda famiglia e dimostrò sempre di non avere alcun complesso di inferiorità. Poi vedeva la Roma come una rivalsa verso certi ambienti del Nord.
      Per finire, era un Senatore che aveva anche un interesse diretto alla sua popolarità.

      E la sua Roma durò un quinquennio (un grandissimo quinquennio, per carità).
      Negli ultimi 5 anni furono soprattutto 5i-7i posti.

      Detto questo, era un calcio con latri mezzi. Un calcio in cui noi potevamo permetterci Falcao, il Napoli Maradona, l’Udinese Zico. Adesso giocherebbero tutti nelle solite 5-6 squadre in Europa.
      E Viola con la sua capacità potrebbe permettersi un campionato come l’Atalanta. Perchè i mezzi sono quelli di Percassi, non certo quelli di Suning o della FCA.

      Io vivo a Milano: gli interisti vorrebbero tutti un nuovo Moratti, i milanisti un nuovo Berlusca, ma sanno benissimo che non torneranno quei tempi.

      Per cui sì, se vuoi vincere qualcosa in più di una Coppa Italia serve lo stramiliardario impaccato di soldi che non sa neanche dove mettere (o essere e fatturare quanto Real e Barcellona), non necessariamente uno sceicco ma almeno quelli del Fenway group, che possono permettersi di rifiutare 2MLD dallo sceicco di Dubai per l’acquisto del club (2018) perchè essendo attivi nei media hanno sinergie mostruose con il calcio.

      Tutti meglio di Pallotta, Certamente.
      Resta il fatto che qui non bussa nessuno. E se bussa lo fa con offerte molto tirate.

    • ps:
      la Fenway prese il gruppo nel 2010- Sai quanto ci ha messo a vincere qualcosa? 8 anni.
      E sai quanti debiti aveva il Liverpool nel 2010? 350 milioni di Sterline.

      E Romano, io non mi aspettavo minimamente si sarebbe svenato. Perchè mai?
      Mi aspettavo una gestione identica dal punto di vista finanziario a quella di Pallotta,
      entro i limiti del FFP.
      Poi magari azzeccava il DS e il DS azzeccava 5-6 acquisti e arrivava il nostro ciclo,
      ma questa è appunto una speranza.

      Adesso speriamo nel prossimo, io non ho preclusioni di nazionalità, religione, colore o credo religioso. Basta sia un progetto serio.
      Il mio timore è che nessuno voglia far un investimento del genere in un club e in Italia.
      Anche perchè Suning e Elliot non mi pare stiano facendo sfracelli al momento….

  14. Pallotta nun po’ ‘nvestí perché ce sta errr ferplei ffinanzziario…
    Senza ‘o sstadio nun se vince. Dopo co ‘o sstadio vincemo tutto!
    Grande sor Pallotta…

  15. Straordinari i Pallotta Boys: è tutta colpa del FPF. Ora, però, secondo loro il FPF non esiste, come dicevamo da tempo immemorabile, ed è per questo che la pallottese non vince manco per sbaglio. Bello poter dire tutto e il contrario di tutto per giustificare il bostoniano, eh?

    • Ma guarda che siete ossessionati.
      Ma secondo te dobbiamo giustificare un milionario che vive a Boston e che neanche sa che esistiamo?
      Ma vivete in una realtà virtuale???

      Questa sentenza riguarda una squadra che può permettersi di ricevere sponsorizzazioni a fondo illimitato
      da parte della proprietà che nuota letteralmente nell’oro (nero).
      Riguarda due squadre nel mondo: PSG e Manchester City.

      E non dice che il FFP non esiste, ma che se copri il disavanzo con sponsorizzazioni di gruppi vicini al tuo non è punibile (ed entro certo soglie non lo era già, Suning sponsorizza l’Inter per 20-30 Mlioni l’anno, e idem la FSC con la Juve). Per cui è chiaro che se Pallotta avesse ii mezzi di Khalīfa bin Zāyed sarebbe bello, ma non è così, e chi ha mai detto il contrario?
      Non ha neanche un centesimo dei mezzi dei PROPRIETARI DI UNO STATO. Uno stato inzuppato di petrolio peraltro.
      Sarebbe meglio avere Khalīfa bin Zāyed? Ma ovvio.

      Lo chiami tu?

    • Muahahahahaha, no, la cosa bella è che lo fate gratis, per semplice conformismo. Se ci fosse il Viperetta direste che è un grande pure lui. Per fortuna questo psicodramma sta per finire: noi potremo continuare a tifare la Roma, voi l’azienda.

    • Ma famme capi’,
      quando mi hai sentito dire che Pallotta è un grande???
      Pallotta è un investitore che ha investito con altri nella AS Roma.
      Investimento che negli ultimi due anni a causa di scelte di collaboratori sbagliati (Monchi in primis) è andato a ramengo.
      Punto.
      Non lo amo, non lo odio, non faccio il tifo per lui.
      Però al momento non vedo alternative, tutto lì.

      E credimi, tutta la fuffa su Friedkin dell’ultimo mese è appunto fuffa. Quella trattativa, PURTROPPO, è chiusa.
      E sono il primo a sperare arrivi qualcun altro.

  16. Adesso è pure un morto de fame? uh come cambiano i giudizi o si è rovinato nel frattempo con tutte le plusvalenze fatte qui? ahahahahhah State bene così ahhahahha

  17. Un conto è il fair play finanziario che costituisce un artificio, una mera creazione normativa( giusta o sbagliata che sia) , un altro è il bilancio di una società che se non è in equibrio porta una qualsiasi azienda dritta dritta al fallimento.
    Le due cose non sono simmetriche, nel senso che una società può rispettare il FPF e non avere comunque il bilancio a posto, come un’altra può non rispettare il FPF ma averlo in equilibrio.
    Chi rientra nella prima ipotesi diciamo che è costretta a rispettare il FPF se non vuole finire fallita.
    Non è che se domani tolgono il FPF tutte le squadre si contenderanno l’acquisto di Messi!
    Altra cosa ancora è la sanzione applicata con la sentenza emessa per il mancato rispetto del FPF che è chiaramente davvero blanda.

  18. napule e lazzie bla bla.
    O napule e’partito dalla serie c1, ex novo con il bilancio immacolati.
    Lotito paga in nero vedasi Zarate
    O qualcuno pensa che lo ha fatto una volta sola?

  19. Gaetà il tuo Sballotta è partito con 51 milioni di debito (non ha fatto altro che sestuplicarlo e non basta) e con una squadra che comunque l’anno prima aveva veramente sfiorato lo Scudetto con Ranieri e in ogni caso con in rosa un certo Francesco Totti e un certo Daniele de Rossi; ora il tuo amato vorrebbe lasciare la Roma con oltre 300 milioni di debiti e una rosa con bono il solo Zaniolo sempre che non se lo plusvalenza per arraffare come sta facendo da oltre 3 anni a questa parte, a Trigoria manco più le tavolette dei water so rimaste.
    Pensasse a completare l’aumento di Capitale il fruttarolo.

  20. Ballottino è invece partito da 50 milioni di debito ed è arrivato a 275. Per vincere le innumerevoli coppe focene e vendere tutto il vendibile.
    Spiegazioni, Dotto’?

    • La Roma aveva debiti di SOLI 50 milioni? come mai è andata in mano alle banche rischiando anche il fallimento? Ok criticare, ok sperare la vittoria sempre e comunque, ma consideriamo anche cosa era diventata la Roma. Se poi per te, la fine dell’era Sensi è stata solo rose e fiori, allora ok, Pallotta vattene…
      Per me la cordata Americana ha preso una squadra di calcio pagandola DUE SPICCI, perché questa è la verità e tra l’altro l’UNICREDIT ha dovuto persino convincerli per comprarla. Non mi sembra di ricordare una fila di sceicchi con il numeretto in mano per poter fare la loro offerta d’acquisto.
      Per FARTI vincere l’ultimo scudetto, il compianto SENSI ha indebitato la sua HOLDING di quasi 700 miliardi.

    • E’ andata in mano alle banche perché era un asset appetibile. Quella dei 700 milioni di debiti è una bella barzelletta, Sensi i debiti li ha fatti con le altre attività. Ma fatela finita con le menzogne, a buciardi!

    • Allora Mirko se non era di 51 milioni visto che ne sai di più, dicci a quanto ammontava il debito a capo dell’AS Roma dell’epoca. Non sarà il caso prima di scrivere di andare a controllare, ciò che conta è quello, il resto fuffa e chiacchiere.

    • Mamma mia che stanchezza di certi argomenti. Italpetroli nel 2004 aveva 600 milioni di debito nei confronti delle banche. Pensi li abbia fatti per la Roma?
      Sul motivo per il quale la Roma sia stata venduta a una quotazione inferiore a quella di mercato, non dovresti chiedere a me ma a qualcun altro.

  21. Ma te pare che du ” avvocaticchi” del TAS, se mettano de traverso al nuovo bacino d’utenza (vedasi arabi) ! ?

    Ma te pare che uno Skomina qualunque , designato dalla solita manina occulta , non si attrezzi abbastanza per farci fuori da una Semifinale champion perché in finale ce doveva anna’ il nuovo che avanza ( il mondo arabo stava conoscendo la nuova stella Salah ) !?

    Ma te pare che un Nicchi ( presidente Aia , da non confondere con quella dei polli) , vada in tv dicendo che all’estero ci sono meno rigori perche giocano un calcio diverso ? Tra l’altro il suddetto Nicchi, si avvia al 4 mandato !
    Suggerisco al sor Pallotta , di acquistar a titolo definito numero 2 Gangster da poter esibire a quei simpaticoni del Tas !

  22. Imputare pure a Pallotta di essere un pirla perché rispetta le regole mi sembra un tantino esagerato.
    Peraltro gli americani nei primi tre anni investirono nel mercato in maniera pesante per potenziare la rosa e questo portó a deficit di bilancio e a sforamento dei paletti del FPF che ebbero come logica conseguenza le sanzioni comminate dalla UEFA alla società nel 2015.
    Quindi Pallotta ha verificato sulla sua pelle che non rispettare le regole poteva avere delle conseguenze negative.
    Tanto più per la Roma che sarebbe stata recidiva.
    Affermare che il FPF è solo una foglia di fico significa mistificare la realtà.
    In passato molti club, anche prestigiosi, sono passati sotto la scure della UEFA venendo penalizzati.
    Insomma ogni argomento è buono per gettare la croce su Pallotta.
    Non vedo l’ora che James se ne vada così finirà per molti utenti quest’ossessione.

  23. Peggio della sentenza sono quelli che non vedevano l’ora (tanto era scontata…) di usarla per inveire contro la Roma.

    Che poi sono gli stessi che non hanno visto la parata di Alexander Arnold e i due gol in fuorigioco di Salah contro il Liverpool.
    Che poi sono gli stessi che non vedono niente di male nel trattamento arbitrale di Juve (sempre positivo…) e Roma (sempre negativo…) che dura da anni.
    Che poi erano gli stessi che non vedevano l’Inter accompagnata a braccia verso il teiplete…
    Che poi erano gli stessi che “la Juve non si dopa, vedete? Agricola è andato in prescrizione…”
    Che poi erano gli stessi di “Moggi grande ds, basta fare i piagnoni”. O “Cragnotti sì che ha i soldoni, mica quel blablabla di Sensi”…

    Che poi so’ li stessi che ‘n’ho mai capito de che squadra so’.

  24. Rimango dell’opinione che una società di calcio storica deve essere guidata per garantirne la sua continuità sportiva, anche dopo che il tycoon la passa ad altre mani. Per ora nessuno può dire come risolverà il nodo dei 275 milioni di disavanzo, tuttavia non è rassicurante una situazione debitoria di questo tipo. Si sono alternate notizie di attingere a nuovi prestiti e quindi continuare e all’opposto contrario di essere esausto da questa conduzione e cercare acquirenti. Certo che non può protrarre per molto questa indecisione. La pratica delle plusvalenze ora gli porterebbe i conti in regola vendendo i migliori, diminuendo o annullando però del tutto le possibili attrattive di un acquirente per l’assetto sportivo azzerato. Tanti hanno ancora in mente la variabile stadio, che potrebbe ridare uno smalto al giocattolo tante volte smontato e rimontato ma l’imprevedibilità del percorso di approvazione e realizzazione, sia a livello politico sia a livello amministrativo-urbanistico, è nota a tutti. Per tutto questo l’unica speranza è che si presenti un qualsiasi investitore che quanto meno eviti il fallimento. A questo punto credo lo sappia anche il fruttarolo e negare il marasma che regna a Trigoria per semplici osservatori è preoccupante, e ancora di più per noi tifosi. Forza ROMA

    • Buonasera Prohaska.
      Credo dovremo attendere l’esito dell‘EL per capire il nostro futuro.
      Finché Pallotta conserverà la flebile speranza di rientrare in CL dalla porta secondaria vincendo l’EL, non abbasserà il prezzo.

  25. Vegemite carissimo, a Roma lo chiamiamo ca,,o infasciato hahahah e come epiteto è benevolo nei riguardi del personaggio che la sa lunga e per certi versi l’ha anche saputa raccontare ma come vedi il diavolo fa le pentole ma non i coperchi ahahahha Forza ROMA

  26. Dico solo forza impicci, forza ricconi. A noi è capitato un poraccio fra l altro tirchio e speculatore. Viva i ferrero, vi al mubarack presidente del city. È inutile che fate i giustiniani, che fate gli onesti, al mondo come in ogni cosa esiste la disonestà, le tangenti, l impicci. E va avanti solo chi fa cosi. Punto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome