FELIX: “Mou è come un padre e ai genitori bisogna sempre ubbidire. Se non gioco non è un problema, arriverà il mio momento”

21
1071

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Concluso il primo ritiro con i grandi, Felix Afena Gyan torna a parlare. L’attaccante della Roma in occasione della preparazione in Portogallo della squadra giallorossa, che si è conclusa ieri con l’amichevole con il Nizza, ha rilasciato un’intervista alla trasmissione televisiva ‘Al Circo Massimo’. Queste le sue dichiarazioni:

Dopo i due gol al Genoa avevi detto che eri ancora preoccupato per tua mamma, che era ancora in Ghana, sei riuscito a portarla in Italia?
“Lei per me è molto preziosa, mi da sempre consigli e per fortuna, grazie a Dio, adesso è con me”.

Guardandoti alle spalle, quale pensi sia il momento che ti ha cambiato di più la vita?
“Difficile dirlo, sicuramente sono molto grato per quello che Dio ci riserva sempre”.

Al tuo arrivo in Italia quali sono state le difficoltà più grandi che hai incontrato? Chi ti ha aiutato di più?
“Non ho avuto problemi di ambientamento, mi hanno aiutato tutti, è stata una bella sfida ma non ci sono stati grossi problemi”.

Preferisci essere chiamato Felix o Afena? Ti fa piacere che i tifosi ti chiamino “Gatto”?
“Come preferiscono loro, a me non importa, sono liberi di attribuirmi il soprannome che preferiscono, se a loro piace, piace anche a me”.

Restare a Roma potrebbe significare giocare poco, che idea ti sei fatto a riguardo?
“Sono ancora giovane, ho ancora molti anni di carriera davanti, ho ancora molto da imparare, in particolare dal mister. Se non gioco per me non è un problema, sono sicuro che il mio momento arriverà e dovrò cogliere l’occasione”.

A proposito di Mourinho, che rapporto hai con lui?
“Per me è come un padre, e ai genitori bisogna ubbidire”.

Hai avuto modo di parlare con Dybala? Che effetto ti fa condividere lo spogliatoio con un giocatore del suo calibro?
“Sicuramente è un grande piacere per me dividere lo spogliatoio con un grande giocatore come Dybala, è un piacere poterci parlare e potermi allenare con lui”.

Articolo precedenteRoma, non solo Wijnaldum. Sondaggi per Ndicka e Renato Sanches: la situazione
Articolo successivoLa metamorfosi di Mou: da imbronciato a felice, tutto grazie a Dybala

21 Commenti

  1. Una cosa ha imparato di certo bene: rispondere alle domande elusivamente, in modo da non cadere in trappole buone per le polemiche (inutili).

    • Vorrei tanto che tu possa esplodere.
      Per 3 ragioni.
      Primo perché sei della Roma
      Secondo perché la tua storia lo merita
      Terzo per dimostrare che le favole esistono.
      Forza Gatto metticela tutta

    • Giusto che sia così…. Non se sente arrivato come Villar oppure Riccardi… 💛🧡❤️🐺🐺🐺🏆

    • Sogno un filtrante di Ebrima per Afena, cannonata di Felix e gol vittoria per lo scudetto.
      Accadrà? Non lo so, magari no, ma ci spero.

  2. Complimenti ragazzo sei una bellissima persona…. meriti il massimo dalla vita

    E un pensiero speciale per ebrima

    Forza grande Roma ale’

    • Giustissimo José Mourinho, quoto ogni parola. E soprattutto forza Ebrima, torna più forte di prima! 💪💛❤️

    • Rod e ti be Abraham

      Vi abbraccio forte fratelli romanisti….vi voglio bene e vi porto nel cuore come tutta la Curva Sud

      ❤️💛💯🏆
      Forza grande Roma ale’

  3. L’umiltà di Afena dovrebbe essere presa d’esempio da altri che si sono montati la testa appena hanno messo piede sul prato dell’Olimpico.
    A un ragazzo che ha questi valori,si può perdonare uno stop non riuscito o un tiro sbilenco,perchè si può essere sicuri del suo impegno a migliorarsi.

    • Penso che a certi livelli bisogna essere cinici… Gli mancasse l’umiltà ad un giocatore il quale gli manca tutto il resto, sarebbe da rimandare a casa.

      è un bravo ragazzo, lavora e si impegna, ma apprezzandolo come persona, come calciatore ha fatto vedere limiti importanti.

  4. Se devi obbedire…fallo seriamente, facci vedere qualcosa, papà si incazza e ti sbatte fuori….non dal campo, da Trigoria

  5. Mou lo vede tutti i giorni e lo sta facendo crescere. Credo che sia anche particolarmente affezionato a questo ragazzo avendogli concesso tante occasioni di entrare a partita in corso anche a discapito di altri per cui la Roma ha fatto investimenti importanti (Shomu). Speriamo che ricambi sul campo come si deve. Per il bravo ragazzo che è merita di essere aspettato ancora un po’.

  6. Passate dalla Primavera alla serie A, in una grande squadra è già di per sé un fatto straordinario, farlo con Mourinho è ancora più difficile. Chi non capisce questo e spara sentenze è probabilmente una persona saccente e con poco cervello. Felix ha qualità importanti ma non è “completo”. Potrebbe essere meglio che vada a giocare con continuità oppure che resti a crescere con Mourinho, Dybala e Abraham… lasciamo decidere a chi è in grado di farlo. Intanto sa rispondere, come si deve alle domande-trabocchetto dei giornalisti….

  7. Speriamo che Dio prima o poi ti conceda l’onore di imparare gli stop. La velocità c’è, manca il saper giocare a calcio, ma è ancora giovane e può sicuramente migliorare, un prestito in serie B, magari in una squadra che lotta per salvarsi sarebbe l’ideale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome