Feyenoord, una delegazione a Roma per discutere della trasferta in Italia

23
1014

NOTIZIE AS ROMA – Nei quarti di finale di Europa League la Roma sfiderà il Feyenoord nel doppio confronto con la gara d’andata prevista il 13 aprile al De Kuip e il ritorno il 20 allo Stadio Olimpico.

Secondo quanto riportato dal sito olandese “1908.nl“, il club olandese ha inviato una sua delegazione a Roma per discutere della trasferta dei tifosi in Italia.

Il sito riferisce come la Roma non avrebbe problemi ad accogliere i tifosi olandesi, a differenza del sindaco Roberto Gualtieri che invece vorrebbe vietare l’accesso ai tifosi del Feyenoord.

Inoltre, se la trasferta non fosse consentita ai tifosi olandesi, il club di Rotterdam sarebbe pronto a lamentarsi con l’Uefa. Infine, conclude il sito,i tifosi della Roma saranno benvenuti al De Kuip. Il Feyenoord vuole dare il buon esempio, secondo cui i tifosi dovrebbero essere sempre benvenuti ovunque”.

Fonte: 1908.nl

Articolo precedenteCalciomercato Roma, Torino e Sassuolo su Carles Perez. E il Celta…
Articolo successivoPjanic: “Sogno una finale Roma-Juve in Europa League. Zaniolo? La Turchia gli farà bene”

23 Commenti

  1. Vediamo prima come va la trasferta a Rotterdam, poi vi facciamo sapere.
    La Roma deve imboccare la strada della furbaggine, sia in Italia che fuori.
    Altrimenti continuerà a prendersi metaforiche pizze in faccia da tutte le parti 😱

  2. Cosa viene a fare la delegazione olandese se quei deficienti dei tifosi del Feyenoord hanno già preannunciato che vogliono distruggere la città? Io mi atterrei al pugno di ferro e vieterei la trasferta! Avrebbero poco da lamentarsi gli olandesi con la Uefa visto il loro comportamento dell’ultima volta! Bisogna tutelare Roma come città! La sua storia… I suoi monumenti! Se hanno voglia di fare qualche guerriglia che andassero lì dalle parti loro! Non dista molto la guerra!

    • Purtroppo abbiamo visto nella partita del Napoli come vietare la trasferta sia stato un provvedimento assolutamente inefficace.
      Non si può impedire a un cittadino comunitario di spostarsi all’interno dei confini UE.
      Farli arrivare come cani sciolti è ancora più pericoloso.
      Se arrivano in modo organizzato dovrebbe essere più semplice controllarli.
      Ci sono delle forze dell’ordine, che facciano il loro dovere seguendoli passo passo, si vieti la vendita di alcolici, e si picchi subito duro in caso di minima infrazione.

  3. Se così fosse sarebbe un peccato, i veri tifosi servono per far spettacolo, tutti possono venire nella Città Eterna vogliamo dimostrare la nostra correttezza nei confronti di tutti nessuno escluso.
    Però c’è un però ,regole chiare e certezza delle pene no schiamazzi no sporcare la città no violenza e pagamento dei danni, e se necessario fermo in questura e pagamento di una cauzione.
    Tutti benvenuti. Forza Roma

  4. Io non li farei venire ma se proprio devono che siano solo viaggi organizzati con aerei che quando atterrano vengono prelevati e scortati fino dentro lo stadio poi a partita finita che rimangono in curva finché noi tifosi romanisti abbiamo sfollato e poi nuovamente scortati accompagnati all’aeroporto solo questa secondo me è la soluzione

  5. Certo che invocare il pugno di ferro e le trasferte vietate per gli altri e poi rosicare quando tocca a noi subirli non mi sembra il massimo della coerenza…

    • Non e’ mai razionale paragonare la seta con la lana caprina. A noi ci vietano le trasferte pure se guardiamo storto gli steward. Gli olandesi, in molte occasioni, hanno messo a ferro e fuoco Roma peggio di Brenno. Inoltre, noi non dichiariamo MAI di andare in trasferta a fare casino, ma questi lo hanno già anticipato. Si chiama autodifesa. Non serve a niente chiudere la stalla dopo che i buoi sono già scappati.

    • magari sono troppo giovane per ricordare… ma non ho memoria di tifoseria giallorossa che devasta monumenti storici…

    • ma di che parli anacronistico??? tocca a noi subirli cosa?? e poi parli di coerenza?? manco si capisce che hai scritto! comunque si capisce che non è una cosa romanista e che c’hai voglia di attaccatte ar fumo della pipa per criticare chi giustamente non vuole dei selvaggi ubriachi in giro per roma a sfasciare i monumenti.
      Ma d’altronde che ne sai te: a formello mi sa che c’è solo il monumento al milite ignoto.

  6. visti i precedenti e viste le minacce appena uscito il sorteggio, non c’è nessuna ragione per cui non venga loro vietata la trasferta. fatevi il maxischermo nel vostro stadio e guardatevela lì..

  7. come non ci fecero fare un passo fuori dal porto allora non ci faranno muovere stavolta, cosa che dovrebbero fare anche le guardie italiane.

  8. Quando hanno distrutto la barcaccia la delegazione e’venuta s Roma a chiedere almeno scusa?
    Andate a prenderlo in cul’
    capre capre capre capre capre capre
    Ci lamenteremo con l’uefa Gne gne
    E sti ca**…

  9. Delegazione comandata dal generale Alarico,
    come nei giorni nefasti del 410..
    Questi sono un misto di Visigoti, Goti, Ostrogoti, insomma VANDALI..!!
    Auspico che la società As Roma appoggi il sindaco e non contribuisca ad importare l’ignoranza…
    💪🧡❤️

  10. C’è poco da discute..se stavolta i tulipani fanno qualcosa di sbagliato finiscono nel Tevere co le pantegane

  11. il Feyenoord si impegna a pagare i danni che faranno i suoi vandali con tanto di fideiussione di garanzia

    i danni saranno calcolati moltiplicando * 25 le spese sostenute a piè di fattura e poi raddoppiate per rientrare delle spese già sostenute qualche anno fa

    1 milione di caparra

    e gli passa la voglia di rompere le Falle

  12. Se vengono li portassero in aperta campagna e li fanno stare per tutta la durata della partita e poi piano piano a casa con qualche randellata se serve.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome