Finisce un’era: Cristian al Frosinone, Roma senza un Totti

54
3270

NOTIZIE AS ROMA – Tra pochi giorni si chiuderà definitivamente un’era. La più importante della storia della Roma, scrive l’edizione odierna de La Repubblica.

Dopo trentacinque anni non ci sarà più nessun Totti dentro Trigoria. Dopo l’addio di Francesco del 2019, adesso è il turno del figlio Cristian, vicinissimo a lasciare le giovanili giallorosse per andare a giocare con il Frosinone.

Una soluzione che accontenterebbe tutti. Con la Roma svincolata da responsabilità ereditarie per devozione e non per meriti sportivi. La famiglia Totti che vedrebbe maggiormente utilizzato il proprio pupillo. E anche il Frosinone avrebbe i suoi benefici: di sicuro la presenza di Cristian accenderebbe molti riflettori sulla formazione ciociara la cui prima squadra l’anno prossimo giocherà in Serie A.

Accogliendo a braccia aperte il ragazzo nella squadra giovanile ma soprattutto papà Francesco sulle tribune dello Stadio Benito Stirpe nell’anno della promozione nel campionato più importante.

Fonte: La Repubblica

Articolo precedenteRoma, Scamacca in pole. Ma Pinto valuta le alternative
Articolo successivoCalciomercato Roma, Tahirovic può partire a titolo definitivo: ecco le squadre interessate

54 Commenti

  1. Decisione che reputo giusta. Evidentemente la concorrenza anche in primavera era troppo elevata per il.figlio che avrà tranquillità di crescere in un altra piazza.

    Anche per la Roma è quasi un sollievo.

    Ripeto, scelta giusta da entrambe le parti.

    • Forza Roma Sempre .. ma anche Forza Totti, grande Campione, il piu’ forte di tutti i tempi calcistici romanisti che ho vissuto da quando sono nato, e adesso pure Forza Tottino .. metticela tutta !

    • papa max da 60 anni tifo per la Roma e Totti (padre) me lo sogno estasiato ancora di notte, ma non me la sento di tifare anche per i figli.

    • probabilmente non ti sei goduto Totti come molti qui per sentire la notizia di rilievo in quanto memorie e ricordi di un campione che difficilmente avrà eguali.
      qui la sottile linea che probabilmente separa il figlio dal padre.
      ricordo che Totti a 17 o 18 anni è stato quasi ceduto al Brescia (se non confondo la squadra)
      va bè.. poi la fortuna ha voluto che..

    • la Samp di Mantovani… autore Carlos Bianchi, per comprare Litmanen….💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

  2. In bocca al lupo Cristian……💛❤️🤞🤞🤞

    Quando si ha un nome così ingombrante…..
    Si è sempre in ogni istante della vita, sotto il giudizio altrui……

    • meglio essere orfani
      giusto?
      secondo me è scarso e è rimasto nella Roma solo per il nome
      vedremo cosa farà a Frosinone, la capitale del calcio, quanto tempo ci metterà a salire in prima squadra.
      Se ci riuscirà

    • il padre non ha mai detto che fosse un fenomeno ,anzi disse che era ora che sbocciasse, e che se non lo avrebbe fatto ,lui stesso lo avrebbe fatto ragionare verso altre direzioni…

  3. Ancora ho negli occhi l’immagine di Totti che con la palla al piede traccheggia e con ampi gesti chiama ripetutamente Grosso a salire…E poi gli passa la palla.
    Su quell’azione abbiamo ottenuto il rigore che trasformato da Totti ci ha fatto poi vincere il Mondiale.

    • Francesco ha esordito a 16 anni, il figlio 17 e sta alle giovanili, non c’è bisogno di fare il calzolaio è logica deduttiva elementare!!

    • Purtroppo, di solito i figli maschi prendono dalla madre e le femmine dal padre…altrimenti anche il figlio di Maradona avrebbe avuto successo. Dobbiamo aspettare la seconda generazione…i figli di Chanel, per esempio…

    • forse io non ci saro’ .. ma tu ricordati di quanto ci siamo scritti fra un po’ di anni ..

    • Essere figli d’arte è già di per se un peso perché ti ritrovi sulle spalle un’eternità da gestire senza ancora aver fatto niente figuriamoci poi nella Roma.
      Se il ragazzo riuscirà ad avere la capacità di gestire le aspettative legate al suo cognome nulla toglie che faccia ritorno alla Roma ma restare a Trigoria in nome di Francesco e non farsi le ossa per dimostrare di che pasta è fatto è sicuramente la scelta peggiore . Buona fortuna!

  4. Molto meglio per il ragazzo… Cognome troppo pesante per stare nella Roma e genitori idioti, che si scannano in diretta tv o social… Meglio una piazza più tranquilla dove trovare la sua dimensione, probabilmente non all’altezza di quella del padre, ma anche Conti jr ha fatto la sua carriera (lontano da Roma)

  5. meglio essere orfani
    giusto?
    secondo me è scarso e è rimasto nella Roma solo per il nome
    vedremo cosa farà a Frosinone, la capitale del calcio, quanto tempo ci metterà a salire in prima squadra.
    Se ci riuscirà

  6. Talmente idolatri da dire non sei della Roma a chi non idolatra pure il figlio? E’ una strapippa , del padre non ha neppure un ‘unghia, e semplice.

  7. mai utilizzato nell under 18 quindi o l allenatore e’ matto prevenuto o incompetente oppure il pischello nn e’ atto al gioco del calcio,a Frosinone scopriremo la verita’.secondo me e’ solo figlio del piu grande giocatore della ns storia per cui paga dazio,purtroppo per lui

  8. state condannando il ragazzo perché gli piace giocare al calcio …mi sembra una cosa assurda …va’ a giocare nella primavera di una squadra che é appena arrivata in serie A …nella Roma non aveva un futuro che c’è di male sta provando a diventare un calciatore come hanno fatto i figli di

    Chiesa Maldini Mazzola Sottil e vari altri …se non ci riesce state tranquilli avrà un ugualmente una vita felicissima non come le persone che muoiono dall’invidia …e criticano io personalmente gli faccio tanti auguri e se sono rose fioriranno. sempre forza roma

    • Ostracciarolo hai torto, qui nessuno attacca il ragazzo ma solo la notizia che una ragazzo di 17 anni va a giocare con il Frosinone.

  9. Buona fortuna ragazzo, come è giusto augurarla a tutti i bambini che hanno la fortuna di indossare questi colori. Il nome è solo un dettaglio.

  10. Ha 20 anni…si deve divertire e scegliere la sua strada..Da Roma non è Cristian, …ma tutti coloro che offendono criticano i giocatori per una partita sbagliata, e ancor peggio per un ragazzo che la “Sua” partita ..la deve ancora giocare..
    Vergognatevi…

  11. Meglio così per tutti.
    Già da tempo s’era capito che il ragazzo non è all’altezza del padre e con ogni probabilità neanche della Roma.
    Così lui sarà libero di fare la sua strada lontano dagli imbecilli che gliene avrebbero fatto una colpa e noi non ci dovremo sciroppare gli imbecilli.
    Faccio un grosso in bocca al lupo e auguro il meglio.

  12. Romano guarda che va’ a giocare in primavera ….e poi ai dirigenti del Frosinone hanno reputato che e altezza nessuno gli ha puntato una pistola alla tempia e poi magari alcuni giovani altri club li sanno valutare meglio di noi Frattesi insegna e forza Roma

  13. Quanto può pesare quel nome qui a Roma?

    Prima che venga accostato, paragonato ed infine demolito perché non è come il padre meglio trovare un altra piazza..

    Una cosa simile era accaduta anche molti anni fa, con il figlio di Bruno Conti.. Che poi a Cagliari è diventato leggenda..

    Neanche lui era come il padre.. Ma a modo suo.. In un altro ruolo è in un altra realtà e diventato grande..

    Spero che una cosa simile possa accadere anche al giovane Christian.. Trovando la sua piazza, diventando ciò che qui sarebbe troppo complicato diventare..

    Perché non nascono sempre dei Francesco Totti oppure Bruno Conti.. Ma si può comunque fare bene..

    Forza Roma..

  14. Negli scorsi due anni, seguendo il campionato U16 e poi U17 A-B, ho visto diversi “figli di calciatori” tenuti nelle giovanili delle loro vecchie squadre, soprattutto per il loro cognome. L’unico forte che abbia visto negli anni, forte abbastanza da far pensare che diventerà un calciatore, è Aleksandar Stankovic, mediano nell’Inter U17. Per la cronaca mio figlio ha fatto juniores nazionali con alcune presenze in serie D ed il prossimo anno giocherà presumibilmente in Eccellenza ovvero contro adulti, metà dei suoi ex compagni ritenuti “non abbastanza” sono scesi anche in serie inferiori, mentre i cosiddetti “bravi” fortemente blindati dai rispettivi procuratori, da genitori spendaccioni e/o dalle amicizie pelose, hanno avuto garantito un anno o due in Primavera professionistica prima di scendere nella stesse categorie inferiori. Ricordate che nell’Udinese primavera qualche anno fa, ha trovato posto per ovvi meriti (5 presenze ed un goal) persino il figlio di Renzi?
    Le statistiche parlano chiaro: quando vedi una partita Primavera, forse uno dei 22 in campo (si stima il 3%) arriverà davvero a fare il calciatore professionista (A/B/C). Gli altri scendono nei dilettanti o smettono.
    La primavera della Roma invece è una fucina di talenti, in cui le percentuali sono molto più alte.
    Fidatevi, la Roma è una società decisamente più seria!
    Auguri a Christian e Forza Roma!

  15. Io credo che mondo del calcio Italiano 2 sono stati i casi di figli di grandi giocatori che sono stati a loro volta grandi giocatori: Valentino Mazzola-Sandro Mazzola e Cesare Maldini-Paolo Maldini (Chiesa padre e figlio non sono alla loro altezza). Io credo che avendo un Papà così amorevole e presente nella sua vita, sicuramente Cristian riuscirà a trovare una sua strada nella vita che lo faccia sentire sereno e realizzato, ovunque essa sia, nel mondo del calcio o fuori (dalle mie informazioni il ragazzo stà facendo un percorso scolastico importante, questo rappresenta una garanzia sul suo futuro di persona, certo vedendo dietro la maglia il nome di Neymar Junior come Vinicius Junior diciamo che non mi sarebbe dispiaciuto vedere dietro la maglietta della Roma sopra il numero 10 “Totti Junior”!

  16. andare vont I ciociari non e un disonore , oltretutto sono tornati in série A e il derby con.loro e’ reale e vero de quell’altro ( discorso di lotito che temevo il loro arrivo in série A )
    se poi junior gioca nella primavera o nella squadra titolare sta al nuovo allenatore (à proposito chi e’?) vero che il cognome che porta pesa
    anche vero pero’ che se gioca lo faccia senza tenere conto libero e allora di vedra’ se e’ carne o fumo

  17. volevo anche segnalare l arrivo in finale dell’under 16 fi falsini hol di Cinti e Belmonte occhio à questi 2 giovani del vivaio gialllorosso

  18. volevo anche segnalare l arrivo in finale dell’under 16 di Falsini gol di Cinti e Belmonte occhio à questi 2 giovani del vivaio gialllorosso

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome