FONSECA: “Non sono contento, ma con questo atteggiamento torneremo a vincere. Partita decisa da un episodio, ora cambierò poco”

48
2287

AS ROMA NEWS ULTIME – Mister Paulo Fonseca, allenatore della Roma, commenta a caldo il risultato del match che si è appena giocato allo stadio San Paolo contro il Napoli. Di seguito tutte le dichiarazioni del tecnico portoghese ai microfoni delle varie emittenti televisive.

PAULO FONSECA A ROMA TV

La Roma ha reagito e fatto una partita migliore rispetto a quella contro l’Udinese. Ora bisogna lavorare più sulla terza che sulle gambe?
Ero molto arrabbiato dopo la sconfitta contro l’Udinese, ora non sono contento, ma l’atteggiamento della squadra mi rende fiducioso. Siamo molto vicini a ritornare alla vittoria, perché la squadra è stata bene in campo. La partita è stata decisa da un episodio, da un grande gol, ma ci sono molte cose positive dalla partita.

Ha inserito Zaniolo in un momento delicato, vuol dire che è pronto a fare la differenza?
Per questa partita non era pronto per fare più di 30 minuti, penso che giocando così Zaniolo possa essere importante per la squadra. Oggi è entrato in un momento difficile, ma ha provato comunque ad aiutare la squadra. Adesso è difficile fare più di così, ma penso che in breve Zaniolo sarà pronto per giocare dall’inizio.

La scelta tattica di giocare a tre è stata dettata dal momento della Roma o per le caratteristiche del Napoli?
Noi abbiamo lavorato sempre a questo sistema, preparando due modi diversi da giocare. Questa è stata la prima volta in cui l’abbiamo adottato, ma penso che abbiamo fatto una buona prova. Siamo stati quasi sempre sicuri dal punto di vista difensivo e in questo momento è importante che la squadra abbia sicurezza in difesa. Penso che abbiamo giocato bene, anche non vincendo, ma giocando così con questo atteggiamento vinceremo sicuramente in futuro.

Qual è il vero problema della Roma? Anche oggi la Roma ha concesso 21 tiri agli avversari…
Ma quante chiare occasioni da gol hanno creato? Noi abbiamo fatto 18 tiri contro la Sampdoria, ma il tiro non è segnale di pericolo e penso che oggi non abbiamo lasciato giocare il Napoli come avrebbe voluto. È vero che loro hanno attaccato di più, ma è un attacco consentitogli da parte nostra, pensando di giocare in contropiede quando recuperavamo palla.

Questo tipo di assetto tattico è un sistema di gioco che potremo rivedere anche quando la Roma dovrà fare la partita?
Giocare con una linea a tre non è un segnale di giocare difensivamente. In Italia ci sono squadre molto forti, che sono in alto in classifica e giocano così. È un segnale di sicurezza, ma non diventa una squadra più difensiva. Giocheremo con questo modulo anche in futuro, non sempre, ma vediamo.

La qualità nelle giocate potrebbe fare la differenza in campo…
Sì, non abbiamo molto tempo per recuperare i giocatori, ma penso che in questo momento è importante non cambiare molto. Se la squadra ha fatto bene è importante che gli stessi giocatori giochino più gare per recuperare quanto prima la condizione ideale.

PAULO FONSECA A SKY SPORT

Cosa c’è da salvare oggi?
Ci sono molte cose positive stasera. E’ vero non abbiamo vinto, ma sono più fiducioso oggi che dopo la partita contro l’Udinese.

Come sta vivendo le tensioni societarie?
Non mi piace cercare alibi. Vogliamo fare di più e nelle ultime due partite non lo abbiamo fatto. Devo essere il primo a mantenere l’equilibrio. Abbiamo anche l’Europa League, dobbiamo lavorare per cambiare i risultati.

I tanti cambi vi stanno condizionando troppo?
Abbiamo giocato due giorni fa. Carles Perez non era oggi nelle migliori condizioni. Non voglio cambiare molto, se vogliamo stabilità serve mantenere la base.

Quindi rimane la difesa a tre?
Ci abbiamo lavorato e pensavo che oggi si potesse giocare con la difesa a tre. La squadra non è più difensiva. Qui tante squadre che vincono giocano con la difesa a tre.

Il modulo è cambiato per il Napoli o perché si vuole cambiare anche per le prossime partite?
In questo momento serve che la squadra sia più sicura difensivamente. È un sistema che utilizzeremo per giocare più volte.

Durante una crisi, quanto è importante la leadership di alcuni giocatori?
In questa Roma forse mancano i giocatori che aiutano la squadra nella difficoltà… Abbiamo grandi leader, Dzeko, Kolarov, Pellegrini, Perotti. Non è un problema e dopo queste due sconfitte abbiamo parlato: vogliamo tornare ad essere la squadra che ha giocato tante buone partite. Ho sentito oggi la squadra molto motivata, molto insieme. Non è stato un problema di atteggiamento oggi. Abbiamo affrontato una grande squadra e la partita è stata decisa da un grande gol.

Hai esagerato nel cambiare tanti moduli e cambiare posizione ai giocatori: troppa fiducia nei tuoi giocatori, troppa poca, o sei in confusione?
In fase difensiva eravamo a cinque, ma davanti abbiamo cambiato poco. Abbiamo sempre impostato a tre e fatto le marcature preventive a quattro. In questo modo per me è solo più difficile pressare alto. Ora dobbiamo trovare solo stabilità nella squadra, ridare fiducia ai giocatori. Non credo che sia un problema di sistema. Oggi è stata la prima volta con questo modulo e la squadra ha risposto bene. Se abbiamo l’atteggiamento giusto, possiamo vincere.

48 Commenti

  1. sì dai la squadra è in ripresa.
    per l’ultima di campionato sarà grande Roma.
    bisogna avere pazienza e che diamine.
    i bilanci si fanno alla fine !

    qualcuno ha altri luoghi comuni ?
    che i miei sono finiti

  2. Fonsè, tutte le partite della Roma (pure quella col Milan) sono decise da un episodio, si potrebbe fare in modo che i giocatori nostri piuttosto che passarla agli avversari magari la spazzano anche sulla luna? No perché meglio una rimessa laterale che un assist a casa mia

  3. No vabbè…. Capisco le fregnacce di circostanza ma Questo sta alla follia pura…. Purtroppo non ha polso è solo uno yes man

    • Giusto, ormai è arrivato alla frutta pure lui…giocatori fuori ruolo, occasione nitide per gli avversari a valanga, se non indoviniamo.praticamente l’unico tiro da fuori non avremmo fatto gol… ik centrocampo è sempre, SEMPRE, scoperto. Come fai con i giocatori che hai a fare un centrocampo a 2? Pellegrini, veretout,cristante sono tutte mezz’ali, diawara se la può cavicchiare ma è poca cosa senza un altro di ruolo.. cambia moduli ma rimane sempre col centrocampo a 2…. vede cose positive che a parte lui non le vede nessun altro, ha completamente toppato ( per non dire fallito) la stagione. Ha detto che abbiamo perso perchè il napoli è forte.. non scendere neanche in campo se la pensi così, da ormai è un anno che sei arrivato e la tua mano non si vede per niente…

  4. 4 partite 3 sconfitte, il campionato per la Roma non è mai ripartito è un disastro, con questo che dice che siamo vicino al ritorno alla vittoria, è patetico. Qui c’entra poco pallotta se vanno a trigoria e non si allenano, sono fermi.

  5. Ennesima brutta prestazione di squadra con un’allenatore completamente in bambola.
    Ogni partita è la fotocopia della precedente.
    Oggi la formazione in parte ed i cambi sono stati inspiegabili.
    Tra Under e Kluivert avrei scelto il turco dall’inizio visto che con l’Udinese era stato tra i più vivaci.
    Fonseca ha tenuto in campo Kluivert per oltre un’ora sebbene fosse completamente nullo oggi e invece di cambiarlo col turco ha inserito uno Zaniolo che meritava una partita molto più semplice per rientrare.
    Mossa della disperazione del portoghese.
    L’entrata di Cristante ha ridotto a zero l’inventiva della squadra consegnando di fatto il centrocampo al Napoli.
    La scelta di Fazio è stata più comprensibile, volendo insistere con la difesa a 3 (Jesus e Cetin erano out) ma io piuttosto che inserire un giocatore in palese difficoltà sarei tornato alla difesa a 4 e al 4:2:3:1 facendo entrare Kolarov e avanzando Spinazzola oppure facendo entrare uno tra Villar e Diawara avanzando Pellegrini.

    • Poi dov’è che vede una buona prestazione… Avemo giocato da neopromossa, e se non stai giocando contro una squadra mediocre la partita non la vinci a meno che non sei la juve che ha tutti campuoni stratitolati davanti…
      Sta squadra è da 4 3 3 punto e basta.

    • Avanzando Pellegrini? Per mandarlo dove poverino, ancora non avete capito che questo con un solo assist campa di rendita tutto l’anno e che con lui in campo la Roma gioca sempre in 10 uomini se così possiamo chiamarli.

    • Caro David One, la squadra è stata costruita male dal salentino e l’allenatore sta trovando difficoltà a trovare la quadra.
      Fonseca deve scegliere il vestito migliore per questa rosa.

      Se vuol dare più importanza ai suoi trequartisti (Pastore, Pellegrini e Mkhitaryan) dovrà puntare sul 4:2:3:1 ma con l’accorgimento di bloccare un terzino a destra come Cetin o Ibanez.

      Se vuol dare più importanza alle ali deve puntare sul 4:3:3.
      Tipo: attacco (Mkhitaryan, Dzeko, Under), centrocampo ( Veretout, Diawara, Zaniolo).

    • Col 4-3-3 dai importanza ad una quantità estremamente maggiore di giocatori…è tutti dimostrerebbe il loro vero valore. Sacrificheresti solo pastore perché è l’unico che in teoria acciaccato come è può fare solo quel ruolo.
      Miki si ricicla sia mezzala che ala, Pellegrini idem come mezzala.
      Rivaluti cristante villar veretout zaniolo che sono TUTTI mezzeali e ristabilisce il valore reale di questi giocatori perché mettendoli tutti fuori ruolo zaniolo a fa l’ala veretout il mediano così come cristante pellegrini il trequartista, nessuno rende ed è uno sfacelo.
      Metti le ali al loro posto… Ce ne hai 4 perez under kluivert perotti… È falli giocà la no!!! Accanto alla linea de fallo laterale!
      Diawara mediano e Edin davanti… basta! Fine!
      IL problema è che dal centrocampo in si sono tutti messi ab catsum

  6. per carità dai le dimissioni , nun ce stai più a capi un caxxo
    me sei simpatico , ma l’allenatore in serie A , non è roba per te…

  7. Partita decisa da un episodio.
    Poi vai a vedere le pagelle e scopri che il migliore in campo è il portiere. Poi vai a vedere i tabellini e scopri che ti hanno tirato 20 volte in porta.
    A Fonsè, fa na bella cosa, evita.

  8. Ma dimettiti che questi camminano in campo.
    Non hai uno schema 1.
    Sei nel panico totale te e quello che te conferma e porta pure male.
    Finisce di parlare e si concretizza il contrario.
    Andatevene liberateci. Basta.
    È uno stillicidio

  9. Ma che minchia dici fonseca? Ma basta a prendere in giro lo hanno visto tutti che il Napoli meritava di vincere con 3/4 goal di scarto , non immaginavo che questo signore oltre ad essere incompetente fosse pure fasullo

  10. Ma di quale atteggiamento parla codesto individuo? Dell’atteggiamento di giocatori che, a parte il santo Mkhitaryan, non riescono a fare due stop di fila? Dello stesso atteggiamento di giocatori che seppur hanno spazio per buttarsi in avanti preferiscono fermarsi e ricominciare dalla difesa? La Roma è passata in due anni dal verticalizzare ogni 2 passaggi a verticalizzare una volta ogni 10 minuti, un atteggiamento vergognoso su cui però ha enormi colpe l’allenatore.
    Vedere giocatori come Veretout e Mkhitaryan correre per 5 è un insulto, non riproporre Cetin e mettere Fazio idem.
    Tralasciamo il fatto che strillavi solo per chiamare un pressing sterile mentre Gattuso guidava l’azione e correggeva i suoi a centrocampo, tu sei troppo impegnato a farti bello e a far schiattare gli esterni con inserimenti inutili dritti per dritti, fai ridere.

    • PS So che Cetin non era nemmeno in panchina, il che è ancor più scandaloso per quanto mi riguarda.

  11. Abbiamo perso per un episodio?stranamente stasera avevamo pau Lopez in serata di grazia…altrimenti finiva 5 a 1 per loro…questo sta ripercorrendo la stessa strada di di Francesco il secondo anno…paro paro!!!!

  12. Ma se il migliore in campo è stato il portiere come fai a dire che stai migliorando e la mentalità è giusta? Abbiamo segnato nell’unica azione veloce di ripartenza dalla difesa saltando il centrocampo nostro. Ma non la vedi la partita? Se i nostri costruttori di gioco si passano la palla di lato o indietro, ma quando tiri in porta? Faresti meglio a dimetterti, con 8 sconfitte su 13 partite giocate. Hai stufato.

  13. Eusebio 2, Garcia 3, la vendetta!. Penosi e senza un briciolo di orgoglio. Che società penosa. Che abbiamo fatto di male?

    • magari fossero solo quelli…in quasi 40 anni ne ho viste di annate da mal di cuore, e qualcuno sa di cosa parlo.
      il calcio è semplice. ma non abbiamo terzini veri, non abbiamo mediani veri, un mazzo di mezz’ali d’attacco, le ali a piede invertito, i passaggi laterali (sono pericolosissimi sempre, ma se in più ci metti giocatori lenti…) i problemi veri sono di costruzione della squadra e di costruzione del gioco. Gli avversari conoscono benissimo i nostri punti deboli e noi non abbiamo mai un cambio di tattica, un cambio di passo, un cambio qualsiasi. Ormai avremmo dovuto capire che questo tipo di gioco, peraltro espresso con molti allenatori, non porta a nulla. il campionato italiano vuole un gioco diverso e capace di ottenere sempre il massimo con il minimo, noi siamo bravissimi ad ottenere il minimo con il massimo sforzo. Anche quest’anno abbiamo costruito un dream team: siamo ancora in grado di perdere con chiunque.

  14. Onestamente.. Qualcuno ha capito perché ha giocato Kluivert per 65 minuti?.. Non è una seconda punta.. E sembrato di giocare in 10…Perez invece è anche una seconda punta.. Ma non è nemmeno entrato.

    Per me ha puntato al pareggio, se avesse puntato a vincere, Zaniolo sarebbe entrato per Pellegrini a centrocampo, Perez oppure Kalinic sarebbe entrato per stare vicino a Dzeko.. Che ha giocato praticamente da solo..

    Con Cristante cercava più copertura.. E la Roma non ha più fatto pressione, una squadra che non pressa e una squadra morta.. E questa è la Roma..

    Poi ok, Zappacosta e ciò che è.. Da ridare al Chelsea.

    Giusto cambiare modulo, sbagliato giocare senza portare pressione, sbagliato giocare tre quarti di partita con Kluivert, sbagliati i cambi.. Anche pochi i cambi..

    Non ha mai provato a vincere, e se non provi a vincere la perdi.. E per onestà non abbiamo perso per un episodio.. Ne potevamo prendere 4

  15. purtroppo fonseca e’andato in crisi il primo anno,con scelte confusionarie,cambio di modulo,turnazione impazzita di giocatori.l ‘unica cosa buona che aveva indovinato ossia mancini a centrocampo non l’ha mai riproposta.possile che con una rosa cosi’ numerosa anche rispetto a qualche concorrente non e’ mai riuscito a trovare qualche cosa di positivo?se petrachi dopo il 3-0 del primo tempo di sassuolo e’ sceso per strigliare la squadra e’ perche’ probabilmente sa che il suo allenatore non ha nelle corde la capacita’ di motivare la sua squadra.amici tifosi ve lo dico con grande sofferenza stiamo prendendo una strada molto pericolosa.la prossima stagione con uno juric,d ‘aversa,de zerbi,giampaolo,noi rischiamo di trovarci a lottare in zone vicine alla retrocessione.per me l’unica soluzione di sicuro impatto e’ il cambio di societa’e il ritorno di spalletti,l’unico in grado di sopperire con idee tattiche e conoscenza sicura dell’ambiente alle carenze della societa’e della squadra .il mio sogno sarebbe quello che questo avvenga in giro di poche settimane in modo da consegnargli la squadra per quelle gare di europa magari sperando in un miracolo

    • Spalletti? intanto non verrebbe per la terza volta, con questa squadra qui … Spalletti giocava con i due bassi Pizzarro e DeRossi! dove li vedi due così nella nostra rosa? Se guardi la rosa dov’è un Panucci, un Riise? neanche Cassetti e Tonetto abbiamo! e i centrali? Juan e Mexès, Chivu…mi fermo qui. Per avere Spalletti dovresti ricostruire la squadra. (magari…).

  16. Mister le chiedo scusa cosa esattamente non vuole cambiare. Sa perché? Perché t iri totali tiro nello specchio: Napoli 21/11, Lodigiani 7/3.
    Questa squadra sembra dare l’impressione di non poter vincere con nessuno.

  17. Non è nemmeno un anno che sta alla Roma. Ha dovuto far fronte, nella prima parte di campionato, a una serie di infortuni paurosi. Non ha mai avuto la rosa completa. In un momento della stagione non c’erano più centrocampisti e attaccanti. Non ha un vice Dzeko all’altezza. C’è una società ridicola e inesistente che non si capisce chi la gestisce, come e quando. DS licenziato in tronco, presidente fantasma che ha come unico obiettivo liberarsene. Metà dei giocatori che sanno già di non restare. 7 allenatori cambiati. E la colpa di chi è? Di Fonseca? Ma chi ci riuscirebbe a lavorare bene in una baracca del genere? Ci vuole prima di tutto una società seria con uomini seri e un progetto serio e non l’ennesimo allenatore.

    • Guarda un esempio di chi possa lavorare bene in situazioni difficili…Gattuso è arrivato nella polveriera Napoli ..guarda ora …vinta la coppa Italia , 5 posto…vedi te…

  18. Continuo a pensare che la difesa 3 (vera, non col mediano che scala dietro) sia la più adatta ai giocatori che abbiamo.

    Anche ieri abbiamo imbarcato acqua non riuscendo mai a coprire le combinazioni napoletane, senza che queste fossero nulla di eccezionale per giunta.

  19. Partita decisa da un episodio????
    Senza Lopez ne prendevi 4 ieri sera. Squadra senza una idea di gioco, giocatori svogliati ma con il conto in banca importante. Fonseca, piuttosto chieda scusa a tutti sullo scarso impegno e lo scarso senso di responsabilità. INDEGNI!

  20. Basta, non se ne può più! Uomini che camminano in campo, stop e passaggi elementari sbagliati, passaggi orizzontali continui senza nessun inserimento in avanti, passaggi indietro all’uomo o addirittura al portiere! Ma che abbiamo fatto di male per vedere sempre questo scempio???

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome