Fonseca in missione: un tesoro di 50 milioni per mettere le ali alla Roma dei Friedkin

66
4564

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – La Roma ha l’ossessione della Champions League, scrive l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport (M. Cecchini), e ci sono ben cinque ragioni  che rendono vitale l’approdo alla più importante manifestazione calcistica per club: allenatore, giocatori, proprietà, bilancio, sponsor. Ciascuno ha eccellenti ragioni per arrivare tra le prime 4 della Serie A.

Il futuro di Fonseca – ammesso che non sia lui a decidere di andare altrove – è strettamente legato alla qualificazione in Champions. Una clausola del suo contratto, infatti, gli garantisce il rinnovo automatico se si verificherà questa situazione. Il mister sa bene come la proprietà crede di avergli messo a disposizione una squadra in grado di centrare l’obiettivo.

Per i calciatori, invece, la seduzione è più sfumata. Vero che tutti sanno come giocare la Champions fornisca una ribalta unica, ma per loro c’è anche un risvolto economico. Alcuni giallorossi hanno un premio collettivo per il traguardo raggiunto, diversi lo hanno inserito nel contratto come bonus. Motivo in più per cercare di dare il massimo. Sarà per questo che premi del genere siano chiamati «incentivi».

Ci sono poi i Friedkin, che hanno l’ambizione nel proprio dna. Entro un quinquennio, infatti, la nuova proprietà vorrebbe creare un club stabilmente vincente, ma per farlo i circa 45-50 milioni che giungono dalla Champions sono fondamentali.

La quinta carta riguarda sempre al discorso ricavi. Ma con una differenza: nel semestre in cui vanno in scadenza sia il «main» che il «back sponsor», poter giocare la Champions garantirebbe al marchio una visibilità enormemente superiore. Non è un caso che la dirigenza stia trattando i rinnovi con Qatar Airways e Hyundai sulla base di cifre analoghe a quelle passate, ma con una serie di bonus e malus legati proprio alla partecipazione (o meno) alla Champions.

Fonte: Gazzetta dello Sport

66 Commenti

  1. Ma che cosa e’sta SCHIFEZZA?
    Ma che schifezza di articolo ….
    Cecchini…
    Vergogna.

    • E che ha detto il poverino, di assurdo, GAETA’? Tutte cose che, messe in fila, mica sono inventate! Certo non é una notizia… Pinto ha parlato in conferenza stampa di “progetto a medio termine”. Mi dicevo allora che “medio” si quantifica rispetto all’argomento. Vita media di una farfalla 24 ore…? Nel calcio magari medio sta per 5 anni…

    • Noooooo va benissimo. Cecchini subito candidato al premio Pulitzer…

  2. “Il tifoso divrebbe capire che arrivare in zona champion per una società è quasi come vincere uno scudetto “. Questo era il pensiero di Galliani AD del Milan. Qualcuno lo dica alla Cazzetta che l’ossessione non ce l’ha solo la roma…

  3. Tra 4/5/6//7/8 anni saremo vedremo vinceremo….basta ve prego nun se ne po’ più sono 10 anni che stamo così….qui non si può sognare mai è una condanna.

    • Tanto ormai non ci crede nessuno.
      ProgGetto=sola.
      La consistenza dei Friedkin la vedremo già a giugno e quella sarà, se si vuole costruire il futuro si investe nel presente. Non domani.
      Il resto è becchime per cesaroni.

    • #Ilazio…solo per una precisazione toponomastica…i cesaroni erano quelli che sostenevano Pallotta;per come la intendi tu,sono diventati quelli che sostengono Friedkin…in pratica sono i “governativi”.
      Non ti sei posto il quesito che invece loro sono i Romanisti e tu rimani quello che dice il tuo nickname (da me opportunamente modificato…) ?

  4. E normale, un club che ha il terzo monte ingaggi del campionato, deve, è obbligato ad andare in Champion, per costi e ambizioni deve essere stare al “terzo” posto…. ❤️🧡💛

    • Non sempre è così, perché i soldi li puoi spendere anche male o malissimo, come dimostrano il Milan di Fassone-Mirabelli e il ManUtd del post Ferguson.
      E’ possibile invece inserirsi nei piani alti spendendo il giusto, con competenza e progettualità.
      Negli anni hai visto esempi come il Dortmund, l’Atletico Madrid e l’Atalanta.
      Il terzo monte ingaggi della Roma ha rappresentato per un biennio almeno, non la terza forza del campionato, ma solo tutti i letali errori commessi da un binomio che ci stava portando dritti tra le braccia del curatore fallimentare.

    • UB 40 forse non sai che è un ventennio che stiamo sul podio dei contratti senza vincere nulla, più che curatore fallimentare abbiamo avuto unicredit, gestiva lei il patrimonio dell’era Sensi, quindi, con Pallotta, che aveva alle spalle la Goldman&Sachs unicredit è sparita, ma il debito è rimasto, tanti costi, pochi ricavi e niente trofei, con i Friedkin tutto cambierà.

    • x zenone …..per il sottoscritto sei stato chiaro ma forse non per i vari ILAZIO del sito . i pallotta boys sono ora i friedkin boys ma nel passato sono stati i sensi boys , i viola boys e gli anzalone boys . in definitiva sono quelli che hanno tifato sempre ASROMA e non hanno mai rotto il kaiser imbeccati dai giornalari e radiolari .

    • Monte ingaggi? Vero che diverse squadre hanno, avevano, dall’inizio, diversi giocatori che il campo non lo vedono mai, ma noi non ci siamo fatti mancare niente. Chissà se qualcuno, presenze reali in campionato alla mano, ha voglia prima o poi di contare quanti milioni paghiamo per quelli che in campo ci vanno davvero.

    • Beh, tra Pastore, Fazio, JJ, Santon ci sono circa 11 mln netti l’anno più o meno buttati nel WC. Fai circa 18 lordi. Poi ci sono le situazioni contrattuali particolari come quella di Perotti, per cui al mancato raggiungimento dei requisiti minimi di presenze e rendimento devi contribuire al pagamento dello stipendio.
      Si può tranquillamente quantificare in una ventina di milioni lordi l’anno minimo.

  5. Chi te lo ha detto che non si puo” sognare il medico ?
    O sta schifezza scritta da Cecchini ?
    Io sogno lo stesso. Sogno che prendiamo a pallonate Braga e Milan. ..

    • D’accordo con te qui Gaetano… domenica battiamo il MILAN e FONSECA ridiventa moltiplicatore di pani e di pesci… una cosa mi sento di dirla: i rossoneri almeno non saranno capaci di costruire Fort Alamo in area di rigore…

    • Alamo e’ una delle storie che più mi ha intrigato.
      Il film con John Wayne poi e’ un capolavoro.
      Alla fine Forte Alamo crollò, sotto i colpi dell’esercito regolare, del Generalissimo Santa Ana .
      Il termine giusto, per chi gioca , come ha giocato il Benevento di Mister tutti in area e’autobus davanti alla porta.

  6. Parole, parole, parole, parole. Una domanda, a cosa serve il mercato di gennaio detto anche “riparatore” quando si comprano emeriti sconosciuti che non sono nemmeno in grado di entrare in corsa, vedi lacqu dell’ amaricano. I fatti e le parole stanno a zero. Ogni volta che dobbiamo ribadire la vittoria perché abbiamo una chance facciamo il contrario. Il pari di Domenica è solo l’ultima delle occasioni sprecate. Sono molto poco attratto da questa Roma che non ti sa frustare l’anima. Fonseca penso sia il cuore della situazione con le sue prese di posizione. I giocatori i suoi “soldati” spuntati. Una vittoria non fa primavera e mai ci fu detto più calzante.

    • Dzeko ha avuto bisogno di parecchi mesi. Platini di tutto un girone di andata. Erikssen solo da ieri incomincia, forse, ad affacciarsi alla ribalta in Italia. Osimenh o come caspita si chiama forse dimostrerà qualcosa l’anno prossimo… vogliamo dare almeno qualche settimana di tempo all’americanino? DAI IVO sii buono (oltre che sodo 😉).

  7. Io dico che CL o no i Friedkin investiranno fortemente per alzare il livello della Roma nella prossima sessione estiva del calciomercato … così che molti esuberi saranno messi alla porta

    • Speriamo sia così.
      Quando dico che la consistenza dei Friedkin DEVE iniziare a vedersi da giugno ovviamente non alludo al fatto che debbano portarmi al volo 5 fuoriclasse.
      Però mi devi portare un tecnico di primo livello e un paio di calciatori da Champions: sia che c’arrivi, sia che non c’arrivi. Soprattutto se non c’arrivi, altrimenti non si capisce come ci si possa arrivare l’anno successivo a partire da quello che sarebbe un fallimento e con le altre che, arrivate in CL, si rafforzeranno.
      Se invece mi portano un altro allenatore fenomeno da baraccone e un paio di ragazzini/poppanti/mezze cartucce (alias prospetti) allora proprio non ci siamo.
      Allora speriamo sia come dici tu.

  8. Dio benedica i Friedkin, Imprenditori con grande passione,di sicuro non li vedremo fare capriole nelle fontane

    • James quel bagno nella fontana lo ha pagato con un poco di soldini per restaurarla (magari lo Stato ne trovasse di più per scuole e ponti prima che crollino) … quella sera lo pure trovato molto simpatico, e credo in tanti (basta rivedersi qualche filmato)…

    • Il bagno della fontana è stato degno di un cafone del suo stampo, il turista ignorante e maleducato senza rispetto per i luoghi che visita. Nun m’ha fatto ride pe’ niente, m’ha fatto piagne.
      L’ennesimo atto da gretto fruttarolo.
      PS – Non mi risulta abbia pagato i danni; ha detto che l’avrebbe fatto ma poi, come al solito….chi l’ha visto?

  9. Tradotto vuol dire che questo calcio costa ( vedi Inter) e se non vinci non sopravvivi da imprenditore. La Roma che vedo non arriva quarta , poi tutto può succedere, vincere la EL sarebbe una cosa enorme per tifosi e casse della as Roma. Sarebbe un successo inatteso anche per i Friedklin che avrebbero una grossa mano dal punto di vista finanziario.

  10. Sempre le stesse cose scrivete, ma non vi siete stancati.?
    Reynolds te lo ritrovi già in organico e pronto per il prossimo campionato.
    Di Elsha non sei contento?
    Io SI.
    MI sembrate Bud Spencer e Terence Hill. In ALTRIMENTI CI ARRIBBIAMO
    “Non un DUNE BUGGY qualunque…deve essere rossa con capottina gialla..”
    Cecchini scrive Schifezze e gli altri si beccano l’appellativo Cesaroni
    Ma i Cesaroni non eravamo i seguaci di PALLOTTA?
    Embè Pallotta non ci sta più ,e siamo ancora Cesaroni?Mah!

    • Il cesarone è un bubbolone che chiunque je porti, allenatore o giocatore che sia, solo perchè è dell’AS Roma allora è forte a prescindere. Allora iniziano i voli pindarici: andiamo sicuro in CL, vinciamo di qua, vinciamo di la….e poi invece, puntualmente, non si verifica nulla di tutto ciò.
      Al massimo un’illusione che dura qualche giornata e poi…..FOCENE.
      Ora, da una parte mi fanno pure tenerezza perchè fino all’età di 5-6 anni pure io ero così, però penso che una persona matura debba imparare a fare i conti con la realtà e capire che per competere ad alti livelli servono allenatori e calciatori adeguati a quei livelli.
      E siccome l’AS Roma non è una provinciale ma l’unica squadra della Capitale, credo che chi la possiede e la dirige debba trattarla come tale e avere rispetto di tale dimensione.
      Non può dunque farne un discount, un allevamento di giovani che poi quelli buoni se ne vanno in squadre vincenti e gli altri te li dai in faccia, una realtà che già in partenza è subalterna.
      Speriamo che i Friedkin ne abbiano contezza, altrimenti i Romanisti saranno costretti a ricordarglielo.
      Non so te, ma io nella mia AS Roma ho visto giocare i Falcao, gli Ancelotti, i Cerezo, i Bruno Conti, i Totti, i Montella, i Batistuta, gli Emerson, i Cafu, i Candela, i De Rossi, i Pizarro….e mi fermo perchè l’elenco sarebbe alquanto lungo.
      L’ho vista vincere ma soprattutto competere, e li veramente c’hanno rubato titoli a pacchi. Basta contare i secondi posti a un pizzico dalla prima.
      Quindi la narrazione ballottese che la AS Roma è una squadretta che deve fare solo plusvalenze e non potrà mai aspirare al vertice perchè non è mai stata grande, non s’è mai potuta permettere i campioni e non è mai stata competitiva regge poco, è roba a uso e consumo di laziali, juventini, magnaccia e gente del genere.
      Ho provato a spiegartelo con tatto ed educazione, vedi se riesci a non essere sguagliato.

    • Bravo Ilario…ma ha fatto solo gli esempi che ti fanno comodo.
      1) io tifo a prescindere. Se non ti sta bene. Commenta solo i commenti dei sapientoni. Quelli che non gli sta bene niente, perché sono al di sopra dei comuni mortali.
      2) hai visto pure quanta gente in nome del bilancio abbiamo venduto in 40 anni?
      Diba
      Ancelotti
      Desideri
      Peruzzi
      E solo x la bontà e la testardaggine di Franco Sensi non ci siamo venduti FRANCESCO TOTTI.
      3) MEGLIO CESARONE che antisocietari ex divoratori di prosciutti.
      E ce ne stanno. Uh se ce ne stanno…

    • @Ilario, per completezza di narrazione, con i campioni che tu citi abbiamo vinto 1 scudetto e qualche coppa italia, ma a parte che anche con Capello facemmo un 8° posto nel 2002/3 in mezzo a due secondi posti, gli altri secondo posti di cui parli, fatti con Spalletti e Ranieri (un paio per me sono scudetti rubati), li abbiamo fatti con la Juve in serie B. C’eravamo solo noi e l’Inter. I secondi posti fatti con Garcia e Spalletti bis (più i 2 terzi posti), li abbiamo fatti quando le milanesi non esistevano praticamente più, ed eravamo solo noi a una juve stellare irraggiungibile (e in parte anche aiutata). Questo solo per dire che non basta fare una squadra forte per vincere, perchè poi devi contare anche lo stato di salute delle strisciate (che in ogni caso sai che saranno aiutate mentre a te ti affossano). A partire dal 1990 ad oggi, lo scudetto lo hanno vinto sempre le strisciate, salvo Samp, noi e gli sbiaditi: 3 su 30 scudetti. Secondi ci siamo arrivati anche nell’era pallotta, ma come dici tu, una persona matura, non può non capire che al massimo puoi competere (e questo è un desiderio legittimo), ma pensare che Friedkin ci farà sicuramente vincere, è un tantino utopistico come pensiero. Fare meglio si può e si deve, ma non ci scordiamo contro chi stiamo correndo da tutta la vita.

    • Tu te le cerchi perchè hai la lingua lunga e ci butti sempre quella parolina in più.
      Allora ti rispondo che i metaforici prosciutti negli ultimi 10 anni l’hanno beccati quelli che parlavano bene di ballotta, perchè sennò sarebbe stato impossibile parlarne bene.
      Tralasciando tante cose, basta guardare la squadra e i bilanci che ha lasciato per comprendere come sia stato il peggior ‘presidente’ della nostra sttoria e non solo.
      Cessioni eccellenti nella storia del calcio ce ne sono state tante, non solo dalle nostre parti, ma gestire una società come un plusvalenzificio è altra cosa.
      E se servivano a tenere i conti in ordine, spiegami perchè ha lasciato centinaia di milioni di buffi.
      Poi nel suo caso dubito pure siano stati prosciutti…troppo costosi e pregiati.
      Se la sarà cavata con qualche cesto di frutta andata a male e qualche cassetta di cefali fracichi pescati a focene.
      Ma, lo dico sinceramente, non credo sia il tuo caso.
      Te se proprio così, sono certo che non hai percepito alcunchè.

    • Di Bartolomei che c’entra in quell’elenco? Era a scadenza contratto e non gli venne rinnovato.
      La Roma non incassò una lira.
      E anche con Peruzzi non ci facemmo niente: era ancora squalificato per il fattaccio Lipopil e fu dato in contropartita per Hassler. Anzi, forse ci mettemmo pure sopra qualcosa. Pensa un po’.
      Insomma, un po’ di precisione, e dai…

    • ILARIO dici cose in parte comprensibili ma prova a considerare anche un paio di fatti (mica opinioni). Ovvero, quei campioni che elenchi tu passati nella ROMA nella serie A da tempo non esistono proprio. Ma manco ci avviciniamo. Il trio degli olandesi di Milano adesso, simile, lo troveresti al PSG. FLORENZI,BARELLA e BELOTTI hanno preso il posto in Nazionale di GENTILE, TARDELLI e ROSSI. Tolto CR7 chi ha quei campioni? La Juve? vale al massimo un terzo, in ogni reparto. Il NAPOLI (tolto DIEGO) aveva Giordano, Careca, Zola… lasciamo perdere. Quindi se non ci sono all’INTER prima in classifica o alla Juve di Agnelli, o al Milan come mai é strano che non ci sono a ROMA?Che IBRA(o Immobile) é buono per quel che serve ora, ma manco lo avvicini a Batistuta. E Lukaku per Crespo non c’è paragone. Per quanto riguarda “l’allevamento…” pensa all’Atalanta. Certo, non ha alle spalle un ricco albo D’ORO (manco lo conoscono, pensano sia delle figurine Panini, mi sa, l’albo d’oro) ma mi pare che da qualche anno allevando ragazzi stanno filando come la freccia rossa… che poi neanche noi come albo d’oro… non esiste squadra, oggi, che non debba fare un mercato sostenibile (ok, gli sceicchi e i cinesi barano un poco, ma i Tanzi e i Cragnotti per favore no). Chiudo dicendoti che per me, CARO ILARIO, tra il tifo sfrenato dei 5/6 anni (bei momenti, vero?😊 io ho incominciato verso i 13/14…) e il pessimismo cronico sarebbe buono e giusto trovare una giusta via di mezzo…. un abbraccio, fratello giallorosso!

  11. Al di la delle farneticazioni di Cecchini, una cosa non capisco: i Friedkin vendono Toyota in tutti gli Stati Uniti e rinnovano con Hyundai?
    Boh

  12. “Il futuro di Fonseca – ammesso che non sia lui a decidere di andare altrove…”
    Ma n’do va’?! Tutte le sere se inginocchia sotto aa Madonnina de Fatima che je manni risurtati pe centrà la Champion, cosi che pure li FDK se convincano a faje sto sospirato rinnovo…

  13. Il rinnovo e’ automatico con la Champions.
    Secondo te , chi scrive Fonseca vattene.,vuole la Roma in Champions o no?
    Secondo me no.
    E si può dire che sono romanisti? NO.

  14. Io non mi aspetto grandi investimenti dai Fredkin. Voglio solo competenza. Con le idee si può sopperire alla mancanza di soldi. Se non puoi permetterti 11 campioni, allora devi almeno prendere il TOP in panchina e poi avere uno scouting efficace. Infine non devi mai sbagliare i pochi acquisti onerosi che farai. Ad esempio, mai più un Cristante a 30 milioni, Schick a 40 etc.

    • Se vuoi il TOP in panchina qualche campione glielo devi portare, non 11 ma tre/quattro si.
      Altrimenti i TOP ti rispondono come risposero a ballotta, che alla fine prendeva la quinta scelta.
      Lo scouting efficace dev’essere complementare al mercato, non dev’essere il mercato.
      Ti ricordo che siamo l’AS Roma, unica squadra della Capitale, non un sassuolo qualunque.
      Ci vogliono investimenti e organizzazione, tutti e due.
      Altrimenti restiamo dove stiamo.

    • Certo, sono d’accordo. Il TOP in panchina può essere inteso anche come il meglio che puoi permetterti e a volte ti viene anche gente che non penseresti mai fosse venuta. Se poi parliamo del TOP in senso assoluto, diciamo che forse non gli puoi fare 5 acquisti TOP, ma forse magari i TOP ce li hai già in rosa e magari il grande manager si può accontentare di quelli. Andando nello specifico, se non si fa avanti il Real, credo che un Allegri ti possa venire il prossimo anno. Ovviamente devi comprare un portiere e un bel centravanti, ma non devi rifare tutta la squadra.
      Sugli acquisti, io non ho detto che ti basi solo sullo scouting, ho detto che qualche nome grosso devi prenderlo, ma devi andare sul sicuro, no sugli Schick della situazione…

    • Concordo con entrambi, perché dite cose tra loro compatibili e complementari.
      Provo un piccolo riassuntino (che poi è oggettivamente ovvio):
      1) non cedere per plusvalenzare (e finire in magheggi esterovestiti che arricchiscono di più mediatori e agenti):
      2) prendere un allenatore che sia un organizzatore di gioco, capace di leggere le partite e, soprattutto, di gestire la situazione quando
      si “deve” competere ad alto livello (e non mandare in fumo una stagione nei suoi evidenti snodi fondamentali in modo regolarmente rocambolesco);

      3) NON prendere giocatori sopravvalutati pagandoli in modo del tutto irragionevole: meglio acquistare meno giocatori ma di alto rendimento accertato e che siano proprio quelli che vuole l’allenatore (= non sprecare le munizioni quando ne hai poche…specialmente continuando ad acquistare trequartisti);

      4) comunque (esigenza evidente ed attuale) prendere il portiere e il centravanti e un centrocampista tecnicamente completo che sappia fare le due fasi con sicurezza…(non sprecare le munizioni è corollario di ciò).

      Se questo fosse un libro dei sogni, vuol dire che rimarremo qui nei prossimi anni a litigare senza costrutto tra diversi approcci alla frustrazione (c’è chi rimuove i problemi e si affida al tifo fideistico – peraltro a singhiozzo -. e chi vorrebbe un Roma competitiva secondo i canoni normali del calcio attuale e non vuole una scontata alternanza tra buone prove e partite imbarazzanti).

      Forza Roma sempre.

    • @Mah mbeh
      E io concordo con te, tantopiù che il tuo riassuntino non è affatto banale considerate le corbellerie che ho letto e sono ancora costretto a leggere da parte di qualcuno….

  15. Io parto sempre dal presupposto che praticamente i Friedkin hanno messo uomini scelti da loro in Società…. Fonseca ce l’hanno trovato, invece. Secondo voi lo confermeranno anche in caso di raggiungimento della Champions?

    • Secondo me NO, almeno non è scontato.
      Chi scrive che il rinnovo è automatico è un sempliciotto: seppure vi fosse una clausola, ti posso pure mandare via, prendere un altro e continuare a pagarti finchè non trovi un altro ‘impiego’.
      Di casi così ce ne sono stati a bizzeffe; certo, non era roba per ballotta che non aveva un centesimo, ma speriamo di essere fuori da cotanto incubo.
      A mio modo di vedere dovrà anche convincere sotto molti aspetti, dal gioco, alle vittorie con qualche grande etc.
      Sennò lo mandano a casa clausola o non clausola.

    • Ad oggi Fonseca non ha ancora convinto i Friedkin. Fonseca ha lasciato finora luci ed ombre. Ovviamente può ancora far cambiare idea alla proprietà, ma lo deve dimostrare sul campo vincendo gli scontri diretti e gli appuntamenti importanti.
      I Friedkin sono imprenditori e quindi cercano di prendere sempre gli uomini migliori.
      Secondo me sono stuzzicati dall’idea Allegri. D’altra parte, il curriculum di Allegri parla per lui… Ha vinto tutto e lo ha fatto per tanti anni consecutivi… È vero che allenava il Milan e la Juve, ma guardate cosa stanno facendo alla Juve i suoi successori. Lui, a questo punto del campionato avrebbe avuto già 10 punti in più della seconda…
      A me Allegri piacerebbe molto, e almeno con lui in panchina non avremmo più il solito dilemma che sempre ci attanaglia: è più colpa dei giocatori o del mister?

    • FR, tu pensi davvero che non discuteremmo più dell’allenatore se venisse Allegri? Illuso, succederebbe anche con Guardiola e Klopp, figuriamoci lui.
      Non so quanti anni hai, ma quando l’Ing. Viola ebbe la brillante idea di richiamare a Roma Nils Liedholm, il campionato 79/80 e parte di quello successivo trascorse in mille chiacchiere tra tifosi (al bar, perché i social non c’erano) e salotti televisivi.
      Il Barone, per chi se lo ricorda, fu quasi tacciato di essere un pazzo “visionario” per avere adottato la zona integrale e altre astruse alchimie come il doppio libero (Turone – Santarini) e, successivamente anche il doppio terzino “fluidificante”, come si diceva all’epoca.
      In confronto a quello che fa Fonseca oggi, Liedholm era cento volte oltre, in un calcio in cui il paradigma “vincente” era il solido calcio all’italiana della Juve trapattoniana.
      Eppure, sappiamo come andò a finire: il Barone vinse uno scudetto giocando con un solo difensore puro (Vierchowod), roba da far vergognare Guardiola.
      Per cui, scordati pure l’allenatore che metterà tutti d’accordo: al primo pareggio o sconfitta si ricomincerà tutto da capo, come sempre.
      Serve una progettualità organica, con società, staff tecnico e giocatori adeguati all’idea che si vuole proporre. E andare dritti per la propria strada.

  16. A Ilaaaa ma lhai scritto te sto pezzo?? Clam down 🤣🤣🤣

    #FronteUnicoRoma
    #HastaLaVictoria

  17. A questo punto la Champions dopo il pareggio di Benevento non è per niente facile, bisogna avere un piano due di una Roma ugualmente competitiva anche se non dovesse andare in Champions

    • Dai Luca che ci sono mi sa 45 punti in ballo! Un poco di ottimismo! La ROMA era fino al Benevento l’unica squadra in Europa ad aver sempre vinto, e stravinto, contro la seconda metà della classifica. Abbiamo pareggiato (un tempo queste si perdevano…), poi magari ci ritroviamo il punto di Verona. Chi é favorito rispetto a noi, tolta l’Inter che sembra aver messo la freccia? La Lazio ( non la conto, perché la vicenda tamponi minimo li metterà fuori dalle coppe, altro che tarallucci…) la Juve? Stesso discorso, ci aggiorniamo tra un mesetto col discorso Suarez. Restano il MILAN, la DEA e il NAPOLI per 3 posti. Vuoi che restiamo fuori noi su 4 concorrenti? Si fa per dire, lo so che non vuoi… io credo che dovremmo puntare dritti almeno al secondo posto invece. Con buone chance.

    • Ho capito ma gli scontri diretti ci vedono perdenti c’è il rischio di arrivare quarti a pari punti e restare a bocca asciutta

    • Silvio nell’esaltazione ti sei scordato di concludere con questa: “Ivana fai ballare l’occhio sul tic via della spiga hotel cristallo di Cortina 2 ore 54 minuti e 27 secondi, Alboreto is nothing.”

  18. Cioè famme capì…hanno bisogno dell’incentivo pè andà in champions?i soldi che prendono non sono sufficienti?se ero un presidente(nun c’ho na lira)e un giocatore mi diceva che.voleva mettere il premio champions sul contratto glielo strappavo davanti e je davo un calcio ar culo!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome