Frosinone-Roma 0-3: i voti dei quotidiani

8
284

NOTIZIE AS ROMA – Queste le pagelle dei principali quotidiani ai giocatori della Roma che ieri sera hanno battuto il Frosinone con il punteggio di 3 a 0:

LA GAZZETTA DELLO SPORT
Svilar 7; Kristensen 6 (dal 66′ Celik 6), Mancini 6.5, Huijsen 6 (dal 45′ Llorente 6), Angelino 6 (dall’81’ Smalling SV); Cristante 6, Paredes 6; Baldanzi 6 (dall’81’ Aouar SV) , Azmoun 7, El Shaarawy 6, Lukaku 5 (dal 45′ Pellegrini 6.5).

IL CORRIERE DELLO SPORT
Svilar 7; Kristensen 5.5 (dal 66′ Celik 6), Mancini 6.5, Huijsen 7 (dal 45′ Llorente 6), Angelino 6 (dall’81’ Smalling SV); Cristante 6.5, Paredes 6.5; Baldanzi 6 (dall’81’ Aouar SV) , Azmoun 7, El Shaarawy 5.5, Lukaku 5 (dal 45′ Pellegrini 6.5).

IL MESSAGGERO
Svilar 7; Kristensen 5.5 (dal 66′ Celik 6), Mancini 6, Huijsen 6.5 (dal 45′ Llorente 6), Angelino 5.5 (dall’81’ Smalling SV); Cristante 6, Paredes 6.5; Baldanzi 6 (dall’81’ Aouar SV) , Azmoun 6.5, El Shaarawy 6, Lukaku 5 (dal 45′ Pellegrini 6).

IL TEMPO
Svilar 7; Kristensen 6 (dal 66′ Celik 6.5), Mancini 6.5, Huijsen 7 (dal 45′ Llorente 6), Angelino 6 (dall’81’ Smalling SV); Cristante 6, Paredes 7.5; Baldanzi 6.5 (dall’81’ Aouar SV) , Azmoun 7, El Shaarawy 6, Lukaku 5 (dal 45′ Pellegrini 6.5).

IL CORRIERE DELLA SERA
Svilar 8; Kristensen 5 (dal 66′ Celik 6), Mancini 6.5, Huijsen 6.5 (dal 45′ Llorente 6), Angelino 6 (dall’81’ Smalling SV); Cristante 6.5, Paredes 7.5; Baldanzi 6.5 (dall’81’ Aouar SV) , Azmoun 7, El Shaarawy 6.5, Lukaku 5 (dal 45′ Pellegrini 7).

LA REPUBBLICA
Svilar 7; Kristensen 5 (dal 66′ Celik 6), Mancini 6.5, Huijsen 7 (dal 45′ Llorente 6), Angelino 5.5 (dall’81’ Smalling SV); Cristante 6, Paredes 6; Baldanzi 5.5 (dall’81’ Aouar SV) , Azmoun 7, El Shaarawy 6, Lukaku 4 (dal 45′ Pellegrini 6.5).

IL ROMANISTA
Svilar 7.5; Kristensen 5.5 (dal 66′ Celik 6), Mancini 6.5, Huijsen 6.5 (dal 45′ Llorente), Angelino 6 (dall’81’ Smalling SV); Cristante 6, Paredes 7; Baldanzi 6.5 (dall’81’ Aouar SV) , Azmoun 6.5, El Shaarawy 6, Lukaku 6 (dal 45′ Pellegrini 6.5).

Articolo precedenteFuria De Rossi sulla squadra: lancia una bottiglietta a terra, poi all’intervallo sgrida i suoi (VIDEO)
Articolo successivo“ON AIR!” – FERRAZZA: “Passo in avanti di De Rossi con tre scelte forti”, DAMASCELLI: “Si è portato avanti col lavoro facendo fuori Dybala e Lukaku”, FOCOLARI: “Ma allora si può giocare a calcio anche senza loro…”

8 Commenti

  1. I voti ad Hujsen troppo altri,
    splendido il gol ma 4-5 errori davvero clamorosi.
    Anche Elshaa insufficiente per me, troppi errori.
    Baldanzi primo tempo da fantasma, ma spero fosse il modulo.
    Mi sembra tanto leggero per la serie A però, speriamo bene.
    Ottima l’autocritica per il modulo sbagliato del I tempo.

  2. Finalmente Svilar titolare , non perché lo ritengo un grande portiere , o almeno , non sappiamo se lo è perché lo abbiamo sempre visto poco. Di sicuro è meglio di Rui e non capisco perché ci si è ostinati a farlo giocare anche quando era evidente che ci faceva perdere punti .

  3. Ma come si fa a dare lo stesso voto a Svilar e Huijsen? L’olandese a parte il gol bellissimo ha fatto tantissimi errori anche banali, il serbo ci ha salvato il qlo in almeno 3 occasioni

  4. Probabilmente Svilar non è un grande portiere. Nel senso che non è un top.
    Da quello che dicono chi di portieri se ne intende, sento poca convinzione.
    “un buon portiere ma … ” insomma non entusiasma.
    Magari crescerà e limerà degli errori, con un buon preparatore, ma non sento quell’entusiasmo che circolava quando si parlava di Alisson che non giocava facendo da secondo al polacco.

    Io che ne capisco poco, però vedo delle caratteristiche che tecnicamente me lo fanno preferire a Rui Patricio.

    Esce.
    – Se la squadra gioca alta avere un portiere a suo agio ai limiti dell’area di rigore vuol dire avere un libero aggiunto.
    (anche se ti esponi al tiro maligno da lontano)
    – Esce sui cross all’altezza della lunetta del calcio di rigore. Questo depotenzia molte azioni avversarie. Quanti gol abbiamo preso in questi due anni con spioventi che passano in quella zona, da sinistra verso destra, dove siamo sempre stati deboli difensivamente e con Rui Patricio fermo sulla linea come il portiere del biliardino?

    Certo, se esci e vai per farfalle lasci la porta vuota, è rischioso e ti esponi a una brutta figura certa, anche se l’avversario non segna… mentre se resti sulla linea di porta è tutto da vedere se hai sbagliato o no, anche se l’avversario segna.
    Chi esce insomma rischia di più, anche a livello professionale. Ma può farti guadagnare tanto, con il suo rischio. Se è bravo ovviamente a scegliere i tempi.

    Altra cosa positiva è il lancio.
    Rui mette la palla a terra e calcia. A parte il fatto che per fare questa operazione ci vuole tempo e in questo tempo la difesa avversaria si avvantaggia, perché vede dove stai puntando e va a coprire, al massimo supera di poco la metà campo. Anche perché il piede colpisce sotto il pallone e parte dell’inerzia si smorza sul terreno.

    Svilar calcia prendendo la rincorsa pallone in mano e colpendolo al volo.
    Questo aggiunge l’inerzia della corsa e quindi il calcio risulta più potente e tutta la forza si scarica sul pallone. Arriva molto più lontano e ruba un tempo di gioco ai difensori.

    Alisson (per dire di un grande portiere che abbiamo avuto) pensava da attaccante. Lanciava, di piede o di mano, subito verso l’uomo libero. Costringendo le difese avversarie a correre indietro per coprire.
    Svilar ha questa caratterisica di piede (per ora non l’ho visto fare lanci precisi di mano). Se gioca titolare verranno approntati schemi di gioco proprio per sfruttare questa sua caratteristica con giocatori che andranno a posizionarsi per essere serviti da lui sulla corsa.
    Con Rui questa cosa te la scordi.

    E’ più reattivo.
    Ci sta, a livello neurologico, vista la differenza di età.

    Che ha Rui Patricio più di Svilar? Ovviamente l’esperienza.
    Ma forse è arrivato il momento che Svilar se la faccia.

    • Tutto vero Wtf, ed aggiungerei anche che Svilar ha in mente le basi del mestiere di portiere : “se pigli con le mani un pallone che ti arriva dalla destra, allora fai ripartire l’azione mandando a sinistra, e vice versa”, l’ho osservato e lo ha fatto quasi sempre, cercando sempre di lasciare ai compagni il tempo di posizionarsi, forse a volte ha aspettato troppo ma ci sta, aveva voglia di fare bene. Chi ha fatto il portiere sa bene che questa è sempre stata una regola ferrea dei preparatori, almeno negli anni 80, 90 , 2000 😉

  5. Voto al Mister
    1° tempo: 4
    2° tempo: 8
    voto finale: 7
    (la media è ponderata e non aritmetica, ovviamente)
    voto alla Curva Sud: 10
    voto ai chiacchieroni del blog: 2
    voto a Ballotta: 0
    voto ai Friedkins: molto nuvoloso in netto peggioramento.

    • A parte Svilar che ci ha salvato all’ inizio, il voto più alto spetta Huijsen, il suo grande gol ha cambiato la partita, permettendoci di chiudere immeritatamente in vantaggio il primo tempo, decisivo per portare a casa i 3 punti, tutto il resto chiacchierare da bar….

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome