Gazzetta dello Sport: “Con Souloukou a capo della Roma si è arenato il progetto stadio”

75
1130

AS ROMA NEWS – Il progetto stadio della Roma a Pietralata sembra essersi di nuovo arenato. Dopo gli entusiasmi dei mesi scorsi, ora sull’impianto di proprietà del club giallorosso è calato di nuovo il grande freddo.

Tutta (o quasi) colpa del nuovo Ceo giallorosso, Lina Souloukou, stando almeno alla ricostruzione fatta oggi dalle pagine della Gazzetta dello Sport. Secondo quanto scrive il giornale, fino a quando c’era Pietro Berardi come Ceo del club, tutto ha filato liscio e senza intoppi, ma da quando c’è la dirigente greca al comando le cose sul fronte stadio sono cambiate.

Dalle parti del Campidoglio si sostiene che da mesi non c’è più un confronto con la Roma sul progetto: quello definitivo era atteso addirittura a dicembre 2023, e ancora non si è visto nulla. A metà marzo sembrava esserci stata un’accelerata, con i primi carotaggi sull’area dell’impianto. Dopo la scoperta di un manufatto antico (un condotto idrico di probabile epoca romana) che alberga appena fuori la zona del progetto, però, tutto si è fermato.

E poi ci sono altri problemi che la Roma dovrà dimostrare di aver risolto nel progetto definitivo: i flussi di traffico, l’impatto acustico con il vicino ospedale Pertini, i rilievi ambientalisti e arborei (800 alberi da reimpiantare, in numero più ampio). La società deve dei Friedkin deve prima concludere la campagna di scavi archeologici, ancora da da iniziare.

In seguito, il progetto sarà votato nell’Aula Consiliare, con il rischio di dover ripassare dalle varie commissioni (Conferenza dei Servizi e bandi europei). Solo allora potrà essere posata la prima pietra, da cui partiranno i 24 mesi di lavoro stimati. Insomma, il traguardo del 2027, anno del centenario del club individuato per l’inaugurazione dello stadio, appare più lontano che mai.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteParedes, in arrivo l’offerta del Club America. Ma per De Rossi è incedibile
Articolo successivoNuova Roma, comanda De Rossi: cinque rinforzi nel mirino, al lavoro con Ghisolfi

75 Commenti

    • Quando questi vanno contro qualcosa o qualcuno della Roma, è perché è forte o capace

    • Stranamente sti continui attacchi alla sig. Lina coincidono con la conquista del secondo Tricolore delle Ragazze e il suo impegno nel importare in alto il Calcio Femminile Una leader esperta riconosciuta e rispettata nel mondo del calcio e del business, messa alla berlina in maniera ignobile Laureata in Giurisprudenza a soli 23anni, Lina Souloukou è attivamente coinvolta ai massimi livelli del calcio di club da oltre 15 anni ma non solo: capacità amministrative, diritto sportivo, qualità umane e grande leadership. Copio ed incollo:
      “Dopo essersi diplomata presso l’Ordine degli Avvocati di Atene nel 2008, come avvocato specializzato in diritto sportivo, Lina ha fondato il proprio studio legale sportivo di successo in collaborazione con sua sorella. In seguito ha prestato servizio come consulente legale e generale per un certo numero di squadre di calcio e parti interessate del calcio in Grecia e come arbitro presso la Corte di arbitrato per il calcio. Ha anche ricoperto ruoli simili in altri sport tra cui boxe e basket!”. Preso atto del tentativo di diffamazione a mezzo stampa, mi domando se non vi siano gl’estremi per una sacrosanta querela nei confronti di certi soggetti!” – Ps: Repubblica, calzetta e tuttosporc… Sono sempre Loro!

    • spero che la signora Lina sia così intelligente da non farsi scalfire da mincxiate del genere, e che risponda coi fatti, anche perchè dello stadio vorremmo sapere qualcosa pure noi prima o poi…

    • Stefano, in tutta sincerità non sta a me giudicare, tuttavia prima di mettere alla berlina chi possiede un curriculum del genere ci penserei su due volte. Le critiche sono giuste e sacrosante ma denigrare o sminuire l’operato di una persona, basandosi su semplici “condizionali” penso siano tutt’altra cosa

    • “E poi ci sono altri problemi che la Roma dovrà dimostrare di aver risolto nel progetto definitivo: i flussi di traffico, l’impatto acustico con il vicino ospedale Pertini, i rilievi ambientalisti e arborei…”
      Invece per il Flaminio, zero parcheggi, niente impatto acustico, con distanza dalle abitazioni a 30 metri, è tutto a posto (cfr. A. Onorato, assessore allo Sport del Comune di Roma).

    • Sicuramente l’attacco è evidente e anche di basso stile tipico dei pennivendoli pulentoni adani della cazzetta dello sport. Sarà un caso ma appena i friedkin hanno abbandonato la strategia incomprensibile del silenzio sono cominciate gli attacchi di lega arbitri e giornalai schiavi asserviti. Siamo pronti alla battaglia infami!!

    • @Bolteni, come se la Souloukou fosse responsabile e tecnicamente preparata a risolvere gli impatti ambientali delle opere. Non so, magari è responsabile anche della guerra tra Russia e Ucraina.

    • Bolteni impatto acustico non solo sulle abitazioni limitrofe, che poi è stata anche una delle cause della dismissione dello stadio Flaminio che non poteva + essere usato neanche per i concerti, ma anche sulla città della musica che sorge dove originariamente c’era il parcheggio dello stadio

    • E’ già arrivata la smentita da parte dell’ ass Veloccia: “Nessun malumore col club, rapporti positivi e costanti” Ma si rendono conto delle figuracce che fanno o no? Contenti loro…

    • gazzetta rosa a 3 veli……
      repubblica bianca 4 veli ….. corriere dello sport….velo pietoso.

    • A tutti….. E fa bene…..
      La gazzetta che si preoccupa dello stadio della magggica 💛❤️…..chi c’è dietro????

      Invece di parlare dei debiti delle strisciate…
      Anzi sono già cominciate le grandi manovre di mercato… Tutti i grandi giocatori sono loro….
      Ogni giorno fanno un acquisto…

      🤮🤮🤮🤮

    • ai cialtroni della lega con due comunicati ufficiali della società contro il recupero di Ata-Fio.
      articoli indegni giornale indegno.
      intanto le plusvalenze da realizzare quest’anno si sono abbassate e di molto.
      Vero Linaaa sbattiglielo in faccia a sti cazzari

    • Quindi non si può criticare una persona che fa male?purtroppo la Suloku non si capisce cosa sta facendo

    • Ah già attacchi vergognosi e gratuiti sono fatti passare per critiche…
      State facendo tabula rasa, tutti quelli che possono essere di intralcio ai vostri sporchi interessi , devono essere fatti fuori…ora è il turno della SOULOUKOU ( almeno scrivilo bene il nome)

  1. Inizio ad avere il sospetto che farebbe più rapidamente Cassano a laurearsi in ingegneria quantistica che la Roma ad avere uno stadio di proprietà.

  2. Ma dell’inter in banca rotta non ne vogliamo parlare? Meglio scrivere merd@ sulla Roma come vostra abitudine. Intanto Allegri ha iniziato a dire quello che già sapevamo tutti, ma almeno lo ho fatto uno che è all’ interno del Letamaio calcio.

  3. Propaganda per far fuori la Souloukou.
    È andata contro la lega e questa è la solita campagna denigratoria per chi sta contro i poteri forti.

  4. Poi tra terremoti, maremoti, eruzioni vulcaniche, meteoriti , invasioni aliene…. Lotito, Delaurentis, Rocchi….

  5. Alla Soudoukou da qualche settimana stanno accollando di tutto.
    Tra un po’ sarà la responsabile del traffico nella capitale, nonché dell’ inefficienza dei trasporti pubblici.
    Considerata la nota indipendenza della stampa italiana il pensiero torna sempre alla stessa domanda: chi è il mandante?

  6. Vabbè, indipendentemente dal valore della nostra CEO, è evidente che la gazzetta ha qualcosa contro di lei: qualcuno ha ordinato alla “rosea” di farla a pezzi senza pietà, e gli articoli di questi giorni rispondono chiaramente a questo comando.

  7. Ma e’ un attacco tutti i giorni ? Perche’ contro la Signora? Se la prendessero con Friedkin che se andiamo a guardare e’ la stessa cosa….che interessa ad un giornale di Milano il progetto Stadio della Roma pensassero a quello dell’ Inter e del Milan. Come a Lotito non dite di quello della Lazio…e’ sicuro che il progetto vi sta bene….Pensate ai debiti di Inter e Milan non pensate alla Roma noi ci facciamo i cavoli nostri e rispettate chi vuole lavorare per la Roma solo noi tifosi possiamo dire la nostra no i soliti baluba che non siete altro. Sono stato educato non ho detto parolacce a sti scribacchini !!!

    • Attingo alla mia personale esperienza e non ai luoghi comuni,come è prassi dei fanfaroni.
      Una volta,per motivi lavorativi, ho contattato un ufficio della Regione Lombardia . Ebbene ho avuto riscontro nella mattinata stessa,con mio sommo stupore, essendo abituato a ben altre tempistiche (talvolta all’infinito..cioè senza risposta) con enti pubblici della Regione lazio.

  8. quindi è colpa del CEO se è stato trovato un condotto romano sul suolo di Roma.
    si annusa proprio l’aria di qualcuno che non sta simpatica alle testate quotidiane, chissà per quale situazione.

  9. nell’inutile articolo scrivete che si aspettano i risultati dei sondaggi che ancora devono essere fatti, però la soulokou è immobile. ci va lei con la vanga per farvi un piacere

  10. Troppo facile dare la colpa alla Souloukou o alla Roma in un Paese che precetta i dipendenti delle Ferrovie in sciopero per garantire la partecipazione al gran premio di Imola. Panem et circenses diceva Giovenale nella Satira, oggi è smartphone e circenses. Il succo non cambia: non si vuole crescere come Paese.Forza Roma.

    • E magari tra quei ferrovieri precettati c’è pure chi vota per Babbeo Selfini, pensa te…

  11. La Gazzetta veramente inqualificabile. Articoli senza un minimo di fondamento buttati lì tanto per…… Se, da come fanno capire loro, la Roma, da quando c’è la Souloukou, ha abbandonato ogni interesse, ne avrebbero parlato anche altri mezzi di informazione, invece, a quanto pare, solo loro sanno la verità. Se non è malafede questa…..

  12. Bisogna far fallire i “giornali” e mandare le presstitute a chiedere l’aborrito Reddito di Cittadinanza. Io fornisco il mio contributo in tal senso dal 2005 e sono molto più informato di quando leggevo questa immondizia.

  13. L’attacco si spiega facilmente: la famosa lettera di sfiducia contro la Lega Serie A. Da allora è iniziata la campagna denigratoria.

  14. prima fanno killeraggio , questi finti giornalisti, poi si lamentano se qualcuno dice loro che gli stacca l’orecchie!!!!!!!!

  15. Stadio delle chiacchiere o Perculatio Arena… forse l unica vera speranza per l anno del centenario è che i Friedkin se ne siano andati…
    una proprietà piatta che pensa solo al business senza un minimo di ambizione ed interesse a vincere alla lunga diventa intollerabile

  16. Il fatto che la Gazzetta dello Sporc vada continuamente contro Lina Souloukou mi fa amare tanto questa donna, evidentemente preoccupa qualcuno da quelle parti

  17. Già da tempo ho espresso le mie perplessità sulla reale volontà della Roma (non della CEO Souloukou) di voler veramente costruire questo stadio di proprietà. Infatti nelle fasi preliminari del progetto è emersa la necessità di costruire infrastrutture aggiuntive (come lo svincolo stradale per il Pertini e l’aumento delle aree di parcheggio) che hanno fatto schizzare in alto il costo complessivo dell’opera, senza dimenticare che negli ultimi anni i costi dei materiali nel settore edilizio sono aumentati almeno del 30%.
    Per me i Friedkin non hanno alcuna voglia di sborsare soldi per le opere pubbliche,che nel primitivo progetto di Pallotta erano compensate con le famose cubature.
    E’ qui il nocciolo del problema, non si tratta di ritardi della burocrazia o del Comune,che dal canto loro hanno fatto quanto di spettanza.
    Per me i Friedkin non sanno come cavarsi d’impaccio,dopo aver tanto strombazzato ai quattro venti il progetto dello Stadio.
    Va a finire che arriva a dama per primo il progetto del Senatore che non quello americano.

    • le opere che definisci pubbliche e in quanto tali dovrebbero essere fatte a carico del comune/regione quando le fa il privato vengono compensate in cubature per legge, c’è chi ha costruito e sta tuttora costruendo interi quartieri con le cubature a scomputo anche su reperti ben + significati di quella che di fatto è un fogna di 2000 anni fa, può essere che i Friedkin si siano stufati ma non per i costi piuttosto per il sistema non proprio limpido che regna in questo paese e ancora di + in questa città

  18. Accollare i ritardi tecnici (sempre se ci sono) per lo stadio alla CEO mi pare alquanto pretestuoso soprattutto quelli archeologici dove ahi noi dipendiamo dal ministero dei beni culturali, continuo a pensare che che stanno pestando qualche piede

  19. Articolo che sembra scritto da un bambino di V elementare che non ha capito nemmeno di cosa sta parlando…
    Detto ciò, se al posto dei Muti ci fossero stati DINO VIOLA o FRANCO SENSI avrebbero già fatto sentire la propria voce a difesa di una loro Dirigente apicale.
    Va a finire che toccherà ancora una volta a noi prendere posizione a difesa di Lina Souloukou, come già fatto con José Mourinho.

    • Certo,se l’orario di lavoro termina alle 16.00 ,è ovvio che alle 17.00 non ti risponde più nessuno.

  20. La mentalità italiana piano piano si sta avvicinando a quella di alcuni paesi arabi quando si parla di donne. Lina ha pestato i piedi a qualcuno oppure non si è “inginocchiata” come qualcuno sperava. Lina io sono con te e non sono l’unico romanista ad esserlo, ne sono sicuro.

    • Concordando sulla mentalità araba ritengo che Pakistani e Iracheni siano i peggiori in assoluto però mi stupisce che non si nominano mai altre nazioni. Giapponesi, Cinesi e Coreani… non è che con le donne, ci vadino cosi’ liscio

    • Jockej concordo, dovrei menzionare anche Iran, Afghanistan e tanti altri, anche perchè in linea generale nel mondo non ci va liscio quasi nessuno con le donne

  21. “Pronto sei te Calta , dai inizia lo stadio ” ecco cosi finisce pure sta stron… della carta da WC .cosi come direbbe la sora Lella ” se la piano nder c…”

  22. Comunque, Souloukou o non Souloukou, io non credo che lo stadio della Roma si farà mai. Lasciate ogni speranza voi che ce provate..e ce sperate

  23. Certi pennivendoli si meriterebbero il trattamento ricevuto da Allegri un giorno si e l’altro pure ma riuscendo a mettergli le mani addosso come si deve.
    Prima scrivono cose meritevoli di linciaggio e poi fanno le vittime solo per una parolina contro di loro. Sono solo dei lu**di v**mi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome