Ghisolfi lavora alle uscite: su Belotti c’è il Como, Zalewski e Celik verso l’addio

23
530

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO ROMA – Primi movimenti in uscita per la Roma. Il mercato giallorosso sarà fortemente influenzato dalle cessioni di quei calciatori che non sono centrali nel progetto di De Rossi. L’elenco è davvero lungo: dai calciatori di ritorno (Belotti e Shomurodov su tutti) a quelli attualmente in rosa, il lavoro del ds si preannuncia davvero intenso.

Prime manifestazioni di interesse per Celik, che potrebbe tornare in Turchia (c’è il Galatasaray sul terzino). In vetrina anche Zalewski, con la Roma che spera in buon Europeo da parte del polacco (ieri in gol nell’amichevole vinta proprio contro la Turchia). In uscita anche Karsdorp, Smalling, Aouar, che però hanno stipendi pesanti: per i primi tre è attiva la campanella in Arabia Saudita dove Souloukou ha diverse conoscenze.

Più facile piazzare gli attaccanti: Abraham ha richieste dalla Premier e si aspetta una mossa dal Leicester, al momento il club che sembra più interessato all’ex Chelsea. Il Cagliari pare non abbia intenzione di riscattare Shomurodov, che però potrebbe avere altri estimatori in giro per l’Italia e l’Europa. Così come Belotti: il Gallo è finito nei radar del Como, che vuole allestire una squadra in grado di affrontare a testa alta la Serie A. Il nodo da sciogliere, come al solito, sarà l’ingaggio top del calciatore.

Fonti: Il Tempo / Leggo / Gianlucadimarzio.com

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteRoma, Chiesa decide dopo l’Europeo. Ghisolfi ci riprova con Boga
Articolo successivoDybala, l’Inter torna alla carica: se esce Arnautovic pronto l’assalto alla Joya (ma senza clausola)

23 Commenti

  1. allora secondo me ci sono diversi discorsi da fare.
    discorso attaccanti: Abraham é rientrato l’altro ieri dopo l’anno de stop. ha bisogno di fiducia.
    Belotti con mou come entrava segnava . Ve lo ricordate? sarà scordato come te pare ma é un lottatore. ce mette la tigna e per fare rifiatare Abraham con squadre tipo genoa, Como, Verona ecc ecc é una buona alternativa.
    zalewski ha giocato da terzino a tutta fascia per 2 anni. é giovane e deve fare la preparazione atletica con de rossi e giocare nel ruolo suo, ossia esterno sinistro. poi vediamo che succede a gennaio
    discorso centrocampisti:
    hai bisogno di un mediano. prati é un’ottima scelta. visto che un giocatore che fa quel lavoro non lo hai.
    aouar? può fare il vice di pellegrini o di cristante o di paredes e on mou non giocava perché non voleva spostarsi dalla 3/4 o fare la mezz’ala.
    discorso difesa:
    giusto prendere Llorente vendere karsdorp e smalling
    Kristensen va bene tenerlo se lo fai giocare come Belotti. celik non ho ancora capito se tenerlo o no. é molto altalenante nelle prestazioni quindi boh… Ibanez 2?

    discorso centrocampisti

    • bastaaaaa
      con i giocatori che hai elencato siamo destinati al sesto posto (se va bene)
      pietà

    • perciò ,come scrivi,anche quest’anno 6/7 posizione.vuoi tenere tutti gli scarsi e poi vediamo che succede.Ridiamo fiducia a tutti?

    • perciò ,come scrivi,anche quest’anno 6/7 posizione.vuoi tenere tutti gli scarsi e poi vediamo che succede.Ridiamo fiducia a tutti? ancora,ma non ti è bastato fino ad ora.

    • Zale a Roma non azzecca un dribbling invece ieri ha deciso di fare il mezzo fenomeno con la Polonia

    • L’unico giocatore buono che può tornarci utile è proprio il nazionale turco Celik, buono come titolare, ottimo come panchinaro, è uno dei pochi giocatori che quest’anno non ha sfigurato.
      Logicamente tu non hai capito di che pasta è fatto, ovvio, però vuoi tenere Abraham, Belotti, Zalewski, Kristensen e Aouar 🫣 annamo bene proprio bene!!!
      A sto punto punterei tutto su Bruno Lauzi a destra Gigi Marzullo a sinistra e Pippo Franco ar centro 😂😂😂 dajeeee

    • Hai ragione Vale… Sono 3 stagioni consecutive che… con Mancini, Cristante, Spinazzola e Pellegrini in campo arriviamo al sesto posto, salverei solo i primi 2 per orgoglio e carattere… dei due Cristante deve partire dalla panchina…

    • beh sì ineffetti Belotti ha fatto 3gol in 570 minuti giocati solo in serie a , che sarebbero piú o meno un gol ogni 3 partite ( che é tra l’altro in percentuale é il giocatore piú prolifico in termini di gol dopo Dybala e Lukaku). non dico che deve esse titolare, ma che come riserva ci sta. sul discorso zalewski regà lui é un esterno d’attacco. se lo metti terzino a tutta fascia, e dopo che se é fatto quella fascia avanti e indietro 10 volte, pretendi pure che salta l’uomo? é normale che sia spompato e la sua qualità sia sopperita dalla tantissima quantitá che dava in campo. come Lukaku Ke ci stupivamo che non segnava. mettilo che parte dalla lunetta dell’area de rigore no a 3/4 campo a difende i palloni a campanile, poi vediamo quanto segna.

    • A Karsdorp devi regalare il cartellino e dargli pure dei soldi per andarsene, altrimenti l’anno prossimo te lo ritrovi nuovamente a libro paga.

    • di sicuro, sono andati a rifargli il contratto quando praticamente era già un ex calciatore e rifiutava qualsiasi trasferimento…..

  2. Attenzione a disfarsi di Zalewski come se fosse una scarpa vecchia.
    Ieri è andato in gol contro la Turchia, laddove i “nostri” sono andati in bianco.
    Qua già stanno tutti in lacrime per Frattesi e Calafiori.

  3. Ghisolfi, a parte vendere, deve passare l’estate a Fiumicino e/o Ciampino, non è stando a Roma che scoverà talenti sconosciuti, e non fermarci al campionato francese che, checchè se ne dica di bene, è pieno di mezze s..gh. spacciate talenti soltanto perché corrono veloce, speriamo ci siamo capiti. Per venire in Italia bisogna avere la testa a posto, non solo gambe, “solo gambe” va bene per l’Inghilterra.

  4. Considerando quelli che sono i nomi che girano, considerando che secondo me ai friedkin interessa galleggiare e rimanere nel giro dell’EGA e niente altro, non mi faccio più nessuna illusione.
    Non gli do una lira, né a loro né ai diritti tv, e non me ne frega niente
    Tifo la Roma da quando mio nonno mi portava al tre fontane a vedere il nuovo centravanti, Pierino Prati. In questi anni abbiamo vinto due scudetti, qualche coppa Italia, la conference.
    Alcune grandi gioie, ma più spesso grandi dolori.
    Le presidenze passano, i giocatori pure, la Roma come idea è per sempre.
    Per me se arriva sesta o quindicesima è lo stesso. Sempre romanista resto.
    A prescindere.
    Ma non mi faccio prendere per il culo in questo circo di cialtroni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome