Giallorossi a San Siro: serve una grande Roma per restare sul treno Champions

54
1650

AS ROMA NEWS – Luci a San Siro. Questa sera la Roma è di scena al Meazza per affrontare un Milan tornato prepotentemente in corsa per il primo posto dopo la vittoria di Salerno alla ripresa del campionato.

La squadra di Pioli ci crede, trascinata da un gioco collaudato e da una squadra che può vantare calciatori di spessore, dalla difesa fino all’attacco. Le insidie arriveranno da tutte le parti: Theo Hernandez, Tonali, Leao, Giroud i giocatori senza dubbio più pericolosi a cui Smalling e compagni dovranno far fronte. Pesa l’assenza di Maignan in porta.

Anche la Roma, che parte sfavorita, ha però le sue armi da poter sfruttare: la solidità difensiva, i piazzati di Pellegrini e le giocate di Dybala sono al momento le doti migliori mostrate da una squadra che fatica a creare occasioni e non brilla per fluidità della manovra, ma che continua a restare attaccata a quel treno Champions che, con una vittoria stasera, si troverebbe a un solo punto di distanza.

Josè Mourinho, anche oggi assente per squalifica, ha un grande dubbio in testa: proporre o meno una formazione spregiudicata, che permetta alla Roma di affrontare il Milan utilizzando tutti insieme i suoi calciatori più tecnici. Puntare cioè su un 3-4-2-1 con Pellegrini a centrocampo, e Zaniolo-Dybala alle spalle di Abraham. Un azzardo, considerata la forza dei rossoneri.

Tutto dunque lascia pensare che alla fine lo Special One decida per un più prudente 3-5-2 con un centrocampista in più (Matic favorito) in mezzo al campo, e uno tra Zaniolo e Abraham inizialmente in panchina. Ballottaggio apertissimo, col 22 che potrebbe rappresentare un’arma importante a partita in corso.

La sfida è di quelle proibitive, ma la Roma non parte battuta: per uscire da San Siro con un risultato positivo servirà una grande prova di squadra. E qualità anche dalla panchina: in attesa di Wijnaldum, sono tornati a disposizione del tecnico sia Solbakken che Belotti. Forza Roma.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteRoma, ecco la nuova maglia Adidas per la prossima stagione (FOTO)
Articolo successivoMou, il Portogallo si arrende e si accorda con Martinez

54 Commenti

  1. a me interessa vincere. lascio ad “altri” le discussioni sul bel gioco. quindi, cinica , maledetta ma vincente.
    PS. guardare la Juve per credere ….

    • la juve ha interpreti migliori dei nostri in alcuni casi, a me del bel gioco me ne frega nulla, ma nemmeno morire di crepacuore per battere il bologna in casa con 1 tiro in porta.

      io, da semplice tifoso e nulla più, spero magari che oggi non giochi col centrocampo a 2 perchè non ne prendi una, finisce che corri corri e rincorri e alla fine un gol lo prendi.

      sulla difesa a 4 ormai c’ho rinunciato.

      oggi ci rimane la grinta, tanta, quella si, per colmare il resto delle lacune.

      forza Roma.

      ❤️🧡💛👊

    • Esatto Rudy. A dispetto di quello che molti vorrebbero far credere, qui nessuno chiede calcio champagne a prescindere.
      Per quanto mi riguarda, per esempio, non sono mai stato un estimatore di Zeman, e anche io credo che il risultato venga prima del gioco. Se poi si riescono ad abbinare in qualche modo le due cose, tanto di guadagnato.
      Ho ammirato di più la Roma di Liedholm, ma di certo non stavo lì ad obiettare sulla qualità del gioco espressa da quella di Capello.
      Resta il fatto che anche solo vincere, fregandosene di tutto il resto, diventa molto complicato se non tiri quasi mai verso la porta avversaria e non riesci a mettere in fila tre passaggi.
      Non ho visto la partita dei gobbi contro la Cremonese, ma quella di ieri sì, e non si può dire che abbiano vinto allo stesso modo di come ha fatto la Roma col Bologna.
      Poi se qualcuno mi può garantire che stasera torneremo coi tre punti da S. Siro sfoderando la medesima prestazione, allora va bene, firmo subito anch’io.

    • Rudy, col Bologna hai sofferto all’ultimo minuto, e per qualche leggerezza di Ibanez. per il resto il Bologna non ha fatto nulla. il problema è che le nostre ripartenze non sono proprio quello che Mourinho si aspetta per chiuderle. nella Juve giocano Miretti e un altro paio di sconosciuti, è la mentalità. il Monza prende due pali e sfiora il gol più volte. ieri sera poca Juve, poco gioco, ma caparbietà fino alla fine. quindi forse il problema non è nel gioco, ma nei giocatori, troppo belli a specchiarsi e poco inclini alla giocata facile, senza fronzoli che ti mette la palla davanti la porta. la Juve è una squadra operaia, malgrado qualche nome in rosa lo abbia.

    • Ma appunto!
      Negli ultimi mesi è stata fatta da molti una discussione filosofica sulla “bruttezza” del nostro gioco.
      Io ho sempre trovato questo tema di discussione piuttosto surreale perché per fare bel gioco ritengo che non abbiamo nè gli interpreti giusti nè l’allenatore giusto.
      Ormai anche chi non conosceva Mou ha compreso che a lui interessa prioritariamente neutralizzare gli elementi avversari più pericolosi.
      Così facendo la gara diventa sempre una partita a scacchi dove non vince necessariamente chi gioca meglio ma chi commette meno errori e magari ha giocatori in grado di fare la differenza.
      Ma anche con questa rosa e con questo allenatore, almeno nelle partite casalinghe con squadre meno attrezzate della nostra a me non dispiacerebbe se il tecnico provasse qualche soluzione tattica diversa dal solito 3:5:2 in maniera tale da poter vincere le partite con qualche goal di scarto, per non correre il rischio che mi venga un’infarto negli ultimi minuti di gara.

  2. In prospettiva Champions è una partita da dentro o fuori. È una di quelle partite alla Mourinho, in cui contano più la concentrazione e l’applicazione dei giocatori che non le finezze e i fronzoli inutili. La formazione e lo schieramento sono aspetti secondari, è lo spirito di squadra ad essere dominante. E questo stasera non mancherà. 👈

    • Zenone mi trovi perfettamente d’accordo. Come ho già scritto al di la degli interpreti conta spirito e consapevolezza e mentalità purtroppo fino a oggi qualità assenti. D’accordo che è una di quelle partite tipiche per Mou.

  3. la sfida è proibitiva ma la Roma non parte battuta?
    qualcosa non quadra nell’affermazione….

    per me la sfida non è proibitiva, sebbene finora il Milan abbia giocato complessivamente meglio e abbia diverse individualità con un rendimento elevato

    continuo a pensare che la Roma valga più di quanto abbiamo visto. pensare che Tammy valga di più, per esempio, non è dovuto al fatto che ha la maglia giallorossa, ma a quanto abbiamo visto per tutto lo scorso anno. che Pellegrini possa segnaresu azione, idem. e così via
    quindi seppure realisticamente non mi aspetti il bel gioco, continuo ad attendere il momento in cui le cose gireranno meglio
    e a quel punto non ci sarà partita, per lo meno in Italia, da definirsi proibilitiva

  4. Se mi aspetto un bel piazzato di Pellegrini in incursione nella difesa Bilanese dopo un passaggio filtrante di Paulo o Nicolò chiedo tanto? No, non Dovrei chiedere tanto

  5. tirate fuori le palle se ce l’avete, stasera può essere l’occasione.
    in caso di sconfitta stasera invece sarebbe la prima pietra da mettere sopra il 4′ posto purtroppo.

    ❤️🧡💛👊

  6. Dobbiamo provare a fare risultato a Milano. Partita fondamentale questa sera: contenimento ma pronti a sfruttare tutte le occasioni, senza pietà. Forza Roma!

  7. Concordo con tutti per il fatto che il bel gioco non mi interessa! Voglio i tre punti! Gli applausi non mi servono! I rimpianti , peggio! Io vengo da ricordi di Herrera, Rocco e Trapattoni, tanti non li conoscono! Certo, anche per il gioco all’italiana ci vuole organizzazione, visto gli elementi che abbiamo, tutti dietro e contropiede! Poi con squadre che hanno velocisti, come il Milan, non puoi giocare a viso aperto! Loro lasciano spazio enormi e li dobbiamo essere bravi a castigarli! In questi casi l’allenatore deve fare il suo! Noi abbiamo Mou che se ne intende! Poi ke critiche di esperti e tecnici vari, non mi interessano! Vedi ka Rubentus? Vedi l’Inter che in varie oartite hanno vinto al 95^? Intanto stanno avanti! Quello che conta è’ la classifica!

    • A nessuno sembra che in questa pagina non piaccia il bel gioco…ma cosa vi hanno incuccato nel cervello…

  8. Sarà una partita tosta da 1 x 2

    E come dice @Zenone di quelle da dentro o fuori in cui Mourinho da il meglio

    Speriamo bene perché i 3 punti oggi ci servono maledettamente per mantenere il 5 posto e non possiamo permetterci di perdere terreno

    Daje Roma ❤️❤️
    Forza lupi 🐺🐺

  9. Le uniche o quasi note positive derivano dalle loro numerose assenze, anche se per lo più seconde linee: Maignan, Florenzi, Ibrahimovic, Origi, Krunic, Messias, Ballo-Touré, Rebic, Kjaer.

    Probabilmente assisteremo ad una gara di sofferenza tipo quella contro il Napoli in cui terremo il baricentro basso sperando di capitalizzare al massimo le occasioni che ci concederanno.
    Molto verterà sull’esito di alcuni scontri individuali per limitare i loro giocatori più pericolosi (leggi Giroud, Diaz o DeKetelaere, Theo, Leao, Tonali) che immagino Mou avrà curato in maniera maniacale.

    • Cmq ci sono cose incomprensibili in questa squadra! Una rosa con il terzo monte ingaggi che gioca una partita da underdog. Pinto, per come la vedo io, ha commesso errori ed a questi nebsta aggiungendo altri. Io al Benfica non so cosa facesse ma di sicuro non quello che da da noi. Non ha visione tecnica della Rosa.

  10. Guardare la juve ? ok..rigori contro non fischiati, gol validi contro annullati inspiegabilmente..senza considerare che in procura a Torino c hanno na vetrinetta dedicata..continuo ? Non voglio assolutamente guardare a loro..vorrei una squadra che lotta e combatte e gioca a pallone e ce prova fino alla fine, tosta e concentrata senza primedonne musi lunghi e rinnovi di contratto. Una squadra lucida conscia delle sue qualità e dei suoi limiti. Se poi gli altri so più forti amen..ma almeno non sei stato lì a farti perculare..Forza Roma.

    • e’inutile che fai il promemoria delle porcate pro Juve. Questi per loro non conta.
      per certa gente siamo scarsi e basta…

    • possono riuscire a mandarli in champions, nonostante i punti di squalifica (come minimo) che arriveranno? vedremo. di sicuro una rube che va bene potrebbe essere un’ottima scusa per essere il più clementi possibile. poi c’è sempre da vedere la uefa che fa

  11. la loro catena di Sinistra (Leao – Hernabdez) è devastante! Al momento semvra una lotta impari, soprattutto se guardo ai duelli individuali (Mancini – Leao, Celik – Hernandez). Servirà una grossa partita da parte del cebtrocampo che Non è il nostro pezzo forte. Per me pareggiare sarebbe più che soddiafacente.

  12. Spero di sbagliare ma ho la sensazione che finisce 2-2…lo scrivo così forse scongiuro!!
    Se il primo finisce on pari, allora scommetto che nel secondo Mou schiera la difesa a 4.
    Forza Roma!

  13. al Milan mancano 7/8 giocatori da come ho capito. e hanno una squadra di tutti rispetto.
    Questi e’ stato possibile grazie al malaffare, alla benevolenza di chi avrebbe dovuto escluderli dal campionato , poiché non tenevano un centesimo in cassa, da chi non ha voluto fare vera pulizia, dopo l’accusa di riciclaggio e falso in bilancio
    Ora va tutto bene.

  14. Affrontare una partita in maniera prudente,significa prendere il gol e lasciare i tre punti al milan…..un po’ come abbiamo fatto con il.Napoli,dove non abbiamo quasi.mai messo il naso fuori dall’ area,e abbiamo preso il gol nel finale.A questo punto me la giocherei in maniera piu aperta,undici sono loro e undici noi, almeno nel peggiore dei casi si esce dal campo a testa alta….ma ho dei dubbi che Mourinho sappia impostare una partita del genere,mettere in campo 3 giocatori offensivi non significa attaccare,e’l’atteggiamento che e’sbagliato….se Zeman mette in campo tre punte e’una cosa se lo fa Mourinho e’un’altra….

  15. Leggo che molti dicono di bel gioco….ma il punto non è bello o brutto il punto è che non si tira in porta non ci sono azioni degne di nota e quelle pochissime volte che si arriva alla porta avversaria sbagliano. Una squadra avvilente per scarsità tecnica con passaggi e stop da terza categoria.

  16. Chi se la canta chi se la sona.
    Contano solo i 3 punti e se proprio me devo accontenta’ me sta bene pure er pareggio.
    Questa e’ una finale e Mourinho di solito non le sbaglia, c’e’ solo da augurarsi che la squadra lo segua.
    💛❤️SEMPRE FORZA ROMA💛❤️

  17. Cosa temo? Il ritmo che il Milan da alla partita e che non siamo assolutamente in grado di mantenere. Cristante, Matic e Pellegrini non hanno nella velocità la loro dote migliore. Mi aspetto un Milan arrembante e noi barricati dietro cercando di resistere e provare qualche ripartenza. Serve un culo stratosferico x uscire indenni stasera, questa è la realtà. Poi nei sogni è chiaro che tutti speriamo di replicare la partita con l’Inter (il cui pareggio di ieri è santo e benedetto)

    • Concordo, sulla carta finisce tanto a poco…..cerco arpigli per darmi coraggio, ma queste mezze tacche che abbiamo in squadra oltre a essere mediocri non hanno neanche temperamento. Sono mosci e ammoscianti. Per cui che il cxxo ci assista, è la mia unica speranza

  18. Adesso non c’entra nulla con la partita di stasera, ma è da ieri che lo volevo dire. Frattesi vale 35 mln, cioè un giocatore di una squadra quint’ultima che non esprime un calcio effervescente può valere 35 mln a discapito di chi invece ha vinto una competizione (seppur la terza) europea? Ma Carnevali come le da le valutazioni di mercato?

    • Carnevali continuerà a chiedere quelle cifre finché ci saranno i polli che gliele danno.
      E tra i pennuti ci siamo pure noi che spendemmo 12.5 ml + Marchizza (valutato 2.5 ml) + Frattesi (valutato 5 ml), totale 20 ml, per prendere un fenomeno come Defrel.

  19. Il quesito sarà: quanto reggerà la nostra difesa?

    Il centrocampo del milan è dinamico, veloce e tecnico e se in mezzo, come previsto giocheranno cristante e matic avremo molti problemi.

    Il che è un classico contro squadre medio piccole, immagino che contro diaz, tonali e friend sarà molto complesso arginarli.

    Se vuoi fare catenaccio, cosa che faremo, avere una punta di riferimento è essenziale, qualsiasi essa sia, con zaniolo pronto a correre in profondità e dybala a servire i compagni.

    Pellegrini dovrà scendere a centrocampo, sennò saranno casini.

    Bisognerà fare densità in mezzo al campo.

    Spero che mou possa fare quello che riesce meglio, cioè mettere le catene all’avversario e sperare nella giornata di grazie di uno dei nostri in attacco, senno il goal lo prendi prima o poi se difendi solo.

  20. abbiamo già vinto a San siro contro Inter, possiamo ripetere l’impresa.
    siamo una squadra strana .possiamo perdere con chiunque, ma anche vincere con chiunque. lo dimostra la vittoria in conference

  21. commenti x spolliciate ma doverosi : il punto e’ che continuare a giocare a 3 dietro e’ un suicidio primo perche ‘ in 90 minuti uno dei 3 un errore lo fa , secondo perche i ns avanti non segnano neppure a porta vuota , ora il milan in mezzo e’ molto piu attrezzato di noi con tonali in super forma , l ideale sarebbe mettere cammara su di lui e togliere un difensore ma???la cosa strana e’ che tutto il mondo lo dice e mou pare non capire e per uno come lui pare strano.ho letto nei forum che alcuni scrivono che leggendo le formazioni siamo piu o meno uguali…….forse non hanno letto il nome di leao , theo , giraud,tonali, e mi fermo qua..comunque sempre magica mia fai il miracolo .. 2 parole x la rubentus ….8 partite vinte di seguito 0 goal subiti , gioca senza pogba , chiesa e’ rientrato da poco e di maria a mezzo servizio , in piu hanno mollato dibala che pare essere il ns salvatore … questa la dice tutta …..

  22. Era il 21 febbraio 2018. Una Roma brutta e scarica va in Ucraina con nomi importanti come Alisson, Manolas, Fazio, Kolarov, De Rossi, Strootman, Nainggolan, Perotti, Dzeko, perde 2-1 contro lo Shakhtar dell’umile Fonseca, e si salva la faccia grazie a un Alisson immenso e al piedone di Bruno Peres sulla linea.

    Critiche, critiche e critiche.

    La partita di campionato successiva la perde 0-2 contro il Milan, con i gol di Cutrone e Calabria.

    Critiche, critiche e critiche.

    Periodo nero. Cupo. Triste. Ma quel salvataggio sulla linea permise alla Roma di passare il turno, in seguito alla vittoria per 1-0 (Dzeko) nel ritorno, e giocare un quarto di finale indimenticabile contro il Barcellona.

    Dalle critiche perché “non si può vincere solo 1-0 col Qarabağ” (nonostante il primo posto nel girone), fino al pienone contro il Barcellona.

    Facile. Troppo facile così. Perché quella rimonta non è la goia di tutti, ma di pochi. Di chi ha creduto, resistito e lottato. Proteggendo la Roma da tutto lo schifo che la circonda.

    Questo per dire che, chi oggi ha voglia di ironizzare sul salvataggio di Abraham, anziché sottolineare l’importante spirito di dedizione e sacrificio che ci permette di guadagnare 3 punti d’oro, soprattutto in un’annata che non sta sorridendo all’attaccante, si merita le mani sui fianchi e il rigore tirato a Genova di Osvaldo.

    Un salvataggio simile fu uno dei gesti eroici che ci permise di raggiungere una semifinale di Champions League, e criticare il gesto di Abraham è fuori dal mondo. Prendere in giro Abraham è un abominio.

    Nessuno sta dicendo che bisogna essere entusiasti del gioco espresso, ma felici per la Roma che nonostante tutto vince, si.

    Tirana non arriva tutti gli anni, ma per arrivarci bisogna soffrire e lottare. Per provare a sognarla ancora bisogna rimanere uniti e resistere. E chi non ha tempo, voglia e desiderio, non deve neanche far finta di gioire per una vittoria che è solo dei Romanisti!

    Se avete voglia bene. Se volete altro arrivederci. La scelta è sempre la stessa e per quanto mi riguarda un’alternativa non c’è mai stata.

    Con la Roma.
    Per la Roma.

    Avanti Romanisti!

    AS Roma

  23. Tanto dicono che mi frega del gioco, l’importante è avere una squadra cinica, che vince anche senza gioco.
    A parte che senza giocare di partite ne vinci poche, ma poi squadra cinica significa squadre che perlomeno ti sanno incastonare un contropiede.
    Voi vedete nella Roma squadra con abilità contropiedista?

  24. Temo una partita come quella contro il Napoli ma spero, con tutte le forze, che Dybala oggi giri. Se gira lui, e’ possibile tutto.

  25. giovedì 16 ottobre 1969, bisca di via Famagosta…Testa de Somaro (gestore della sunnominata bisca,..ore 17 circa):” je avemo rotto er culo a sti meneghini…”…Storia senza se e senza ma.

  26. Vabbè, intanto prendiamoci questo grande pari dell’Empoli contro i caseari avanti di due gol e ripresi all’ultimo minuto.
    Questo insperato ipertonico garantisce un’ottima dose di buonumore almeno fino alle 20.45.
    Si prega gentilmente di prolungarne l’effetto, e se possibile incrementarlo, anche nelle successive due ore…

  27. Spero solo una cosa, che non prendiamo gol nella prima mezz’ora, in modo che non ci possano disorientare, poi ce la dobbiamo giocare a viso aperto, tanto difendersi serve a poco, poi non ho mai capito una cosa …meglio non giocare con due punte perché siamo sbilanciati? ma scusate , per tenere a bada 2 attaccanti ci vogliono comunque 2 difensori …giochiamo sempre 11 contro 11 bohhhh

  28. Io non mi faccio illusioni, credo che la Roma stasera perda.Poi magari sarò smentito e ne sarò felice.Purtroppo oltre a non avere grandi giocatori non riusciamo neanche a fare gioco.

  29. Ecco la mia Roma…che lotta e corre come non mai, così si deve giocare, con la volontà di essere la Roma. Sono soddisfatto di come hanno lottato questa sera, hanno dato tutto, e si è visto, questo è quello che vogliamo dai Giocatori da Roma. Vogliamo che si lotti su ogni pallone, così ci daranno grandi soddisfazioni. Grande Roma🇮🇹

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome