GIALLOROSSI IN NAZIONALE – El Shaarawy entra e segna nella vittoria dell’Italia. Ok Ndicka con la Costa d’Avorio, Zalewski titolare con la Polonia

28
629

AS ROMA NEWSVittoria convincente dell’Italia all’Olimpico, con gli azzurri che hanno battuto la Macedonia del Nord per 5 a 2, portando al secondo posto nel girone alle spalle dell’Inghilterra.

In campo e in rete anche il giallorosso Stephan El Shaarawy, subentrato al minuto 76 al posto di Berardi e in gol a fissare il risultato finale. Prima di lui avevano segnato Darmian, Chiesa (doppietta) e Raspadori. E’ subentrato nella ripresa anche Bryan Cristante, in campo al 61′. Solo panchina invece per Mancini. Fischi per Zaniolo al suo ingresso in campo.

Ok anche Evan Ndicka con la Costa d’Avorio: il difensore giallorosso ha disputato tutto il match nella larga vittoria (9-0) dei suoi contro le Seychelles. Novanta minuti da titolare anche per Nicola Zalewski, tornato a giocare con la nazionale maggiore della Polonia nell’1 a 1 contro la Repubblica Ceca.

Giallorossi.net – G. Pinoli

Articolo precedenteMourinho pronto a uscire allo scoperto: dirà pubblicamente di voler restare alla Roma
Articolo successivoAbraham, per il rientro serve tempo: fissata la data del ritorno in campo

28 Commenti

  1. Tanto per dire che nella Roma non giocano proprio scartine e calciatori di scarso spessore. Oppure pensiamo che tutti gli allenatori delle varie nazionali siano degli incompetenti?

    • Si a patto che pero’ El Shaarawi e Zalewsky siano impiegati nel ruolo che piu’ si addice alle loro caratteristiche e non da esterno sinistro tutta fascia come spesso accade con El Shaaravi e sempre con Zalewsky addirittura anche a destra.

      El Shaarawi e’ un esterno offensivo, seconda punta o utilizzabile anche in un attacco a 3 come esterno sinistro a piede invertito, non e’ un caso che Spalletti lo impiega al posto di Chiesa e fa gol mentre Mourinho spesso lo utilizza come quinto di sinistra tuttafascia.

      Zalewsky e’ una mezzala di qualita’ o mezzapunta con centrocampo a 3 o adattabile anche come esterno destro di centrocampo a 4 a sinistra con piede invertito.
      Quando invece Mourinho lo impiega come quinto a sinistra o addirittura come quinto a destra. tuttafascia.

      None che tutti possono fare tutto a certi livelli ognuno ha un ruolo, altrimenti vorrei vedere se anche Mourinho e’ in grado di fare l’allenatore dei portieri, magari e’ anche piu’ bravo di quello che fa adesso.

  2. Differenze?: Con la Macedonia del Nord Mancini ottiene una sconfitta pesantissima che ci esclude dai Mondiali per la seconda volta, Spalletti ottiene una vittoria … Non vi sono paragoni!

    • Se è per questo Mancini ci ha fatto vincere un europeo vincendo con l’Inghilterra, Spalletti nelle qualificazioni le ha prese ben bene dagli inglesi.
      Adesso non è che dobbiamo santificare Spalletti perché ha vinto lo scudetto col Napoli!

    • La differenza l’ ha fatta Chiesa, uno dei pochi giocatori italiani che salta l’ uomo, quell’ europeo siamo andati avanti a suon di calci di rigore, una lotteria in cui abbiamo avuto sempre fortuna, ma comunque finché c’era Spinazzola al 100% con Chiesa e Donnarumma indemoniati avevamo anche un discreto gioco.

    • Visto l’ultimo scandalo, non mi stupirei se un domani saltasse fuori che quella partita se la sono venduta. Le quote erano allettanti e il Match venne affrontato in modo troppo molle e menefreghista!

  3. Indipendentemente dai giocatori a disposizione Spalletti, ancora una volta, si sta dimostrando un grande allenatore!

    • Si ma con l’ Inghilterra non c’è stata gara.
      La differenza la fanno sempre i top di reparto…

  4. Tra l’altro Zalewski migliore in campo ieri.
    Andate a vedere i voti su google e gli highlights.
    Impiegato come mezzala sinistra alta ha seminato il panico, saltando sempre l’uomo.

    • non è vero.

      ha giocato (molto bene) esattamente dove gioca da noi, stesso ruolo stesso modulo, 5′ a sx nel 352.

      il gol della polonia nasce da una sua discesa di 50 metri.

      ❤️🧡💛

    • Ciao @rudy, scusami ma non è così (è una delle poche volte che non sono d’accordo con te).
      Il calcio non è solo “opinioni” ma anche “numeri”.
      Se vedi le heat map (quella di ieri le trovi su tvp) e le confronti con quelle della Roma vedi la differenza.
      Ieri Zalewski ha giocato per i due terzi del tempo nella metà campo avversaria, affondando in continuazione. Questo fa una mezzala avanzata/trequartista. Infatti ha preso palla a centrocampo e ha servito un semi-assist da cui dopo è nato il gol.
      Con la Roma, ad esempio con l’Inter, ha giocato l’80% del tempo da terzino.
      Questa è la differenza, che la parola “quinti” non coglie.
      Comunque, rimango dell’idea che dalla metà campo in poi Zalewski sia devastante (considerando anche la giovane età e i margini di miglioramento). Nella sua metà campo “annaspa” perchè non è un terzino.
      A presto

    • roma&basta

      meglio così allora !

      ho visto solo gli highlights e la formazione iniziale, quindi sicuro che hai ragione te.

      continuo a sperare che giochi più avanti possibile perchè per me, come per tanti di noi lì è davvero “sprecato”.

      ❤️🧡💛

    • Quando lo si fa giocare nel suo ruolo naturale il ragazzo ha un rendimento equilibrato perche sa di poter esprimere le sue qualita’ migliori e cosi vale per El Shaarawi che e’ stato impiegato come terzo attaccante a sinistra che poi e’ il ruolo che a lui piu’ si addice.

      Questo pero’ va spiegato a Mourinho che cintinua a schieare una difesa con tre centrali e cosi facendo costringe El Shaarawi e Zalewsky a giocare da quinti tutta fascia snaturandoli nel ruolo che a loro piu’ si addice.

  5. Roma’, stai sempre a rompe co’ MOURINHO.
    S’è capito, nu te piace, punto.
    Ti potrei rispondere che i giocatori vanno in nazionale perché lo meritano nei club….
    E magari, magari eh, apprendono così tanto da fare la differenza pure nelle loro nazionali!
    Respect per favore per chi la pensa diversamente…
    Buon proseguimento di giornata.
    FORZA ROMA

  6. Mourinho guardasse come vengono impiegati i giocatori della roma in nazionale.

    El sharawy entra non a fare il terzino ma come esterno di attacco, il suo ruolo.

    Zalewsky gioca nella polonia come mezz’ala offensiva, quasi trequartista (suo ruolo naturale) e non come terzino sx o peggio dx.

    Ndicka come difensore in una difesa a quattro.

    Ora non per dire nulla eh, però forse i giocatori vanno valorizzati nei ruoli dove meglio possono fare e non in ruoli dispendiosi dove la qualità è difficile farla uscire o in un gioco dove devi prima rincorrere e poi forse offendere…

    Poi fate voi.

    • Ndicka ha giocato contro le Seychelles e qua si grida al miracolo calcistico della difesa a 4!
      Ce ne vuole di faccia tosta pur di denigrare Mourinho.
      Compa’, la gente mica dorme da piedi 🕶️

    • @lorysan Si, concordo al 100%.
      Poi li svendi a 2 spicci, vanno in mano a chi li valorizza per quello che sono e tra 2 anni li ritrovi su transfermarket a 70 milioni, con rendimenti mostruosi a 23 anni.

  7. Elsha e’sempre entrato a fare il terzino? Sempre sempre?
    Io capisco che dovete trollare, pero’ documentatevi prima.
    Poi la polemica anche se uno segna con nazionale vabbè dai …
    Comunque ci sta un problema come la mettiamo con gli insulti senza ritegno verso i nostri giocatori?
    No perché , se e’colpa di Mourinho che non giocano bene, allora non sono pippe giusto?
    O forse quando giocano nelle varie nazionali, giocano più tranquilli poiché non ci stanno i vari Maresca, Guida, Orsato, che gli scassano il Ca** innervosendoli ad ogni sputo in aria?? E penalizzandoli oltre misura?

  8. Continuo a ripetere che zalevsky non è’ un terzino! È’ un talento ma deve giocare più’ avanti e dietro le punte! Non ha il fisico per contrastare!Basta che non regaliamo anche questo!

  9. Grande Faraone in gol con la nazionale, pure all’Olimpico, erano 8 anni che un giocatore della Roma non segnava all’Olimpico con la nazionale.
    Con Mourinho la cosa che mi ha lasciato più esterefatto è stato vedere addirittura Lukaku fare una giocata da terzino qualche metro più avanti della nostra area di rigore, è successo un paio di volte circa ma così è stato. Questo a proposito del non gioco e dei non schemi oltre a non mettere alcuni giocatori nei loro ruoli naturali.
    El Shaarawy ha semplicemente detto che in nazionale è entrato in campo da attaccante, come seconda punta mentre nella Roma gioca più lontano dalla porta, addirittura è stato impiegato terzino sinistro anche se va detto che lì era una situazione d’emergenza nella quale non si può dare colpa a Mourinho, contro la Real Sociedad la scorsa stagione in EL per segnare ha dovuto fare una corsa pazzesca di ben 88 metri.
    Inoltre, con tali corse forsennate e strappi perché la squadra gioca più dietro anche quando attacca perché attacca con 1 o 2 giocatori invece di riempire la zona offensiva e far trovare i centrocampisti sul pezzo, diversi giocatori rischiano di più gl’infortuni muscolari, Bove al derby ne è l’esempio dopo aver corso tanto, fare quello scatto in area di rigore perché troppo distante da dove si trovava il pallone.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome