Gini c’è, la Roma pure

63
2849

AS ROMA NEWS – La Roma riparte col piede giusto, battendo piuttosto agevolmente la Sampdoria all’Olimpico per tre a zero e restando perfettamente in scia delle milanesi, le squadre che al momento contenderanno ai giallorossi un posto al sole in zona Champions. 

Nonostante il punteggio finale sia piuttosto largo, la squadra di Mourinho ha dovuto faticare più del previsto per sbloccare un match dominato per larghi tratti, ma che era rimasto sullo zero a zero per più di metà partita. La sfortuna, un super Ravaglia e la solita abulicità dell’attaccante di riferimento (Mou stavolta ha preferito Abraham a Belotti) aveva permesso ai doriani di restare attaccati al match fino al minuto 52.

L’espulsione di Murillo, cacciato da Irrati per doppia ammonizione, dà una mazzata definitiva a una Samp che aveva faticato tantissimo ad arginare le offensive giallorosse, guidate da un Wijnaldum finalmente tornato ai suoi livelli: l’olandese è stata l’arma segreta della Roma in chiave offensiva, i cui inserimenti hanno messo a soqquadro la disastrata compagine blucerchiata.

E non è un caso se Gini realizza il gol che sblocca il match, procura il rigore che spegne le velleità doriane ed è costantemente il più pericoloso per tutto il match con un legno colpito e diverse opportunità per segnare. L’altro grande mattatore di ieri è Nemanja Matic, un gigante in mezzo al campo: la sua visione di gioco e i suoi assist sono decisivi nella vittoria sulla Samp.

Una menzione particolare la merita anche Dybala, che ha giocato tutto il match e realizzato con freddezza il rigore che ha chiuso i giochi. L’argentino non è ancora brillantissimo dal punto di vista fisico, ma è l’altro giocatore di questa squadra che fa la differenza in campo. Per il resto c’è ancora tanto da lavorare.

La difesa, tornata a quattro per l’emergenza, ha retto bene: Llorente ha ben impressionato, anche se la forza dell’avversario era esigua. Sulle corsie esterne la qualità non è stata eccelsa, mentre in attacco assistiamo ai soliti problemi di concretezza di Abraham, capace solo di farsi apprezzare per l’espulsione di Murillo, e di Belotti, ancora fermo a zero gol in campionato. E Pellegrini? Generoso, con qualche lampetto, ma ancora ben lontano dall’essere il giocatore decisivo dello scorso anno.

La vittoria di ieri lascia la Roma in piena corsa Champions, con l’Inter raggiunta a quota 50 punti. Ma i risultati di Lazio e Milan non aiutano Mourinho: i rossoneri hanno sbancato a sorpresa il Maradona tornando a più uno, mentre i biancocelesti sono passati sul campo non facile del Monza, e mantengono un vantaggio considerevole a dieci giornate dal termine del campionato.

Al momento dunque sembrano essere proprio le milanesi, con cui la Roma deve ancora giocare gli scontri diretti (entrambi all’Olimpico), le squadre che contenderanno ai giallorossi un posto in Champions in questo mini ciclo di partite. Con i giallorossi che, almeno sulla carta, partono sfavoriti.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteSerie A, il Milan travolge il Napoli (0-4) e sale al terzo posto. La Lazio passa sul campo del Monza. Shomurodov-gol, lo Spezia pareggia
Articolo successivoRocchi incontra Tiago Pinto all’Olimpico: ecco cosa si sono detti

63 Commenti

  1. Meriterebbe secondo me una seppur piccola menzione anche Ola Solbakken, che nei pochi minuti giocati anche stavolta ha fatto vedere qualcosa di buono.

    • per me solbakken a destra (con dybala al centro) e un potenziale titolare, ma dovresti risolvere il “problema” pellegrini …

      e dove lo metti poi ?

      ❤️🧡💛

    • Bravo, oltretutto ha fatto l’ assist per il terzo gol del Faraone…💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺 Quindi Solbakken 3 presenze 1 gol 1 assist…💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • Si accomoda in panca, così come Cristante se Matic è in grado di giocare. Ci sono le categorie di giocatori, e il serbo, Wijanldum e Dybala, se in un accettabile forma, sono di un’altra rispetto ai due italiani.
      Poiché la loro coesistenza toglie il necessario spazio vitale a tutti, occorre fare delle scelte. Pellegrini in questo momento è l’alternativa a Dybala o Wijnaldum, mentre Cristante quella di Matic.
      Sarà interessante vedere quale difesa schiererà Mourinho adesso che torneranno tutti a disposizione. Riproporre i tre “pali” dai piedi ruvidi sarebbe incomprensibile, ora che hai visto, peraltro ammesso pure da lui nel dopo partita, cosa significhi avere lì dietro uno che ti fa uscire la palla in modo veloce e pulito.
      Spero che la sviolinata a Llorente non sia stata solo una carezza propedeutica al suo ritorno in panca.
      Con la difesa a quattro, l’ingresso di Solbakken e lo spostamento in zona centrale di Dybala la squadra si è come stappata, e ha iniziato a sciorinare pennellate di calcio che in due anni si sono viste con una parsimonia estrema.
      Spero che Mourinho non si faccia frenare dalla voglia di attenersi scolasticamente alle sue gerarchie consolidate e mediti profondamente su quello che è l’assetto ideale per fare rendere tutti al meglio.
      I punti da qui alla fine sono tutti pesantissimi e non abbiamo più alcun bonus da giocare.

    • sono tutti ruoli diversi, pellegrini e winaldum giocano nella stessa zona di campo, ma poi alla fine pellegrini gioca sempre dietro .
      cristante gioca mediano e fà un altro ruolo ancora.
      contro la sampdoria la roma ha fatto un gioco molto più offensivo, ma contro altre squadre non so se puoi giocare cosi.
      certo è che Winaldum e Matic sono adesso 2 titolari .
      solbakken può giocare in un attacco a 3 , con elsharawi dall altra parte, oppure fare la mezzala come giocava zaniolo, ma non può sostituire pellergini nel ruolo di centrocampista

    • Concordo con Rudy.
      La partita di ieri ha mostrato che la Roma ha il potenziale per arrivare in CL, ma Mourinho dovrà fare scelte difficili per lo spogliatoio e per la società.
      Ieri non hanno giocato Cristante e Mancini (e non abbiamo avuto scossoni a differenza di quando manca Smalling) ed anche Pellegrini si è accomodato in panchina ed è potuto entrare Solbakken, Dybala è stato più libero e dopo tanto tempo abbiamo vinto di larga misura.
      La domanda è MOU ha la volontà, la forza per fare queste scelte difficili??
      Lo vedremo con la trasferta di Torino (da vincere contro una squadra che ci ha fatto molto soffrire all’andata). Dovrà mettere la squadra titolare.
      Nota a margine ieri con l’ammonizione al via di Abraham poteva essere un’altra giornata no con gli arbitri… bravi i giocatori e Mou a non cadere in trappole e rimanere sul pezzo.
      Questo significa diventare una squadra vincente.

    • Ma infatti, non parlare di solba che in pochi minuti giocati ha fatto due assist è un goal è da puri scemi autolesionisti.. Bah

  2. Forse partivamo sfavoriti ….. ad oggi dopo un bel po’ di giornate abbiamo in pratica gli stessi punti, le dobbiamo rincontrare tutte e due in casa dopo essere stati imbattuti in trasferta, abbiamo le coppe come loro….. forse sono Juve e Atalanta quelle da cui guardarsi maggiormente….

  3. Alcuni tifosi giallorossi, anche in questo forum, avevano già “deciso” che Wijnaldum andava ceduto a fine stagione… Forse sarebbe il caso di esprimere le proprie valutazioni su questo o quel giocatore dopo la conclusione del campionato, per evitare di emettere giudizi affrettati. Parere personale, come sempre.

  4. Un passo alla volta… Questa vittoria era fondamentale e l’abbiamo portata a casa.. C’è ancora tanto da fare, ma meglio essere partiti col piede giusto

  5. 10 partite in Campionato, 5 (spero) in Europa League e noi siamo in corsa…

    Emozionante è dir poco, almeno per me…

    Ciao a tutti 😊.

  6. Perchè i giallororssi partono sfavoriti? Abbiamo Milan e Inter in casa, giochiamo una coppa sicuramente meno impegnativa della Champions, l’Inter sta perdendo con tutti, il Milan subito prima di ieri aveva perso con Udinese e Fiorentina e pareggiato con la Salernitana in casa.
    però noi partiamo sfavoriti. Mah.

    • Gli arbitri regà. Gli ARBITRI. Alle milanesi in Champions le portano in carrozza. Ennamo, su… Roma SFAVORTISSIMA, non sfavorita.

    • Appunto per questo non devi tirar fuori “du metri de petto” PRIMA da entra’ n campo… in un campionato dove TUTTI PRIMA O POI INCIAMPANO, dove il fattore casalingo conta fino a un certo punto, ANDIAMOCI PIANO a dare per finite, questa o quella squadra… e poi.. meno impegnativa de che? ALMENO 5 squadre delle 8 rimaste sono ossi duri, SOPRATTUTTO PER CHI, COME NOI, IMPIEGA IN MEDIA 60 MINUTI per sblocca’ na partita, INDIPENDENTEMENTE dall avversario che fronteggia…. andiamoci piano coi voli pindarici, che noi semo precipitati spesso e volentieri (PURTROPPO 😠) da n metro da terra… ergo, PRIMA VEDERE CAMMELLO…

    • brs, si è visto ieri com’è gli arbitri portano in carrozza le milanesi e tartassano noi! ma un po’ di pudore no? abbiamo giocato con un uomo in più grazie ad un regalo dell’arbitro ( primo giallo inesistente) e niente il problema nostro è e sarà sempre il palazzo.

    • Marzio, si sà che pur di beffeggiare e sminuire sareste disposti a tutto ma prima di sostenere l’equità della classe arbitrale e regolarità del Campionato, fareste bene a leggere le dichiarazioni di Ceferin. Nonostante per voi siano solo frottole, svariate inchieste della Gdf stanno dimostrando il contrario. Negare che non vi sia marciume nel calcio nostrano mi sembra troppo.

    • no no io non nego che la Juve abbia commesso schifezze sotto forma di giochini contabili, ma dire oggi che gli arbitri portano le milanesi fa ridere: l’inda ha perso con la fiore, il Milan ha vinto senza aiuti arbitrali ed oggi, ripeto oggi, l’arbitro ha sbagliato a nostro favore. Puoi negare ciò?

  7. Tenendo comunque conto del livello (scarso) dell’avversario, la partita di ieri ha detto che:
    1) Dybala deve giocare dietro la punta e non largo a destra
    2) Llorente deve giocare
    Lo ha detto anche Mourinho nel post partita.
    Spero che metta in pratica queste sue considerazioni già dalla prossima partita.
    Tra l’altro con Llorente in campo si potrebbe spostare Ibanez quinto a destra risolvendo il problema della lunga assenza di Karsdorp. Tanto Mourinho tornerà alla difesa a 3, quindi…
    Rui
    Mancini Smalling Llorente
    Ibanez Matic Cristante Wijnaldum Elsha
    Dybala
    Solbakken
    Proverei Solbakken centravanti perché Belotti e Abraham nun se ponno guardà. Il gallo corre, si danna l’anima ma non tira mai in porta, Abraham è inadatto a questo tipo di gioco. Lo scorso anno poteva sfruttare i raddoppi degli avversari su Zaniolo che gli liberavano spazi e gli inserimenti di Pellegrini che giocava più avanzato. Quest’anno Zaniolo non c’è più, Pellegrini ha cambiato posizione per far spazio a Dybala e Abraham resta troppo isolato. Solbakken ha fisico, è potente e grintoso, peggio di Belotti e Abraham non credo possa fare.

    • Ibanez 5º a destra non si può leggere. E anche il resto è altamente opinabile. Cmq Llorente è Solbakken sembrano buoni davvero.

    • Ibanez come quinto? Ma dai su, come pensi di pretendere che possa fare l’ala coi piedi che si ritrova?

    • Ibanez ha corsa, te lo dimostra quando viene avanti palla al piede, è veloce, e sa difendere. Potrebbe fare tranquillamente il quinto a destra.
      Tu avresti mai detto, vedendolo giocare in Primavera che Zalewsky potesse fare il quinto avendo giocato sempre esterno alto o trequartista?
      Mancini mediano? Elsha quinto? Bisogna vedere le caratteristiche dei calciatori e sfruttarle al meglio.

  8. c’è pure il cartello che hanno fatto i pecorari i pulcinella è le società fantasma milanesi.
    un paese da 3 mondo.

  9. Mah…. Con noi diventano tutti fenomeni! Il portiere della Samp… Della Cremonese… Del Sassuolo… Del Lecce… Non è che magari sono sclausi i nostri attaccanti? C’è voluta una Samp in 10 ieri per sbloccare la partita! Diciamo che l’importante era fare i 3 punti…

  10. Llorente preso a Gennaio, lo scopriamo il 2 Aprile che è forte, e ci vogliono 4 squalificati incluso il povero Cristante che se non s’appicciava coi laziali a partita finita ieri probabilmente stava allineato e coperto in mezzo alla difesa al posto suo. Altrimenti per vedere Llorente si doveva aspettare ancora, chissà, magari per Roma-Salernitana del 21 Maggio.

    4 squalificati che non sono bastati però per vedere in campo Celik, 36 partite nella nazionale turca, ma non degno di mettere piede in campo nemmeno ieri, anzi si: all’88mo, che altrimenti l’umiliazione non era completa. Il tutto in stile Shomurodov, a proposito, gran gol ieri.

    Ma l’aspetto più imbarazzante di ieri è stata la scenetta di Solbakken rimesso in panca dopo il gol dell’1-0. Pareggi in casa con la penultima in classifica in 10, e decidi di mettere un esterno offensivo per provare a sbloccarla. Poi nel frattempo segniamo e che succede ? Lo fai risedere in panca e via a difendere l’1-0. Che messaggio dai ai tuoi giocatori ? Che ti devi chiudere a difendere anche con la Samp in 10 ? E infatti regolare, pure la Samp in 10 si riaffaccia dalle parti di Patricio e per vedere gli ultimi due gol tocca aspettare la fine della partita, quando appunto è entrato Solbakken.

    Un allenatore in enorme confusione che però fa bellissime conferenze stampa, quelle sono top del top, parla di tutto, dalla religione all’amicizia passando per la filosofia. Un grande.

    • Sop, che dire hai centrato tutti gli aspetti nascosti e indicibili della gestione MOU.
      Che fosse malato di conservatorismo era risaputo ma che fosse peggiorato lo abbiamo scoperto tardi.
      E’ chiaro che Solbakken o Llorente non hanno l’arcano e misterioso appeal di Pelle, che solo Mou vede oppure se vede giusto non riesce a metterlo nella posizione corretta in campo cosi giocano male in due, lui e Dybala.
      Ma tutto questo è nascosto per aver scampato il pericolo dalla temibile Samp.

    • Condivido tutto Sop, ma quest’anno non ci sara lo specchietto per le allodole della Conference League, sia in coppa (eventuale finale con Juventus o Manchester United probabilmente) sia in campionato Mourinho dovrà finalmente dimostrare quanto vale, lui e la sua Roma.

      p.s. Non si accettano alibi.

    • Infatti Mourinho guadagna 12 milioni l’anno e ha vinto 26 trofei.

      Sop molto di più.
      Ma si è ritirato, campa di rendita e dispensa pirle di saggezza sui blog.

    • wtf nell’altro articolo critichi Pellegrini che guadagna 7 milioni lordi e è titolare in Nazionale, come ti permetti di criticarlo ?

  11. finalmente ad Aprile vediamo il centrocampo titolare, così come lo si era pensato la scorsa estate. Un peccato veramente.
    Chissà come sarebbe stata la nostra stagione altrimenti.
    Pellegrini risulta essere un pesce fuor d’acqua, tatticamente, nè centrocampista, nè attaccante.
    Dybala dovrebbe giocare al centro dei tre e non essere esterno destro, vista la sua non brillantezza atletica che sta attraversando in questo momento.

    • pellegrini andrebbe messo nella posizione di Miki,ma prendendo Gini lo hai praticamente chiuso.

  12. Matic e Gini finalmente un centrocampo che gira ed era quello che aveva in mente Mou a inizio anno.
    Llorente ad oggi da piu sicurezze di Ibanez anche solo per una partita.
    Pellegrini deve fare un po di sana e robusta panchina!
    La punta centrale soffre sempre chi metti metti !

  13. Dice che si doveva vincere facile, ma pure con la Cremonese. Ieri la squadra ha fatto il suo, 3 punti, 3 goals, zona chempions riavvicinata. Resta una corsa durissima. La Tamponazio seconda 5 punti sopra nn si può vedere, il Bbilan che ne fa 4 a Napoli, boh… ci sono rimasto, onestamente. Magari è iniziato il solito periodo distruttivo di Spalletti, però in due dei goals fatti ieri dai rossoneri il Napoli era fermo. Nessun giocatore si muoveva.
    La Roma, nei fatti, è impronosticabile. È capace di tutto.
    I cori contro Stankovic sono stati vergognosi.

    Le ragazze invece Sabato hanno ottenuto una vittoria brillante contro il Milan, restando a +8 dalla Juve e guadagnandosi già automaticamente la qualificazione Champions per l’anno prossimo. Tre Fontane sold out, la faccenda mi gasa parecchio.

    • Pollice giù per la frase su stankovic. Ricordati il gestaccio che ci fece quando perdemmo con l’inda nella finale di Coppa Italia.
      Contro certa gente, tutto e più di tutto.

  14. Io direi di continuare con il 4-2-3-1:
    Rui patricio-
    celik(zalewski)- smalling(ibanez)- llorente(mancini)-spinazzola- wuijnaldum(bove)- matic(cristante)- soolbaken(volpato)- dybala(Pellegrini)-
    el shaarawy(cassano)- abrham(belotti). Llorente è più esperto nella difesa a 4 e inserirei in squadra anche cassano dalla primavera.

  15. GRANDISSIMA ROMA ,,,,,, Speravo che Abraham facesse 2 goal contro la Samp,,,, Belotti che nn ha ancora segnato in campionato,,,,, non mi capacito a queste situazioni. IO li porterei a prendere una benedizione buona da qualche Sant’ uomo. Qualche d uno della Lazio ci avrà tirato qualche cattiveria ad inizio anno sui nostri attaccanti. Mamma mia!!!!
    Comunque sempre FOrza Magica Roma.

  16. Abraham l’acquisto peggiore della Roma degli ultimi 40 anni,per rapporto spesa/ingaggio/prestazioni.
    Quando avrà tolto il disturbo,speriamo presto,nessuno si ricorderà di lui.
    Un Mido qualunque,pagato quanto un crack.
    Ora ve ne siete accorti tutti,si?

    • CUCS il sottoscritto ha collezionato pollici versi a go go quando dopo il suo acquisto e anche in seguito ha osato scrivere che la Roma nel passaggio da Dzeko ad Abraham ci aveva perso tecnicamente ed economicamente.
      Apriti cielo! Criticare Pinto e Mou per la sua scelta un reato di lesa maestà quando la maggioranza dava 10 in pagella al mercato ed erigeva statue al GM per averci portato 4 fenomeni assoluti come Rui, Tammy, Eldor e Matias, letteralmente strappati ai più grandi club europei.
      Ma qui c’era pure chi favoleggiava future cessioni a 3 cifre nonostante fosse palese la sua difficoltà pure a stoppare un pallone.
      Detto questo il vero Abraham non è certo l’ectoplasma che si vede ora in campo e che ha perso pure la sua qualità maggiore, che non è certo la tecnica, nè il lavoro oscuro in avanti, ma il fiuto per il goal come dimostrato il primo anno da noi.
      La speranza è che ritrovi un po’ di verve per gli obiettivi che ci restano e per recuperare almeno l’investimento fatto.

  17. Spolliciatemi pure ma io penso che se ieri il centrocampo ha funzionato bene è perchè non c’era Cristante. Cristante e Matic si impicciano. Matic è un gigante e con Georgino funziona egregiamente.

    • Ha funzionato bene perché Matic è più forte di Cristante, a paletti e con tutta la stima che si può avere nei confronti di Bryan.
      Il serbo è giocatore di statura internazionale, ha nelle corde l’ultimo passaggio così come anche andare dritto palla al piede creando superiorità numerica quando è necessario, malgrado la stazza imponente.
      Tutte cose che il buon Bryan può solo sognarsi la notte.

  18. La prova del 9 è il Torino, sennò tutte le parole non servono. io aspetto il risultato di sabato (e poi del giovedì successivo).

  19. Mi dispiace dirlo , ora che Gini incomincia a girare e Matic spadroneggia a centrocampo; le uniche note negative sono Abraham e Pellegrini. Il primo ormai sembra non esserci piu’ con la testa e sbaglia anche le cose piu’ banali. Il secondo,ormai e’ diventato un caso cronico, aleticamente e tecnicamente ; e’ un anno che si trascina per il campo senza costrutto, ma con un contratto da 5 mil.ni , buono solo per calciare corner e qualche punizione; altri, avendo il suo rendimento , ammuffiscono in panca o sono stati venduti. Aldila’ della vittoria spero che Mou risolva il problema , perche ormai , e’ un problema. Forza Roma.

  20. E comunque questa squadra con il 4231 mi sembra si esprima molto meglio, poi certo è importante il lavoro (che ad oggi è molto debole) dei centravanti, ma mi pare che sia tutto più fluido: sovrapposizioni, terzini che fanno i terzi ma che all’occasione spingono e creano superiorità numerica, tutti hanno un posto coerente in campo, il centrocampo è più solido e pure gli esterni, sia alti che bassi, riescono a non uscire dal campo con la lingua di fuori, Pellegrini si esprime meglio dietro la punta, nettamente.
    Insomma, modulo che ripeterei.
    Bravo LLorente, mi è piaciuto, bei piedi, solido. Non mi meraviglierebbe se di tanto in tanto fosse titolare…

  21. Ieri si è dimostrato che si può giocare senza Mancini, Cristante e Pellegrini (dopo la sostituzione): il famigerato trio degli intoccabili. Finalmente Wijnaldum ha rodato e Llorente ha dimostrato quello che vale. Per Mou resta il problema del centravanti.

  22. di certo il problema non è Gini, ma la mancanza di gioco, idee e soprattutto soldi. Il tutto condito dalla totale incapacità di Pinto nel fare il DS, magari come gm andrà meglio non so, ma se penso che abrham è a Roma per mourinho, dybala lo stesso, gini e matic lo stesso ed i risultati sono quelli che sono cmq, la cosa mi fa pensare e mi preoccupa non poco. Penso però che una società, la quale non disponga di grandi budget e soprattutto ha 300 milioni di debiti, debba almeno cercare di sopperire al tutto con un minimo di gioco e magari valorizzare quei quattro smandrappati che abbiamo in rosa e che possano valere qualcosa nel tempo. Sinceramente a parte dybala e zawlesky vedete altro che valga un euro ad oggi? io no è quelli che potrebbero valere non giocano per far spazio a gente come cristante, ad esempio, con la solita scusa dell’esperienza e del posto champions. Ma perché con questa gente e questo gioco senza i 10 gol e 6 assist di dybala oggi di cosa parlerebbero Mourinho e pinto? credo di arbitri! la verità è che si dovrebbe imparare da Giuntoli e capire che a volte nomi e stipendi non fanno il calciatore:” vedi cristante, mancini, ibanez, kardroop, celik, pellegrini, abrham etc etc purtroppo…. speriamo bene. forza Roma sempre.

    • Il gioco può piacere oppure no.. Ma esiste.. La Roma ha una sua identità.. Magari è un identità difensiva.. E di conseguenza non piace..

      Ma se non ci fosse un identità la Roma non si troverebbe ai quarti di Europa League e non sarebbe quarta con 50 punti ad un solo punto dalla terza..

      Abraham, Dybala, Matic, Wijnaldum.. Li ha portati Mourinho.. Ma dimmi chi si è occupato della parte finanziaria?… Perché Mou alla Roma serve a questo.. Convincere giocatori importanti.. Ma se non trovi i giusti compromessi finanziari puoi avere anche Guardiola.. Ma un Dybala non arriva..

      In oltre.. Il gioco dipende dalle caratteristiche dei calciatori.. Se hai calciatori lenti oppure poco tecnici a gestire il centrocampo.. Non puoi di certo fare un calcio veloce e di possesso..

      La Roma ha un problema.. Che viene da gestioni passate.. Poi.. Poteva spendere meglio dei soldi.. Si certo.. Ma i vari Cristante, Mancini, Ibanez, Pellegrini, Karsdorp.. Sono scelte che vengono da lontano..

      Pensare che 3 giocatori ti risolvono i problemi e pura follia.. E un gioco di squadra.. Serve una squadra con caratteristiche adatte ad un certo tipo di gioco.. E se ti mancano delle caratteristiche non puoi giocare in ogni modo..

      Bisognerebbe fare un ragionamento molto più profondo.. Su errori fatti da 5 anni.. E su problemi che abbiamo ancora oggi.. Sulle caratteristiche dei calciatori..

      Il modo di giocare dipende esclusivamente dalle caratteristiche dei calciatori..

      Forza Roma

    • Ma che dici Marco. Loro i ragionamenti li fanno e come, non lo sapevi? Fanno quelli a 360 gradi, che tornano sempre al punto di partenza: Pinto, Mou, Cristante, Mancini, i Friedkins che so’ straccioni. Dai, fai il bravo, Marcu’. 😊😊😊😊😊😊😊

  23. Se proprio dobbiamo giocare a tre dietro proviamo con questo di 3-4-1-2 ruotando i due davanti:
    Rui
    Ibañez Smalling Llorente
    Zalewsky Wijnaldum Matic Spinazzola
    Dybala
    Solbakken /Abraham oppure Belotti/ Elsha

  24. se si gioca a 4 molti problemi vengono risolti….Gini, matic pellegrini ne giovano a giocare a 4 ed anche i ns esterni perchè a dx nn abbiamo nessuno che possa fare il 5° a parte karsdorp ai box e nn è un fenomeno ..così invece si intravedano le capacità del centrocampo che nel modulo con i tre dietro è sistematicamente superato o sulle corsie laterali o dai lanci lunghi anche perchè sempre in affanno fa solo la fase di interdizione.
    solbakken per me nn è una scoperta ottimo giocatore deve solo ambientarsi e soprattutto giocare…cmq fino ad ora in quei pochi minuti che ha giocato ha fatto gol e assit che volete di più…. buono anche llorente.

  25. buon articolo che fotografa la roma del momento e la situazione .. sara’ interessante capire se e quanto potra’ essere di aiuto Solbakken che a me comunque piace molto ..
    Wjinaldum, Matic, Dybala, Smalling, Llorente, Mancini Ibanez, Zalewski, Spinazzola, Cristante, Pellegrini, ElShaarawy .. possono essere una buona base su cui puntare magari completando la squadra ..

  26. Io invece, proverei Mancini terzino destro!!von Smalling, Ibabez e Spinazzola! Gini e Matic a centrocampo, e Pellegrini , Dibala e il Faraone dietro Solbakken!

  27. una piccola nota le nostre giovanili nel derby hanno vinto
    compresa l’under 18
    nota gioiosa la Roma femminile e’ prima e in finale coppaitalia
    arrivare ai quarti è incontrare il barca alla prima volta in champion pur venendo eliminati non. e’ roba da poco tenendo présente che non si aveva grande esperienza

  28. Una cosa e’ certa se alzi la qualita’ individuale messa a servizio della squadra sale il livello delle prestazioni corali ed anche chi e’ meno in condizione o chi a dovuto giocare per forza ne beneficia, quindi non dimentichiamo che fino a ieri Pellegrini, Dybala e Cristante, Mancini, Smalling, Ibanez, Habraham, hanno dovuto tirare la carretta, ora che Matic, Winaldum, Spinazzola Belotti, Solbaken, Lorente stanno dando cio’ che fino a ieri e’ mancato tutto appare piu’ chiaro.(Purtroppo stava crescendo anche Karsdorp che si e’ infortunato) e l’intera squadra ne ha beneficio.
    Ma e ovvio che quando hai un organico completo con il quale lavorare tutto diventa piu’ semplice ed anche chi ha tirato la carretta fino a ieri ne ha beneficio, a me sembra che ieri dopo la gara sia stato chiaro il messaggio di Mourinho, quando dice che il secondo hol viene di conseguenza, e’ proprio grazie al miglioramento individuale di altri calciatori che e’ stato possibile, di certo questo non poteva chiederlo a Zalewsky, Bove, Tahjrovic e Volpato.

    Giorni fa ho postato un messaggio beneaugurante per la qualificazione in Champions, bene ora tutto sembra possibile, ieri era una partita da dentro o fuori e la Roma ha giocato con furore agonistico elrvato, questo voleva Mourinho e questo abbiamo visto ieri.
    Ora tutto e’ possibile, pensiamo solo a noi stessi che roaddoppieremo le forze.
    FORZA ROMA A TUTTI.

    • Amico mio, la pazienza per chi è tifoso è una virtù che ti salva sempre dal dire sciocchezze, ti quoto al 💯 per cento. Ora che dicono della prosopopea sul gioco del pelato? Non aver mai giocato a calcio fa sbandare, senza che te ne accorgi: ovvero le partite fino al novantesimo sono tutte un rebus.
      Ciao JO’
      Forza Roma

  29. Ieri la Roma ha potuto fare un determinato tipo di gioco anche in considerazione dell’avversario.. Che per dirlo chiaramente in fase offensiva era nullo..

    In fase di non possesso il centrocampo era a 3.. Con Gini mezza’ala destra.. Che sostituiva Dybala nel raddoppio sulla fascia.. Matic perno centrale e sul centrosinistra Pellegrini..

    Chi ha fatto un grande lavoro e stato Elsha.. Che in fase di non possesso praticamente diventava un terzino..

    Matic ha fatto una partita da vero top.. Wijnaldum ha dato una scossa con gli inserimenti.. Ma per il lavoro svolto bisogna mettere Elsha tra i migliori in campo..

    Matic ha fatto praticamente due assist.. Il secondo sul rigore procurato da Gini e stato geniale, con una finta ha aperto la difesa avversaria..

    Mentre, quando eravamo in possesso Dybala oppure Pellegrini a turno si abbassavano per smistare palloni..

    Non siamo stati veloci.. Perché la velocità nel gioco la possiamo ricercare solamente sulle fasce (Spina, Elsha, Dybala).. La velocità non è una caratteristica dei nostri centrocampisti.. A parte Gini.. Che ha dei tempi di inserimento perfetti..

    Ma abbiamo coperto bene il campo, ci sono stati più inserimenti.. Ed abbiamo ragionato.. E questo non capita spesso..

    Due paroline le spendo anche su Solbakken.. Il Norvegese se ha giocato 100 minuti in campionato è tanto.. Ed in questi 100 minuti ha fatto un goal.. Ed un assist molto intelligente..

    Mi piacerebbe vedere una partita con Solbakken punta centrale.. E un ala.. Si lo so, ma in carriera ha anche giocato da punta.. Ed ha la fisicità, la velocità, la cattiveria e la voglia che ora servono.. Non so se ha nelle corde la cosa più importante.. Ossia i movimenti, per questo mi piacerebbe vederlo..

    La Roma ieri è stata brava.. La partita è stata preparata bene.. Ma possiamo giocare così anche contro squadre dal potenziale offensivo più importante?

    Onestamente non lo so.. Senza dubbio in fase offensiva ci guadagnamo qualcosa.. Ma contro squadre tecniche perdiamo in fase difensiva..

    Forza Roma

  30. PERSONALMENTE NON SAREI DEL TUTTO SODDISFATTO…

    Dopo 4 mesi e ripeto, QUATTRO MESI mourinho ha scoperto Llorente? Che movimenti elaborati ha fatto ieri per aver aspettate 4 squalificati per giocare?

    Scoprire un giocatore non vuol dire metterlo quando non hai nessuno, ma metterlo perche in allenamento vedi che è meglio di quello titolare.

    Ci voleva un cataclisma per capire che questa squadra poteva giocare TRANQUILLAMENTE con la difesa a 4?

    Solbakken entra e ti fa un assist bellissimo, nel suo ruolo…

    El sharawy messo nel SUO ruolo.

    Quante partite perse o pareggiate per ostinazioni ideologiche di mourinho?

    Dopo oggi SPERO si possa fare un passo in avanti verso la logica e non verso la illogicità che governava le scelte fino all’altro ieri.

    • Problema:
      dal 31 gennaio al 2 aprile, quanti mesi sono passati?
      Risposta di Lorysan: Quattro!

      Vabbè, manco in seconda elementare ahò…

  31. Rui Patricio
    Ibanez Smalling Llorente Spinazzola
    Pellegrini (in forma) Matic Wijnaldum
    SolbaKken El Shaarawy
    Dybala (Falso Nueve)

    (Ibanez terzino destro che forma la difesa a tre in fase offensiva come faceva Rudiger con Spalletti, e all’occorrenza strappa in avanti quando in superiorità numerica difensiva, E Spinazzola libero ti tagliare verso il centro alla Candelà o sovrapporsi ad El Shaarawy, con Dybala Falso nueve sfrutti gli inserimenti di Pelle e Winaldum oltre che liberare la corsia interna ai due attaccanti esterni che hanno gamba e vedono pure bene la porta, Matic regista davanti alla difesa così consuma poco e sfrutta i piedi, il carisma e la visione di gioco) Questa è la Roma che vorrei adesso. Abraham può tornare utile è un vero centravanti che ci può servire le partite in cui c’è bisogno della Boa, ma deve fare battimuro due ore al giorno, ha bisogno di imparare a fare la sponda e andare in profondità perché fermo davanti spalle alla porta è la vittima perfetta di un difensore preparato, ma non è scarso ragazzi, non si fanno 27 goal a caso i mezzi li ha tutti, deve usare più il cervello, corre troppo a vuoto per un attaccante e usa il corpo la metà di quello che potrebbe fare. Forza Roma

  32. Su Wijnaldum, Dybala e Matic qualsiasi commento è superfluo, si parla di 3 autentici top players tra i più forti al mondo nei loro ruoli.
    Piuttosto spenderei qualche parola su chi sembra dimenticato ed invece credo sia forte sul serio e mi riferisco a Solbakken, 1 gol con una partita soltanto giocata da titolare, qualche spezzone o pochi minuti di partita ed in un solo quarto d’ora giocato un grande assist vincente con un pallone perfetto per il Faraone oltre ad aver costretto Augello che poteva essere pericoloso libero di agire davanti, sulla difensiva.
    Sarebbe ora di giocare con Dybala a ridosso di 2 punte, la prima punta (uno tra Abraham e Belotti, abbiamo questi 2) e Solbakken titolarissimo come seconda punta con Pellegrini in panchina come riserva di Dybala.
    In fin dei conti quando c’era il viziato massese mandato in Turchia, era quasi sempre titolare in quella posizione, Solbakken è meglio e quindi giusto che giochi titolare dopo aver rimpiazzato l’ingrato ceduto ai turchi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome