Giudice Sportivo: Mancini entra in diffida, 15mila euro di multa alla Roma

21
506

NOTIZIE ROMA CALCIO – Terminata la dodicesima giornata di campionato, il Giudice Sportivo Gerardo Mastrandrea, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Carlo Moretti, ha comunicato le decisioni assunte.

La Roma ha ricevuto 15mila euro di multaper avere suoi sostenitori, durante la gara, lanciato un petardo oltre a numerosi fumogeni ed oggetti di vario genere nel settore occupato dai sostenitori della squadra avversaria; per avere inoltre, durante la gara, lanciato tre petardi e numerosi fumogeni ed oggetti di vario genere nel recinto di giuoco“.

Per quanto riguarda i calciatori giallorossi, Gianluca Mancini ha ricevuto il quarto cartellino giallo, motivo per cui entra in diffida e alla prossima ammonizione sarà squalificato. Terza sanzione per Romelu Lukaku, seconda per Evan Ndicka e prima per Sardar Azmoun. Prima ammonizione anche per il match analyst Giovanni Cerra.

Articolo precedenteULTIME DA TRIGORIA – Sanches e Pellegrini al lavoro per ritrovare la forma migliore. Assenti i nazionali, in gruppo i Primavera
Articolo successivoDybala fa 30: compleanno con Messi, ma prenota un trofeo con la Roma

21 Commenti

  1. La Roma ha ricevuto 15mila euro di multa “per avere suoi sostenitori, durante la gara, lanciato un petardo oltre a numerosi fumogeni ed oggetti di vario genere nel settore occupato dai sostenitori della squadra avversaria; per avere inoltre, durante la gara, lanciato tre petardi e numerosi fumogeni ed oggetti di vario genere nel recinto di giuoco“.
    Gli ululati per Lukaku e Ndika li ho sentiti solo io ma si sa io so sordo.
    tra un po ce danno multe pere se ci soffiamo il naso , poi dicono che non ce l hanno co noi .

    • Dal comunicato ufficiale sul sito della Serie A:

      Ammenda di € 15.000,00: alla Soc. LAZIO per avere suoi sostenitori, durante la gara, lanciato numerosi fumogeni ed oggetti di vario genere nel settore occupato dai sostenitori della squadra avversaria; per avere inoltre, durante la gara, lanciato numerosi fumogeni ed oggetti di vario genere nel recinto di giuoco; per avere, inoltre, intonato cori beceri nei confronti dei tifosi della squadra avversaria; sanzione atte- nuata ex art. 29, comma 1 lett. b) CGS

      Fa molto riflettere questa sezione commenti sullo spostamento dell’opinione da parte dei media.

  2. Mi piacerebbe tanto controllare i conti de sto mastrandea, sai le sorpresine che salterebbero fuori. Ste sentenze nei nostri confronti puzzano di favoritismi e corruzione lontano un miglio!

    • hai ragione pienamente, purtroppo quando controlli i conti e segui i soldi, poi con un buon lavoro ma manco troppo, trovi i responsabili. Il problema è proprio quello. I responsabili specifici non possono essere scoperti altrimenti cade la Serie A.

      Che schifo.

      Forza Roma sempre e comunque.

    • Attenzione a quello che si dice e ricordati una cosa importante: il giudice sportivo giudica e dà sentenze in base al referto dell’arbitro, degli altri giudici di gara e ai moduli degli ispettori, non spara sentenze a caso ma si deve basare su quelli……….. se hanno scritto una cosa e ne hanno tralasciata un’altra non è colpa sua.
      Forse sarebbe il caso di attenzionare l’operato, l’udito, etc di questi ultimi. Strano che in alcuni stadi non succede mai nulla mentre in altri anche il peto di un delegato viene messo a referto e sui moduli federali.

    • No cara Annarita, oltre a non dover pensare male dobbiamo pure stare zitti, perché secondo i SAGGI, i complotti non esistono e poi facciamo ridere i polli….

  3. apparte che gli oggetti li lanciavano anche dalla Tevere verso il distinto sud ma si vede che vedevano solo quello che lanciavamo noi visto che di multe a loro per gli ululati a Lukaku non sono arrivati, ma di che parliamo, sempre le stesse storie. Forza Roma

  4. e alla Lazio un amico Laziale si aspettava la squalifica del campo per i Buuu a Lukaku e soprattutto x i cori contro gli ebrei, tra l’ altro fumogeni e petardi sono stati reciproci

  5. Ste m**de sempre le multe alla Roma mentre ad altri sch**osi un emerito caxxo, ciruzzo l’ign**ile andava cacciato col rosso diretto o con 2 gialli in pochi secondi e quindi squalificato per la prossima partita, per non parlare degli spalti composti da enc***litici dal 1900 che per quello che fanno se per noi deve esserci una multa di 15.000 €, per loro doveva esserci in più di un’occasione la sconfitta nel derby 0-3 a tavolino e poi la chiusura della mo**ezza nord.

  6. Il Giudice Sportivo ha reso note le decisioni dopo la dodicesima giornata di Serie A. Il caso più importante era quello legato all’espulsione di Olivier Giroud, con l’attaccante che ha rischiato la stangata. Il francese è stato squalificato per due turni dopo il rosso diretto contro il Lecce per aver protestato con il direttore di gara, reo di non aver visto e fischiato un fallo a suo favore.

    Oltre a Giroud, che salterà due gare dopo la sosta delle nazionali, altri cinque calciatori dovranno rimanere in tribuna nel weekend post sosta. Si tratta di de Roon (Atalanta), Faraoni (Verona), Luis Alberto (Lazio), Ramadani (Lecce) e Ranieri (Fiorentina). Tutti e cinque i giocatori sono stati fermati un turno per la quinta ammonizione ricevuta nel corso del campionato.

    Pioggia di multe per le società di Serie A:

    Lazio: 15mila euro
    Roma: 15mila euro
    Lecce: 20mila euro (10mila per il comportamento del presidente)
    Milan: 5mila euro
    Cagliari: 3mila euro
    Napoli: 2mila euro
    Inoltre è arrivata una vera e propria stangata per il Lecce che si ritrova squalificati:

    Andrea Tarozzi (Allenatore in seconda): un turno di squalifica e 5mila euro di multa
    Stefano Trinchera (Dirigente): tre turni di squalifica e 10mila euro di multa
    Sandro Mencucci (Dirigente): squalifica fino al 27 novembre
    Saverio Sticchi Damiani (Presidente): squalifica fino al 4 dicembre

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome