Il discorso di De Rossi alla squadra: “Siamo la Roma, il quinto posto non può bastarci”

47
1824

AS ROMA NEWS – “Siamo ancora al quinto posto e non va bene, perché noi siamo la Roma”. Daniele De Rossi predica calma ai suoi ragazzi, in un discorso tenuto nello spogliatoio dello U-Power dopo la bella vittoria di Monza.

“Il cammino è lungo e non abbiamo fatto niente. Se ci sentissimo appagati commetteremo un grande errore, le parole pronunciate dal tecnico ai suoi calciatori e riportate oggi da diversi giornalisti.

“L’obiettivo resta la Champions, non dobbiamo sentirci già soddisfatti”, ha concluso De Rossi, che non vuole cali di tensioni dalla sua squadra in questa fase delicata della stagione.

La Roma, prima della pausa di marzo, affronterà due partite di Serie A (trasferta di Firenze e Sassuolo in casa) e due di Europa League con il doppio confronto con il Brighton di De Zerbi. L’obiettivo è arrivare ai quarti di finale di coppa e fare più punti possibile in campionato. I cali di concentrazione non sono concessi.

Fonti: Corriere dello Sport / Il Tempo

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteHuijsen, arriva lo “sconto” dopo la decima in giallorosso
Articolo successivo“ON AIR!” – CORSI: “Ora la Roma è una grande squadra”, MORONI: “Domani guferò il Bayern”, CANDELA: “Non firmerei per il pari a Firenze”, PRUZZO: “L’Europa League deve essere un obiettivo”

47 Commenti

    • Noi siamo la ROMA, la stessa frase che ho scritto nell’articolo “A Monza una Roma da Champions” e devo dire che ha portato fortuna. D.D.R. un uomo modesto e concreto di poche parole e molti fatti e ora avanti tutta non poniamoci dei limiti. FORZA MAGICA.

    • La Roma dovrebbe andare in automatico in Champions ogni anno. Dovrebbe far parte di quel circolo ristretto del campionato.
      Migliorare da sesto a quinto posto è da provinciali. Chi lo accetta non è un vero romanista.

    • Ecco bravo… Ricordiamo che c’è parecchia differenza tra chi è Romanista per nascita e chi lo è per contratto

  1. Grande intuito da parte dei Friedkin, con DDR si è rimessa la chiesa al centro del villaggio, mi aspetto il rinnovo per almeno i prossimi 3 anni

    • Ecco perché qui non si risolve mai nulla .. si vincono 3 partite si parla di rinnovo , se ne perdono 3 subito esonero , lasciamolo lavorare e pensiamo partita dopo partita !
      anche con Mourinho volevate il rinnovo per dare un segnale ma fortunatamente i Friedkin so sveji !

    • rinnovo a Mourinho?…mi sa che non hai letto alcuni miei ultimi post riguardo Maurinho e il motivo della scelta dei Friedkin su DDR…ti hanno appena sbrandato? 😂

    • dico che non dobbiamo farci prendere dagli entusiasmi… non so quello che scrivi io parlo conoscendo l’ambiente!
      aspettiamo questo filotto almeno mo arriva il bello

  2. Puntare in alto volando bassi è la modalità giusta per la Roma e per tutto ” l’ambiente ” . Lassamo lavora’ DDR ed il suo staff e, se a fine stagione avranno centrato gli obiettivi qualificazione Champions e, magairi, finale Europa League, allora sarà er momento giusto pe’ fa’ er contratto novo! SFR e SLM

  3. Ieri ho visto Atalanta – Bologna, sono andate entrambe le squadre a velocità folli, uno dei migliori se non il migliore in campo è stato Calafiori, ha corso tutta la partita, da centrale difensivo giocava in fase offensiva come attaccante e centrocampista, mai visto un gioco del genere, rischioso perché fanno uno due tra difensori e si spingono avanti, il portiere anche spesso si spigneva oltre i 30 metri ben fuori l’ aria di rigore e poi hanno tutti giocatori di gamba, il nostro più grande difetto è che abbiamo tutti giocatori con poca corsa, ma con DDR sto vedendo anche gente che corre molto di più. Rimpiango Calafiori perché è diventato un giocatore totale e fortissimo.

    • La cessione di Calafiori è una delle Mourinhate. Tutti sapevano che era il più forte difensore della primavera. Meno male che se ne è andato prima Mou di Pellegrini.

    • I giovani della Roma se li è venduti per un tozzo di pane quel fenomeno alla rovescia di Pinto. Ammettendo pure che Mourinho non lo vedesse, sor Pinto poteva essere di parere diverso e conservare un diritto di recompra sul giocatore. Ma per fare questo bisogna capirne di pallone e questa non è una prerogativa del fu D. G.

  4. tutto bello e grande vittoria, l’unica cosa che non mi quadra e come fanno i giornalai a sape quello che dice DDR dentro lo spogliatoio alla squadra, vanno a intuito come al solito oppure c’hanno la recchia lunga? Forza Roma

    • Non credo che vanno a intuito su queste cose, non è mica il calciomercato, è evidente che qualcuno che sa fa filtrare la notizia

  5. Finché non vedrò il nome Roma sopra a tutte le altre, non sarò appagato…🤷
    Bravo DDR, dobbiamo vincere, sempre..!!!

  6. Bravo, bravissimo, ci hai stupito. Ora vinci se no qui ti fanno a pezzi come Pallotta. Anzi no ti fanno a pezzi anche se vinci. Gonfia la vena e resta in sella più che puoi core de Roma.

  7. Mi fa piacere notare che da De Rossi in giù siamo diventati tutti esigenti.
    Non più di qualche mese fa leggevo che si stava compiendo un miracolo per barcamenarci tra il quinto e il nono posto.
    Qualcosa è cambiato, per fortuna…

  8. Dal “La Roma è una squadretta senza storia” (o giù di lì) a “Siamo la Roma”. Bentornato Daniele.

    Ora facciamo finire la stagione, ma prima o poi i conti con chi ha sostenuto un personaggio simile dovranno essere fatti. E non parlo dei tifosi (anche se un romanista che ha amato chi mostrava in tutti i modi di essersi abbassato a venire qui, non riesco a capirlo), ma di comunicatori, speaker e giornalisti.

    Già ora, chi più chi meno, ha iniziato l’opera di camuffamento. Ma i nomi me li ricordo. Tutti.

  9. Caro Andrea i pignoni sono quelli che in 20 partite fanno 29 punti dando la colpa a arbitri e giocatori senza fare una sana autocritica.

    • Ciao Minem, forse i piagnoni a cui ti riferisci sono i Gasperini ed i Sarri che piangono non avendo vinto nulla; i piagnoni a cui mi riferisco io sono i Conte e i Mou che piangono perché non vogliono mai perdere e, questo, è fondamentale x essere un vincente. Poi che sana autocritica deve fare uno che ha vinto tutto ed è riuscito a vincere anche con noi? Se la facciano gli omuncoli che abbiamo in squadra. Spero tanto in Danielino che possa seguire le orme del suo predecessore. Un saluto sfr

    • Quindi, meglio i Capitan Fracassa che dicono che, no, gli arbitri non ci hanno mai danneggiati, vero?

  10. io faccio autocritica. ho difeso mourinho fino alla morte (con mourinho fino all’inferno) e non ho valutato positivamente la scelta di andare su de rossi, considerati gli innumerevoli cambi di allenatore e il dover sempre ripartire da zero. I risultati non mi hanno dato ragione (per fortuna, non avrei certo goduto a vedere la mia squadra affondare anche dopo l’esonero di mou). ho sbagliato sicuramente e mi ricredo, va benissimo così, annamo avanti e forza Roma sempre. così come ricompaio con il mio nickname di allora, però, adesso prendo nota di tutti i nick degli elogiatori di ddr, perché saranno quelli che domani (magari sotto falso nickname), se le cose dovessero andare male, cominceranno a sparare a zero e a sproloquiare anche contro il dio daniele. perchè questa è la natura di molti di quelli che qui sopra scrivono. e comunque, quelli che godono perché possono cantare vittoria dopo l’esonero di mourinho, ricordino sempre chi ha ridato dignità a questa squadra riportandola alla vittoria e richiamando a Roma i veri campioni.

    • @marica quindi hai segnato bene?

      Controlla bene, però… dovessi sbagliarti. I refusi possono sempre succedere.

      E poi come fai?

    • Marica non devi nessuna scusa.
      L’esonero di Mourinho è stato deciso con tempi e modalità sbagliati dalla società.
      Doveva essere fatto già la scorsa estate se non si credeva più in lui e non lasciarlo a gestire uno spogliatoio che fiutava il cadavere dell’allenatore.
      Hanno preso DDR come lui stesso ha ammesso solo perché di fronte al suo nome lo Stadio non avrebbe contestato (ed erano disposti a puntare su di lui senza avere certezze solo per quello), ma gli (e ci) ha detto cuXo perché si è mostrato un allenatore già pronto.
      Chi tiene le liste (che vita triste che fa) sono dipendenti di Trigoria che stavano a trema’ perché stava venendo giù il castello dopo Mou ed ora rifiatano (ancora per poco perché a fine stagione la società farà i conti con la struttura sovradimensionata e strapagata per i modesti risultati che ha prodotto).

  11. 4 partite largamente alla portata della Roma. Giovedì iniziamo col piede giusto e una bella vittoria contro De Zerbi e i suoi ragazzi. Poi la trasferta difficile a Firenze dove però possiamo fare risultato. il ritorno in terra d’inghilterra dipenderà tutto da come sarà andata giovedì, ovviamente; per questo motivo una vittoria di misura ci metterebbe in grave difficoltà. Contro il Sassuolo vittoria larga! In campionato quindi mi aspetto di restare ancora lì attaccato al Bologna 4° e di staccare un po’ di più gli avversari, prima di cominciare le sfide incrociate con l’alta classifica. 4 Partite, 3 vittorie e un pareggio in Inghilterra, sarebbe un ottimo segnale!

    • Io invece sulla vittoria di misura all’andata ci metterei la firma, stiamo sottovalutando troppo il Brighton, che è una squadra che ha un valore di mercato della rosa molto più alto del nostro.

  12. Se vincessimo a Firenze, approfittando di fatto degli scontri diretti delle altre al 4 e sesto posto, staremmo sulla buonissima strada per arrivare in Champions. Penso che la partita contro la fiorentina sia di fatto per noi molto più importante della doppia sfida col Brighton. Sarebbe una grande iniezione di fiducia ed una prova di forza con le altre avversarie per la Champions. Io ci credo. Forza ragazzi, forza Roma.

  13. a Firenze sarà al limite dell’impossibile.
    e non parlo di forze reali in campo.
    parlo di quelle esterne.
    capisci a me.
    come si è voluto salvaguardare il brand Juventus, così faranno per tutte le strisciate vere e servili stile Lazio e Napoli.
    con un Napoli in via di guarigione, per le altre sarà quasi impossibile stare loro davanti a fine anno.
    dopotutto siamo in ItaGlia. non sottovalutiamo sta cosa.

  14. La roma si è solo ripresa ed è un salute ma adesso viene il difficile perché dobbiamo affrontare parecchi scontri diretti in campionato per andare in Champions, in Europa diventerà sempre più dura perché già dal brighton il turno sarà difficile. Le pecche della squadra sono le stesse ma è cambiato il modo di giocare più congeniale ai calciatori che ha la squadra. Quando però gli avversari diventano più forti il rischio concreto di subire gol è molto alto, va provata qcs per ridurre qst rischio e non è il 352 che evidenzia una squadra che gioca male e non costruisce. Mi piacerebbe vedere smalling titolare con ndicka e uno tra mancini e llorente a destra. Bove più spesso in campo per il dinamismo anche al posto di Cristante. Ma col modo di giocare di DDR meglio mettere sotto gli avversari e CN la qualità che hai sblocchi le partite, perché. A buttarla sulla difensiva nn la vedo bene.Occorre avere testa ma ho fiducia in DDR per quanto visto finora…

  15. Non mi sembra che questi giocatori abbiano richieste da non rifiutare, neanche dall’arabia, quindi forse non erano così scarsi ma non mi sembrano campioni adesso… I conti facciamoli alla fine… Con mou ho fatto due finali europee una bontà è una rubata…. Speriamo di migliorare tutto questo con derossi…

  16. DDR mentalità vincente come l’aveva da giocatore, anche da allenatore. Daje !!!
    Dobbiamo puntare a vincere l’EL ed andare a prendere il Bologna in campionato continuando a tenere le altre che sono dietro di noi sempre più staccate dietro.

  17. L’esonero di Mou non e’ stato un caso, aspettavano la risposta di Daniele perche’ faceva parte della Nazionale visto che a Giugno ci sono gli Europei non voleva mancare alla parola data. Ma se Roma chiama….DDR subito ! Ha avuto tempo sia prima che dopo di studiare ad uno a uno i giocatori alcuni stavano in nazionale altri gia’ li conosceva ed ha preparato questa avventura. I Friedkin avevano deciso l’esonero di Mou alla fine della stagione ma i giocatori hanno fatto muro tutto qui. E’ chiaro che dopo il discorso di Dan i giocatori devono seguire e dare il fritto fino a Maggio, non credete che sia tutta colpa di Mourinho o degli americani o solo dei giocatori tante cose messe insieme. Naturalmente se l’appetito vien mangiando e si va su sulle competizioni…abbiamo 3 mesi da affrontare alla grande noi tifosi dobbiamo tifare sempre perche’ adesso la squadra e’ veramente “forte”. Ah dimenticavo il fuoriuscita di Daniele dalla Nazionale e’ stato istantaneo non vedevano l’ ora che lo “Special One” veniva cacciato !!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome