Il mercato di Friedkin: le priorità sono il ritorno di Smalling e un terzino

70
5439

AS ROMA CALCIOMERCATO – Con Dan Friedkin alla guida della Roma i giornali cominciano già ad occuparsi di mercato, cercando di delineare le prossime strategie del club giallorosso. Stando a quanto racconta oggi “Il Messaggero” (A. Angeloni), il prossimo calciomercato non prevederà voli pindarici.

La Roma ha già preso Pedro a parametro zero su input di Fonseca, l’altro obiettivo primario è quello di provare a riprendere Smalling. Se non sarà possibile venire a patti con lo United, si cambierà obiettivo andando a rintracciare un altro difensore centrale sul mercato.

L’altra priorità sarà un terzino destro, visto che Bruno Peres non offre le giuste garanzie e Zappacosta non è stato trattenuto a Trigoria. La nuova Roma quindi punterà a trattenere i suoi big: resteranno Zaniolo, Dzeko e Pellegrini, ma bisognerà vendere circa 14 giocatori in esubero, abbassando il monte stipendi. Il difficile compito spetterà al prossimo ds, non ancora individuato.

Fonte: Il Messaggero

70 Commenti

  1. Io credo che serva un vero portiere.
    Due terzini, un centrocampista ed un degno sostituto di dezko.
    P.s. inoltre proverei a riportare a casa il ninja , si potrebbe fare uno scambio con cristante? Si lo so qualcuno dira’ che si ubriaca ma non so voi ma la mia idea è che pellegrini e cristante insieme non valgono un nainggolan ubriaco.

    • A me piacerebbe cragno in porta, giovane italiano e forte, proverei a prendere papetti del brescia che mi ha impressionato e che non costerebbe tanto, magari lo lasci titolare in prestito al brescia stesso in serie b, ritenterei con smalling, cristante e pellegrini li venderei, e prenderei un mastino alla radja e un regista dai piedi e visione buona, facendo il centrocampo a 3 puntando su villar e veretout con diawara alternativa. In attacco via kluivert, under se lo vuoi vendere solo all’estero altrimenti me lo tengo volentieri, e lo sforzo lo farei su depay che può fare l’esterno o la prima punta al posto di dzeko. A destra abbiamo carles e zaniolo.

    • Aggiungo che è anche la fase della rottamazione, via i parassiti dalla squadra.

    • via Pau Lopez via Bruno Peres via Under via Kluivert,santon,Fazio,Schick,Fonseca e suo staff,Dentro Smalling,Florenzi,Naingoolan,Belotti,Naci Unuvar,Sirugu o Cragno

  2. Via questo incompetente e presuntuoso allenatore SUBITO!Con questo non vinceremo mai niente Ha il coraggio di dire annata positiva….

    • Quando mesi fa dicevo che sto allenatore fa ride erano solo pollici in giu,,,mo vi si e levato il prosciutto dagli occhi?

  3. Vedendo la partita di ieri il cambio di sole tre pedine è insufficiente.
    La Roma gioca senza portiere, ha bisogno di 2 terzini, uno destro e uno sinistro, 2 difensori centrali, un centrocampista che faccia legna, il solo Veretout non basta, un vice Dzeko.
    PS credo che anche con Smalling e Veretout la Roma avrebbe perso lo stesso.

    • Sì ma forse era meno ridicola con quei 2.

      D’accordo con te, sulle priorità.
      Ne vogliamo pochi, 4/5 non di più, però dei buoni.
      E bisogna far partire almeno 10 giocatori…

    • È come quando ti compri molti vestiti che ti sembrano belli ma poi te li vedi a casa e non vanno bene per te.
      Abbiamo l’armadio pieno di abiti che non mettiamo. E pure costosi. Abbiamo speso un sacco di soldi e non abbiano nulla di buono da indossare, tranne quella vecchia bellissima giacca di cashmere (Edin) che però prima o poi dovremo lasciare.
      Per comprare nuovi abiti dobbiamo svuotare l’armadio. Anche a rischio di regalare.
      Forza Roma sempre.

    • Con Mirante, Smalling e Veretout, se la sarebbe giocata… ricordiamoci che i gol sono pur sempre due regali enormi. Probabilmente sì sarebbe perso ma con dignità. Il Siviglia ieri ha passeggiato

  4. Ancora non capite che a parte Zaniolo tutti vanno cacciati Questi scarsi

    Lo stesso Dzeko per carità ottimo giocatore , ma come fai a programmar il futuro con uno che ha 34 anni e mezzo ? Idem Kolarov che boccheggia ormai pure da difensore centrale

    Diawara a Trigoria è considerato forte ma Ancelotti neanche lo considerava e questo la dice lunga su quanto sia scarso e prevedibile ma ovviamente qua tanti si pensano di capirci di calcio più di Ancelotti , uno che ha vinto 5 champions tra quando era giocatore e da allenatore

    Gli altri sono un accozzaglia di giocatori da Lega Pro come Mancini , Cristante , Pau Lopez , Bruno Peres , Ibanez e da Serie B come Veretout (lottava per la B con Fiorentina oltre ad essere “esploso” abbastanza tardi) , Pellegrini

    Ripeto , via tutti a parte Zaniolo , chiunque arriverà sarà difficile fare peggio di questi scarsi montati

    • veretout ibañes da serie b? poi ancelotti fu quello che mise terzino un certo thiery henry quindi anche lui sbaglia

    • Ancelotti è un grande Mister, non ci sono dubbi…
      Anche se lo vedo un po’ in difficoltà da più anni.
      Gattuso sta facendo molto meglio di lui al Napoli per esempio.
      Come dice andreas “anche lui sbaglia”.

    • Hai detto Ancelotti… Per me c’hai preso. Eh, hai visto mai?… Carletto è in ribasso, ormai, ma è meglio di Fonseca, nettamente meglio per me nonostante la parentesi sfortunata del secondo anno di Napoli, dove peraltro ha pagato anche ammutinamenti dello spogliatoio e poca protezione da parte della società. Forse per ripartire davvero, con un presidente nuovo che ci crede, Carletto oggi come oggi è, sottolineo forse, l’ideale: si accontenterebbe di più di quel che potrebbero fare Conte o Allegri, e potrebbe accettare la scommessa, con una società che lo supporta. E potrebbe rilanciarsi in Italia, in una piazza che ben conosce. Il curriculum, poi, è di tutto rispetto ed anche come ex calciatore della Roma. Spalletti invece è operazione difficile… per tante ragioni; ipotesi tipo Rocca, De Rossi e altri carneadi o debuttanti, preferirei di no. Allenatori emergenti tipo De Zerbi o Juric, invece, rischierebbero di fare la fine di Fonseca in queste condizioni, cioè una minestrina sciapa. Altri nomi fattibili non mi vengono in mente. La questione allenatore resta per me centrale, prima ancora di impostare il mercato, e se non la si risolve bene è ovvio che, alla fine, tanto vale rimanere con Fonseca. Ma il portoghese mi ha deluso, e la partita di ieri la dice lunga. Potendo sostituirlo degnamente, io lo farei entro agosto, così, cotta e mangiata.

  5. Gli acquisti dipenderanno da chi si riuscirà a vendere.
    Stante l’attuale rosa, prestiti inclusi, le maggiori mancanze sono un portiere vero (anche se Mirante potrebbe fare una stagione da titolare) e uno, meglio due, centrocampisti di qualità.

    • Ancora una volta d’accordo,ieri ho scritto che servono 2 centrocampisti,o,almeno 1 ma di grande spessore e personalità.Mirante non può fare una stagione per via dei troppi infortuni. A centrocampo serve un regista che giochi ad 1-2 tocchi ed un altro centrocampista dinamico,se manca Veretout la Roma diventa pachidermica,Pedro non era assolutamente una priorità perchè la palla sulla trequarti ci deve arrivare e ci dovrebbe arrivare con qualità e velocità.Difesa e centrocampo sono le priorità non i giocatori offensivi.

    • Più ci penso e più credo che questa squadra sia in gran parte da costruire,per me non c’è neanche una buona base,al massimo una buona base di riserve. Servono 2 difensori centrali,anche 3 se si continua con la difesa a 3,Cetin sta andando al Verona,Fazio spero torni in Argentina,Juan Jesus è fuori,esterni,con la difesa a 4 servono 2 terzini a destra e 2 a sinistra con quella a 3 ,2 a destra se Florenzi verrà ceduto ed 1 a sinistra se non rinnova Calafiori,2 centrocampisti,1 regista ed un altro tuttocampista dinamico,il solo Veretout non basta,1 vice Dzeko! Però hanno preso Pedro,ma era la priorità?

    • E’ vero. Se l’obiettivo è da quarto posto in su, ci sono due titolari certi, Dzeko e Zaniolo (dubito si trovi subito uno pronto per sostituire il bosniaco) e una serie di buoni panchinari (Mancini. Diawara, Veretout, Spinazzola, Kolarov), più dei giovani ancora da valutare come Villar, Ibanez e Peres.
      Un Pellegrini che attualmente è forse buono per la panca se si accontenta di uno stipendio in linea col rendimento, più Kluivert e Under che però stanno più di là che di qua. Da capire Florenzi. che è cmq tutta la vita migliore di quelli che ci sono adesso. Con un tecnico che lo sappia e voglia utilizzare per le sue qualità lo terrei.
      Il resto è auspicabilmente trasferibile, anche se complicato, perché trattasi in gran parte di catenacci obsoleti e casi clinici patologici con l’aggravante di uno stipendio pesante.
      Se l’obiettivo è più basso, in linea con gli ultimi due anni, allora ne puoi arruolare qualcuno in più tra i titolari.
      Ricordo con un certo buonumore la discussione con un esploratore disperso di qualche giorno fa: un tentativo di confronto tra Diawara-Veretout e Khedira- Matuidi. Al netto dei problemi fisici ormai irrimediabili e dell’età che avanza degli juventini, una cosa veramente divertente.

  6. Ma la smettiamo di definire big uno come Pellegrini? Ma big di cosa? Mi sciorinate il suo palmares a 24 anni compiuti?
    A questo punto mi sembra chiaro che goda di buone entrature tra i media, malgrado non mi sembra abbia un procuratore tra quelli più in vista.
    Per me il discorso è piuttosto semplice: rinnova a parametri in linea col valore dimostrato in questi tre anni. Quindi 2 mln massimo più premi. Oppure via subito.

    • Del tutto d’accordo con te. Può diventare anche un ottimo giocatore, ma prima di pretendere dimostri qualcosa. Ad oggi non lo ha fatto, anzi.

    • UB 40, se stai dando 3 ml a Spinazzola, Veretout, Pau Lopez, Vucinic etc etc poi è difficile spiegare a Pellegrini che si deve accontentare solo di 2 ml.
      Comunque in un centrocampo con Veretout, Villar, Cristante e Diawara ovviamente Lorenzo fa il titolare.
      Con Kevin, DDR, Ninja e Paredes, sarebbe stata panca fissa.
      Tutto è relativo.

    • Dipende caro Vegemite, dipende. Se il modulo dovesse restare questo, per ipotesi con gli stessi giocatori, avresti Diawara- Veretout e Miky-Zaniolo.
      Io poi sono uno che 3 mln a quelli là non li avrei mai dati. Ma questi discorsi lasciano il tempo che trovano, perché altrimenti anche Villar dovrebbe pretendere i 4,5 che prende Pastore. Anzi, tutti quelli che prendono meno di lui dovrebbero farlo.
      In questo momento Pellegrini non vale mai 3 mln. E i contratti, soprattutto al giorno d’oggi, sono fatti per essere continuamente aggiornati. Non sarebbe un problema adeguarlo nel caso dimostrasse ciò che parecchi gli riconoscono, ma che non ha praticamente mai fatto vedere.

    • Su Pellegrini concordo con UB40. Ormai siamo al terzo anno di Roma e, tutto sommato, l’anno migliore e più continuo è stato il primo, con Di Francesco, quando faceva la riserva di Strootman. Poi tante promesse, ma poche mantenute finora, ed anche troppi problemi fisici e infortuni, per la sua età. Caratterialmente è debole, nella migliore delle ipotesi “tiepido”, s’è visto anche ieri quando è entrato. Inoltre cerca ossessivamente la giocata, ma quantitativamente è poca cosa, spesso rallenta il gioco, perde una marea di palloni e sui contrasti è sempre quello che li perde per primo. Per un centrocampista credo che siano pecche non da poco. Inoltre può giocare solo dietro la punta o le punte, ma in mediana e in regia è poca roba, sulle fascie non ne parliamo proprio, quindi ha anche poca duttilità, alla fine. Io lo venderei a peso d’oro (perché mercato lo ha comunque, a mio avviso) o, in caso contrario non lo svenderei: lo metterei comunque sul mercato, però. Ma temo che, se rimane Fonseca, Pellegrini rimane titolarissimo. Gode, poi, di buonissima stampa qui a Roma…

  7. Naturalmente al Messaggero non hanno la minima idea dei progetti di Friedkin (se conferma Fonseca, chi sarà il ds,…ecc.), però già sanno quale sarà il mercato e chi sarà ceduto. Esilarante

  8. Il primo vero acquisto deve essere un allenatore che faccia giocare la squadra e la prepari fisicamente. Ma, soprattutto, che porti etica del lavoro, che manca nella Roma da troppi anni. Ed è inutile illudersi, con tutte le pippe lasciate in eredità dal duo Scemo & più scemo (Pastore, Coric, Nzombie, Palo Lopez, Olsen, Bruno Ceres, Cristante e altri) ci attende una traversata nel deserto per il primo anno. La speranza è di cederne il più possibile e riportare il monte ingaggi alla metà di oggi. A margine del discorso: abbiamo ceduto una sicurezza, Alisson a 70 e speso 30 per il citofono spagnolo e 12 per quello svedese. Tutti, anche chi non ha mai giocato a pallone, sanno che le squadre di calcio iniziano da un grande portiere, ma noi neanche quello. Ma dove volevamo andare?

    • Amico mio, ma tu ti ricordi il recentissimo post del ragioniere in cerca d’autore: “Se tenevi Alisson avrebbe cominciato a farsi passare la palla tra le gambe”? Beh, a parte che i citofonati successori lo hanno fatto comunque pur standoci volentieri a Roma, ecco il risultato: terzo portiere da trovare in tre anni, con gli altri due da piazzare.
      Il pennellone svedese potresti pure farcela, ma il più comico e costoso impiegato del catasto spagnolo sarà molto difficile sbolognarlo senza una sanguinosa minusvalenza e magari pagandogli anche parte dell’ingaggio.
      Ecco servito il prototipo della lungimiranza con la quale siamo passati da una semifinale di CL agli stracci veri nel giro di soli due anni.

    • @UB40 Buffon (che non mi direte che è una p***a) ha il record di gol subiti in Serie A dalla juventus, aveva davanti come difensori Barzagli, Bonucci e Chiellini… ma a centrocampo aveva Melo, Krasic…
      In una squadra che copre come si deve, che corre, che non ha infortunati, sono SICURO che Pau Lopez ti farebbe una buonissima stagione. La pretesa di avere 15 “campioni” è l’assurdo che sento sempre qua… poi vedi l’atalanta che corre e porta in difesa Palomino e Toloi che secondo me rischia anche di poter vincere la CL!
      p.s. ricordo che Alisson è andato a prendere 5M netti a salire… quella cifra alla Roma la prende SOLO Dzeko. Ieri con Alisson al posto di Pau perdevi 1-0… A meno che Alisson non avesse fatto come la prima partita Europea con noi quando pareggiammo perché nei primi minuti fece 2 papere (anche perché la squadra entrò in campo “moscia” in un modo inverosimile sottovalutando l’avversario!).
      Alisson è un fenomeno ed è 100 volte più forte di Pau, MA sono stanco di leggere di “chi non c’è salvatore della patria”… sopratutto di quelli che poi erano in campo nel momento di certe brutte sconfitte!!!
      Non può essere che chi non c’è perché venduto o non è in campo HA SEMPRE RAGIONE ed è SEMPRE il salvatore della Patria!

    • erik, io non ricordo queste due papere di Alisson nell’EL 16/17, ma magari sbaglio io.
      Lo spagnolo ha commesso papere assolutamente gratuite, che con la bontà o meno dei difensori c’entra assolutamente nulla. Riguardo Alisson, vorrei solo ricordarti la prima partita in casa di CL contro l’Atletico, che ci sovrastò nettamente e che uscì solo con un pareggio grazie a tre o quattro chiari miracoli del brasiliano. Punto poi rivelatosi determinante. E gli altri interventi, oltre al miracoloso salvataggio di Brunetto, grazie ai quali tu uscisti battuto solo di misura a Donetsk. E i punti portati in campionato che ti hanno concesso di arrivare terzo.
      Fai un po’ il confronto coi punti portati e tolti dal citofono spagnolo: decisivo in positivo a Bologna e basta. Decisivo in negativo in molte più occasioni, per finire con le perle regalate ieri, con un tiro che parava anche una busta messa a casaccio tra i pali, e uscite degne di un soggetto affetto da labirintite.
      I 5 mln ad Alisson si potevano e dovevano dare. Ma ti dirò di più, non era neanche necessario: perché ad uno che aveva ancora 3 anni di contratto e uno stipendio da 1,5, tu avevi tutti i mezzi per “obbligarlo” a prolungare a 3,5 e dirgli “poi si vedrà”.
      O tu vuoi pareggiare le vette di altri affermando che il brasiliano “avrebbe cominciato a fare papere su papere”? Per sputtanarsi e vedere diminuito il suo valore di mercato?
      Per concludere, nessuno è da solo “il salvatore della Patria”. Ma se tu li vendi regolarmente ogni volta che ne trovi uno, la Patria è destinata a non vedere mai un futuro radioso.

    • Credo che si sia interrotto un percorso di fidelizzazione dei giocatori che a Roma viene pure facile da eseguire. Si tratta di costruire una massa critica di persone che non solo operano per la Roma ma veramente ne vogliono il bene. Faccio un esempio. Mi sembra che Allison sia stato segnalato alla Roma da Zago, che qualcosa ne avrà anche avuto indietro, ma di certo non è andato a contattare/contrattare con Juve o Inter, in virtù di un trascorso di passione a Roma. Su questo, bisogna poi inserire la serietà nel lavoro: lì occorre il peso, specifico e di presenza, del presidente, che al momento opportuno alza la voce e gira la barca che va nella direzione sbagliata. Essendo mancata quest’ultima voce, anche le premesse che si erano create a fatica, sono marcite. Si tratta di politica societaria, che qui non potrà essere di certo fredda, algida come quella della Juve nè di quella delle milanesi. Sabatini aveva fatto un lavoro pazzesco, che non ancora è stato apprezzato a sufficienza, pure su questo sito. E’ stato trattato dall’irriconoscente Pallotta, tra l’altro ignorante del tutto di calcio, come uno steccarolo di settimo livello. Gli ha dato una lezione etica dimettendosi e tacendo pure sulle sue battute inopportune. E bisognerebbe parlare anche dei rapporti con altre società: pure questo aveva cominciato a fare intessendo amicizia, per il tramite di prestiti di giocatori, con Lecce, Latina, Spezia, Crotone, Cagliari, Pescara, lo stesso Sassuolo sebbene molto autonomo, Genoa, in parte il Bologna.

    • no 12 ma 8 per olsen. Tanto per precisare. Che poi sia un cuitifono sono d’accordo. Co palo si comincia sempre da 1-0

    • @@@ Erik
      Buongiorno Erik.
      Ti reputo uno degli utenti più preparati del forum in fatti sportivi, ma su alcuni giocatori hai opinioni veramente discutibili.
      Tipo Cristante al quale riconosco grande professionalità ed intelligenza tattica ma tecnica modesta e soprattutto una lentezza incompatibile col calcio moderno.
      Ora mi difendi pure il portiere, che ritengo quasi più scarso di Olsen.
      Va bene che non ha avuto protezione da un reparto di centrocampo tra i più modesti dell’era americana, ma il fatto di essere stato quasi mai decisivo in positivo nelle sorti delle partite e la sua penosa classifica di clean sheets, testimonia la sua mediocrità.
      Se non è il peggiore della serie A, poco ci manca.

    • L’incertezza di Alisson col viktoria, è anche l’unica che ricordi in tutta la sua carriera giallorossa, che è stata breve ma eccezionale. Lopez fino al lock down era stato un buon portiere, non parliamo dell’elitè europea, ma di un portiere mediamente affidabile si, che aveva anche buone qualità di palleggio, abbastanza valido tra i pali, da migliorare come tempi d’uscita che a volte erano un pò intempestivi, fino ad allora c’era stata la gaffe clamorosa nel derby(quello si), ma per il resto anche 3/4 partite in cui era stato decisivo vedi Genoa, Bologna a Bologna e Genk, per il resto si era mantenuto su livelli sufficenti. Il problema è arrivato dal post lock down, non so se anche a causa dell’infortunio al polso, ma il giocatore ha perso sicurezza non solo tra i pali, ma anche nel palleggio, sbagliando grossolanamente passaggi semplici(quelli si fanno con i piedi il polso centra poco), i tempi delle uscite sono sempre sbagliati anche ieri su j.navas al primo tempo a Ferrara ne ha sbagliate 4 di uscite. Ieri verso il finale gli sfugge un pallone semplice, per fortuna c’era mancini davanti all’attaccante, senza ritornare sul gol di reguillon, perchè se ne è parlato ampimente. È regredito talmente tanto, quasi da sembrare un portiere degli allievi portato in serie A all’improvviso. È inspiegabile questo downgrade così evidente ed è allo stesso tempo un’altro dei tanti errori del tecnico farlo giocare in questo stato di forma a scapito di Mirante.

  9. La priorità è continuità continuità ed ancora continuità !
    Fonseca avrà pure sbagliato tante cose, verissimo, ma vogliamo dirlo che sapevamo che giocava con i trequartisti ed i migliori giovani della rosa sono ali? Diciamo anche che i migliori trequartisti sono stati rotti per la metà del campionato.
    Quindi bisogna preparare la rosa a due moduli, questo e quello preferito dall’allenatore: portiere, Lopez mi è proprio dispiaciuto, non è stato male ma ha avuto un crollo mentale devastante temo irrecuperabile ; centrali, ben venga Smalling, ma al giusto prezzo, serve esperienza per guidare Mancini ed Ibanez; terzini uno che sappia difendere ed uno a tutta fascia (Florenzi?), a sinistra se danno continuità Spinazzola e Kolarov possono lavorare bene, magari con un terzo innesto giovane (Calafiori?); centrocampo, Veretout e Diawara hanno fatto vedere buone cose, confermerei entrambe ora che si conoscono, Cristante lì in mezzo è a volte davvero lento, ma farlo giocare più avanti e Pellegrini rimetterlo in mediana? Ha le qualità per farlo. Insieme a Villar sono completi. Anche nel modulo con due centrocampisti più trequartista. Innesto più forte tipo chi?
    Trequarti Miki, Zaniolo, Pedro (?) Perez, esperienza e potenza e qualità, da confermare. Ali, se si cambia modulo Kluivert e Ünder non sono proprio molto adatti al ruolo, ma forse riuscire ad inculcargli un po’ di intelligenza tattica non sarebbe male.
    Se venduti faremmo un gruzzolo discreto.
    Punta, alla Roma serve un suo Immobile, uno che la butti dentro sempre e comunque, un rapace d’area, Dzeko è un top ma serve un cambio.

  10. Secondo me se non torna Smalling bisognera prendere altri due centrali considerando che l’ Ibanez che ho visto ieri non puo fare il titolare ,e quindi se si cedessero Fazio e JJ, con Cetin al Verona ,rimarrebbe solo Mancini che tra l’altro non mi pare neanche un fenomeno.Quindi bisognerebbe riformare la linea dei centrali,e poi un terzino,,in attesa di sapere comunque quale sara’ il modulo di gioco, e magari pure l’ allenatore che vedo in bilico per la prossima stagione.

  11. FonSEGA allenatore fatto a Londra su scelta baldinese, come sempre come tutto, dalla catastrofe del dopo Sabatini, pulizia della romanità, calo sul piano marketing,ha venduto tutti i giocatori che facevano vendere magliette all estero anche nel deserto dell Oman ( Salah) ci porta cecoslovacchi che la maglietta nun se l accatta manca la madre, decideva tutto lui…per non parlare delle 10/12 voci accavallate dentro Trigoria dove ognuno ficca il naso nelle scelte tecniche invece di stare a palazzo e massacrare i disegantori arbitrali che ogni settimana ce lanciano chili di pecionate ! Via la melma da Roma, c hanno magnato in troppi e non se lo meritano!

    • @”Senza Trofei ma con le Trofie” errare è umano, perseverare dimostra o incompetenza o malafede… “la Cecoslovacchia” come scritto da UB40 non solo non esiste ma non è un entità “geografica”, li ci sono Cechi, Boemio e Slovacchi che per ragioni politiche per UN BREVE PERIODO STORICO, hanno formato una fedrazione, la Cecoslovacchia, che poi si è sciolta. Forza Roma!

    • Anche Shick non è una entità di calciatore, per questo è cecoslovacco…per me non esiste nel mondo del calcio…volevano fa il marketing con Shick, ciaone!

  12. ancora con fonseca ha una squadra de seghe e sopravalutati anzi e gia un miracolo che ha fatto 70 punti allegri non ti viene se hai cristante under kluviert fazio jj pastore lopez peres allegri se ti verra e perche hai uno squadrone cosa che la roma non ha e probabilmente ci vorrano almeno 2 anni di mercato. e poi mancano un mese al inizio del campionato esonerare un allenatore è follia basta guardare l’inter di 3 anni fa che e arrivata 7

  13. Rometta concordo quasi in tutto. X me zaniolo Miki. Smalling se lo riprendono. Ed al max o Diawara o Veretout a centrocampo(solo uno dei 2).il resto o in panca o venduto.se X loro trattenere i big significa tenersi Dzeko e lopellegrini allora siamo arrivati. Anche Mancini mi ha un po deluso sinceramente. Poi magari sotto un altro allenatore mi diventa aldair. Altra cosa da fare appunto… Via anche Fonseca.

  14. certo se i giornalai continuano a scrivere che pellegrini è un big sai quante partite come ieri vedremo ancora pellegrini è un buon giocatore e nulla più e il big per come vedo io il calcio è un altra cosa quindi se rimane pellegrini bene ma io vorrei altri big per vedere la Roma crescere. Forza Roma

  15. L’indegna partita di ieri non è neanche da commentare altrimenti devono mandare via tutti compreso l’autista.
    Dzeko si sarà anche lamentato, ma si è fatto anticipare anche dal massaggiatore del Sevilla.
    Sinceramente tutti da 4. Un pochino più di vita da Perez e Villar, ma ormai era andata.

    Per cui bisogna capire in fretta con che modulo giocare principalmente l’anno prossimo e prendere giocatori funzionali. Se giochiamo con il 4231, servono 2 terzini che sappiano difendere. E Smalling.
    Se manteniamo questo, almeno 1 terzino destro e 1 centrale affidabile. E Smalling
    Dopodichè mi sono arreso con Cristante. Non sarà facile venderlo, ma bisognerebbe provarci,
    magari in uno scambio supervalutato.
    E serve un altro mediano insieme a Veretout, Diawara e Villar.
    Siamo a 3 giocatori + Smalling.
    In avanti la scelta del modulo è fondamentale. Serve comunque un vice Dzeko.
    Se resta Pellegrini (toh, manco quest’anno nessuno ha pagato la clausola, incredibile),
    con Zaniolo, Perez, Mkhytarian e Pedro è inutile pensare ad altri arrivi con questo modulo.
    Se si torna a al 4231, comunque sono 5 giocatori per 3 ruoli.

    Capitolo portiere: Pau Lopez è in crisi. Non era così scarso fino alla pausa, derby escluso.
    Si può recuperare?
    Il problema è che al momento abbiamo 4 portieri (con Olsen e Cardinali).
    Più Fuzato in prestito su cui ci sono aspettative.
    Si può immaginare un altro investimento senza che parta Lopez?

    Per cui 5 giocatori sono assolutamente necessari.
    Scegliendo bene, si può fare.
    Speriamo.

  16. Credo che la nuova proprieta’ dovrebbe prima di tutto investire su un allenatore con le palle per un progetto di minimo 3 anni, l’unico che mi viene in mente e’ Allegri. Per quanto riguarda i gioatori, punterei su molti italiani con esperinza in serie A anche se giovani.

    Per il 4 – 3 – 3 di Allegri vedrei questa squadra:

    Cragno/Mirante

    Mancini – Smalling – Vertonghen – Biraghi
    Cistana – Izzo – Ibanez – Spinazzola

    Zaniolo – Tonali – Castrovilli
    Veretout- Villar – Pellegrini

    Orsolini – Belotti – El Shaarawy
    Perez – Scamacca – Pedro

  17. CRAGNO – MIRANTE

    FLORENZI – HYSAI

    SMALLING – FAZIO

    MANCINI –IBANEZ – KOLAROV

    EMERSON – SPINAZZOLA

    VERETOUT – DIAWARA

    PELLEGRINI – VILLAR

    ZANIOLO – BONAVENTURA

    PEDRO – PEREZ

    MIKHITARIAN – KLUIVERT

    MILIK – DZEKO

    ALL. SPALLETTI

  18. Io prenderei n’didi dal Leicester ottimo centrocampista, e qualche altro innesto sempre dalla premier League. Meglio pochi innesti ma di qualità certa se vogliamo ricostruire dalle ceneri di monchi

  19. Via Juan Jesus Fazio Bruno Peres Perotti Pastore Defrel zonzi golanos Coric Paul Lopez Olsen karsdop kalinic Schick Celar Sadiq via prima possibile Cristante panchinaro da tenere Fuzato Spinazzola Ibanez Florenzi Pellegrini Villar Carles Peres Zaniolo Dzeko Under Kluivert mickitarian Diawara Veretout il ritorno dì Smalling acquistare Tonali un esterno dx e sx in vice Dzeko un PORTIERE è un difensore centrale

    • Aggiornarsi, no?

      Defrel, già del Sassuolo.
      Gonalons, già del Granada.
      Sadiq, già del Partizan.
      Nzonzi, in prestito al Rennes pure l’anno prossimo.
      Kalinic, non nostro quindi tornerà a Madrid sponda Atletico.
      E dimentico forse qualcuno.

  20. Con il facoltoso Friedkin è un’ottima soluzione il ritorno di Smalling.
    Assolutamente da perseverare sul modulo 3-4-2-1,tanto caro ad’Allegri 🙃

  21. Non sanno ninete e parlano.

    E’ tutto inventato.

    Se non si nomina il nuovo ds è solo aria fritta. Nominare il nuovo ds significa anche decidere dell’allenatore. Solo dopo si pensa ai calciatori.

  22. Intanto prima di iniziare cominciamo subito col dire che alla Roma le competenze di settore latitano e quindi prima del mercato mi preoccuperei di prendere un D.G. cin competenze specifiche nel mondo calcio ed io punterei su Umberto Gandini.

    Pou andrei ad ingaggiare un D.S. di provata esperienza che abbia equilibrio e conoscenza di calciatori a livello internazionali, in questo caso punterei ad ingaggiare Sartori, in ultimo sara’ il D.S. a scegliere il futuro allenatore per la ricostruzione di una societa’ oramai allo sbando totale.

    Io personalmente proporrei 2 anni di contratto come direttore tecnico a Ranieri, e come allenatore proporrei per la panchina, Daniele De Rossi, questo almeno per rimettere la barca in navigazione con la certezza di avere riportato un pizzico di romanismo all’interno della societa’ e mi auguro anche un pizzico di entusiasmo.

    Certo che non mi aspetto sfaceli ma il giusto equilibrio per ricollocare la Roma nel ruolo che gli compete, dire che si vincera’ e’ una parola grossa ma dire che questo e’ un buon inizio non e’ una bestemmia.

    Poi mano libera agli addetti ai lavori, sono convinto che in un paio d’anni la Roma possa tornare a primeggiare in italia e in europa e magari vincere qualcosa.

    Poro servira’ tanto equilibrio cosa che e’ venuta a mancare negli ultimi 12 anni.

    SEMPRE FORZA ROMA.

  23. Cragno è un portiere giovane e affidabile. A Veretout affiancherei Fofana e De Paul per un centrocampo tecnico e muscolare. In difesa Smalling e Sema (dell’Udinese). In attacco Cavani. Con le tante cessioni, Pellegrini compreso, è possibile fare questi acquisti. Poi per l’allenatore so che piace a pochi perché le persone serie e preparate non vanno di moda ma io punterei su Donadoni.

  24. A me non interessa nulla della campagna acquisti.
    Vorrei solo un presidente presente e chiaro, una dirigenza che non ci prende per culo ogni 3 x 2, uno staff tecnico trasparente con i tifosi, una squadra con senso di appartenenza.
    Se poi mi ridanno il vecchio stemma ASR, che noi sventoliamo orgogliosi in Sud, posso morire felice.

  25. Non pensavo che il portiere fosse cosí scarso, pagato tantissimo e sopravalutato. Sarebbe statomeglio comprare un portiere italiano. Alla fine Pau Lopez é diventato Bau Lopez perché é proprio un cane di portiere bau, bau!

  26. Cessioni: Pau Lopez, Fazio, Juan Jesus, Santon, Cristante, Kluivert, Perotti, Pastore, Kalinic.

    Datemi Smalling, Umtiti (prestito) Bellerin (prestito) Cragno e abbiamo risolto il problema della difesa.
    A centrocampo, Matic e Alex Chamberlain. Attaccanti: Thauvin o Zyech e Arkadius Milik.

  27. Prima di subito Ds, poi allenatore e tutti e tre insieme portiere, centrocampista e un bomber di razza, oltre al rientro di smalling

  28. Un portiere titolare
    Un centrale di difesa titolare
    Un terzino a destra titolare
    Un mediano DI RUOLO titolare
    Un vice Dzeko
    Questi sono i buchi più pressanti. Poi veramente sarebbe il caso di cambiare 8-9 titolari ma non è possibile.
    Vorrei un nuovo allenatore pure. La partita di ieri è stata oscena. Una prestazione squallida. Sono rimasto deluso e disgustato e ferito.

  29. Sirigu, lyanko, smalling, castagne, klostermann, torreira, fofana, depay o everton, mister x vice dzeko . Cedere : fazio, pastore, cristante, karsdorp, perotti, kluivert , peres , jesus .

  30. Bisogna mettere anche Veretout tra gli incedibili ha delle caratteristiche imprescindibili uno così bisogna tenerlo e un giocatore formidabile buono per qualsiasi modulo e qualsiasi allenatore

  31. Pellegrini è un big? dzeko è un campione ma si avvia ai 35 anni. Kolarov dopo il rinnovo ha smesso di correre. Da conferma, a parte dzeko, sono solo zaniolo mikitharian veretout spinazzola e mancini. Una nuova chances da dare a ibanez villar e perez. il resto tutti vendibili

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome