La Roma di Friedkin: il figlio Ryan verso la presidenza. Via Baldini, contattato Pradè

71
6352

NOTIZIE AS ROMA – Dopo l’eliminazione dall’Europa League, la stagione della Roma è conclusa e il nuovo proprietario, Dan Friedkin, comincerà già da oggi a ristrutturare i vertici del club e cominciare a programmare la stagione, racconta l’edizione odierna de “Il Messaggero” (A. Angeloni).

L’organigramma della società è da rifare: il cda, previsto per ottobre, sarà anticipato. Va scelto il nuovo amministratore delegato: il contratto di Fienga, attuale ceo, è scaduto. Dan Friedkin sta pensando di affidare la presidenza del club a suo figlio Ryan, mentre per il ruolo di direttore sportivo resta in stand by il nome di Burdisso, proposto da Baldini che però è destinato a salutare.

Fabio Paratici è il candidato di lusso, ma ancora non è detto che possa lasciare la Juventus al termine della stagione. Contattato l’ex Daniele Pradè, già direttore sportivo della Roma all’epoca dei Sensi. Il vicepresidente esecutivo Baldissoni ha un accordo fino al giugno 2022, ma anche lui è destinato a salutare, restando solo come consulente per lo stadio. 

Fonte: Il Messaggero

71 Commenti

  1. Fate piazza pulita, dai dirigenti inutili ai giocatori senza p..le e strapagati.
    Un grande biglietto da visita sarebbe paratici ds ed allegri allenatore, ma mi accontenterei anche dei ritorni di sabatini e spalletti.

    • Sabatini? Certo… Così si intasca tutti i soldi belli freschi di Friedkin! Praticamente si rinizierebbe da capo con gli stessi errori commessi da Sparlottolo. E poi, è proprio grazie a Spalletti se ci siamo tolti Sabatini di mezzo. Io mi concentrerei sul Ds, e come scrivi tu Paratici sarebbe buono, ma onestamente, con i soldi in tasca… Richiamerei immediatamente Petrachi. Fiducia a Fonseca per un altro anno mentre piano piano si rifonda la Rosa… Senza bruciare Allenatori su Allenatori… Quando La Rosa sarà competitiva e completa, allora si può pensare ad un Allenatore con i controC… Friedkin non è lo sceicco dei nostri sogni e ne tantomeno Franco Sensi che per la Roma ha dato la vita. Però, penso sia molto (e molto tanto) Più “ricco” del buon Franco Sensi e mezzo cazzaro di Pallotta. Penso che tra 2/3 anni si inizierà a vedere qualcosa di buono e mi auguro che già dalla prossima stagione ci sia da divertirsi… Finalmente.

    • Io, al di là della fattibilita’ o meno di questi nomi, sulle virtù di Paratici non ci metterei la mano sul fuoco. Da quando c’è lui, al posto di Marotta, la Juventus è calata e ha speso vagonate di milioni per calciatori rivelatisi ben al di sotto delle aspettative: pensiamo solo a De Ligt e Rabiot, ma soprattutto al progetto Sarri, che non mi sembra abbia convinto nessuno. La Juventus vista quest’anno è stata davvero brutta, e ha rischiato di perdere lo scudetto con un’Inter e una Lazio tutt’altro che eccezionali, e se c’era una squadra che meritava davvero questa era l’Atalanta. Poi, certo, il parco giocatori complessivo e accumulato negli anni dalla Juventus è talmente superiore a qualsiasi altra squadra, che alla fine il peso sulla bilancia si sente, e la Juventus vince comunque. Ma Paratici resta un DS tutt’altro che fantastico, e proprio per questa ragione. E vorrei vedere a Roma cosa combinerebbe… Anzi, non vorrei vederli affatto, mi sa. Su Sabatini, poi: può stare più o meno simpatico, però che sia uno che capisce di calcio (e di calcio italiano, soprattutto) a me sembra innegabile. Avrà preso Iturbe e qualche altra pippa, ma a fronte di “bazzecole” come Allison, Szcesny, Marquinhos, Pjanic, Salah, Manolas, Ruediger, Naingolann, Strootman, El Sharawy, Perotti (che per due anni, prima di avere problemi fisici evidenti, è stato un ottimo giocatore), Benatia, Paredes, Dzeko, Emerson Palmieri ecc. Insomma, se la Roma di Pallotta ha potuto, in passato, non fare le figure oscene e mediocri che sta invece e facendo da due anni, beh, lo si deve in larga misura a Walter Sabatini. Penso sia giusto riconoscerglielo.

  2. Ma quale Pradè!
    Bisogna ripartire da certezze, guardare i curriculum.
    Sabatini ha fatto mercati per anni potendo contare su budget a zero €.
    Ha fatto nozze coi fichi secchi in molte finestre di mercato, riuscendo soprattutto a VENDERE!!!!
    Di quello abbiamo bisogno.
    Di uno che sappia vendere tutta la zavorra tenendo i migliori.
    E poi serve un’allenatore pragmatico, che badi al sodo, faccia allenare duramente i giocatori e che sia stimato e rispettato dalla squadra: Spalletti.
    Non si può più sbagliare.
    Fonseca ha mostrato limiti troppo evidenti. E

    • Assolutamente!Voglio bene a Pradè,ma non è adatto per quello che serve ora!!!Serve chi sappia scovare il giocatore non ancora esploso o saper capire che un giocatore è forte anche se ha reso male in un’altra squadra! Pradè va sull’usato sicuro (Gomez alla Fiorentina) o su scommesse rotte(Pepito Rossi)o giocatori di Lucci Ironia della sorte la Roma del primo Spalletti,a parte Pizarro e Vucinic (Lucci)l’aveva costruita Baldini 🙂 come la Fiorentina che meritava il quarto posto l’aveva costruita Macia! Come si fa ,se fosse vero,a mettere insieme DS così diversi per modus operandi e capacità?Il problema è sempre quello:Chi è che detta le linee programmatiche? Chi sceglierà il DS ?Fienga? Ne sa quanto me e te,anzi quanto me,credo che tu conosca addetti ai lavori o talent scout che Fienga non sa neanche esistano! Paratici l’ha portato Giuffrida(procuratore)

    • Ma lasciateli perdere. Non sanno nulla e sparano nel mucchio sperando di prenderne uno.
      Se il buongiorno si vede dal mattino, e prendo spunto dalle modalità impeccabili con le quali Friedkin ha condotto le trattative, questa è gente che chiacchiera poco e bada al sodo.
      I tempi per preparare la stagione sono ristrettissimi purtroppo, e il vero passaggio di consegne ci sarà a questa già in corso.
      Continuo a pensare che la situazione migliore, almeno per quest’anno, sarebbe reintegrare Petrachi. Già, spero e credo, ci sarà da trovare un tecnico. Non c’è il tempo materiale per apportare tutti questi cambiamenti epocali da subito, temo.

    • Volevo scrivere Petrachi non Paratici! Prima ancora del DS serve chi sappia scegliere il Ds,sappia valutare l’allenatore e i giocatori,sappia da dove ripartire,ma deve conoscere il calcio e,nella Roma non ci sono!Almeno Baldini all’inizio aveva portato Fenucci e Sabatini adesso chi farà le scelte?Fienga e Baldissoni col calcio non c’entrano nulla!

    • Bisogna riportare la normalità in Società mettendo persone competenti al posto giusto.
      Petrachi meglio di Pradè sicuramente ma se Sabatini fosse libero non ci penserei un minuto.
      Anzi sarebbe il primo acquisto, perché poi lui dovrebbe prendere una decisione sull’allenatore.
      Un’allenatore in grado di valorizzare una rosa che ha negli esterni offensivi (fatti fuori da Fonseca) il suo punto di forza.
      E poi, ripeto, non serve in questo momento uno che sappia acquistare bene, piuttosto uno che sappia vendere bene ed in questo Sabatini è un’asso.
      Come talent scout mi piace Tony D’Amico del Verona mentre Pecini si è da poco riaccasato a Genova nella Samp e quindi è indisponibile.

    • Sono d’accordo purchè Sabatini o chi per lui non sia il fac totum,il DS deve avere un dirigente sopra di lui che lo indirizzi e ponga dei confini,il lavoro da fare è enorme,ma come sta Sabatini?Vedi che ha accettato tutti ruoli da coordinatore dell’area tecnica?Ruolo meno stressante e faticoso! Pecini,secondo me,Fienga non sa neanche chi sia! C’è da sciogliere subito il nodo allenatore,dopo aver cambiato modulo,probabilmente dopo un confronto coni giocatori e dopo la figuraccia di ieri,imi sembra sfiduciato dai giocatori,si rischia di ritrovarsi in crisi dopo poche settimane come successo alla Fiorentina per non aver cambiato in estate

    • Un ruolo fondamentale nelle scelte lo giocheranno Dzeko, Kolarov e Zaniolo.
      Il bosniaco è il giocatore più forte (assieme a Pastore), il serbo è leader e futuro dirigente, l’italiano è la stella emergente.
      Mi risulta che Petrachi si sia bruciato con la squadra e con lo stesso Fonseca.
      Fonseca è stato sfiduciato da Edin e ha un pessimo rapporto con Zaniolo.
      Lascerei perdere sia Petrachi che Fonseca.
      Ora la cosa più ovvia sarebbe prendere un dirigente con competenze sportive alla “Marotta “ il quale sceglierebbe il DS e tutti e due l’allenatore.
      Non c’è tempo per tutto questo cambiamento.
      Io mi butterei sulle poche certezze che questi anni ci hanno dato: Sabatini e Spalletti.
      Sappiamo già cosa possono dare.
      Se si fanno le cose per bene potrebbero essere operativi prima della fine di agosto.

    • Non per cattiveria, però mettiamo un po’ di paletti.
      Sabatini è tuttora sotto contratto. Vogliamo ripetere la storia con Petrachi? Inoltre, accetterebbe di tornare in questa piazza rovente?
      Petrachi stesso, si toglierebbe dai piedi con una sostanziosa buonuscita? O la nuova proprietà lo reintegrerebbe, un po’ per risparmiarsi grane legali, e un po’ per dar un segnale di un certo tipo (sempre che, ovvio, sia intenzionata a darlo).
      Per certi versi, l’arrivo della nuova proprietà giustificherebbe avvicendamenti sulla falsariga dello ‘spoil system’. Però ci sono contratti sostanziosi in corso che non possono essere stracciati da un giorno all’altro senza risentire delle penali.

  3. Nuova proprieta: nuovi dirigenti di fiducia mi sembra normale un cambio generale..tra l’altro parliamo di persone che hanno fallito alla grande in tutti i settori. BALDINI fuori dalle [email protected]@e!!!!!!

  4. Ma davvero sento parlare di spalletti? Lui è stato un esecutore della politica antiromana voluta da Baldini e co umiliando Totti e prendendosi i rimproveri anche da spalti come il San Siro . Abbiamo visto che persona è quindi via

    • Si infatti, fischiato anche dai tifosi della ROMA, quindi da quello che scrivi anche da te, dopo aver fatto 87 punti…. bravo continua a pensa a totti

    • Continuo a pensare, che a parte san siro dove doveva far entrare Totti, spalletti lo ha gestito benissimo il suo addio. L’ultimo anno è entrato a pochi minuti dalla fine togliendoci dal fuoco 3/4 volte e la gente se lo ricorda ancor meglio il Francesco salvatore di quelle partite. L’ultima col genoa poteva farlo giocare dall’inizio? Forse, ma ricordo che ci giocavamo la qualificazione in champions quindi era una scelta difficile che alla fine è andata bene! È stato Spalletti a volere che la carriera di Totti giocatore finisse o Pallotta? Chi non ha voluto rinnovargli il contratto? Diciamo la verità per favore. I fatti personali tra loro due non li conosco, ma a parer mio Spalletti, ripeto, a parte S.siro lo ha gestito benissimo.

    • Poi Spalletti se lo mangia a Fonseca tatticamente. Ti ricordi la rumba data al Napoli delle meraviglie di sarri? Solo con una mossa, mettere Florenzi a tutto campo sulla destra. Le partite vanno preparate e lette a seconda dell’avversario. Che torni spalletti il prossimo anno non ci credo perchè non è nel suo stile lasciare soldi come fece allo zenit che aspettò la fine del contratto da dimesso, così credo farà con l’inter che prende 5 ml per stare a casa quest anno, ma spero che venga richiamato. Non è un vincente? Forse, ma la champions te la porta a casa, i nostri giocatori ieri davanti alla tv hanno “non detto” che Fonseca è inappropriato, se riparti con alcuni giocatori e lo stesso allenatore parti zoppo perchè non c’è fiducia e diventa in problema..

    • Spalletti le sapeva preparare bene le partite, essendo cervellotico (chissà che massa grigia c’ha in quel testone) ci rimurginava per giorni: gli diceva bene. Anche quando fantasticava un nuovo ruolo per qualcuno o un nuovo modulo tattico. Ma sul breve, quando c’è da decidere in fretta, in campo dalla panchina, niente. Gli manca questo passo finale per essere un grande del tutto.

  5. Il tempo stringe, sbrigatevi a riempire tutte le caselle e a prendere una decisione su questo tecnico. C’è da fare una campagna acquisti in base al modulo in campo, un nuovo tecnico potrebbe chiedere la conferma di gente già data x ceduta e chiedere la cessione di altri che invece con fonseca sarebbero rimasti. Finirà con la soluzione più semplice, si andrà avanti con chi c’è già, e i piani saranno quelli già stabiliti

  6. Benvenuto Dan!
    Non voglio farmi troppe illusioni con questa nuova proprietà, perché quando arrivò Pallotta ero convinto di vedere una Roma scudettata in pochi anni e l’arrivo di tanti campioni e purtroppo ne sono rimasto tremendamente deluso.
    Di sicuro mi auguro di vedere tutte le cose che non abbiamo visto fino ad oggi, a partire dalla vicinanza alla squadra ed ai tifosi.
    De buono non ti hanno lasciato nulla, dovrai fare un bel reset e imparare dagli errori commessi.
    In bocca al lupo e daje!!!!

  7. Ieri abbiamo capito gli evidenti limiti della attuale rosa.
    Io sogno il ritorno di Sabatini, ma ho dubbi sulla sua salute.
    Paratici non mi piace, ha sempre lavorato alla rube contando su caterve di soldi e nel ultimo mercato ha buttato un mucchio di soldi per pippe notevoli, non è abituato ad un mercato umano.
    Ci vuole un DS creativo.

  8. Alleggeritosi di 2 zavorre come Baldini e Baldissoni è un Friedkin saldamente al timone del suo tre alberi asRoma, che riprendendo rapidamente velocità si appresta a solcare profondi mari sempre meno inquieti.

    “Ciao ciao”: salutiamo i zavorroni 😆

  9. Assolutamente via anche Fienga, lui e la sua azienda. Poi se Friedkin intende ricostruire un rapporto con i Romanisti Baldissoni non deve avere più nulla a che fare con l’AS Roma.

    • Direi che è meglio che io continui a fare il mio lavoro, in cui sono competente.
      Invece a livello manageriale non lo sono affatto, perciò grossomodo finirei per produrre il medesimo sfacelo dei personaggi in questione. Certo, almeno io sono Romanista e dunque ho il massimo rispetto per i Romanisti, non sono arrogante e spocchioso come lo sono stati questi servi miracolati da ballotta, ma ora ci vuole gente davvero in grado di risollevare la AS Roma distrutta per 10 anni dalla banda ballotti.
      Fiducia in Dan Friedkin, allora.

  10. Stagione finita, cambio di proprietà, elementi sufficienti per una esplosiva mezza estate in cui i treni partiranno a razzo uno dietro l’altro come neanche nella Stazione della Londra di fine anni Sessanta. Non mi stupirei se fra le mille ipotesi spuntassero nomi con una sequela che passa con estrema nonchalance da Picchio De Sisti a Giannini, Mascetti o il nipote di Sabatini, Mexes direttore generale insieme a Paperoga e Johnny Depp, Mimmo Ferretti all’ufficio stampa coadiuvato dalle Tre Marie, Ferrazza, Zucchelli & Rosella, da Marione a Rodolfo Laganà, De Rossi e Peppe er Molazza, Maurizio Mattioli e Alex Ferguson, Allegri e Platinette, – per non dire poi dei calciatori, da Hazard a Cuccovillo in prestito con diritto (e rovescio) di riscatto, il genero di Sven Goran Eriksson e quello di Ilario Ilario, Dybala a mezzi con Lotito, Higuain con Furio Focolari, Mbappè con Gaetano da Sarno, lo zio di Smalling con Poppi calzelunghe……

    • MA TU CHE NE SAI dei treni di Londra fine anni 60′..mhò viecce pure a raccontà che stavi seduto pure li..ahò..nun te bastava la fossa dei…leoni?..eh eh tirollallerolallà..tirolalleroòò

    • se la roma l’avevano presa gli arabi…ti davo ragione e sorridevo con quello che leggo quando scrivi… ma i Friedkin è da ottobre dell’anno scorso che sono dietro questa società…non penso che tirano fuori 600 milioni(solo per l’acquisto dell’as roma) e non si sono posti la domanda a chi la facciamo allenare la squadra oppure chi mettiamo in società per cominciare? oppure non trovato partner per la costruzione dello stadio ( forse vitek lo sanno loro)???…penso davvero che hanno già sentito e contattato chi di dovere aspettiamo e vediamo tra qualche giorno lo sappiamo perche’ davvero il tempo è poco, e il tempo è l’unica cosa che davvero non puoi comprare…mettiamoci in testa che per uscirne fuori serviranno come minimo un paio di anni…de nomi ogniuno dirà er suo come i giornali e come è logico per chi tifa, certo è bello giocare con i sogni che abbiamo ma loro credo che già lo sappiano….buona giornata.

    • Roscio, te lo ripeto per l’ultima volta: quando seguivo la Roma in trasferta tu eri abbonato allo Splendid o al Mercury.

    • Ottimo Stefano63, anch’io penso che chi stava dietro l’AS Roma da quasi un anno e alla fine l’ha comprata non può non avere un’idea d’organigramma. Il disastro lasciato dalla banda ballotti è sotto gli occhi di tutti, un po’di tempo per tornare competitivi ci vorrà perché qui occorre anzitutto recuperare una dignità.
      Io quindi vorrei vedere una crescita progressiva, costante e non troppo lenta (sennò aristamo ai progGgettoni secolari di ballotta e il suo circo di caxxari) cadenzata un po’ sul genere dell’Inter di Suning.

  11. Io faccio il tifoso, nn dico quello che serve è quello che nn serve, nn ho tutta questa convinzione di saperlo, ma una cosa la desidero, VIA il RADICAL CHIC BALDINI DALLA ROMA

  12. Ah mo ve siete accorti de Baldini? e certo, dopo lo scempio…i problemi se devono risolve dall inizio non alla fine quando dopo dieci anni de NULLA mo dite via Baldini via questo via quello…

  13. La prima cosa che ha fatto il nuovo presidente è stata quella di chiamare A. Angeloni e fare le strategie societarie con lui 😄😄😄😄

  14. È chiaro chi subentra poi cambia sempre quasi tutto, Prade anche è un nome che potrebbe essere interessante costruiva ottime Rome a zero euro

  15. Pradé guardate come sta sperperando i soldi di commisso in giocatori inutili. Questo è quello che prima di tutto dovremmo evitare. Paratici secondo me vive dei resti di marotta e non mi convince. Sabatini sarebbe il massimo, però la salute vien prima di tutto e magari non se la sente.

  16. …benvenuti, so che non sarà facile…per il tempo unica cosa che non si può acquistare …e ne servirà tanto, se non lo gettate come purtroppo in passato è stato fatto (comprando e vendendo)… in 2 massimo 3 anni i risultati si vedranno… noi vogliamo!!! trovate i tasselli giusti e CONFERMATELI !!! questo sappiate scegliere un buon allenatore dandogli tempo e giocatori la squadra deve farla con voi, non dargli un puzzle e dirgli comincia perdi 6 mesi!!!…buon lavoro e forza roma, una cosa chiedo perche’ avete scelto la roma …dimostratecelo e ve ne saremo riconoscenti come neanche immaginate partite e fateci vedere.

  17. L’unica certezza è che la Toma va rifondata, partendo dalla classe dirigente sino ad arrivare al comparto tecnico e alla squadra, vero ramo operativo che scende in campo e può determinare il successo nelle stagioni a venire.

  18. Massara sarebbe la soluzione migliore, gran bel DS ma er Milan nun lo molla cor mago Pioli. Prendete chi il calcio lo conosce, Donatelli e Marcello Carli a Trigoria farebbero grandi cose.

  19. Credo che la miglior cosa da fare come tifosi romanisti sia quella di lasciare lavorare in pace la nuova proprietà e dirigenza non partecipando ai soliti balletti mediatici .Tempo ci sarà per valutare con estrema serenità la correttezza delle scelte che verranno effettuate tenendo ben presente le difficoltà che si potranno incontrare in un ambiente quatomeno paranoico come quello giallorosso…

    • Un pò più didascalico er prossimo commento, eh?! Questo t’è uscito fòri poco pedante e un pelo meno saccente…
      Peccato che quello co l’avatar de Indiana Jones nun scriva più, insieme fate na bella coppia de sapientini: “Ninì&Cocò”

  20. Io penso non ci sia il tempo per una rivoluzione, è un anno anomalo.
    Tra meno di un mese inizia il calciomercato, tra due/tre settimane la preparazione,
    tra 5 settimane la serie A.
    La nuova proprietà si insedierà a fine mese.
    Io penso si debba nominare il prima possibile un DS, e per il resto aspettare il prossimo anno.
    Baldissoni al momento non è avvicendabile vista la complessità del dossier stadio.
    Fienga non mi pare stia operando male.
    Baldini è un consulente di Pallotta quindi non c’entra.
    Le altre figure si possono sostituire in qualsiasi momento.

    Anche lato allenatore, penso che Allegri stia aspettando la Juve,
    e Spalletti non rinuncerà all’anno di stipendio con l’Inter.

  21. Allegri come allenatore sarebbe una bella figura ed un segnale importante … Pradè un bel ritorno, persona seria, non mi dispiacerebbe … il DS dev’essere italiano, Sabatini andrebbe bene, ma secondo me Petrachi è una persona quadrata con il calcio nel sangue e con le [email protected]@e, gli darei fiducia e risparmi dei soldi

    • Petrachi te sa dì pure l’arfabeto coi ròtti e sa sòna “Grazie Roma” co l’ascella…so qualità pure queste

  22. Il Messaggero e’ quello dello sceicco finto col tovagliolo in testa ?

    O quello della cordata Sud-Americana che ci portava Cavani ?

    Questi non sanno un caxxo di niente, come i cialtroni delle radio.

    L’unico che ci ha preso con Friedkin e’ quello de Il Tempo.

    Baldini, Pradé, Sabatini, Petrachi : io mi godo la bella giornata di oggi e aspetto notizie ufficiali.

    Il peggio e’ passato, pallotto se ne e’ andato : andrà tutto bene.

    Relax.

  23. Concordo con chi giustamente parla di curriculum di nuovi possibili dirigenti, ma, detto che alcuni cambi e nuovi innesti sono doverosi, non basta avere un bravo dirigente se poi la manovalanza va ognuno per i fatti suoi o rema contro. Guardiamo la nostra storia, dalle frasi di Capello ai topini di Spalletti, guardiamo il fatto che anche una accoppiata come Conte-Marotta al primo anno in una società bacata quanto la nostra non può fare miracoli…Certo, se i dirigenti hanno capacità e manico, le cose possono migliorare, ma se non cambia la filosofia di Trigoria, non arriveremo mai da nessuna parte. Giocatori che non corrono li vediamo da decenni ormai, salvo spezzoni di qualche stagione. A questi nun je va de faticà, in pieno stile società dei magnaccioni, e li puoi far allenare da Satana in persona, ma se ti si mettono contro 3-4 senatori hai finito, comunque ti chiami e qualunque sia il tuo curriculum. Il cambio deve essere prima di tutto di testa, bisogna innestare una cultura del lavoro che manca, la voglia di sacrificarsi e la società deve fare scudo ad allenatore e dirigenti contro ogni velleità di giocatori troppo pagati per quello che rendono. L’ho scritto anche prima, ieri Banega e Jesus Navas (32 e 34 anni) hanno corso come diciottenni, e non è questione di modulo, è questione che le palle se non le hai non è che ti spuntano per miracolo agli ottavi di EL. Guardiamo con attenzione i “pilastri” su cui dovremmo costruire la squadra del futuro e vediamo che atteggiamenti del caxxo hanno già ora non avendo vinto una beata mazza. Con queste teste, con la presunzione di essere arrivati solo perchè hai una città che ti sbava dietro, non vai da nessuna parte. Però quando qualcuno ha provato a prenderli a “sberle” tutti a dare contro a Petrachi e a Fonseca…perchè so’ ragazzi sensibili…
    Quindi ben venga Ryan, ben venga qualsiasi dirigente capace, ma senza un nuovo atteggiamento complessivo io non credo si andrà molto meglio di così

  24. Prendiamo un allenatore serio, affermato e vincente del calibro di mourinho, klopp, allegri (non necessarismente loro) e facciamo un progetto di 5 anni, evitando esoneri nei momenti bui, cercando di ricalcare quello che ha fatto l atalanta con gasperini. Assieme all’allenatore fare mercato non spendendo cifre folli costruendo una rosa di 23 giocatori. Aspettando lo stadio dove tutto cambierá.
    Fonseca non so come giudicarlo, qualcosa di buono si é vista, ma anche molto di negativo, fuori da ogni competizione con demeriti nostri nelle partite importanti, in serie A siamo arrivati 5 mancando la champions. Se lo vogliamo tenere va bene come traghettatore del prossimo anno che sará un anno di transizione, ma non mi sentirei di affidargli un progetto

  25. Io mi aspetto:

    Rayan Friedkin presidente

    Umberto Gandini A.D.

    Giovanni Sartori D.S.

    Massimiliano Allegri allenatore.

    Poi possono pure iniziare i giochi, anzi visto che ci sono vi do pure la mia rosa …che non si realizzera mai.

    Meret, Fuzato, Cardinali.

    Striger Larsen. Calafiiori. Emerson Palmieri. Hickey. Tomiasu. Papetti. Smalling. Ngadeu. Ibanez. Vertogen.

    Rakitic. Allan. Tonali. Diawara. Villar. Zaniolo. De Paul.

    Chiesa. Neres. Raul de Tomas. Milik. Scamacca.

  26. Berta come DS eppoi proverei a fare un tebtativo per Sarri che non mi sembra così sicuro a Torino, ammenochè non vince la champions. Sarri un progetto di 2/3 anni in cui possa tornare ad essere un pò piu se stesso, senza essere ingessato nello stile juve, secondo me lo valuterebbe attentamente. Per una ripartenza di medio alto livello sarebbe l’ideale, altri tecnici come allegri sono inarrivabili, perchè cercano situazioni consolidate, instant team con cui poter vincere da subito(questo onestamente non credo che la Roma glielo possa garantire non prima di 2 anni)oltretutto credo abbia gia qualche accordo verso la premier. Spalletti è un buon tecnico, nulla da eccepire, ma anche basta credo abbia chiuso con Roma, potrebbe anche partire bene, ma poi verrebbero in superficie gli attriti passati che ha con questa piazza. Alle prime difficoltà ritornebbe con le sue interviste da accerchiato da uomo sotto assedio, è più forte di lui non riesce ad assorbire le critiche.

  27. La cosa primaria da fare il prossimo anno sarà porre le basi per costruire una società forte. Che faccia rispettare ad ogni tesserato il ruolo per cui è pagato! Ds ed allenatore per me andrebbero bene anche gli attuali, ovviamente con il reintegro di petrachi. Il problema sempre secondo me in questo periodo è stata proprio la mancanza di una scala gerarchica all’interno della società. (troppi galli a cantà non se fa mai giorno!)
    Forza Roma

  28. Leggo “Spalletti”… ma vi pare pensabile che un allenatore torni per la terza volta (dopo gli show dell’ultima volta, con la proposta dell’inter in tasca a fare lo sbruffone). Solo alla Roma si arriva anche solo a pensarle certe cose. Pradè? E perché?
    Dai, un po’ di nuovo. Un minimo di pazienza. Qualcuno che formi la squadra. Ci vuole attaccamento alla maglia e sudore. Per me via quasi tutti, compreso Dzeko che quando si mangia i goal fatti nessuno gli ha detto niente. Oggi tira mda sull’allenatore. Solo da noi i giocatori fanno e dicono quel caxxo che gli pare. Comincerei dal Gallo e perché no? Cavani. E Bonaventura (Parametro zero, grande professionista e ottimo piede) che tra poco torna all’Atalanta ( chissà perché se è così scarso). Della squadra terrei Mirante, i 2 spagnoli, Ibanez, Zaniolo, Spinazzola, Perotti e Diawara Smalling. Ünder forse se lo riparano a dovere.

  29. Secondo me la Roma prenderà un direttore sportivo. Poi potrebbe anche acquistare dei giocatori e cederne. Vediamo se ci prendo.

  30. Ora però si è capito che Amedeo era anche al Vallo Adriano con l’ultima Legione aahahahahahah ONORE AGLI AVI E AI PENATI ahahhahahhahahha

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome