Totti e De Rossi, ritorno alla Roma con Friedkin? I giornali si dividono

28
2557

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Il passaggio di proprietà da Pallotta a Friedkin sta facendo rimescolare le carte all’interno della società capitolina. Le voci sul nuovo assetto dirigenziale impazzano sui giornali, e molto spesso sono discordanti.

Nelle ultime ore il “Corriere dello Sport” aveva rilanciato subito la possibilità di un ritorno di Francesco Totti come uomo immagine più forte del nuovo club giallorosso. Oggi la notizia viene in parte confermata anche da “Il Messaggero” (A. Angeloni) che racconta come Dan Friedkin e suo figlio Ryan siano pronti a riportare sia lui che De Rossi a Trigoria in un progetto ambizioso.

Di diverso avviso invece la Gazzetta dello Sport (A. Pugliese) che nell’edizione odierna scrive: “Esclusi per il momento i ritorni di Totti e De Rossi”. L’impressione è che sia ancora troppo presto per sapere le reali intenzioni dei nuovi proprietari.

Fonti: Gazzetta dello Sport / Corriere dello Sport / Il Messaggero

28 Commenti

  1. PRES. RYAN FRIEDKIN

    DG FABIO CAPELLO

    DS PETRACHI

    TECNICO: SPALLETTI

    TEAM MANAGER: DE ROSSI

    vedi come volano le madonne a trigoria…

    • Capello, classe 46, un po’ troppo avanti con gli anni per la visione di un club nel 2020.
      Allo Spalletti ter non credo con una nuova proprietà.
      De Rossi penso abbia altre mire che quelle del team manager.
      Resta Petrachi, che sarebbe la soluzione più sensata come DS con il poco tempo a disposizione.
      Tra un mese o poco più si ricomincia.

    • Anche boniek DG potrebbe essere una figura seria e credibile. DS mi piacerebbe Berta dell’atletico Madrid, ma credo sia impossibile. Per l’allenatore, come già detto altre volte, Spalletti con questa rosa avrebbe fatto meglio, ci metto la mano sul fuoco. Detto questo, se non lui, un allenatore che sia estremamente preparato a livello tattico, che sappia dare un gioco e che sappia lavorare sui singoli giocatori.

  2. Ma per carità !
    Lontani, lontanissimi !
    E’ ora di fondare una società seria ed efficente.
    Ora o mai più.

  3. Batigol, sono d’ accordo con il tuo organigramma,sostituirei solo Capello con Lippi, che caratterialmente e’ anche lui un bell’ osso duro nonche campione del mondo. Si era anche parlato comunque di um’ inserimento di kolarov nei quadri dirigenziali,a fine carriera, e sembra che il giocatore abbia accettato,quindi bisogmera vedere se con la nuova presidenza sia un’ offerta ancora valida.

  4. Totti deve essere ambasciatore per il marketing estero, ieri il nipote di mia moglie (Emirati) ha chiesto la maglia ( tra l altro out of stock), piccolo aneddoto, questo per farvi capire quanto sia cercata una figura che ha fatto la storia della Roma ancora adesso.
    De Rossi allenatore di giovani talenti,
    per la squadra A serve gente navigata ed esperta nel settore calcio e non nel settore fastefudde! Grazie

    • È stato Totti stesso a non volerlo: mi sembra fosse proprio quella l’intenzione della Roma, ma lui voleva un ruolo esecutivo.
      Ad oggi che fa il procuratore non credo possa avere anche un ruolo in alcuna squadra.

    • Ora non serve richiamare gente, andava fatto a suo tempo…c’è bisogno di aria fresca e gente di calcio navigata che ha le mani già in pasta con un background vincente…

  5. Beh…in effetti…considerato che abbiamo un allenatore scadente, una squadra da rifondare, una miriade di esuberi e di pippe da cedere…Totti e DDR sono proprio una priorità…
    Forse per i vari D’Ubaldo, Renga, Trani…ma non per la Roma

  6. Non c’è bisogno né di Totti né di De Rossi, non servirebbero a niente, più importante confermare, Zaniolo, Pellegrini, Veretout, Diwara e ci metterei pure Under, inspiegabilmente boicottato da Fonseca, nella Roma post corona virus.
    Ieri una Roma che camminava in campo e un giocatore veloce come Under si guarda la partita in tribuna, dei dubbi sull’allenatore mi vengono

  7. De Rossi tornerà alla Roma quando riterrà sè stesso all’altezza.
    È in assoluto il primo ex che vorrei prima o poi nella Roma.
    Totti ha preso un’altra strada e non essendo interessato ad allenare potrebbe fare solo il dirigente, ma con quali competenze?
    Ma non le vedo come priorità ora.

    • Dirigenti? Sono due sole! Damme retta, meglio Sebino Nela e Giannini

  8. adesso servono solo due cose a trigoria serietà e cultura del lavoro che vedo che ultimamente sono un po sparite da quelle parti poi i giornalai possono divertirsi quanto vogliono a scrivere nomi ma chiunque arriva queste devono essere le priorità. Forza Roma

  9. Totti fa il Procuratore e sta bene lì, DDR potrebbe cominciare dalla Primavera, Direttore Tecnico Boniek, team manager Nela

  10. Totti ha avuto i piedi baciati dalla dea del calcio, ma non ha il carattere e tantomeno le competenze per fare il dirigente. Avrebbe dovuto intraprendere un percorso a cui (legittimamente) non era interessato.
    L’ambasciatore della Roma all’estero sarebbe stata la figura perfetta per lui, ma se non lo voleva fare oh, sta bene dove sta.

  11. Totti non può far l’uomo immagine se non molla di far il procuratore. Ma lo vorrebbe? Forse sì, insieme ad un incarico di consulenza per lo scouting. Non dubito sul suo attaccamento ai nostri colori.
    Certo che se poi arrivasse Spalletti 3 Il Ritorno…

    De Rossi secondo me ha i numeri per allenare, e mi sembra disposto a farsi le ossa. Un passaggio di consegne con il padre non mi troverebbe contrario. Altrimenti, chi meglio di lui attaccherebbe questi giovinotti capricciosi al muro dello spogliatoio?

    Va bè, la conferenza stampa del piffero e il ve faccio arivà decimi… Io l’ascia di guerra sono disposto a seppellirla.

  12. Per me Totti in campo tutta la vita, pure a 60 anni, il calcio è puro divertimento. è lui è la gioia di questo sport. Daje Francè

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome