Il silenzio di Totti, l’unica bandiera per cui non c’è posto

43
900

AS ROMA NEWS – Nell’enorme attenzione mediatica che c’è attorno alla Roma in questi giorni c’è una voce che manca, scrive l’edizione odierna de La Repubblica. Quella dell’ex capitano Francesco Totti che non ha voluto commentare pubblicamente né l’esonero di José Mourinho, né il ritorno in giallorosso dell’amico Daniele De Rossi.

Un silenzio mediatico voluto per non mancare di rispetto al portoghese, con cui ha da sempre un rapporto di grande stima reciproca. Ma allo stesso tempo per l’alta considerazione che ha di De Rossi e non dare l’idea di invadere il campo di quello che ha sempre definito un fratello. Stima per i protagonisti, dispiacere per chi ha preso questa decisione.

Totti c’è rimasto male, inutile girarci attorno. Non certo per non essere stato chiamato come allenatore, lui ha altre ambizioni. Ma per la sensazione di distacco che avverte da parte dei Friedkin. Nessun contatto, nessuna telefonata da quando i proprietari americani sono arrivati a Roma. Quasi fosse una cosa personale. Una percezione diventata certezza martedì.

Divisa tra le vacanze con l’attuale compagna Noemi Bocchi e la causa di divorzio milionaria con Ilary Blasi. Il clamore non piace ai Friedkin. Men che meno se gli argomenti sono Rolex, borse, tradimenti e gossip. Temi che riempiono notiziari al punto da essere diventate persino serie tv. Nonostante l’intoccabilità di una leggenda, la versione attuale del capitano non piace a chi comanda la Roma.

E Totti lo ha capito. Per questo motivo adesso è concentrato nel ritagliarsi un ruolo dirigenziale nel mondo del calcio. Alla Paolo Maldini, per intendersi. L’obiettivo è ben chiaro nella testa dell’ex capitano. Proprio quella figura che manca da troppi anni all’interno della Roma.

Fonte: La Repubblica

Articolo precedenteDE ROSSI: “La chiamata dei Friedkin? Sapevo che poteva succedere qualcosa. La squadra è forte, possiamo risalire. Spero in un Olimpico ancora pieno” (VIDEO)
Articolo successivoDybala alla Roma: voglio stare qui. Insieme almeno fino al 2025, aspetta Friedkin per il rinnovo

43 Commenti

  1. Comincia l’attacco al vetriolo di Repubblica contro il nuovo corso. In quella “redazione” sono abituati ad attaccare Totti e De Rossi e questa era un’occasione troppo ghiotta per non cominciare a seminare zizzania. Fate pena.

    • Però, onestamente, Totti dirigente e De Rossi allenatore potrebbe essere un’accoppiata vincente. Sarebbe una mossa troppo intelligente, perché metteresti SEMPRE i giocatori davanti alle loro responsabilità: nessuno potrebbe contestare la professionalità e la romanistità di Totti e De Rossi, quindi poi le responsabilità si sposterebbero verso la proprietà ed i calciatori.

  2. Solo che per essere un dirigente alla Maldini,bisogna essere preparati come Maldini. Onestamente,con tutto il bene e l’ammirazione per Totti,non so se sarebbe in grado di riscoprire un ruolo cosi’ importante e,per certi versi “scomodo”…

  3. Stavo ragionando su una possibile soluzione che impedisca a Repubblica di pubblicare articoli sull’ASRoma, ma temo che ne esistano solo di autoritarie.
    Non che i repubblichini di repubblica non se le meritino, tuttavia sarebbe deprecabile l’utilizzo di questi sistemi in una democrazia, e quindi il problema rimane.
    Ma se gli operai della Fiat di Ripubblica smettessero di parlare del nulla atomico (tipo questo “articolo”) attorno alla Roma si sarebbe più contenti, ecco.

  4. Ma sta tanto bene a fasse l’affari sua, tanto sta città triturerebbe pure lui. Tornerebbero i Tottiani e gli antitottiani come ci sono stati sempre i Mourinhani e gli anti mourinhani, spallettiani e antispallettiani etc…

    ma poi a fare cosa? Il team manager (me pare sprecato)? Il CEO (non è qualificato)? l’uomo immagine accogli giocatori all’aeroporto (me pare un insulto).

    Su siamo seri, smettete di sta con le lingue attaccate, sempre, volete il bene alla roma

    zizzaniatori!

    • guarda che il Totti normalizzato, e cioe’ fuori dal campo, e’ una figura professionalmente
      inesistente
      Qualche tempo fa qualcuno diceva , e parlo di un suo amico, che dopo i primi entusiasmi s’era già stufato di fare il procuratore sportivo. E’ pigro ed indolente,e’ straviziato ,un monarca in esilio annoiato e triste
      Il mio non e’ un attacco personale piu’ che altro una constatazione

    • un attonito osservatore del tifo romanista

      Leggere quello che scrivi su un forum della Roma e veramente UNA VERGOGNA.

      Cioe un amico di Totti dice che e straviziato, Guarda che Francesco di amici veri ne ha pochi, e nessuno di questi parla in quel modo di lui.

      Altro che straviziato, Totti se voleva fare i suoi comodi restava alla Roma senza fare niente come era ridotto. Alla Roma decideva tutto Baldini vedi quello che ha detto Ranieri. Totti implorava di non prendere Pastore, hanno fatto di testa loro, abbiamo VISTO chi AVEVA ragione.

    • Marco cosa ci sarebbe di male ad essere pigri?..

      Che Francesco sia stato viziato ed anche protetto lo sa tutta Roma.. Non servono gli amici.. Perché è stata Roma a viziarlo, coccolarlo, proteggerlo.. E questo non è un pensiero, ma un fatto..

      La storia di prendere Pastore oppure Ziyeck e ridicola.. Perché tutti avrebbero preso Ziyeck.. E Pastore e stato preso per motivi extracalcistici.. Davvero ancora non si è capito???

      Totti non è un Ds.. Credo che non ha neanche l’abilitazione “credo”.. Ed un Ds deve veramente lavorare giorno e notte.. Specialmente in alcuni periodi..

      Io lo prenderei come osservatore.. Ma a lui basterebbe???.. Non lo possiamo sapere.. Probabilmente no però..

      Perché un nome come quello di Francesco Totti.. Che si offre per un ruolo simile, sarebbe stato cercato da tante società.. Perché anche solo il suo nome conviene averlo dentro..

      E questo non significa mancare di rispetto a Francesco.. Che io amo.. Ma se nessuno lo chiama.. Ci sono altri motivi dietro.. Che noi non conosciamo..

      Anche io all’epoca avrei preso Ziyeck senza neanche pensarci.. Anche spendendo qualche mln in più.. Quindi..??.. Merito di essere chiamato dalla Roma?… Facciamo i Seri.. Servono più e più conoscenze..

      E ripeto.. Io come osservatore lo prenderei anche ora.. Se a lui bastasse questo..

      Forza Roma..

  5. È proprio vero… Chi da veramente “l’anima” per una causa non viene, nella maggior parte dei casi, ne ringraziato, ne rispettato! Capisco ora che il “popolo del tifo” si divide su certi argomenti ma… Vogliamo paragonare a ciò che ha dato Francesco rispetto a Daniele per questa maglia? Totti avrebbe giocato pure con una gamba sola… L’altro in infermeria per un graffio sul dito! Non voglio aggiungere nient’altro… Ognuno può avere la sua opinione…

    • Il nuovo DS sara un’altro straniero scelto dal signor Charles Gould, che di calcio non capisce un tubo.

  6. Richiamiamo in società Totti,Boniek,Giannini,Rizzitelli,Ciccio Graziani, Nela,Righetti,Pruzzo e Voeller…così forse si azzitta “Repubblica”,una volta per tutte.

  7. Non c’è posto perché sarebbe troppo “protagonista”. Totti è troppo idolatrato da molti tifosi, creerebbe problemi in caso di contrasto nelle decisioni. Non si accontenterebbe di ruoli tecnici, è nella sua natura stare al di sopra di tutto e questo potrà farlo solo quando comprerà la Roma

  8. Il motivo è semplice. Totti è meno leccaculo degli altri. Forse ha sbagliato ha non aver tuonato contro la società quando gli anno detto che non gli rinnovavano il contratto e seppur mugugnando ha accettato la decisione come hanno fatto anche i tifosi.

  9. Che avvoltoi, De Rossi è un nuovo dipendente da meno di 48 ore, non 48 giorni, e già abbiamo le prime polemiche sul perché anche Totti non ha un suo ruolo all’interno nella società…

  10. L ho già detto.. al Nord vorrebbero vederci dal quinto posto in giù a gonfiarci il petto che abbiamo le bandiere come Totti e De Rossi, i titoli però li vincono le strisciate. E poi godrebbero a vedere i tifosi divisi tra Tottisti anti Tottisti ecc

  11. A prescindere che quello che scrive repubblica (testata di tutto rispetto quando fu fondata da un certo Eugenio Scalfaro) oggi caduta a livello di giornaletto scandalistico infimo (se non verifichi la veridicità delle notizie prima di pubblicarle quello sei) lascia il tempo che trova, personalmente sta storia di Totti alla Roma come CEO, come presidente, come DS mi ha un pò stufato. Sempre a mio modesto e insignificante parere Totti è stato uno dei più grandi giocatori a livello mondiale, sono orgoglioso che abbia vestito la maglia della Roma per tutta la sua carriera professionale e, almeno per me, resterà uno dei miei capitani. Ma detto questo, io Totti in un ruolo dirigenziale di spessore non ce lo vedo, perdonatemi ma per me è così. Ci sarebbero contrasti a non finire, mi sbaglierò ma questo è ciò che penso.
    ❤️🧡💛SSFR💛🧡❤️

  12. Questo giornale è da sempre contro la Roma e tutto quello che le gira dentro e intorno. Oltre questo articolo, oggi ce n’è anche un’altro che parla dei bilanci in rosso della Roma…
    Repubblica potrebbe chiedere ai suoi proprietari juventini, come si fa a truccarli,, senza essere quasi sanzionati dalla federazione italiana gioco calcio e dall’uefa che gli ha fatto anche il piacere di non giocare la Conference e finalmente, per la gioia di tanti, non solo tifosi, lottare quest’anno per lo scudetto…
    Alla faccia di tutti…. Magari bisognerebbe spiegarlo ai nostri presidenti Americani,

    come funziona il calcio in Europa, visto gli “amici” Gravina e Ceferin….

  13. cari giornalai il problema é solo uno la proprietà parla inglese ,quindi l’interlocutore deve parlare la stessa lingua, non vogliono traduttori (tranne per quello che scrivono i giornalai). De Rossi parla inglese e spagnolo, quindi traete le conclusioni.

  14. Il clamore non piace ai friedkin…
    Infatti ce so arrivato io a ciampino con l’aereo personale con dentro BigRom:
    A repú ma vattelapjandersecchio te e chi de quei 4 gatti che te compra e chi ancora non vota contro la sovvenzione pubblica ai giornali per la legge del diritto di informarmazione

  15. come tutti i romanisti provo anche io un ammirazione sconfinata per Francesco e sarei felicissimo di rivederlo all’interno della societa’ … ma con quale ruolo? magari anello tra squadra e societa’?

  16. Incredibile, proprio ieri parlavamo con i miei e gli dicevo “strano che non è ancora uscito un articolo polemico con Totti ora che De Rossi allena la Roma” e taaac subito Repubblica fa un articolo su di lui 🙂

  17. Eh già, il problema della Roma attuale è il silenzio di Totti! Arguta osservazione filosofica, che apre spiragli di verità a noi poveri tifosi ignoranti, che pensavamo il problema fosse la rosa scarsa e perennemente acciaccata.
    Anche oggi ho imparato qualcosa di nuovo! Grazie Repubblica.

  18. A parte il fatto che Totti non potrebbe Allenare, ma comunque a me personalmente non me ne frega niente de quello che pensa lui o qualsiasi ex giocatore . A me interessa che sti peracottari cacciano i soldi e comprano i giocatori forti

  19. TOTTI? il più forte calciatore della storia della Roma e tra i più forti d’Italia di sempre, ma a parte il calciatore che altro sa fare? Non mi sembra che, pubblicità e uomo immagine per il mondo a parte, sappia fare altro. Se si accontenta di essere l’uomo immagine della Roma per me lo prendono pure, ma se vuole fare il dirigente prima deve dimostrare di saperlo fare e fin’ora non ha dimostrato nulla e ormai a smesso di giocare da qualche anno. Anche De Rossi al momento non ha dimostrato nulla ma perlomeno ha studiato e ha superato gli esami e poi, diciamoci la verità ,sono sempre stati due teste diverse.

  20. Io non capisco una cosa, perché Totti dovrebbe fare il dirigente? a cosa ci serve scusate? solo perché è stato un grande giocatore? a noi serve una persona che conosce il palazzo che si fa rispettare e che fa rispettare la Roma , un dirigente che collega società , allenatore , DS , lega calcio e i vertici UEFA , insomma una persona che ci rappresenta veramente …Totti che farebbe? non sa neanche mettere 3 parole in fila ….

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome