In cinquecento per l’ultimo saluto a Mandolesi

5
285

NOTIZIE AS ROMACommozione e affetto ieri matti­na nella Capitale per l’ultimo salu­to a un’icona del giornalismo radio­fonico e televisivo romano come Alberto Mandolesi.

Oltre cinquecento i presenti alla Basilica del Sa­cro Cuore Immacolato di Maria in Piazza Euclide, tra tifosi, sportivi e personaggi dello spettacolo. Fumo­geni giallorossi e qualche striscione dei gruppi storici della Tevere, poi i cori all’uscita del feretro.

Per l’addio alla voce storica delle parti­te della Roma, scomparso domeni­ca all’età di 76 anni, presenti alcuni ex giallorossi come Sebino Nela e Angelo Di Livio, oltre ad ex giocato­ri della Lazio. Mentre in rappresen­tanza del club la delegazione dell’ufficio stampa composta da Lu­ca Pietrafesa e Gianni Castaldi.

Tra i volti noti anche il cantante Renato Zero che ha voluto omaggiare Man­dolesi. Al termine della funzione i tifosi della Sud hanno intonato cori del Cucs per salutare Alberto.

Fonte: Il Tempo

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteULTIME DA TRIGORIA – Smalling in gruppo, ok per il Feyenoord. De Rossi domani in conferenza stampa con Svilar (VIDEO)
Articolo successivoScatta l’ora di Baldanzi: De Rossi ha deciso, giocherà con Dybala

5 Commenti

  1. Eolo Capacci,Massimo Ruggeri e adesso Alberto Mandolesi. Con loro se n’è andato per sempre lo stile pacato e gentile di raccontare la Roma.
    Rimane quello urlato e cacofonico.

  2. Alberto ha meritato al 100% un saluto così affettuoso da parte dei tifosi giallorossi. Ho avuto il piacere di conoscerlo e di parlarci più di una volta tantissimi anni fa per motivi di lavoro, e posso confermare che, oltre a essere un grande e sincero romanista, era anche una persona simpaticissima, cordiale, semplice.
    Ciao Alberto, riposa in pace.

  3. Ho avuto la fortuna di crescere con le sue radiocronache e di averlo incontrato di persona ad un evento che riguardava la Roma.
    Ciao Grande Alberto !!! R.I.P. !!! Quanto mi mancheranno quelle radiocronache anche divertenti, mi ricordo quando Andrade lo chiamava Andraci, poi sulle parate di Cervone………. E tante altre cose che però pur solamente ascoltando la partita alla radiolina era come starla a vedere in tv oppure allo stadio per via di quelle accurate descrizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome