In estate la rivoluzione: in entrata giocatori meno famosi ma più integri. Rischia Pellegrini

64
1359

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Se a gennaio sono probabili i primi tagli, in estate è attesa una vera e propria rivoluzione dentro la Roma. Le idee sembrano essere chiare, così come la direzione da prendere, rivela l’edizione odierna di Leggo.

Il cambio di rotta sarà rappresentato dall’addio a profili di calciatori più blasonati ma su cui ci sono dubbi sulle condizioni fisiche per puntare su giocatore meno noti ma più giovani e soprattutto integri. Se questa rivoluzione sarà affidata a Tiago Pinto o a un altro ds ancora non è dato saperlo.

D sicuro un ruolo importante lo avrà il settore giovanile, con Mourinho (o chi per lui) che andrà ad attingere ancora più a piene mani dalla Primavera: i vari Pisilli, Cherubini, Joao Costa e Pagano avranno più spazio. A gennaio rischiano Smalling, Spinazzola e Renato Sanches, ma a fine stagione a rischiare il posto saranno anche Belotti, Celik e Aouar. Ma anche capitan Pellegrini non è più sicuro di restare.

L’altro aspetto da capire, aggiunge il Corriere dello Sport, è se sarà poi possibile ridiscutere con la Uefa un nuovo settlement agreement che non limiti in maniera drastica l’intenzione del club di crescere. L’aumento dei ricavi del club nell’ultimo bilancio è un segnale importante dalla volontà della proprietà di essere sempre più sostenibile. Tuttavia per fare uno step in più, quindi crescere anche economicamente, servirà aumentare i fondi a disposizione per il mercato. 

Fonti: Leggo / Corriere dello Sport

Articolo precedenteA gennaio i primi tagli: Smalling e Spinazzola verso l’Arabia, Sanches può tornare al PSG
Articolo successivoLa Roma spiazza Mou. Gelo Friedkin: prima i risultati

64 Commenti

  1. Saro’ onesto…..Forse l’unico che non lascerei andare è Celik e lo lascerei per la panchina. Se non altro si rompe difficilmentei…..

    • Belotti, Celik e Pellegrini devono rimanere per motivi diversi.
      Belotti non è così scarso, è forte. Quest’anno ha segnato diversi goal, poi è normale che perda un po’ di forma, visto che non lo fanno mai giocare.
      Celik è un onesto terzino da difesa a 4, a me non dispiace. Detto ciò, riscatterei Kristensen. E farei partire Karsdorp.
      Pellegrini è il capitano, va messo trequartista.

      Se si parla di giocatori rotti, strano che non si citi Dybala.

    • i tifosi della roma sono meravigliosi.
      riescono ad affezionarsi a qualsiasi giocatore, ed elevarlo a campione, basta che indossi la maglia della roma: under, iturbe, schik, shomurodov, vinha (solo per citarne alcuni degli ultimi).
      ora anche celik, tanto integro quanto mediocre, un terzino che non sa nè attaccare nè difendere, e c’è chi lo vorrebbe ancora in squadra.
      mah…

    • Pellegrini resta perché è il capitano nun se po sentì.
      Allora prima gli togliamo la fascia e poi lo accompagniamo alla porta, meglio?
      Dybala si regge come lui sulle stampelle ma quando c’è nell’80% dei casi è decisivo.
      Pellegrini quando c’è nell’80% dei casi giochi in 10. Dove lo metti lo metti.

    • Non scherziamo.
      Sicuro del posto sono solo Bove Zaleski e Lukaku.
      Riprenderei Ibanez.
      Per il resto possono cedere tutti (Dybala incluso) e compreso il capitano Pellegrini.
      Prendere giovani di belle speranza ed affidarlo ad un allenatore che sappia farli crescere ed un Direttore sportivo italiano.

  2. OK ma per favore non affidiamo il tutto a Pinto !!! Serve un DS vero, non straniero e possibilmente non pischello alle prime armi.

    • Se rimane pinto qualsiasi campagna acquisti sarà fallimentare. Nella Roma il problema non è il tipo di campagna acquisti che si fa ma chi la fa. Se vogliamo competere pinto deve essere cacciato. Poi il massimo si raggiungerebbe se fosse mandato via Mou ma rimanesse pinto. Praticamente saremmo destinate a lottare per la salvezza. Andrebbero via i Lukaku e i Dybala, che si infortuna, ma ritornerebbe shomu per giocare come punta visto che non si infortuna. Ci mancano un ds e un gm.

    • Perché solo italiano? Perché non uno come Zorc che è il DS migliore d’Europa dell’ultimo ventennio ad esempio? Francamente se parli con un qualsiasi dirigente di calcio nel mondo loro sanno tutti chi è Zorc e lo rispettano o ammirano persino. Zorc con il suo CV sarebbe capace di convincere qualsiasi giovane talento nel mondo a preferire la Roma rispetto anche ad altri club BIG di livello mondiale. Altri DS italiani francamente non sono nemmeno vicini al suo livello di reputazione. È come voglio gareggiare nel campionato mondiale di F1 ed ho una Alfa Romeo o al massimo un Alpha Tauri se opto per un DS italiano, mentre Zorc è come una Red Bull o Mercedes che compete per vincere il titolo mondiale.

  3. Sì va bene i giovani della primavera e gli under 20 ma attenzione perché se si esagera si va dritti dritti in serie b..o a fare i campionati di udinese e sassuolo

    • Si possono fare degli ottimi campionati anche con una rosa meno fragorosa nei nomi. Abbiamo fatto gli ultimi mercati all’insegna del colpo mediatico e alla fine l’unico che sta incidendo è Lukaku. Dybala lo conto il giusto perché è più in infermeria che in campo. Ripartire dallo scouting e da giocatori alla Kvarashkelia (scritto sicuramente male): spesa minima, ottima resa. Ringiovanire la rosa e rimpolpare le casse societarie con giocatori che abbiano mercato. Ad oggi se mi chiedessero chi dei nostri possa avere mercato, farei fatica a farti un nome.

  4. su questo sito ho preso, da eminenti professori e studiosi, tanti pollici versi per aver criticato (a ragione) l’oerato del ragazzo che portava i giocatori direttamente dagli ospedali.

    ora dove siete?

    e non venite a racconatare la ciarla del fpf , i primi soldi che c erano li ha buttati dalla finestra

    Pinto Out

    • Il problema sta nel budget a disposizione.
      Pensate davvero che il tanto apprezzato Sartori, venga qui per tribolare? Dove per fare mercato devi prima vendere vecchie cariatidi mezze rotte con ingaggi improponibili?
      Dove devi raccattare prestiti a rischio o rimediare parametri zero ancora piu rischiosi dei prestiti? (vedi Kamada che sembrava il nuovo Nakata e fa la riserva alla lazio).
      Dove sei obbligato a fare uno entra/uno esce per tenere in equilibrio i costi della rosa?
      Boh, me lo auguro che Pinto se ne vada, almeno cambiate bersaglio e forse vi renderete conto che ci sono anche altri colpevoli.

    • Infatti si crede alla panzana che: Pinto guardi video, Pinto viaggi per osservare calciatori, Pinto che decide chi prendere per conto suo, ecc… mentre lui in carriera non lo ha mai fatto ed al Benfica anche c’è gente che crede che faceva tutto Rui Costa mentre il vero fautore e chi scovava e sceglieva i calciatori era ed è tutt’oggi Ferreira, il loro Capo Osservatore. Nessuno qui critica mai il nostro Scouting Team vedo (tranne per il sottoscritto) che non ho visto preso in 3 anni nemmeno un profilo giovane da A+ (non pretendo un A++ ma almeno uno dal potenziale da A+) e la prima scrematura la fanno loro. Pinto per me da troppa fiducia e forse in parte Mou pure a questi Scout che hanno lavorato male loro. Fin quando non si capirà che il problema reale è che non abbiamo un buon e valido team di osservatori, e questi rimangono al loro posto ed arriva pure un nuovo DS che per questioni di budget, decide di non cambiare nulla nel reparto scouting, saremmo sempre alla frutta sebbene siano tipo Sartori o Massara. Prenderete poi di mira loro perché Pinto non ci sarà più e penserete ad un altro nuovo DS di turno, o che l’allenatore nuovo è un incapace (tipo Motta) e che dovevamo prendere un allenatore con maggiore esperienza e di CV più elevato poi. Io vi dico basta secondo me per risolvere tanti problemi prendere anche un Modesto come Direttore Tecnico, cambiare l’intero scouting team ed affidarci alla rete di osservatori di Modesto per risolvere tanti problemi. Pinto secondo me è abile nel gestire le negoziazioni e contrattualizzazioni e dovrebbe fare solo questo.

  5. Se la Roma, come Società vorrà crescere deve assolutamente dare via i seguenti dipendenti:

    1) Pellegrini (deve essere il primo)
    2) Spinazzola (ormai irrecuperabile fisicamente)
    3) Karsdorp (i tatuaggi ce l’ha pure al cervello)
    4) Renato Sanches (rotto fisicamente e mentalmente)
    5) Paredes (lento da morire)
    6) Rui Patricio(l’età avanza)
    7) Dybala (di cristallo purtroppo)
    8) Smalling (età e fragilità fisica)
    9) Belotti (non vede più la porta)

    Mourinho
    Pinto
    e i preparatori atletici

    Se Friedkin sarà capace di fare questo tra gennaio (ci credo poco) e giugno darà un senso alla sua gestione, altrimenti sarà stata solo una presa in giro.
    Spero che la redazione faccia passare questo post. Grazie

    • Cioè la Roma per crescere come società deve mandare via oltre metà dell’organico. Non manca qualcosa al tuo ragionamento, tipo CHI dovrebbe sostituire queste persone?

    • @lup man già capire che quei giocatori non sono adeguati alla Roma è il punto di partenza

      poi con chi li sostituisci 4 o 5 dalla primavera e gli altri dovrebbe occuparsene un bravo Da

      PS
      @Ciufolo non condivido il solo Belotti che quest’anno ha fatto vedere che lporta la vede ancora

    • @paolo, mi sembra un po’ il ragionamento del NO ma senza sapere quale proposta si farebbe per il SI.
      Anche volendo analizzarlo, cmq, si nota prima facie che:
      – Pellegrini non ha mercato ed è infortunato cronico
      – Spinazzola è a scadenza e se ne andrà di suo
      – Sanches è in prestito e se ne andrà di suo
      – Patricio è a scadenza e se ne andrà di suo
      – Mou e Pinto idem
      Quindi quale è l’idea insita in questo “progetto”?

    • o piu che altro do piano i soldi visto che non spendono per il mercato se non parametri zero??

    • Si e compriamo il biliardino così vinci le partite da solo..😆😆😆🚦🚦🚦🚦🚦🚦🚦🚦👋

    • @Lupman
      c’è un aspetto decisionale e sarà la Roma a doverlo gestire .. ma posso immaginare che dalla lista di giocatori che sono un costo senza ritorni ( ne sportivi ne economici )

      le scadenze e i prestiti si risolvono facilmente
      tutti gli saranno zavorre con cui trovare un accordo per cui si riprendano il cartellino e vadano a cerca fortuna altrove…in caso di mancata intesa li metterei fuori rosa in attesa che arrivi una occasione che potrebbe non arrivare mai

      tutto ha un costo ma almeno limito le perdite

      e dal punto di vista degli monte ingaggi mi creo spazio per lavorare sui i pochi ma mirati fuoriclasse

      con chi li sostituisci? ci dovrebbe pensare un bravo Ds ma al momento anche 11 gregari sani presi dalla serie B farebbero meglio ..

      con quali soldi? se è vero che i Friedkin vogliono ridiscutere gli accordi presi con l’uefa è perché vorrebbero avere più spazio di manovra

    • Io capisco la tua posizione ma pensare di mettere pellegrini fuori rosa con quell’ ingaggio, o Aouar, o N’Dicka, è pura utopia, sarebbero perdite secche, proprio quelle che una squadra con un bilancio come il nostro dovrebbe evitare. Sugli 11 gregari dalla serie B poi ovviamente non concordo: semplicemente andrebbero in serie B.

  6. Hanno scoperto l’aqua calda.La lista e’ lunga , incominciando dal Manico e Pinto per proseguire con le zavorre Pellegrini Aouar Spinazzola Elsha Paredes Smalling Sanchez. F.R

  7. Quando l’articolo dice rischiano anche Belotti pellegrini e aouar che intende?Come fanno a liberarsi di questi fenomeni dopo gli ingaggi assurdi che gli hanno dato?

  8. Ma adesso non è che se un giocatore è “famoso ” allora è scarso, qui il discorso è sull’integrità fisica dei giocatori presi. Esempio lampante è Lukaku, Top Player e giocatore integro che, ad oggi, ha segnato 12 goals in 19 match e fornendo assist e prestazioni piùche convincenti. Sanches l’esatto opposto, cioè un giocatore (forte solo sulla carta), che appena alza l’intensità si infortuna, con questi presupposti come potramai fornire prestazioni decorose? Ci vuole come sempre il giusto Mix, giocatori forti ed esperti insieme a giovani vogliosi e bravi. Non ripartiamo con “tutti ragazzi” per poi a metà anno capire che, anche li, non tutti i giovani, seppur integri, possono giocare nella Roma. Qui ci manca una cosa fondamentale, la Competenza, Pinto non è un DS.

    • D’accordissimo. Qui troppi si esaltano immediatamente, c’è chi passa dal gioco delle figurine al voler inserire mezza primavera in squadra, non capendo che sono entrambe strade che portano unicamente alla mediocrità. L’unica strada per fare davvero bene è il famoso “giusto mix”. Equilibrio e competenza, questo ci vuole.

  9. A mio parere se ti presenti all’Uefa con conti migliori e un progetto sostenibile, vale a dire quello di acquistare cartellini prevalentemente di under 25 piuttosto che parametri zero dalla dubbia efficienza fisica e ingaggi pesanti qualcosa si riesce a spuntare.
    Perché è chiaro che qualche sesterzio fresco lo devi spendere per portare a casa questi profili, non puoi pretendere di farlo a saldo zero.
    Altrettanto evidente mi sembra che il compito di individuarli non possa essere affidato a Tiago Pinto che al massimo può ricoprire un ruolo di governance e coordinamento.
    Sul ciarpame da smaltire, tranne prestiti e fine contratto, il lavoro sarà duro per evidente sproporzione tra stipendio, condizioni fisiche e rendimento dei diretti interessati, primi tra tutti Pellegrini, Smalling e Belotti.

  10. Aumentare i fondi per il mercato semplicemente NON SI PUÒ FARE se c’è un settlement agreement che ti vincola a quanto risparmiato/incassato dal mercato precedente. Questa cosa è ormai chiara a tutti tranne ai giornalisti. Per assurdo, l’anno scorso pure se andavamo in CL, non avremmo potuto investire i soldi nel mercato, idem per qualsiasi altro incasso come quelli del nuovo stadio, sponsor, ecc.
    E meno male che sono i giornalisti che dovrebbero spiegare queste cose ai tifosi…

    • Non è per correre in loro soccorso, però si parla appunto di “ridiscutere” il presente agreement.
      Cosa che sarebbe del tutto auspicabile.

  11. Pellegrini è una zavorra che ti terrai fino alla pensione ..giocatore che non ha e non ha mai avuto mercato, prende una barca di soldi, sempre infortunato ..ma se scendesse dal piedistallo che gli hanno creato sotto i piedi con umiltà potrebbe rientrare in un discorso turnazione partendo dalla panchina…ma la cosa primaria da fare SUBITO è toglierli la fascia..una squadra forte ha sempre un capitano tosto, trascinatore e carismatico..e il buon lollo non è niente di tutto ciò!!

    • Pellegrini è il prototipo di quella che si chiama un’ottima operazione di marketing.
      Il suo procuratore è stato abilissimo a costruirgli la carriera tessendo rapporti ottimi a livello mediatico.
      Se non ricordo male al tempo del suo ritorno a Roma, dopo due stagioni al Sassuolo di cui la prima tra panchina e campo e la seconda buonina ma nulla da gridare al miracolo, venne strombazzata a destra e a manca la storia del forte interesse del Milan che gli valsero un primo contratto superiore ai 2 milioni e una clausola rescissoria da 30 pagabile in due tranche.
      Quasi sette anni ormai tra rari picchi di poche settimane e tantissime ombre, infortuni a ripetizione, lentissimi recuperi.
      Tra i pochi picchi, guarda caso, proprio quello in prossimità della scadenza di contratto che bastò per convincere Pinto a elargirgli un ricchissimo contratto in termini economici e di durata. Da allora è praticamente un M.I.A., non pervenuto.
      La sua carriera, a 27 anni compiuti, non vale quella di un Domenico Morfeo, che faceva parte di una generazione in cui i talenti in quel ruolo abbondavano.

    • La fascia ed il rinnovo glielo avete dato voi, abbocconi. Ma come sempre c’e’ chi getta il sasso e nasconde la mano. Molto più facile dire: colpa di Pinto.

  12. la rivoluzione de che..che una parte della squadra è invendibile, l altra è rotta, ed un terzo in prestito, devi cambiare pinto, deve prendere dirigenti capaci, dirigenti che capiscono di palazzo, fare i muti va bene se chi lavora per te lo sa fare, e qua te rubano finali, compri morti dal psg in virtù delle grandi amicizie, rinnovi ad dei cadaveri, non compri terzini, semo rimasti con quelli dell era pallotta escluse le belle pippe de celik e kristensen,c hai 3 difensori contanti di cui uno ora con la pubalgia, poi si c hai lukaku, che pero nn e tuo, dybala in condizioni fisiche da 60 anne ma poi si vogliono i risultati vabbe va..

  13. si ok, ma a parte i soldi da investire che tra paletti uefa e valore dei giocatori da dare via, che per diverse ragioni non portano chi sa quali cifre, non sono poi cosi tanti bisogna considerare che se fai un progetto giovani oltre ai Marquinhos devi mettere in preventivo non solo gli Angel ma anche chi sta in mezzo ai due estremi e ha comunque bisogno di fare esperienza per crescere questo in un ambiente dove dopo mezza partita già ti massacrano. Ricordo che ci si provò con Luis Henrique e i commenti sull’ allenatore erano tutt’altro che lusinghieri

  14. Secondo me Pellegrini è l’ombra di sè stesso per motivi extracalcistici, emersi qualche tempo fa e poi spariti dalle cronache. Non ci sta con la testa,prima ancora che con i piedi.

  15. Qui molti vorrebbero cambiare Pinto, magari sostituendolo con un altro ds straniero. Si dimenticano però di due fattori: il primo, sostanzialmente attribuito a Pinto, che il ds straniero, per quanto bravo sia, non può avere una conoscenza diretta ed approfondita del mercato italiano, con tutte le conseguenze del caso. Il secondo è che Pinto, preso dal Benfica dei miracoli, veniva osannato come l’artefice degli stessi. Se il budget a disposizione è piccolo, nessuno ti può portare Mbappé a casa. Se non ti qualifichi in CL, anche il giovane emergente preferisce altri lidi. Pochi anni fa, un Nainggolan preferiva noi all’Inter proprio per questo. A Pinto è stato chiesto di snellire la rosa ed alleggerire il monte ingaggi per rientrare nell’accordo con l’uefa. Lui l’ha fatto al meglio, liberando risorse importanti per portare Lukaku e Dybala a Roma. Infatti la strategia è chiara: trading dei calciatori (compresi molti giovani dapprima prestati in giro) e ricerca di occasioni per un instant team in grado di provare a raggiungere la CL. Per chi lo dimentica, il SA impedisce espressamente nuovi acquisti senza vendite di valore analogo, quindi meglio di così, al netto di Shomourodov, era difficile fare

  16. L’impressione è che con un minimo di coraggio in più nelle scelte (Spina e Rui Patricio su tutti) e decisamente più criterio nel valutare le capacità atletiche dei giocatori tanti problemi non si presenterebbero. Di Pinto ho sempre apprezzato il comportamento da anti divo, che ai miei occhi stava a significare un metodo di lavoro più pragmatico dei suoi egocentrici e teatrali predecessori, ma oggettivamente non ha preso mezzo giocatore di gamba (a parte Renato Sanches che ci ha tenuto a descrivere come una sua responsabilità, e ora si deve prendere le conseguenze), e la sua fissazione per gli esterni esotici, quando il campionato italiano ne sforna mille l’anno che spesso fanno la fortuna delle altre big, ci ha dato un handicap enorme. Di un Petrachi con l’aria di Droopy non me ne faccio nulla, a una certa serve la sostanza e gli stessi errori si stanno andando a ripetere troppo spesso

  17. Il primo acquisto da fare secondo me sarebbe un certo Francesco Totti come gm con poteri forti, poi gli affiancherei un nuovo ds e lascerei provare loro a costruire una “nuova” squadra.

    Forza Roma, sempre

  18. Io credo che il problema principale sia la mancanza di competenza in società.
    Qualche tempo fa si rinnovo un contratto di cinque anni a Karsdorp, dopo che si era tentato di spedirlo ovunque, senza successo. Scelta a dir poco scellerata.
    Pellegrini, neanche sano al 100% tra l’altro, non troverebbe impiego da titolare neanche in una Fiorentina o Torino. Rende più Bonaventura a 34 anni.Prende uno stipendio da top player senza mai aver deciso una partita.
    Impossibile quindi piazzarlo altrove.
    Paredes che non era nessuno, già si sapeva. Riserva di Fagioli e Miretti alla Juventus.
    Sanchez, malato cronico, con ricco stipendio, che aggiungere?
    Centrocampo con Paredes e Cristante, roppo statico, senza inventiva, monocorde, non c’è niente da aspettarsi.
    Infine anche il 352 forse non va bene. Quando schieri sugli esterni Karsdorp,Celik,Cristensen,Zalesky come puoi pretendere che questi saltino l’uomo e vadano a crossare sul fondo. Sono dei terzini e non delle ali come servirebbero.
    Andiamo comunque avanti e Forza Roma.

  19. Ma perché, Ndicka Aouar Azmoun erano famosi?

    Comunque Ndicka mi pare l’unico che regga fisicamente… (grattatio pallorum omnia mala fugat)
    Per il resto, Pellegrini da quando è arrivato Dybala è diventato il fantasma di sè stesso. Prima Ourinho non aveva che elogi per lui ora non ha che elogi per Paulo. Il ragazzo soffre di leadership tolta. Palese. Le doti in campo non sono svanite nel nulla, solo che si sente fuori progetto.

  20. stiamo sempre parlando di un articolo basato sul nulla visto che è opera del povero Balzani quindi de che stamo a parla, ci vogliono fonti più serie e poi semmai ne discutiamo. Forza Roma

  21. Premesso che gli articoli scritti tra martedì e venerdì, a meno che non ci siano le coppie in settimana , sono sempre da prendere con le molle , verrebbe da dire ” Finalmente lo hanno capito , meglio tardi che mai “

  22. primo nuovo DS in ordine mandare a calci nel sedere : Er magnifico ,passaggio indietro karsdrop, passaggio a due passi paredes ,celik,Belotti magari a giugno già se ne va qualcuno di questi. A dentro Totti o Boniek .

  23. Come sarebbe cambio strategia e solo giocatori per lo più giovani e comunque integri???? ma siamo impazziti ?????proprio ora, dopo quasi tre anni, che Pinto erta riuscito a farsi una compendiosa lista di vecchi e scarti con ingaggi e commissioni elevate ma soprattutto rotti o con almeno consistenti problematiche fisiche. Via su aspettiamo qualche altra sessione di mercato condotta da Mago Pinto così finisce di affossarci.

  24. Bisogna capire che con una rosa mista di giovani il posto in Champion te lo sogni, quindi un ridimensionamento degli obiettivi, più sostenibile con monte ingaggi più basso… Non si parli di vincere ovviamente… Che i 60 mila dei sold out lo capiscano

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome