Infortuni e squalifiche: la giovane Roma scalda i motori

37
802

AS ROMA NEWS – A Napoli per provare a continuare la cavalcata Champions. La Roma però perde alcune pedine fondamentali che si sommano alle assenze degli ultimi giorni. E così De Rossi sarà costretto a cambiare. 

Domani pomeriggio, fischio d’inizio ore 18, andrà in campo una squadra molto diversa da quella titolare. Il tecnico di Ostia dovrà fare a meno di Smalling e Llorente, di Paredes, e di Romelu Lukaku. E avrà Ndicka a mezzo servizio. Per questo motivo l’undici romanista sarà rinnovato e in campo ci saranno diversi giovani.

A partire da Dean Huijsen, che dopo l’errore grave di Udine, fortunatamente rimediato dai gol di Big Rom e quindi di Cristante nel match di recupero, avrà una nuova chance al centro della difesa. Dopo le ultime prestazioni non esattamente convincenti, il difensore olandese dovrà dimostrare di essere un calciatore affidabile nonostante la giovane età.

A centrocampo invece sarà Edoardo Bove a sostituire Paredes, con Cristante che tornerà ad agire in cabina di regia. A differenza di Huijsen, l’ex Primavera ha dimostrato di poter essere una valida alternativa in mezzo al campo: nella gara di ritorno contro il Milan, Bove ha dato tutto, giocando una partita di livello.

In attacco occhio poi a Zalewski e Baldanzi: uno dei due potrebbe anche far rifiatare El Shaarawy, mentre al centro dell’attacco toccherà ad Azmoun giocare titolare al posto dell’infortunato Lukaku: l’iraniano sembra essere più pronto di Abraham, destinato a cominciare dalla panchina.

Fonti: La Repubblica / Corriere della Sera / Il Messaggero / Gazzetta dello Sport

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteLa Roma Femminile è Campione d’Italia per il secondo anno consecutivo: decisivo il ko della Juventus con l’Inter (FOTO)
Articolo successivoVoeller: ” Con Xabi Alonso è un Bayer incredibile, domina sempre. Occhio a Wirtz, è un fuoriclasse”

37 Commenti

  1. Situazione non facile per la Roma, ma la squadra sta dimostrando di credere in sé stessa, grazie anche all’eccellente lavoro di De Rossi. Quindi proverei a guardare tutto con un po’ di ottimismo. Che ne pensate?

    • Senza farsi troppe illusioni, se riuscissimo a battere il Napoli a lotirchio gli prenderebbe un colpo😊

    • Le capacità della ROMA sono illimitate, il problema sono i fattori esterni che ci limitano, ci tagliano. Ma DDR ha dimostrato che lavorando bene mentalmente si può andare lontano e crederci fino alla fine. Conta il campo! Sti ragazzi si stanno sacrificando oltremisura e rispondendo sempre presente, anche se qualcuno non ha la capacità dimostra sempre di avere voglia e quella conta parecchio. Sperando di raggiungere il tutto credo che la società farà una rosa all’ altezza per aumentare il tasso tecnico.

  2. Molto modestamente, riproverei elsha a destra, il supporto a Celik lì sarà fondamentale come contro il Milan, e lì ha fatto due partite mostruose

    • Non sarebbe una cattiva idea…
      Spero che Ndicka sia in grado di giocare (anche partendo titolare per fare 60/70 minuti). Hijusen contro Osimhen lo vedo malino…

    • Credo che se sarà Huijsen l’altro centrale probabile che vedremo una marcatura stile anni 70 di Mancini su Osimhen, col ragazzo che fungerà in veste di quello che era il vecchio libero.
      Speriamo non lo interpreti nel senso di “libero” di fare caxxate…

  3. Questi sono e sono anche buoni calciatori anzi direi ottimi in prospettiva, non si puo’ nascere imparati a dispetto di quanti li possono criticare o denigrare, giocano tutti nelle loro nazionali di categoria, anzi il piu’ bistrattsto Zalewsky nella nazionale A, giocare nella Roma per un giovane non e’ mai stato facile e non lo e’ neanche per questi e comunque stanno contribuendo ai risultati ottenuti fino ad oggi, purtroppo uno di loro a fine stagione tornera’ nel suo club, ma non sara’ dimenticato.

    Questi ragazzi a maggior ragione devono essere sostenuti e incitati.

    Forza rega’ FORZA ROMA SEMPRE !!!

    • SFATIAMO un mito:
      D. Szymanski (AEK)
      Zielinski (Napoli)
      Frankowski (Lens)
      Grosicki (Pogon)
      S. Szymanski (Fenerbahce)
      Zalewski (Roma)
      Slisz (Atlanta United)
      Piotrowski (Ludogorets)
      Moder (Brighton)
      Romanczuk (Jagiellonia)
      Marczuk (Jagiellonia)
      questi son i centrocampisti della polonia, tolto Zielinsky, chi vorreste nella ROMA? son nazionali eh! capite perchè Zalewsky è un nazionale ora??

    • @pier, e niente, te sta proprio sulle pxxxe Zalewski.
      In tutti i post ce lo metti.
      Ma ora hai alzato il livello: pur di screditare sto ragazzo, te sei preso mezza giornata per andare a vedere giocatori e squadre dei nazionali polacchi 🙂 🙂 :).
      E poi, con una generalizzazione incredibile, hai provato ad avvalorare la tua tesi, e cioè: “dato e considerato quanto prima, se ne deve anna da Roma”.
      Sei fantastico. Ma così facendo non hai dimostrato niente. Te tocca riprovà.
      Comunque volevo tranquillizzarti…. dal DailyTelegraph: ha già firmato per una squadra di Premier di metà classifica (Wolver); andrà via a giugno, quindi non lo vedrai più.
      Capisco che ognuno abbia una sua visione e opinione rispettabilissima (anche io ho le mie) su quali giocatori siano o non siano da Roma, ma a te è un’ossessione.
      Tranquillo. Respira.
      A giugno è finita. Se ne va.

    • @Romaebasta, ciao, la mia non è ossessione, fino a prova contraria voi mettete zalewsky in ogni commento

    • Caro mio io parlo dei calciatori della Roms e Zalewsky e’ un calciatore della Roma.

  4. Non piangerei troppo sulle squalifiche, tanto sarebbero comunque arrivate e non saprei se è meglio perderli contro il Napoli o Juve e Atalanta.
    A naso direi che LA partita dove avere tutti o quasi a disposizione è quella contro i bergamaschi in cui i punti varranno doppio.
    Quello che proprio non ci voleva è l’ennesimo stop di Smalling che, alla faccia dei tanti che hanno dato per scontato (non si sa in base a quale titolo) che remasse contro Mourinho, evidentemente paga il peso degli anni e delle mille battaglie sostenute.
    Ovviamente sarebbe stato meglio avere pure Lukaku, ma anche qui era sensato attendersi che Big Rom potesse tirare la carretta per una stagione intera senza il minimo contrattempo?
    Con Azmoun che sembra in un buon stato di forma e Abraham di scorta, tutto sommato per un paio di partite si può e deve sopperire.
    La vera emergenza è dietro con le assenze non preventivate di Ndicka e Smalling.
    Huijsen ha mostrato finora una testa che non va di pari passo con quelle che sono le qualità tecniche e i clienti di domani nel reparto avanzato del Napoli sono comunque di valore assoluto a prescindere dalla deludente stagione della squadra.
    Eviterei altri cambi oltre a quelli obbligati che sono già parecchi perché più di una volta la Roma ha dimostrato di non poter sostenere modifiche massicce dello schieramento base.
    Baldanzi e/o Zalewski dentro solo a partita in corso a seconda delle esigenze e possibilità.
    El Shaarawi eventualmente riposerà contro la Juve, forse, al di là del nome dell’avversario, la partita meno tirata tra quelle che ci attendono.

  5. Svilar

    Celik
    Mancini
    Ndicka
    Spianazzola

    Bove
    Cristante
    Pellegrini

    Baldanzi
    Azmoun
    Dybala

    Secondo tempo abraham per Dybala per farlo riposare in vista del Bayern, Zalewski per Pellegrini, Angelino per spinazzola

  6. Anche nei 24 minuti giocati ad Udine giovedì gli avversari hanno sfondato a destra ed è stato necessario un miracolo del solito Svilar x salvare la porta.
    Domani da quel lato della difesa graviterà Kvara, al netto della stagione deludente del Napoli uno degli esterni offensivi di sinistra più forti al mondo, a mi avviso più forte di Leao.
    Il tema della partita sarà contenere lui ed Osimhen.
    Potrebbe essere un’idea riproporre qualcosa di simile a quanto visto contro il Milan in coppa, con El Sharaawy jolly a raddoppiare su quella fascia.
    Dando per scontata l’assenza di Smalling, al centro servirebbe come il pane il recupero di Ndika. Hujsen nella difesa a quattro contro il nigeriano lo vedo male. Il missmatch fisico mi sembra simile a quello tra Romelu e Gabbia. Speriamo mi smentisca. Magari la voglia di rivalsa rispetto all’erroraccio commesso ad Udine può spingerlo a superare i suoi limiti.
    Certo che avendo avuto due giorni x preparare la partita a fronte della settimana avuta dagli avversari che sono pure andati in ritiro pre match, sapendo di avere quattro giorni dopo la partita più importante della stagione contro un avversario proibitivo, per riuscire a fare risultato ci vorrà l’ennesimo miracolo della banda DDR.

    • eppure, nonostante tutto, ce la faremo !
      quando Mario,contro i cimbri ed i teutoni si è trovato ad affrontare 300.000 guerrieri germanici con solo due legioni si è tirato indietro ?
      La storia ci dice che li ha affrontati ed è stata una mattanza, alla fine non sapevano dove mettere i prigionieri, il prezzo degli schiavi è crollato, per quanti germanici sono stati catturati.
      Quindi : coperti, allineati e vittoriosi.

  7. Chiaramente è una partita difficile, contro un avversario dotato di un grande patrimonio tecnico, che quest’ anno ha gettato alle ortiche. Però la partita d’orgoglio te la possono sempre tirare fuori, soprattutto per riscattarsi dall’ ultima umiliante sconfitta. La Roma è una squadra più in fiducia, ma certo abbiamo tanti giocatori forti e importanti fuori, tra squalifiche e infortuni. Quindi sì, difficile difficile; ma noi abbiamo De Rossi, e loro no; abbiamo Dybala, e loro no; abbiamo un grande capitano, e loro no; abbiamo la curva sud, e loro no. Possiamo e dobbiamo vincere. FR

    • La curva sud ce l’avevamo all’andata. A parte questo sono ottimista. Loro sono allo sbando, noi no.

  8. servira’ una tattica accorta e furba per incartargliela cercando di sprecare meno energie possibili, forse un 442 con pressing a cc e ripartenze repentine di Azmoun ed Elsharawi. Abraham purtroppo e’ sempre prevedibile.

    • che mentalità invece quando segna contro il Frosinone va tutto bene… poi fa una prestazione super tutti che piangono se torna alla Juve

    • @ laxus
      io è questo che dico da anni, i riommers so la vergogna dei tifosi della Roma

  9. Parafrasando Palladino in conferenza stampa :” puoi vincere o perdere nel calcio, ma quello che conta è come scendi in campo, la totale dedizione alla causa e la concentrazione sul match, passando per la voglia di migliorarsi sempre”! Ecco cosa ci serve….la testa, il cuore e superare la fatica con la grinta. Siamo al foto finish, ci giochiamo l’intera stagione in queste 6 partite, coppa compresa, quindi non pensiamo alla fatica, alle squalifiche orchestrate, alle espulsioni ingiuste, agli infortuni, a quanto abbiamo messo del nostro nel complicarci la vita, vedi Bologna, Lecce, fiorentina ad esempio. Questo non conta più, è il passato, quello che oggi conta è soltanto dare tutto quello che possiamo per il bene della nostra Roma, dai tifosi sugli spalti, ai magazzinieri di Trigoria, tutti uniti per un unico obiettivo, anzi due:” IL sogno Dublino e l’obiettivo possibile un posto champions “. Io ci credo…..credeteci anche voi…..Roma io ti Amooooo

    • Magari ci servirebbe anche qualche giocata di spessore perché solo con la grinta e il cuore non si va da nessuna parte. A quel punto basterebbe far giocare qualsiasi tifoso(io ad esempio contro la Rubentus a livello di grinta farei una prestazione con i controcojo……

  10. L anno prossimo piamo Mane’? Costa 20 milioni, risparmiamo gli ingaggi di Lukaku e dei giocatori in prestito e giocatori finiti come Karsdorp .Oltre a quello di MouE prendiamo un campione vero

  11. Cambiate pure canale se vedrete domani in campo Huijsen… per me è un grande giocatore. Ha soltanto 19 anni e una tranquillità (ovviamente pure troppa…) impressionante nell’approcciare le partite. Magari restasse a Roma, farei carte false per trattenerlo! Il problema è che a Roma si spara subito addosso ai calciatori giovani (e non solo) senza dargli il tempo di crescere, anzi criticandoli e tacciandoli di “pippagine”. Ricordo perfettamente come quasi tutti questi espertoni di calcio deridevano Calafiori… ed ora eccoli lì a rimpiangerlo…

  12. A parte il non riscattare qualcuno, bisogna riprendere Darboe e Kumpulla! Vendere L’olandese, Smalling, Belotti! Riscattare Azmoun, Llorente e Angelino, prendere un terzino destro e tenere Celik! Se Spinazzola si abbassa l’ingaggio lo confermerei Cone secondo se si abbassasse l’ingaggio terrei Rui Patricio in quanto fa squadra. Per Napoli metterei Mancini su Osimhen e il faraone a destra come a Milano per il Giorgiano!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome