Joe Barone non ce l’ha fatta: muore a 58 anni il dg della Fiorentina

34
720

ALTRE NOTIZIE – Non ce l’ha fatta. Joe Barone, direttore generale della Fiorentina, è morto oggi, 19 marzo, dopo un malore avuto prima della partita contro l’Atalanta di domenica scorsa.

Il dirigente viola è stato immediatamente portato in ospedale dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico al cuore. Le sue condizioni sono subito apparse molto gravi.

Nelle ultime ore il bollettino medico parlava di situazione critica, specificando che Barone era tenuto in vista solo grazie a tecniche di circolazione extracorporea della terapia intensiva cardiochirurgica dell’ospedale San Raffaele di Milano.

Joe Barone avrebbe compiuto 58 anni proprio domani. “Con un dolore profondo e immensa tristezza, la Fiorentina oggi perde un suo punto di riferimento, una figura che ha segnato la storia recente del Club e che non sarà mai dimenticata”, scrive in questi minuti il club viola in una nota appena apparsa sul sito ufficiale del club toscano.

Rocco Commisso e la sua famiglia, Daniele Pradè, Nicolas Burdisso, Alessandro Ferrari, Vincenzo Italiano, Cristiano Biraghi e tutta la Fiorentina sono distrutti per la terribile perdita di un uomo che ha offerto la sua grande professionalità, il suo cuore e la sua passione per questi colori, di un amico disponibile e sempre vicino in tutti i momenti, sia quelli più felici e, soprattutto, quelli più difficili. Tutto il mondo viola si stringe in un abbraccio commosso alla moglie Camilla, ai suoi figli e a tutta la famiglia Barone in questo momento di enorme sconforto”. 

Articolo precedenteRoma, ecco come sarà la prima maglia 2024/25: righe arancioni e bordi laterali (FOTO)
Articolo successivoSacchi: “Ora si vede un’idea di gioco nella Roma. Prima l’aggressione all’arbitro era una regola, i giocatori non ci si trovavano più”

34 Commenti

    • @Roma=Amor scusa se mi attacco al tuo intervento per aggiungere altre due “micidiali” concomitanze: oggi è (era) il suo onomastico e domani il compleanno.
      Che la terra ti sia lieve Joe…
      Condoglianze alla famiglia, ai figli e a tutti i tifosi fiorentini. Un abbraccio

  1. Sentite condoglianze alla famiglia, persona schietta che poteva solo fare bene al calcio italiano. Riposa in pace.

  2. Ho appena inoltrato le condoglianze a mio cognato,tifoso viola. anche se prima di domenica scorsa non sapevo chi fosse.

    • Nel mondo cacofonico, pecoreccio e piagnone del calcio italiano in cui urla e strepita qualunque bifolco, il fatto che quest’uomo non si sentisse o conoscesse equivale non dico a certezza ma quasi certezza che fosse una brava persona che pensava a fare il lavoro suo.
      La lista de gente che se doveva mori’ prima di lui credo sia lunga, lunghissima ma il mondo non funziona con le liste, purtroppo.

      Riposa in pace Mr. Barone.
      Un pensiero alla famiglia.

  3. Sono basito, è sconcertante andarsene a soli 58 anni. La vita spesso è ingiusta nei confronti di chi non merita di lasciare in questo modo moglie e figli. Sentite condoglianze alla famiglia Barone e profondo cordoglio per un professionista esemplare.

  4. Porca miseria, sono praticamente coetaneo con Joe, quanto siamo fragili e di passaggio, vale la pena ripeterselo ogni giorno.
    RIP e condoglianze alla famiglia e alla Viola.

  5. RIP, condoglianze alla famiglia, quando se ne va qualcuno così presto è un dolore che rimane per sempre, un abbraccio ai suoi cari.

  6. Da concittadino del direttore Joe Barone, sempre legato alla sua città di origine, porgo le mie sentite condoglianze alla famiglia, alla società della Fiorentina e a quanti lo hanno conosciuto e frequentato. R.I.P.

  7. Mi dispiace. Non lo conoscevo come persona, come credo la totalità di chi scrive su questo sito, ma dalle sue interviste che avevo ascoltato e dal suo modus operandi sembrava una persona seria e appassionata e sembrava essersi calato completamente nella realtà viola.
    Approfitto per scrivere un pensiero su quegli italiani emigrati all’estero ancora bambini, come lo sono stati Joe Barone e Rocco Comisso, qualche volta nemmeno nati in Italia, ma nati da genitori italiani, che poi finiscono per rientrare nel loro paese di origine, a volte semplicemente per motivi di lavoro, altre volte perché non sono riusciti a tagliare il cordone ombelicale con l’Italia e finiscono per cedere al richiamo delle loro radici, come stregati.
    Ho un profondo rispetto per queste persone.
    Riposa in pace Joe.

    • Caro Vegemite,
      ti ringrazio per le tue parole rispettose sul fatto che Barone e tanti altri italiani come me hanno deciso di lasciare l’Italia per cercare fortuna altrove o per dare un futuro migliore ai propri figli. Ho lasciato i miei affetti, i miei amici e non ultima ho lasciato la mia squadra del cuore dovendomi accontentare della TV!
      R.I.P Joe Barone e condoglianze alla famiglia

  8. Ma la gente che mette pollice in basso ai messaggi di dispiacere per una persona che lascia il mondo terreno che problemi ha ?

    Riposa in pace Joe.

  9. Veramente mi dispiace ma sapevamo della gravita’, lo devo dire come avversario anche per le parole dette sempre con astio verso la Roma non so perche’, lo detestavo lui e il suo Presidente, ma davanti alla morte io non sono ipocrita e lo scrivo. Condoglianze alla famiglia mi ha fatto piacere il giorno dei funerali di Hamrin che lui ha partecipato a nome della societa’ ben diversa per il nostro Losi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome