Karsdorp, l’agente sancisce la pace con Mou: “Si sono parlati, è a disposizione. Vuole lottare di nuovo per la Roma”

47
2257

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Johan Henkes, agente di Rick Karsdorp, spiega l’avvenuta pace tra Josè Mourinho e il suo assistito ai microfoni del sito on line del Telegraaf: “Allenatore e giocatore hanno attraversato un periodo ‘buio’. Hanno continuato a lavorare insieme professionalmente.

Questo tipo di situazioni si verificano nello sport di alto livello, anche se le persone non sono d’accordo tra loro sul contenuto. Abbiamo discusso di tutto in dettaglio di recente, anche Rick e l’allenatore si sono parlati più volte ed entrambi sono fiduciosi di poter finire bene la stagione“.

Karsdorp non ha mai lasciato intendere di non voler più giocare per il club. Prosegue Henkes: “Al contrario, non c’è nulla che desideri di più. Da questa settimana è tornato in forma ed è a disposizione per le partite della Roma. Vuole lottare di nuovo con i compagni di squadra in campo e per il club, che si gioca molto“.

Henkes afferma che Karsdorp non ha mai mostrato un comportamento deplorevole. “Se così fosse, Rick non avrebbe più giocato per il club. Ci sono molti esempi di questo. Rick non è un traditore. Il club non vede Rick in questo modo, e lo stesso vale per lo staff e i suoi compagni di squadra. Vogliono solo un Rick Karsdorp in forma a disposizione della squadra”.

Fonte: telegraaf.nl

Articolo precedenteRoma, ecco come sarà la nuova maglia Adidas per la prossima stagione (FOTO)
Articolo successivoUfficiale: De Rossi esonerato dalla Spal

47 Commenti

    • fine di una vicenda da capire sono contento xchè lo ritengo un ottimo terzino che ha si dei limiti ma in serie a ce ne sono pochi come lui.faje Rich

  1. ok .. se si aggiustano, meglio .. ma Mou dovrebbe fargli capire, anche coi disegnini, che la palla si passa aventi o al compagno piu’ vicino, che, una volta passata la palla, si scatta, senza andare in fuorigioco, per ricevere il passaggio di ritorno e crossare al centro .. basso se la difesa avversaria e’ sguarnita, in alto se la difesa avversaria e’ affollata .. poi sul prima palo se .. e sul secondo palo se .. ma Mou lo sa meglio di me ..

    • Ho visto falli laterali altezza bandierina arrivare direttamente a Mancini sulla riga di centrocampo….

      L’unico modo per vederlo scattare in avanti è quando è già lanciato in corsa (fondamentale che conosce, lo abbiamo visto in molti anticipi sugli avversari), altrimenti palla al piede il passo del gambero è sicuro.
      Nei suoi limiti Celik, ma anche Zalewski e El Sharawai a sinistra (ma li sono aiutati dal fatto di essere destri) è posturalmente sempre ben posizionato, col tre-quarti del corpo verso la porta avversaria, motivo per cui riesce quasi sempre a scambiare in avanti nel dai e vai, con l’attaccante ed in mezzo con il centrocampista in posizione di mezz’ala.
      Karsdorp sta il 90% delle volte posturalmente con la tre-quarti del corpo all’indietro, quindi non ha il tempo di girarsi e riesce solo a fare il ri-passaggio all’indietro.

      E questo fatto ne DI Francesco e Fonseca prima ne Mourinho sembrano essere capaci di evitarlo.

    • E’ vero GC, l’unico pregio di Karsdorp se vogliamo è la velocità. Andrebbe lanciato in corsa se ne volessimo sfruttare le peculiarità, perché quasi sempre arriva sulla palla prima dell’avversario.
      Il problema è che non ci riusciamo praticamente mai, data la lentezza e farraginosità della manovra quando parte da dietro.
      Il risultato è che nel 99% dei casi gli diamo palla sui piedi, e ciò comporta che al 100% ti ritorna indietro perché nell’uno contro uno è negato (ma non è che Celik sia tanto meglio, anzi).
      Avrebbe disperato bisogno di uno con cui dialogare e provare il dai e vai, ma con questo cavolo di modulo che non prevede mezze ali né attaccanti esterni non è possibile.

    • Sarebbe Karsdorp l’ unico che passa la palla indietro? Quindi è lui la causa della più che farraginosa ” manovra ” della Roma ? z

    • Infatti,in alcune situazioni, tutti quelli CHE credono al progetto COMPETITIVO sono utili,altrimenti,NESSUNO E’ INDISPENSABILE,e i procuratori dovrebbero parlare di meno

    • uno Zaniolo col cervello e un procuratore con piu’ cervello e un entourage meno avido .. ma non e’ andata cosi’ ..

  2. Questa Roma somiglia alla Ferrari dei primi anni di Schumacher, arrivava e non arrivava, poi ha vinto e non c’è n’era per nessuno: è bello sognare a quest’ora

    • Sono situazioni completamente diverse. Forse Mou l’ha chiamato traditore perchè dopo la fiducia accordatagli nel momento che non lo voleva nessuno, neanche in prestito, chiedendogli di mettere ordine alla sua vita privata, tenersi in forma e giocare concentrato, Quando è arrivato Celik ha ricominciato a lasciarsi andare, ed entrare in campo con l’intensità di uno che va ai giardinetti? Forse perchè gli avversari li guardava passare, facendo loro gli auguri, e ci è costato diversi punti? Già. Liedholm avrebbe detto che il “ragasso” ha jocato bene, ma deve riposare. lo avrebbe semplicemente appeso all’armadietto, come era solito fare quando lo facevano sbiellare.

    • I gobbi hanno avuto Bonucci con lo sgabello… L’erba non è sempre più verde altrove 🙂 forza Roma!!!

  3. Mou ha sbagliato, era una cosa che non doveva diventare pubblica ma restare dentro lo spogliatoio si sono persi 3 mesi inutilmente senza poter usufruire delle prestazioni del giocatore inoltre a Sassuolo hanno sbagliato in tanti quando hanno pareggiato non solo Rick che quando è in forma è un dignitosissimo terzino ma ogni tanto come tutti qualche errore lo fa anche lui.

  4. A differenza di Zaniolo, la società non ha mai preso posizione netta nei suoi confronti. Ha ovviamente fatto i suoi doverosi passi nel momento in cui il giocatore non si è presentato a Trigoria quando dovuto, ma non ne ha mai stigmatizzato il comportamento con comunicati o dichiarazioni pubbliche. Si limitò a dire per bocca di Pinto che “si sarebbe cercata una soluzione di gradimento per tutti”.
    A dimostrazione che riteneva la faccenda una questione interna attinente ai rapporti tra tecnico e giocatore. E della quale evidentemente non pensava che la responsabilità fosse in esclusiva del giocatore. O che magari potesse essere gestita in modo diverso da quanto fatto.
    Vabbè, ciò che è stato è stato, prendiamo atto che Karsdorp alla fine si è dimostrato più ragionevole e meno testa di razzo di quanto si volesse far sembrare, e facciamo in modo che possa rendersi utile alla causa, a maggior ragione quando si piange miseria un giorno sì e l’altro pure per la ristrettezza della rosa.
    Per limitato che possa essere, anche Mourinho preferiva lui nel ruolo di titolare piuttosto che Celik, e la conferma nella non massima fiducia riposta nel turco (che resta un terzino da difesa a quattro) arriva dalle due partite giocate da Zalewski in quella posizione.

  5. il sostituto era Odriozola 15M dal Real col prestito e obbligo di riscatto, stesso livello di Celik suppergiu
    ecco il motivo della pace….

  6. Un altro teatrino ridicolo che poteva non cominciare proprio se tutti si fossero stati zitti dall’inizio, compreso l’allenatore..

  7. Fino a giugno, gioca per la Roma, e si rivaluta sicuro.
    Poi si vedrà.
    Di sicuro la A.S.Roma non è più la Disneyland pallottiana per giocatori prime donne.

  8. in tempi de guerra ogni buco è trincea. Non lo sopporto sto coatto, ma se serve alla causa della Roma sono disposto a ingoiare il rospo
    Soprattutto perché mi ha deluso Celik, alle prime apparizioni ho creduto davvero che fosse superiore a Karsdorp, ma alla fine invece siamo più o meno là, mediocri entrambi
    Quindi per finire la stagione ben venga, ma a giugno due calci in qulo e addio

    • Certo! E vai tu a darglieli quei calci. Ma perché usare un linguaggio del genere, pensi di apparire più macho?

  9. mi auguro che questa storia abbia fatto capire a lui e al suo procuratore che la prossima volta che il mister gli dia un opportunità di entrare in campo lo faccia molto meglio di come è entrato in campo a Sassuolo che ci sono costati 2 punti per causa sua, ma credo che l’abbia capito. Forza Roma

  10. Ottima notizia, è un giocatore importante e motivato a far bene, Celik è inferiore e va bene come sostitutio. In fase offensiva può dare un grande contributo

  11. non vedo l’ ora di rivedere i suoi illuminanti passaggi indietro, mi sono mancati , se avessi novanta minuti sulle gambe fossi biondo e pieno di tatuaggi giocherei come lui , io però prendo 1300€ al mese, non vedo l’ ora di ammirare i suoi dribbling, la paura degli avversari nel vederlo avanzare, i suoi cross da terzino di altri tempi, le sue incursioni, ahhhh finalmente è tornato

    • Ebbè, d’altronde finora al suo posto abbiamo visto il Cafu dei giorni migliori mi pare…dribbling, sombreri, passaggi filtranti e cross come se piovesse.

  12. non ha mai mostrato un comportamento deplorevole….sennò nn avrebbe più giocato x la Roma…🤣🤣ogni riferimento è puramente casuale🤣🤣🤣

  13. Se fisicamente a posto, conseguiste motivazioni, per me vi può’ stare! Tanti meglio non ne vedo! Certamente non è’ un top, ma si può’ tenere! Io lo farei giocare titolare e fargli sentire fiducia!

  14. Nel nostro modo di giocare il quinto do centrocampo è il ruolo più dispendioso.
    Con il recupero di Spina ed il ritorno tra i convocati di Karsdorp abbiamo i ricambi necessari per affrontare tour de force come quello che ci aspetta ora.
    Tra l’altro questo può liberare El Sha x l’attacco, settore in cui, in particolare in EL dove non possiamo schierare Solbakken, siamo veramente contati.
    Anche il recupero di Gini servirà come il pane nelle rotazioni a centrocampo e penso che prossimamente troverà più spazio anche Camara, visto che il rischio di accumulare le presenze necessarie all’obbligo di riscatto continua a scendere ed inoltre lui continua ad apprendere i meccanismi di squadra.
    Non abbiamo certo una rosa profonda, ma x le due competizioni, se Mou saprà quando è possibile inserire i pischelli nelle rotazioni, può bastare.

  15. Bene. Dubito che lui e Mou ora siano amici del cuore, ma aver raggiunto una tregua almeno fino a giugno è ottima cosa. Ha sbroccato ma senza mancare (eccessivamente) di rispetto a tutti noi.
    Per quanto mi riguarda è tutta acqua passata. A giudicarlo tornerà ad essere unicamente il campo, com’è giusto che sia. Che faccia del suo meglio per non farci pentire!

  16. In questa vicenda mi sento di stare con Karsdorp. Lo scorso anno ci ha letteralmente salvato la fascia destra giocando SEMPRE e bene.
    Quest’anno il “guru” Mourinho lo ha pubblicamente etichettato come uno che non si impegna o, peggio, un non professionista. Memoria corta e lingua lunga. Ovvio che gli siano girate le p…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome