Karsdorp verso il Fenerbahce, Odriozola pronto a sostituirlo

64
2262

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO ROMAMourinho chiede rinforzi, Tiago Pinto al lavoro per accontentarlo. E così a gennaio saluterà Karsdorp, ormai fuori dai piani della Roma e del suo allenatore.

A sbloccare l’impasse creato ci sta pensando il Fenerbahce, club turco che sembra fare sul serio per il terzino olandese, tanto da essere pronto a impegnarsi per un acquisto a titolo definitivo, quello che chiedeva il club giallorosso per l’olandese.

Ora però bisognerà capire se la destinazione sarà gradita a Karsdorp, pronto a mettersi di traverso nel caso in cui non saranno soddisfatte pienamente le sue volontà.

Intanto per la fascia destra salgono le quotazioni di Odriozola, esterno destro del Real Madrid che ha già assaggiato la Serie A vestendo lo scorso anno la maglia della Fiorentina: gli spagnoli sono pronti a lasciarlo andare in prestito secco.

La Roma infatti preferirebbe non impegnarsi con un acquisto a titolo definitivo già da gennaio, ma preferirebbe lasciarsi le mani libere per l’estate: Mazzocchi della Salernitana e Holm dello Spezia i calciatori che la Roma sta seguendo con grande interesse per giugno. E a sinistra occhio a Doig del Verona: gli scout giallorossi lo stanno tenendo d’occhio da tempo.

Fonte: La Repubblica / Il Messaggero / Corriere dello Sport

Articolo precedentePiù gol e occasioni: ora Mourinho pensa di tornare al 4-2-3-1
Articolo successivoRoma rientrata nella Capitale, ora dieci giorni di vacanza. Il 15 si parte per il Portogallo: in programma tre amichevoli

64 Commenti

  1. Beh, prima beveva come una spugna, adesso comincera a fumare come un turco. Diamolo via pure gratis, basta che se ne vada. E ve lo dice uno che fino a 5-6 settimane fa lo difendeva se non altro per l’impegno – certo non per la tecnica – Come recita il titolo del primo album solo di George Harrison, All things must pass. Purtroppo, una cosa dura a morire e’ la scempiagine e il bastiancontrareismo su questi forums. Secondo un aforisma: il 20% delle persone e’ comunque contrario a qualsiasi cosa. La frase e’ di R. Kennedy, non di Gaetano da Sarno, anche se lui, come me, la condividerebbe in pieno! Buon futuro giallorosso a tutti.

    • Come non darti ragione sopratutto se le premesse sono il celik visto ieri una sorta di cafu maicon vecchi tempi.

    • Concentrandosi per chi dovrebbe venire senza biasimare chi c’ era prima…Lo spagnolo non è andato male a Firenze che voleva lo sconti inoltre per farlo rimanere, il Real ha preferito riprenderselo, quindi, vuol dire che è valido ma purtroppo il Real è saturo, per me, sia lui che Nacho potrebbero esserci utilissimi.

    • L’unica linea possibile è quella dura con i calciatori. La Presidenza e tutta la società deve fargli capire che è tutta con il tecnico.
      Il tecnico poi risponde alla fine del progetto, ma intanto i calciatori contano zero, devono correre, obbedire, fare tutto quello che il tecnico gli chiede, fosse pure camminare con le mani.
      Spero che la cacciata di Karsdorp svegli chi si è già seduto su miserrimi allori e che tornino tutti a muovere il didietro, perché questo gruppo non avrà qualità tenciche eccelse, ma non fa nemmeno schifo come sembra.

    • Quando senti nomi dei sostituti di Kasdrop ed altri nomi per il mercato di giugno 2023 viene un sentimento di scoramento totale.
      Oramai è chiaro che questa società, anche per colpa dei vincoli di bilancio, ha deciso di mantenere una bassa gestione (navigare tra 5-7 posto) in attesa dello stadio.
      Solo così si spiega il mantenimento di Pinto come DG dopo che ha fatto spendere inutilmente tipo 30 mln alla società (Vina e Shomu) che diventano MOLTI DI PIU’ se Abraham non torna al livello del primo anno. Ricordo che Pinto ha rinnovato i contratti di Kasdrop, Cristante, Mancini e co..
      Ci rimane solo Mourinho che però quest’anno sta dimostrando i suoi limiti senza uomini adeguati..
      Speravo che entrassero nuovi soci dopo la vittoria in Conference ma niente.
      Speriamo che Dybala faccia un miracolo nella seconda metà dell’anno..

    • No, non aggiunge nulla e a fine stagione farebbe ritorno alla base. Ma a gennaio, e senza un breccola da spendere, puoi permetterti solo la situazione tampone, sperando che per il mercato estivo riescano a identificare e prendere il profilo che ti serve.

  2. vicenda che mi lascia iper-perplesso: rinnovato e non vnduto ne a giugno di 2 anni fa, ne a giugno scorso. in entrambe i casi c’era almeno l’atalanta disposta a sborsare una decina di milioni. tenuto qui. anche a giugno che avevamo preso Celik a meno di 7, e ripeto per l’ennesima volta, c’è Missori, che almeno qualcuno ha capito che in campo in serie A ci può stare, poi a che livello, si vedrà.
    invece qualcuno non ha capito che non sta al Chelsea o al Real, che puoi cambiare giocatori come fossero camicie, e quindi non puoi mandare in cavalla così un valore della Roma, bruciandolo. stessa cosa che si è ripetuta con una decina di giocatori in un anno e mezzo: gente che aveva un mercato, prima tenuta qui nonostante le offerte, e poi svenduta o mandata in prestito perchè qualcuno non l’avrebbe fatto giocare, e con le sole sue dichiarazioni ha distrutto il valore di mercato dei nostri giocatori.
    ma chiaramente tutto ciò è colpa di Pinto, sicuramente è lui l’incapace, e non chi gli pregiudica la fase cessioni delle campagne acquisti coi suoi comportamenti da isterico e viziato. ma non valutatele ste cose, nel giudicare un allenatore, mi raccomando, tutta colpa di Pinto, che ha rischiato tutto per accontentarlo, e per una cessione praticamente già fatta ma sfumata, si ritrova in settlement agreement. e quello che gli boicotta le cessioni, piagne e vuole acquisti che ci costerebbero la squalifica dalle coppe.
    ma di decidersi a sviluppare il patrimonio tecnico non indifferente che abbiamo, a toglie quei 3 cosi la dietro e dare un gioco alla squadra, questo proprio no.

    • @sbinf, una disamina veramente eccellente e completa. Sei riuscito a mettere in chiaro un pensiero che ho da un anno. Probabilmente hai toccato un tasto molto sensibile ai più e ti beccherai molti pollici in giù ma per ora vedo solo pollici in alto.

    • ma purtroppo i casi sono tanti.
      mediani (che secondo me è proprio la posizione dove il piangere la mancanza è assurdo, e mi manda fuori di testa):
      Villar potevi darlo via 2 sessioni fa a oltre 10 milioni, Veretout a più di 20, Darboe o Bove c’eri diventato ricco. e parliamo di 4 giocatori nella stessa posizione, dove hai anche Tripi che a 22 anni non ha mai esordito (e che sta a fare qua non si capisce), Tahirovic che si vedeva che è, come lo vede di Faticanti da 2 anni. e in più abbiamo preso un talento come Ivkovic, e un altro ragazzo che aveva già esordito in c a 16 anni ed è il titolare dell’u18, altri 2 mediani-registi. ci abbiamo preso sopra Matic e Giggino, e pure aggiunto Camara, e rinnovato Cristante.
      in tutto ciò venduto Veretout a 12, sia sempre grazie all’OM, Villar in prestito a fa la riserva nella Samp penultima, e senza che Giggino abbia nemmeno giocato, col ritorno di Darboe avremo 5 titolari, 4 potenziali promesse (non ci metto l’u18, chiaramente) + Tripi per 2 posti.
      chiunque sa che io Darboe e Bove non li avrei mai venduti quest’anno, ma Camara perchè è venuto, se non li hai venduti? ma Tripi, che ormai scalcia in panchina perennemente, perchè quando lo inquadrano sta sempre a scalcià, gli permettiamo di farsi una carriera? perchè Cristante te davano 20 milioni lo hai tenuto, anche a giugno miracolato da un Europeo e una Conference, e lo hai rinnovato, se non hai venduto/prestato nessuno di 5 talenti?
      il bene è la Roma, e a differenza dell’anno scorso Mou quest’anno non lo sta facendo. ha aderito per sua stessa parola ad un progetto triennale sostenibile economicamente, mantenesse la sua parola e allennasse bene chi abbiamo cresciuto per anni e ci invidia mezza Europa, ma con lui non gioca perchè non è trenetenne

    • Di una profondita’ unica ambedue, da Fossa delle Marianne. E anche in originalita’ non scherzate proprio. Non credo nella metempsicosi, ma se dovessi rinascere, vorrei essere proprio come voi, originale e profondo. Basta con questa vitaccia da tifoso vero. Voglio fa er lezziese infiltrato, c’e’ molto piu’ gusto!

    • @Akaikiiro, sono frasi ripetitive “Lazziese, infiltrato laziale …” basta cerca di essere tu originale e controbatti sul contenuto e non con slogan stantii. La metempsicosi lasciala stare.

    • mo voglio vede pe comprà qualcuno chi dobbiamo vendere, invece la vita con 10 mediani per 2 posti (e in più ci ha giocato pure Pellegrini tante partite) è bellissima. bloccare la crescita a 3 giocatori per 2 anni come fatto con Tripi, Bove, e Darboe, è quello che serve ad una società che ha bisogno di abbassare il monte ingaggi e reperire risorse per fare mercato. svilire continuamente la professionalità dei gicatori per mascherare le proprie lacune, è fare il bene della società per cui lavori, che poi è in totale difficoltà quando deve venderli e non creare minusvalenze. tant’è che forse se il Fenerbache se interessa e Karsdorp se lo fa annà bene, vendiamo un terzino che potevi vendere 4 mesi fa a 8/10 milioni.

    • disamina che parte da premesse errate e quindi arriva a conclusioni errate. Se si fosse in stato belligerante (e grazie a Dio si tratta solo di calcio) sarebbe considerato disfattismo e la pena sarebbe pari a quella per tradimento.
      Meglio che a gennaio ci vendiamo pure a sbinf !
      Magari alla Viterbese.

    • Sono gli stessi (non) argomenti di coloro i quali, non più di tre anni fa, cercavano di zittire chi esponeva davanti ai loro occhi il baratro nel quale ci stavano lanciando Monchi & Pallotta.
      I toni erano i medesimi: “Pensate a tifare”, “laziesi o strisciati”. Perché di argomenti seri non ce n’erano davanti alle cifre del disastro tecnico ed economico.
      Talmente simili da far pensare seriamente al fenomeno…della metempsicosi.
      Tifare e al tempo stesso provare a sottolineare gli errori chissà perché vengono viste da alcuni in irriducibile contrapposizione. Tifo Roma da quando ero in fasce, e l’ho fatto pure con Ciarrapico. Ciò non mi ha mai impedito di provare sano ribrezzo per il soggetto.
      Ho amato alla follia Dino Viola, eppure ho contestato ferocemente l’operazione che portò Ancelotti al Milan e Manfredonia alla Roma.
      Così come non c’è alcuna dicotomia nel sostenere e applaudire gli sforzi dell’attuale proprietà, ma allo stesso tempo accettare che anche loro possano scivolare su qualche buccia di banana lungo il percorso.
      Ad alcuni evidentemente piace troppo la posizione di tifoso-zerbino. Può essere che qualche volta lo facciano per interesse personale, ed altre perché l’angolo retto è una posizione dalla quale non riescono a schiodarsi per natura.

    • @sbinf, trovo il tuo ragionamento molto assennato, ma a questo punto la domanda è inevitabile: a Trigoria sono scemi?
      Ora, io non mi precludo a nessuna possibile risposta. Tradotto, a Trigoria possono essere scemi. Ma se devo calcolare una percentuale di plausibilità delle risposte possibili, direi che a Trigoria hanno fatto il tuo ragionamento e che in realtà le cose funzionino in modo un po’ differente.
      Faccio alcuni esempi.
      Che Villar lo vendevi a 10 milioni lo hanno scritto i giornali. Sappiamo quanto sono affidabili, soprattutto in tema di calciomercato, soprattutto su quello romano, ce lo ripetiamo ad ogni sessione. Villar però alla fine se l’è accollato solo la Samp in prestito e prima la serie B spagnola in prestito. Forse non era vero nulla.
      I Primavera, poi. Io mi ricordo ancora che Stoian era un fenomeno e Cerci lo Snejider di Valmontone. Ci andrei cauto. Anzi, a me sembra che sia proprio con Mourinho che qualcuno vede il campo con costrutto, e non che venga buttato nella michia per perdersi dopo qualche partita. Non giocano ma si allenano con la prima squadra venendo da campi di plastica da cui devono recuperare il gap con la serie A. Certo che a 20 anni stiamo ancora a chiederci se va bene, non siamo in Inghilterra. Bove è forte? Pare di sì, ma eviterei di bruciarlo. Per avere un calciatore buono abbiamo dovuto farlo giocare a Sassuolo per un po’, sennò Pellegrini faceva la fine de Roatta. Non sono più i tempi di De Rossi e Totti.

    • “Non sono più i tempi di De Rossi e Totti”…no, sono più semplici da questo punto di vista. Oramai pure le nazionali di rango (tranne forse i sudamericani) e i top club europei si sono convinti della necessità di puntare con convinzione sui giovani per cercare di contenere i costi.
      Era molto più complicato emergere ai tempi di Totti, che ha dovuto attendere i 25/26 anni per trovare uno spazio costante in nazionale e i 21 per diventare titolare fisso nella Roma.
      E parliamo di un fenomeno che vedi ogni mezzo secolo.
      Bove si brucia di più facendo la muffa in panchina per due anni o mettendolo alla prova, accordandogli un equo minutaggio?
      Io non ho capito con quale ratio Mourinho stia utilizzando i giovani. Quello che sembrava in rampa di lancio langue miseramente, mentre il Felix rubato all’atletica ne fa 12 e parecchie pure da titolare. Adesso spunta dal nulla il Tahirovic di turno, profilo molto simile a quello di Matic e Cristante e del quale non sembra vi sia urgente necessità.
      Volpato, dal niente alla quasi titolarità, per poi magari tornare nel dimenticatoio dopo un paio di partite non positive.
      Più che un piano mi sembra il tentativo quasi disperato di trovare un improbabile salvatore della patria oppure quello di lavarsi la coscienza nel far vedere che lui ci prova a lanciare i giovani, ma senza ovviamente metterli nelle condizioni di dare il meglio di sé.
      Non so se a Trigoria siano tutti scemi: tendo a credere e sperare di no, ma vedo un’evidente difficoltà nel tentativo di conciliare le esigenze di conti in profondo rosso e quelle di un tecnico evidentemente a disagio in un ruolo che non ha mai ricoperto se non all’inizio della sua carriera. E che non lascia nulla di intentato per prepararsi una comoda via di fuga in caso di flop.
      Vedi l’ultima evidentemente teleguidata sortita del ballerino sotto le stelle…

    • a chi ha per unico argomento il nulla manco je rispondo.
      Idi e dove sta, evidententemente per volontà della rosa extralunga da una parte, e qualsiasi motivo dall’altra (cessioni), non sono state fatte delle scelte. Camara mi sembra l’esempio perfetto, perchè i Bove, i Tahrovic, lasciamo stare Darboe che s’è infortunato, persino Ivkovic, te li sei portati anche al ritiro estivo. quindi evidentemente le qualità erano già note. e invece vai a prendere Camara, mentre io aspetto ancora il primo errore di Bove, per potervi dare ragione. Tripi discorso inverso, era in ritiro, se non può giocare nemmeno un minuto e tutti esordiscono prima di lui, che te lo tieni a fare? prima l’hai fatto cristantizzare per avere la primavera che giocava come la prima squadra (cosa che per fortuna non sta succedendo quest’anno) e da un buon regista, lo hanno fatto diventare un centrale di impostazione (posizione dove ha giocato anche quel poco in prima squadra, in estate), poi non gioca manco Kumbulla, a centrocampo so altri 9, e lui sta li in panchina a scalciare.
      quindi non sto dicendo devi buttare per forza i primavera nella mischia, ma devi valorizzarli, o cedederli, se non ritenuti all’altezza. e un milioncini qua, due di la, dai una mano ai conti, alleggirisci a botte de 3-4-800mila€ (perchè c’è chi ne prende 400mila netti) il monte ingaggi, e loro si fanno la loro carriera, con una qualche clausola che te li tiene legati, per chi ritenuto bravo ma che deve farsi le ossa.
      co nove mediani + Tripi nato regista + Pellegrini che ci ha giocato pure più di Matic, che ci fai?
      Missori peggio de Karsdorp non fa, almeno salta l’uomo e quando prende palla guarda avanti. che già mi sembra un miracolo quando lo fa Celik, figurate se ce esce un terzino bono e della primavera, stappo champagne per anni. (Florenzi dato via a 2 milioni, fra l’altro, Karsdorp a 8/10 è rimasto).
      adesso che arriva Solbakken, ci teniamo Shomurodov e ElSha (che saperte che adoro tecnicamente), e Zalewski fa il terzinaccio, e Vina non gioca? o sarà ora di sfoltire, fare scelte, puntare su Volpato, e sbolognà stipendi?
      la pochezza tecnica a sentire il vostro vate è nei titolari. o sbaglio? per me è in 3 titolari, che però lui ha eletto a inamovibili, e che da quando stanno qua e a fare i titolari, facciamo pena. e al fatto che c’è tutto un tot di gente mandata in campo non a giocare secondo le sue caratteristiche, per far giocare quei 3. che sono Cristante, Mancini, e quello che regala i derby. oltre al fatto che abbiamo un’organizzazione offensiva da serie C. quindi per me sono le scelte che il mister ha imposto alla società che ci stanno portando in basso

    • Vorrei capire una cosa, ma voi volete un progetto triennale dove in 3 anni sforniamo giovani dal vivaio e diventiamo una società solida economicamente (lottando con la samp per salvarci)? o un progetto triennale nel quale al terzo anno si tenta l’attacco a qualcosa di serio?
      No perchè secondo me Mou è venuto per provare a vincere qualcosa entro 3 anni (e già c’è riuscito al primo).
      Mou ha fatto giocare i giovani mi pare. Nicola Zale ha fatto 3/4 di stagione ottima, e adesso sta in involuzione drastica, Darboe ha fatto 4 partite buone e poi è diventato un fantasma in campo prima di farsi male la scorsa estate, Felix 2 belle partite e poi si è palesato come scarparo e mandato via non prima che facesse l’ultimo danno. Secondo voi perchè sti giovani partono bene e poi gli cominciano a tremare le gambe? sarà mica troppa pressione esordire in pianta stabile in serie A con una maglia così importante? Mou vuole vincere, l’accordo con la società a quel che ho capito era di costruire una squadra per cercare alla fine del triennio di essere al Top, ma costruirla nei primi 2 anni cercando di rientrare in CL e lanciando qualche buon giovane per mettere a posto i conti del club e permettere più movimento sul mercato, di controparte, grazie all’attrattiva di Mou, portare qualche campione a trigoria per allestire la squadra competitiva al 3 anno.
      Attualmente, a metà percorso: Mou i giovani li ha lanciati, ma non può farne giocare 6 tutti insieme perchè non sono i campioni che noi ci illudiamo possano diventare, e c’è rischio di non arrivare in zona CL, i Campioni sono arrivati grazie a Mou (Dybala e Gini) ma un po di sfiga al momento li ha tolti dalla disponibilità dell’allenatore. La sfiga non esiste solo per gli infortuni, il caso Karlsdorp ne è un esempio, non è stato venduto perchè l’allenatore ci credeva nel ragazzo, e il ragazzo ha dato la sua disponibilità, le cose sono andate diversamente, e manco il 43% della gente che si sposa pensa mai di separarsi o divorziare, però succede, figuriamoci se non può succedere che un allenatore e un calciatore litighino.
      A me la Roma piace come sta lavorando. Mou è uno dei più esperti in circolazione, che il suo gioco non sia bello da vedere lo sappiamo dal 2010, ma questo non gli ha mai impedito di vincere, e lo ha fatto anche da noi. La società investe, per lo stadio si procede. io vedo un bel futuro…. poi ovvio non tutto va come dovrebbe andare, ed è probabile che se avessimo avuto Gini e Dybala a pieno regime oggi non saremmo qui a fare queste scomode valutazioni. Forza Roma!!

    • @sbinf hai ragione su Mourinho, meno su Pinto che si è dimostrato finora inadatto a fare il DG in Italia.
      Se tu sbagli una campagna acquisti per 30 mln di euro buttati e fai il DG con il Milan, l’Inter (non più la Juve) forse te la cavi.. ma farlo con la Roma e restare lì devi avere in Santi in Paradiso..
      Perché la società i soldi glieli aveva anche messi a disposizione.. probabilmente paga gli errori dei dirigenti che si è trovato a Trigoria però lui li ha mantenuti..
      il pesce puzza dalla testa..

    • @sbinf, @dive sta José, i tempi sono molto più difficili di prima (Totti era in nazionale a 25 anni per la mafia delle strisciate, lo sappiamo come funzionano le convocazioni). Per quello che ci ho capito io, seguendo interviste e vedendo altre squadre, il “problema giovani” è molto serio IN ITALIA. Abbiamo strutture fatiscenti, campi di plastica, reti inadeguate e un campionato che è tutto meno che competitivo.
      Significa che un ragazzo di 17 anni che completa il ciclo delle primavere è ancora molto, molto acerbo per la serie A, che è già un campionato ridicolo. Figuriamoci per esordire in Premier. Il ritardo si trascina finché il ragazzo non riesce a colmarlo giocando con continuità in squadre minori (a Roma dubito possano farlo di botto, però con Zalewsky ad esempio si è fatto). Ecco perché tanti nostri buoni ragazzi vengono usati col contagocce. Il livello dei “ragazzi su cui si deve puntare” è attestato dalla nostra nazionale, dal numero di italiani giovani che giocano all’estero ma anche in prima squadra nelle big.
      Maldini esordì a 17 anni, e pure Totti, era la Serie A più competitiva di sempre, il miglior campionato del mondo. Oggi la gente si arrapa per Tonali, TONALI, voglio dire…
      Frattesi FORSE div3enta un buon giocatore perché ha potuto giocare con continuità due anni nel Sassuolo, ma moltissimi pensano che poi non è che ci vinceremo aa gembionz, co’ Frattesi.

    • Ciao SBINF, con il tuo post hai scatenato un’interessantissima discussione e mi sento di dire che ognuno dei commentatori ha detto qualcosa che mi trova d’accordo ma mi voglio soffermare sul tuo primo post.
      Tutto quello che hai detto può essere condivisibile ma non hai considerato un piccolo particolare; nessuno di noi sa (forse qualcuno si) nella realtà cosa accade all’interno di uno spogliatoio, se un calciatore beve, fuma, fa uso di stupefacenti, se è venuto alle mani con colleghi o tecnici, insomma se viene ritenuto un elemento di disturbo all’interno di una squadra. In tal caso, per il bene della squadra e per evitare strascichi viene presa la decisione di allontare il giocatore, anche se fino a poco tempo prima si era sempre comportato diversamente.
      Poi per carità, gli errori di mercato ci stanno e la tua disamina è stata pregevole ma mi permetto di dire una cosa, che IDI e MANUEL hanno provato a spiegare, e cioè che giocare in Primavera è una cosa e giocare in serie A è un’altra. Sono due mondi completamente diversi e la differenza principale è proprio nella pressione mentale che si subisce. Ecco perché alle volte vengono presi alcuni giocatori, solo perché in quel momento si ha bisogno di persone più pronte, persone con un carattere già formato e più affidabili.

      Forza Roma, sempre

    • io quanto tempo è che dico “facciamo uno stadio da 8000 posti, il minimo per poter iscrivere una squadra in b, e ci facciamo giocare la squadra femminile e l’under 23”? perchè non abbiamo fatto l’u23 per mancanza dello stadio. la femminile deve andare a giocare a Latina perchè 2 enti pubblici non sanno fa 4 lampioni intorno a a’n campo da calcio, e noi per non cederli (tanto se li dai in prestito raramente giocano, io li darei tutti in prestito al Crotone che i nostri li ha sempre fatti giocare tutti) stiamo perdendo anni di sviluppo per un centrocampo intero, per una difesa che ha 2 giovani che hanno esordito e almeno un altro (Oliveras) che manca poco, e la solita selva di trequartisti, da Zalewski e Volpato, fino a Cassano e il brasiliano col 30, che non trovano sbocco.

    • @sbinf magari, magari! Anch’io lo dico da anni, precisamente da quando l’idea della Roma B si era palesata con l’arrivo di Luis Enrique e il progetto di fotocopiare il Barcellona (ovviamente demenziale per com’era stato concepito e diretto, ma giusto nel concetto). Io sottoscrivo col sangue, anche per dare più risalto agli sforzi che la Roma e i Friedkin stanno facendo con la metà femminile della società (è un progetto SERIO, con visione, Bavagnoli, per dire, è andata da Friedkin a chiedergli di prendere Giacinti, gli hanno dato l’ok, hanno un settore Primavera ragazze che si fa valere, gli va dato spazio). Magari.
      Se l’avessero fatta partire cinque anni fa adesso la squadra e la trovavi in B, come il Barcellona B, era già molto!
      Invece…
      Ma tu l’hai visto lo stadio dove gioca il Chelsea femminile? Il Kingsmeadows, 4.500 posti, rob a che col 3 Fontane uno deve vergognarsi (e parliamo comunque del 3 Fontane, non di certi stadi che in realtà sono campetti dove a volte le nostre vanno in trasferta).

    • sbinf, credo si può anche valutare l’ipotesi che è vero sia il fatto che Mourinho abbia “bruciato” un sacco di giocatori e sia che Pinto non ha esattamente l’occhio clinico per scegliere i giocatori migliori e più utili per fare una rosa competitiva e quindi non è il profilo più adeguato per la Roma, anche per una Roma che vuole risparmiare. Dal mio punto di vista, Mou e Pinto, sono, per motivi diversi, dannosi tutti e due..

    • a parte che divaghiamo, vojo dì: sbraghi il Flaminio, che fai pure un favore alla città, fai un parcheggio seminterrato (a 500m da piazza del popolo, lo fai che puoi parcheggiarci 15-20 pullmann, ci fai pure i soldi il resto dell’anno e aiuti il traffico) e uno stadio da 10-12 posti goiiellino, puoi farlo tipo quello di Tirana, con albergo-ristorante annesso, così quando fai pari col Wolfsburgo sappiamo tutti dove cercare la Jonsdottir, e la sala trofei della squadra femminile (che inizia a servire). te le immagini quelle 11 inferocite a difendere il loro stadio? che spettecalo! Roma b- Ascoli ospite d’onore er Magara…
      Rafinho: Pinto è un organizzatore. è uno bravissimo economicamente, e a scegliere collaboratori. Totti a fargli da occhio sarebbe stato stupebdo, ma mo c’ha da fa. l’altro giorno leggevo qualcuno che suggeriva uno fra Boniek e Rudi Voeller, ma pure tutti e due, fossero questi i problemi. al Benfica aveva Manuel Rui Costa affianco, che 2 giocatori decenti l’ha frequentati in vita sua. io dico che Pinto sia un fenomeno, ma in alcuni aspetti. sempre detto che lui è un dt-dg, dillo come vuoi, ma non un ds. però se lui si ossupa solo del lato economico, e i giocatori non li sceglie lui (perchè non li sceglie lui), poi se Abraham non segna, e Abraham l’ha preso Mou, non si può dare la colpa a Pinto, e Mou ha ragione a lamentarsi perchè Pinto je pija i scarsoni. ma quale la gente deve inizià a mette un foltro fra una recchia e l’altra quando ragiona sulla Roma. non uò essere che sembiamo la squadra più brutta di sempre, e l’allenatore è solo un santo

    • @Manuel, scusa ma mi eri sfuggito. io (e penso i Friedkin) voglio un progetto triennale crei le basi economiche per avere una squadra forte. e questo che vi sfugge fin dai tempi di Pallotta: esistono regole per cui per poter avere un squadra forte devi avere una continuità nelle entrate.
      es: Atletico Madrid (le inglesi sono “falsate” dai diritti tv): finisce il nuovo stadio, il Wanda metropolitano (70000mila persone circa), un anno dopo chiude il rinnovo di Griezmann a 24 l’anno. perchè porto l’esempio dello stipendio e non dell’acquisto di Joao Felix? perchè un acquisto folle, se arrivi in finale di champions, te lo puoi permettere. per pagare 24 milioni di stipendio annuo devi avere una struttura in grado di reggere negli anni quella spesa.
      quindi, siamo sotto settlement agreement (chi è l’unico che a marzo, a prile, a maggio, diceva “non voglio rifinire in settlement agreement, che poi stiamo impiccati ad ogni mercato”?), abbiamo la fortuna di avere una primavera che sta sfornando giocatori interessanti in quantità, tieni 11 titolarii, 4-5 cambi che ti tengono alto il livello, e il resto ha da esse primavera. 2-3 anni a giocarsi il posto, poi: tu sei da Roma, rinnovo, tu non sei da Roma e manco ce diventi, ma siccome hai fatto una decina di presenze nella Roma in questi 2 anni, vali 6 milioni, grazie, ce pago Dybala.
      capito come si cotruisce? perchè non siamo il Real, e non abbiamo i diritti tv delle inglesi. serve metodo, e valorizzare chi paghi 50mila€ e ti vendi a milioni. poi, con lo stadio fatto, 22 titolari ce li potremo permettere anche noi.

  3. Vai in Europa e nel mondo senza un euro con il cappello in mano a elemosinare qualche scarto come sai fare solo tu! noi ci crediamo!

  4. fatto salvo il giocatore del real gli altri nomi sono piu da Lazio spero sia falso ecco perche
    dovremmo augurarci lunga vita a Mourinho
    per banali ovvie ragioni piu precisamente per il bene futuro della ROMA

    • Non mi risulta che Mourinho sia il direttore sportivo della Roma…credevo facesse di mestiere l’allenatore ma forse tu hai altre informazioni

  5. ciao sbinf condivido pienamente cio che dici l ho scritto anch io ora parecchi sono convinti che si mourinho non ha gioco ma sa allenare lo dice la sua storia ma pinto non e adatto fa dei rinnovi che sono assurdi ti tieni cristante fino a 30 anni e poi a fine contratto valore 0 quando potevi venderlo a 20 ma ora una domanda chi manda via pinto ciao a tutti b giornata

    • ciao. Pinto ha rinnovato Cristante e Mancini, a cifre assurde, perchè c’è un allenatore che l’anno scorso gli ha fatto fare 55 presenze ciascuno, li ha sempre definiti “fondamentali” nelle interviste, e li ha sempre trattati da fondemantali, o un giorno s’è svegliato e ha detto “mo regalo soldi a Mancini e Cristante perchè mi stanno simpatici”? Kumbulla 45 miuti giocati in gare ufficiali con la Roma quest’anno, Bove 240 in 3 anni, credo sia la risposta incotrovertibile.

  6. Karsdorp non fa altro che ripetere il caso di quei giocatori che scollegano la mente con le gambe e bruciano una buona carriera. Salutiamo Rick e avanti un altro con la garanzia che con Mou in panchina dovrebbe essere di un certo livello. Dovrebbe eh.

  7. Odrizola non mi entusiasma.
    Servirebbe un terzino di spinta, ma con spiccate qualità difensive, in grado di farci passare alla difesa a 4 senza troppe conseguenze sulla tenuta del reparto.
    Il basco, anche per caratteristiche fisiche/atletiche, non è ciò che ci serve.
    Ribadisco che a mio avviso l’ideale sarebbe Wan-Bissaka.
    Al Man Utd sta facendo la muffa in panchina e lui insiste per andarsene, anche se per ora si parla di destinazioni in premier.
    Però già quest’estate ce lo avevano accostato, proprio perché come caratteristiche sarebbe l’ideale nella difesa a 4 di Mou.
    Venne pagato uno sproposito 4 anni fa, ma già ora si parla di una valutazione di 10 mln di sterline e della possibilità di prenderlo in prestito con diritto di riscatto.
    Magari sfruttando il bonus fiscale del decreto crescita e con una buona parola di Smalling…

  8. Tanto vale prendersi Faraoni dal Verona, come ho sostenuto da illo tempore.
    Tanto il target consentito dal budget è questo.
    Con Odriozola sarebbe uno scambio tra Pippe.

  9. Come giocatore l olandese non apportava molto e técnicamente non e’ una grande perdida. Ma e’ assurda una gestione come questa per un giocatore che ha il coltello della parte del maníco con un contratto fino al 2025. Non sono bastati I casi como Coric per insegnare qualcosa. Allá fine la única pregiudicata, como sempre, sara la societa. Confusióne totale non si rema tutti nella stessa direzione. Ognuno tragga le proprie conclusióni.

    • Quindi chi rema sul Tevere chi a Ostia… vediamo alla fine dove sfocia Mourinho..😁😁😁🚣🚣🚣

  10. Gorgonzola sarebbe buon acquisto ma per me la questione va gestita nel suo complesso: come tutti sanno quando si inserisce un giocatore, più o meno dotato, in un contesto che non funziona è difficile che il giocatore possa rendere al meglio. In una squadra oliata e funzionante anche il tanto esecrato Karsdorp avrebbe potuto dare il suo contributo. La verità è che quando la squadra NON gira o sei Smalling o Dybala oppure fai fatica, chiunque tu sia…

  11. Personalmente , vedere quei musi lunghi dei giocatori che entrano in campo per giocare a Rugby non mi appassiona più tanto. Il clima della Roma è davvero triste. Non c’è giocatore che se ne voglia andare . Evidentemente è tutta colpa di Karsdorp. Risolto questo problema magicamente la Roma riuscirà a giocare bene.

  12. A gennaio serve un terzino destro come toppa per la seconda parte della stagione.
    Sarà sicuramente un prestito.
    È curioso che ci troviamo nella stessa situazione di un’anno fa quando Pinto dovette prendere un terzino destro come Maitland Niles.
    Però non possiamo andare avanti a toppe.
    Si può investire nel ruolo?
    Magari la prossima estate?
    Lascerei perdere i nomi fatti nell’articolo, da Mazzocchi a Holm e pure Doig che peraltro non c’entra una fava essendo terzino sinistro.
    In una Roma che gioca a 4 dietro, se vogliamo un terzino destro che sappia difendere come uno stopper d’altri tempi ma sappia anche impostare da dietro (è nato centrocampista) il nome è Enrico del Prato, titolare in Under 21, italiano, 23 anni appena compiuti.
    Il dramma è che giocando in serie B, sono quasi certo che Pinto non sappia nemmeno della sua esistenza.

    • Io sarei anche d’accordo che vista l’attuale situazione, un Del Prato per rattoppare e coprire il ruolo di terzino destro, può andare bene. A noi era stato accostato in passato più volte il veterano Faraoni, una soluzione anche questa non malvagia. Serve sempre questo difensore mancino e fino ad oggi il nome che mi convince di più è il giapponese Ito dello Stoccarda. Kamada è un bel calciatore ma il difensore mancino per me è la prima priorità di mercato
      Poi se c’è possibilità di un regista basso anche.

  13. Odriozola non me lo ricordo .. ne’ con la maglia del Real e nemmeno con la Fiorentina .. vediamolo .. poi daro’ un inutile giudizio ..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome