La crisi della Roma con i Friedkin migliori in campo

55
1404

NOTIZIE AS ROMA – L’impresa è titanica: provare a parlare della Roma senza citare il suo allenatore, o almeno senza farne – come sempre – il centro del discorso, scrive l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport (A. Vocalelli). E provare a parlare della Roma da un punto di vista quasi sconosciuto: quello di Dan Friedkin. Un presidente che non parla, non fa parlare di sé e di cui non si parla praticamente mai, malgrado nel suo caso si possa già fare un primo bilancio triennale, dal 20 agosto del 2020 a oggi.

Quel giorno, in pieno Covid, i Friedkin hanno acquistato un club in grave difficoltà che era sul punto di cedere i suoi gioielli, a partire dal capitano Pellegrini. L’arrivo della nuova presidenza non solo ha scongiurato tutto questo, ma ha permesso di rinforzare la rosa con obiettivi che parevano impossibili: primo fra tutti quello di Smalling. E poi Mkhitaryan e l’acquisto per 20 milioni del difensore in quel momento più conteso: Kumbulla.

Ma è nell’anno successivo che il progetto ha avuto una potente accelerazione, con l’ingaggio di Mourinho, pagato a peso d’oro, e una campagna acquisti da favola. La quinta, per spesa, di tutta Europa. Con i quasi 15 milioni per Rui Patricio, gli oltre 40 per Abraham e qualche delusione per affari non all’altezza. È in quell’anno che i Friedkin hanno vinto la Conference League, dovendosi però di nuovo accontentare di un sesto posto, con accesso all’Europa League.

Stretti da un accordo con l’Uefa, determinato da situazioni pregresse, i Friedkin nel mercato successivo hanno piazzato il colpo che nessuno neppure sognava: Dybala. Il calciatore qualitativamente più forte – la luce – capace con i suoi gol di spingere la Roma verso la finale di Europa League e di segnare anche nella partita decisiva. Tutto inutile: i Friedkin, come l’allenatore e i giocatori, hanno finito per pagare pesantemente anche gli errori arbitrali.

Inutile dire che per il terzo anno i Friedkin si sono ritrovati senza gli introiti della Champions, a cui tutti dicevano apertamente di poter ambire dopo l’ingaggio di Dybala. Ciò nonostante, ecco Aouar, Ndicka, Paredes e, nello stupore generale è stato accolto Lukaku. Pagato una cifra pazzesca: quasi 20 milioni per un solo anno.

Insomma, i Friedkin possono riassumere così il loro bilancio. Economico: 800 milioni pompati nella Roma; oltre 20 di gestione mensile; terzo monte ingaggi della Serie A davanti al Milan capolista e al Napoli campione d’Italia. Sportivo: una Conference, una finale di Europa League, due settimi e un sesto posto in campionato, con il rimpianto di non aver mai sentito la musica della Champions. Fino al “disappunto” di essere oggi al decimo posto . Ecco: si può dire che, per gli sforzi profusi, anche loro… meriterebbero di più?

Fonte: Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteMourinho lavora al nuovo 3-5-2, ecco come giocherà la Roma dopo la sosta
Articolo successivo“ON AIR!” – ROSSI: “Mou non dia patenti da tifosi, è una storia che deve finire”, PRUZZO: “Personaggio irraggiungibile, ecco perchè è così invidiato”, PETRUZZI: “Emery o Conte se dovesse lasciare la Roma”

55 Commenti

    • già, la battuta finale ti fa anche domandare “perché questo articolo” che significato gli si può dare, cosa ci vuole dire? Io, sinceramente non lo capisco. Capisco che, un pò tutti i giornalisti o presunti tali, vorrebbero sentire le opinioni dei presidenti della AS Roma. li vorrebbero più partecipi alle bagarre giornalistiche che attorniano la società, come il possibile licenziamento di Mou, storia inventata di sana pianta, ma, scusate, avete mai sentito parlare il presidente dell’Inter, del Milan? Perché questo voler trascinare a tutti i costi “la signorilità” di queste persone in questioni talmente puerili da far inorridire perfino i tifosi al disotto dei sette anni.
      E’ evidente che la notizia del possibile licenziamento di Mou prima di Cagliari Roma fosse una mera “provocazione” scritta ad arte per VENDERE piu copie possibili. Non è bastata la smentita ufficiale della societa, per far cessare di battere su questo tasto giornalai di bassa categoria. Vedete, criticate anche pesantemente quando la Roma perde, ci sta tutto, ma lasciate ai Friedkin decidere come “esistere nel mondo del calcio”, sono persone troppo serie per i vostri stupidi articoli!!!!!
      SEMPRE, comunque e dovunque, FORZA ROMAAAAA

  1. La Roma ad Aprile mi sembra fosse terza, poi i molti impegni tra campionato e coppa e la paurosa sequenza di infortuni l’ha fatta scendere in classifica, cosa tra l’altro irrilevante ai fini Champions se avessimo trovato in finale un arbitro all’altezza. Adesso siamo decimi vero, ma le prime partite Lukaku non c’era e la squadra era fisicamente in difficoltà. Vedremo a Maggio dove saremo💪

    • Si, in realtà la Roma perse posizioni non tanto per gli impegni, ma per gli infortuni: ci fu un momento storico in cui ci siamo trovati senza 6/7 giocatori, troppi per qualsiasi squadra, uno sproposito per una squadra come la Roma – tant’è che abbiamo attinto a piene mani dalla primavera, facendo giocare con una certa continuità Tahirovic e Missori, oltre ad altri ragazzi (ad un certo punto, Bove, sembrava un veterano).

      Quest’anno la Roma ha allungato la Rosa e non è che non abbia problemi di infortuni.

      Onestamente, abbiamo un grande allenatore che è anche un grande catalizzatore di attenzioni. Ma è normale. E’ un po’ come quando acquisti il Messi o il Ronaldo di turno: la gente parla di loro, perché sono Fenomeni. Un Fenomeno è catalizzatore di attenzione.

      Mi trovo in parte d’accordo con l’articolo. Perché sei parla un po’ troppo di Mou, e poco di questa proprietà, che alla fine, “due spicci” li ha messi. “Mou ha portato Dybala”, “Mou ha portato Lukaku”…ma scusate, chi li paga? Chi ha fatto la trattativa? E’ normale che un allenatore si esponga verso un potenziale nuovo acquisto, per portarlo a sé. E soprattutto, chi ha portato Mou? E’ un po’ il discorso che si faceva quando si parlava di gente come Sabatini, Petrachi o Monchi, che hanno rovinato la Roma: dove stava Pallotta? Perché li appoggiava sempre? Ecco, qui c’è il merito della proprietà, che ha portato un allenatore TOP.

      Ma, alla luce del mercato, che comunque ha portato Llorente, Kristensen, Paredes (campione del mondo), Ndicka (voluto dal tecnico, con tanto di foto con gli agenti), Aouar (voluto dal tecnico), Sanches, Lukaku….Friedkin, avrà pure diritto di essersi arrabbiato per la partenza flop della Roma? Si può dire che, almeno per l’inizio di quest’anno il “fattore Mou”, ovvero quello che il tecnico porta alla squadra, non è stato all’altezza dei primi due anni? Io credo di sì, e penso che anche lui lo sappia.

      Detto ciò, io credo che la Roma a fine campionato sarà decisamente più su del decimo posto, perché la squadra allestita è davvero forte. Peccato per la falsa partenza, perché la Roma avrebbe potuto lottare per lo scudetto.

    • senza la Champion in questo calcio non si va da nessuna parte
      Credo che nessuno possa contestare un’ affermazione del genere
      E nemmeno che i due anni di Mourinho senza Champion ci abbiano messo in ginocchio sul mercato

      Noi tifosi della Roma abbiamo il complesso del “giocatore perdente” dobbiamo rifarci subito subito e siamo quel giocatore che in perdita perde lucidita’ e continua a perdere.
      Venivamo da 10 anni di astinenza la Mitropa ci ha fatto perder di vista la strada

      Senza Champion in questo calcio non si va da nessuna parte

      Mourinho e’ stato un disastro perche’ non ha fatto l’interesse della Roma e dei suoi tifosi
      Non era l’uomo per costruire
      Dovevamo in questi tre anni costruire il futuro ed invece lo abbiamo allontanato
      Dovevamo costruire una squadra che iniziasse un ciclo , e siamo una squadra che ha il miglior giocatore ( Lukaku ) in prestito circondato da tutta una serie di fragili con ingaggi faraonici
      Tutto qui
      Quest’anno con un centravanti come Lukaku non dovrebbero esser ammissibili alibi
      Io vorrei i soldi della Champion prima di tutto e con quelli fare un mercato onorevole

  2. finalmente un articolo che ricorda a tutti quanto li dobbiamo e dovremo sempre ringraziare per quello che hanno fatto, stanno facendo e faranno per noi.

    • Due ‘presidenti’ per farne uno.Solo noi così.Poi dicono che i tifosi sbavano solo per Mourinho e che sono di parte.Ma un’affermazione come la tua ha del ridicolo.Ma a chi conviene per primi se l’ASRoma dovesse vincere qualcosa?Ringraziare? Certo non il dottore che ha consigliato ai Friedkin di acquisire la ASRoma.Ma tu li conoscevi? Forse al cinema.

  3. Questa appare piuttosto una…perculatio, (come la tecnica dell’orazione scespiriana di Antonio contro Bruto “Ma Bruto è un uomo d’onore” e giù botte!).
    Rimane l’esigenza di prendere un DS, (col suo bel seguito di ampie conoscenze dell’ambiente, osservatori e contatti non “mono-agente) per correggere certi errori di…valutazione.
    Auguriamoci che i Friedkin, al di là del curioso atteggiamento comunicativo, accumulino preziosa esperienza del mondo calcistico…

    • Assolutamente vero. Questo è un comunicato della Proprietà che il giornale pubblica. Una proprietà che vuole tenere buoni i tifosi. Una operazione di marketing per promuoversi. Per farsi buona pubblicità. Dovrebbe esistere un giornalismo indipendente.

  4. Grazie Presidente! Se Mou va via , per il prossimo anno blocca Thiago Motta! Ci costa molto meno, valorizza i giocatori! Visto cone gioca il Bologna senza grandi campioni? Bloccalo subito e comincia a programmare! Poi il prossimo anno la preparazione fatela fare oer 15 giorni in montagna non a 45 gradi a Roma! Ci saranno meno ibfirtuni! Orina non erano stupidi! Poi tanti collaboratori, a casa! Basta un allenatore, il vice, quello oer i portieri è un preparatore! I signori con le kavagnette non servono!

  5. Off topic.
    Non ci avevo fatto caso prima, ma ho notato che bel calendario abbiamo da pre-Natale a post Befana.
    E il derby lo giochiamo con 2 giorni in meno di riposo.
    Ovviamente lolito non ne sa nulla….
    FORZA ROMA

    • e il finale di campionato è quasi uguale…poi er panzone e er caccola gridano al gomblotto e al campionato falsato (con nessun intervento da parte di nessuno)…facce da lato b

  6. Quanto di buono fatto,vanificato dalla scellerata scelta di Pinto,avrebbero avuto bisogno di qualcuno competente che avesse scovato giovani interessanti da valorizzare e vendere,tipo Hojlund, per alleggerire la morsa UEFA

  7. Non parlano però risalire dalle macerie(squadra di seghe e debito societario)lasciate dal palazzinaro broccolaro e risanare i bilanci con in mezzo un 1 trofeo e 1/2 scippato in Europa League non è una passeggiata, qualcuno(i soliti)dirà: “eh, ma mica ci stava Dan Friedkin in panchina”, si però come il presidentissimo produttore di🏆Oscar Dan Friedkin non è un venditore di cefali e zucchine…la Cazzetta dello Sporc e qualcun’altro riassumi questo eh eh

    • Dopo essere passato dall’abbonamento dazn a quello annuale della Tribuna Tevere qualche cosina da dire sui Friedkin concedimela, caro Ale.
      Quale era il rammarico di tutti noi con Pallotta? Credo di non sbagliare: la rassegnazione a un fallimento oltre che economico anche sportivo.
      I Friedkin hanno dichiarato di volerci riportare ai massimi livelli e questo non ci è parso vero.
      Prima di prendere la Roma hanno effettuato non una ma due analisi finanziarie per decidersi: sapevano quindi perfettamente a che andavano incontro. Ora tutte ste caxxo de scuse dì programmazione finanziaria in relazione alla UEFA e quant’altro sono un paravento ad una iniziale sopravvalutazione della loro mania di grandezza. Vanno avanti perché indovinando Mourinho, sono venuti i campioncini, hanno fatto i sold out eccetera eccetera. Chiamati a rinforzare la squadra hanno sperimentato gli acquisti a costo zero. Non posso crederci che il tuo orgoglio Romanista non ha subito una batosta quando a fronte della porcata di Taylor questi signori sono rimasti muti. Quindi non tengono fede alle promesse fatte e per di più non difendono a livello mediatico e politico i nostri colori. Non appena sbagliano mossa gli crolla Trigoria addosso.
      A me non puoi certo dire che sono un pallottaro ma non voglio neanche diventare un abboccone.
      Forza Roma

    • Prohà quale abboccone?
      Per loro in NEANCHE 3 anni parlano i fatti,cosa che non è successo in 11 con il TWITTETTARO che ha ereditato dai Sensi una squadra da primissimi posti in serie A e facendo (nonostante lo “smantellamento”in corso della rosa) una semifinale Champions, pensa se si aveva già
      all’epoca i Friedkin?

      Per difendere l’as Roma a livello mediatico e politico?
      Perché sai per certo che non si sono mossi?
      Lo vengono a dire a noi?
      Alzare un polverone mediatico nel mondo del calcio in “ITAGLIA”è producente?
      Farsi forti con un partner arabo non è un indizio? Adesso con lo sponsor, poi non potrebbe succedere qualcosa di più grande magari con soci arabi?
      In serie A (purtroppo) se si vuole contrastare il potere POLITICO delle strisciate si deve fare in vie (DOLLARONI) traverse

    • I Friedkin ora non capiscono di calcio ma sono gente che sa fare impresa e sa maneggiare i soldi
      Impareranno presto a muoversi senza bisogno di troppi consigli
      Ci vuole sempre tempo per vedere i frutti di un buon lavoro e il loro e’ un buon lavoro
      L’accordo con gli arabi e’ stato un capolavoro , ha messo il pepe sotto la coda ai potentati romano-italici
      Sono ottimista per il futuro e i risultati a guida Friedkin.

  8. a vocalelli leccac…se prendi la Roma la prendi con tutto il patrimonio la paghi adeguatamente anche in base alla situazione economica simile a molte squadre importanti di serie a cioè con debiti finanziati dalle banche per evitare le tassazioni esagerate in Italia. non puoi dire non compro nulla da due anni perché abbiamo i debiti troppo facile.

    • Daniele,
      non capire nulla di economia non è una colpa,
      io non capisco nulla di fisica e botanica per dire.
      E infatti non parlo di piante e di quantum.

      Noi non avevamo debiti per evitare tassazioni esagerate.
      Noi abbiamo debiti perchè siamo in perdita costante da un decennio.
      Potevano ripianificare svendendo tutti, invece ha ricapitalizzato in 3 anni
      per oltre 300 MILIONI.
      Ripetiamo, TRECENTO MILIONI.

      La Roma non può fare grandi investimenti in cartellini
      (“non compro nulla”…. ma non vi sentite un po’ ridicoli?)
      per un accordo con la Uefa. In più c’è sempre il FFP, che è altro rispetto all’accordo,
      e che comunque va sempre rispettato.

      Il punto primo però dovrebbe sempre essere:
      se non loro chi?
      E visto che la risposta è: NESSUNO, la riconoscenza ci sta tutta.
      E pure molta.

    • Qui c’è malafede bella è buona, oppure delle piume sotto la camicia. Impossibile non aver ancora capito!

  9. Ripeto sempre, che se Rosetti non avesse inviato lo sniper in finale, avremmo avuto più cash frusciante da far girare…in barba ai pallirchiesi e ai follieristi

  10. il napoli oggi esonera garcia e prende conte, avendo incontrato squadre forti e con più punti di noi.
    Dico solo che il primo treno chiamato conte è perso.

    • Bono che se te senteno i contestari te dicono che non è vero. Via i Friedkin brutti, falsi, spilorci e speculatori. Però ben sapendo che in Italia non gira il becco de un quattrino e gl’arabi non verranno mai, mica te dicono chi vorrebbero al loro posto!

  11. I cosiddetti giornalisti ormai son anche meno informati e credibili di alcuni che scrivono qui.
    Affermare con nonchalance che il settlement agreement è stato dovuto, tout court, a situazioni pregresse, denota sciatteria e scarsa professionalità.
    La Roma, come sempre quando c’è un cambio di proprietà, ha goduto di due anni di grace period, da settembre 2020 a settembre 2022.
    In quel lasso di tempo si è fallito due volte l’ingresso in Champions (poco o nulla ha fruttato in termini economici la vittoria in Conference), ci si è classificati al settimo e al sesto posto in campionato, e da Kumbulla fino a Celik sono stati investiti quasi 120 milioni sul mercato in denaro fresco con esiti non proprio brillanti.
    Tutto questo mentre il monte ingaggi è rimasto fondamentalmente invariato.
    Per cui il disavanzo di partenza, extralarge, non è stato minimamente intaccato, ed è questa la causa che ha portato allo strangolatorio settlement agreement firmato nel settembre 2022.
    Spese che erano e sono rimaste molto più elevate degli introiti.

  12. Sono abituato a metterla semplice.
    Voglio proprio vedere come si mettono, se per caso, per fortuna o meglio ancora per merito la Roma si qualifica per la Champions 😂
    Forza Roma

    • Per Prohaska

      Visto che hanno preso Lukaku per quello ( e forse per qualcosa di piu’ ) credo sarebbero sorpresi la Roma non si qualificasse in Champion ( considerando i 7,5 a Mourinho )
      Credo che questo abbiano chiesto a Mourinho: prima di tutto i soldi della Champion

    • Ma come te metti tu, Herbert il maggiolino tutto a striscie. Questa e’ una domanda più appropriata!

    • Smalling arrivò in prestito secco, l’anno prima..

      Arrivò come acquisto lo stesso anno di Kumbulla per 15 mln se non erro..

      Quindi no.. E stato comprato dai Friedklin..

      Per Miki discorso simile ma diverso.. Anche lui arrivò in prestito l’anno prima.. Con i Friedklin si svincolo’.. Per arrivare a titolo definitivo..

      Quindi in realtà questa volta no.. Non hanno sbagliato..

      Forza Roma

  13. una bella leccata di …..stile vocalelli, da vomito, ma dove dobbiamo andare con questi giornaliai..questo e’ andato a scuola da vespa..che vomito…

  14. In realtà la gazzetta ha più che ragione

    Smalling è Miki arrivarono si un anno prima con Petrachi – Baldini.. Ma solamente in prestito secco..

    L’anno dopo la Roma comprò Smalling a titolo definitivo.. Quasi a fine mercato spendendo circa 15 mln..

    E riuscirono a far svincolare Miki.. Spendendo qualcosina..

    Quindi si.. Arrivarono un anno prima.. Ma per tenerli bisognava fare qualcosa.. E per Smalling la spesa non è stata bassa..

    Forza Roma

  15. Purtroppo no Jerry, sono Ragioniere ma sto a spasso da 2 anni ed è un problema alla mia età.
    Che i Friedkin abbiano speso quella cifra è vero, ci sono articoli in merito e lo hanno già detto altri su questo sito prima di me.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome