La grande occasione

41
1540

AS ROMA NEWSVia al mese degli scontri diretti. Da qui al prossimo quattordici gennaio, giorno di Milan-Roma, i ragazzi di Josè Mourinho non avranno più tregua, e affronteranno tutte le prime della classe, Inter esclusa.

Il tour de force comincerà stasera, allo Stadio Olimpico, quando i giallorossi sfideranno la Fiorentina di Italiano, squadra che si trova a un solo punto dai capitolini. La partita si preannuncia come la prima grande occasione per la Roma di staccare alcune dirette concorrenti al quarto posto, tra le quali proprio la viola, e avvicinare sensibilmente il terzo posto, reso più accessibile dopo il ko del Milan di ieri sera.

Ma è proprio questo filotto di scontri diretti a rappresentare per i giallorossi una grande opportunità: quella di dimostrare finalmente di essere diventata grande, e di poter competere nuovamente con le big del nostro campionato dopo anni di anonimi sesti e settimi posti. Uscire da questo ciclo terribile di partite restando vicini alla zona Champions potrebbe cambiare radicalmente il volto di una stagione cominciata decisamente male.

Stasera si comincia con la viola, e la Roma ha tutte le carte in tavola per partire bene: i giallorossi, al contrario della squadra di Italiano, hanno lavorato tutta la settimana senza impegni infrasettimanali e, Smalling e lungodegenti a parte, hanno a disposizione tutta la rosa. Pellegrini e Renato Sanches stanno cominciando a recuperare la condizione migliore, e questo non può che essere un’ottima notizia per l’allenatore, che ora ha diverse soluzioni in tutte le zone del campo, difesa a parte.

Mou in settimana si è poi curato con particolare attenzione Dybala e Lukaku, quest’ultimo apparso un po’ stanco dopo le tante partite giocare. Il belga ha ricaricato le pile, ed è pronto a giocare un ruolo di primo piano in questo momento decisivo della stagione romanista. Così come l’Olimpico, pronto a ruggire ancora una volta dietro la squadra. La Fiorentina è avvisata.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

 

Articolo precedenteROMA-FIORENTINA: le ultime dai campi, le probabili formazioni e il meteo del match
Articolo successivoMourinho vs Italiano: è la sfida tra due diverse filosofie di calcio

41 Commenti

  1. Il coach saprà motivarli al massimo, L olimpico darà il suo solito incredibile contributo e i giocatori faranno il loro

    Forza Roma e poco altro da dire!

  2. se prima dei gobbi maledetti facciamo filotto è champions matematica, stasera esiste un solo risultato: 1 fisso!!!

    • mourinho non è un giochista ma se sente l’odore del sangue e stacca la quinta tra tre giornate sarà difficile schiodarlo dal quarto o terzo posto se il Milan crolla….. non escluderei un ritorno in grande stile di Lorenzo pellegrini che se recuperato definitivamente può essere una notevole risorsa in più. Se poi ci dovesse essere anche la resurrezione di Renato sanches allora…….

  3. oggi bisogna vincere a tutti i costi!!! gli arbitri lavoreranno per il pareggio e per ammonire il più possibile da una parte e penso anche dall’altra, espulsioni facili. visto che in questo momento ci sono alternative sia in attacco che a cc, l’obbiettivo sono Cristante e i difensori centrali

  4. 3 punti come vengono vengono, è una sliding door del nostro campionato.

    in caso di vittoria si possono aprire scenari impensabili 1 mese fa …

    ❤️🧡💛

    • A me le partite sliding door me terrorizzano come i maxi schermi….. me sto a consuma’ i polpastrelli.

  5. sarà una bella corsa Champions.
    con l’Inter campione d’Italia a mani basse, talmente è superiore alla concorrenza e con la Juventus che seconda ci arriva in carrozza (il premio come calciatore corretto del mese dato a Gatti, mister ti posso anche pestare ma tanto non mi ammoniscono, sennò che lo dicono a fare che sono il nuovo Chiellini? parla chiaro) , le altre squadre hanno chi più chi meno degli stop.
    oggi sarebbe un bel segnale, andare a più 3 sul Napoli e a meno due dal Milan. speriamo. sarà una corsa decisamente lunga.

    • sebino

      l’inter è fortissima ma occhio ai gobbi senza coppe…. su 38 partite è un vantaggio enorme.

      ❤️🧡💛

    • tedesco volante, vero.
      ma se all’inter continuano a dare un rigore a partita appena li sfiorano, già hanno la rosa migliore, giocano bene, se gli dai anche questo vantaggio, è dura per chiunque.

  6. Nel momento in cui si parla di “grandi occasioni” la Roma ha sempre tentennato Certo che, se dovessero arrivare una serie di risultati positivi, in molti cambieranno nick o spariranno dal sito Poco ma sicuro. Forza Roma!!!

  7. Il ciclo di partite apparecchiato a tavolino è un percorso a ostacoli ricco di insidie non solo sportive.
    Ci arriviamo con la squadra praticamente al completo e un condottiero che nella sua personale partita a schacchi coi furbetti del palazzo, ha impostato questo periodo secondo i suoi dettami e questa è l’unica cosa che mi da speranza e motivazione.
    Il mio non è un pianto preventivo ma in analisi statistica vissuta troppe volte per passare inosservata. Tutte le volte che le zozzate si sono concretizzate mi sono detto che non avrei più seguito il calcio….ma c’è la Roma di mezzo e quindi per me è qualcosa di più del calcio. Seguirò le prossime partite senza troppe illusioni ma come con incrollabile fede e certezza che abbiamo una squadra che non si piegherà mai, come l’allenatore che la guida. Forza ragazzi dateci l’anima e noi vi faremo sentire quanto forte batte il cuore giallorosso.

    • questo è vero, ma anche vero che le partite facili sulla carta ce le siamo impiccate da soli. perdere 7 punti contro Salernitana, Torino e Verona, è stata colpa nostra. ora il calendario sarà duro ma avessimo fatto il nostro, adesso anche con un paio di sconfitte nelle prossime prossime partite saremmo comunque tra le 4 senza se e senza ma.

    • Sebì, quelle sconfitte io le vedo figlie di vari fattori. Per primo una preparazione tecnico/atletica totalmente improvvisata causa tour promozionale, pure saltato con una rosa della squadra indefinita fino all’ultimo secondo. Vero che è arrivato Romelu, ma hai smontato una difesa collaudata che ad esempio contava su Smalling il quale non solo non era al 100% ma è pure sparito totalmente.
      Per me questi sono stati i motivi principali per cui la Roma non è stata in condizione di fare punti da subito. Solo un grande allenatore poteva venirne a capo, con fatica e carattere unico lui si prende tutto e tutti sulle spalle e se lo segui e ti fidi, non temi niente e nessuno.
      E questo a me piace.

  8. Nei giorni scorsi ho letto commenti che auspicavano una Roma più vocata al gioco offensivo, partendo dalla considerazione che proprio nel reparto avanzato abbiamo gli uomini più forti…
    Ribalto il punto di vista: siccome il reparto difensivo è palesemente in difficoltà, privo, per di più, di giocatori veloci, in grado di fare recuperi importanti in campo aperto e con un portiere che non esce dalla linea di porta, figuriamoci dall’area di rigore…
    credo che questa squadra debba restare sempre coperta, adottando atteggiamenti tattici prudenti.
    Purtroppo, non abbiamo nemmeno attaccanti contropiedisti, alla Gervinho per intenderci, sicché le nostre ripartenze sono tutt’altro che folgoranti…
    In conclusione: restiamo coi piedi per terra, anche oggi sarà dura. Tuttavia la Roma, pur non essendo una squadra dominante, può battere la Viola.
    FORZA GRANDE ROMA

    • Caro Kawa, come avrai visto il possesso palla della Roma di Mou nelle ultime partite è stato spesso oltre il 60- 65%. Lo stereotipo della squadra tutta difesa bloccata bassa e lancio lungo non è più attuale da un po’…

    • TT
      Infatti il bollito quest’anno ha cambiato totalmente modo di giocare, particolare complicato da capire per molti….e lo dico senza voler offendere nessuno.
      Portiamo pazienza e SE combaciano un po’ di pezzi, può diventare una stagione molto Special.

      FORZA ROMA

    • Buongiorno, pigreco.
      Vero che il possesso palla è aumentato, ma le trame offensive si traducono quasi sempre in lanci lunghi a cercare Lukaku, scavalcando il centrocampo, con Cristante versione quarterback NHL, e con tentativi di cross da parte dei nostri terzini con piedi fucilati.
      Le verticalizzazioni con palla rasoterra le sapeva fare Matic (grave perdita) e basta. Comunque i nostri attaccanti non sono vocati al contropiede, mi sembra evidente.
      Ricordo che con il gioco di rimessa (contropiede, oggi ripartenza) le squadre italiane (e non solo) hanno vinto tutto. Ricordo anche che venivano aspramente criticate dagli esteti del bergioco, solo che allora erano perlopiù rosiconi stranieri… oggi li abbiamo importati.
      Sarà colpa della globalizzazione? 😉

    • Buongiorno Kawa.
      Io sono tra quelli che si auspica un gioco più offensivo: d’altronde non è vero che la miglior difesa è l’attacco? 😉
      Infatti gran parte delle reti le abbiamo subite proprio quando ci schieravamo con moduli più coperti.
      Affermo questo non per una sciocca preferenza personale (anche se il 4:3:3 è il mio schema preferito) ma per constatazione di fatti oggettivi. Se la Roma, verificata la lunga assenza di Smalling, si fosse disposta a 4 dietro avrebbe a mio avviso fatto la scelta più logica.
      Queste le due constatazioni fatte.

      1) abbiamo giocato la gran parte delle 15 partite di campionato e delle partite di coppa utilizzando gli unici 3 difensori centrali arruolabili e quando ne avevamo solo 2 abbiano arretrato Cristante sguarnendo il centrocampo. Il rischio alla fine ha fortunatamente pagato (una volta tanto 😎) perchè solo Llorente ha marcato visita per qualche partita ma onestamente i centrali sono stati spremuti come limoni. E l’emergenza non è finita perché Mancini è a rischio ammonizione.
      2) la Roma ha recuperato risultati e giocato meglio quando ha schierato in campo 3 attaccanti. Un centrocampo muscolare con Cristante, Paredes e Bove non è riuscito spesso a innescare le punte anche perché orfano di Pellegrini. Il risultato è stato quello di vedere Lukaku fare spesso lavoro sporco per gran parte della partita, ovvero il centravanti boa che lavorava i palloni lanciati da Mancini con un Dybala che faceva un dispendioso lavoro tra le linee. Quando invece è entrata la terza punta, o Azmoun o un Elsha che giocava più da ala che da quinto, come d’incanto la squadra è sembrata muoversi meglio.

      Questo è quello che penso, senza avere la pretesa di avere la verità in tasca: lo sottolineo visto che ci sono utenti molto suscettibili che si alterano e si scompensano quando si fa un appunto al nostro tecnico.

      Un caro saluto 👋

  9. Forza dai! È il momento giusto di mordere i garretti di quelli davanti, e lasciare indietro chi ci insegue! Il Milan è scoppiato da un po’, ce la possiamo fare!
    Dobbiamo giocare coi viola al massimo….

    • Olmmilan e scoppiato da anni scorso se non gli danno rigori e agevolazioni stava già 4/5 punti indietro

  10. A parte una semplice considerazione, che strano che una serie di scontri diretti tocchi proprio a noi. Non ho memoria di serie così impegnative per altre squadre, ma tant’è, tanti nemici tanto onore.
    Per il resto, beh mi vedrò queste partite con la consapevolezza che non ci verrà risparmiato nulla dal palazzo, ma con la certezza che la mia Roma non mollerà di un millimetro e con lei chi la guida. C’è troppo marcio in questo calcio ma per fortuna noi non ne faremo mai parte, che i giochi abbiano inizio, il 15 gennaio tireremo le somme e, comunque vada, noi saremo sempre a testa alta.
    ❤️🧡💛SempreSoloForzaRoma💛🧡❤️

    • se ci sono tanti scontri diretti adesso significa che prima abbiamo avuto un bel ciclo di partite sulla carta abbordabili. Le squadre quelle sono.
      Forse è meglio affrontare queste partite adesso che siamo quasi a pieno organico, non trovi, piuttosto che quando dovevi buttare dentro Pagano.

  11. Stasera bisogna vincere a tutti i costi, devono entrare in campo con l’atteggiamento giusto e portare a casa i 3 punti. DAJE ROMA DAJE

  12. Se dovessi guardare indietro alle decine di “grandi occasioni” perse non potrei essere ottimista.
    Se invece oggi lo sono è perché mi è sembrato finalmente di cogliere una grande unità di intenti tra proprietà, allenatore, squadra e tifosi (soprattutto quelli che vanno allo stadio e si fanno pure le trasferte).
    Questo mi fa ben sperare in una svolta.
    Forza Roma Sempre

  13. quante volte abbiamo fatto stò ragionamento e al momento di salire quel gradino inciampiamo come dilettanti e scivoliamo al gradino sotto…
    con Mou ci credo sempre, ma il nostro DNA dice ben altro… quindi, per me, oggi tanta scaramanzia e silenzio…
    DAjeRomaDaje!!!

  14. Il bello di assistere ad una partita di calcio è che nonostante tutti i pronostici nessuno sa quello che succederà😂😂😂 e io me la godo così.
    Forza Roma

  15. il mister conosce bene i suoi polli.
    ma io stasera terrei lukaku in panca e metterei dentro il 🐓 con Azmoun e dietro di loro Dybala.
    bigrom deve rifiatare e bisogna averlo al top con i pulcinella e la rube

  16. Udinese Roma dello scorso anno e Genoa Roma di quest’anno dovrebbero aver insegnato a qualcuno che le imbarcate causate da recuperi forsennati producono sconfitte non nel DNA del nostro tecnico Inter Roma ha dimostrato che se Cristante fosse stato più preciso anche giocando col lucchetto in difesa si può vincere

    • la Viola è una bella squadra, nulla è scontato, ma non è il Real, e siamo in casa nostra…

      io sono moderatamente fiducioso 🤣

      ❤️🧡💛

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome