La Roma balla sulle punte: piace Zaha, jolly d’attacco

22
1828

AS ROMA NEWS CALCIOMERCATO – L’infortunio di Abraham e l’astinenza prolungata di Andrea Belotti ha aperto dentro Trigoria un tema che riguarda l’attacco.

Il problema va risolto durante questo mercato, ma serviranno più idee che soldi viste le limitazioni a cui i Friedkin dovranno sottostare dopo i paletti messi dalla Uefa.

I nomi al momento in ballo sono cinque. Il primo è quello di Mauro Icardi, anche se al momento da Trigoria nessuno conferma l’indiscrezione. Gli altri profili sono meno altisonanti: M’Bala Nzola dello Spezia e Marko Arnautovic del Bologna sarebbero soluzioni low cost che non scalderebbero il cuore dei tifosi.

Occhio dunque a Wilfried Zaha, 30 anni, attaccante del Crystal Palace in scadenza di contratto: l’ivoriano è tenuto in grande considerazione dentro Trigoria e piace a Mourinho.

Non si tratta però di un classico centravanti d’area di rigore, ma più di un esterno d’attacco o una seconda punta, anche se in questi anni al Palace gli è capitato anche di fare il riferimento offensivo. Gianluca Scamacca, in uscita dal West Ham fresco vincitore della Conference, è un nome che circola ancora in chiave Roma.

Fonti: Gazzetta dello Sport / Il Messaggero / Corriere dello Sport / Corriere della Sera

Articolo precedentePinto, ora si vende: Volpato e Missori nel mirino del Sassuolo, le richieste della Roma
Articolo successivoTuttosport: “Mourinho rinnova con la Roma fino al 2026, annuncio imminente”

22 Commenti

    • Zaha è forte, ma Berardi (anche se mista parecchio sulle ⚽️⚽️) lo è di più, ho visto la scheda Trasfermarket degli ultimi tre campionati ha dei numeri impressionanti… Con il Sassuolo fare un tentativo, non per Frattesi, ho Bove, ma per Berardi, ben venga Nzola, ha grande fisicità, è in piena maturazione e lo evidenziano i numeri degli ultimi due campionati, mancherà il bombardamenti vero, io più che Icardi, mi intriga parecchio Alvaro Morata in coppia con Dybala, i due si conoscono bene, anche fuori dal campo e questo è un grande vantaggio per lo spogliatoio. Incardinato è forte, ma può creare problemi di gruppo…Lasciamo lavorare bene Pinto, con MOU anche se hanno qualcosa lo hanno sempre risolto, per il bene della Roma, due finali europee significa grande lavoro di gruppo…💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • Si ricomincia a regime. A breve esce pure morata alla ROMA, che secondo voci incontrollate ha già firmato, così ci rifacciamo la nostra classica estate. Quello è preso dalla ROMA e dopo tre ore si inserisce l’altra squadra, quell’altro è a un passo poi torna indietro, berardi già è stato appioppato, manca nacho….

    • Thuram

    • A noi servono tutti e due i ruoli! Sia esterni, sia punte che segnano! Centrocampo e difesa centrale, bene o male, è ok! Mancano come il pane i terzini, le ale e le punte! Insomma… La Roma è tutta da costruire… E infine… Sono felice che Mourinho rimane ma spero che il gioco sia molto… Molto… Molto più brillante! Quest’anno il gioco assomigliava ad un film dell’orrore! Difendere va bene… Ma devi anche attaccare! Creare un gioco e soprattutto segnare!

  1. Ma sì, buttamole lì tutte: così, vedi mai, che per caso uno lo azzeccano.
    Certo che da qui al 30 giugno si devono vendere copie e visualizzazioni.
    La girandola di nomi in entrata costituisce un “must” stagionale a costo zero (non che spararle grosse il resto dell’anno je costi molto…).

    Mettiamoci comodi: questa è la fase delle cessioni, grande tradizione ormai ultradecennale della società 🙂
    Sono curioso di vedere se almeno piazziamo quel paio di olandesi problematici e pieni di sé che ci siamo accollati…Anche se pure gli spagnoli non scherzano.
    Forza Roma e forza Pinto

  2. che ca##ata il Crystal per il rinnovo gli ha offerto 200k sterline a settimana, che fanno 10milioni di sterline annue….

  3. Buongiorno a tutti.
    È vero adesso ci sarà in valzer di nomi ,tra poco parlerà della Roma nuovamente il ballerino Zazzaroni dopo aver fatto la sua bella figura su Mourinho. Secondo me è vero ci serve un bomber è innegabile ma anche più qualità davanti abbiamo visto quante partite ha dovuto saltare Dybala. Ci serve un giocatore che sappia creare superiorità che abbia la giocata. Sarà in mercato difficile ma speriamo quest anno di sbagliare il meno possibile.

  4. vediamo io penso che quest anno pinto fara un buon mercato certo ritorneranno tante pippe ma a questo punto e importante non prenderne di nuove daj roma dajeeee

  5. La Roma in questo calciomercato ha l’imperativo di rafforzarsi per arrivare al definitivo balzo in avanti previsto alla fine del triennio pattuito con Mourinho dalla proprietà. Vediamo ruolo per ruolo dove è necessario rafforzarsi:
    1) Portiere
    Rui avanza con gli anni e, nonostante un rendimento comunque più solido rispetto ai suoi recenti predecessori, ci dimostra che nel ruolo si può migliorare. Non è però questa operazione una priorità assoluta.
    2) Difensori centrali
    Con la conferma di Smalling, e l’ingaggio di Ndicka, il pacchetto di difensori centrali della Roma si può definire completo, ovviamente non calcolando la cessione di Ibáñez; la quale, dovesse avvenire, porrebbe la necessità di essere ammortizzata dall’ingaggio di un difensore centrale. E non di un “figurante”, ma di un giocatore che possa entrare nelle rotazioni.
    3) Terzini/Esterni di fascia
    Viña rientra, c’è Spinazzola, Karsdorp è prossimo al rientro, Celik è abile e arruolato, Zalewsky può giostrare come esterno su entrambe le fasce. Comunque, a mio parere, le fasce della Roma mi sembrano non da squadra che vince. Spina quando gira è fantastico, ma purtroppo troppo spesso quest’ anno l’ho visto scarico e inefficace in entrambe le fasi. Viña, checché se ne dica, è un ottimo giocatore, purtroppo non adatto a giocare da esterno a tutta fascia: rende bene come terzino sinistro in una difesa a quattro. Dei limiti di Karsdorp è inutile parlarne, perché è evidente che non è un giocatore da grande squadra. Se è in buone condizioni psico-fisiche può essere un buonissimo rincalzo: purtroppo quest’anno la psiche e il fisico non hanno retto. Celik è un bravo ragazzo, un buon terzino destro. Bravo in una difesa a quattro, meno come esterno. Comunque, anche come terzino, in una squadra che punta al vertice in campionato e coppa è leggermente inadeguato. Zalewsky e El Shaarawy (se rinnova, cosa che mi auguro), sarebbe meglio vederli gestire nei mezzi spazi, in posizioni più avanzate, come attaccanti. A livello difensivo per quella posizione mostrano molti limiti e, dovendo coprire ampi spazi di terreno, perdono l’efficacia nelle zone di attacco. Lì sono sprecati insomma…
    Diciamo che in queste posizioni è auspicabile un miglioramento. Sempre che non si cambi il sistema di gioco, al quel punto le valutazioni di Pinto/Mourinho possono essere diverse.
    4) Mediana
    Matic: un grandissimo campione, ma classe ’88. Cristante: un giocatore utile, affidabile, un uomo squadra. Non un titolare per chi vuole vincere trofei, ma importantissimo in rosa. Bove: bravissimo ragazzo, in prospettiva può diventare un buon centrocampista dinamico. Ora come ora non può essere considerato titolare. Pellegrini mejo non schierarlo in mediana: non rende. Aouar può giocare in mediana, dipende poi dal sistema di gioco; ma vale lo stesso detto di Pellegrini: mejo schierarlo in appoggio agli attaccanti. Quindi manca un grande centrocampista centrale, uno che detta i tempi, che tiene palla e contrasta. E che sappia tirare dalla distanza. Tielemans sarebbe perfetto.
    5) Trequarti
    Sarebbe bello avere un giocatore che sappia saltare l’uomo più spesso, per creare superiorità numerica e sbilanciare le difese. Ma numericamente la Roma mi sembra abbastanza coperta: Aouar, Pellegrini, Zalewsky, El Shaarawy (se rinnova)…
    Dybala, Dybala, Dybala Dybala Dybala…
    6) Punta centrale
    Considerando che Dybala non può essere fisso schierato come punta centrale (è una seconda punta), manca in assoluto. Qui c’è da spendere, senza se e senza ma. Anche un super giovane ma deve essere forte forte forte. Zaha è una prima punta dinamica e potente, veloce e abbastanza presente in area di rigore. Ma per quello che riguarda il riempire l’ area di rigore ci sta di meglio. Vitor Roque per esempio fa questo e quello. Ma uno così giovane e forte si può prendere? Costerebbe veramente molto.

    Ora queste sono le mie considerazioni, bisogna vedere come la vedono tra Mourinho, Pinto e la signora Souloukou.

    Per gioco metto una fanta formazione e la schiero con il rombo:

    4-4-2

    Rui Patricio

    Celik Mancini Smalling Viña

    Matic
    Bove Tielemans
    Pellegrini

    Dybala
    Vitor Roque

    A disposizione tutti gli altri…

    Com’è?

    FR

  6. Icardi è un’invenzione della stampa per passare l’estate a confermare e smentire le continue voci che arriveranno. Il suo stipendio in questa Roma non è gestibile c’è poco da fare.
    Di nomi ce ne sono diversi il principio su cui dovrà lavorare la Roma visti i paletti non è un unico nome ma più nomi che messi insieme alzano molto la qualità e la prestazione. A quel punto non ti serve Icardi perché hai più giocatori che possono segnare o creano occasioni da gol. Questo a mio avviso deve essere il mercato della Roma è le possibilità ci sono, noi abbiamo bisogno anche di gente in grado di tirare da fuori che è qualcosa che ci manca e può essere utile.

  7. Quelli che stanno sempre a stigmatizzare la giostra dei nomi, che è in voga dagli anni’ 20 del secolo passato (andate a leggervi i giornali dell’epoca), non è che sono obbligati a commentare eh. Non vi piace? Occupatevi di una cosa più seria, ad esempio la politica. Ah no, pure lì è sempre mercato, anche se delle vacche…

  8. Io proverei a fare queste operazioni prima della partenza per il ritiro estivo:
    ATTACCO – Zaha a parametro 0, se l’ingaggio è sostenibile, lo prenderei subito perchè sa fare l’esterno e la punta anche se dovesse rinnovare Elsha (che, come ormai sappiamo, non può giocare tutte le partite nè più di due consecutive).
    Poi proverei a fare uno scambio con il Bologna Belotti/Arnautovic e con lo Spezia Nzola/Shomurodov (se non retrocede, altrimenti un prestito con diritto di riscatto). Dopo le cessioni si potrà valutare l’acquisto di un vero centravanti.
    DIFESA – Se Ndika è sicuro e Ibanez deve essere per forza ceduto, prenderei al suo posto Llorente.
    CENTROCAMPO – se riescono a prendere Tielemans ok, altrimenti per ora aspetterei, dopo le cessioni magari si può valutare l’acquisto di un bel mediano
    PORTIERE – per ora aspetterei, dopo le cessioni magari si può valutare l’acquisto di un buon portiere con margini di crescita importanti (a me Vicario piace molto).

  9. Le fonti sono tutte testate (di k…o) con cui Mou non ci andrebbe neanche nei cessi pubblici, figuriamoci far loro confidenze sul mercato. Veramente, certi individui andrebbero querelati per stalking psicologico tramite media.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome