La Roma c’è, la finale si gioca all’Olimpico

64
1979

AS ROMA NEWS – La Roma esce indenne dal King Power Stadium e rimanda il discorso qualificazione di una settimana, quando i giallorossi sfideranno il Leicester nella gara decisiva davanti a settantamila tifosi e sul terreno amico dell’Olimpico.

“Sarà una finale”, dirà Mourinho a fine match. Una partita che vale una stagione, e che la Roma giocherà con il grande vantaggio di farlo davanti al proprio pubblico. L’uno a uno di Leicester infatti dà un minimo margine a Pellegrini e soci: basterà vincere per arrivare in finale, ma anche pareggiando la Roma avrebbe il minimo vantaggio di giocare i supplementari nel proprio stadio.

Dettagli, che però in sfide equilibrate come queste sono decisivi. La gara del King Power Stadium ha dimostrato quanto ci si aspettava alla vigilia: Roma e Leicester sono due squadre che grosso modo si equivalgono. I giallorossi partono determinati e trovano il gol del vantaggio al quarto d’ora: lampo di Zalewski, il migliore in campo per distacco, e sinistro letale di Pellegrini.

Il Leicester incassa la batosta e perde fiducia, non riuscendo a creare grossi grattacapi alla Roma. Nella ripresa però gli inglesi ritrovano ritmo e convinzione, e la Roma va in affanno. I giallorossi non riescono ad essere efficaci nelle ripartenze, e allora la partita prende una brutta piega: l’autogol di Mancini, che anticipa Lookman alla disperata mendando la palla nella propria porta, fa capire a Mou che è arrivato il momento di cambiare.

Gli ingressi in campo di Veretout per l’infortunato Mkhitaryan (a forte rischio per il ritorno) e di Sergio Oliveira per uno Zaniolo poco brillante ridanno sostanza ed equilibrio alla squadra, che nel finale allenta la pressione degli inglesi e sfiora anche il gol del nuovo vantaggio: tacco illuminante di Abraham per l’ex centrocampista del Porto, il cui destro potente diretto all’incrocio viene deviato in angolo da Schmeichel.

Finisce uno a uno, un risultato tutto sommato giusto per quanto visto in campo. La Roma ha dimostrato di esserci, nonostante i limiti che questa squadra ha ancora. Giocare una semifinale europea sul campo di una inglese non è mai facile, e la risposta dei giallorossi è stata positiva. Tutto viene dunque rimandato alla gara dell’Olimpico: giovedì prossimo sarà un’altra battaglia, stavolta però davanti a uno stadio pronto a fare ancora la differenza. La Roma può farcela. 

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteLEICESTER-ROMA 1-1: le pagelle del match
Articolo successivoIl diktat di Mou: rinnovo di Cristante anche a costo di perdere Sergio Oliveira

64 Commenti

  1. Servirà l’apporto del pubblico per passare. Il 12 giocatore in campo.
    Perderemo Mikitaryan che vuole dire geometria e velocità a centrocampo e non abbiamo ricambi adeguati (ormai Veretout è fuori). Dobbiamo sconvolgerli con un inizio aggressivo come fatto contro il bodo. La Roma può batterli come qualità dei titolari ma ieri siamo calati alla distanza e la panchina fa la differenza in negativo per noi. Contro il Bologna occorre far riposare i quinti e forse Smalling.

    • La sconfitta delle quaglie, quella della Fiorentina ed il pareggio dell’Atalanta nei recuperi, in realtà ci consentono di affrontare il Bologna con una certa tranquillità.
      Abbiamo il vantaggio degli scontri diretti con gli sbiaditi e la Dea.
      Mi aspetto parecchi cambi.
      Shomurodov per Abraham
      Vina per Zalewski
      Perez per Zaniolo
      Veretout per Mkhitaryan
      Sergio Oliveira per Pellegrini
      Kumbulla per Smalling
      Maitland per Karsdorp

    • Oliveira squalificato 😩
      Insomma giocare ogni 3 giorni non è il massimo. Domenica piuttosto che mettere in campo gente stanca a rischio infortuni meglio riesumare Diawara.
      Un goal dell’ex?

    • Forse un po’ troppe sostituzioni, Vegemite… Concordo col principio delle rotazioni e credo che Shomurodov per Zaniolo, Vina (o Elsha) per Zalewski e Veretout per Mkytharian ci stiano tutte, ed anche Kumbulla da utilizzare, comunque. Abraham secondo me almeno un tempo lo fa, poi si potrebbe alternare con Felix o C. Perez, e dipende pure da come si mette la partita, che a mio avviso dobbiamo comunque vincere per stare tranquilli. Per queste ragioni lascerei Diawara e Maitland Niles dove stanno, cioè in panchina o in tribuna, addirittura.

    • A Roma la affronterei con un centrocampista in più, 3511, loro sicuro che aspetteranno dietro belli coperti, non dobbiamo farci inkhulare in contropiede (vedi dunfries), sarebbe manna per loro.

      E invece calma e centrocampo folto, che ieri per 1 ora non l’abbiamo mai strusciata….

    • Vegemite e tu credi che le quaglie non gli fanno tre-quattro gol allo spezia? Stiamo tutti sottovalutando la partita di domenica… il Bologna sta in una splendida forma e non raccoglie questi risultati contro le big dal 2011 . 11 ANNI,C’ERA ANCORA PIOLI. Quindi sbrigare la pratica nei primi 60 minuti e poi fare tutti i cambi del mondo,ma quando sei sicuro di come andrà la partita,non pecchiamo di presunzione

  2. “… basterà vincere…” CERTO, non sarà semplicissimo…. peccato che popio quest anno non vale la regola del gol segnato in trasferta, avremmo avuto un piccolo vantaggio psicologico in più… ma tant è, servirà una prova maiuscola, la spinta dei 65.000 dell olimpico sarà il propellente mancante…

  3. Quante squadre italiane sarebbero uscite indenni dalla tana del Leicester? Credo poche, poche. Adesso ci sarà una partita da dentro o fuori, ma a Roma. La stagione si deciderà qui.

  4. Il Leicester non mi ha impressionato. Considerato tutti gli spazi che gli abbiamo regalato e qualche errore sciocco, il fatto che siano riusciti a tirare in porta solo 3 volte significa che, ok l’intensità della Premier, ma serve altro. Si capisce perché sono noni.
    Purtroppo è la Roma che ha deluso. E non parlo del pacchetto difensivo, o di Zalewski, che hanno giocato ottimamente, ma del centrocampo e dell’attacco: hanno fatto talmente tanti errori tecnici che, di fatto, ha consegnato la partita alle Volpi. Bastavano due contropiedi fatti bene e la partita te la portavi a casa. Il Leicester è battibilissimo, ma con questa qualità in finale non ci arriviamo. Speriamo nel fattore Olimpico, che avrà un suo peso e nel fatto che la Roma fuori casa ha quasi sempre fatto schifo, salvo poi rifarsi nella sua tana.

    Certo, credo che vada considerata anche la stanchezza. Miki è stato spremuto oltre le sue possibilità, e infatti si è arreso, perdita grave. Noi giochiamo ogni 3 giorni, gli avversari solo sulla carta.
    Di fatto il Leicester la partita l’ha rimessa in piedi con i cambi, cambi che noi, onestamente, vedendo la panchina non potevamo permetterci (forse giusto il Faraone).
    Il problema è che la Roma Domenica affronta un Bologna in formato Europa League e dubito che si possa fare bottino pieno in tutte le gare che contano. La benzina sembra finita, la coperta è sempre cortissima e Mou si dovrà arrangiare. Vediamo se la squadra tira fuori riserve nascoste.

    Sabato c’è anche l’altra semifinale, quella delle ragazze, che giocano il ritorno con l’Empoli per accedere alla finale di Coppa Italia. La Coppa ce la vogliamo tenere stretta.

    • Concordo
      Purtroppo se come sembra Miki nn dovesse farcela sarà un problema non da poco e contro il Bologna proverei El Sha per capire se giovedì prossimo potrà tappare il buco.

  5. Un pareggio è un ottimo risultato ma al di là delle congetture se vincevamo era molto meglio.
    Il tifo dell’Olimpico però farà la differenza e il Leicester poi non mi è sembrata così irresistibile. Speriamo in un recupero di Mkhitaryan perché questa volta la finale non è un miraggio.

  6. Partita squisitamente difensiva, buona nel primo meno nel secondo tempo dove abbiamo sofferto tanto.
    Ma abbiamo giocato come dovevamo giocare, compatti, corti e non abbiamo mai dato spazio.
    Risultato però ottimo che ci consente di uscire indenni e di giocarci la qualificazione in casa.

  7. La faccia e le parole di Mourinho non lasciano dubbi: il passaggio del turno è in bilico (50% e 50%, dice l’Imperatore di Setubal) e a Roma sarà durissima.

    Lui conta che il giocare all’Olimpico ci farà giocare meglio (mentre il Leicester, secondo lui, giocherà come ieri sera) e io (come noi tutti…) logicamente me lo auguro (…).

    Mi aspetto che Miki non sarà della partita e pazienza… non ci possiamo fare niente.

    Ma domenica c’è il Bologna qui l’unica cosa che mi fa ben sperare è che anche loro hanno dovuto fare un turno infrasettimanale e magari non ci sono abituati…

    Sono 6 partite (se tutto va bene…) da vincere: un ultimo grande sforzo se vogliamo che questa Stagione sia finalmente radicalmente diversa dalle ultime.

    Ciao a tutti 😊.

  8. Abbiamo ottime possibilità di andare in finale soprattutto se Brendan Rodgers schiera la stessa formazione dell’andata. La differenza a nostro favore tra le due squadre è dovuta agli allenatori. La Roma soffre le squadre con un centrocampo dinamico e bravo nel recupero palla ma ieri per fortuna non giocavano né Mendy né Soumaré. Se il Leicester giocava in Italia e aveva Mou in panchina era primo a punteggio pieno. La loro rosa è nettamente più forte della nostra in ogni reparto ma la differenza tra i due allenatori può far pendere la bilancia a nostro favore. E confido in un Super Zaniolo all’Olimpico che può risultare devastante. Ieri ci ha detto male nell’azione del goal, poteva tranquillamente finire 0-1. Peccato!

  9. È stata una partita solida da parte della Roma che ha lasciato il pallino del gioco all’avversario, ripartendo con grande qualità.

    Zalewsky, oggi, in quel.ruol si avvicina molto a Spinazzola per incisività offensiva ma con un fare da trequartista.

    Il ragazzo ha qualità molto interessanti: tecnicamente superbo, visione di gioco, bravo nei controlli di palla e nel dribling. Sembra avere tutto per diventare un grande.

    Mi ha lasciato deluso e pensoso, zaniolo… Contro il.bodo lo abbiamo elogiato giustamente per la tripletta, ma contro una squadra di bassissimo livello fisico e tecnico.

    Ieri contro l’ottava in classifica di Premiere cadeva dappertutto, non trovava mai il guizzo e non riusciva mai a saltare l’uomo.

    L’unica cosa che fa è chiare gioco per zelewski in occasione del goal, poi scompare per tutta la partita: contropiede della Roma, zaniolo salta un uomo che era già a terra e poi invece di essere veloce nel passaggio ad abraham in profondità, gliela passa quando lui era già abbondantemente in fuorigioco, segno della poca lucidità già al 65/70 esimo…

    Spero che possa migliorare nella lucidità durante la partita, perché così è un giocatore snervante e poco utile.

    • Ieri Zaniolo ha confermato tutti i suoi limiti.
      Quando la partita è equilibrata non riesce mai a liberarsi e se viene servito spalle alla porta non ha mai il guizzo vincente per liberarsi dell’uomo, perde sempre palla o finisce per terra sperando nella clemenza dell’arbitro. Cosa mai successa ieri.
      Zaniolo rende quando il campo è aperto, e l’avversario ti lascia spazio, come contro il modesto Bodo, quando può partire in frontalmente e sfruttare progressione e fisico.

    • E’ vero. Ho notato che quando è spalle alla porta lui cerca insistentemente l’appoggio sull’avversario, ma se questo non glielo concede si sbilancia e finisce a terra reclamando spesso falli che non esistono.
      Quando parte frontale è invece un’altra cosa. Resta il fatto che lui non è una punta, non è nato per questo. E se giochi a due finisce per trovarsi marcato spesso da un centrale che non gli concede di girarsi.
      Il nostro giro palla a centrocampo, spesso lento e macchinoso non gli dà quasi mai l’opportunità di essere lanciato in progressione dove risulta molto difficile fermarlo.
      Io avrei la curiosità di vederlo qualche volta impiegato nel ruolo di mezzala, ma capisco anche che è complicato far quadrare i conti con questa squadra.

  10. L’infortunio di Micky per il finale di stagione è una brutta tegola,si spegne la luce,alcuni interpreti sono sembrati un po’ giù fisicamente,tipo Cristante,forse non era ancora al meglio per la lombalgia. Il problema è che dovrà giocare anche contro il Bologna vista la squalifica di Oliveira. Fosse per me farei un ampio turn over,ma a sentire Mourinho,credo che cambierà solo pochi elementi. Non fa altro che ripetere che noi non possiamo trascurare il campionato a differenza del Leicester e ha rimarcato la differenza economica tra Premier e Serie A con squadre inglesi anche di medio cabotaggio che possono permettersi rose lunghe e tanti cambi

    • Tranzolla Monika, il faraone scalpita, abbiamo il sostituto ADEGUATO… mettice pure che sotto porta è anche un filino più preciso dell armeno e il coktail è servito…

  11. Ce la giochiamo! Partita e torneo in generale che creano esperienza e occasioni per crescere ma che ci ricordano che al momento siamo una creatura che si sta formando. Molto delicata ma con buon potenziale e sopratutto con un mago in panchina. La prossima sarà una finale e noi dobbiamo essere fiduciosi e incoraggiare come sempre squadra e mister, in campo scendono sempre in 11! Sempre con i piedi in terra.. mou insegna.. chi ascolterà vincerà.. a partire da una piccola coppa che per me in questo momento vale oro.. per fiducia e consapevolezza. Daje e grazie Roma!

    • D’accordo su tutto, meno che su “piccola Coppa”. A parte che è comunque una Coppa europea, per noi, non abituati a vincere continuamente, è (sarebbe 🙏) ancora di più un grande trofeo. Alla faccia di tutti gli ” ‘NVIDIOSI “……

    • Questa cosa della piccola coppa come se le altre italiane vincessero EL e CL a nastro… sarà ma io, dopo l’Inter del triplete, in Europa vedo solo figuracce italiane.

    • Zaniolo è parte integrante del progetto in essere della a.s. ROMA… il suo ruolo e la sua pozizione non saranno MAI messe in discussione…. a meno che non si è in malafede…😏 ma poi, secondo voi, me posso priva’ del “grimaldello” nella partita CHIAVE (FINO A QUESTO MOMENTO 🤞) DELLA STAGIONE? Parafrasando elizenone, aho’, nun ce se crede…🤣

  12. Dopo ieri si capiscono le ragioni di Mourihno. Questa squadra per ambire a traguardi più impegnativi ha bisogno di almeno 3 giocatori TOP….. CENTROCAMPISTA – TERZINO DX – ATTACCANTE + Un Buon Difensore MANCINO. Per il resto ovviamente a Roma ce la giochiamo alla pari ma non sarà facile soprattutto se non recuperiamo Miki

  13. Gli inglesi fuori casa perdono molto della loro spocchia atletica e agonistica,per cui il Leicester ,che non mi ha lasciato chissà quale impressione, ritengo che sarà rispedito a casa con 2-3 pallini sul groppone.
    Ricordiamoci che la Roma all’Olimpico è riuscita a vincere col Manchester United dei bei tempi e contro lo stesso Liverpool di Klopp (4 a 2).Altro motivo di fiducia e che con il VAR (quello europeo, non quello addomesticato all’italiana) ,non ci saranno “sviste” come quelle della citata e disgraziata partita di ritorno contro i Reds.

  14. Nessuno riscatterebbe Oliveira, perché pare chiaro che nun sia tutto sto fenomeno, però come inquadra a’ porta lui nessuno o pochi in squadra. Ieri stava pe fa n’antro gò, se Shmaicol nun ce metteva a’ manona…

    • Hai ragione, tant’è che io uno così in rosa non lo schiferei. Ma devi andare dal Porto e dirgli: li vuoi sti 6 mln? No? Amici come prima.

    • In agosto il Porto ne voleva 20 dalla Fiorentina.
      A gennaio l’abbiamo preso in prestito a 1.5 ml + riscatto a 10 ml ed ulteriori 3 di bonus (tot 14.5).
      Dubito che ci facciano ulteriori sconti.
      In ottica dimagrimento della rosa e contenimento degli ingaggi, avendo a centrocampo già piedi buoni come Pellegrini e Mkhitaryan e potendo contare anche sul rientro di Milanese io punterei più su due mediani veloci e bravi in interdizione.

    • 🤣🤣🤣🤣 e niente, a scimmiotta de “n antro gò” è a parer mio da standing ovation…. monné, io penso che a passà na giornata co te ce s ammazzerebbi dalle risate…🤣🤣🤣🤣 IDOLO.

    • 8-9 milioni secondo me il Porto non li rifiuta, perché poi dovrebbe tenerselo, a loro non serve, mentre a noi tutto sommato sì (ed io vorrei comunque vederlo da inizio campionato, con una preparazione atletica specifica, un lavoro tattico che inizia dal ritiro estivo, ecc., e poi ne riparliamo). E non credo che 8-9 milioni siano poi questo “esborso”. Se è vero che so tutti portoghesi e se la intendono fra loro, credo che a questa cifra ci potrebbero pure stare, portoghesi e non portoghesi… Altrimenti amen, sia chiaro, e senza drammi.

  15. La finale è alla portata della ROMA, ma non deve passare il concetto che ce la faremo perchè saremo in un Olimpico “bollente”! Bastasse l’Olimpico “bollente”, la ROMA oggi avrebbe in bacheca la Coppa Campioni 1984, la Coppa Uefa 1991, gli scudetti del 1986 e del 2010, la Coppa Italia del 1993, sarebbe andata in semifinale con lo Slavia nel 1996 e mi fermo qui per motivi di tempo e spazio. Il Leicester è alla portata della ROMA, ma una ROMA che scenda in campo con gli occhi del derby o l’ultima col Bodo, ma tutto ciò a prescindere dallo stadio. Lo stadio è un di più, ma non il fattore determinante. Mou lo sa e ieri lo ha già detto, quasi temendo che passi il concetto che con quello stadio sarà semplice. Questa volta ci siamo quasi, ma il tutto passa per la voglia, la grinta e la determinazione della squadra. Noi tifosi possiamo aiutare, ma, purtroppo, non determinare. FORZA MAGICA ROMA!

  16. Coperta corta la nostra, e si è visto, uscito miky abbiamo finito la partita. E abbiamo preso gol, grazie anche al pippone de mancini. Loro hanno due squadre, noi 1 pe puzza

    • slimeré, ma nun te sembra d esse un po’ acido? Daje, pure ieri sera nel live… ma come ca🔞🔞o te vie’ n mente de dì “stasera pijamo n antra sveja…” ? ma pure si c hai paura (come TANTI DI NOI, VISTO I PRECEDENTI…🙈) che succeda tiettelo pe’ te no?

  17. Ieri purtroppo, male atavico, abbiamo completamente rinunciato al contrattacco per cercare il raddoppio e tenere loro a bada. Non so se per tenuta fisica o per tara mentale, quando rinunci completamente a contrattaccare e cerchi solo la difesa il gol lo pigli.
    Ma come ho scritto ieri forse paradossalmente è meglio che sia finita così. Con la vittoria avremmo impostato il ritorno giocando a non perdere e probabilmente avremmo perso. Secondo me si può vincere.

  18. La Roma con le inglesi (e parlaimo degli squadroni come United e Liverpool) ha sempre giocato grandi partite nel ritorno all’Olimpico (oltretutto vincendo) ma purtroppo con la qualificazione
    già compromessa causa “imbarcate” prese in territorio inglese all’andata.
    Ora non ci sono risultati da ribaltare al ritorno e davanti, con tutto il rispetto e la prudenza del caso, non abbiamo una squadra del calibro dele suddette. Credo che per non andare in finale
    la Roma, Leicester a parte, ci dovrebbe mettere del suo….

  19. In questi momenti dove realmente ti rendi conto del potenziale della tua squadra, ti rendi conto toccando con mano quello che hai, quello che non hai, quello che potrebbe servire e quello che non ti serve. Affidarsi all’energia che un pubblico in estasi può darti è come chiamare uno sciamano come ultima chance. Inutile fare analisi di quello che siamo perché tutti abbiamo visto. Se vuoi vincere servono giocatori solidi che tranne sviste possono darti la prestazione non giocatori mediocri che speriamo baciati da qualche santo si esaltino e facciano il miracolo di darti quello che non è nelle loro corde. Se si passa non avremo vinto ci sarà da giocare una finale ricordiamolo. Forza amore mio della mia vita sportiva dammi una gioia.💛❤️

    • Concordo. Devo dire anche che è l ennesima volta che con una difesa tosta, tammy e Niccolò non strusciano palla.

  20. …e se, come tutti speriamo, passeremo in finale, Tirana non è l’Olimpico, non si può sempre fare conto sull’apporto del pubblico. Sono gli interpreti che scendono in campo e che DEVONO fare la loro parte, con professionalità e dedizione.

    Forza Roma sempre e ovunque.

  21. Vedo molto pessimismo,sopravvalutazione dell’avversario ed ancora(ahimè!) giudizi definitivi su Zaniolo.Il pareggio fuori casa è una mezza vittoria e costituisce un vantaggio non indifferente nella gara di ritorno. Poi la palla è rotonda e tutto può accadere…..

  22. Condivido, salutandolo, il commento di Nico su Oliveira, come per altri nostri calciatori vedi Ibanez una speranzella di crescita forse non è immotivata. Metto all’attenzione dei professori che denigravano Pellegrini, quel movimento di classe nel goal, che addirittura secondo i loro giudizi non poteva neanche essere titolare ahah. Provvedete,,,ahaah Forza Roma

  23. “Dopo la prima parte in controllo abbiamo perso troppe palle, non abbiamo fatto bene nelle uscite in ripartenza” (post partita)
    Faccio mie queste frasi del Mister. Ieri la ROMA, mi spiace, ha fatto male complessivamente. Alcuni hanno fatto malissimo.
    Non esiste (e qui non é colpa di un terreno di plastica) sbagliare una quantità industriale di passaggi pure semplici, e buttare al vento, dopo che vai tu, per fortuna, in vantaggio. Mentre loro si trovavano quasi sempre sul corto e sui lanci lunghi, noi ne abbiam presi neanche 1/3 di completati. Tante palle in contropiede 3/4 con loro sbilanciati buttate via, altro che ultimo passaggio, ma pure il penultimo. Laterale che non prende un cross. Centroavanti, ieri, buono solo di testa in difesa, che TAMMY ha fatto poco per quello che dovrebbe fare, tolto il tacco assist e la difesa di alcune palle… Centrocampisti imprecisi (eufemismo). Difensori buoni solo a buttarla lontano ieri, tolto ZALE sorprendente e qualche discesa di ROGER.
    ZANIOLO da metter fuori dopo il 1T.
    Bravi, ripeto, il sorprendente ragazzino, PELLEGRINI per il goal e perché il meno peggio nei suggerimenti (ma anche lui…), MYKY impreciso uguale, ma uno spettacolo per tanta grinta messa, la presenza di CRISTANTE, SMALLING, IBANEZ che ha limitato (no eliminato, sia chiaro) le sue amnesie, non sfruttate da loro.
    MANCINI ha evitato il giallo ma non per merito suo. KARSDORP per me non é insuperabile dietro, non arriva in fondo, e sbaglia troppi passaggi, ieri tutti?!
    In una ROMA medio/forte va sostituito?
    Piena fiducia nel MISTER, ma ieri di buono “solo” il risultato e la speranza nel ritorno in casa.
    Il LEICESTER sarà pure da Premier League, ma una ROMA decente poteva vincere ieri. E, mi spiace per la loro mitica grinta fino al novantesimo, pure la SALERNITANA e il GENOA (di Blessin, l’ho visto spesso) in A oggi fanno partite, in casa e fuori, che quella grinta se la mangiano.

  24. Invece sul giudizio di questi professori su Mourinho lascio a tutti i commentatori dotati di buon senso, la comprensione di quanto poco, non solo, ne capiscono di calcio ma anche di di come non conoscono l’opportunità di tacere prima di essere smentiti dai fatti. Forza Roma

  25. Solo un pensiero: Poichè continuo a leggere commenti poco lusinghieri su due giocatori in particalore, preferisco andare controcorrente. Che Zaniolo ieri non abbia fornito una prestazione e abbia dei limiti è verissimo Tuttavia ricordo che se non era per i suoi 3 Gol contro il Bodo a quest’ora si parlava d’altro Tanto è che stato Premiato come Miglior Giocatore della settimana in Conference League. Stessa cosa dicasi per Abraham (Premiato dall’ “AIC”, come Miglior Giocatore del Mese di Marzo) Quindi, nonostante le durissime critiche, Il sottoscritto continuerà a pensare che siano giocatori dotati di classe e talento. Debbono semplicemente trovare “continuità!”. Ma da qui a definirli “BROCCHI” o “SCARSI” troppo ce ne vuole Senza alcuna offesa o rimbrotto ma ogni tanto ditele queste cose, perchè continuar a gettar melma o fanghiglia alla Prima Scarsa Prestazione, non mi sembra giusto. Spero solo che tali giudizi non siano dovuti a semplici Antipatie personali o “manifesta malafede!”. Sempre Forza Roma!!!

    • Ciao caro BASARA. Se posso, faccio mie le IDENTICHE FRASI lette nel commento di UB40 delle ore 00:34, ho visto la sua stessa partita, nell’articolo che riporta le dichiarazioni di MOU post partita.
      Detto questo, a te mi accomuna lo stesso istinto di difendere chi veste la maglia giallorossa: si posson vedere le stesse cose, ma cambia il modo di commentarle, sottolineando il bicchiere mezzo pieno piuttosto che…
      Sui 2 ragazzi penso, oggi a mente fredda, che ZANIOLO, ieri, sbaglia atteggiamento e questo lo porta presto fuori gara. Quando (a torto o ragione. L’arbitro PUÒ sbagliare in buonafede), non riceve i primi fischi a favore poi si perde. E il buono che ha fatto é molto poco, davanti a quel che poteva fare. Il bicchiere mezzo pieno é che in panchina ha uno capace di farlo crescere tanto e lo farà sicuramente (altrimenti lo avrebbe lasciato fuori massimo all’intervallo, se non ci crede).
      ABRAHAM ieri ha fatto male. Altro che quello può dare (per me OSIMENH ad esempio non vale TAMMY) e abbiamo sostituito EDIN alla grande. Forse il ritorno in UK, forse gioca sempre ed é poco lucido, ma ieri ci é mancato l’attacco, nel complesso.
      Su ZALE aggiungo, molto sorpreso, che voglio aspettare ulteriori prove. Ma più su viene avvicinato a SPINA… LEO é molto più esperto, una sicurezza nello spingere, ma ZALEWSKI a differenza di SPINAZZOLA quando ha un pallone davanti raramente lo butta via, crossando addosso all’avversario o non trovando il passggio o il filtrante per il compagno.
      Cosa che Spinazzola fa spesso, ZALE capitalizza MEGLIO le occasioni. Poche gare, ma per ora é una sorpresa vera. SFR!

    • @Sardegna, ciao. ma infatti Zalewski deve fare l’esterno d’attacco, con Spina terzino. il fatto che momentaneamente, data la pochezza dei mediani in fase di copertura (che costringe all’orribile difesa a 3), e l’assenza di Spina, pongano Zalewski come 5o di centrocampo, non fanno di Nicola un esterno a tutta fascia. bisogna solo fare i complimenti al ragazzo per come sta interpretando un ruolo non suo.

  26. Non ti curar di.loro e passa, si diceva ,il tifoso precedente ha ragione sì e ‘ sempre prevenuti.ora Zaniolo perché va di moda Zaleski, mai equilibrio mai

  27. ieri, escluso Smalling, migliori in campo Ubanez e Zalwski, cioè i due più giovani in campo. perchè avete sempre così tanta paura, quando parlo di sfruttare il vivaio a mani basse?

  28. L partita ieri l’ho vista a tozzi e bocconi su sky niente
    Importante non aver perso ora al ritorno concentrazione superiore all’andata ,fare i 3 punti ora l prossima è con il bologna sempre e solo per I 3 punti

  29. Sono fiducioso per andare in finale, faccio solo un pò di statistica :
    La Roma nelle semifinali in casa ha sempre vinto e per quanto riguarda il bilancio casalingo contro le squadre inglesi, sul campo, esclusi quindi calci di rigore, la Roma ha perso solo contro Liverpool 0-2 quando Zebina regalò il pallone ad Owen e contro il Manchester City in un match che avrebbe meritato di vincere. Ripeto parliamo delle uniche 2 sconfitte contro 2 top team, per il resto alcuni pareggi e quasi tutte vittorie, battuti comunque Liverpool 4-2 e Manchester United anche all’andata dei quarti di Champions League prima di prendere l’imbarcata all’Old Trafford, l’Arsenal 1-0 che poi purtroppo ci eliminò ai rigori, il Middlesbrough che però passò per la regola del gol fuori casa che valeva doppio, il Chelsea per due volte 3-0, l’Ipswich Town, poi andammo a vincere la Coppa delle Fiere contro il Birmingham, il Leeds ed il Newcastle di Alan Shearer.
    Praticamente non siamo riusciti a battere all’Olimpico solo il Manchester City.
    Quindi bilancio favorevole alla Roma contro le inglesi all’Olimpico ed in generale nelle semifinali in casa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome