La Roma c’è, l’Europa è più vicina

73
1566

AS ROMA NEWS La Roma c’è. Dopo il trionfo nel derby, la squadra di Mourinho resta con i piedi per terra e passa anche sul difficile campo di Marassi battendo la Sampdoria per uno a zero.

La prestazione offerta dai giallorossi non è di quelle da stropicciarsi gli occhi, a parte l’azione del gol partita che merita una menzione particolare per esecuzione e tecnica. Apprezzabile comunque la solidità offerta dalla Roma contro un avversario determinato a ottenere un risultato positivo davanti ai propri tifosi.

Ma la buona volontà di Sabiri e compagni si scontra con l’attenzione difensiva dei giallorossi. La Roma gioca con buona personalità, trova il gol del vantaggio e ha anche l’occasione di raddoppiare prima dell’intervallo, ma Abraham non approfitta come dovrebbe di un pallone gentilmente offertogli dalla retroguardia doriana.

Nella ripresa il tema tattico del match non cambia: la Roma fa la partita, rinunciando però ad affondare nella difesa blucerchiata pur avendone le opportunità. La Samp, senza combinare nulla, resta comunque in partita e nel finale tenta il classico tutto per tutto senza però riuscire a sfondare il muro giallorosso.

Il gol di Mkhitaryan basta alla Roma per ottenere il decimo risultato utile consecutivo. Numeri che evidenziano una squadra che appare in crescita nella solidità mentale e in quella tattica. Il 3-4-2-1 infatti riesce a rendere il centrocampo più folto ed equilibrato, un modulo che sembra esaltare le qualità di Cristante, anche ieri tra i migliori in campo.

La Roma raggiunge il quinto posto in solitaria, staccando l’Atalanta e mettendo di nuovo la Lazio alle spalle. Teoricamente la zona Champions sarebbe a soli 5 punti dopo il ko della Juve contro l’Inter, ma il calendario delle due squadre lascia poche speranze di un clamoroso sorpasso.

Ora testa al Bodo/Glimt: giovedì i giallorossi saranno di scena sul sintetico norvegese dove persero per 6 a 1 facendo infuriare Mourinho. Ma stavolta sarà un’altra Roma.

Giallorossi.net – A. Fiorini 

 

Articolo precedenteSerie A, Juventus sconfitta in casa dall’Inter: la Roma è a -5
Articolo successivoComanda Cristante. Mou se lo tiene stretto: “E dicono che voglio darlo via…”

73 Commenti

  1. La mia personale classifica del fine settimana:

    Al quarto posto, la Roma femminile che vince 7 a 1. La mentalità che hanno le ragazze è straordinaria.

    Al terzo posto, la Perdoventus che rosica sul rigore ripetuto a casa sua. Negli ultimi 10 minuti invece che giocare cercano in tutti i modi di vincere la gara di tuffi in area. Impagabile Acciuga (non tanto) Allegri, che butta via la giacca. L’arbitro ha provato in tutti i modi a salvare il cu alla Banda Bassotti: il rigore arriva col VAR. Il goal su rigore era regolare (autogoal), ma lo fa ripetere. Allegri non viene espulso. Sentire ArRabbiot che a fine partita dice che hanno giocato in 11 contro 12 è lunare, ma anche divertente.

    Al secondo posto, la Roma a Genova: one shot, one kill, three points.

    Al primo posto, con standing ovation: le conferenze stampa di Mou. Non posso nasconderlo, amo quest’uomo. È sei spanne sopra a tutti, un uomo di cultura, che ha l’educazione di dire che non è etico commentare i suoi calciatori in nazionale, e nemmeno parlare pubblicamente del perché il calcio in Italia fa schifo, ma si mette a disposizione di chi di dovere. Ma soprattutto, il Mou DS che fustiga i radioloni è da Oscar. Certifica che, sì, l’ambiente esiste e fa campagna contro la squadra. Sentire Maida che cerca di leccare dopo la figura di palta e lo zerbino di Calt Austini che cerca di fare il grosso, dopo essere stato sbugiardato, non ha prezzo. Messe a tacere le voci su Zaniolo e Cristante. Ieri tanti giornalisti stavano sul trespolo sperando che la Roma perdesse. Purtroppo sappiamo benissimo, e lo sanno anche loro, che Mou è di passaggio, mentre la stampa di m che abbiamo a Roma resterà lì, quindi adesso s’arificcano nei buchi da cui sono usciti, pronti a ricicciare alla prima occasione. Però intanto beccateve questa.

    • Idi sono d’accordo su tutto, l’unico commento che non condivido completamento è quello sulla conferenza stampa, e non approvo MOU per questi motivi :
      Se non ami (giustamente) i giornalisti che reputi falsi, e così reputi tutti quelli delle radio romane, perchè fai le conferenze stampa ?
      Perchè ogni volta durante questi incontri con i giornalisti inizi solo a stigmatizzarli su ogni domanda, sei un uomo pubblico e quindi come tale anche criticabile.
      Se la domanda è su Zaniolo è perchè anche lui è un personaggio pubblico e quindi insieme a te rappresenterà sempre argomento di domanda.
      Ultima cosa, si avverte una sorta di presunzione nel parlare, dovuta a un tuo curriculum ineccepibile che ti fa onore, ma qui ancora devi dimostrare tutto e quindi un pizzico di umiltà e educazione non guastano.

    • @romano, giuste osservazioni.
      Sul perchè fa le conferenze stampa è semplice, perché sono obbligatorie. Quelle dopo le partite sono sicuro, e se non ti presenti vieni multato, per quelle prima dovrei documentarmi. Ma tanto se schivi il pre partita, poi ti impallinano nel post. Perciò l’unica strategia di sopravvivenza possibile è menarli di tanto in tanto, giusto per far capire loro che non sono i più furbi del bigoncio.
      La domanda su Zaniolo è lecita, ovviamente, ma va inserita nel contesto. Se un giornalista chiede ok, se si scatena un fuoco di fila che prevede tutto meno che la partita da giocare e il cui scopo, è palese, è il deprezzamento del calciatore per farlo approdare dove serve, allora si sta giocando sporco. Un giornalista può essere scemo o farlo apposta, in entrambii casi non è deontologico. Le regole vanno rispettate. Su Zaniolo Mou era già stato MOLTO chiaro anche in passato.
      Sulla presunzione causa curriculum… può essere vero, però, perdonami, una persona vorrebbe confrontarsi con altre di pari cultura e intelligenza. Se non è possibile per mancanze degli interlocutori, ti cascano le braccia. Dai, la scena del foglietto con la seconda domanda è da rificcarsi, io se fossi in Maida emigrerei su Plutone a fare lo spazzino.

    • romano perdonami ma non sono d’accordo. Per carità nessun difensivismo ma la realtà è che a Mourinho una parte di stampa nettamente di parte lo ha letteralmente massacrato. Dargli del “bollito” o criticarlo infangandolo senza alcuna attenuante (vedi i vari orsi, di scanio. valdiserri, carina, maida, agresti e via dicendo…) non mi sembrano sinonimi di correttezza o educazione (Stesso trattamento “ambiguo” che venne riservato a Fonseca se non peggio) Ritengo che equità e correttezza dovrebbero essere da entrambi le parti e non a senso unico.

    • Sarà un’altra Roma..e sara’ un altro articolo..eg.sig.Fiorini,prima del derby era tutto un funerale..dopo il” TRIONFO” nel derby..SI è FINALMENTE ACCESA UNA LUCE..si così e’ il calcio..mi ricordo i mondiali in Spagna..da cosi a pomi’…però..io avrei,come ho sempre fatto,tenuto un basso profilo nei commenti,,sennò saremmo tutti Marioloni..troppo spesso si segue l’onda dell’incrociatore..ma l’approdo è ancora lontano..saluti..

  2. Squadra quadrata. Potevamo chiuderla prima ma va bene, tre punti meritati e -5 dalla champions.
    Grande mister.
    Un saluto a quelli che lo avevano visto troppo nervoso e quindi vaticinarono la sconfitta.
    Daje regà riprovate coi tarocchi.

    • Aspetto ancora la conferma contro Napoli e Inter,che ora (specialmente il Napoli) non sono lontani dallo Scudetto. Se la Roma esce dal Maradona imbattuta,solo complimenti,ma fino ad allora non voglio sentire nessun canto di vittoria…

  3. Facendo infuriare non solo Mourinho, ma anche tutti i Romanisti del globo terracqueo… Cancelliamo quella vergogna: ELIMINIAMOLI

    In campionato: difendere il quinto posto con le unghie e coi denti.
    Sul mercato: fuoco e fiamme.
    Daje ROMA

  4. Aggiungerei soltanto che nelle ultime 5 partite abbiamo preso 1 solo gol. E che per un paio di volte, ieri pomeriggio, ci siamo ripetutamente scambiati il pallone, dentro e fuori dal cuore del centrocampo avversario, con una velocità, un ritmo e una precisione da squadra di livello.

    E che il giovane Zalewski ha aggiunto (il suo connazionale) Bereszynski alla lista degli avversari che ha fatto fuori (superato e anche fatto ammonire…) nella fetta di campo che (per adesso) Mou gli ha assegnato.

    Davvero niente male per un esordiente di 20 anni 😊😊😊.

    Ciao a tutti 😊.

  5. Non possiamo competere per la Champions. Onestamente la rosa attuale nostra non vale le prime 4 piazze. La Juve , per quanto faccia abbastanza schifo ed abbia infiniti problemi interni, ancora quest’anno ha qualcosa in più di noi come completezza di rosa , ricambi e tasso tecnico. Le altre 3 non ne parliamo.
    Certo queste 4 stanno alla canna del gas: la Juve (e l Inter) vanno in contro ad una smobilitazione più o meno generale , il Milan di fatto l ha già cominciata perdendo pezzi da 90 a parametro zero, il Napoli è un fuoco di paglia si regge su alcune individualità che a luglio saluteranno.
    Insomma il trend per noi è positivo sul medio termine e penso che nella terza stagione di Mourinho potremo competere senza limiti, ma ora come ora pensare alla Champions è velleitario.

    • In realtà la classifica dice tutt’altro e chiarifica, se ce ne fosse bisogno, il perché di certi arbitraggi in serie che abbiamo subito nella prima parte di stagione.
      Mo vojo proprio vede se je levano quarche punto a quei gobbi demmè.

    • La ciuve più di noi ha gli arbitri.

      A parte Valovic i suoi pezzi migliori hanno da 34 anni (quadrato) in su Bonucci e Chiellini

      Gli altri DeLight alla’Ajax era un fenomeno ma a Torino non mi sembra

      Dybala gioca poco

      Nel complesso a me sembrano alla nostra portata

    • Dimenticavo Chiesa che secondo me è forte fiorte ma non per questo ci dovrebbero essere superiori

    • Pasquino, ma cosa dici la Roma è forte. Qualcuno ha scritto :”il var ci ha tolto fino a 12 punti”. Vedi dov’è il Milan, e fatti conti, altro che champions la Roma è da scudetto, se non siamo primi è solo colpa del var, e stai tranquillo che lo pensa almeno il 70%, ma non lo dicono e si incazzano se glielo dicono. Basta guardare, improvvisamente cosa sono diventati i giocatori componenti una rosa che doveva essere rifondata, e non l’ho detto io. Karsdorp è diventato Kakimi, Cristante non ne parliamo per carità di dio, eldor con tripletta in nazionale non ti dico, nel mentre sognano, frattesi, raspadori, cancellieri e Bellanova. Lo hai capito lo schema comportamentale? E palese. Le pippe che prendono mazzate da 3 anni con 3 partite giocate, diventano gli attori del futuro , le pippe che comprano sono forti perché li prende la Roma. Il Risultato però è sempre quello non cambia, anche ti sommergono di dislike, mazzate ogni anno, 300mln di bebiti e scudetto che manca da 21 anni.

    • Secondo me tu quando parli non usi la testa. Milan e Inter ci hanno mangiato la testa quando ci hanno affrontato,e tu dici che hanno perso pezzi da 90 a parametro zero,si stanno smobilitando internamente,si reggono su fuochi di paglia… ma perchè queste cose,perchè?

  6. Nessun piagnisteo o lamentela che alcune partite le abbiamo perse a causa di nostre scelleratezze è verissimo tuttavia visti risultati e classifica un paio di riflessioni sorgono spontanee Caso Superlega, Caso Suarez, Plusvalenze (rubens, napoli) Caso Tamponi, Conflitti d’interessi (Milan e Inda). – Plusvalenze e Falso in bilancio (scazzie) Tanto per citarne alcune… “Nulla di fatto”. Un girone d’andata dove arbitraggi alla “Rapuano, Orsato, Guida, Maresca, Aureliano, Chiffi, Nasca …” Tra rigori e non rigori, fuori gioco inesistenti e cartellini emessi in un unica direzione, ci hanno penalizzato fortemente. Sentenze “disciplinari” e punti di penalizzazione distribuiti in un unica direzione “La nostra”. (Senza contare una parte di stampa che ci massacra quotidianamente) Si può discutere sulla scarsità della “rosa”, criticare l’operato di Mister e Giocatori ma questi “dati” emergono inoppugnabili”. Pensate un pò dove saremmo, se in Italia vi fossero una FIFA ed un AIA oneste. Alla faccia di quei valori tanto decantanti da Rocchi e Gravina. Altro che Calciopoli. Vergogna e malafede allo stato puro Sempre a fianco dei nostri colori 💛💖Forza Roma – Forza Mourinho!!!💛💖

  7. La Samp ci ha graziato su tre svarioni. Uno di pellegrini, uno di Cristante e uno di Zele. Però è anche vero che di sfortuna ne abbiamo avuta tanta finora e prima o poi andava bilanciata.

  8. Ieri abbiamo giocato un ottima partita confermando quanto di buono si era già visto nel derby, ma obiettivamente abbiamo battuto la Sampdoria di Giampaolo, niente di più, le sfide più impegnative che ci daranno ulteriori indizi sull’effettivo valore della squadra, oltre a quella di giovedì prossimo, saranno Napoli, Inter e Fiorentina, con questo non voglio sminuire il momento indubbiamente positivo della squadra, ma vorrei tenere i piedi saldamente per terra. Di positivo inoltre c’è da considerare la mancanza di due tra i giocatori potenzialmente più forti, Zaniolo e Spinazzola, quindi ci sono ampi margini di miglioramento a prescindere dal mercato.
    Ora massima concentrazione per Bodø dove giovedì sera la temperatura è prevista sotto lo zero. Più vittorie accumuliamo più sicurezza acquisisce la squadra.

    Piccola parentesi sul quinto posto. Ho una mia impressione, che sicuramente poi sarà smentita, ma ieri ho visto l’arbitraggio allo Stadium, beh ditemi voi quando mai hanno dato in casa della Juve un rigore contro molto dubbio e poi glielo hanno fatto pure ripetere? Non è che già si sa nel palazzo che la Juve verrà penalizzata? Lo so che è una mia illusione ma un pò ci voglio credere, quindi teniamoci strettissimi il quinto posto, non si sa mai.

    • il rigore lo hanno fatto ripetere perché altrimenti sarebbe stato gol. Contro la Roma, a Torino, il giocatore che intercetta la respinta del portiereCOSO, è nettamente entrato in area prima!! mica lo hanno fatto ripetere…

  9. IO direi di cercare di fare più punti possibili da quì alla fine,senza guardare chi ci sta davanti o dietro….Poi alla fine si fanno i conti.

  10. La classifica è fluida ma la Roma ha abbassato la saracinesca: quattro clean sheet in 5 partite. Inoltre ha vantaggi negli incontri diretti con Atalanta, lazie e Fiorentina. Adesso però pensiamo al Bodo.

    • Non c’entra niente, ma mi hai ricordato una strip del Mago Wiz.

      Scena: il re sta chiedendo informazioni a Sir Brandolph.

      Re: Come va la battaglia?
      SB: La situazione e’ fluida, sire.
      Re: Cosa vuol dire?
      SB: Abbiamo l’acqua alla gola!

  11. Bene così, una Roma concreta e rocciosa si porta via punti importanti per restare in corsa per un piazzamento in Europa league.
    In questo momento la squadra sta bene fisicamente e si vede. Ho visto Micky e Cristante davvero superlativi ieri.
    Speriamo di mantenere questa solidità anche giovedì.

  12. se poco poco, per una bizzarria imprevedibile del calcio, te permetti d’arrivare a 2 punti è già pronto il piano di contromisure… preoccuparsi se ti mandano l’arbitro quotato ma a fine carriera tipo l’elettricista di Schio…

  13. Bisogna tenere botta con Napule e Inter, giocare le altre 5 partite (abbordabilissime) con una fame di vittoria straordinaria e conquistare il quinto posto.

    Daje ROMA, facce sognà!! 💛❤️

  14. secondo me il risultato nasconde troppo le pecche della Roma, che si è ritrovata un gol veramente buffo, ma nulla ha fatto per farlo, ne prima, ne dopo.
    atteggiamento sconcertante, altro che elogi a questo o quello: sai che l’atalanta ha perso e non entri in campo per mangiarti l’avversario? fino ai cambi, gli unici 2 che hanno provato a fare qualcosa sono stati Ibanez e Zalewski. poi Shomurodov per fortuna ha dato un minimo di vivacità in attacco (almeno con la Salernitana si può far riposare Abraham? sta alla canna del gas, e manca la parte importante della stagione).
    poi si, siamo più vicini all’europa. league. l’Europa è un’altra. questa striscia di risultati è tutta merito del genio che abbiamo in panchina, la rosa (ripeto, per l’atteggiamento in una partita che può risultare decisiva) se evidenzia crescita nel fare quel che dice Mou, è quello che è, specie a centrocampo. ora, se per 4 passaggi laterali invece che indietro, vogliamo far passare Cristante per Pizzarro, dai, una settimanata se po pure fa. a giugno le scelte devono essere diverse.
    in tutto questo, fra il gol da annullare a Kean (lo stop di mano di Quadrado, non lo nomina mai nessuno) e “in area non è mai vantaggio” (non c’era nessun rigore da sbagliare, era già gol), derby d’andata, milan etc etc, dovevamo starci a giocare lo scudetto.
    grazie lega, grazie figc, i vostri fallimenti sono sempre una gioia.

    ps: Zakaria è partito dalla panchina, ha litigato con Allegri e il contratto è già scaduto, domani sta a Roma (me l’ha detto uno di Repubblica).

    • Concordo sulla parte finale del post, prima del ps.

      Comunque, non mi stanco di ripetere che qui (ma credo anche altrove) sono i risultati che fanno la lettura delle partite.
      Il filo che passa da “squadra quadrata e di carattere con buone individualità” a “squadra senza idee e senza attributi” è estremamente sottile…

    • se ci presentiamo così, non dico a Marsiglia o a Leicester, ma a già a Bodo, li riportiamo col pallottoliere pure stavolta. nel post partita l’ho detto, abbiamo pressato benissimo, ma non puoi giocare senza cercare di far male all’avversario, col passaggio semplice all’uomo libero. poi Ibanez per disperazione tenta un dribbling, e quando sbaglia prendi gol. zalewski per fortuna che ha tigna da vendere, perchè il primo quarto d’ora poteva tranquillamente farcene prendere 2, ma la Samp non avrebbe mai segnato ieri, colpa loro, eh. e non abbiamo fatto un’azione con un minimo di cattiveria agonistica, altro che “controllo”. c’ha detto bene che uno stop sbagliato è finito sui piedi di Mhki solo davanti alla porta. noi non abbiamo fatto nulla per vincere, va detto.

    • @sbinf, capisco l’analisi, ma il dubbio è che abbiano giocato così perché devono dosare le (scarse) forze. Ad esempio, con il Vitesse in molti hanno detto che la squadra ha fatto una partita impresentabile, poi è arrivato il derby. È difficile dirlo, da fuori, solo chi è dentro lo spogliatoio sa come stanno veramente le cose.

    • Idi, che la speranza sia che fosse causa Bodo, c’è. ma un tiro in porta contro la quintultima, in crisi di gioco e risultati, e si esalta la prestazione, la “compatezza”. 1 tiro a caso. se giochi bene contro la rube, e te la rubano, critiche alla squadra, invece del sostegno. fai un tiro in porta e pure a caso con la Samp quintultima, e si celebra Cristante che ha fatto 4 passaggi laterali? ma volete almeno provare a fare il 2-0, che se uno fa un errore o esce fuori il solito tiro da 30 metri hai pareggiato? 95 minuti di amorfia, con una palla che finsce a caso sul piede di Mhki

  15. La piega che prenderà la stagione lo sapremo al termine dei prossimi tre turni di campionato e della sfida col Bodo, inutile e deleterio pensarci adesso.
    Il 24 aprile potremmo essere settimi se non addirittura ottavi e magari fuori dalla coppa.
    E allora ovviamente le tinte tornerebbero fosche su tutti, dal tecnico alla società ai giocatori, con Cristante che ritornerebbe sulla terra dopo aver sfiorato Toni Kroos, Karsdorp che non azzecca un cross (scusate il bisticcio tra Kroos e cross), e Mancini, Ibanez ecc. ecc.
    Se invece restituiremo pan per focaccia ai norvegesi e reggeremo l’urto delle due candidate allo scudetto, si potrebbero legittimamente iniziare discorsi improntati all’ottimismo per il futuro prossimo.
    Ma consiglierei fino a quel termine di stare ben abbottonati, pur nella moderata soddisfazione di un ciclo senza sconfitte, di un derby vinto alla grande, e di una successiva sfida affrontata con la giusta determinazione.
    Per finire, vedere un Napoli che lotta per il tricolore con in campo Mario Rui e Juan Jesus, mi porta comunque a riflettere.

  16. Intanto cominciamo a dire che Atalanta e Fiorentina hanno una partita in meno…poi non capisco tutta questa esaltazione per arrivare quinti,l’ obiettivo minimo in partenza era la partecipazione alla champion,con il quinto posto ci facciamo la colla…

    • No ti stai sbagliando. La champions era l’obbiettivo massimo.
      Basta risentirti la conferenza stampa di inizio anno al campidoglio.
      Basate le vostre idee su fantasie personali.

    • Eh lo so, che sta vittoria non l’hai digerita T’aspettavi altro. Un pò di malox e passa tutto😅

    • E no, vecchio sarchiapone e tutti quelli che si esaltano solo perchè Mourinho attacca Austini o vince contro Giampaolo, ti copio ed incollo quello che scrisse il Direttore di questo bel sito, Sig.Fiorini dopo la sconfitta col Verona, e attenzione che quello era il pensiero prevalente della maggior parte dei tifosi ad inizio anno: “Le prossime tre partite, Udinese, derby ed Empoli, ci diranno un po’ più chiaramente se la gara del Bentegodi è stato un semplice incidente di percorso, e se la squadra è davvero pronta per fare lo step successivo. Quello che serve per raggiungere la zona Champions, vero grande obiettivo di questa stagione.”
      Non lo scriveva Molok lo scriveva il Direttore che di solito non si sbilancia troppo con le dichiarazioni.
      Comunque lo ripeto come un mantra, le valutazioni si faranno a giugno, potremmo arrivare quarti come ottavi, in finale di Conference come eliminati dal Bodo, adesso è inutile dare giudizi.

    • Vero che l’obiettivo massimo era la Champions; vero anche che non siamo mai stati realmente in corsa per quel traguardo.
      Quindi la verità è a metà strada e non credo che molti di noi avrebbero firmato col sangue (di Zenone) per un quinto posto a inizio stagione. Che tra l’altro è tutto fuorché sicuro, come dicevo anche più sopra.
      Per cui c’è da tenere ancora i piedi ben piantati per terra, perché la stagione può ancora rivelarsi un’enorme delusione oppure essere considerata a buon motivo la rampa di lancio per un futuro più roseo. Le opzioni sono al momento entrambe sul tavolo e il nostro pregresso invita sempre alla prudenza.

    • Franco65 la realtà è che a te e a molok (come ad altri) mourinho non piace Aspettate un suo passo falso solo per dargli contro Siete prevenuti per principio. Piuttosto che evidenziarne i meriti, preferite dar credito alle corbellerie della stampa Basta andarsi a rileggere i vostri commenti, per rendersene conto. Persino in caso di vittoria trovate da ridire Mi spiace per voi.

    • Prima era l’Atalanta, poi il derby … Per voi, ogni partita diventa fondamentale non bisogna mai gioire ma aspettare l’esito successivo Ma andate a farvi frigge In attesa della prossima intanto il sottoscritto GODE – Forza Roma!!!

    • che discorsi strumentali e pretestuosi…
      prendiamo ad esempio la giuvendus: penso che Allegri sapesse benissimo che il loro obiettivo quest’anno non era ne lo scudetto ne la vittoria della Champions League eppure non credo che in società andassero a sbandierarlo in giro anzi penso che succedesse il contrario per un fatto psicologico nei confronti della squadra, son cose chiare da sempre a tutti che se limiti le ambizioni al vertice al di sotto le cose van anche peggio. Non è che siete nati il giorno della sgrullata o che scendete dalla montagna con la piena, ‘ste cose lo conoscete a menadito come vanno.
      Che latte ai cogl..ni con ‘sti discorsi.
      I detrattori di Mou, ci parlassero invece del suicidio in diretta di ieri del Sassuolo “Dionisiaco” e di “Romario” Raspadori, “Rombo di Tuono” Scamacca e del “Divino” Frattesi Mr. 30 milioni.

  17. Grazie Mourinho…per aver accettato la sfida…ragazzi una considerazione,se ieri quello che ha fatto Allegri strappandole la giacca e imprecando lo aveva fatto Mourinho stava tutto il giorno in televisione…invece la giacca strappata l’ha vista solo il sarto a Torino….vergogna

  18. Secondo me in questi commenti ci sono anche ” infiltrati” perché in alcune parole leggo quello che ho sentito commentare questa mattina per radio ( ovviamente non tutte) dicendo anche che Mourinho non doveva attaccare Austini dall’alto della sua grandezza….!! Voglio tranquillizzare i detrattori che non mancheranno ( purtroppo) le occasioni per criticare l’allenatore e la Roma….!! Ahimè questa è la stampa Romana!!!

  19. Il secondo tempo di ieri per certi versi uguale a quello del derby, cioé noi si é fatto poco ma gli altri hanno fatto zero. In vista del turno europeo giusto provare a gestirla, anche se il gol della sicurezza io punterei a farlo sempre. Ma io non sono l’allenatore. Forse ieri per la prima volta ho capito perché a José non importi granché di bel gioco, schemi e tattiche prefissate: perché non sono applicabili a tutti gli avversari. Il suo “situazionismo” basato sulla compattezza dell’ 11 in campo sta cominciando a dare frutti, e se la squadra spesso non ha punti di riferimento tattici (se non quelli di base, tipo lancio in avanti e spizzata di testa), men che meno ce l’hanno gli avversari. La squadra funziona comunque se la qualitá e la coesione ci sono, e questo é ció che José sta predicando fin dal principio. I risultati cominciano ad arrivare, speriamo che ci si possa allenare per benino sul sintetico per qualche giorno, occasione ottima per far dimenticare lo scivolone norvegese nei gironi. Chissá che presto non arrivino anche altre soddisfazioni.
    Forza Roma Magica

  20. andro’ un po’ controcorrente, mi e’ piaciuta la difesa solida, mi e’ piaciuto Zalewski che contro Candreva che con noi gioca sempre col sangue agli occhi lo ha spesso lasciato sul posto, mi e’ piaciuta la lucidita’ di Micki,
    no mi e’ piaciuta la scarsa concentrazione di Tammy, gli errori di Vina che per poco non ci costano cari, e assolutamente non mi piace la ripartenza palla dal portiere ai difensori che spesso aggrediti vanno in difficolta’,
    partita sotto controllo ? bohh, ricordarsi il vecchio detto la palla e’ rotonda, e a palla persa ripartenza avversari e puo’ succedere di tutto, non sempre hai attaccanti avversari inconcludenti come ieri .
    bravo micki a fare gol ma la palla prima di entrare ha rimbalzato tra due difensori, bastava poco per essere murata .

  21. Della partita di ieri mi prendo tutte le cose positive, che non sono poche, a partire dal risultato su un campo mai tanto agevole. Certo, abbiamo vinto tirando nello specchio della porta una volta sola, ma meglio fare un tiro e un gol che 15 tiri e non buttarla mai dentro, come ci è successo in passato. Mi sono piaciuti molto i “rischi” che finalmente quasi tutti hanno iniziato a correre con dei dribbling, fraseggi sullo stretto, uscite con la palla da dietro senza il lancione, inserimenti senza palla, movimenti ad aiutare i compagni…tutte cose che per mesi non si erano viste e che ora iniziano a dare alla squadra anche un gioco gradevole da vedere (ieri alcune azioni, per quando non finalizzate, sono state belle e veloci). Il modulo sembra essere un po’ più su misura per questi giocatori, e l’assenza di Zaniolo forse ha tolto un paio di castagne dal fuoco del mister, che però dovrà trovare il modo di sfruttare le caratteristiche di tutti, alternandoli, perchè di partite ce ne sono tante e non puoi non fare rotazioni. Si è vista finalmente una squadra alla Mou, cinica e abbastanza solida e questo era quanto chiedevo al mister. Poi c’è da dire che 10 risultati utili consecutivi non li fai se la squadra è così tanto scarsa, quindi magari si dovranno rivedere alcuni giudizi e contestualizzarli, perchè il Cristante messo nella “giusta” posizione e un centrocampo più folto hanno permesso a tanti giocatori di giocare più sicuri e rendere di più…e questo è evidente. Alcune bocciature ormai sembrano definitive, ma a me come è entrato Shomu ieri ad esempio è piaciuto, e visto che non potremo razionalmente cambiarne 10 di giocatori, io inizierei a scremare con criterio, e non per partito preso…comunque ci aspettano impegni importanti e spero che questo filotto di risultati, alcuni meritati, altri meno, ci diano quella convinzione di potercela giocare con chiunque e provare fino alla fine a sfruttare i cali altrui…qualche rimpianto c’è già, facciamo che non diventino troppi

    • Abbiamo quasi tutti rimarcato le trame e la buona personalità dei singoli nel primo tempo, viste comunque a tratti.
      Nel secondo ho rivisto un po’ di frenesia e il pallone che tornava a scottare tra i piedi con parecchi lanci persi nel nulla e una riconquista troppo facile da parte della Samp.
      Per fortuna almeno l’attenzione nella fase difensiva non è scemata e quindi non si sono concesse troppe occasioni ai perlopiù velleitari attaccanti blucerchiati.
      Non lo dico io ma lo ha rimarcato lo stesso Mourinho che il secondo tempo non gli è piaciuto quando avevamo il pallone tra i piedi.
      Per quanto riguarda Shomu, finalmente è subentrato lui e non Felix, e lo ha fatto con l’atteggiamento giusto. Non è dato sapere perché tante volte gli abbia preferito il ragazzino, anche se ho il sospetto che gli abbia fatto scontare quella mancata rincorsa in occasione di uno dei gol della Juve, partita che di certo ha faticato a digerire come tutti noi.

    • Giusto, criPtico…
      Allora ti propongo la seguente formazione per la Roma dell’anno prossimo:
      Svilar
      Mancini Kumbulla Ibanez
      Karsdorp Cristante Bove Zalewski
      Zaniolo Shomurodov El-Shaarawi

      È di tuo gradimento?
      Ovviamente, è la mia Roma-2, le riserve 😉

    • Con lo Spezia abbiamo fatto 23 tiri in porta e un gol su rigore all’ultimo minuto e er sor Criptico sentenziava che “non abbiamo gioco”; con l’Atalanta e con la Lazio abbiamo dominato ma era tutto fortuito, casuale, accidentale e insomma “ah, vedrete la prossima che sfacelo…”; cioè quella di ieri, e proprio ieri (toh!…) ar sor Criptico gli si è aperto un mondo meraviglioso e improvvisamente ci assicura che da “ieri” la Roma (che fa risultati utili da 10 partite di campionato e 2 di Conference) “comincia” a far vedere qualcosa di buono, a fare azioni manovrate (gli so piaciuti i “rischi”…), la “Roma di Mourinho”, insomma, “cinica e abbastanza solida” (sic). Secondo me ti sei un po’ distratto nelle ultime partite, Criptico, fidati: eri troppo concentrato a chiedere l’esonero di Mou e a sputare sentenze. Sbagliate, però…
      P.S.: Cristante in quella “giusta” posizione c’è sempre stato, quest’anno, genialoide che non sei altro! Semplicemente comincia ad avere a fianco un Sergio Oliveira che ormai ha più continuità ed ha almeno 60′-70′ minuti nelle gambe e Oliveira è preziosissimo per la “Roma di Mourinho” che tu magicamente hai cominciato a intravedere ieri a Marassi, alla 30a di campionato. E ne beneficia tutto il centrocampo e la manovra della Roma, in primis Cristante, che in precedenza aveva accanto il fantasma di Veretout o un Pellegrini fuori ruolo, quando non gli sciagurati Diawara e Darboe e, finchè ha pascolato a Trigoria, “Falcao” Villar. Eccola, la “differenza”. Confido che a fine anno capirai tutto ciò, comunque. Sei un po’ lento, ma quando ti ci impegni…!

  22. beh..ricordo bene che prima del derby c’era un’aria di funerale..depressione a go-go..ora dopo il “trionfo” vdel derby si rivede la luce..seguimo l’onda dell’incrociatore..perché non siamo in grado di..approdare..eh eh

  23. Come non mi sono iscritto al partito dei disfattisti quando le prestazioni erano modeste e squadra ed allenatore facevano sorgere più di un dubbio, così per prudenza non faccio voli pindarici ora dopo questo filotto di risultati.
    Però ci sono delle novità positive che vanno rimarcate.
    È innegabile che Mou ha lentamente forgiato un gruppo coeso ben diverso dall’armata Brancaleone del girone d’andata.
    L’allenatore sembra avere il totale controllo della situazione e ha finalmente trovato la quadratura del cerchio.
    I giocatori sanno cosa fare e si vede che sono in fiducia, dal momento che spesso provano la giocata difficile.
    I cambi sono più logici e meno frutto della disperazione.
    Avanti così 😄

    • Vege, condivido l’analisi che hai sintetizzato, il lavoro sin qui svolto e’ dare consapevolezza e carattere, si e’ vero Mourinho l’ha fatto a forza di schiaffi che pero’ sta peoducendo risultati, la giocata difficile provata come tu dici a volte non riesce, ma almeno viene provatae questo e’ un valore di personalita’ in crescita.
      Si ci vorra’ qualche altro sganassone bene assestato, vedi per Zaniolo, Veretout, El Shaarawi, ma se questi tre elementi pensano di avere avuto tutto dal calcio…. be allora hanno troppa presunzione e se non accettano il metodo fanno meglio a cambiare aria, l’A.S. ROMA ha bisogno di uomini prima dei calciatori, che poi ha bisogno anche di quelli e’ fondamentale
      FORZA ROMA A TUTTI💛❤

  24. La parte sul quale lavorare per migliorare il gioco di squadra e’ la consapevolezza dei propri mezzi, Mourinho sa bene che il materiale a sua disposizione e poco piu’ che sufficiente e sta facendo di necessita’ virtu’.
    L’impoztazione tattica che permette di manovrare nelle fasi di interdizione e’ permessa dalle caratteristiche dei calciatori, le due mezzale sono fondamentali per l’equilibrio insieme ai due esterni che insieme ai loro movimenti in campo permettono ai due centrocampisti centrali di leggere a proprio vantaggio la scelta di giocata, resta ancora difficoltosa la qualita’ e la personalita’ di diversi calciatori, che a loro volta risentono l’uno per l’altro questa carenza, determinando cio’ sul quale Mourinho sta lavoeando, cioe’ una personalita’ di squadra, un’insieme di unione, uno per tutti tutti per uno, sia in fase offensiva che difensiva.
    Voglio augurarmi che le individualita’ sulla quale ricadranno le attenzioni di mercato, siano profili di calciatori ben definiti che abbiano l’umilta’ necessaria per acquisire valore tattico e tecnico.
    Da cio’ che si delinea e da cosa si evidenzia in negativo i ruoli ed i candidati per migliorare la Rosa sono tre:
    Un difensore centrale che sappia impostare (esempio Samuel o Di Bartolomei )
    Un centrocampista centrale con piedi educati e tempi di giocata rapidi (esempio, De Rossi o Oriali )
    Una mezzala incursore (esempio, Perrotta o Ancelotti).
    per completare la rosa, visto che Zakewsky mi pere un buon vice Spinazzola e li siamo coperti,
    dal lato destro prendere un’esterno verosimile a Quadrado, in questo caso hai chiuso il cerchio e puoi aspirare ad Alti e altri traguardi.
    Penso che con 100 milioni di €uro tutto questo sia realizzabile, 4 calciatori che si andranno ad aggiungere ai 16- 18 superstiti della attuale rosa.
    So che ho fatto nomi importanti ma se vogliamo vedere una Roma all’altezza questi quattro ruoli sono fondamentali

  25. Rookie, poi mi spiegherai quali sono i meriti di Mourinho in questo campionato….io continuo a vedere un gioco approssimativo e poco non dico spettacolare ,bensì poco brillante…Comunque non amo particolarmente questo allenatore, secondo me è un bluff,e non mi lasciò incantare dai suoi trofei conquistati con ben altre squadre, poi ognuno ha le sue idee,ma secondo me alla fine del suo contratto ho la sensazione che rimarremo con la bacheca ancora piena di ragnatele…il nuovo Messia che ci farà vincere ancora deve arrivare e non sarà lui….

    • Ricordo, che nel 2021 la Roma Femminile ha vinto una Coppa Italia mentre l’under 17 uno scudetto Arriveranno anche i successi con Mourinho.Tu nel frattempo, tienti pure i tuoi lamenti e le tue ragnatele per me non è un problema. Forza Roma!!!

    • Molok che sei ebreo? Guarda che e’ gia arrivato!|!!|Lascia sta le religioni paragoni di messia non si fanno specie nel mese del Ramadan….Questo con una squadra mediocre sta li. Non sono stati spesi miliardi di Euro per fare squadre competitive chiedi a Inter e Juve loro si ! E’ tanti soldini. Questo signore dopo 12 anni ritorna in questo calcio mediocre che annoia spesso, con questi grandi allenatori fatte pochissime eccezione, prende una squadra in mano ed in 8 mesi senza grandi nomi con una preparazione diversa sta al 5 posto e quarti di finali di coppa. Puoi criticare il gioco, le scelte tecniche tutto quello che vuoi ma 25 titoli parlano da soli, in piu’ ha portato altra aria nel calcio italiano e di Roma in particolare…Questo signore ha cambiato pure i tifosi gli inni il rispetto per gli altri tipo gli Ole’. Questo e’ pure un grande uomo che si fa’ rispettare e rispetta praticamente un esempio…. Molok fattene una ragione rimarra’ tanti anni e sara’ un grande Manager….

    • Molok:
      che brutto nome te sei scelto.
      Il nome di un seguace di Satana e di un Dio a cui venivano sacrificati i bambini anche col fuoco… brutto brutto brutto!

  26. Gli attuali 16 – 18 calciatori di ruolo da far rimanere in rosa sono:
    Smalling, Kumbulla, Mancini, Ibanez, Karsdorp, Spinazzola, Zalewski, Pellegrini, Sergio Oliveira Cristante, Bove, El Shaarawi, Zaniolo, Mikitarian Habrham, Shamurodov, Felix.

    Poi se vovliamo aggiungere un’altro elemento da acquistare oltre quelli nei ruoli ben definiti, personalmente prenderei un’altra Punta.

  27. Dewalter,innanzitutto non sono ebreo,e se anche lo fossi non capisco quale sarebbe il tuo problema…poi tutto quello che dici su Morinho sono tue opinioni e io non sono d’accordo su nulla…e poi ancora con questi 25 titoli….
    Guarda che li ha vinti altrove non con la Roma,quindi se permetti non me ne può fregare di meno…questo al terzo anno non ci arriva,ha ragione Zeman,e’ un mediocre allenatore,ma un’ottimo agitatore di folle…contenti voi!

    • ancora c’è chi da ascolto a Zeman, l’allenatore che sta nel Guinness dei primati per numero di esoneri a ripetizione misti a dimissioni come se piovesse e che viene studiato perché i futuri allenatori capiscano tutto quel che non bisogna fare nel 4-3-3 per non far fallire la propria carriera.
      Nella vita nessuno regala niente a nessuno, tanto meno i titoli su titoli che ha vinto Mou. Solo uno come te che, sicuramente, non ha mai praticato nessuno sport a livello agonistico, può esprimersi in questo modo nei confronti di chi ha vinto tanto ai massimi livelli calcistici!
      L’invidioso, invece, assume a proprio eroe il Boemo, l’eterno perdente in cui immedesimarsi.
      Sul malefico significato originario del nome che te sei scelto mi sono già espresso, spero che tu non ne fossi consapevole (in nomen omen), ma comunque, a scanso equivoci, ogni volta che vedete ‘sto nome grattatevi e fate scongiuri.

    • Dispiace che ai frainteso il paragone del Messia che hai tirato fuori tu, con la religione ebraica pensavo sapessi che lo attendono, io certo razzista non sono, sto attento a dare giudizi sia per cose serie che per il calcio e sulle persone specie su Mourinho che ho difeso sempre dal 1 giorno che e’ arrivato, io i miei li difendo a torto o a ragione,su queste pagine e dai giornali nordisti coperti da giornalisti di Roma ho solo sentito cose false, dalle opinioni alle bugie e menzogne ce ne passa. Ho detto e scritto l’altr’anno di Fonseca che era un grande allenatore ma che non aveva e adesso lo dico una mentalita’ vincente come Mou quindi i 25 titoli che ti danno fastidio. Che ti piaccia o no a certi livelli ce la devi avere se no sei mediocre, gioco come mette la squadra in campo, acquisti ci sta che sbaglia pure lui !!!ma lui adesso e’ l Allenatore della Roma quindi nostro… stesso i giocatori e vanno difesi non sempre criticati a prescindere. Ricordati che la critica costruttiva serve e deve essere accettata motivata questa ci fa crescere e ci fa’ anche cambiare opinione anche nella vita vera ma deve essere veritiera se no stai in battaglia con tutti con il Mondo

  28. Samgek,non e’ vero che non ho praticato nessuno sport, pratico da sempre molta ginnastica da camera…da letto! Dovresti provarla anche tu,con quel cerino che hai tra le gambe…Riguardo i titoli vinti da Mourinho, ti dirò che non me ne frega il beneamato fico secco, conta quello che farà qu’ non quello che ha fatto altrove….

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome