La Roma è arrivata in Giappone: Mourinho “assalito” dai tifosi nipponici (FOTO-VIDEO)

34
731

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Comincia l’avventura nella terra del Sol Levante per la Roma, che nei prossimi giorni giocherà due amichevoli contro Nil agoya Grampus al Toyota Stadium il 25 novembre, mentre il 28 novembre la squadra sarà impegnata con lo Yokohama F. Marinos al Japan National Stadium.

La squadra è atterrata nelle ultime ore a Tokyo, come documentato dai canali social del club giallorosso con un video. Domani, alla vigilia della prima amichevole in terra nipponica, parleranno Volpato, Abraham e Tiago Pinto in conferenza stampa (ore 7 italiane).

L’allenatore portoghese è stata ovviamente l’attrazione principale per i nipponici: lo Special One è stato letteralmente assalito dai tifosi giapponesi, a caccia di un autografo.

La Roma resterà in Giappone fino al 29 novembre, poi farà ritorno nella Capitale. Il viaggio servirà ai Friedkin per esportare anche lì il marchio giallorosso e stringere nuove partnership commerciali utili ad aumentare i ricavi del club.

Giallorossi.net – F. Turacciolo

Articolo precedenteKarsdorp come Emerson. E il terzino rifiuta la visita della Roma
Articolo successivo“ON AIR!” – FERRETTI: “L’assenza di Dybala ieri mi preoccupa”, ROSSI: “Ronaldo? La Roma non ha i mezzi per prenderlo”, PIACENTINI: “Mou sfrutti la pausa per preparare un cambio tattico”

34 Commenti

    • I giapponesi amano la ROMA 💛❤️🇯🇵…

      Ma qualcuno di voi ha notato la notizia che
      L’illustrissimo, illuminato di quel genio del Bernini… È a capo del comitato no allo stadio di pietralata….

      Sto fondando un comitato… No a Bernini….

    • andovai te?..eh eh eh..in Giappone..eh eh..allora vedi de nun finì da Kim altrimenti quello ti rimanda indietro in punta di missile!!!..eh eh..7 giri intorno alla Terra!!!..eh eh eh

  1. Che terra e popolo meravigliosi. Ci sono andato per lavoro per tanti anni… meravigliosi.
    Senso civico al massimo, educazione, gentilezza, rispetto della natura. Tutto!

    • Anche io grande appassionato di Giappone e ci sono stato più volte. Tutto vero quello che dici, ma anche loro hanno le loro bei lati oscuri, è che li mimetizzano meglio sopratutto quando hanno a che fare con stranieri.

    • Tutto ha un prezzo, e nel loro caso è l’altissima percentuale di suicidi, la principale causa di morte nella fascia di età tra i 20 e i 45 anni.
      Quando senti di non essere degno di far parte di questo “meccanismo perfetto”, spesso si vede la morte quale unica via di fuga alla vergogna.
      E la folle consapevolezza di questa “perfezione”, li spinse un centinaio di anni fa a credere di essere una razza eletta e superiore, destinata per diritto divino a comandare e sfruttare i loro sfortunati vicini.
      La drammatiche vicende di Hiroshima e Nagasaki hanno stroncato tale velleità, rendendoli per fortuna una nazione pacifica, ma personalmente diffido sempre del loro modello sociale.
      La perfezione non può essere umana.

    • d’accordo con SOP ed anche con jose, io ovviamente mi riferisco alla percezione che avevo quando ero lì per 4-5 gg e poi ripartivo. non ci ho vissuto e quindi la percezione era quella

    • eccallà..eh eh tutti Samurai ahò..il Mikado pronto all’azione eh eh..a voi le percezioni ve fanno male..eh eh eh

    • immancabile poi la chiosa di UB..nn resiste proprio a dirci la sua..sfumatura socio-politicalculturale..eh eh..sayonara..

    • Beh, orange, da (ex)studioso di lingua e cultura giapponese con viaggi e amici in loco, posso dirti che UB non ci va lontano in questo caso…

    • Per carità caro Anacro’..lo sò che siete dei gran sapientoni..eh eh..è di calcio che nn ne masticate tanto..eh eh..ve saluta pure Takumi Minamino..eh eh

    • Dall’alto (o dal basso) di una laurea in lingue e civiltà orientali, due caxxatine in proposito le posso dire…eh eh

    • certo che si ubà..basta che nun ce fai l’abitudine…io pure c’ho la laurea in..agronomia..ma mika ve stresso cò la coltivazione di cipolle..eh eh eh..

    • Ne sono abbastanza convinto. I Friedkin hanno un giro importante in patria proprio con Toyota, e non è un caso che tante uscite, interviste e conferenze stampa compaia già il loro logo, dato che a Digitalbits hanno lasciato solo lo sponsor delle maglie da gara.
      Credo e spero che presto ci sarà una partnership completa con Toyota (che non sono i veicoli della squadra come con Pallotta) e quindi, in prospettiva, spero in un certo aumento dei ricavi.

    • Penso di sì ed è per questo che credo si possa valutare l’ingaggio anche di un calciatore giapponese prossimamente, perché questo allora garantirebbe sponsorizzazioni e tanto altro. Gli asiatici sono così e negli ultimi anni gli sponsor più importanti nei campionati top, quello inglese, tedesco e spagnolo da cui rispetto a copertura delle partite a livello di distribuzione mondiale e di introiti televisivi oltre commerciali, la Serie A è molto distaccata, gli sponsor asiatici sono molto presenti in quei tre campionati mentre da noi latitano. Questo anche perché in quei paesi giocano anche molti giocatori asiatici soprattutto giapponesi e sudcoreani. Portare un calciatore giapponese alla Roma incrementerebbe di sicuro le nostre entrate. Il Celtic Glasgow ha fatto una operazione dove in due sessioni di mercato ha ingaggiato 4 giapponesi, uno disputa il Mondiale, gli altri 3 erano nel giro ma la cosa sorprendente è che sono diventati il secondo club europeo preferito dai giapponesi dopo il Real Madrid (che mi pare hanno 3 giapponesi nel settore giovanile) mentre il Liverpool è sceso (era primo quando avevano Minamino). Ito potrebbe essere un difensore interessante da prendere anche se a me fa impazzire Endo come scritto in precedenza (a questo punto li ingaggierei anche tutti e due, Ito a Gennaio e Endo in estate, così diventiamo il club preferito dai giapponesi e ci entrano diversi sponsors loro pure).

    • Per esempio un mio amico mi diceva anni fa che il Chelsea, una delle clausole del contratto di sponsorizzazione della Samsung che all’epoca pagava 18M di sterline l’anno (quindi oltre 19M di euro) e per cui poi non hanno rinnovato con il Chelsea, era quello di dover entro 3 anni ingaggiare un calciatore sudcoreano per poter sfruttare in quel caso l’immagine del Chelsea e del suddetto calciatore in Sud Corea ed Asia, con la sponsorizzazione che avrebbe anche attivato altri bonus. Il Chelsea valuto questa operazione perché dovevano trovare un calciatore che potesse anche giocare spesso titolare per loro ma si fecero sfuggire due calciatori già in Europa che non vollero trasferirsi da loro, e c’era un giovane in Sud Corea però non ritenuto sufficientemente bravo. Il fallimento di quella operazione porto poi la Samsung a decidere di non rinnovare la sponsorizzazione a quanto pare. Mi pare di capire che quindi questi sponsor hanno un forte interesse per questo tipo di operazioni, quindi non sarei sorpreso che per coinvolgere la Toyota di più, la Toyota potrebbe chiedere l’ingaggio di un calciatore giapponese.

  2. …almeno questi non hanno accolto il mister (Bodo) a pallate di neve/ghiaccio…😊
    sarà che è un amichevole? Trovarci Capitan Harlock o Actarus, Goldrake incazz… sarebbe stato un problema !

  3. La cosa, spero positiva, è che questo giro in Giappone porti nuovi sponsor e relativi quattrini e apra un mercato nuovo o quasi per il merchandising. Non credo che le due amichevoli possano essere considerate più di un allenamento magari un po’ più impegnativo ma niente di più.

    • Quasi tutti i club in Europa bussano alle porte di aziende asiatiche per sponsorizzazioni importanti ma le uniche che le ottengono ho capito riescono ingaggiando calciatori anche da quei paesi, quindi penso ci possa essere una trattativa anche per qualche calciatore, quindi non sarei sorpreso se tra Gennaio o estate vengano ufficializzati sia un calciatore giapponese con poi una sponsorizzazione di una certa sostanza economica della Toyota.

  4. er Giappone ha battuto la Germania…eppure cò tanti professoroni laureati,nessuno l’aveva previsto..ovviamente..eh eh..si skerza..ovviamente..eh eh..

  5. Oddio, la Germania ha perso 1-2 contro il Giappone, e ha segnato la rete del pareggio Doan del Friburgo di cui ho scritto qualche post fa se vi ricordate. Non ho visto la partita però Doan è dai tempi del PSV che faceva vedere di essere un bel calciatore. Occhio al sudcoreano Jeong WY, compagni nel Friburgo di Doan che è esploso di recente e sono due calciatori che hanno dato rapidità e creatività alla squadra tedesca che prima del Mondiale sta al secondo posto in classifica in Bundesliga dietro al Bayern Monaco.

  6. A me degli sponsor e del marchandising frega il giusto.

    Cioè, per carità servono… ma mi interessa di più l’aspetto “amichevole” che magari permetta a certi giocatori di alleggerire la pressione e fare pace col cervello …

    • Invece al giorno d’oggi sono aspetti molto importanti perché sono queste cose che aumentano la voce ricavi ed in cui i TOP club d’Europa tengono invece ancora più peso. Se sei forti su questi aspetti allora cambia tutto ed i calciatori TOP che tutti qui vogliono hanno in genere anche diritti di immagine ed uno dei fattori che pesa nel trasferirsi in un determinato club è anche la valorizzazione del loro stesso brand ed immagine. Se il club non è forte anche sotto questi aspetti della comunicazione, gli sponsor, il marketing ed il merchandising, può essere un ago della bilancia nel caso di più offerte nel decidere un trasferimento verso una squadra che un’altra, oltre al fattore che determinati sponsor scelgono anche club che hanno strategie di mercato importanti su queste cose, ed alcuni sponsor se sponsorizzano determinati calciatori, possono mettere dei bonus sui loro contratti se si trasferiscono verso determinati club.
      Ad esempio, operazione di Rudi Voeller al Bayer Leverkusen, fu quello di ingaggiare Son Heung-Min nel 2013 (operazione costata €12,5M se ricordo bene), operazione da cui defini anche 3 sponsorizzazioni sudcoreane di cui una con la LG, azienda coreana high-tech di livello mondiale per €15M in 3 anni più bonus in caso di qualificazione di CL di ulteriori €3M all’anno ed in più chiuse con due altre aziende coreane per altri €6M all’anno ed il Bayer Leverkusen fecero un tour in Corea del Sud, ed altri soldi in più incassati per amichevoli giocate, con una folla di tifosi sudcoreani tutti ad acclamare il Bayer Leverkusen e Son Heung-Min. Fondamentale l’ingaggio di Son Heung-Min dall’Amburgo per ottenere tutto questo.
      A noi serve aumentare i nostri introiti anche per ingaggiare altri calciatori forti, quindi queste operazioni sono fondamentali. Se abbiamo due posti extracomunitari, li darei pure a due calciatori giapponesi se ci possono portare tutto questo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome