La Roma Primavera batte il Frosinone (3-2). Mourinho e Totti presenti al Tre Fontane

19
1243

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Dopo la beffa della sconfitta a tavolino decisa dal Giudice Sportivo a seguito del reclamo presentato dall’Empoli, la Roma Primavera si consola battendo il Frosinone al Tre Fontane col punteggio di 3 a 2. 

Nel primo tempo i ciociari vengono puniti dopo aver fallito l’occasione per il vantaggio con Voncina, ipnotizzato da un grande intervento di Marin. La Roma riparte in contropiede e manda in porta Louakima, che col piatto destro non dà scampo al portiere avversario.

Per il terzino francese però la festa dura poco: dopo pochi minuti infatti l’ex PSG spedisce di testa nella propria rete un cross su punizione dalla trequarti calciata dagli ospiti per il momentaneo 1 a 1. Prima del duplice fischio Pisilli ha due palloni buoni per riportare avanti i suoi, uno di testa e uno sul destro, ma non li frutta a dovere lasciando il risultato in parità all’intervallo.

A inizio ripresa Avella, l’estremo difensore del Frosinone, si addormenta incredibilmente in fase di rinvio e Misitiano ne approfitta per soffiargli il pallone spingendolo in rete per il nuovo vantaggio giallorosso. A venti minuti dalla fine poi è Cherubini a calare il tris con un piatto destro a centro area dopo un cross basso di D’Alessio.

Nel finale però arrivano due eventi importanti del match: l’ingresso in campo di Cristian Totti e la rete di Amerighi che riaccende le speranze dei ciociari. Nei cinque minuti di recupero però non succede più nulla e la Roma si porta a casa i tre punti.

Da segnalare la presenza sia di Josè Mourinho che di Francesco Totti sugli spalti del Tre Fontane, presente allo stadio per assistere alla partita di suo figlio Cristian.

Giallorossi.net – A. Fiorini

IL TABELLINO DEL MATCH

ROMA (3-4-2-1): Marin; Keramitsis (68′ Vetkal), Golic, Chesti; Louakima, Pisilli (46′ Pagano), D’Alessio, Mannini; Costa (86′ Graziani), Cherubini (79′ Bolzan); Misitano (79′ Alessio).
A disp.: De Franceschi, Plaia, Marazzotti, Reale, Ivkovic, Guerrero.
All. Federico Guidi

FROSINONE (4-3-3): Avella; Giunashvili, Macej, Pahic (46′ Amerighi), Stefanelli (60′ Dixon O’Neill); Cissé (46′ Ferizaj), Milazzo, Vanzelli Lusuardi; Voncina, Mezsargs (78′ A. Romano), Boccia (88′ Totti).
A disp.: Lagonigro, R. Romano, Severino, Molignano, Paura, Aromatico.
All. Angelo Adama Gregucci

Arbitro: Marco Emmanuele della sezione di Pisa
Assistenti: Andrea Cravotta – Gian Marco Cardinali

Ammonizioni: Cherubini (ROM), Golic (ROM), Milazzo (FRO), Costa (ROM), Boccia (FRO)

Articolo precedente“ON AIR!” – CORSI: “Tutto normale, con i grandi giocatori si vince”, PIACENTINI: “Troppe cose belle, ora temo il contrappasso”, DAMASCELLI: “La Roma sembra Cucine da incubo”
Articolo successivoMou cambia la Roma per la coppa

19 Commenti

  1. Sto vedendo la gara tra Juve e Empoli.
    Il telecronista ha detto che la Juve non ha messo nessun 2004 in campo, mentre l’Empoli ne ha molti ( testuali parole)
    Ora questo molto a quanto ammonta?
    Cioè l’Empoli quanti 2004 ha messo in campo ?
    Intanto abbiamo vinto in attesa di vincere il ricorso che vi porterebbe al primo posto.

  2. Direi che a parte lo “spettacolo” dei genitori vip e la presenza di Mou e Volpato in panchina, la gara ha mostrato una Roma con grandi individualità.
    Quasi tutti i nostri hanno elevato tasso tecnico ed anche un certo dinamismo.
    Molto bella l’intesa tra Cherubini e Mannini (migliori in campo) sulla fascia sinistra e quella tra Louakima e Costa sulla destra.
    Nel Frosinone interessanti il difensore Lusuardi e la punta Dixon O’Neill.

  3. lasciate in pace Christian Totti. Ha già un fardello pesantissimo da portare, non c’ è necessità di aggiungerci ironie e sarcasmo gratuito.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome