La Roma Primavera trionfa in Coppa Italia: Fiorentina battuta 2 a 1 ai supplementari

21
785

AS ROMA NOTIZIE – La Roma Primavera vince la Coppa Italia, battendo per 2 a 1 la Fiorentina ai supplementari nella finalissima giocata allo Stadio Arechi di Salerno.

Gara equilibrata per i tempi regolamentari, con la partita che si chiude senza reti dopo 90 minuti, ma con i viola rimasti in 10 per l’espulsione di Camuzzo arrivata a un quarto d’ora dalla fine per somma di ammonizioni.

È immediato il vantaggio della Roma in avvio del primo tempo supplementare, al 92′, con Misitano che, dopo uno scambio in area di rigore con Cassano, col destro batte Martinelli e porta avanti i giallorossi.

Dopo quattro minuti, però, una disattenzione difensiva costa cara alla squadra di Guidi: Krastev, indisturbato in area, sfrutta una punizione di Amatucci e di testa ristabilisce la parità.

Nel corso del secondo tempo supplementare, al 115′, è decisivo Keramitsis che di testa sovrasta l’avversario e sigla il vantaggio della Roma che permette ai giallorossi di portarsi a casa la Coppa Italia.

Mister Guidi esulta a fine partita: “E’ una gioia immensa, perché sono stato chiamato a succedere a quello che per me è sempre stato un punto di riferimento, per me come per tutti gli allenatori più giovani: Alberto De Rossi, che chiaramente ha scritto la storia del settore giovanile italiano ed è la Roma”. 

Dedica speciale di Vincenzo Vergine, responsabile del settore giovanile: “Questa è la mia seconda stagione qui, ci tengo a dedicare il trofeo alla famiglia Friedkin, fanno tanti sforzi ed investimenti e credono in questo progetto giovani. E lo dimostriamo attraverso la connessione diretta tra il settore giovanile e la prima squadra, tra me, Tiago Pinto e l’allenatore Mourinho, che fa giocare tanti giovani”

IL TABELLINO DEL MATCH

FIORENTINA: Martinelli; Comuzzo, Krastev (113′ Biagetti), Lucchesi (117′ Presta); Kayode, Berti (117′ Nardi), Amatucci, Harder (94′ Capasso), Favasuli (82′ Vigiani); Distefano, Toci (94′ Sene).
A disp.: Tognetti, Dolfi, Elia, Romani, Chiesa, Ievoli, Gentile, Spaggiari.
All.: Aquilani.

ROMA: Baldi; Keramitsis, Faticanti, Chesti; Missori (90′ Louakima), Pisilli, D’Alessio (90′ Pellegrini), Cherubini; Cassano (117′ Vetkal), Pagano; Padula (67′ Misitano, 117′ Majchrzak).
A disp.: Razumejevs, Del Bello, Foubert-Jacquemin, Silva, Ruggiero, Falasca, Bolzan, Golic, Mlakar.
All.: Guidi.

Arbitro: Giuseppe Collu. Assistenti: Giuseppe Trischitta – Federico Pragliola. IV uomo: Luca Cherchi.

Reti: 92′ Misitano (R), 96′ Krastev (F), 115′ Keramitsis (R).

Note: ammoniti Comuzzo (F), Padula (R), Lucchesi (F), Cherubini (R), Pellegrini (R), Krastev (F), Chesti (R), Nardi (F). Espulso: Camuzzo per somma di ammonizioni. Recupero: 3′ st; 1′ pts; 2′ sts.

Articolo precedenteLlorente, c’è una lesione al flessore: stop di almeno due settimane. Caviglia ancora gonfia per Dybala, esami rimandati a domani
Articolo successivoAldair: “Senza Smalling la Roma perde tantissimo. A questa squadra manca qualcosa sugli esterni”

21 Commenti

    • Bene, la Roma trionfa con un gol di Keramitsis, nella storia di Roma un posto d’onore sarà sempre per la Grecia, malgrado l’onta del pelato!
      Forza Roma, sempre!

    • Bravissimi i ragazzi che ci hanno creduto e SUPER-BRAVO a Mr. Guidi. Dopo un primo tempo in cui non abbiamo visto la palla, ha “ribaltato” la squadra nell’anima e ha fatto tutte mosse corrette. Secondo tempo giocato bene tranne l’ultima parte, dopo l’espulsione viola, dove nonostante la superiorità numerica abbiamo perso le distanze e i riferimenti. Poi nei supplementari partita condotta egregiamente con l’unica pecca della disattenzione sul goal viola.
      Bravi, bravi e ancora bravi. Ci voleva, questa squadra è stata “depredata” da JM e nonostante tutte le
      difficoltà si è ricompattata e ha alzato un trofeo. Ora speriamo bene per il campionato

  1. accidenti, mi era sfuggita la data… e scopro oggi questa bella vittoria!
    dai che quest’anno può essere storico, sommando a questo risultato (comunque importante) allo scudetto femminile oramai certo e (speriamo!!) al traguatdp più importante: daje ragazzi sollevate sta coppa!!

  2. Complimenti alla Roma primavera tutti grandi talenti uno meglio dell’altro e bravissimo anche mister Guidi, secondo me uno che tra non molto allenerà in serie A

  3. Sempre che non abbia Sbagliato i Conti… Da quando sono arrivati i Friedkin: Una Conference League – Una Coppa Italia Primavera – 2 Coppe Italia Femminili (Potrebbe arrivare la Terza + Uno Scudetto) – Una Super Coppa Italiana. Eh… Ma non si vince mai nulla😅 – 💛💖Tutti i miei Complimenti a Guidi e ai suoi ragazzi – Sempre Piu’ in Alto i Nostri Colori💛💖

  4. Dovevate sentire i due rosiconi di Sportitalia, stavano schiattando in corpo, e la fiorentina ha giocato meglio…….e non meritavano di perdere…Hanno fatto falli cattivi., ci stava espulsione diretta altri che secondo giallo…proteste , provocazioni, caccia all’uomo a fine partita, dove si sono guardato bene dall’inquadrare i responsabili, poiché non erano i romanisti i colpevoli.
    A tutti , compreso Aquilani, un in bocca al Maalox a secchiate di 10 litri l’una…

  5. Bè ,Gaetano,in effetti ,soprattutto nella prima mezz’ora hanno giocato meglio loro,ma alla fine contano i gol… Diciamo che Guidi ha vinto” alla Mourinho”….Il che non fa che aaccrescere la mia goduria….

  6. una sola cosa ragazzi confermare sta coppa italia concentratevi sul campionatodopo una prima parte excellente ora potere tornare à mirage al yiyolodzje ce contano non.me la sento ” calla” per questo potere riuscirci

  7. bravissima squadra di Lupacchiotti!!
    ora, “famo” sta benedetta Squadra B, per farli giocare costantemente dopo la Primavera!!
    FRS ❤ 💛❤ 💛 🐺🐺

  8. Grandi!!!
    Che sia un segno del destino:
    i nostri ex che quest’anno je dice male contro la ROMA!
    Proprio perché sono nel mio cuore, vorrei una foto ricordo di Aquilani e del Tedesco Volante….
    🤞🏻🤞🏻🤞🏻
    FORZA ROMA

  9. Concordo con Gaetano.
    Oramai c’è un ostracismo nei confronti della ROMA che è assurdo!
    Chiunque è preferito a noi..
    Perché?
    A quarcuno je sta a veni’ er cagotto a immaginarsi la crescita de questa Società!!!
    In tv si è perso ogni senso di obiettività in nome della genoflessione ai poteri forti, sempre più indecenti e mai sufficientemente indagati.
    Fossi nella ROMA, non ci metterei neanche un secondo a fare tabula rasa degli accrediti di stampa!!!
    FORZA ROMA

  10. complimenti ragazzi e bravi due volte, per aver vinto e soprattutto per aver portato la coppa sulla tomba di Agostino DI BARTOLOMEI.
    Il giorno in cui vedrò un nostro capitano posare la champions sulla sua tomba, quello potrebbe essere anche l’ultimo della mia vita, non avrei altro da chiedere.

  11. Bravissimi, finalmente hanno riprtato la Coppa Italia primavera a casa togliendola proprio alla Fiorentina che l’aveva già vinta contro di noi e mi sembra per ben 6 anni di fila.
    Ho seguito il match e devo dire che quando ci siamo trovati in superiorità numerica sono rimasto sorpreso che nel finale dei tempi regolamentari la Roma ha rischiato di prendere il gol così come al pareggio incassato nei supplementari perché subito all’inizio del 1° tempo supplementare il gol del vantaggio mi aveva fatto pensare a quel punto che potessimo chiudere il match visto appunto il vantaggio e con tanto di superiorità numerica, pensavo addirittura di vincere largamente ed invece l’1-1 che proprio non me l’aspettavo.
    Poi, però ad evitare i rigori, a 5 dal termine ci ha pensato il greco con un gol di testa alla Smalling su palla inattiva.
    Ma il grandissimo gesto, il Grande Cuore di questi ragazzi è stato quello di portare la Coppa Italia ad Agostino, all’Eterno Capitano, anche a casa lì a Salerno dalla moglie.
    E Bravissimo Guidi per il suo 1° trofeo da allenatore di questi ragazzi, anche perché alcuni di loro e neanche pochi, sono stati oggetto di convocazione in prima squadra da parte di Mourinho.

  12. Mi ero dimenticato di fare un complimento al nostro ex-centrocampista Alberto Aquilani oggi in qualità di allenatore, sempre Romano e Romanista comunque, che nel momento dell’inferiorità numerica ha saputo ridisegnare bene tatticamente la Fiorentina, tanto è che erano riusciti a pareggiare nonostante un uomo in meno ed in svantaggio, gli avevamo segnato un gol taglia gambe subito appena iniziati i supplementari.
    Comunque, quando capita di vedere Aquilani, la prima cosa che mi viene in mente è la vittoria a San Siro contro il Milan con la sua rabona e Totti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome